Supsi dti abstract_informatica_2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Supsi dti abstract_informatica_2012

  • 393 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
393
On Slideshare
393
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Dipartimento tecnologie innovativeBachelor of Sciencein Ingegneria informaticaTesi di Bachelor 2012
  • 2. Edoardo Bonizzoni Relatore Daniele PuccinelliSmart ECG A questo scopo il sensore Shimmer Inoltre la possibilità di aggiungere dovrà essere programmato af- funzionalità di controllo (allarmi, finché possa ricevere determinati richieste di pronto intervento au-Abstract comandi da uno smartphone. tomatiche), unite ad algoritmi perSmart ECG è un sistema nato per Lo sviluppo del progetto è stato l’analisi dei dati sulla situazionemonitorare, attraverso una rete di articolato in 2 fasi principali: del paziente, sono un chiaro esem-sensori, la situazione cardiaca di − Documentazione sul funziona- pio del potenziale spettro di azionepazienti cardiopatici. Sfruttando la mento dei dispositivi Shimmer, delle applicazioni sviluppabili sutecnologia degli smartphone An- di TinyOS e di nesC e successivo smartphone.droid unita a dei dispositivi weara- sviluppo di un firmware cheble Shimmer è possibile controllare permettesse di sfruttare le fun-il battito cardiaco dei pazienti e zionalità dei sensori Shimmer.la situazione di moto o di eventuale − Documentazione su Android ecaduta. I dispositivi Shimmer sviluppo dell’applicazione.sono dotati di un sistema operativoTinyOS che adeguatamente pro- Conclusionigrammato permette di gestire Questo progetto ha voluto aprirei sensori in tutte le loro funzioni ulteriormente gli orizzonti sulle pos-da un dispositivo remoto come da sibili applicazioni sviluppabili suun computer o da uno smartpho- Smartphone. L’implementazione dine. La comunicazione avverrà soluzioni mobile, come ad esempiotramite Bluetooth e sarà possibile, un sistema per monitorare laoltre alla visualizzazione in tempo situazione cardiaca di un pazientereale dei grafici dei dati acquisiti, utilizzando un telefono unito asalvare lo streaming su file. dei costi non eccessivi, mostrano le reali potenzialità di una piatta-Obiettivi forma ancora giovane e in pienaL’applicazione su smartphone dovrà espansione qual è Android.gestire la connessione con dispo- In contrapposizione troviamo ap-sitivi Shimmer e poter salvare in lo- parecchiature spesso molto costo-cale e visualizzare i grafici in tempo se disponibili solo nei centri medici.reale dei dati ricevuti. 34
  • 3. Pietro Cerabone Relatore Partner Luca Maria Water-Line SA GambardellaModulo HMI − Traduzione automatica dell’ap- plicazione tramite le API dimanutenzione Google Translator.e diagnostica Conclusione Il progetto ha portato nuovoAbstract know-how focalizzando l’atten-Il progetto “Modulo HMI Manu- zione su metodologie di caratteretenzione e diagnostica” ha portato scientifico. Sono state studiate inallo sviluppo di una serie di stru- particolare metodologie per:menti per monitorare diversiparametri che caratterizzano il − L’analisi statistica dei dati difunzionamento di un macchinario allarme.per la produzione di buste per fle- − L’analisi di controllo statistico delbo, utilizzando le metodologie del processo.controllo statistico di processo. Dal punto di vista dell’interfacciaObiettivi sono stati introdotti:Sviluppare lestensione di unappli-cazione .Net esistente in grado di − Supporto grafico per il monito-eseguire: raggio degli allarmi.− Analisi associativa dei dati di al- − Supporto di Google Translate. larme, per capire se ci sono eventi ricorrenti in presenza di stati di cattivo funzionamento del macchinario.− Rappresentazione grafica delle cause allarmi storici mediante “Diagramma di Pareto”, per esaminare le cause pìù frequenti di allarmi.− Controllo della frazione di pezzi difettosi tramite la metodologia del “P-Chart”, integrandola all’interno del modulo di manutenzione. 35
  • 4. Dominic Detta Relatore Partner Michele Banfi Archilex SADifferenze Obiettivi − Implementare una soluzione difra Documenti tipo client-server in grado di evidenziare e presentare grafi-HTML camente le differenze fra due documenti, in particolare fraAbstract il testo storico e il testo modifi-Per questo progetto la società cato (in vigore).Archilex SA ha posto l’obbiettivo direalizzare un’architettura client- La soluzione deve includere le fun-server che possa individuare le mo- zionalità di confronto intelligentedifiche apportate dai politici sulle delle diverse versioni di un singolovarie versioni delle Leggi cantonali testo. Testo storico e testo modifi-e federali: paragrafi modificati, cato devono essere due file distintiaggiunti o cancellati, spostamenti gestiti da un database.di interi articoli di legge, articoliabrogati o nuovi, ecc. ConclusioneInnanzitutto è stato necessario L’applicazione è abbastanza affi-progettare un modello dati per il dabile dal punto di vista dei risultatidatabase in modo da ricavare tutte ottenuti dopo il calcolo delle diffe-le informazioni necessarie dai testi renze fra due versioni della stessaper scovare le differenze. Legge. I documenti HTML vengonoUna volta alimentato il database parsati e la struttura della legge ècon i dati estratti dai testi in forma- resa persistente nell’SQL Serverto HTML, vi è stata l’implementa- database. In seguito gli algoritmizione degli algoritmi per il calcolo delle differenze sfruttano il mo-delle differenze basati sul problema dello dati salvato per computaredel Longest Common Subsequence. le modifiche avvenute nel corsoInfine le differenze calcolate sono degli anni tra una versione e l’altrastate presentate su delle pagine di una legge.HTML in ASP.NET, evidenziandole Infine i risultati sono evidenziaticon dei colori in base al tipo. mediante uno stile CSS in modo da distinguere efficacemente le diverse tipologie di differenze. 36
  • 5. Daniele Dolfini Relatore Roberto BucherFig. 1:Sistemato routing linkFig. 2: Fig. 3:Blocchi gerarchici ScicosGEEditor grafico Si è quindi riusciti a creare dei files leggibili e importabili nel sistemaper Scicoslab preesistente, dimostrando quindi la fattibilità dellidea, limitandosi peròAbstract ad un set limitato di blocchi.Con questo progetto si è voluto In questo secondo progetto si vuo-creare un nuovo editore di dia- le completare leditore e renderlogrammi a blocchi per Scicoslab, che maggiormente confortevole peroffrisse le funzionalità di un mo- lutente, implementando la mag-derno editor. La base di partenza gior parte dei blocchi già esistenti.é un editor minimale creato in unprecedente progetto. ConclusioneL’editor deve mantenere la compa- L’editor è stato migliorato per quan-tibilità per quanto riguarda il salva- to riguarda l’usabilità e l’esteticataggio e l’apertura dei diagrammi dei diagrammi disegnati, inoltretra l’editor esistente (Scicos) e la compatibilità con Scicos è garanti-l’editor creato (ScicosGE). Inoltre ta per quanto riguarda le funzio-deve mantenere la compatibilità nalità dei blocchi semplici.nelle funzionalità dei blocchi. Per i blocchi più complessi, quelli con un sotto diagramma, si è fatto par-Obiettivi e descrizione te del lavoro, rimane da studiareL’obiettivo del progetto è stato in dettaglio questi blocchi in Scicosquello di realizzare un nuovo edi- per poterli implementare neltore, flessibile e semplice da nuovo editor.utilizzare, con tutte le feature di unmoderno editore grafico.In un progetto di semestre è stataanalizzata la fattibilità di un nuovoeditore grafico per lambienteScicoslab in modo da miglioraree sostituire lattuale editor basatosu gtk. 37
  • 6. Ingrid Relatore Partner Giovanni Taddei Città di MendrisioDomenighetti Fig. 1: Fig. 2: Fig. 3: Manipolazione DPI Schema logico della ricerca Ricerca contenuto e download file multimedialeApplicazione − Sviluppare funzionalità che Grazie ad un analisi dettagliata consentano di manipolare file, del progetto è stato possibileweb Gestione modificando la risoluzione e DPI. sviluppare un web-application che − Un accesso protetto con login consente di condividere e gestireimmagini dovrà garantire una distribu- file multimediali. zione mirata delle funzionalitàAbstract disponibili.Questo progetto ha previsto larealizzazione di un sito per la L’idea è di creare una web-appli-gestione dei multimedia. Il lavoro cation per la gestione completa deiè stato commissionato dalla file. L’Ufficio comunicazione, o altriCittà di Mendrisio per rendere utenti, devono poter consultarepiù semplice la ricerca e l’utilizzo facilmente il catalogo dei multime-di file multimediali ai dipenden- dia. Le ricerche dovranno essereti dell’Ufficio comunicazione. possibili in base a determinati cri-Grazie ad un’interfaccia semplice, teri. In generale dovrà esserel’utilizzo dell’applicativo risulta possibile effettuare il downloadessere facile. In poco tempo, è dei file partendo da un set pre-possibile inserire nuovi multime- definito di qualità (web, stampa,dia e condividerli. I file possono originale). In questo modo l’utenteessere scaricati in due modi, con potrà scaricare l’immagine adattaridimensionamento o modifi- ai propri fabbisogni.cando il DPI. Questo è possibileutilizzando una libreria PHP, Ima- ConclusionegeMagick. Con l’organizzazione L’applicativo sviluppato soddisfae metodologia di ricerca, scarica- i requisiti prefissati. Lo studio sullere un file diventa semplice e veloce. tecnologie disponibili per la modi- fica delle immagini ha permesso diObiettivi creare il fulcro del progetto.− Realizzare una web-application Le librerie PHP, pur essendo open che metta in condivisione i file source, permettono di eseguire multimediali e li gestisca. qualsiasi manipolazione di imma- Tutti i dati saranno salvati in un gini, senza molte difficoltà. database. 38
  • 7. Giovanni Franza Relatore Tiziano LeidiFig. 1: Fig. 2: Fig. 3:Schema della Scalabilità per soluzione basata Andamento della latenza di elaborazionestruttura usata su ConciseSet per la stessa soluzioneAlgoritmi − Gestire il progetto in maniera I ConciseSet portati sotto C si autonoma ed efficace. adattano bene allinfrastrutturaparalleli per la descritta sopra e, nello scenario La prima fase è stata dedicata alle ipotizzato, hanno lefficienza“Segregation soluzioni per lelaborazione paral- voluta.of Duty” lela. La parte importante di questa fase è stata sopratutto lattività Linfrastruttura si è dimostrata adatta per lelaborazione relativa di test e linterpretazione dei risultati. al SoD in ambiente di streamAbstract La parte centrale è consistita nella processing parallelo realtime.Nellambito di una collaborazione conversione della classe Conci-con la società TrustWerk GmbH di seSet utilizzata per la compressio-Zurigo sono state sviluppate ver- ne dei dati ed il mantenimentosioni parallele di infrastruttura per della località nelle cache. Questala “Segregation of Duty” (SoD) nei conversione ha richiesto una primaprocessi SAP. Lapproccio utilizzato fase di analisi per familiarizzareper l’esecuzione parallela è quello con gli algoritmi, una seconda fasedello stream-processing con asse- di conversione basata sugli assun-gnazione dinamica ai core CPU. ti classici della conversione da JavaLobiettivo principale di questo a C e una terza fase di collaudo.progetto è stato lo sviluppo di pro- La parte finale, focalizzata sullunio-totipi e applicazioni pilota per ne dei due oggetti prodotti nelleanalizzare linfrastruttura per la prime fasi, si è concentrata dappri-“Segregation of Duty” e il confronto ma sulle prestazioni e poi sullacon le soluzioni disponibili per il scalabilità su architetture con moltiparallel processing. core.Obiettivi e descrizione Conclusione− Realizzare linfrastruttura per Linfrastruttura di gestione dellela- il SoD. borazione parallela sviluppata è− Gestire lesecuzione parallela ormai stabile ed utilizzabile per di- dellapplicazione. versi tipi di elaborazioni di flussi di− Esercitare i concetti legati alle dati. architetture software e al pro- cesso di sviluppo software. 39
  • 8. Emmanuel Hubert Relatore Ricardo MonleoneFuojo Jioda Fig. 2: Presentazione del menu dell’applicazione Fig. 1: Fig. 3: Schema blocco di funzionamento Collegamenti hardware del progettoBluetooth − Studio del principio di funziona- mento del sistema di trasmissio-Assistive Helper ne Bluetooth. − Analisi e messa in servizio di unAbstract evaluation kit Bluetooth .I recenti sviluppi delle tecnologie − Sviluppo di una scheda di sup-Wireless low power stanno apren- porto su cui innestare l’evalua-do il campo a nuove applicazioni tion kit.nell’ambito delle tecnologie assisti- − Messa in servizio e apprendi-ve alle persone disabili e anziane. mento dell’ambiente di sviluppoIn quest’ambito, la tecnologia software SDK.Bluetooth ha per vari motivi (basso − Sviluppo di una funzione per loconsumo, affidabilità, ampia diffu- scambio di dati via Bluetooth.sione) le caratteristiche ideali su cuibasare periferiche wireless ad uso Conclusionepersonale. Test positivi per la parte software:I moderni smartphone grazie alleloro funzionalità, flessibilità e dif- − Buona stabilità dell’applicazione.fusione rappresentano il terminale − Possibilità d’estensione delleideale su cui convogliare i servizi funzionalità.resi disponibili da queste periferie.Lo scopo del presente progetto è di Lo sviluppo e la realizzazione delesplorare vantaggi e i limiti dell’in- progetto non è solo stato in gradotegrazione di queste tecnologie di suscitare particolare interesseper il loro utilizzo in progetti futuri. in me per i fini umanitari, ma anche nell’ambito tecnico dove mi haObiettivi permesso di acquisire e mettere in− Studio della letteratura sui vari pratica nuove conoscenze. protocolli di trasmissione low power nella banda ISM: Bluetooth, Zigbee e WiFi. 40
  • 9. Daniele Gallan Relatore Riccardo MazzaTabloPDFViewer Lo stato attuale del software è Lutilizzo del software è fluidoEditor documenti PDF con più che soddisfacente, tutti i requi- e il caricamento delle immagini èannotazioni per dispositivi siti iniziali sono stati soddisfatti veloce e non blocca il movimentoAndroid e si è già passati allintegrazione di cambio pagina. nellarchitettura Ondigita. Rimane un piccolo bug nellutilizzo della gomma che per questioni diAbstract Obiettivi tempo non è stato risolto.Il progetto TabloPDFViewer ha Dopo una breve fase dedicata L’integrazione con Ondigita è fun-lobiettivo di fornire ai futuri studenti all’apprendimento delle conoscen- zionante e i ricercatori dell’Istitutodella SUPSI uno strumento di sup- ze di base relative all’ambiente di sistemi informativi e networkingporto allo studio su documenti pdf. sviluppo Android, si è passati (ISIN) hanno già rilasciato unaIl progetto sarà integrato in Ondigi- all’analisi di diversi applicativi che versione beta.ta, architettura che entrerà in fun- permettessero l’editing di file pdf.zione nella scuola per supportare le I pdf analizzati sono tutti con licen-diverse operazioni che gli studenti za open in modo da avere una baseeseguiranno sul tablet fornito loro al di sviluppo.momento delliscrizione. Si è quindi passati all’implementa-Il software TabloPDFViewer per- zione di tutte le caratteristichemetterà linserimento di anno- richieste, utilizzando come archiviotazioni di tipo sticky note (icona dati per le annotazioni il databaseche contiene del testo) e disegni MySQL fornito all’interno del pac-tramite costrutti geometrici e a chetto di sviluppo.mano libera. Infine, è stata effettuata l’integra-Lo studio iniziale degli applicativi zione con Ondigita, architettura cheAndroid esistenti ha portato alle- sarà di supporto all’utente a partirestensione di MuPDF, un reader pdf dall’anno scolastico 2012-2013.veloce e funzionale il quale peròmancava di tutti i componenti che Conclusionepermettessero linserimento di Lo stato attuale del software è piùannotazioni. che soddisfacente: sono stateSi è quindi proceduto allimplemen- implementate tutte le interazionitazione di tali meccanismi grazie scelte dopo lanalisi delle librerie.a costrutti standard del sistemaoperativo Android. 41
  • 10. Ivan Gropetti Relatore Alessandro TriviliniFig. 1: Fig. 2: Fig. 3:Requisiti e funzionalità Overview comunicazione Configurazione della tecnica web-server di divulgazione dei contenutiGame Gadget − Definire delle modalità di eroga- Le configurazioni riguardano zione dei contenuti che possano l’aspetto visivo, le modalità con leContent per Editor raggiungere il maggior numero quali verranno trasmesse le infor- di utenti durante il gioco (fasce mazioni e i relativi contenuti.Abstract di età, appartenenza gruppi A questo proposito è stata proget-Questo progetto prevede lo svilup- sociali). tata una struttura dati utile alpo di una struttura dati da utiliz- raggiungimento degli obiettivi delzare per la divulgazione di contenu- Consultando il sito web l’ammini- progetto.ti editoriali/pubblicitari attraverso stratore ha la possibilità di iniziareun’applicazione per smartphone una nuova configurazione deicon sistema iOS. contenuti del gioco. Dovrà innan-In particolare, si tratta di definire una zitutto impostare uno scenariostruttura dati in grado di supportare scegliendo tra quelli predefiniti op-le tecniche per la divulgazione dei pure crearne uno nuovo. Nel casodati allinterno del gioco. Le tecniche in cui venga scelta la secondacomprendono meccanismi e stra- opzione, si potrà caricare la mappategie fortemente relazionate al tipo desiderata.di evento/prodotto che si desidera Una volta impostato l’aspetto visi-far conoscere attraverso il mini vo si passa alla scelta di una tecnicagioco. Si ha inoltre a disposizione per la divulgazione dei contenuti.una parte server sotto forma di In seguito, verrà introdotto ilapplicazione web per la gestione messaggio vero e proprio che saràdei contenuti editoriali da parte visualizzato all’interno del gioco.dellamministratore. Per accedere Nel database appositamente crea-a questa parte sono necessari dei to verranno caricate le informazio-dati di login. ni inerenti le scelte e le configura- zioni fatte.Obiettivi− Progettare unarchitettura in Conclusione grado di ospitare contenuti edito- Il sito internet permette la confi- riali dinamici e, attraverso tecni- gurazione dei contenuti editoriali/ che di comunicazione configu- pubblicitari che devono essere rabili, catturare lattenzione del inseriti nel gioco. maggior numero di utenti. 42
  • 11. Alessandro Relatore Partner Luca Maria HupacGusmeroli GambardellaiDispo Server Inoltre è stata implementata una L’esperienza con committenti ester- funzionalità di monitoring di eventi ni all’università è stata un grande in entrata dal database di WHATIF. stimolo per migliorare il mio modoAbstract Questa funzionalità permette di lavorare e mi ha permesso di co-LIstituto Dalle Molle di Studi la comunicazione degli eventi ai noscere una realtà mai affrontatasullIntelligenza Artificiale (IDSIA) client oltre alla possibilità di carica- precedentemente.collabora con Hupac allo sviluppo re i nuovi dati.di algoritmi e soluzioni software Infine è stata sviluppata la parte diper facilitare il lavoro di pianifica- connessione, ricezione ed elabo-zione e disposizione del traffico razione dati lato client, all’ internointermodale. Il team di ricerca ha dell’ app mobile iDispo.già sviluppato un sistema di I linguaggi di programmazionesupporto alle decisioni chiamato utilizzati sono C++ con QT perWHATIF. l’implementazione dell’applicazio-La proposta di Hupac è stata la ne server, integrati a DLL esternecreazione di un applicativo mobile precedentemente sviluppate.per tablet con iOS e Android che La parte client è stata invece imple-consenta al responsabile della mentata usando ObjectiveC/Java.disposizione di stabilire quali treniin arrivo ad un terminal debbano Conclusioneservire un trasporto ferroviario in L’applicazione permette ancheuscita dallo stesso terminale. l’integrazione di nuove funzionali-In seguito, la necessità di avere tà quali l’archiviazione dei datidati aggiornati in tempo reale ha personalizzati per ogni client al fineportato la necessità di creare un di migliorare l’usabilità per gli uten-applicazione server che faccia da ti finali.intermediario tra il database WHA- Il progetto si è concluso con succes-TIF e l’ applicazione mobile. so in quanto le funzionalità imple- mentate sono state quelle atteseObiettivi dal committente. La realizzazioneL’obiettivo è la realizzazione e l’im- di questo progetto mi ha permessoplementazione di un’architettura di sperimentare nuovi linguaggiclient-server che permetta connes- come ObjeciveC/Java per applica-sioni multi-client in modo da offrire zioni iOS e Android.l’accesso ai dati contenuti nel server. 43
  • 12. Victor Huerlimann Relatore Angelo ConsoliMultistandard Il lavoro si è focalizzato sul vertical Conclusione handover (VHO) applicato a siste- Dopo un’approfondita fase diCommunication mi multihoming per realizzare una analisi dei requisiti, delle soluzioni piattaforma che sarà testata sia in di routing e firewalling esistenti,System laboratorio sia in ambiente pro- nonché delle piattaforme software duttivo, per validarne le prestazioni e hardware necessarie, è statoAbstract in diversi scenari e diversi protocolli possibile realizzare un sistemaLe applicazioni IT richiedono alle applicativi. minimale di base sul quale è statoinfrastrutture di rete una crescente sviluppato uno strato softwarefunzionalità in termini di mobilità. Obiettivi in grado di controllare l’instrada-Se per i provider di connettività Gli obiettivi sono stati suddivisi in mento del traffico e di garantirequesta realtà non rappresenta modo da essere raggiunti in ma- sicurezza e confidenzialità delloun problema, tale richiesta di niera incrementale durante le suc- stesso. Grazie ad un’attenta inte-soluzioni eterogenee di mobilità e cessive fasi del progetto. Dapprima grazione dello strato software conconnettività rappresenta una sfida è stata richiesta la comprensione il nucleo del sistema operativo diper i fornitori di servizi. Il presente della problematica e delle specifi- base è stato possibile realizzare unlavoro propone una soluzione che fornite dal committente. In una prodotto che offra, oltre alletramite lo sviluppo di un router con fase successiva, è stata richiesta la comuni funzionalità di routing efunzionalità di firewall, in grado di realizzazione di un sistema capace firewalling, alcune funzionalitàfornire confidenzialità e affida- di instradare autonomamente il considerate di punta nell’ambitobilità agli utenti di tali servizi. Lo traffico tra diverse tecnologie di delle telecomunicazioni, quali ilsviluppo della piattaforma parte comunicazione per il quale è stato bilanciamento del traffico di rete indalla scelta di hardware e sistema integrato uno strato dedicato alla Multihoming, il Vertical Handover,operativo adeguati e flessibili per sicurezza. Infine, è stato richiesto lo il Tunneling, e l’accesso a Internetuno sviluppo come quello previsto. sviluppo e l’integrazione dell’al- tramite le tecnologie ad alta mobi-L’implementazione di protocolli di goritmica necessaria alla gestione lità 3G e 4G (LTE). Gli obiettivi sonorouting (ad es. OSPF, RIP, BGP) e di dinamica e a una modellazione pertanto stati raggiunti.connettività con diverse tecnologie flessibile dell’instradamento del(ethernet cablato, WiFi, 3G, e LTE) traffico. I test della soluzionepermetterà la realizzazione di una sviluppata e una documentazionepiattaforma multistandard. professionale dell’intero lavoro sono stati considerati parte degli obiettivi. 44
  • 13. Fabio Landoni Relatore Massimo MaioloConformational MD non è in grado di campionare È stata eseguita una serie di test di sufficientemente le configurazioni scalabilità (Fig. 5) sul supercom-sampling with atomistiche rare ad alta enegia puter Cray XE6 del Centro Svizzero potenziale. di Calcolo Scietifico (CSCS).Wang Landau Con questo progetto di diploma Nellultima fase del progetto è statoTransition si vuole sviluppare una tecnica, basata su algoritmi stocastici che implementato un algoritmo che preleva, tra le varie configurazioniMatrix Monte permetta un sampling di configu- atomistiche proposte dai tre metodi razioni atomistiche più rappre- ibridati (WL, TM e MC), un campio-Carlo applied sentativo e quindi di ottenere un ne rappresentativo secondo una modello CG più accurato. distribuzione di probabilità data.to molecularsystems Obiettivi Per spingere il sistema a visitare Conclusione Nel corso di questo lavoro sono configurazioni energeticamente stati sviluppati una serie di algoritmiAbstract molto alte, e quindi rare (rappre- stocastici di simulazione molecola-I ricercatori del Laboratorio di Ma- sentate dalle “creste” a sinistra della re. Tali algoritmi permettono ditematica e Fisica applicata all’in- Fig. 2), è stato integrato nel meto- ottenere configurazioni atomistichegegneria (LaMFI) si occupano di do Monte Carlo (MC) l’algoritmo di che verrebbero campionate rara-simulazioni di dinamica molecolare Wang e Landau (WL) (Fig. 2 e 3). mente in una simulazione di dina-utilizzando la tecnica del Coarse Un sistema composto da 1000 atomi mica molecolare.Graning (CG). Essa tratta gruppi di di argon liquido è stato usato come Dalle simulazioni eseguite è inoltreatomi come singole entità (Fig. 1). modello per tutte le simulazioni. emerso che configurazioni ad altaIn questo modo si eliminano molti Tale sistema è caratterizzato energia, che si presentano congradi di libertà e quindi si sempli- da uno spettro energetico continuo. bassa probabilità ma che contri-fica la struttura del sistema. Per sistemi di questo tipo è stato buiscono in modo importante allaCiò permette di simulare sistemi appurato che l’algoritmo WL non è costruzione di un buon modellopiù complessi e più grandi su inter- in grado di stimare correttamente CG, sono dovute alla presenza divalli di tempo più lunghi. la densità degli stati (DoS), proprietà molti atomi mediamente più viciniIl metodo CG sviluppato al LaMFI del sistema dalla quale è possibile e non a pochi atomi molto vicini,richiede il campionamento di con- ricavare diverse proprietà termodi- come inizialmente ipotizzato.figurazioni molecolari a partire namiche. Per questo motivo èda traiettorie di dinamica moleco- stato aggiunto il metodo Transitionlare (MD). Matrix (TM) (Fig. 4). 45
  • 14. Patrick Livio Relatore Riccardo MazzaApplicazione Obiettivi − Raccogliere e documentare lesmartphone specifiche del committente. − Progettare l’infrastrutturaper il supporto software.di medici − Progettare le interfacce utenti con relativi mock-up da sotto-ed infermieri mettere al committente. − Realizzare l’applicazione per iPhone.Abstract − Realizzare la parte server.È stata implementata un’applica-zione per iPhone nell’ambito Conclusionedella telemedicina con lo scopo di Il progetto si è concluso con esitomigliorare la comunicazione tra positivo rispettando quanto richie-infermieri e medici. sto dal committente.L’obiettivo principale di questa Gli obiettivi principali sono stati rag-applicazione è migliorare la presa a giunti con successo e l’applicazionecarico delle ulcere croniche. è pronta per una fase di testing sulEssa infatti deve permettere all’in- campo.fermiera specialista in ulcere o Una parte importante del progettoall’infermiera a domicilio che segue si basa sulla tecnologia Adobe Air.l’andamento della malattia di Uno dei punti di forza di questamostrare in modo rapido ed effica- tecnologia è poter sviluppare appli-ce un’ulcera al medico specialista cazioni cross-platform, quindi conil quale potrà, con altrettanta rapi- la possibilità di utilizzare lo stessodità fornire, tramite la stessa codice per più piattaforme mobile.applicazione, un feedback propo-nendo altri trattamenti o validandoil trattamento proposto dall’infer-miera. 46
  • 15. Stefano Mondini Relatore Andrea RizzoliSmart Care DSS ObiettiviSistema di supporto alle − Modellare e strutturare la base didecisioni per segnalare problemi conoscenza mediante ontologie.nei piani di cura per persone − Popolare la base di conoscenzaaffette da patologie multiple con un insieme di regole, defini- zioni e fatti. − Progettare e implementareAbstract l’algortimo di generazione deiSmart Care DSS è un sistema di piani di cura.supporto alle decisioni per la gene- − Creare l’applicazione multi-razione di piani di cura di persone piattaforma Smart Care App checon patologie multiple, i cosiddetti permetta l’interazione dell’uten-pazienti fragili. Partendo da una te con Smart Care DSS.serie di attività, come prendere unmedicamento ad una certa ora Conclusioneoppure terapie che richiedono de- Il progetto è stato portato a termi-terminate attività fisiche, lo stru- ne con successo ed è stato possi-mento software verifica che le bile dimostrare le potenzialità delleattività non vadano in conflitto tecnologie del web semantico etra loro, visualizzando un piano di le possibilità offerte in termini di ela-cura con eventuali segnalazioni borazione e gestione dei dati.di problemi dovuti a interazioni Questi concetti sono quindi statisconsigliate o non desiderate tra i utilizzati in maniera approfonditadiversi trattamenti di cura. al fine di ottenere una soluzioneGrazie all’utilizzo di tecnologie al problema medico con un pianoinnovative per la rappresentazio- di cura completo, segnalando deine e formalizzazione della cono- possibili problemi tra l’interazionescenza quali le ontologie e il web di più attività.semantico, è stato possibile imple- Il progetto ha utilizzato diversementare un prototipo completo tecnologie quali: dal server dati Se-e funzionale, utilizzabile su più di- same, l’application server Tomcatspositivi come computer desktop, con architettura REST e formatotablet e smartphone. dati JSON, HTML5 per il Client Web, librerie JavaScript e supporto per il Responsive Web Design. 47
  • 16. Appolinaire Relatore GiambattistaNzeutem RavanoFig. 1:Messaging throughout Fig. 3:the terminal Fig. 2: Report generator Schema di Caso di UsoXML<> DB Questo progetto ha come obiettivo della gestione del carico e scarico la comprensione della struttura da treni e dei camion in entrata edrelazionale di tali messaggi di comunicazione uscita. SPARCS dialoga con sistemi ed i loro contenuti, progettare e di gestione documentale e backmessaggistica realizzare un database che li con- office tramite interfaccia TCP/IP eoperativa per tenga, progettare e realizzare i collegamenti tra i messaggi e il con i computer di bordo dei mezzi tramite messaggi XML.controllo dei database e realizzare un report ge- Questi dati sono fondamentali nerator che permetta la manipo- per la comprensione e l’analisi deiprocessi di lazione dei dati da parte di un uten- processi operativi e poiché SPARCS te esperto. Per lo sviluppo di questo non ha un database ma lavora inmovimentazione progetto sono state utilizzate memoria su file, molti terminaldella merce tecnologie come Java, Hibernate, MySQL Workbench, MySQL Server, hanno espresso l’esigenza di poter organizzare i dati operativi in un XML, JasperReport & iReport . data-base relazione per poterAbstract effettuare analisi e statistiche suLa movimentazione dei container Obiettivi perfomance, livelli di servizio, costi.da parte di un moderno terminal − Comprendere la struttura diportuale è diventata oggigiorno tali messaggi di comunicazione Conclusioneuna complessa attività di pianifica- ed i loro contenuti. Il primo risultato raggiunto con-zione e controllo del processo, sia − Progettare e realizzare un data- siste nella comprensione dei mes-per i livelli di servizio richiesti dai base che li contenga. saggi di comunicazione dellaclienti che per i costi generati per − Progettare e realizzare il collega- NAVIS SPACKS (XMLRDT).lo svolgimento di tali attività. mento tra i messaggi e il database. Il secondo è la progettazione e laLa gestione informatica degli aspet- − Realizzare un report generator realizzazione di un databaseti operativi viene affidata a sistemi che permetta la manipolazione dei che contiene questi messaggi e lacomplessi spesso prodotti da sof- dati da parte di un utente esperto. realizzazione del collegamentotware house specializzate. Il prodot- tra i messaggi e il database. Il passoto attualmente più diffuso è SPARCS Il software SPARCS si occupa delle successivo è stata la realizzazionedella NAVIS Cargotec corporation. Il fasi operative, ovvero della pianifi- di report generator che ha per-software SPARCS dialoga con siste- cazione degli accosti delle navi alla messo di manipolare dei dati dami di gestione documentale e back banchina, del piazzale di stoccag- parte di un utente esperto. Ritengooffice tramite interfaccia TCP/IP e gio, della generazione/gestione che gli obbiettivi e i compiti posticon il computer di bordo dei mezzi delle sequenze di carico e scarico inizialmente siano stati raggiuntitramite messaggi XML. delle navi, della pianificazione e con un buon grado di successo. 48
  • 17. Sebastiano Relatore Partner Michele Banfi Oteco SAOtupaccaFig. 1: Fig. 2: Fig. 3:Immagine pre-processata DialogBox principale Auto-apprendimentodi 10 punte dell’applicazione del modello – EdgeIspezione di − Implementare un’interfaccia Conclusione grafica. L’analisi digitale di immagine è unpunte di penne − Implementare le FSM atte a campo in espansione sia in ambito controllare in modo robusto scientifico che industriale.a sfera tutti i processi di controllo della Questo progetto fa un uso inten- macchina. sivo di tali tecniche e si prefigge loAbstract sviluppo di un’implementazioneTra i problemi che si pongono nei L’applicazione permette di effettua- robusta e versatile quale soluzioneprocessi di produzione industriale re l’ispezione di punte di penna a alle problematiche del funziona-vi è quello del controllo di qualità/ sfera tramite un sistema di teleca- mento della macchina.conformità sul prodotto finito. mere. Le immagini digitali acquisite L’obiettivo è sicuramente statoIn particolare, nei manufatti mec- vengono analizzate tramite appo- raggiunto e il progetto avrà sicura-canici, vanno rispettate delle tol- siti algoritmi che ne determinano mente un seguito.leranze metriche e altre caratteri- la loro conformità. La parte più interessane è statostiche tecniche determinate dalle Il software si occupa anche di tutti l’approccio all’ambito dell’imagespecifiche del committente. La i processi di controllo delle parti processing.macchina presentata con questo meccaniche mobili, dell’acquisizio-progetto di diploma esegue l’ispe- ne dei vari sensori presenti sullazione di punte di penne a sfera. Il macchina e degli attuatori collegaticontrollo di qualità viene effettuato ad un PLC aggregato.su tutti i pezzi: se una punta non Ogni sessione di controllo è ca-è della famiglia corretta o è sprov- ratterizzata da svariati dati tra cuivista della sfera, viene scartata; il conteggio dei pezzi conformi ei pezzi che superano l’ispezione sono quelli difettosi. Tramite un databa-invece contati e depositati in un se questi dati vengono memoriz-apposito contenitore cifrato. zati e utilizzati, tra l’altro, per scopi statistici e diagnostici sulla bontàObiettivi dei processi produttivi.− Realizzare gli algoritmi per L’applicazione permette di stampa- determinare la conformità delle re i codici DataMatrix tali da iden- punte di penna a sfera. tificare facilmente i lotti controllati.− Sviluppare una struttura di base di dati per memorizzare i dati di produzione dei lotti controllati. 49
  • 18. Dante Marco Relatore Partner Giovanni Taddei Città di LocarnoPolliniFig. 1: Fig. 2:Schema procedurale: firma Schema deploymente verifica della firma di un documento necessità tecniche per una RA Fig. 3: Sequenza di una richiesta di autentificazione con SuisseIDIntroduzione C’è anche il desiderio di implemen- La realizzazione dell’implementa- tare un login autenticato con zione del login con SuisseID perSuisseID® presso SuisseID per lo sportello virtuale. lo sportello virtuale della città è stata contraddistinta dalle medesimel’amministrazione Obiettivi problematiche. Attingendo ai di-comunale della − Analizzare tutti gli aspetti relativi ai certificati digitali e alla firma versi documenti si è riusciti a creare una versione test della richiesta diCittà di Locarno elettronica. autenticazione che farà da base − Analizzare, definire e modellare per la futura implementazione nello tutti i processi che una RA deve sportello virtuale cittadino.Abstract compiere nel suo ruolo. Ho trovato il progetto stimolanteLa città di Locarno è cosciente che − Analizzare e definire quali siano soprattutto per quanto riguardanegli ultimi anni l’e-Governement le necessità tecniche e di sicu- la ricerca e l’analisi e l’implementa-sta acquisendo sempre più impor- rezza che una RA deve imple- zione.tanza e che il cittadino richiede alle mentare.autorità di essere al passo con i − Implementare un login test contempi. SuisseID.Grazie all’entrata in vigore dellaLegge federale sui servizi di certifi- Conclusionecazione nel campo della firma La realizzazione della prima parteelettronica (FiEle) per la prima volta del progetto relativa alla certifi-in Svizzera sono state poste le basi cazione come RA è subordinataper la creazione di un prodotto alle decisioni dell’esecutivo cittadi-standardizzato atto a definire l’iden- no. A causa della mancanza di lineetità elettronica di un entità, deno- guida, i processi della parte perminato SuisseID, permettendo così la certificazione sono stati model-una comunicazione elettronica lati in base alla regola delle “5W”autenticata tra i diversi attori. (chi, come, cosa, quando e perché).Uno degli obiettivi dell’amministra- Se l’esecutivo si dovesse pronun-zione comunale è la creazione ciare positivamente, dopo la sceltadella documentazione necessaria della Certification Authority part-per la Registration Authority (RA). ner e il conseguente Audit, sarannoInnanzitutto per l’amministrazione implementati i debiti correttivistessa e in futuro per i cittadini. qualora necessario. 50
  • 19. Federico Scacchi Relatore Partner Salvatore Vanini Technocell AGSistema di gestio- Obiettivi Inoltre, è stato possibile imple- − Comprendere il framework mentare anche la discriminazionene intelligente per lo sviluppo di applicazioni dei piani tramite l’altitudine, una Android. feature in più che ha permesso di di-della tecnologia − Comprendere larchitettura sabilitare il Location Server durantedi localizzazione attuale della componente di localizzazione di PROMO. l’utilizzo della tecnologia GPS.su smartphone − Acquisire familiarità con il tool grafico per la gestione delle mappe di PROMO.Abstract − Comprendere larchitetturaAllinterno dell applicazione per di comunicazione di PROMOAndroid PROMO è stata implemen- basata sullo scambio di oggettitata la funzionalità di localizzazio- JSON.ne dellutente tramite modulo GPS. − Contribuire alla progettazione,Questa feature è stata aggiunta allo sviluppo ed al testing delsenza compromettere lutilizzo sistema di gestione della tecno-dellapplicazione, in modo tale da logia di localizzazione.non consumare eccessivamente la − Integrare il sistema sviluppatobatteria. L’utilizzo del GPS è stato in PROMO.affiancato alla triangolazione Wi-Figià presente nell’applicativo Conclusioneattuale. Il progetto si è concluso positiva-Più in dettaglio è stato necessario mente portando a termine lolo sviluppo di un algoritmo lato sviluppo di tutte le parti integranticlient per permettere la discrimina- dellapplicativo. In seguito adzione fra le due tecnologie e una unattenta analisi sul consumomodifica lato server che riguarda della batteria è stato possibile di-l’architettura esistente in modo mostrare la validità dellalgoritmotale da poter implementare le sviluppato. Infatti è stato possibi-feature richieste. le dimostrare che lalgoritmo imple- mentato, rispetto alla soluzione con il GPS sempre attivo, migliora le prestazioni energetiche del 33%. 51
  • 20. Fabio Sodani Relatore Partner Riccardo Mazza Emor Fig. 2: Lista degli autoriFig. 1:Articolo di un autore Fig. 3: Pagina di ricercaEmor I testi devono essere classificati me- diante delle categorie predefinite.Mapping Gli utenti devono poter esplorare questi testi in maniera sempliceProject ed intuitiva oltre alla navigazione dei contenuti mediante diversiAbstract criteri: ricerca fulltext, ricerca in baseUno dei principali obiettivi delle ad un determinato autore, ricercaaziende è quello di essere cono- per locazione geografica attraver-sciuti per i prodotti e servizi che of- so le mappe di Google.frono oppure semplicementeper il messaggio che vogliono in- Conclusioneviare al mondo. Emor è una fonda- Questo progetto mi ha permessozione che ha lobiettivo di studiare di mettere in pratica gli insegna-e diffondere la cultura ebraica. menti ricevuti nel corso degli anni eVogliono creare un sito web per la di apprendere nuove tecnologie.documentazione e la categoriz- Per la prima volta ho sviluppatozazione di studiosi di questa cultu- da solo unapplicazione che hara e degli articoli. La piattaforma richiesto molto a confronto deideve dare la possibilità di inserire progetti svolti in passato. Questoautori e i testi che dovranno essere mi ha permesso di maturare pro-classificati attraverso delle aree fessionalmente e di verificare eddi interesse. Lutente finale potrà affermare le mie capacità. Linte-ricercare sia autori che testi. resse scaturito da questo progetto è stato essenziale per lavorareObiettivi costantemente sfruttando a pienoLobiettivo di questo lavoro è lo il tempo a disposizione.sviluppo completo dellapplicazio-ne web, partendo dallanalisi deirequisiti, fino ad un prototipo fun-zionante. È richiesto un contributosignificativo nella progettazionee implementazione di strumentivisuali per lesplorazione dei dati. 52
  • 21. Nicolas Urech Relatore Lorenzo SommarugaFig. 1: Fig. 2:Use-case I dati visualizzatidell’applicazione nel web – client-side Fig. 3: Visualizzazione di una risorsa specificaIl Web Il termine Linked Data si riferisce Durante lo sviluppo di questo a un insieme di pratiche per la pub- progetto ho imparato cosa è il webdi Dati blicazione e la connessione semantico e le sue tecnologie. di dati strutturati sul web usando Ho inoltre avuto l’occasione di ap-Abstract gli URI e RDF. profondire le mie conoscenze conIl progetto consiste nello sviluppo Il principale vantaggio che deriva il framework jQuery.e nella realizzazione di un’appli- dall’applicazione dell’approcciocazione in grado di esporre e utiliz- Linked Data è l’interoperabilità.zare pagine web come dati. Questa può riguardare datiQuesto permette di valorizzare i provenienti da sistemi eterogeneipropri dati collegandoli con altri all’interno di una stessa organiz-domini che contengono numerose zazione, o dati mantenuti dafonti d’informazione già esistenti diverse organizzazioni relativi alloe utilizzabili, come ad esempio il stesso dominio.progetto “Linked Open Data”. Il progetto deve dare la possibilitàL’applicazione utilizza dati pubblici al visitatore di navigare i datiSUPSI (corsi, persone, competen- (Fig. 1) presenti e di fare delle ricer-ze, progetti...) per pubblicarle sul che semplici ed avanzate (Fig. 2).web. I dati sono collegati fra loro In effetti, a prima vista si potrebbee visualizzati in una pagina web per pensare ad un comune sito webuna loro navigazione oppure una che espone dei dati. Invece i datiloro ricerca. sono collegati tra di loro e formano una rete di collegamenti a cui siObiettivi possono aggiungere delle fonti− Analisi del progetto LOD e delle esterne. tecnologie associate.− Progettazione e sviluppo di Conclusione back-end per esposizione dati. Il progetto è concluso ed è effetti-− Progettazione e sviluppo di vamente possibile dimostrare le front-end per presentazione e potenzialità di Linked Data. Infatti, ricerca dati. l’intero progetto potrebbe sem- brare a prima vista un banale sito internet ma in realtà è un mondo, come lo rappresenta bene la Fig. 1, composto da infiniti collegamenti. 53
  • 22. Brian Zdrazil Relatore Michele Banfi Fig. 3: Fig. 2: Estratto LabView, Sincronizzazione delle GUI Visual Studio, databaseFig. 1:IN3, Intelligent Invitro Incubator di LabView e G13GUI e interfacce L’utente, tramite il device G13 o LabView, si autentica medianteper incubatore il login e sceglie tra determinate operazioni da far eseguire all’incu-automatizzato batore automatizzato. Una volta terminata la procedura dell’uten-Abstract te sulla GUI, la macchina dovràQuesto progetto prevede lo svilup- mettersi in moto per eseguire talipo di un’interfaccia utente per un operazioni. A seconda delle ope-incubatore automatizzato pensata razioni scelte, verranno verificati,per gli utilizzatori della macchina visualizzati e/o salvati dei dati su(biologi) e una seconda interfaccia un database appositamente creato.che servirà all’amministratore dellamacchina (admin). Gli utenti devo- Conclusioneno poter interagire agilmente La GUI è stata strutturata secondocon la macchina via tastiera, mou- le funzioni dell’incubatore e, graziese e schermo. alla sincronizzazione con la GUIIn aggiunta, questo progetto del device G13, è stata semplificatadispone di diversi device tra i quali: per avere un utilizzo facile e similedei sensori Arexx per misurare in entrambe le applicazioni con iparametri ambientali e di una ga- mezzi di interazione fra utenteming console denominata G13, che e GUI (schermo, tastiera e mouse).integra le tre device indicate sopra È stato strutturato un databasein un’unica device, che contiene un per l’immagazzinamento dei datidisplay LCD, 25 bottoni program- prodotti dall’incubatore: da alcunemabili e un mini joystick. Il device operazioni fatte dalla GUI, all’ac-G13 ha una sua GUI sincronizzata cesso di autenticazione degli utenticon la GUI dell’incubatore. fino ai dati misurati dai sensori di temperatura, Co2 e umidità.Obiettivi− Realizzazione di una GUI utente ed una GUI admin funzionale, ergonomica ed innovativa.− Implementazione di alcune interfacce per device specifiche. 54