www.aiditalia.org        AID, ente accreditato MIUR per la formazione del personale della scuola.                         ...
PERCORSO A.I.D.Offrire agli utenti un punto di riferimento                                                             199...
La scuola e la famiglia possono essere di               INDIVIDUAZIONE                     screeninggrande aiuto ad ogni b...
Il bambino/ragazzo, LA PERSONA    protagonista del proprio progetto di vita                                 SINERGIE PER P...
CONSENSUS CONFERENCE                                                                                     ROMA, 6 – 7 DICEM...
Si propone di preparare gli insegnanti e di sensibilizzare                                                i genitori nei c...
I COMPITI DELLA SCUOLA,DELLA FAMIGLIA E DEI SERVIZI                Diagramma schematico dei passi previsti dalla legge 170...
Consensus Conference. Definizione                                                           AREA 3 – SEGNI PRECOCI,    Con...
FINALITA’ E OBIETTIVI     CARATTERISTICHE METODOLOGICHE:                                   DELLA RICERCA - AZIONE         ...
PROGETTO A.I.D. DI RETE VI_PD_RO_TV                      RICERCA – AZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA                    ...
ALUNNI COINVOLTI IN VENETO• 2001/2002 VI                                                                   “TUTTI I BAMBIN...
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI                                                    DEL 24 07 2012                   ...
Grazie soprattutto da parte sua…        www.aiditalia.org                                               A.I.D._Maristella ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Progetto Ricerca-Azione "Tutti i Bambini ... " 2012-13

814 views
647 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
814
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
37
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Progetto Ricerca-Azione "Tutti i Bambini ... " 2012-13

  1. 1. www.aiditalia.org AID, ente accreditato MIUR per la formazione del personale della scuola. Aderente all’Associazione I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SINERGIE PER PROMUOVERE IL CAMBIAMENTO Europea Dislessia PROGETTO A. I. D. DI RETE RICERCA-AZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA RICERCA- “Tutti i bambini vanno bene a scuola” scuola” L’ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA GRUPPO DI CONTROLLO ANNUALITA’ 2011/2012 - PROVINCE DI PADOVA - VICENZA - TREVISO - ROVIGO ANNUALITA’ RETE ANNUALITA’ 2012/2013 - PROVINCE DI PADOVA - ROVIGO - TREVISO ANNUALITA’ si propone Maristella Craighero Responsabile e Coordinatrice progetto A.I.D. A.I.D. www.dislessia.it A.I.D._Maristella Craighero 1 A.I.D._Maristella Craighero 2Sensibilizzare il mondo professionale, Sensibilizzare il mondo professionale,scolastico e la pubblica opinione sul scolastico e la pubblica opinione sulproblema della dislessia evolutiva; problema della dislessia evolutiva; www.aiditalia.org www.aiditalia.org A.I.D._Maristella Craighero 3 A.I.D._Maristella Craighero 4
  2. 2. PERCORSO A.I.D.Offrire agli utenti un punto di riferimento 1997 2012certo e qualificato per ottenereinformazioni e aiuto per consulenza eassistenza per l’identificazione delproblema o per l’approccio riabilitativo escolastico. www.aiditalia.org www.aiditalia.org A.I.D._Maristella Craighero 5 A.I.D._Maristella Craighero 6OBIETTIVI A.I.D.• Garantire il diritto fondamentale del dislessico di AZIONI esserci e di avere una qualità di vita adeguata.• Garantire opportunità scolastiche in cui il Informazione dislessico possa apprendere nonostante la dislessia : Formazione specifica mediante la collaborazione scuola - famiglia - servizi sanitari Promozione interventi specifici mediante l’azione istituzionale Promozione ricerca scientifica a livello nazionale (normativa, legislazione). A.I.D._Maristella Craighero 7 A.I.D._Maristella Craighero 8
  3. 3. La scuola e la famiglia possono essere di INDIVIDUAZIONE screeninggrande aiuto ad ogni bambino/ragazzo in PRECOCEdifficoltà, grazie ad un costruttivoatteggiamento di comprensione. didattica mirata DIAGNOSI protocollo diagnosticoPensiamo ai bambini/ragazzi con disturbispecifici di apprendimento, che tutti i giornidevono combattere a scuola e a casa con i Fattore di Trattamenti PROTEZIONEloro problemi: riabilitativiè responsabilità degli adulti predisporreun ambiente favorevole che li aiuti e li Didattica STRATEGICA Autonomiaagevoli nel loro faticoso percorso. Strumenti A.I.D._Maristella Craighero 9 A.I.D._Maristella Craighero 10 OBIETTIVO COMUNE Il processo di GIOCO DI SQUADRA !!! gestione integrata del disturbo specifico di apprendimento:un modello indispensabile A.I.D._Maristella Craighero 11
  4. 4. Il bambino/ragazzo, LA PERSONA protagonista del proprio progetto di vita SINERGIE PER PROMUOVERE IL CAMBIAMENTO A.I.D._Maristella Craighero 141^ CONSENSUS CONFERENCE DISTURBI EVOLUTIVI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO promossa daASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIAComitato promotore: Iozzino R, Marchiori M, Savelli E, Termine C, Turello CMontecatini Terme 22-23 settembre 2006 Milano 26 gennaio 2007 A.I.D._Maristella Craighero 15 A.I.D._Maristella Craighero 16
  5. 5. CONSENSUS CONFERENCE ROMA, 6 – 7 DICEMBRE 2010A.I.D._Maristella Craighero 17 Data di pubblicazione: giugno 2011 UN GRANDE TRAGUARDO FINALMENTE RAGGIUNTO: LA LEGGE NAZIONALE CHE TUTELA I DISLESSICI ! LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Si compie un lungo percorso Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento che ha portato al in ambito scolastico. riconoscimento, nel quadro normativo italiano, delle difficoltà che le persone con DSA incontrano in ambito scolastico.A.I.D._Maristella Craighero 19 A.I.D._Maristella Craighero 20
  6. 6. Si propone di preparare gli insegnanti e di sensibilizzare i genitori nei confronti delle problematiche legate UNA GRANDE OPPORTUNITA’ ai DSA. Prende in considerazione l’intero percorso formativo: dalla Scuola dell’infanzia fino a comprendere gli studi universitari. Pone l’accento sulla necessità di una formazione del personale docente e dirigenziale delle scuole, finalizzata ad acquisire la competenza per individuarne precocemente i segnali e la conseguente capacità di applicare “strategie didattiche, metodologiche, educative e valutative adeguate”. A.I.D._Maristella Craighero 21 A.I.D._Maristella Craighero 22CENTRALITÀ DELLA SCUOLA Il 12 luglio 2011… … sono state emanate Le Linee Guida e le disposizioni attuative … ben precise! A.I.D._Maristella Craighero 23 A.I.D._Maristella Craighero 24
  7. 7. I COMPITI DELLA SCUOLA,DELLA FAMIGLIA E DEI SERVIZI Diagramma schematico dei passi previsti dalla legge 170/2010 per la gestione dei DSA SCUOLA FAMIGLIA SERVIZI Interventi di identificazione Iter diagnostico rappresenta una buona occasione precoce casi sospetti Attività di recupero Richiesta di valutazione per costruire una sinergia di azione Diagnosi didattico mirato documento di certificazione scuola-famiglia, base del successo formativo Persistenti difficoltà diagnosticaComunicazione della Comunicazione della scuola alla famiglia famiglia alla scuola di ogni studente.Provvedimenti compensativi e dispensativi – didattica e valutazione personalizzata A.I.D._Maristella Craighero 25 A.I.D._Maristella Craighero 26 PROGETTO A.I.D. Tutti i bambini vanno bene a scuola “Il mondo della scuola può a volte assomigliare a un treno in corsa nel quale tutti i vagoni viaggiano alla stessa velocità e che si ferma solo nelle principali stazioni: tutti i “bambini-vagone”devono andare alla stessa velocità, non è previsto il caso di un bambino-vagone che, per sue caratteristiche possa viaggiare in modo più lento, magari percorrere qualche binario diverso dai soliti, oppure fermarsi anche nelle stazioni secondarie.” (A.Martini) A.I.D._Maristella Craighero 27 A.I.D._Maristella Craighero 28 DYSLEXIC ?
  8. 8. Consensus Conference. Definizione AREA 3 – SEGNI PRECOCI, Consiste nella stesura di raccomandazioni da parte di una CORSO EVOLUTIVO E PROGNOSI giuria al termine di una presentazione e consultazione di 3.1 Segni precoci esperti che sintetizzano le conoscenze scientifiche su un dato argomento. La Consensus Conference ribadisce Oggi nella programmazione delle conferenze di consenso si l’importanza di screening degli indicatori di dà più spazio al lavoro del comitato promotore e si commissionano documenti preparatori. rischio condotti dagli insegnanti con la consulenza di professionisti della salute. Il lavoro consiste principalmente nello strutturare una Professioni diverse accettano di presentazione condivisa delle conoscenze disponibili per favorirne la diffusione e l’utilizzo nella pratica clinica e non a affrontare un problema condividendo risolvere aspetti controversi evidenze scientifiche e azioni e verificandone gli effetti nel tempo. Programma Nazionale per le Linee Guida Istituto Superiore di Sanità e Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali A.I.D._Maristella Craighero 29 A.I.D._Maristella Craighero 30 Rete, soggetti coinvolti•• Centri Territoriali Integrazione Dirigenti Scolastici (POF) e famiglie SCUOLA• Servizi Socio – Sanitari• Comuni Attori principali rete• Insegnanti• Insegnanti referenti DSA• Alunni• Logopedisti• Referente scientifico A.I.D. Giacomo Stella• Responsabile progetto A.I.D. e coordinatore rete Maristella Craighero SERVIZI• Referenti tecnici A.I.D. Mariangela Berton e Raffaela Zanon FAMIGLIA SANITARI A.I.D._Maristella Craighero 31 SINERGIA DI AZIONI 32
  9. 9. FINALITA’ E OBIETTIVI CARATTERISTICHE METODOLOGICHE: DELLA RICERCA - AZIONE RICERCA:• Gruppo di controllo Individuare precocemente i bambini a rischio di• Procedura standard RICERCA – AZIONE disturbi specifici di apprendimento – dislessia evolutiva attraverso una prova collettiva che ha valore di filtro.• Separazione delle funzioni AZIONE: - progettazione scientifica ⇒ A.I.D. • Individualizzare l’insegnamento della letto-scrittura l’ letto- - coordinamento ⇒ A.I.D. attraverso tecniche e attività didattiche in relazione ai attività - mediazione scientifica ⇒ A.I.D. diversi livelli di maturazione dei bambini. • Promuovere l’attenzione e la sensibilità della scuola in l’ sensibilità ordine alla complessità dei processi di lettura e complessità - realizzazione partecipata scrittura. ⇒ Logopedista - Insegnante - Referente D.S.A. • Divulgare la conoscenza della fonologia. • Promuovere interventi mirati con il coinvolgimento degli specialisti. A.I.D._Maristella Craighero 33 A.I.D._Maristella Craighero 34 PIANO DI LAVORO ASPETTI METODOLOGI Somministrazione prova terza settimana di gennaio Organizzazione intervento: Valutazione Programmazione individualizzata da febbraio ad aprile Recupero gruppi di 4-5 bambini Somministrazione prove terza settimana di interventi di 40-45 minuti almeno 3 volte maggio a settimana Valutazione finale A.I.D._Maristella Craighero 35 A.I.D._Maristella Craighero 36
  10. 10. PROGETTO A.I.D. DI RETE VI_PD_RO_TV RICERCA – AZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA RICERCA-AZIONE “ TUTTI I BAMBINI VANNO BENE A SCUOLA ” ANNUALITA’ 2011/2012 ANNUALITA’ Anno scolastico 11-12 11- I.C. I.C. OCCHIOBELLO, FIESSO UMBERTIANO, COSTA I.C.STIENTA, E RELATIVI COMUNI, ROVIGO I.C.STIENTA, 293 18 ULSS 15 C.T.I. LOREGGIA, PADOVA 978 50 I.C. I.C. CASTELMASSA ROVIGO 124 6 ALUNNI IN TOTALE TOT. ALUNNI TOT. CLASSI ALUNNI IN DIFFICOLTA’ 4829 259 C.T.I. CONEGLIANO, ULSS 7 PIEVE DI SOLIGO, VITTORIO VENETO 2134 116 TREVISO ULSS 9 C.T.I. TREVISO CENTRO 461 25 I.C. I.C. BADIA POLESINE, COMUNE, ASS. GENITORI ASS. 78 4 DA 9 A 16 ER RORI ULSS 4 C.T.I. ALTO VICENTINO VICENZA 761 40 27,6 % 5,3 % MAGGIO GENNAIO A.I.D._Maristella Craighero 37 38 CLASSI A.I.D._Maristella Craighero ALUNNI PROGETTO A.I.D. DI RETE PD_RO_TV PROGETTO A.I.D. CLASSI PRIME RICERCA – AZIONE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA GRUPPO DI CONTROLLO ANNUALITA’ 98-99 ANNUALITA’ 98- “ TUTTI I BAMBINI VANNO BENE A SCUOLA ” ANNUALITA’ 2012/2013 ANNUALITA’ RICERCA A.I.D. - C. REGIONALE DISABILITA’ DISABILITA’ LINGUISTICHE E COGNITIVE ASL BOLOGNA E PROVINCIA ULSS 9 C.T.I. TREVISO CENTRO, BREDA, PAESE 3642 184 PREGANZIOL,TREVISO S. POLO DI PIAVE, PREGANZIOL,TREVISO GRUPPO DI CONTROLLO. SCREENING: TRA LE DUE SOMMINISTRAZIONI NON E’ STATO ATTIVATO E’ PERCORSO SPECIFICO DI RECUPERO A SCUOLA TOT. ALUNNI TOT. CLASSI SCREENING SU 5200 BAMBINI CONDOTTO A FINE GENNAIO E FINE MAGGIO Anno scolastico 98-99 98- 7409 381 ULSS 7 C.T.I. CONEGLIANO, PIEVE DI SOLIGO 2142 117 SCREENING A FINE GENNAIO VITTORIO VENETO, TREVISOAnno scolastico 98-99 98- 4160=80% IN DIFFICOLTA NON IN ULSS 15 C.T.I. LOREGGIA, PADOVA 1075 53 1040=20% DIFFICOLTA I C OCCHIOBELLO, FIESSO UMBERTIANO, SCREENING A FINE MAGGIO STIENTA E RELATIVI COMUNI, ROVIGO 220 12 4472=86% DA 9 A 16 ERRORI ULSS 15 I C SAN MARTINO DI LUPARI PADOVA 131 7 IN DIFFICOLTA NON IN DIFFICOLTA I C CASTELMASSA ROVIGO 128 6 I C BADIA POLESINE, COMUNE 71 2 728=14% ASS. GENITORI, ROVIGO ASS. A.I.D._Maristella Craighero 39 A.I.D._Maristella Craighero 40 ALUNNI CLASSI
  11. 11. ALUNNI COINVOLTI IN VENETO• 2001/2002 VI “TUTTI I BAMBINI VANNO BENE A SCUOLA” SCUOLA” ALUNNI 164 • 2008/2009 VI - BL - TV - RO - PD• 2002/2003 VI ALUNNI 4909 ALUNNI 549 • 2009/2010 VI - BL - TV - RO - PD ALUNNI 5922 DIVERSE RISORSE A SCUOLA• 2003/2004 VI - BL - TV ALUNNI 2049 • 2010/2011 VI - BL - TV - RO - PD• 2004/2005 VI - BL - TV ALUNNI 5374 COLLABORAZIONE ALUNNI 2974 • 2011/2012 VI - TV - RO - PD LOGOPEDISTE – INSEGNANTI• 2005/2006 VI - BL- TV - RO - VE ALUNNI 4829 ALUNNI 2587 • 2012/2013 PD - RO - TV• 2006/2007 VI - BL -TV - RO ALUNNI 7409 VANTAGGI DEL COINVOLGIMENTO DEGLI ALUNNI 3447 INSEGNANTI DI CLASSE• 2007/2008 VI - BL - TV - RO - PD ALUNNI 4422 BENEFICI DEL TRAINING FONOLOGICO TOTALE ALUNNI COINVOLTI 44636 A.I.D._Maristella Craighero 41 A.I.D._Maristella Craighero 42 Conclusioni LA RETE Introduzione nella scuola di una GARANZIA DI INTERVENTI DI QUALITA’ metodologia specifica sperimentata a livello scientifico e didattico Didattica appropriata nella fase di LA RETE E’ LA NOSTRA FORZA !!! acquisizione della letto - scrittura per tutti PROGETTUALITA’, AZIONI, INTENTI, i bambini OBIETTIVI Introduzione di una metodologia adattabile alla peculiarità dell’apprendimento del bambino La metodologia è agevolmente acquisibile da parte delle insegnanti Invio appropriato al Servizio Sanitario dei bambini realmente a rischio A.I.D._Maristella Craighero 43 A.I.D._Maristella Craighero 44
  12. 12. PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 24 07 2012 LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO SANCISCE L’ACCORDO tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano “Indicazioni per la diagnosi e la certificazione diagnostica dei disturbi specifici di apprendimento”A.I.D._Maristella Craighero 45 PERCHÉ IL PESO DEL DISTURBO NON DIVENTI INSOSTENIBILE È INDISPENSABILE CHE SI CREI UNA RETE TRA FAMIGLIA/SCUOLA/ SERVIZI Questa rete deve sfruttare tutti i mezzi a disposizione per creare un percorso condiviso e ricco di opportunità … Valorizzare i punti di forza Minimizzare i punti di debolezza per migliorare la qualità della ESSERCI ORA….. loro vita NEL FUTURO….. 47 48SEMPRE NELLA SOCIETA’
  13. 13. Grazie soprattutto da parte sua… www.aiditalia.org A.I.D._Maristella Craighero 50 BUON LAVOROcraighero@dislessia.it 51 A.I.D._Maristella Craighero

×