• Like
Iniziative comunitarie
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Iniziative comunitarie

  • 922 views
Published

La nuova programmazione 2007/13

La nuova programmazione 2007/13

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
922
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
24
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. LA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2007/2013 Iniziative Comunitarie
  • 2. Nuovo assetto
    • EQUAL: FSE
    • URBAN: FESR
    • LEADER: FEASR
    • INTERREG: GECT
    FSE FESR;FSE FEASR FESR
  • 3. EQUAL
    • Formalmente estinta
    • Finalità e contenuti assorbiti dal Regolamento FSE
    • Priorità FES:
    • partecipazione e progresso delle donne nell’occupazione;
    • integrazione sociale degli emigrati
    • integrazione delle persone con difficoltà;
    • lotta alla discriminazione.
  • 4. URBAN
    • Formalmente estinta
    • Finalità e contenuti assorbiti dal Regolamento FESR
    • Priorità FERS:
    • rinnovamento urbano;
    • riconversione siti industriali;
    • valorizzazione patrimonio fisico;
    • servizi alle imprese e ai cittadini.
    • Con il concorso anche del FSE
  • 5. LEADER
    • ELEMENTI DI CONTINUITA’
    • L’approccio di LEADER è confermato nei suoi elementi principali:
    • programmi territoriali destinati a zone rurali ben definite, di livello sub-regionale;
    • approccio bottom-up , con gruppi di azione locale dotati di iniziativa e poteri operativi;
    • orientamento all’elaborazione e all’attuazione di una strategia di sviluppo locale.
    • ELEMENTI DI NOVITA’
    • I GAL eleggibili devono :
    • essere già abilitati alle iniziative Leader II o Leader+;
    • oppure possono essere di nuova costituzione ;
    • devono agire per la realizzazione di strategie finalizzate agli obiettivi del FEASR ( assi di intervento ).
    Titolo IV – Sostegno allo Sviluppo rurale Sezione 4 – Asse 4
  • 6. INTERREG
    • Formalmente estinta
    • Finalità e ( parzialmente ) contenuti assorbiti dall’Obiettivo 3
    • Regolamento FESR
    • CAPITOLO III COOPERAZIONE TERRITORIALE
  • 7. Obiettivo 3: Cooperazione Territoriale
    • Promuovere uno sviluppo armonioso ed equilibrato del territorio dell'Unione
    • attraverso:
    • Azioni
    • per favorire la cooperazione transfrontaliera (riguarderà tutte le regioni lungo i confini esterni e interni sia terrestri che marittimi), transnazionale ed interregionale sulla base del modello INTERREG;
    • con:
    • Obiettivo chiave
    • di fornire soluzioni congiunte ai problemi comuni tra autorità vicine, come per esempio lo sviluppo urbano, rurale e costiero, lo sviluppo di relazioni economiche e la creazione di reti di piccole e medie imprese.
  • 8. TRANSFRONTALIERO (per Italia)
    • ITALIA – AUSTRIA;
    • ITALIA – FRANCIA MARITTIMO;
    • ITALIA – FRANCIA ALCOTRA;
    • ITALIA – SLOVENIA;
    • ITALIA – GRECIA.
  • 9. TRANSNAZIONALE
    • SAZIO ALPINO;
    • EUROPA CENTRALE;
    • EUROPA SUD-EST;
    • MED 2007-2013.
  • 10. INTER-REGIONALE
    • INTERREG IVC;
    • INTERACT II;
    • EPSON 2013;
    • URBACT II.
  • 11. Riferimenti: http://europa.eu/scadplus/ Info: Dr Caterina Salvia [email_address]