Analisi testuale - 11 Settembre - Ken Loach

890 views
837 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
890
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Analisi testuale - 11 Settembre - Ken Loach

  1. 1. http://www.youtube.com/watch?v=4wPxZto9deI&feature=related <ul><li>Ken Loach - September 11, 1973 </li></ul><ul><li>Traccia per la lettura n.2 </li></ul><ul><li>Di quante sequenze si compone il film? Si provi a ricostruirne la struttura. </li></ul><ul><li>Come sono montate? </li></ul><ul><li>Quale rapporto esiste tra asse audio e asse video? </li></ul><ul><li>Su quali codici gioca il Soggetto Enunciatore per costruire il senso del film? </li></ul><ul><li>Quali livelli di lettura si possono ipotizzare? </li></ul>
  2. 2. <ul><li>1) Di quante sequenze si compone l’intero film? </li></ul><ul><li>Undici registi di paesi e culture diversi hanno realizzato ciascuno un breve documentario, </li></ul><ul><li>lungo ognuno 11 minuti, 9 secondi e 1 fotogramma, sui tragici fatti accaduti a New York l'11 </li></ul><ul><li>settembre 2001 con un budget di 400mila euro a testa. </li></ul><ul><li>&quot;Egitto&quot; - Per onorare le vittime a New York il regista egiziano Youssef Chahine ricorda quelli </li></ul><ul><li>della tragedia palestinese, in particolare i primi morti a Beirut. </li></ul><ul><li>&quot;Israele&quot; - L'organizzazione dei soccorsi di un attentato terroristico avvenuto a Gerusalemme e </li></ul><ul><li>i tentativi della tv di raccontare gli eventi, anche a costo di intralciare i soccorritori, è il modo </li></ul><ul><li>in cui Amos Gitai ricorda che attentati avvengono ovunque. </li></ul><ul><li>&quot;Messico&quot; - Nella quasi totale mancanza di immagini, le voci e i suoni registrati sul luogo della </li></ul><ul><li>tragedia ricordano i lunghi momenti precedenti all'implosione delle torri. </li></ul><ul><li>&quot;Giappone&quot; - Un soldato torna al suo villaggio, ma non è più lo stesso ragazzo che è partito. </li></ul><ul><li>E' ossessionato dalla 'santità' della seconda guerra mondiale e dai rimbrotti che è costretto ad </li></ul><ul><li>ascoltare. Non gli resta che cominciare a comportarsi come fosse un serpente... </li></ul>
  3. 3. <ul><li>&quot;Francia&quot; - A fianco della tragedia collettiva si consuma, nel silenzio, la tragedia individuale di </li></ul><ul><li>una giovane fotografa francese sordomuta che vive la tragedia della fine del suo amore per un </li></ul><ul><li>accompagnatore turistico americano. </li></ul><ul><li>&quot;Regno Unito&quot; - Ken Loach coglie l'occasione per ricordare la tragedia di un altro 11 settembre, </li></ul><ul><li>quello in cui gli americani nel 1973 ritennero intollerabile la sopravvivenza in Cile di un </li></ul><ul><li>governo di sinistra eletto dal popolo, per cui aiutarono il golpe di Pinochet e, quindi, </li></ul><ul><li>l'assassinio di Allende e, in seguito, di altre trentamila persone. </li></ul><ul><li>&quot;Iran&quot; - In una fabbrica all'aperto di mattoni, dove lavorano bambini afgani rifugiati in Iran, </li></ul><ul><li>una giovane maestra, una volta riuniti tutti i bambini che lavorano per costruire un rifugio </li></ul><ul><li>contro i bombardamenti americani, cerca di spiegare loro cosa è accaduto a New York e l'unica </li></ul><ul><li>cosa simile a una torre che può indicare ai suoi alunni è la ciminiera della fornace. </li></ul><ul><li>&quot;India&quot; - La madre di un pakistano naturalizzato americano viene guardata con disprezzo da </li></ul><ul><li>tutti nel quartiere. Suo figlio è scomparso e per i vicini non è che la prova della sua militanza in </li></ul><ul><li>una cellula terroristica. Solo dopo molto tempo si verrà a sapere che il ragazzo è morto da eroe </li></ul><ul><li>sotto le macerie delle torri gemelle. </li></ul>
  4. 4. <ul><li>&quot;Burkina Faso&quot; - Per un ragazzo povero del Burkina Faso che ha abbandonato la scuola </li></ul><ul><li>per lavorare e poter così acquistare le medicine necessarie a curare la madre ammalata. la </li></ul><ul><li>notizia ascoltata per radio di una taglia su Bin Laden, lo spinge a riconoscerlo in ogni </li></ul><ul><li>musulmano. </li></ul><ul><li>&quot;USA&quot; - Un vecchio vive in solitudine accanto alle Twin Towers, parlando con la moglie </li></ul><ul><li>morta come se fosse sempre accanto a lui. La caduta delle torri gemelle fa finalmente </li></ul><ul><li>arrivare il sole nella sua casa e fa fiorire una piantina stenta. Gli fa però anche prendere </li></ul><ul><li>coscienza del fatto che la moglie non è più con lui. </li></ul><ul><li>&quot;Bosnia Erzegovina&quot; - Ogni 11 del mese, le donne di Srebrenica sfilano in silenzio in </li></ul><ul><li>piazza per ricordare i loro morti massacrati dai serbi l'11 settembre del 1995. </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Riferimenti di paratesto: 3 recensioni sul film tratte dal web </li></ul><ul><li>&quot;Come si fa a non andare a vederlo? Vale per molti motivi: asseconda il rito della </li></ul><ul><li>memoria; è tra i più motivati film collettivi, a episodi, della storia del cinema; parafrasa </li></ul><ul><li>l'emozione di spaesamento globale dopo l'attacco alle Torri; lo fa per primo e non è un </li></ul><ul><li>instant - movie; alimenta la discussione: quale episodio mi piace? quale rifiuto? </li></ul><ul><li>Soprattutto, perché. Prodotto dal francese Alain Brigand, ha l'intenzione di 'testimoniare </li></ul><ul><li>la risonanza dell'evento in tutto il mondo ' con le immagini di undici cineasti di paesi </li></ul><ul><li>diversi. L'undici ricorre come uno spettro della cabala. Già, bisogna vederlo come la </li></ul><ul><li>mirabolante occasione di impaginare il mondo secondo punti di vista diversi davanti a </li></ul><ul><li>una tragedia del mondo 'tra le altre', ahinoi. E' questa la cosa più difficile. Innalzarci a un </li></ul><ul><li>vero sentire globale, davanti alla più toccante strage occidentale, con l'onestà della storia </li></ul><ul><li>e senza perdere le proprie opinioni politiche. I bambini iraniani che guardano su una </li></ul><ul><li>povera ciminiera per cercare d'immaginare un grattacielo che non vedranno forse </li></ul><ul><li>mai.“ </li></ul><ul><li>(Silvio Danese, 'Il Giorno', 13 settembre 2002) </li></ul>
  6. 6. <ul><li>“ Ken Loach (Regno Unito). Pablo è un cileno fuggito dal suo paese dopo la morte di </li></ul><ul><li>Allende (11 settembre del '73). Scrive una lettera ideale ai famigliari delle vittime di </li></ul><ul><li>Manhattan accomunando il loro dolore a quello dei famigliari delle vittime di Pinochet. </li></ul><ul><li>Il &quot;corto&quot; è un documentario sul Cile di quel periodo: Kissinger e Cia complici del colpo </li></ul><ul><li>di stato, torture e uccisioni. Cose conosciute e dolore condiviso dal mondo. Loach, </li></ul><ul><li>vecchio comunista, va fuori tema. </li></ul><ul><li>Odia l'America e in sostanza la sua è la stessa tesi del musulmano Chahine. e non riesce a </li></ul><ul><li>nascondere la soddisfazione per l'America finalmente punita. Ideologico - sgradevole.” </li></ul><ul><li>(Pino Farinotti )   </li></ul>
  7. 7. <ul><li>“… Un fantasma incancellabile, oltre che un data, che continuerà ad infestare i nostri ricordi </li></ul><ul><li>della storia recente. In questa recensione così ricca di cifre non appare il voto finale alla </li></ul><ul><li>pellicola. E' una precisa scelta dovuta al carattere estremamente particolare di questo film sulla </li></ul><ul><li>memoria e sul dolore, che va visto come un esame di coscienza, come un'occasione per </li></ul><ul><li>riflettere e non come un'opera cinematografica &quot;classica&quot;. Solitamente il risultato ottenuto dai </li></ul><ul><li>film a episodi è un lavoro complessivo poco uniforme e discontinuo, con picchi di attenzione </li></ul><ul><li>elevata e voragini di noia abissale. </li></ul><ul><li>Non è il caso di questo strano film-progetto, però, che fa della sua identità multipla il suo </li></ul><ul><li>principale punto di forza. Undici diversi sguardi sulla tragedia, undici diversi punti di vista su </li></ul><ul><li>un evento tanto grande quanto inaspettato. </li></ul><ul><li>I lavori andrebbero giudicati uno per uno, ma i loro difetti sono grossomodo comuni: luoghi </li></ul><ul><li>comuni, moralismi, pretese da cinema impegnato. Per fortuna però qui l'impegno politico ed i </li></ul><ul><li>paroloni da ambasciatori lasciano spazio alle emozioni forti che l'evento ha scatenato in tutti </li></ul><ul><li>noi, fornendo spunti per discussioni e dibattiti interiori. .. </li></ul><ul><li>Un progetto e  un esperimento, quindi, più che un film. </li></ul><ul><li>Riuscito solo in parte come opera cinematografica e altalenante nella sua realizzazione </li></ul><ul><li>complessiva, &quot;11 settembre 2001&quot; è un lungo percorso per immagini e suoni che raggiunge </li></ul><ul><li>l'anima e la coscienza senza lasciare spazio all'indifferenza. “ </li></ul><ul><li>(Alessandro Gimelli) </li></ul>
  8. 8. <ul><li>Di quante sequenze si compone l’episodio di Ken Loach? </li></ul><ul><li>Si provi a ricostruirne la struttura. </li></ul>VIDEO Il film si compone di 30 sequenze e più inquadrature di immagine AUDIO Voce narrante e musica di sottofondo (canto con chitarra e flauti) e voci e rumori di sottofondo <ul><li>0’28” col. – Interno -giorno </li></ul><ul><li>Pablo seduto ad un tavolo di una </li></ul><ul><li>stanza che scrive una lettera </li></ul>voce narrante, lenta e con frequenti pause: “care madri, cari padri e persone care di coloro che sono morte l’11 settembre a New York … sono cileno … vivo a Londra e vorrei dirvi che forse abbiamo qualcosa in comune …” <ul><li>0’10” B/N – esterno - giorno </li></ul><ul><li>Immagini di persone che corrono in strada </li></ul>Voce narrante : “i vs. cari sono stati assassinati come lo furono i miei … abbiamo anche la data in comune … <ul><li>0’05” col.- interno - giorno </li></ul><ul><li>Pablo che scrive e pensa </li></ul>Voce narrante: “martedì 11 settembre …” 4) 0’48” b/n – esterno - giorno Persone che votano- stacco- persone che festeggiano in piazza, sorridono Voce narrante: “nel 1970 ci furono le elezioni … io avevo 18 anni e votavo per la prima volta … Canto di sottofondo con chitarra
  9. 9. 4) 0’20” b/n - esterno - giorno Immagini di una folla di persone festanti Voce narrante: “avevamo un bellissimo sogno … costruire una società in cui tutti potessero condividere il frutto del proprio lavoro, le ricchezze del paese … così … nel 1970 … andammo tutti a votare e vincemmo 5) 0’15” col. - Interno - giorno Pablo che canta e suona una chitarra canto <ul><li>1’62” b/n - esterno -giorno </li></ul><ul><li>Bambino che trasporta una ciotola con del liquido – </li></ul><ul><li>stacco- aratro che ara la terra – stacco - industrie </li></ul>Voce narrante: “ c’era il latte e la scuola per i figli … terre incolte vennero distribuite ai contadini senza terra … le miniere di rame e di carbone e le principali industrie divennero proprietà di tutti noi … per la prima volta nella loro vita le persone avevano una dignità … <ul><li>1’18” b/n – interno – giorno </li></ul><ul><li>Donne che lavorano con macchine da cucire </li></ul>Voce di donna cilena che parla Voci di donne in sottofondo 8) 0’14” b/n – interno – giorno Henry Kissinger che parla ad un congresso – stacco – parla con un uomo che è di spalle Voce narrante: “ma non sapevano quanto questo fosse pericoloso … il vs. Segretario di Stato , Henry Kissinger, disse: - non vedo come si possa stare fermi a guardare mentre un paese cade nelle mani dei comunisti, grazie all’irresponsabilità del suo stesso popolo”
  10. 10. <ul><li>0’08” b/n - sterno- giorno </li></ul><ul><li>Traffico –stacco- immagini di insegne di banche </li></ul>Voce narrante: “ le ns. scelte democratiche, i ns. voti non erano rilevanti … i mercati, i profitti sono più importanti della democrazia … 10) 0’08” col – interno- giorno Pablo che scrive sul un foglio Voce narrante: “da quel momento in poi, il ns. dolore, il vs. dolore, furono legalizzati … 11) 0’63” b/n – esterno – giorno Persone che scappano in strada – stacco – roghi – altre persone che scappano Sirene che suonano Urla di persone Voce narrante: “ il vs. Presidente Nixon affermò che avrebbe fatto crollare la ns. economia … la CIA ricevette istruzioni di attivarsi per organizzare un’insurrezione militare … un colpo di Stato … oltre 10 milioni di $ furono stanziati per sbarazzarsi del ns. Presidente, Salvador Allende … (pausa lunga)silenzio 12) 0’08” col.- interno- giorno Pablo che pensa e scrive Voce narrante: “amici … i vs. leader decisero di distruggerci … 13) 0’12” b/n – esterno – giorno Persone che scappano per strada e salgono su camion Voce narrante: “provocarono uno sciopero dei trasporti che finì quasi per paralizzare la ns. economia … bloccarono gli scambi delle merci del ns. Paese creando il caos …
  11. 11. 14) 0’16” b/n – esterno – giorno Immagini di un esercito in fila Manifestanti in piazza Voce narrante: “ si unirono a quanti nel ns. paese non avevano accettato la ns. vittoria … Voci di folla in sottofondo Voce narrante: “i vs. $ foraggiarono gruppi neofascisti che portavano la violenza nelle strade e … 15) 0’09” b/n – esterno – giorno Bombardamenti ed esplosioni - stacco – manifestanti in piazza – stacco - comizi Voce narrante: “… mettevano bombe nelle fabbriche e nelle centrali elettriche Rumori di bombe Voci di manifestanti Voce narrante: “incredibilmente … la cosa non funzionò” 16) 0’45” b/n - esterno – giorno Donna che parla – stacco - Uomo che tiene un comizio – stacco – popolo in piazza Voce di donna che parla cileno Uomo cileno che parla ad alta voce in un comizio Voce narrante :”… nelle elezioni amministrative il consenso popolare addirittura aumentò … e che cosa fecero gli Stati Uniti? … 17) 0’17” col. –interno – giorno STACCO AL PRESENTE Bush parla in una conferenza stampa dopo l’11/09 Voce di Bush: “ l’11 settembre i nemici della libertà hanno compiuto un atto di guerra contro il ns. paese e la notte è calata su un mondo diverso, un mondo dove la libertà stessa è sotto attacco” 18) 1’69” b/n – esterno – alba Immagini di aerei che bombardano la città - stacco – crollo di palazzi Sibilo di aerei che sganciano le bombe Bombardamenti Voce narrante: “ l’11 settembre i nemici della libertà compirono un atto di guerra contro il ns. Paese … alle prime luci dell’alba truppe corazzate avanzano contro il ns. palazzo residenziale … Allende, i suoi ministrie i consiglieri erano all’interno … Allende non fuggì mentre il Palazzo della Monida veniva bombardato …
  12. 12. 19) 0’17” immagine statica probabilmente foto - b/n – interno Allende che viene arrestato Cambio di inquadratura da campo lungo a primo piano Voce di un cileno 20) 0’20” b/n – esterno – giorno Palazzi a fuoco - stacco – gente che scappa – stacco - carri che caricano persone Voce narrante: “ fu assassinato … (pausa lunga) fu assassinato … martedì … anche da noi accadde un martedì … l’11 settembre del 1973 … un giorno che distrusse le ns. vite per sempre 21) 0’16” col – interno – giorno Pablo che si tocca il viso in segno di disperazione Chitarra 22) 0’70” b/n -esterno – giorno Prigioniero catturato dai soldati e perquisito Voce narrante :” mi spararono a un ginocchio e poi mi sbatterono la testa contro l’asfalto lurido della strada … me lo sbatterono non so quante volte … finché non persi conoscenza Chitarra di sottofondo 23) 0’64” col –interno- giorno Pablo che canta e suona la chitarra – stacco – b/n – esterno- giorno immagini di soldati e prigionieri e primi piani di una donna tra la folla di prigionieri Canto con chitarra e flauti
  13. 13. <ul><li>1’18”b/n -esterno – giorno </li></ul><ul><li>Prigionieri legati </li></ul><ul><li>morti sul terreno </li></ul><ul><li>familiari che camminano suoi cadaveri e li cercano </li></ul><ul><li>cadaveri </li></ul><ul><li>primi piani di donne </li></ul><ul><li>pullman con prigionieri che scendono </li></ul><ul><li>corpi di cadaveri in mezzo alla strada </li></ul>Voce narrante:” un giorno in prigione mi issai sulle sbarre della finestra e vidi fuori un amico che veniva trascinato per le braccia … non poteva camminare … gli avevano spezzato le ossa … sanguinava dalle orecchie … poi lo assassinarono … (pausa lunga) Chitarra, flauto di sottofondo Voce narrante: “sapemmo dei campi di tortura comandati da ufficiali addestrati nelle scuole militari americani … Nessun suono di sottofondo Sapemmo di quelli sbudellati … gettati dagli elicotteri in volo … di quelli torturati davanti ai loro figli e alle loro mogli…(pausa lunga) Sapete che cosa facevano? (pausa lunga) Collegavano fili elettrici ai genitali … (pausa lunga) VOCE ROTTA DALL’EMOZIONE … mettevano topi nelle vagine delle donne … (pausa lunga) … addestravano i cani a stuprare le donne e poi … 8pausa lunga) sapemmo della carovana della morte … del Generale che andava di città in città ordinando esecuzioni a caso … (pausa lunga) VOCE ROTTA DALL’EMOZIONE … 30 mila persone furono assassinate … 30 mila Silenzio
  14. 14. 25) 0’58” b/n – interno – giorno Immagini dell’incontro Kissinger e Pinochet : stretta di mano e colloquio Voce narrante incalzante : “il vs. ambasciatore protestò per le torture, ma Kissinger replicò: - Dite gli di non mettersi a fare lezioni di Scienze Politiche Il Generale Pinochet che aveva guidato il colpo di Stato accolse sorridendo il Segretario di Stato che si congratulò con lui per il lavoro ben fatto … e i $ ricominciarono a fruire verso il Cile … 26) 0’19 b/n – esterno –giorno Immagini fisse di un prigioniero a mani in alto con dei soldati Voce narrante:” mi chiamarono terrorista … mi condannarono al carcere a vita senza processo né difesa (pausa)… fui rilasciato dopo 5 anni, ma dovetti abbandonare il Paese per la sicurezza dei miei amici 27) 0’09” col- esterno –giorno Pablo che fuma una sigaretta e guarda un ambiente aperto Voce narrante:” ora non posso tornare in Cile anche se ci penso continuamente … il Cile è la mia casa …ma 28) 0’69” col. - Esterno – giorno Pablo in un parco che gioca a calcio con dei ragazzi - stacco - due donne che si tengono per mano a cui si unisce una terza persona Voce narrante: “ … cosa sarebbe dei miei figli … loro sono nati qui a Londra … non posso condannarli all’esilio come fu per me Voci di sottofondo Voce narrante: “ non posso farlo ora … anche se con tutto il cuore vorrei tornare a casa … 29) 0’13” b/n - esterno .- giorno Folla cilena festante Voci di sottofondo festanti Voce narrante: “ Sant’Agostino diceva: - La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Sdegno per le cose come sono e coraggio per cambiarle
  15. 15. 2) Come sono montate le sequenze e quale rapporto esiste tra asse audio e asse video? Le sequenze dell’episodio di Ken Loach a mio avviso sono un alternarsi di bianco nero e colore, di filmati in movimenti ed immagine statiche, di condizioni di ripresa tra esterni ed interni, di cambi di inquadrature (campi e piani differenti), angolazioni e inclinazioni delle immagini, con una cura particolare nell’organizzazione delle materie significanti visive (immagini vere e proprie e video) e sonore (rumori, voci e musiche) con rapporti di stretta correlazione narrativa. 30) 0’84 col – interno – giorno Pablo al suo tavolo che termina di scrivere la sua lettera Con una vecchia foto in mano Voce narrante: “ madri … padri … e persone care di coloro che sono morti a New York … presto sarà il 29° anniversario del ns. martedì 11 settembre … e il 1° anniversario del vs. … (pausa) Noi vi ricorderemo … Spero che voi vi ricorderete di noi PABLO
  16. 16. <ul><li>3) Su quali codici gioca il Soggetto Enunciatore per costruire il senso del film? </li></ul><ul><li>Sono stati utilizzati i codici visivi e auditivi </li></ul><ul><li>Visivi: </li></ul><ul><li>iconici : luce , colore, campi e piani differenti, angolazione e inclinazione, profondità del campo </li></ul><ul><li>cinesici : mimica e gestualità </li></ul><ul><li>spaziali: scenografia , set </li></ul><ul><li>sintattici: stacco, piani sequenza </li></ul><ul><li>Auditivi: </li></ul><ul><li>voci: timbro, ritmo, altezza </li></ul><ul><li>rumori: naturali , sotto e sovraesposti </li></ul><ul><li>suoni e musiche: canto con accompagnamento della chitarra e in alcuni momenti anche dal flauto/i </li></ul>
  17. 17. <ul><li>4) Quali livelli di lettura si possono ipotizzare? </li></ul><ul><li>A mio avviso il regista, Ken Loach, ha voluto riempire il testo audiovisivo di significato </li></ul><ul><li>da interpretare da parte dello spettatore. </li></ul><ul><li>Si rileva pertanto un livello di lettura semantica e critica. </li></ul><ul><li>L’intenzione è di promuovere una riflessione su argomenti emotivamente ed </li></ul><ul><li>ideologicamente molto forti: si intende effettuare un’analisi del contenuto del video per </li></ul><ul><li>rilevarne i messaggi mediali di violenza, soprusi ed ingiustizia sociale rendendo il </li></ul><ul><li>soggetto che visiona il film un soggetto cosciente e consapevole. </li></ul><ul><li>Nell’analisi operativa si è dovuto mettere in campo competenze di tipo storico – culturali </li></ul><ul><li>per l’identificazione dei temi e approcciarsi ad essi con atteggiamenti critici riconoscendo </li></ul><ul><li>nel testo significati culturali, politici ed ideologici. </li></ul>
  18. 18. <ul><li>CONSIDERAZIONI FINALI </li></ul><ul><li>In questa attività ho potuto attivare le differenti pratiche dello sguardo che avvengono </li></ul><ul><li>durante l’approccio con l’audiovisivo: </li></ul><ul><li>Visione: ho effettuato una prima visione continua senza effettuare la trascrizione e </li></ul><ul><li>l’effetto è stato di tipo emotivo </li></ul><ul><li>Osservazione: ho effettuato in seguito una visione reiterata neutrale, prendendo i primi </li></ul><ul><li>appunti sul testo e cercando in seguito on-line trame e recensioni per avere </li></ul><ul><li>un’idea globale del film e non del solo episodio di Ken Loach. In seguito ho </li></ul><ul><li>approcciato il testo con uno sguardo distaccato e non emotivo ed ho posto </li></ul><ul><li>l’attenzione sui singoli elementi del testo (montaggio, sonoro, video). </li></ul><ul><li>Visionamento: ho effettuato poi una visione ripetuta interrompendo frame by frame in </li></ul><ul><li>modo da poter visualizzare con maggior attenzione i vari codici utilizzati </li></ul><ul><li>Trascrizione: infine ho effettuato la trascrizione con l’analisi analitica del testo narrato, </li></ul><ul><li> delle condizioni di ripresa, dei tipi di inquadratura e dei caratteri </li></ul><ul><li>significanti visivi e sonori. Quest’ultima si è rivelata un’attività molto </li></ul><ul><li>complessa che mi ha permesso però di avere maggiore consapevolezza del </li></ul><ul><li>testo audiovisivo sia dal punto di vista tecnico che di negoziazione del </li></ul><ul><li>significato. </li></ul>

×