Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Contenuti 4928
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply
Published

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
408
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. COMUNE DI TURI PROVINCIA DI BARI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Nr. 42 del Reg. Oggetto: Lettura e approvazione verbali sedute precedenti (C.C. del 04- 07-2011, n.29; C.C. del 05-07-2011, dal n.30 al n.33; C.C. del 20-07-2011, n.34; C.C. del 21-07-2011, dal n.35 al n.37; C.C. del 26-07-2011, n.38; C.C. del 27-07-2011, n.39). Data: 29-09-2011Lanno duemilaundici il giorno ventinove del mese di settembre, con inizio alle ore 09,25, nella saladelle adunanze consiliari della Sede Comunale, a seguito di invito diramato dal Sindaco n. 13809 di prot.in data 19-09-2011, a tutti i Consiglieri, si è riunito il Consiglio Comunale in sessione ordinaria ed inseduta pubblica di seconda convocazione.Presiede ladunanza il Sig. dott. Vincenzo Gigantelli nella qualità di Sindaco-Presidente.Assiste il Segretario Generale Dott.ssa Christiana Anglana.Dal controllo dei componenti il Consiglio Comunale è risultato quanto segue: N. COGNOME E NOME Pr. As. N. COGNOME E NOME Pr. As. 1 GIG ANT E LLI Vi n ce nzo SI 12 LE N AT O Do me n ic a SI 2 B OC C AR DI Mi c he le SI 13 T OT AR O Vi to Do me n i c o SI 3 T UNDO P ao lo SI 14 C AR EN ZA Gi u sep p e SI 4 D ’ADD AB B O Fr a n ce sco SI 15 LE O GR AN DE Do me n ic o SI 5 DEN OV E LLI S Gi u sep p e SI 16 D ’AUT I LI A Gia n fr a nco SI 6 SP AD A Sa n ta I p p o li ta SI 17 P ERNI O LA N ico la SI 7 DE F LO RI O T er e si ta SI 18 RI SP LEN DE NT E P ietro Gae t a no SI 8 P ET RER A Fr a nc es co SI 19 P ALAS C I ANO P ietro SI 9 C AZZET T A Mo d e sto SI 20 RE ST A Ip p o l it a SI 10 LUI SI P ie tr o SI 21 VENT R E LLA N at ale SI 11 V ALENT I NI Gia co mo SIIl Presidente, constatato che gli intervenuti sono in numero legale (n.10 su 21 assegnati e in carica),dichiara aperta la riunione ed invita i convocati ad esaminare la proposta sopraindicata per la conseguentedeliberazione.
  • 2. ORIGINALE di DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE n° 42 del 29-09-2011 Il Presidente introduce il 2° punto dell’odierno ordine del giorno ad oggetto: “Lettura eapprovazione verbali sedute precedenti (C.C. del 04-07-2011, n.29; C.C. del 05-07-2011, daln.30 al n.33; C.C. del 20-07-2011, n.34; C.C. del 21-07-2011, dal n.35 al n.37; C.C. del 26-07-2011, n.38; C.C. del 27-07-2011, n.39)”. Non avendo alcun altro consigliere sollevato eccezioni, il Presidente pone ai votil’approvazione dei verbali sopra richiamati. L’esito della votazione, espressa per alzata di mano, è il seguente: Presenti: n.14 Assenti: Assenti: Boccardi, Denovellis, Spada, Petrera, Lenato, Leogrande e Ventrella Votanti: n.11 Voti favorevoli: n.11 Astenuti: n. 3 Perniola, Risplendente e Resta Pertanto; IL CONSIGLIO COMUNALE Visti i verbali delle sedute consiliari precedenti (C.C. del 04-07-2011, n.29; C.C. del 05-07-2011, dal n.30 al n.33; C.C. del 20-07-2011, n.34; C.C. del 21-07-2011, dal n.35 al n.37;C.C. del 26-07-2011, n.38; C.C. del 27-07-2011, n.39). Dato atto che i suddetti verbali sono stati dati per letti; Considerato che la presente proposta non necessita dei pareri previsti dall’art.49 delD.Lgs. n.267/2000; Visto il Regolamento del Consiglio Comunale approvato con deliberazione di C.C. n. 39 del23/07/2007 e modificato con successiva deliberazione di C.C. n. 50 del 20/09/2007; Con il risultato della votazione sopra descritta, accertato e proclamato dal Presidente; D E L I B E R A 1. DI APPROVARE i verbali delle sotto elencate sedute consiliari precedenti, con la correzione, come in premessa specificata, del verbale n.13 del 20-04-2011: C.C. del 04-07-2011, n.29; C.C. del 05-07-2011, dal n.30 al n.33; C.C. del 20-07-2011, n.34; C.C. del 21-07-2011, dal n.35 al n.37; C.C. del 26-07-2011, n.38; C.C. del 27-07-2011, n.39. ========== Prima di passare alla trattazione del successivo punto all’ordine del giorno, chiede edottiene la parola l’Assessore De Florio che annuncia di voler leggere la seguente relazione:“ Ancora una volta, sempre per gli stessi squallidi comportamenti che caratterizzano una certaparte della vita politica della nostra cittadina, ancora una volta orbene sono oggetto di attacchimediatici senza precedenti da parte di chi vorrebbe erigersi a censore, barcamenandosi traimprobabili lezioni filo kantiane di etica morale e brevi saggi di diritto commerciale eamministrativo.Premetto di avere sporto un atto di denuncia-querela in data 8 agosto 2011 nei confronti delConsigliere Comunale N. V., scusatemi ma proprio mi riesce difficile pronunciare il suo nome,dellarticolista e del Direttore responsabile del giornale “La Voce del Paese”, per vari reati” Pag. 2 di 5 Mod. DCOv001
  • 3. ORIGINALE di DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE n° 42 del 29-09-2011“previsti dal codice penale attinenti alla diffamazione della mia persona, e delloperato a essariconducibile.Questi presunti paladini della giustizia dovrebbero meglio scavare fra le pieghe degli atti privatidi unimpresa, dal momento che si può fallire nella vita commerciale per i più disparati motivi,primo fra tutti lincapacità di sostenere i debiti quando non vengono riscossi nei giusti tempi icrediti.E il tutto si può evincere dalla documentazione rilasciata dallAvvocato Alceste Campanile,curatore fallimentare della mia società, che recita testualmente: Oggetto fallimento De.Co.Bits.r.l. in liquidazione."Riscontro la richiesta da lei avanzata per rappresentare che la procedura èattualmente in fase di liquidazione dei beni, e che non è stato ancora possibilechiudere la stessa poiché pende in primo grado giudizio a lei noto di opposizione aldecreto ingiuntivo ottenuto dalla DECOBIT s.r.l. in liquidazione, anteriormente alladichiarazione di fallimento della società per un rilevante importo.La pendenza di questo giudizio non ha pertanto consentito la definizione dellaprocedura concorsuale, in considerazione del fatto che ove confermata la condannaal pagamento in favore della curatela, la somma spettante consentirebbe ilpagamento integrale dei creditori e delle spese.Firmato il curatore Avvocato Alceste Campanile."Io almeno ho provato, senza brillanti risultati, a fare limprenditrice, voglio solo ricordare cheper anni alcune famiglie del nostro territorio hanno avuto un solido stipendio grazie alla miaattività, che ho provveduto non senza sacrifici a sponsorizzare nellanno 99 e 2000 la squadradi pallavolo di Turi per un importo complessivo di 42 milioni delle vecchie lire.Non mi risulta che la società di Pallavolo, né chi assisteva alle partite, abbia avuto da ridire sulcontributo erogato da unimpresa nojana, così come non mi risulta che il Consigliere Comunalein questione abbia sponsorizzato la pallavolo cittadina. Sicuramente guardando le sueinnumerevoli foto con le pallavoliste di un altro paese limitrofo avrà sponsorizzato quellasocietà, lui sì che è un turese doc.Cè chi invece preferisce costituire società su società e anziché sperimentare preferisce subirelonta della chiusura coatta. Mi dispiace che proprio chi parla è un commercialista, quindi unprofessionista o presunto tale che bene dovrebbe conoscere i rischi di impresa eimmedesimarsi condividendo le disavventure che possono accompagnare lattività.Quale responsabilità avrei, solo perché su un suolo di mia proprietà, i 7 decimi, la restanteparte è di mia sorella, la precisazione è dobbligo, ho stipulato un contratto di affitto con unaditta che si è aggiudicata un appalto dopo una regolare gara indetta dal preposto ufficioamministrativo ... Sa il noto professionista … che lassegnazione potrebbe avvenire su semplicedetermina di affidamento del Dirigente competente, e così non è stato?Allora questo vorrebbe dire che dovremmo controllare le proprietà di ciascuno di noi, everificare che nessuno ha o ha avuto, o avrà rapporti con ditte che collaborano, hannocollaborato, o collaboreranno con il nostro Comune.Il Consigliere Comunale non dice di essere il responsabile tecnico e socio accomandatario dialcune aziende turesi, e fin qui nulla di strano.Ma nelle compagini della società compare un imprenditore Turese che quotidianamente lavoracon il nostro Comune, è proprio il caso di dire che il Consigliere in questione si è cosìimpegnato a giudicare la moralità altrui che ha dimenticato la propria.?Signor Sindaco, signor Presidente della Commissione di controllo, sono delusa dal fatto che perben 3 sedute, mi limito a 3, si è parlato, o meglio si è inquisito sulla mia persona. Sembra unaCommissione del KGB.Sulla questione etica credo ci sia davvero poco da dire. Tutti vedono il male nelloperato deglialtri, ma nessuno riesce a intravedere con coscienza critica e spirito costruttivo che inquelloperato potrebbe, dico potrebbe esserci un minimo di buon lavoro, eseguito una voltatanto per il bene comune e non per i propri sporchi interessi. E infatti, e non è autodifesa, masemplice narrazione di eventi, non è inopportuno segnalare che la stessa azienda coinvoltanella realizzazione degli attraversamenti pedonali rialzati, abbia sponsorizzato sin dal lontano2008 la sponsorizzazione Bimbi in bici. E questa sponsorizzazione che cosa mairappresenterebbe, un intreccio sporco con la sottoscritta? O un mero e semplice atto dicortesia verso la nostra istituzione?È utile ricordare infine che nel marzo 2010 un nutrito numero di concittadini scriveva alComune richiedendo, a causa dellelevata velocità dei veicoli in altre strade, e non in quelli” Pag. 3 di 5 Mod. DCOv001
  • 4. ORIGINALE di DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE n° 42 del 29-09-2011“oggetto della nostra animata discussione, la posizione di identici rallentatori di velocità.A quella richiesta non cè stato alcun seguito, nonostante ulteriori e pressanti solleciti da partedei residenti, e quindi dove si leggerebbe in questa occasione il favoritismo politico? Io credoche la questione dei rallentatori di velocità è solo un fatto strumentale. Erano stati installatidietro specifiche richieste per limitare la velocità dei veicoli in quei tratti particolari scorrevoli.Ma come succede un po anche per i cassonetti dei rifiuti, tutti manifestano la loro necessità,ma nessuno li vuole nelle proprie vicinanze.Il famoso professionista fa finta, o meglio non lo sa, che le somme a disposizione dellUfficio diPolizia Municipale sono finalizzate a determinate e precise spese, quali la viabilità e ilmiglioramento della sicurezza stradale, e non possono essere destinate per altre iniziative,altro che scuolabus. Questa è pura demagogia. Quali conclusioni trarre da questa inutilequerelle. Sicuramente tutti noi dovremmo farci fotografare di meno, e qualcuno sempre tra dinoi dovrebbe leggere con pretenzione Kant. Buon lavoro a tutti.” Il Sindaco ritiene che i fatti rappresentati dall’assessore De Florio, alcuni personali, altriche riguardano l’Amministrazione, debbano essere oggetto di una pacata riflessione da partedei protagonisti di certe esternazioni e da parte di tutti i rappresentanti di questaamministrazione. Propone un confronto sereno su questi temi poiché crede che ne derivi unbeneficio a tutti se si mettono da parte gli attacchi personali e si ponga al centro dei problemi ilbene della nostra città. Ritiene che questo confronto possa avvenire in sede di conferenza deicapigruppo. All’assessore De Florio manifesta la propria solidarietà e, pur comprendendo l’amarezza dichi si vede trascinato in questioni di carattere privato e personale, chiede alla stessa di averela pazienza di spiegare le proprie posizioni anche a chi gli attacchi li rivolge in manierastrumentale. Interviene la consigliera Resta per due considerazioni: l’una riguarda il ruolo che ricopre diPresidente della Commissione di Controllo per cui si riserva di presentare al prossimo ConsiglioComunale un resoconto delle attività svolte con alcune sue valutazioni; l’altra è rivolta alladott.ssa De Florio alla quale intende dire che comprende le reazioni emotive che sono ilrisultato di una politica che trascende e che va sul personale. Tuttavia ritiene, senza volerdifendere il giornale che deve fare il suo lavoro e deve vendere delle copie, che leresponsabilità dirette sono di chi rilascia quelle dichiarazioni. Invita tutti quanti, soprattutto chiriveste un ruolo pubblico a “calibrare le dichiarazioni” soprattutto laddove toccano la sferapersonale e familiare. Riferisce poi di aver ricevuto, in qualità di Presidente della Commissione di Controllo,alcune richieste intese ad ottenere copie dei verbali delle sedute; ritiene che spetti al Sindacoautorizzare quanto richiesto, non prima però che gli stessi siano approvati dalla Commissione.In merito alle dichiarazioni prima lette dall’assessore De Florio, la dott.ssa Resta precisa diaver convocato la Commissione, su richiesta del consigliere Ventrella, invitando alla sedutaanche il responsabile del procedimento nella persona del Comandante che, in quella sede, hafornito tutti i chiarimenti richiesti. Quindi ha ritenuto chiusa la vicenda. Rammenta di aversempre richiamato tutti alla riservatezza in relazione ai temi che vengono affrontati e hasempre cercato, nel suo ruolo di presidente, di essere super partes. Pag. 4 di 5 Mod. DCOv001
  • 5. ORIGINALE di DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE n° 42 del 29-09-2011Letto, approvato e sottoscritto: IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Vincenzo GIGANTELLI DOTT.SSA CHRISTIANA ANGLANA ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE Il sottoscritto Segretario Generale attesta che la presente deliberazione viene pubblicata allAlbo Pretorio Informatico di questo Comune sul sito istituzionale www.comune.turi.ba.it il 21-10-2011 ID N. 4928) e vi rimarrà per 15 giorni consecutivi. IL SEGRETARIO GENERALE Dott.ssa Christiana Anglana La presente deliberazione è divenuta esecutiva il giorno _______ poiché dichiarata immediatamente eseguibile a norma dell’art.134, comma 4° del D.Lgs. 18.08.2000, n.267. La presente deliberazione diverrà esecutiva il giorno _31-10-2011 decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione, a norma dell’art.134, comma 3° del D.Lgs. 18.08.2000, n.267, all’Albo Pretorio Informatico di questo Comune. IL SEGRETARIO GENERALE Dott.ssa Christiana Anglana Turi _________ Pag. 5 di 5 Mod. DCOv001