Your SlideShare is downloading. ×
0
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Iniziative comunitarie
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Iniziative comunitarie

939

Published on

La nuova programmazione 2007/13

La nuova programmazione 2007/13

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
939
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2007/2013 Iniziative Comunitarie
  • 2. Nuovo assetto <ul><li>EQUAL: FSE </li></ul><ul><li>URBAN: FESR </li></ul><ul><li>LEADER: FEASR </li></ul><ul><li>INTERREG: GECT </li></ul>FSE FESR;FSE FEASR FESR
  • 3. EQUAL <ul><li>Formalmente estinta </li></ul><ul><li>Finalità e contenuti assorbiti dal Regolamento FSE </li></ul><ul><li>Priorità FES: </li></ul><ul><li>partecipazione e progresso delle donne nell’occupazione; </li></ul><ul><li>integrazione sociale degli emigrati </li></ul><ul><li>integrazione delle persone con difficoltà; </li></ul><ul><li>lotta alla discriminazione. </li></ul>
  • 4. URBAN <ul><li>Formalmente estinta </li></ul><ul><li>Finalità e contenuti assorbiti dal Regolamento FESR </li></ul><ul><li>Priorità FERS: </li></ul><ul><li>rinnovamento urbano; </li></ul><ul><li>riconversione siti industriali; </li></ul><ul><li>valorizzazione patrimonio fisico; </li></ul><ul><li>servizi alle imprese e ai cittadini. </li></ul><ul><li>Con il concorso anche del FSE </li></ul>
  • 5. LEADER <ul><li>ELEMENTI DI CONTINUITA’ </li></ul><ul><li>L’approccio di LEADER è confermato nei suoi elementi principali: </li></ul><ul><li>programmi territoriali destinati a zone rurali ben definite, di livello sub-regionale; </li></ul><ul><li>approccio bottom-up , con gruppi di azione locale dotati di iniziativa e poteri operativi; </li></ul><ul><li>orientamento all’elaborazione e all’attuazione di una strategia di sviluppo locale. </li></ul><ul><li>ELEMENTI DI NOVITA’ </li></ul><ul><li>I GAL eleggibili devono : </li></ul><ul><li>essere già abilitati alle iniziative Leader II o Leader+; </li></ul><ul><li>oppure possono essere di nuova costituzione ; </li></ul><ul><li>devono agire per la realizzazione di strategie finalizzate agli obiettivi del FEASR ( assi di intervento ). </li></ul>Titolo IV – Sostegno allo Sviluppo rurale Sezione 4 – Asse 4
  • 6. INTERREG <ul><li>Formalmente estinta </li></ul><ul><li>Finalità e ( parzialmente ) contenuti assorbiti dall’Obiettivo 3 </li></ul><ul><li>Regolamento FESR </li></ul><ul><li>CAPITOLO III COOPERAZIONE TERRITORIALE </li></ul>
  • 7. Obiettivo 3: Cooperazione Territoriale <ul><li>Promuovere uno sviluppo armonioso ed equilibrato del territorio dell'Unione </li></ul><ul><li>attraverso: </li></ul><ul><li>Azioni </li></ul><ul><li>per favorire la cooperazione transfrontaliera (riguarderà tutte le regioni lungo i confini esterni e interni sia terrestri che marittimi), transnazionale ed interregionale sulla base del modello INTERREG; </li></ul><ul><li>con: </li></ul><ul><li>Obiettivo chiave </li></ul><ul><li>di fornire soluzioni congiunte ai problemi comuni tra autorità vicine, come per esempio lo sviluppo urbano, rurale e costiero, lo sviluppo di relazioni economiche e la creazione di reti di piccole e medie imprese. </li></ul>
  • 8. TRANSFRONTALIERO (per Italia) <ul><li>ITALIA – AUSTRIA; </li></ul><ul><li>ITALIA – FRANCIA MARITTIMO; </li></ul><ul><li>ITALIA – FRANCIA ALCOTRA; </li></ul><ul><li>ITALIA – SLOVENIA; </li></ul><ul><li>ITALIA – GRECIA. </li></ul>
  • 9. TRANSNAZIONALE <ul><li>SAZIO ALPINO; </li></ul><ul><li>EUROPA CENTRALE; </li></ul><ul><li>EUROPA SUD-EST; </li></ul><ul><li>MED 2007-2013. </li></ul>
  • 10. INTER-REGIONALE <ul><li>INTERREG IVC; </li></ul><ul><li>INTERACT II; </li></ul><ul><li>EPSON 2013; </li></ul><ul><li>URBACT II. </li></ul>
  • 11. Riferimenti: http://europa.eu/scadplus/ Info: Dr Caterina Salvia [email_address]

×