L'azienda nell'era del Web 2.0

2,017
-1

Published on

Spiegare il Web dall'1.0 al 2.0 per arrivare ai Social Media. Intervento di Samuel Gentile pensato per manager a digiuno di mucche viola e web innovativo.

Published in: Business, Technology, Design
0 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,017
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
65
Comments
0
Likes
5
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'azienda nell'era del Web 2.0

  1. 1. L’azienda nell’era del Web 2.0 Panorami ed opportunità 4 Giugno 2009
  2. 2. 1 Cos’è il Web?
  3. 3. 1-1 Cos’è il Web? Definizione: Il World Wide Web [WWW], più spesso abbreviato in Web, anche conosciuto come grande ragnatela mondiale (traduzione letterale di quot;World Wide Webquot;), è uno spazio elettronico e digitale di Internet destinato alla pubblicazione di contenuti multimediali (testi, immagini, audio, video, ecc., tra loro collegati) Tratta da http://it.wikipedia.org/wiki/Web
  4. 4. 1-2 Le innovazioni nel Web • I tempi delle innovazioni nella rete si accorciano • L’evoluzione è sempre più veloce • Le innovazioni apportano un gran numero di cambiamenti in un breve periodo di tempo
  5. 5. 1-3 Gli utenti nel Web Utenti Internet in Italia gennaio 2001 / marzo 2009 Utenti abituali: “almeno una volta negli ultimi 7 giorni” Tratta da http://www.gandalf.it/dati/dati3.htm
  6. 6. 2 Come si comunica nel Web?
  7. 7. 2-1 Come si comunica nel Web? Come in tutti gli altri luoghi e ambienti Comunicazione verticale Comunicazione verticale Comunicazione orizzontale (uni-direzionale) (uni/bi-direzionale) (multi-direzionale)
  8. 8. 2-2 Le dinamiche della comunicazione nel Web Comunicazione verticale Comunicazione orizzontale (uni-direzionale) (multi-direzionale) Web 1.0 Web 2.0
  9. 9. 3 Web 2.0?
  10. 10. 3-1 Web 2.0? Definizione: Il Web 2.0 è una locuzione utilizzata per indicare genericamente uno stato di evoluzione di Internet (e in particolare del World Wide Web), rispetto alla condizione precedente. [...] Il Web 2.0, [...], rappresenta la concretizzazione delle aspettative dei creatori del Web, che solo grazie all'evoluzione tecnologica oggi costituiscono una realtà accessibile. Tratta da http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0
  11. 11. 3-2 Ok, ma cos’è il Web 2.0? Proviamo con un elenco puntato: 1.L’accesso alle informazioni e ai contenuti della rete 2.Un luogo di incontro di utenti che: • hanno la possibilità di conoscere nuove persone • possono partecipare a una continua conversazione • condividono esperienze ed opinioni 3.Un insieme di tecnologie, piattaforme e strumenti che consentono agli utenti di incontrarsi e svolgere attività
  12. 12. 4 Ma chi è l’utente?
  13. 13. 4-1 L’utente Web italiano Oltre 21 milioni di italiani Di questi utenti, 5 milioni vedono accedono ad Internet Internet come uno degli elementi almeno una volta al mese.* chiave nella propria vita * Fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/internet/news/2009-05-28_128361453.html
  14. 14. 4-2 Cosa fa l’utente nel Web 2.0? • Ricerca informazioni, su prodotti, persone, aziende • Comunica (e-mail, MSN Messenger, Skype, ...) • Acquista • Legge i contenuti di altri utenti • Partecipa ai social network • Si abbona a servizi on-line (newsletter, feed RSS, ...) • Commenta video, foto, articoli nei blog, recensioni... • Pubblica e condivide contenuti (testi, foto, video, ...) • Utilizza piattaforme collaborative (Basecamp, Google Documents, ...)
  15. 15. 5 Cosa deve fare l’azienda per entrare nell’era del Web 2.0?
  16. 16. 5-1 Cosa deve fare l’azienda per entrare nell’era del Web 2.0? • Conoscere l’utente • Apportare valore • Diventare una comunità
  17. 17. 5-2 Come conoscere l’utente: • Diventare utente • Ascoltare • Rispondere • Partecipare alle conversazioni in atto
  18. 18. 5-2 Come apportare valore: • Porre l’utente al primo posto • Condividere le informazioni e la cultura • Offrire il proprio contributo alle comunità esistenti
  19. 19. 5-4 Come diventare una comunità: • Creare un luogo di incontro dove gli utenti conversano • Mettere la conversazione al centro (vedi 7T) Le 7T del marketing utopico, di Gianluca Diegoli http://www.minimarketing.it/2007/10/le-7-t-del-marketing-utopico.html
  20. 20. 6 Quali sono i requisiti per il successo?
  21. 21. 6-1 Quali sono i requisiti per il successo? • Unicità • Credibilità • Agilità e velocità
  22. 22. 6-2 Come diventare unici: Siete già unici, ma non lo state dicendo Cosa fate di speciale tutti i giorni? Gli utenti si affezionano alle storie dei prodotti, delle persone che li curano e delle aziende che li realizzano. Le storie vere, dettagliate, coerenti e ricche di testimonianze sono il messaggio del passaparola. L’utente deve sentirsi parte della storia, altrimenti la rifiuta e ne cerca un’altra.
  23. 23. 6-3 Come ottenere credibilità: La buona reputazione garantisce credibilità Le aziende devono dimostrare di avere un’ottima reputazione e di meritarsi la fiducia degli utenti. Nell’era in cui Google è diventato il CV delle persone e delle aziende, risulta fondamentale avere una reputazione positiva on-line.
  24. 24. 6-4 Perché bisogna essere agili e veloci: L’evoluzione è quotidiana Chi rimane a guardare cosa fanno gli altri, per copiarli a distanza di tempo, troverà solo le briciole di un banchetto ormai largamente consumato. I grandi progetti sono come enormi pachidermi difficili da orientare nel giusto verso.
  25. 25. 6-5 Suggerimenti utili • Dare prima, chiedere poi. • Tutte le relazioni hanno bisogno di tempo • Entrare nelle comunità tematiche • Usare un linguaggio da pari a pari con gli utenti • Consentire agli utenti di commentare gli articoli del blog, i prodotti, il servizio clienti • Inserire contenuti multimediali per la presentazione dei prodotti o servizi • “Fare rete” con i collaboratori per espandersi (Networking collaborativo) • Mantenersi aggiornati, per poter aggiornare • Non ci sarà nessun “botto” • Non si fa tutto ciò per “vendere” • Ogni tanto rileggere il Cluetrain Manifesto http://tinyurl.com/cluetrain-italiano
  26. 26. 7 Gli errori delle aziende dell’era del Web 2.0
  27. 27. 7-1 Gli errori delle aziende nell’era del Web 2.0 • Facciamo un sito perché ormai ce l’hanno tutti • Rifacciamo il sito, ma questa volta più bello di quello della concorrenza • Facciamo un sito che vada bene a tutti i tipi di clienti • Il sito deve essere la nostra vetrina, servirà ai clienti per vedere i nostri prodotti, la nostra storia, dove siamo e trovare il numero di Fax per mandare gli ordini • Ora che abbiamo un sito mandiamo qualche migliaio di e-mail per promuovere i nostri prodotti • Mettiamo i banner negli altri siti • Facciamo un grosso investimento in campagne PayPerClick così diventiamo immediatamente primi nei motori di ricerca • Uffa, va bene; mettiamo a disposizione degli utenti le informazioni importanti, ma non troppe, e solo per chi si registra. Ma prima di dargli la password verifichiamo chi è • Intanto facciamo un sito, poi vediamo questa storia del 2.0
  28. 28. 7-2 Trova l’errore Touch Search Software Apple Ricerca con Google Il prossimo sito web dell’azienda
  29. 29. 8 La formula magica
  30. 30. 8-1 La formula magica * Successo = x(c+ca+2p+e) c = conoscenza ca = costante aggiornamento 2p = professionalità e passione e = esperienza * Di Roberto Scano, presidente IWA Italy
  31. 31. 8-2 La formula magica * Successo = x(c+ca+2p+e) x = VOI • creatività • onestà • socializzazione • leadership • perseveranza • umiltà x è un fattore che può modificare in ogni istante e in un attimo il risultato della formula * Di Roberto Scano, presidente IWA Italy
  32. 32. 9 Opportunità
  33. 33. 9-1 Dove stiamo andando? Tratto da http://www.baekdal.com/articles/Management/market-of-information/
  34. 34. 9-2 Panorama dei Social Media
  35. 35. Grazie Samuel Gentile Multimedia Dept. Director samuel@liquiddiamond.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×