Natural Link Building2.0
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Natural Link Building2.0

  • 39,825 views
Uploaded on

Come costruire un processo artciolato per favorire la costruzione naturale di link in ingresso al nostro sito web? Come utilizzare le piattaforme 2.0 per favorire traffico e link in ingersso?......

Come costruire un processo artciolato per favorire la costruzione naturale di link in ingresso al nostro sito web? Come utilizzare le piattaforme 2.0 per favorire traffico e link in ingersso? Social Link building, Link baiting e viral marketing

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
39,825
On Slideshare
39,606
From Embeds
219
Number of Embeds
9

Actions

Shares
Downloads
165
Comments
0
Likes
14

Embeds 219

http://lascatoladipandora.wordpress.com 113
http://www.digitalmarketinglab.it 47
http://www.themarketer.info 34
http://www.slideshare.net 10
http://www.dml.it 4
http://web.archive.org 4
http://www.techgig.com 4
http://www.digitalmarketinglab.ch 2
http://www.slideee.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Digital Marketing Lab 12 Maggio 2008 Natural Link Building 2.0 1
  • 2. 6 Princìpi Chiave per incrementare la link popularity 1. Favorire la costruzione di link esterni pubblicando contenuti di qualità 2. Richiedere link in entrata 3. Fare lo scambio di link 4. Acquistare link 5. Creare i vostri propri link esterni 6. Generare Buzz tramite PR 2
  • 3. Cos’è il (natural) link buidling Il link è l’elemento chiave che ha permesso la crescita esponenziale di Internet Il “linking” è un processo naturale: diventa spontaneo linkare contenuti correlati e di qualità; molti siti ricevono contenuti da altri siti se ritenuti di qualità. Creare contenuti rilevanti, di qualità è la prima e migliore strategia per favorire il linking naturale La link popularity e la link quality, sopratuttto se associata con le keyphrase presenti sulla pagina, sono fattori chiavi per il SEO Proactive Link buidling è un’attività chiave per il SEO 3
  • 4. Il PageRank e il ranking sui motori Il PageRank è un indice di importanza che Google attribuisce a ciascuna delle pagine archiviate. L'indice di importanza di una pagina viene calcolato in base al numero di link sul Web che puntano ad essa e all'indice di importanza delle pagine che offrono il link verso la pagina destinazione Il valore di PageRank di ciascuna pagina è uno dei tanti fattori utilizzati da Google per migliorare il posizionamento con il quale il motore di ricerca ordina i risultati delle ricerche le pagine che mostrano valori di PageRank più alti otterranno, a parità di altri elementi, una posizione migliore rispetto alle pagine con valore di PageRank più basso 4
  • 5. … e cosa lo differenzia dalla Link popularity Il calcolo del PR è stato progettato in modo da differenziarsi dal concetto di Link Popularity (LP), per molto tempo utilizzato dai motori di ricerca e coincidente col semplice numero di link che puntano ad una data pagina Mentre un motore che ordina i risultati di ricerca basandosi sulla Link Popularity può essere facilmente influenzato facendo puntare molti link verso la pagina da rendere visibile, un motore basato sul PageRank è meno influenzabile dalla mera quantità dei link e più attento all'importanza delle pagine (ovvero al valore di PageRank) da cui i link provengono. Il fondamento del PageRank è che una pagina deve essere ovviamente importante se molte altre pagine puntano con un link ad essa. Il PageRank può essere considerato una versione più raffinata e complessa della quot;Link Popularity Il PageRank di un sito aumenta in relazione alla qualità delle pagine web che linkano il sito (per pagine web di qualità si intendono quelle che a loro volta hanno un alto PageRank). 5
  • 6. Come si calcola il PageRank di una singola pagina Web L'algoritmo completo per il calcolo del PageRank fa ricorso all'uso della teoria dei processi di Markov. Dalla formula inizialmente sviluppata dai Fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, è possibile comprendere come il PageRank viene distribuito tra le pagine: PR[A] = (1 - d) + d ( PR[T1]/C[T1] + ... + PR[Tn]/C[Tn]) Dove: PR[A] è il valore di PageRank della pagina A che vogliamo calcolare T1...Tn sono le pagine che contengono almeno un link verso A PR[T1] ... PR[Tn] sono i valori di PageRank delle pagine T1 ... Tn C[T1] ... C[Tn] sono il numero complessivo di link contenuti nella pagina che offre il link d (damping factor) è un fattore deciso da Google e che nella documentazione originale assume valore 0,85. Può essere aggiustato da Google per decidere la percentuale di PageRank che deve transitare da una pagina all'altra e il valore di PageRank minimo attribuito ad ogni pagina in archivio. 6
  • 7. Come si calcola il PageRank di una pagina 1. Contributo proveniente da link entranti 2. Contributo proveniente da link interni al sito 3. Contributo proveniente da scambio di link 7
  • 8. I principi chiave per il Page Rank 1. Più link da altre pagine verso la nostra pagina fa aumentare il PR (principio della LP) Best Practice: 1. Definisci un processo strutturato per il link building per incrementare il PR 2. Favorisci i link non solo verso la Hp ma anche verso pagine interne, fortemente tematizzate 3. Non incrementare troppo rapidamente il num. dei backlink; può tradursi in un fattore negativo 8
  • 9. I principi chiave per il Page Rank 2. Le pagine con più alto PR sono quelle di maggior valore (Non tutti i link sono uguali) Best Practice: 1. un processo strutturato per il link building dovrebbe targettizzare siti ad alto PR (nella HP) 2. Si dovrebbe cercare di ottenere un link dalla HP di un sito ad alto PR, come un media-content site 3. Testa l’importanza del PR nel determinare il posizionamento per una kW usando il comando <search phrase> site: www.domain.com per valutare il PR dei siti risultato 9
  • 10. I principi chiave per il Page Rank 3. Le pagine linkanti la nostra con un elevato numero di link uscenti tendono ad essere meno di valore Best Practice: 1. un processo strutturato per il link building dovrebbe targettizzare pagine con pochi link uscenti 2. Evitate il link reciproco con siti che presentano un numero elevato di link in uscita (link farm, directory listing) a meno che la pagina abbia elevato PR e sia a tema 10
  • 11. Modelli di distribuzione del PR in base alla struttura del sito 11
  • 12. Come gestire i vostri link in uscita Continuate ad usare link in uscita se offrono benefici ai vostri visitatori Minimizzate i link esterni verso pagine ad alto PR vicine alla root del sito Localizzate link in uscita da un limitato numero di pagine in modo che la perdita di PR per quella pagina sia divisa tra i link esterni Considerate di utilizzare il comando rel_”nofollow” come attributo di href Non smettete di inserire link in uscita dalle vostre pagine, possibilmente inseritile in pagine a basso PR e con molti link correlati 12
  • 13. Limiti del Page rank Il PR fornisce una misura assoluta dell’importanza della Pagina, a prescindere dalle keyword. Non distingue se la pagina è rilevante in assoluto o per un determinato argomento (keyphrase) Sono stati introdotti altri fattori per verificare l’autorità della pagina linkante rispetto ad un determinato tema o contesto di ricerca Molti SEO specialist hanno quindi ritenuto il PR molto meno importante In realtà il PR è una misura importante se combinata ad altri fattori 10 link entranti da siti ad alto PR e che sono associati al tema della pagina valgono di più che 100 link da directory generaliste 13
  • 14. I principi chiave per il Page Rank 6. I link da pagine “in context” per una particolare “keyphrase” sono di maggiore valore Per ogni singolo link che unisce una pagina E, autorevole verso una pagina target T, il PR tiene conto di alcuni fattori che qualificano la relazione (link context): 1. la keyphrase (o sinonimi) presente nel TITLE della pagina E 2. La keyphrase (o sinonimi) del paragrafo(es. H1) presente nella Pagina E 3. Un Testo ancora contenente la keyword/keyphrase associata alla pagina T 4. la keyphrase (o sinonimi) presente nel dominio e nel nome del file della pagina E 5. La keyphrase (o sinonimi) presente nelle adiacenze del testo ancora che contiene il link alla pagina T 14
  • 15. ALTRE RACCOMANDAZIONI Per i siti esterni cerca di identificare pagine da cui essere linkati che sono in tema Creare una struttura di link interni dove la pagina che contiene il link ha un adeguato contesto in tema con la keyphrase Non aggiungere un numero eccessivo di frasi nella pagina linkante Utilizza i sinonimi per le pagine interne Fattore molto importante per determinare la Qualità del link è il link anchor text. Prova a cercare “Click here “ su Google 1.Fai in modo che il link anchor text contenga almeno una delle keyword target 2.Utilizza l’attributo TITLE nell’href (la scritta appare al mouse over) 3.Inserisci un sinonimo nelle adiacenze del link 15
  • 16. La posizione del link all’interno della pagina 16
  • 17. Altri elementi discriminanti Nome del dominio del sito linkante Keyword contenuta nel path e url della pagina Età e trust del dominio di provenienza Posizione del link all’interno della pagina Url location: superficiale (link verso la HP del tuo sito) o in profondità (link verso pagine in profondità del tuo sito). Valuta la % di link alla HP rispetto gli altri link profondi Anchor text: – 1. For great info about search engine optimization, check out http://www.seomoz.org/ – 2. For great info about search engine optimization click here – 3. Here’s a great resource for info about search engine optimization Link intention (es. Se la pagina linkante si riferisce alla tua pagina come a una fonte autorevole) 17
  • 18. 6 Princìpi Chiave per incrementare la link popularity 1. Favorire la costruzione di link esterni pubblicando contenuti di qualità 2. Richiedere link in entrata 3. Fare lo scambio di link 4. Acquistare link 5. Creare i vostri propri link esterni 6. Generare Buzz tramite PR 18
  • 19. Link freshness & velocity I motori di ricerca monitorano il livello e tasso di aggiornamento dei link in ingresso al vostro sito Potrebbe essere il risultato di un post che ha ottenuto successo Una crescita eccessiva, repentina e innaturale potrebbe destare sospetti e risultare penalizzata Se un sito interrompe la sua crescita di link entranti, questo può avere qualche influenza (sintomo che il sito non è + aggiornato o ha perso vigore) I siti di News (DIGG, Google News, Ok Notizie) o in blog che sono taggati su Technorati possono generare buoni risultati nelle SERP dato che questo indica che l’articolo è altamente in tema Utilizza le PR online e offline per generare buzz attorno al contenuto per ottenere link spontanei 19
  • 20. 1. Natural link building con contenuti di qualità Esempi di contenuti: Recensioni di prodotto e comparazioni Guide per l’acquisto per “Create great content, link selezionare prodotti (es viaggi, great content and great finanza, sercvizi B2b) content will link to you”. Guide di viaggio Opinioni e commenti [Ken McGiffin, www.linkingmatters.com] Tool (calcolatori, checklist) Informazione aggiornata, news su un determinato argomento Contenuti integrati con newsletter per fornire valore aggiunto 20
  • 21. 1. Approccio alternativo per creare link di qualità Approccio non basato sui contenuti testuali bensì sulla capacità di fornire esperienze di destinazione: Community & forum: funzionano bene con siti B2B o siti di consumatori indipendenti Giochi: funziona meglio per siti consumer brand Competizioni, concorsi Club membership (www.huggiesclub.com) Da valutare il costo per la creazione di questo genere di contenuti rispetto ai benefici a lungo termine per incremento di visitatori con un forte interesse su un particolare argomento -> conseguente incremento del tasso di conversione 21
  • 22. 2. Richiedi link entranti (senza link reciproco) Obiettivo è quello di richiedere e di ottenere link entranti ad altri siti (che si rivolgono alla vostra target audience) con la speranza che essi ritengano interessanti, utili e complementari i vostri contenuti per i loro visitatori La pertinenza (relevance) è cruciale Come cercare questi siti? Contatti esistenti o siti identificati mediante ricerche sui motori Evitare di inviare email a casaccio per richiedere link! È considerato SPAM! 22
  • 23. Un processo in 9 passi per richiedere link in ingresso 1. Chi ti sta linkando ora? 2. Chi sta linkando i tuoi concorrenti? 3. Quali altri siti potrebbero linkarti? 4. Perché siti esterni vorrebbero linkarti? 5. Definisci obiettivi per la tua linking strategy 6. Accertati che il tuo sito sia “link-friendly” 7. Quali link potresti pubblicare sul tuo sito? 8. Chiedi per ottenere un link in ingresso 9. Monitora i risultati 23
  • 24. Yahoo Site Explorer https://siteexplorer.search.yahoo.com/mysites 24
  • 25. Advanced Link Manager 25
  • 26. 1. Chi ti sta linkando ora? Utilizza il comando link: www.url.com per evidenziare i link di maggiore qualità Utilizza il comando su Google www.url.com – site:www.url.com per far apparire l’elenco dei link entranti anche a basso PR ed escludere le pagine del tuo dominio. Troverai potenziali partner da cui richiedere un link 26
  • 27. 2. Chi linka i tuoi concorrenti? Utilizza le stesse tecniche per identificare e classificare il numero e la qualità dei link entranti nei siti dei tuoi concorrenti Utilizza Alexa (www.alexa.com) per identificare e valutare il traffico dei siti dei concorrenti 27
  • 28. 3. Quali altri siti potrebbero linkarti? Alcuni comandi su Google: Rappresenta il gap che puoi cercare di colmare Intitle: viral Identifica i siti potenziali linker Inurl:viral Allinurl: viral marketing Supponi che tu sia un’agenzia Allintitle: viral marketing di viral marketing.. Directory: viral Portal: viral 28
  • 29. 4. perché questi siti dovrebbero linkarti? Cerca di trovare una plausibile ragione per cui questi siti dovrebbero linkarti.. Per i contenuti unici? Per i tuoi servizi? 29
  • 30. 5. Definisci obiettivi per la tua linking strategy Esempi di obiettivi: Raggiungere un PR pari a 6 per il tuo sito Generare y link entranti di PR x Generare n visitatori in più dai tuoi link Incrementare il tasso di conversione per i visitatori provenienti dai siti referrer 30
  • 31. 6. Accertati che il tuo sito sia link friendly Tanto più l’architettura informativa del sito è consistente e rotonda, tanto più facilmente sarà condurre e guidare il visitatore verso un particolare tipo di documento che per lui può essere di rilievo.. 31
  • 32. 7.Quali link potresti pubblicare sul tuo sito? Dato che potrai avere necessità di inserire dei link reciproci, valuta quali siti sono + confacenti (fit & match) e vicini alla proposta di valore del tuo sito e dove conviene posizionarli (in quale pagina) all’interno della struttura del sito 32
  • 33. 8. Chiedi per ottenere link entranti Best Practice: 1. Cerca di ottenere un link senza un link reciproco in cambio 2. Richiedi link da pagine che combinano un alto PR con un appropriato “link context” per la keyphrase target 3. Richiedi link personalmente (non usare software automatici perché facilmente identificabili dai riceventi) I link non dovrebbero puntare direttamente alla Home Page ma a pagine interne tematizzate. Ricorda di chiedere di inserire un opportuno link text anchor, un heading e sinonimi 33
  • 34. 9.Monitora i risultati Utilizza strumenti come Advancedlinkmanager per studiare l’evoluzione dei link entranti Utilizza strumenti come Google Alert per verificare quando è stato www.googlealert.com inserito un link.. Prezzi variabili, da 5 $ al mese a 40$ al mese 34
  • 35. 3. Link reciproci Metodi alternativi: Sviluppa mini-banner e link Sono link che 2 standard testuale o copy che organizzazioni di comune desriva la tua OVP accordo decidono di scambiarsi Crea un footer standard da inserire nei comunicati stampa Dal punto di vista SEO i link con anche link testuali entranti senza scambio hanno un valore maggiore Alcuni esperti Seo considerano il linking reciproco poco efficace.. Può tuttavia valer la pena scambiare link con siti di Cerca di evitare i network di Link partner anche se alcuni Exchange (rischiosi per esperti non sono d’accordo reputazione e per search engine penalty) 35
  • 36. Esempi di Link exchange www.link-vault.com 36
  • 37. 4. Acquisto di link Google raccomanda a chi E’ un aspetto poco noto e vende link di usare il tag pubblicizzato del marketing “nofollow” in modo da non digitale (leggete i SEO Forum influenzare la link popularity come webmasterworld.com) dei motori.. Google si oppone fortemente a 3 metodi principali: questo approccio..e dichiara di perseguire chi utilizza questa pratica.. 1. Acquistare i link dalle directory Quindi, forse funziona! 2. Acquistare link direttamente È una soluzione pragmatica ma da un altro sito potrebbe risultare più efficiente che la creazione di contenuti 3. Acquistare i link da un link broker Anche se è rischioso! 37
  • 38. Acquistare link dalle directory Cerca siti orizzontali utilizzati Directory: dalla tua audience che offrono www.dmoz.org(free) directory Cerca siti verticali, specializzati www.yahoo.com (299 $ Verifica: fee annuale) – categoria www.business.com (199$ – link anchor text fee annuale) – site description www.e- – Page context consultancy.com(99 GBP Revisiona la corretta annuale) categorizzazione nelle directory Punta alle directory di nicchia Valuta il PR delle directory 38
  • 39. Acquistare link direttamente dal sito Sponsorizzazioni di lungo periodo potrebbero incrementare il PR E’ un metodo poco utilizzato Affiliazioni (i click sono soprattutto dai siti media-content che difficilmente offrono questo rediretti verso i marketplace servizio oltre i 3 classici: come Tradedoubler) – Online advertising Email marketing – Pay per click (non portano (sponsorizzare una benefici al SEO) newsletter potrebbe portare – Affiliazioni qualche beneficio SEO se viene archiviata ed i link sono permanenti) 39
  • 40. Acquistare link da un link broker Assicurati di non acquistare link con troppi link in uscita E’ l’approccio a più alto rischio dei (<15) tre. che i link non abbiano l’attributo “nofollow” nell’href Alcuni esempi Che i link siano diretti, statici, non ridiretti – www.text-links- Che non danneggerà la tua reputazione ads.com(suggerito) attraverso associazioni con altri link – www.linkometro.com Meglio avere + link da domini differenti – www.linkworth.com Leggi: – www.textlinkbrokerage.com www.linkworth.com/blog – www.linkadage.com – www.textlinkbrokers.com I programmi a canone mensile sono i + convenienti 40
  • 41. 41
  • 42. Alcuni suggerimenti per acquisto di link Link Buying Tip #1: Buy Relevancy, Not PageRank Link Buying Tip #2: Proper text link ad setup: Use Your Top Keywords As Your Link Text (Anchor Text) *but also vary the link text. Link Buying Tip #3: Link to a consistent site location. Link Buying Tip #4: Deep Link Link Buying Tip #5: Do not buy too many site wide links, especially on unrelated web pages Link Buying Tip #6: Buy from a wide variety of networks Link Buying Tip #7: Buy Links across a wide variety (different levels of importance) of sites. Link Buying Tip #8: Be aware of the number of outbound links on a webpage, particularly the number of “sponsored links Link Buying Tip #9: Keep your links in place long enough to see results. Link Buying Tip #10: Track your traffic and results 42
  • 43. Criteri di tariffazione per acquistare i link Di solito sono venduti per una tariffa mensile. Alcuni criteri: Il traffico del sito (cfr. alexa.com) Il numero delle pagine in cui appare il link (sitewide link sono + costosi che un singolo link) La localizzazione del sito (un link in HP è più costoso, maggiore traffico e link popularity) Il Page rank della pagina che contiene il link La relevance del sito rispetto alle Keyphrase Il tema del sito Il numero dei link uscenti La posizione nella pagina del link (se “above the fold” è più costoso) 43
  • 44. 5. Crea tu stesso i link esterni È una tecnica non etica e può diventare ad alto rischio A basso rischio è creare link da blog di terze parti anche se ha basso impatto sui search ranking Creare un blog in una directory in un dominio separato in un sottodominio è un ottimo sistema per incrementare traffico e migliorare il SEO Alcuni SEO propongono di creare network di siti con contenuti duplicati; è una tecnica bandita da Google (usa www.copyscape.com per verificare) 44
  • 45. 6. Online Pr e SEO PR Lo scopo principale delle PR, anche online, è aumentare il numero e la qualità delle citazioni positive per la tua azienda, il tuo brand, i prodotti o i siti su siti di 3° parti che sono visitati dalla tua target audience.. Un obiettivo secondario è ottenere i link verso un sito destinazione Le Pr online hanno un enorme potenziale in termini di SEO anche se il Pr Manager di solito non ha le competenze online.. Più della metà dei giornalisti si affida ai blog per venire a conoscenza di storie da raccontare negli articoli.. Alcuni giornalisti si affidano agli aggregatori di Feed piuttosto che alle PR Email Massimizzare le opinioni e le recensioni favorevoli significa minimizzare le recensioni negative (Online reputation management) 45
  • 46. Siti per press release online Fattori da tener conto per la press-release online: Utilizza i servizi per comunicati stampa online: Title www.prweb.com Meta name www.pressbox.co.uk Headings www.prnewswire.com Keyword formatting www.businesswire.com Hyperlink e link text Considera siti di news come: Image alt tags News.google.com Body copy News.yahoo.com Keyword density Cerca su Google “comunicati stampa online” 46
  • 47. Un template per la social Media Release… Shift communication ha introdotto il concetto di Social Media release 47
  • 48. Esempi di utilizzo di Social Media release Headline: Insert a short, compelling headline that features keywords, not buzzwords, to attract attention and legitimate interest by those who cover your space as well as potential customers. II. Sub Headline: The Subhead should further explain why someone should continue reading, providing a bit more clarity to the news III. News Summary: List a few compelling features of what, why, and who cares…do not use buzzwords or hyperbole (and try to keep the entire release below 400 words). You can use bullets or sentences or a combination of both. IV. Quotes: Not every press release needs a quote, especially if the quote doesn’t lend anything to the value of the information. If a quote is necessary, there are a couple of ways to implement into the SMPR. 48
  • 49. Social media Optimization- essere più visibile nei social media A Rohit Bhargava si accredita di aver coniato il termine SMO Social Media Optimization Il concetto dietro alla SMO è semplice: (SMO) è un modo per “implementare cambiamenti per ottimizzare i siti web in modo ottimizzare un sito in modo che sia più che siano più facilmente facilmente linkato e + visibile alle coinnessi o interfacciati con le ricerche sui social media o sui motori di community online e i siti di ricerca per blog come Technorati, community, i siti cosidetti socila Bloglines, Google Blog Search e più media frequentemente incluso in post di I metodi per la SMO includono rilievo, podcast, video blogs. aggiungere i feed RSS, 5 princìpi di base: agigungere il social tagging 1. Incrementare la tua linkabilità (bottone Digg, Flickr, 2. Facilitare il bookmarking e il tagging Del.icio.us, technorati, Youtube, 3. Premiare link in ingresso facebook, etc.) 4. Aiutare il tuo contenuto a viaggiare 5. Incoraggiare il mash-up 49
  • 50. Social Media Building: social news /social networking 1. Digg 16. Flickr 2. Del.icio.us 17. WikiHow 3. Technorati 18. BlueDot 4. Squidoo 19. StyleHive 5. Netscape 20. JotSpot 6. LinkedIn 21. Wetpaint 7. Newsvin 22. Shadows 8. Wikipedia 23. Yahoo! 360 9. Reddit 24. Furl 10. Ma.gnolia 25. Ning 11. StumbleUpon 26. Frappr 12. Shoutwire 27. The Best Stuff In The World 13. Facebook 28. MySpace 14. 43 Things 29. Yahoo! Answers 15. YourElevatorPitch 30. Rdiculous 50
  • 51. Siti di article marketing Idea Marketers - http://www.ideamarketers.com/writers.cfm Buzzle.com - http://www.buzzle.com/secure/become-editor.asp EBooksnBytes - http://www.ebooksnbytes.com/articles/submit.shtml Article Central - http://thewhir.com/find/articlecentral/suggest.asp Go Articles - http://www.goarticles.com/ulogin.html EzineArticles - http://ezinearticles.com/submit/ AMAzines - http://amazines.com/ Article City - http://www.articlecity.com/article_submission.shtml BPubs.com - http://www.bpubs.com/cgi/add.cgi Business Know-How - businessknowhow.com/newsletter/articleguidelines.htm WWIO - http://www.certificate.net/wwio/ideas.shtml NetterWeb.com - http://www.netterweb.com/articles/ Simply Search 4it - http://www.simplysearch4it.com/article/addart.php Vector Central Marketing - http://www.vectorcentral.com/articles-form.html Learning Folder - http://www.learningfolder.com/SubmitArticle.aspx Knowledge Bed - http://www.knowledgebed.com/submission.html Article Insider - http://www.articleinsider.com/start.php Articles that Sell - http://www.articlesthatsell.com/submityourarticle.htm Smart Ads - http://www.smartads.info/articles/ Writing Career - http://www.writingcareer.com/freearticles-submit.html 51
  • 52. Linkbaiting e viral marketing Cosa significa link baiting? Letteralmente significa “far abboccare, adescare i link”. Per Link bait e quindi link baiting si intende quel tipo di contenuto web o multimediale che sia posizionato indifferentemente sulla HP o sulle pagine interne che interessi l’utente a tal punto da catturare la sua attenzione e indurlo a inserire il link di quel contenuto sul suo sito per darne comunicazione e visibilità ad altri utenti a loro volta Obiettivi di una campagna di linkbait: – Attrarre link in ingresso – Generare Buzz sulla stampa e mainstream media – Veicolare traffico 52
  • 53. Categorie di contenuti e target audience Categorie di contenuti per Il target a cui una campagna di linkbaiting: linkbaiting si rivolge è differente rispetto ai visitatori potenziali del Notizie aggiornate e uniche nostro sito “Linkerati” Audience: community di Contenuti informativi utili esperti e coloro che partecipano Affermazioni provocatorie, attivamente ai Social Media che suscitino scalpore o siano particolarmente Bloggers controverse Forum posters Notizie, articoli, o contenuti Web News Writers multimediali simpatici Content Creators Raccolta o creazione di Resource Editors risorse interessanti Social Taggers strumenti utili Viral Connectors - Journalists 53
  • 54. I 4 passi di una campagna di link baiting Fase 1: lancio del linkbait Il contenuto è rilasciato, condiviso con blogger in vista e sottomesso a siti di social news comd Digg, del.icio.us, Reddit e Netscape Fase 2: La coda lunga dei link Se il contenuto guadagna attenzione e visibilità presso siti molto letti, altri blog meno famosi probabilmente riprenderanno e linkeranno il contenuti e I feed RSS del link ai contenuti si diffonderà nel web . Fase 3: Traffico e attenzione residuale Perfino dopo il buzz iniziale ottenuto da una campagna di linkbaiting di successo, il traffico del tuo sito può rimanere stabile, o aumentare leggermente grazie ad un effetto di ritorno che fa circolare I visitatori attorno al sito Fase 4: Ranking sui motori di ricerca Il massiccio afflusso di link causerà una crescita repentina della link popularity del contenuto, così come un’impennata della LP del sito in generale – e i motori di ricerca tndono a premiare I link con un migliore posizionamento 54
  • 55. Il ciclo di vita di una campagna di Link baiting 55
  • 56. Link Analysis per ETASLAB 56
  • 57. Esempio di calcolo di PageRank per ETASLAB Il PR attuale per ETASLAB è: 4 Applicando la formula del Pagerank si ottiene: PR (ETASLAB) = 0,15 + 0,85 * [PR(corriere.it)/(output link) + PR(Rcslibri.corriere.it)/ (output link) + PR(gazzetta.it)/(output link) +….] PR (ETASLAB) = 0,15 + 0,85 * [7/83 + 3/8 + 8/66 +…] = 0,15 + 0,85 * [0,085 + 0,375 +0,13] + 0,85 *[…..] = 0,15 + 0,85 *[0,55] + ….. = 0,15 + 0,47 + …. 0,47 circa corrisponde quindi al contributo al PageRank attuale di ETAS relativo ai primi 3 referrer attuali: corriere.it, rcslibri.it e gazzetta.it; da notare che il sito + importante per ETASLAB è RcsLibri (che ha il PR + basso) e non Corriere o Gazzetta. 57
  • 58. Link analysis per www.corriere.it/index.htm La Hp di Corriere.it è il 1° referrer per ETASLAB (circa 13% del totale dei referrer). PageRank attuale di corriere.it: 7 Link interni:267 Link esterni: 83 Il contributo al PR di ETASLAb è: 7/83= 0,085 58
  • 59. Link analysis per rcslibri.corriere.it/index.htm La Hp di Rcslibri è il 2° referrer più importante per ETASLAB (circa 4% totale referrer). PageRank attuale di Rcslibri:3 Link interni:9 Link esterni: 18 Il contributo al PR di ETASLAb è: 3/18 = 0,375 59
  • 60. Link analysis per www.gazzetta.it/index.htm La Hp di Gazzetta.it è il 3° referrer più importante per ETASLAB (circa 3% totale referrer). PageRank attuale di Gazzetta:8 Link interni:171 Link esterni: 66 Il contributo al PR di ETASLAb è: 8/66 = 0,13 60
  • 61. Processo per il link building Processo proposto 1. Identificare i siti che potrebbero linkare la home page nostro sito (link base, statico) o una pagina interna (es. sottosezione, pagina dedicata ad un articolo particolare) 2. Per ciascuno di essi: Valutare il PR attuale Valutare la pertinenza (relevance) della pagina web candidata ad inserire il link verso la ns pagina rispetto agli argomenti del nostro sito/pagina verso la quale si chiederà di essere linkati Eventualmente tenere conto del numero di outbound link della pagina candidata 3. Raggruppare i potenziali referrer in base alle categorie stabilite (es. network, related, business) 4. Contattare i site owner (Webmaster, redazione, Staff aziendale) per 1. Chiedere di valutare l’inserimento di un link statico verso la nostra Home Page o verso una pagina interna fortemente tematica 2. Proporre o concordare uno scambio di link 3. Valutare un eventuale acquisto 61
  • 62. Link Bulding Strategy 62
  • 63. Link Building strategy Ci sono varie modalità per aumentare e/o costruire la LP e il PR di un sito mediante l’uso corretto dei seguenti fattori: 1. Acquisto di inbound link (Link buying) 2. Richiesta naturale di inbound link (natural link building) 3. Scambio di link (link exchange) Tipologie di link: consideriamo le seguenti tipologie: 1. Link base (brand Links): sono i link che puntano alla Home page del sito 2. Link specifici (Specific links): link a tema 3. Network Domain links: link interni o che appartengono allo stesso dominio (es. corriere, etaslab e E&M) 63
  • 64. Come aumentare il PR – 6 princìpi chiave 1. Più link (sia interni sia esterni) da altre pagine verso una pagina aumentano il PR (principio della Link popularity) 2. Le pagine con PR più alto sono di maggiore valore (non tutti i link sono uguali ma i voti sono pesati) 3. I link provenienti da pagine con un grande numero di link in uscita tendono ad essere meno di valore 4. Il page rank varia da una pagina all’altra del sito in base alla sua struttura 5. Per incrementare il ranking al PR si deve aggiungere la valutazione dei link in base alle keyphrase ricercate (infatti il PR di per sé non dipende dalla parola chiave oggetto della ricerca) 6. Link da pagine “In context” per una particolare keyphrase sono di maggiore valore Favorire la link popularity non basta se i link ottenuti non solo di buona qualità rispetto al contesto tematico 64
  • 65. Esempi di link di valore www.liberliber.it Ottenere un link per ETASLAB da un sito come Liberliber.it (PR =4) può essere ritenuto da Google + importante che un link proveniente da un sito di argomento scorrelato rispetto al tema dell’editoria Idem per quanto riguarda la directory sapere.alice.it 10 link di valore con alto PR e che sono correlati al tema semantico associato alla pagina sono più importanti che 100 link provenienti da pagine generiche (es. Hp del Corriere) 65
  • 66. Esempio di ricerca per la keyphrase: “case editrici” Elenco siti: Liberliber Virgilio sapere WUZ Arch. Uni Pisa Il Pianeta libro Arte Motore Inchiostro online ….. 66
  • 67. Fattori per incrementare il valore di un link… In che modo Google valuta l’effettiva correlazione tematica tra due pagine linkate? Per ogni collegamento da un Sito Esperto (E) ad un generico sito Target (T), considera come elementi qualificanti: Il title delle due pagine E e T Gli heading presenti nelle due pagine Un testo ancora (anchor text) che collega le due pagine: Esempio: <a HREF=www.etaslab.it Etaslab - catalogo online libri di management Etas title:”Etaslab” /a > In questo caso l’anchor text sulla pagina E corrisponde al Title della Pagina T; è stato anche aggiunto l’attributo title nel link contenente la keyphrase “libri di management” Anche il testo adiacente al link è utile per avvalorare il Link context 67
  • 68. Analisi dei potenziali linkers Utilizza il comando Link di Google per scoprire quali siti ti stanno linkando (es. link:www.etaslab.it) Per escludere i link interni usa la sintassi: www.etaslab.it – site:www.etaslab.it Chi linka i tuoi competitor? Es.: link:www.guerini.it Quali altri siti potrebbero linkarti? Prova a cercare quei siti che hanno nell’Url o nel title una keyphrase caratterizzante per il tuo sito: inurl:libri management 68
  • 69. Analisi dei potenziali linkers Prova a cercare quei siti che hanno nell’Url o nel title una keyphrase caratterizzante per il tuo sito Esempio di sintassi per identificare potenziali linkers per ETASLAB: inurl:libri management title: libri management directory:libri management portale:libri management 69
  • 70. Alcune raccomandazioni per richiedere i link Effettua un’attenta valutazione delle pagine da cui vorresti essere linkato considerando: – Page Rank – Relevance – Link context (pagine in tema) – Numero di outbound link Richiedi il link personalmente, mediante un approccio personale.. Non standardizzato Ricorda che i link non devono necessariamente puntare alla HP. Favorisci il corretto linking fornendo un modello con: – Anchor text preferito (contenente keyphrase o title della tua pagina) – Eventuale alt dell’immagine link 70
  • 71. Altri approcci: Link exchange, link buying e Pr online Altro approccio è quello di richiedere di ricevere link da siti autorevoli, con alto PR ed in tema (elevato link context) e possibilmente pochi link in uscita, in cambio di un link reciproco. È importante determinare quali potrebbero essere le pagine del tuo sito in cui inserire un link esterno Per quanto riguarda l’acquisto di link in vendita su siti ad alto PR Google avversa decisamente questa pratica; è un’attività quindi rischiosa; il rischio è di essere penalizzato da Google e considerato come uno Spammer. Un’alternativa è quella di fare Pr Online, per esempio postando su Blog visitati, newsgroup e forum oppure utilizzati servizi di Pr online per comunicati stampa etc.; potenzialmente è una pratica molto efficace anche se dispendiosa e non facile 71
  • 72. Grazie Leonardo Bellini leonardo.bellini@dml.it Brand: www.dml.it Blog: www.digitalmarketinglab.it Book:www.farebusinessconilweb.com 72
  • 73. Conclusioni 73