1600

1,110 views
876 views

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,110
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
15
Actions
Shares
0
Downloads
57
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

1600

  1. 1. Una delle tante Crisi Decadenza economica della Spagna e dei territori essa sottomessi: -Lombardia -Sud Italia. Imposizione di Rivolte della Decadenza nuove tasse da popolazione già economica parte dei sfibrata da carestie governatori e pestilenze.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  2. 2. Contraddizioni interne Il 1600 è un periodo travagliato e contradditorio: Da una parte la miseria nera Dall’altra il lusso (analfabetismo, sfrenato pauperismo, prostituzione).A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  3. 3. Il 1600 Grossi elementi storici: • Dominazione spagnola, • Controriforma.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  4. 4. Strascichi della Controriforma • Nella penisola italiana si vede ormai la Chiesa vittoriosa “grazie alla” Controriforma • Con l’Inquisizione si è ormai persa di vista la libertà individuale.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  5. 5. Strascichi della Controriforma • La religiosità diventa superstizione e formalismo, pertanto allontana le persone più colte e sensibili.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  6. 6. Conseguenze nella Letteratura Per timore, gli autori preferiscono: • evitare contenuti personali, • dare spazio a fantasie stilistiche trascurando la validità del contenuto.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  7. 7. Contro-bilanciamento Lenta decadenza in campo letterario Sviluppo delle scienze e della letteratura scientifica.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  8. 8. Caratteristiche del Seicento Non ci sono grandi poeti ma scienziati notevoli Si gettano le basi della Scienza moderna. Gli intellettuali vogliono un pubblico più ampio delle corti rinascimentali. Si manifestano tendenze contrastanti, il gusto estetico ma anche per l’orrido, il brutto e lo sporco. I modelli classici non sono più ritenuti autorevoli: si preferisce il moderno
  9. 9. Estremi cronologici simbolici del Barocco • anno in cui morì il Tasso (manierista) 1595 • anno in cui viene fondata l’Accademia dell’Arcadia, la quale teorizzò un 1690 programma anti-barocco.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  10. 10. Perché il nome «Barocco»? Francese fine Italiano fine Portoghese: ‘700 «Barroco» = ‘600: «Baroque» = «Barocco» = «irregolare» «stravagante» «bizzarro» Accezione negativa in quanto filtrata dalla critica artistica e dalla storiografia della fine del XVIII secolo.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  11. 11. Che cos’è il Marinismo? Stile letterario che: • prende il nome da Giambattista Marino, • esprime il gusto barocco, • riflette la crisi spirituale del XVII secolo.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  12. 12. Ma chi è Giambattista Marino? Giambattista Marino (1569- 1625) è un autore barocco che scrisse tanto, in uno stile molto musicale e poco sentimentale.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  13. 13. Che cos’è il Marinismo? «Marinismo» è un modo di sentire originale che venne criticato anche dai contemporanei.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  14. 14. Caratteristiche del Marinismo Ispirazione Poesia Funamboli- Pretese di Arte idillico- lambiccata smi stilistici profondità edonistica sensuale Virtuosismi Preziosismi Leziosità Ricercatezza EleganzaA cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  15. 15. Il contesto Nel Marinismo ci si allontana dal Petrarchismo poiché si sperimentano concetti e gamme femminili differenti fino a raggiungere il gusto per il repellente e l’orrido.A cura della prof.ssa Anna Rita Vizzari
  16. 16. Galileo Galilei in pillole 1632: processato 1632: Pubblicazione del dall’Inquisizione 1564: nasce a Pisa. Dialogo dei massimi Romana (il Santo sistemi. Uffizio,) è costretto ad abiurare le proprie idee. Inventa il cannocchiale 1583: con il pendolo grazie al quale fa una Dal 1633 vive in scopre la legge serie di scoperte di cui domicilio coatto ad dell’isocronismo. parla nel Sidereus Arcetri vicino a Firenze. Nuncius (1610). 1592-1610: insegna 1589-1592 Insegna Matematica a PadovaMatematica a Pisa ma (grazie alla maggior 1642: muore ad Arcetri.ha problemi per via del libertà della Repubblica suo antiaristotelismo. di Venezia).
  17. 17. Lettera a Cristina di Lorena, Granduchessa di Toscana, 1615Quanto afferma la Sacra Scrittura va letto non alla lettera bensì dando unsignificato più intimo.Per conoscere il mondo bisogna basarsi sui sensi, sull’esperienza.D’altronde lo stesso Dio ha dotato gli esseri umani dei sensi,dell’intelletto: sarebbe offensivo verso Dio usare mezzi diversi da quelli.I pianeti nominati nelle Sacre Scritture sono pochi: se avessero avuto loscopo di farli conoscere ne avrebbero citati di più.
  18. 18. Forme efficaci per la trattatistica . .• Dalla Lettera • Al Dialogo

×