Corso di Formazione Volontari A 08/09
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Corso di Formazione Volontari A 08/09

on

  • 1,567 views

Il corso di formazione per i volontari della Biblioteca Lettori Pazienti

Il corso di formazione per i volontari della Biblioteca Lettori Pazienti

Statistics

Views

Total Views
1,567
Views on SlideShare
1,564
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

1 Embed 3

http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso di Formazione Volontari A 08/09 Corso di Formazione Volontari A 08/09 Presentation Transcript

  • La biblioteca “Lettori Pazienti” Laura Martini Corso di formazione anno 2008-2009
  • La biblioteca La biblioteca dell’Ospedale F. Lotti è nata nel dicembre 2006 con il progetto “Lettori Pazienti”, ed è una sezione della Biblioteca Comunale di Pontedera. L’attività di apertura al pubblico e prestito, con il giro del carrello in corsia, è iniziata il 24 gennaio 2007 e dopo circa due anni e mezzo di attività ha registrato più di 3000 prestiti. e i libri disponibili al pubblico sono più di 2500. Dal 2008 la Biblioteca propone il nuovo progetto “Ad alta voce” , legato alla lettura ad alta voce.
  • I libri
    • In biblioteca puoi trovare libri di vario tipo:
    • Psicologia e filosofia
    • Religione
    • Sociologia / Cura dei bambini
    • Linguaggio
    • Scienze
    • Medicina
    • Arte e Fotografia
    • Romanzi (gialli, thriller, rosa, umoristici…)
    • Geografia e viaggi
    • Biografie e memorie
    • Storia
    • Fumetti
    Oltre a DVD, AUDIOLIBRI e Libri a Grandi Caratteri View slide
  • Il carrello Il carrello offre la possibilità di portare i libri nelle nei reparti, direttamente nelle camere dei degenti. Il carrello viene preparato prima di ogni giro, e porta nelle camere una selezione di libri ogni volta diversa. Viene allestito dai volontari e dalla bibliotecaria seguendo non soltanto le preferenze dei lettori, ma anche il gusto personale di chi dovrà proporre le letture in corsia. La “Vetrina” deve mostrare ogni volta temi diversi, novità o proposte di lettura particolari. View slide
  • Cosa c’è sul carrello?
    • Libri di ogni classe e genere presenti nella biblioteca, (oltre ai libri per adulti è importante avere una ricca scelta di libri per ragazzi )
    • Selezione di libri in lingua straniera ,
    • Catalogo dei libri presenti in biblioteca,
    • Schede di prestito,
    • Segnalibri ,
    • Penne.
    I libri devono essere sistemati in modo da poter essere consultati e scelti con facilità!
  • Le volontarie con il carrello e il box per la restituzione
  • Il giro
    • Medicina 1 e 2
    • Ostetricia e Ginecologia
    • Chirurgia A e B
    • Ortopedia
    • Pediatria
    Il giro di distribuzione viene effettuato tutti i martedì e giovedì pomeriggio nei reparti: Le volontarie dell’associazione “Non più sola” si occupano del giro che porta i libri nei reparti di Dialisi e Oncologia, oltre che in tutte le sale d’aspetto, il martedì o giovedì mattina (a settimane alterne)
  • Le volontarie di “Non più Sola” in una sala d’aspetto
  • Quando siamo in corsia
    • Il volontario in corsia deve saper rispettare la privacy dei pazienti e il lavoro del personale ospedaliero .
    • Per questo:
    • Ci si affaccia nelle camere per sapere chi vuole un libro, se qualcuno desidera leggere allora si entra con il carrello.
    • Non si entra nella camere che troviamo chiuse.
    • Non si entra nelle camere dove tutti dormono.
    • Non si entra nelle camere dove ci sono persone in gravi condizioni, se non è richiesto.
    • Non si entra nelle camere se ci sono dottori o infermieri occupati con un degente .
    • Spesso ci sono persone che non vogliono un libro, ma semplicemente fare due chiacchiere… a volte un sorriso e una parola valgono più di una medicina!
  • Il prestito I libri possono essere presi in prestito direttamente in biblioteca oppure nei reparti, scegliendo quelli presenti sul carrello o nel catalogo. IL PRESTITO DURA UN MESE e IL LIBRO PUO’ ESSERE PORTATO A CASA!
  • La biblioteca è aperta a tutti. I libri possono essere presi in prestito dai pazienti, dal personale ospedaliero e da tutti coloro che hanno voglia di leggere!
  • La scheda di prestito
    • Titolo e autore del libro
    • N° di inventario del libro
    • Reparto
    • Nome e cognome utente, numero di telefono (segnalare se è dipendente usl)
    • Genere del libro
    • Firma utente
    La scheda di prestito è fondamentale per la gestione della biblioteca, è perciò molto importante riempirla correttamente. I dati che non possono mai mancare:
  • Come compilare la scheda Ti amo bastardo! 1215 L. Littizzetto ortopedia Benedetta Marianelli 338.1234567 10/06/08 10/07/08 (int) 800- umoristico / bianco FIRMA
  • I segnalibri
    • Per ogni libro prestato si da un segnalibro.
    • Sul segnalibro si segna sempre la data di restituzione.
    • La biblioteca ha a disposizione due diversi tipi di segnalibro:
    • SEGNALIBRO “ LETTORI PAZIENTI ”,
    • SEGNALIBRO “ BIBLIOLANDIA ” a cui si aggiungerà quello “ REA.NET ”
    • “ BIBLIOLANDIA” è la rete che collega tutte le biblioteche della Valdera, mentre “REA.NET” quelle del Valdarno.
    • Questo segnalibro viene dato a coloro che per vari motivi non possono restituire il libro a Pontedera e perciò usufruiscono della rete interbibliotecaria.
  • La restituzione
    • In ospedale - ai volontari durante il giro di distribuzione, in biblioteca, nei box al primo piano e allo spaccio interno,
    • A Pontedera - presso la biblioteca comunale e la biblioteca dei ragazzi
    • In tutta la Provincia - presso le biblioteche della rete e oltre Bibliolandia e Reanet (trovi l’elenco sui segnalibri)
    I libri presi in prestito possono essere restituiti in vari modi e in diversi luoghi:
  • La libreria Le librerie sono organizzate per sezioni contrassegnate da etichette con numeri e colori diversi. I numeri indicano le diverse classi (es: 100-psicologia, 200-religione…). I colori indicano i vari generi del romanzo (es: bianco-umoristico, nero-thriller…). I fumetti e i libri in lingua straniera occupano degli scaffali dedicati. I libri per ragazzi (con bollino verde) sono sistemati su di uno scaffale, all’interno del quale si trovano tutte le classi di libri dedicati ai ragazzi. E’ molto importante che ogni libro sia rimesso ogni volta al suo posto, in modo che sia più facile ritrovarlo, se richiesto!
  • La catalogazione
    • La biblioteca segue il sistema di catalogazione Dewey, che è stato molto semplificato, in modo da risultare immediatamente comprensibile a tutti.
    • Prima di poter essere ammesso al prestito un libro deve essere:
    • Ritenuto idoneo – se è un dono- (stato di conservazione, titolo).
    • Timbrato e registrato nell’inventario della biblioteca.
    • Registrato sul computer, su cui è specificato il genere.
    • Etichettato.
    • Sistemato sullo scaffale.
  • La classificazione dei libri Fantasy ROSSO Umoristici BIANCO Rosa CELESTE Thriller NERO Gialli GIALLO Letteratura Ragazzi VERDE Storia e Storia Locale 940 Biografie e Memorie 920 Geografia e Viaggi 900 Narrativa 800 Fotografia 770 Arti 700 Medicina e Salute 600 Scienze 500 Linguistica (dizionari) 400 Bambini e Genitori 370 Sociologia 300 Religione 200 Filosofia e Psicologia 100 Enciclopedie 000
  • Le succursali della biblioteca La biblioteca ha due piccole succursali nei reparti di Week Hospital e Salute Mentale Adulti . Questo permette ai degenti dei due reparti di avere i libri sempre a disposizione. Le biblioteche sono gestite dal personale infermieristico del reparto, ma il personale della biblioteca ha il compito di ritirare periodicamente le schede di prestito e sistemare i volumi contenuti nelle due librerie. Alla fine di novembre 2009 ce ne sarà una anche nel reparto di Ostetricia .
  • “ AD ALTA VOCE” Dal 2009 la biblioteca Lettori Pazienti vuole offrire un servizio in più per i suoi utenti: la lettura ad alta voce . La lettura diventa così un momento di socializzazione e aggregazione, ma soprattutto di svago. Per questo motivo il progetto “Ad Alta Voce” si propone di formare dei volontari che possano leggere ai pazienti ricoverati in ospedale.