Progetto irene simone nicole daniele 2
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto irene simone nicole daniele 2

on

  • 518 views

 

Statistics

Views

Total Views
518
Views on SlideShare
518
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Progetto irene simone nicole daniele 2 Progetto irene simone nicole daniele 2 Presentation Transcript

  • Gli impieghi del cane nella società Lavoro di Simone, Nicole, Irene e Daniele
  • Cane da guardia
    • è il cane che fa guardia a vari luoghi. Il cane San Bernardo ad esempio era usato come cane da guardia in montagna nei conventi.
  • Cane da compagnia
    • è il cane che fa compagnia all’uomo. Tutti i cani sono da compagnia.
    • Un cane da compagnia è un cane, solitamente di piccola taglia, che viene tenuto in casa spesso da persone sole per averne una compagnia.
    • Di solito i cani da compagnia hanno un vero attaccamento per il padrone e sono affettuosissimi.
  • Cane da caccia
    • è il cane che aiuta l’uomo a cacciare.
    • I cani da caccia sono delle razze di cani selezionate nel corso degli anni, per aiutare l'uomo nella caccia.
  • Cane da tartufo
    • E’ il cane che, grazie al suo olfatto, guida il padrone alla ricerca dei tartufi sotto terra.
    • In genere non esiste una razza di “cani da tartufo” ( sebbene il Lagotto sia indicato come tale) e molti cercatori utilizzano incroci di diverse razze e spesso anche i cani meticci.
  • Cane pastore
    • E’ il cane che viene utilizzato per far la guardia e aiutare il pastore a controllare il bestiame.
    • L'uso del cane, come importantissimo supporto nella pastorizia, è di antichissima origine. Una distinzione fondamentale va fatta tra le due tipologie di cane da pastore , cioè tra il pastore conduttore , solitamente di taglia media, adibito appunto alla conduzione del bestiame (è il caso del Collie, o del Pastore bergamasco), ed il pastore custode , di taglia grande o gigante, il cui compito è la protezione da ladri di bestiame e predatori (come ad esempio il Cane da montagna dei Pirenei e l'italiano Pastore maremmano-abruzzese).
  • Cane da guerra
    • è il cane che veniva usato in guerra. Durante la I Guerra Mondiale venivano usati i cani addetti al trasporto di viveri e munizioni verso posizioni isolate e difficilmente raggiungibili. Usati da entrambi gli eserciti , vennero impiegati anche sull’Adamello. Slitte specificamente costruite erano trainate da gruppi di animali appositamente addestrati e seguiti da conducenti alpini. Furono usati anche per il traino di piccoli cannoncini e perfino per il trasporto a valle dei feriti. Negli ultimi giorni di guerra, questi reparti vennero completamente abbandonati a se stessi e gli animali ne fecero le spese. In pochi mesi quasi tutti i cani precedentemente in servizio diventarono dei pericolosi randagi.
  • Cane poliziotto
    • è il cane che aiuta i poliziotti a cercare le persone ricercate e lo aiuta al lavoro.
    • Sul sito della Polizia di Stato Italiana è possibile avere informazioni su come adottare un cane poliziotto che è ormai “in pensione”.
  • Cane da salvataggio
    • è il cane che salva le persone in mare .
    • I cani che possono distinguersi in questa disciplina potrebbero essere dei meticci.A loro viene richiesta solo una buona taglia (almeno 30 Kg.) propensione per l'acqua, obbedienza ed equilibrio, ma sopratutto devono essere veri atleti che dimostrino una grande resistenza in acqua. Ideali sono i cani di Terranova, i Labrador che sono particolarmente predisposti, anche per via delle zampe palmate ed i Golden Retrievers
  • Cane da valanga
    • è il cane che salva le persone in montagna .
    • Sebbene ci siano resoconti sull'uso dei cani da valanga anche in epoche anteriori al XX secolo, l'addestramento delle prime unità cinofile appositamente per questo scopo risalgono alla fine degli anni 30, ad opera di Ferdinand Schmutz.
  • Il cane anti-esplosivi
    • è il cane che viene usato per cercare gli esplosivi.
    • Un sensore realizzato con fili sottilissimi è in grado di rilevare in pochi secondi tracce, anche impercettibili, di esplosivo in liquidi o aria. E ha un naso mille volte più sensibile della “tecnologia” che va attualmente per la maggiore: il cane! È una vita rischiosa quella dei cani anti-esplosivo, però il loro fiuto eccezionale, grazie a uno speciale addestramento, è ancora il miglior metodo per scovare bombe e mine. L'addestramento è molto costoso e richiede tempo, senza contare che i nostri amici a quattro zampe sono sempre in pericolo di vita.
  • Cani anti-droga
    • è il cane che viene utilizzato per cercare la droga.
    • L’addestramento del cani antidroga si basa sull’attitudine del cane al gioco e dura 2 mesi. Trascorsi due mesi di intenso addestramento e superato un rigoroso esame, dalla ricerca dell “droghe leggere”, si passerà a quella delle “droghe pesanti”.
  • Cane guida
    • è il cane che viene utilizzato per accompagnare e guidare i cechi.
    • I futuri accompagnatori a quattro zampe per ciechi a 10-12 settimane dalla nascita, vengono affidati a delle famiglie che si occuperanno di allevarli fino all'età di un anno e mezzo circa. Trascorso questo periodo, per la famiglia giunge il momento di separarsi dal cane, che fa ritorno alla scuola per essere addestrato come guida per ciechi. 
  • Cane che previene gli attacchi epilettici
    • è il cane che percepisce l’arrivo di un attacco epilettico nel padrone e lo avvisa, in modo che questi possa prendere il farmaco necessario e sdraiarsi.
  • Cane per la pet-therapy
    • è il cane che viene usato per aiutare le persone ammalate, che devono fare riabilitazione o che hanno dei problemi a socializzare, a fare movimento e ad avere compagnia.