• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Presentazione pubblico registro
 

Presentazione pubblico registro

on

  • 880 views

 

Statistics

Views

Total Views
880
Views on SlideShare
879
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 1

http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Presentazione pubblico registro Presentazione pubblico registro Presentation Transcript

    • Il registro delle pubbliche opposizioni: addio al telemarketing e alle ricerche di mercato?
      Il regolamento in 7 punti
    • Cos’è?
      A ottobre 2010 inizierà ad essere attivo il Registro Pubblico delle Opposizioni, a cui potranno iscriversi tutti gli abbonati che non vogliono più avere contatti di telemarketing, questo per garantire una riduzione delle telefonate svolte a fini commerciali.
      Il registro, già ribattezzato “anti-telemarketing”, associa le ricerche di mercato alle comunicazioni meramente commerciali, tralasciando quindi gli scopi sociali che solitamente le ricerche di mercato hanno.
    • 1.
      Gli abbonati potranno semplicementerichiedere di iscriversi al registro attraverso una telefonata, una mail, una raccomandata o un fax.
      Sarà avviata una campagna di comunicazione ad hoc dal Ministero per lo Sviluppo Economico in collaborazione con il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti-Cncu, per informare gli abbonati di queste opportunità e far loro acquisire piena consapevolezza dello strumento.
    • 2.
      Il decreto non riguarda i numeri telefonici presenti in apposite liste create e gestite nel rispetto della Legge sulla Privacy, ma solo quelle presenti nelle liste pubbliche, quindi elenchi telefonici cartacei oppure telematici.
    • 3.
      Il registro, una volta istituito e a regime potrà essere consultato dagli operatori del settore a pagamento.
    • 4.
      L’operatore, prima di iniziare una qualsiasi ricerca di mercato o campagna di comunicazione, dovrà: attestare la propria identità, dichiarare che è attivo un sistema di identificazione della linea chiamante oppure rendere individuabili i soggetti che materialmente contatteranno gli abbonati, fornire l’elenco dei numeri che si ha intenzione di contattare.
      A questo punto, il gestore del registro, entro quindici giorni, assegnerà “l’autorizzazione”, che durerà a sua volta 15 giorni.
    • 5.
      L’operatore non potrà visionare direttamente i dati personali contenuti nel registro: sono previsti sistemi automatizzati per cui il gestore del registro riceverà l’elenco che l’operatore intende realizzare, lo confronterà con i dati contenuti nel registro, lo aggiornerà togliendo i numeri da escludere, e lo metterà di nuovo a disposizione dell’operatore entro 24 ore (come tutto ciò sarà materialmente possibile, lo scopriremo solo vivendo).
    • 6.
      Gli operatori sono tenuti a garantire l’identificazione della linea chiamante, cioè a rendere visibile il numero di telefono da cui si chiama.
    • 7.
      Anche quando l’abbonato contattato non è iscritto al registro, gli operatori devono indicare con precisione da dove provengono i dati e fornire tutte le indicazioni utili ad un’eventuale iscrizione dell’abbonato nel registro delle opposizioni.
    • Grazie per l’attenzione!
      Per approfondimenti: http://www.linkassociati.it/2010/07/21/registro-delle-pubbliche-opposizioni/#more-795