Strategie per natural link building

4,070 views
4,016 views

Published on

Perché i link naturali sono così importanti per incrementare posizionamento e reputazioe online. Un processo per favorire il natural link building;

Published in: Business
0 Comments
9 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
4,070
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
9
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Strategie per natural link building

  1. 1. Link building Strategies © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 1
  2. 2. Agenda Perché i link sono così importanti Link e motori di ricerca Non tutti i link sono uguali Alla ricerca dei link di valore Link building – dove, come, quando e perché Ricerca competitiva con i link Social Media building Linkbaiting e viral marketing Link acquisition Link tracking Un caso reale: Approccio SOSTAC ad ETASLAB © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 2
  3. 3. Definizioni e concetti di base © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 3
  4. 4. 1.Link Situation analysis © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 4
  5. 5. Cos’è la Link Popularity Link popularity- una definizione La LP misura quanti link, esterni al sito, puntano ad esso: più il sito compare nei link di altre pagine, al di fuori del dominio di appartenenza, maggiore sarà la sua popolarità e dunque la sua classifica all'interno dei motori di ricerca una grande popolarità permette infatti di rimanere presenti sui motori per più tempo. Naturalmente è bene che i siti esterni siano in tema affinché il traffico veicolato sia in target e quindi di qualità. Simile alla link popularity è il sistema brevettato PageRank che ha fatto di Google uno dei migliori motori di ricerca attualmente disponibili. © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 5
  6. 6. Perché è importante la Link popularity Consente di aumentare il proprio ranking in maniera più duratura rispetto agli interventi effettuati sulle pagine del sito Permette di differenziarsi dai propri competitor a parità di ottimizzazione delle pagine web in termini di contenuti, keyword ed elementi HTML Per renderti conto dell’influenza della Link popularity sui motori di ricerca, prova a cercare su Google: “miserable failure”; Tanti link da siti autorevoli verso un sito apparentemente “non a tema” © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 6
  7. 7. Il PageRank e il ranking sui motori Il PageRank è un indice di importanza che Google attribuisce a ciascuna delle pagine archiviate. L'indice di importanza di una pagina viene calcolato in base al numero di link sul Web che puntano ad essa e all'indice di importanza delle pagine che offrono il link. Il valore di PageRank di ciascuna pagina è uno dei tanti fattori sfruttati da Google per migliorare il posizionamento con il quale il motore di ricerca ordina i risultati delle ricerche: le pagine che mostrano valori di PageRank più alti otterranno, a parità di altri elementi, una posizione migliore rispetto alle pagine con valore di PageRank più basso © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 7
  8. 8. … e cosa lo differenzia dalla Link popularity Il calcolo del PR è stato progettato in modo da differenziarsi dal concetto di Link Popularity (LP), per molto tempo utilizzato dai motori di ricerca e coincidente col semplice numero di link che puntano ad una data pagina Mentre un motore che ordina i risultati di ricerca basandosi sulla Link Popularity può essere facilmente influenzato semplicemente facendo puntare molti link verso la pagina da rendere visibile, un motore basato sul PageRank è meno influenzabile dalla mera quantità dei link e più attento all'importanza delle pagine (ovvero al valore di PageRank) da cui i link provengono. Il fondamento del PageRank è che una pagina deve essere ovviamente importante se molte altre pagine puntano con un link ad essa. Il PageRank può essere considerato una versione più raffinata e complessa della quot;Link Popularity Il PageRank di un sito aumenta in relazione alla qualità delle pagine web che linkano il sito (per pagine web di qualità si intendono quelle che a loro volta hanno un alto PageRank). © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 8
  9. 9. Come si calcola il PageRank di una singola pagina Web L'algoritmo completo per il calcolo del PageRank fa ricorso all'uso della teoria dei processi di Markov. Dalla formula inizialmente sviluppata dai fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, è possibile comprendere come il PageRank viene distribuito tra le pagine: PR[A] = (1 - d) + d ( PR[T1]/C[T1] + ... + PR[Tn]/C[Tn]) Dove: PR[A] è il valore di PageRank della pagina A che vogliamo calcolare T1...Tn sono le pagine che contengono almeno un link verso A PR[T1] ... PR[Tn] sono i valori di PageRank delle pagine T1 ... Tn C[T1] ... C[Tn] sono il numero complessivo di link contenuti nella pagina che offre il link d (damping factor) è un fattore deciso da Google e che nella documentazione originale assume valore 0,85. Può essere aggiustato da Google per decidere la percentuale di PageRank che deve transitare da una pagina all'altra e il valore di PageRank minimo attribuito ad ogni pagina in archivio. © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 9
  10. 10. Esempio di calcolo di PageRank per ETASLAB Il PR attuale per ETASLAB è: 4 Applicando la formula del Pagerank si ottiene: PR (ETASLAB) = 0,15 + 0,85 * [PR(corriere.it)/(output link) + PR(Rcslibri.corriere.it)/ (output link) + PR(gazzetta.it)/(output link) +….] PR (ETASLAB) = 0,15 + 0,85 * [7/83 + 3/8 + 8/66 +…] = 0,15 + 0,85 * [0,085 + 0,375 +0,13] + 0,85 *[…..] = 0,15 + 0,85 *[0,55] + ….. = 0,15 + 0,47 + …. 0,47 circa corrisponde quindi al contributo al PageRank attuale di ETAS relativo ai primi 3 referrer attuali: corriere.it, rcslibri.it e gazzetta.it; da notare che il sito + importante per ETASLAB è RcsLibri (che ha il PR + basso) e non Corriere o Gazzetta. © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 10
  11. 11. Link analysis per www.corriere.it/index.htm La Hp di Corriere.it è il 1° referrer per ETASLAB (circa 13% del totale dei referrer). PageRank attuale di corriere.it: 7 Link interni:267 Link esterni: 83 Il contributo al PR di ETASLAb è: 7/83= 0,085 © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 11
  12. 12. Link analysis per rcslibri.corriere.it/index.htm La Hp di Rcslibri è il 2° referrer più importante per ETASLAB (circa 4% totale referrer). PageRank attuale di Rcslibri:3 Link interni:9 Link esterni: 18 Il contributo al PR di ETASLAb è: 3/18 = 0,375 © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 12
  13. 13. Link analysis per www.gazzetta.it/index.htm La Hp di Gazzetta.it è il 3° referrer più importante per ETASLAB (circa 3% totale referrer). PageRank attuale di Gazzetta:8 Link interni:171 Link esterni: 66 Il contributo al PR di ETASLAb è: 8/66 = 0,13 © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 13
  14. 14. Principali Domini esterni che generano traffico per ETASLAB e E&M Nel periodo Luglio- Ottobre 2006 Nel periodo Aprile- Ottobre per ETASLAB circa il 49% del 2006 per E&M circa il 59% del traffico proviene da Google. traffico totale da Google. Elenco dei primi 10 domini (circa Elenco dei primi 10 domini l’80% del totale): : (circa l’80% del totale): External Domain % External Domain % google.it 47,50 google.it 54,57 corriere.it 14,91 google.com 5,65 google.com 4,81 sdabocconi.it 4,20 rcslibri.corriere.it 4,14 abbonamentirizzoli.it 3,60 abbonamentirizzoli.it 3,66 corriere.it 2,67 economiaemanagement.corriere.it 3,65 webmailcommunicator.alice.it 1,66 gazzetta.it 3,34 it.search.yahoo.com 1,28 tramontana.it 2,63 etaslab.corriere.it 1,24 it.search.yahoo.com 1,28 tramontana.it 0,82 search.msn.it 1,12 webmailcommunicator.virgilio.it 0,75 TOTALE:87,02% TOTALE:77,09% TOTALE Search engine :54,70% TOTALE Search engine: 61,51% TOTALE Ref. Network :29,7% TOTALE Ref. Network :7,52% © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 14
  15. 15. Processo per il link building Processo proposto 1. Identificare i siti che potrebbero linkare la home page nostro sito (link base, statico) o una pagina interna (es. sottosezione, pagina dedicata ad un articolo particolare) 2. Per ciascuno di essi: Valutare il PR attuale Valutare la pertinenza (relevance) della pagina web candidata ad inserire il link verso la ns pagina rispetto agli argomenti del nostro sito/pagina verso la quale si chiederà di essere linkati Eventualmente tenere conto del numero di outbound link della pagina candidata 3. Raggruppare i potenziali referrer in base alle categorie stabilite (es. network, related, business) 4. Contattare i site owner (Webmaster, redazione, Staff aziendale) per 1. Chiedere di valutare l’inserimento di un link statico verso la nostra Home Page o verso una pagina interna fortemente tematica 2. Proporre o concordare uno scambio di link 3. Valutare un eventuale acquisto © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 15
  16. 16. KeyPhrase attualmente ricercate su Google per ETASLAB e E&M Nel periodo aprile –ottobre Nel periodo luglio –ottobre 2006 2006 Per E&M circa il 91% del ETASLAB circa il 87 % del traffico provieniente dai motori traffico provieniente dai motori proviene da Google. proviene da Google. Elenco delle keyphrase più Elenco delle keyphrase più ricercate : ricercate : Phrase % Phrase % economia e management 8,42 etas 15,44 management 4,99 etas libri 8,43 economia 4,61 etaslab 3,50 corporate governance 4,02 www.etaslab.it 1,17 matteo marzotto 1,23 l'arte della guerra 0,94 economia management 1,11 mentoring 0,84 morto di riunioni 0,81 gestione risorse umane 0,77 etaslab.it 0,59 yield management 0,75 time management 0,59 supply chain management 0,73 victor uckmar 0,55 economiaemanagement 0,65 TOTALE:32,87% TOTALE:27,28% TOTALE brand :19,79% TOTALE brand :29,13% TOTALE altro :7,49% TOTALE altro :3,14% © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 16
  17. 17. Conclusioni per i 2 siti per referrer e Keyphrase MOTORI E REFERRER: KEYPHRASE: Google si conferma come il primo Vi è una grande dispersione nella motore in assoluto utilizzato dagli curva di distribuzione delle utenti per i 2 siti, ancora di più dagli keyphrase ricercate (circa 4,1K utenti di E&M keyword per E&M, circa 2,4K per Per ETASLAB vi è una maggiore ETASLAB) -> Fenomeno della Long concentrazione dei referrer (i primi Tail 10 generano l’87% del traffico) Le keyphrase maggiormente Per E&M vi è una maggiore ricercate tra quelle che generano dispersione dei referrer (i primi 10 traffico sono generano circa l’77% del traffico) Le Brand Keyphrase (in rosso) sono Per ETASLAB il peso dei referrer quelle maggiormente cercate per del Gruppo RCS è ingente (quasi il ETASLAB (quasi il 30% del totale 30% del totale dei referrer) delle ricerche); le altre keyphrase Per E&M il peso dei referrer del hanno meno valore Gruppo RCS è inferiore (circa il 7% Per E&M il peso delle Brand del traffico generato da referrer) Keyphrase percentualmente è leggermente + basso; contano anche le Core Product keyphrase (come gestione risorse umane, supply chain management..) © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 17
  18. 18. Link Bulding Strategy © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 18
  19. 19. Link Building strategy Ci sono varie modalità per aumentare e/o costruire la LP e il PR di un sito mediante l’uso corretto dei seguenti fattori: 1. Acquisto di inbound link (Link buying) 2. Richiesta naturale di inbound link (natural link building) 3. Scambio di link (link exchange) Tipologie di link: consideriamo le seguenti tipologie: 1. Link base (brand Links): sono i link che puntano alla Home page del sito 2. Link specifici (Specific links): link a tema 3. Network Domain links: link interni o che appartengono allo stesso dominio (es. corriere, etaslab e E&M) © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 19
  20. 20. Come aumentare il PR – 6 princìpi chiave 1. Più link (sia interni sia esterni) da altre pagine verso una pagina aumentano il PR (principio della Link popularity) 2. Le pagine con PR più alto sono di maggiore valore (non tutti i link sono uguali ma i voti sono pesati) 3. I link provenienti da pagine con un grande numero di link in uscita tendono ad essere meno di valore 4. Il page rank varia da una pagina all’altra del sito in base alla sua struttura 5. Per incrementare il ranking al PR si deve aggiungere la valutazione dei link in base alle keyphrase ricercate (infatti il PR di per sé non dipende dalla parola chiave oggetto della ricerca) 6. Link da pagine “In context” per una particolare keyphrase sono di maggiore valore Favorire la link popularity non basta se i link ottenuti non solo di buona qualità rispetto al contesto tematico © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 20
  21. 21. Esempi di link di valore www.liberliber.it Ottenere un link per ETASLAB da un sito come Liberliber.it (PR =4) può essere ritenuto da Google + importante che un link proveniente da un sito di argomento scorrelato rispetto al tema dell’editoria Idem per quanto riguarda la directory sapere.alice.it 10 link di valore con alto PR e che sono correlati al tema semantico associato alla pagina sono più importanti che 100 link provenienti da pagine generiche (es. Hp del Corriere) © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 21
  22. 22. Esempio di ricerca per la keyphrase: “case editrici” Elenco siti: Liberliber Virgilio sapere WUZ Arch. Uni Pisa Il Pianeta libro Arte Motore Inchiostro online ….. © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 22
  23. 23. Esempi di link di valore Sapere.alice.it/categorie/index.html? wuz.it/Directory/ vrs=15&ccat=112938 tabid/81/id/8/o/1/r/1/p/1/f/E/Default.aspx © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 23
  24. 24. Fattori per incrementare il valore di un link… In che modo Google valuta l’effettiva correlazione tematica tra due pagine linkate? Per ogni collegamento da un Sito Esperto (E) ad un generico sito Target (T), considera come elementi qualificanti: Il title delle due pagine E e T Gli heading presenti nelle due pagine Un testo ancora (anchor text) che collega le due pagine: Esempio: <a HREF=www.etaslab.it Etaslab - catalogo online libri di management Etas title:”Etaslab” /a > In questo caso l’anchor text sulla pagina E corrisponde al Title della Pagina T; è stato anche aggiunto l’attributo title nel link contenente la keyphrase “libri di management” Anche il testo adiacente al link è utile per avvalorare il Link context © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 24
  25. 25. Natural Link building La prima regola d’oro è produrre contenuti di qualità in modo che spontaneamente gli altri site owner decideranno di creare un link verso la tua pagina/sito Il migliore approccio consiste nel creare del “contenuto a tema”, specifico su un determinato argomento. Da considerare la creazione di: Siti di recensioni, comparazione Guide all’acquisto, siti di opinione, community Siti di associazioni, enti, siti legati a premi e riconoscimenti Siti legati ad eventi © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 25
  26. 26. Analisi dei potenziali linkers Utilizza il comando Link di Google per scoprire quali siti ti stanno linkando (es. link:www.etaslab.it) Per escludere i link interni usa la sintassi: www.etaslab.it – site:www.etaslab.it Chi linka i tuoi competitor? Es.: link:www.guerini.it Quali altri siti potrebbero linkarti? Prova a cercare quei siti che hanno nell’Url o nel title una keyphrase caratterizzante per il tuo sito: inurl:libri management © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 26
  27. 27. Analisi dei potenziali linkers Prova a cercare quei siti che hanno nell’Url o nel title una keyphrase caratterizzante per il tuo sito Esempio di sintassi per identificare potenziali linkers per ETASLAB: inurl:libri management title: libri management directory:libri management portale:libri management © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 27
  28. 28. Alcune raccomandazioni per richiedere i link Effettua un’attenta valutazione delle pagine da cui vorresti essere linkato considerando: – Page Rank – Relevance – Link context (pagine in tema) – Numero di outbound link Richiedi il link personalmente, mediante un approccio personale.. Non standardizzato Ricorda che i link non devono necessariamente puntare alla HP. Favorisci il corretto linking fornendo un modello con: – Anchor text preferito (contenente keyphrase o title della tua pagina) – Eventuale alt dell’immagine link © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 28
  29. 29. Altri approcci: Link exchangee link buying e Pr online Altro approccio è quello di richiedere di ricevere link da siti autorevoli, con alto PR ed in tema (elevato link context) e possibilmente pochi link in uscita, in cambio di un link reciproco. È importante determinare quali potrebbero essere le pagine del tuo sito in cui inserire un link esterno Per quanto riguarda l’acquisto di link in vendita su siti ad alto PR Google avversa decisamente questa pratica; è un’attività quindi rischiosa; il rischio è di essere penalizzato da Google e considerato come uno Spammer. Un’alternativa è quella di fare Pr Online, per esempio postando su Blog visitati, newsgroup e forum oppure utilizzati servizi di Pr online per comunicati stampa etc.; potenzialmente è una pratica molto efficace anche se dispendiosa e non facile © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 29
  30. 30. Esercitazione. Applicate il processo proposto per il natural link building ai seguenti siti web: – www.turismoungherese.com – mba.sdabocconi.it – www.tesionline.it Calcolate attuale struttura del PR, identificate i referrer di maggiore peso, definite un processo per incrementare il PR mediante identificazione dei referrer potenziali ad alto valore © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 30
  31. 31. Conclusioni © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 31
  32. 32. Non è più un gioco! Perché: la competizione è sempre più agguerrita ogni giorno sulle parole generiche I motori di ricerca stanno diventando sempre più selettivi e accurati e severi verso la verifica delle linee guida che devono essere rispettate da ciascun sito web Ulteriori aspetti e fattori tecnici devono essere considerati: sistema di content management, linee guida editoriali, nuovi fattori di blocco per gli spider.. © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 32
  33. 33. Non è più un gioco! Perciò: Quanto più sono autorevoli e di qualità i link esterni al tuo sito, tanto meglio si classificherà il tuo sito web L’ottimizzazione del sito deve tener conto anche della struttura e dell’architettura del sito; un sito che rispetta le regole del buon web design sarà avvantaggiato nel posizionamento Il processo di SEO è un processo a medio-lungo termine, richiede tempo ed una perioda analisi e monitoraggio Il SEO è ad oggi la tecnica di e-marketing più profittevole © Leonardo Bellini Ex. Master Web Mktg & Comm 2007 - 33

×