Your SlideShare is downloading. ×
Messina Sanità 2009
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Messina Sanità 2009

411
views

Published on

Published in: Health & Medicine

1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
411
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. QUALE SANITA’ A MESSINA ? Realtà e prospettive nella spedalità pubblica in città e in provincia Sala Convegni Cittadella della salute ex Mandalari Messina, 3 febbraio 2009 Segretario UILFPL Giuseppe CalapaiPresentazione Slide di 1Laura Strano
  • 2. Criticità del contesto Criteri di selezione  Assegnazione del management del obiettivi fuori Servizio Sanitario termine Risorse scarse  Interventi di bassa Spesa fuori controllo complessità Abbattimento fondi  Migrazione contrattuali sanitaria Appesantimento dei  Sprechi e carichi di lavoro inefficienze.. 2
  • 3. TRA GLI SPRECHI... Milioni di euro in spese legali Abbandono locali agibili ex ospedale Margherita e acquisto nuovi locali palazzo Geraci Mancata realizzazione del Polo Oncologico 3
  • 4. Nella seduta della VI Commissione Sanità del 7 gennaio 2009 l’Ass. Russo manifesta la volontà di realizzare due Centri Oncologici di eccellenza a Palermo e Catania, escludendo la città di Messina. Conseguenze.. 18 milioni di euro già spesi sui 38 previstie anni di lavoro vanificato 4
  • 5. RIMODULAZIONE RETE OSPEDALIERA:tagli posti letto previsti dai piani di rientro  PIANO LA GALLA:  PIANO RUSSO: 2574 posti letto Sicilia: intenderebbe tagliare 5700 posti letto in 1986 nel pubblico, Sicilia; 588 nel privato  con decreto Ass. del Messina taglio di 370 24.12.000 A Messina ha posti letto tagliato ulteriori 71 posti letto per un totale di 441 posti 5
  • 6. Incidenza media posti letto per abitanteparametri di legge: 3,5/1000 Provincia di Messina Zona tirrenica e nebroidea2,31/1000 per ciò che  Milazzo 1,98/1000 concerne il territorio  Barcellona 1,8/1000 di competenza  Patti 2,60/1000 dell’AUSL 5  S.Agata Militello 1,36/1000Città di Messina  Lipari 2,82/10007/1000 considerando gli  Mistretta 3,97/1000 883 posti letto del  Taormina 3,74/1000 Policlinico 6
  • 7. Occorre modificare gli attualimodelli organizzativi Creare una rete  Integrazione delle integrata territoriale strutture di intervento Superare la mentalità territoriale dedicate alle ospedalocentrica urgenze, guardie mediche e P.T.E. Attivare all’interno delle strutture di Pronto  Coinvolgere e Soccorso un’area di O. responsabilizzare B. I. con dotazione di sempre di più il Medico posti letto tecnici per di base evitare ricoveri inappropriati 7
  • 8. Le ipotesi condivise Integrazione funzionale dei Presidi Ospedalieri vicinioriMilazzo e Barcellona potrebbero essere coinvolti in un processo di forte integrazione uno funzionale all’area medica e l’altro all’area chirurgica nell’ottica di una sinergia di azione 8
  • 9. L’Ospedale di Mistretta Insistendo su un territorio particolarmente disagiato e lontano oltre 40 Km dal più vicino ospedale e con viabilità particolarmente tortuosa, ed essendo punto di riferimento di cittadini di sette Comuni montani, non può assolutamente essere soppresso. 9
  • 10. Ospedale di Lipari Rappresenta la  E’ necessario massima mantenere criticità del l’Ospedale anche se trasformato in sistema Casa della Salute, sanitario con posti letto messinese. indistinti, garantendo ai cittadini delle isole adeguati livelli di 10 assistenza.
  • 11. Ospedali di S.Agata e PattiPotrebbero svolgere la loro attività su base dipartimentale integrandosi tra loro tutte le Unità Operative in atto esistenti. 11
  • 12. Ospedale Piemonte Realtà:  Proposte: Riferimento per Trasformazione in l’emergenza di un centro di eccellenza enorme bacino di deputato alle utenza emergenze con Unità Ridotte capacità Operative altamente finanziarie e reports specializzate, scarsamente Ambulatori dotati di produttivi tecnologie avanzate, e Unità Operative di Riabilitazione e 12 Lungodegenza
  • 13. LE LISTE D’ATTESASi manifestano principalmente nell’attività di diagnostica e prevedono tempi che raggiungono anche parecchi mesi. Occorre quindi istituire il CUP Provinciale per poi approdare a quello regionale ed evitare quindi il fai da te nelle prenotazioni che dovrebbero essere richieste dal medico di base prescrivente.Ci risulta che la Regione Siciliana abbia già perso 13 milioni di euro di finanziamenti previsti dal Governo Prodi per non aver attivato un CUP Regionale. (Repubblica, 22 giugno 2008) 13
  • 14. QUOTA PRO-CAPITE SPESA SANITARIAAusl Popol. Aggreg.to Quota Aggreg.to Quota Aggreg.to QuotaSicili spesa procapite spesa procapite spesa procaa Riabilitazio per per pite Spec. Assist. ne abitante abitante per Ambulat. le Conv. abitan esterna teAG 457.034 5.869.400 12,84 4.970.000 10,87 34.850000 76,25CL 274.001 8.006.800 29,22 4.314.000 15,74 6.282.000 22,92CT 1075657 7.029.6400 65,35 14.195.000 13,196 71.775000 66,70En 174199 3.488.400 20,02 2.77.4000 15,75 4.121000 23,65ME 655540 15.474.500 23,60 6.905.000 10,53 36.179000 55,18PA 1239808 15.774.580 12,72 17.627.000 14,21 91.299000 73,63RG 308103 4.018.890 13,04 3.248.000 10,54 6.709000 21,77SR 398330 13853870 34,77 4.585.000 11,51 20.396000 51,20TP 434435 19794120 45,66 4.067.000 9,36 25.944000 59,71 14
  • 15. Ospedale Margherita Realtà:  Proposte Con Legge Regionale Affidare la struttura n. 38 del 18 luglio1996 all’IRCSS Neurolesi stato individuato per la realizzazione di come Presidio un Centro di Specializzato di eccellenza della riferimento per la riabilitazione aperto Riabilitazione. oltre che alla Sicilia ai A tutt ’oggi è Paesi del abbandonato. Mediterraneo. 15
  • 16. Tra le eccellenze.. Polo Cardiochirurgico del Papardo Neurochirurgia del Papardo Oncologia, Cardiochirurgia pediadrica, Chirurgia Generale Oncologica dell’ospedale di Taormina Centro IRCSS Neurolesi 16 …
  • 17. TRASPARENZAChiediamo la massima trasparenza attraverso la pubblicazione on-line di tutti i dati sulle risorse assegnate, così da consentire a tutti i cittadini di poterne prendere visione 17
  • 18. Mi avvio alle conclusioni ……Ognuno deve assumersi un pezzo di responsabilità: la classe politica, i Direttori Generali, … ed anche il Sindacato.Tutti insieme dobbiamo trovare le giuste soluzioni per evitare ai cittadini di Messina e della provincia, i continui viaggi della speranza. Per fare questo bisogna investire più risorse nella formazione professionale, nelle innovazioni tecnologiche, e nelle grandi esperienze professionali maturate altrove, spesse volte da figli della nostra terra costretti ad emigrare altrove … 18
  • 19. .. solo così si potranno offrire ai cittadini servizi sanitari degni di questo nome La UIL e la UILFPL di Messina accettano questa importante sfida che comunque deve essere sempre sviluppata perseguendo l’obiettivo irrinunciabile delmantenimento dei livelli occupazionali degli operatori delsettore e la garanzia per i cittadini di livelli di assistenza adeguati 19
  • 20. Grazie per l’attenzionea cura di Laura Strano 20