La terra e i suoi moti

  • 1,768 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,768
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
28
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. la formazione della Terra
  • 2. Il sistema solare è costituito da una stella, il sole, da 9 pianeti principali tra cuila terra.I pianeti dovrebbero crollare sul sole ma, questo non avviene, perché essi simuovono intorno alla stella. I percorsi che tracciano sono traiettorie che liriportano al punto di partenza.Queste traiettorie sono chiamate orbite
  • 3. N ROTAZIONE Movimento antiorario La terra, come tutti gli altri pianeti, gira su se stessa intorno ad un asse di rotazione inclinata di 23° 27. Per compiere un giro completo intorno a se stessa la terra impiega circa 24 ore.S
  • 4. eclittica
  • 5. La notte e il giornoLa conseguenza più importante della rotazione è lalternarsi del giorno e dellanotte perché, essendo sferico, il pianeta viene illuminato dai raggi solarisolamente una metà per volta, mentre l altra metà rimane al buio.
  • 6. I FUSI ORARIE O Per evitare differenze orarie fra ogni singola nazione, si è stabilito di dividere la superficie terrestre in 24 spicchi immaginari, i fusi orari, ognuno dei quali comprende 15 meridiani (e quindi più nazioni) e i cui contorni seguono, per motivi di comodità, i confini degli Stati. Tutti i luoghi allinterno di un fuso hanno la stessa ora convenzionale, mentre le località nei fusi adiacenti hanno unora in meno se si trovano nel fuso a ovest e unora in più se sono in quello a est.
  • 7. LA RIVOLUZIONE la Terra si muove intorno al Sole descrivendo unorbita ellittica che giace su un piano, il piano delleclittica. Lintera orbita misura 940 milioni di chilometri e per descriverla completamente la Terra impiega 365 giorni circa, cioè un anno.Poiché il Sole occupa uno dei fuochi dellellisse, il nostro pianeta non si trovasempre alla medesima distanza dalla sua stella.Poiché queste distanze sono considerevoli, i raggi solari che giungono allasuperficie terrestre possono essere considerati praticamente paralleli e ognunodi essi trasporta la medesima quantità di energia.
  • 8. La forma sferica della Terra, però, fa sì che questa energia si distribuisca su unasuperficie sempre più ampia a mano a mano che ci si sposta dallequatore verso i poli.Ciò determina un diverso riscaldamento dei luoghi situati a latitudini diverse
  • 9. CONSEGUENZE DELLA ROTAZIONE E DELL’INCLINAZIONE DELL’ASSE TERRESTRELasse di rotazione della Terra non è perpendicolare, questo sembra non avere grandeimportanza, invece le conseguenze di ciò sono importantissime. Linclinazione infattidetermina lalternanza delle stagioni e la diversa altezza del Sole sullorizzontedurante lanno.
  • 10. INVERNO QUANDO SI HA LINVERNO Guardando la posizione occupata dal nostro pianeta il 21 dicembre, vedi come in quel giorno un punto situato al Polo nord descrive unintera circonferenza senza mai entrare nella zona illuminata: per tutte le 24 ore si avrà notte. Viceversa, un punto situato nei pressi del Polo sud si trova per 24 ore nella zona illuminata. Questa situazione si verifica per tutti i punti situati tra i poli e i circoli polari. In questa data i raggi del Sole giungono perpendicolari al suolo, cioè il Sole è allo zenit, sul Tropico del Capricorno, un circolo situato a 23° 27 di latitudine sud. Nel nostro emisfero è inverno e il 21 dicembre viene appunto detto solstizio dinverno. ESTATEQUANDO ARRIVA LESTATELa situazione al 21 giugno è esattamente opposta. Tutti i punti oltre ilCircolo polare artico si trovano per 24 ore nella zona illuminata, mentresono sempre nella zona buia quelli oltre il Circolo polare antartico. Il Sole èallo zenit sul Tropico del Cancro, il parallelo a 23° 27 di latitudine nord: è ilsolstizio destate.
  • 11. LE STAGIONI INTERMEDIE: PRIMAVERA E AUTUNNOUna situazione diversa si presenta invece nei giorni del 21 marzo e 22 o 23settembre. La Terra si trova in due punti particolari dellorbita, nei qualilinclinazione dellasse sul piano delleclittica non ha alcuna conseguenzaperché il circolo di illuminazione passa attraverso i due poli: su tutti i puntidella Terra ci sono 12 ore di luce e 12 ore di oscurità e il Sole è allo zenitsullequatore. Questi due giorni vengono detti rispettivamente equinozio diprimavera ed equinozio dautunno.
  • 12. Quando il Sole, la Terra e la Luna sono perfettamente allineati, si ha un eclisse di Sole o di Luna. ECLISSE DI LUNA la Terra si interpone fra la Luna e il Sole proiettando la propria ombra sulla Luna, che viene così oscurata ECLISSE DI SOLE Uneclisse di Sole si verifica quando la Luna è interposta fra Sole e Terra e proietta la propria ombra su questultima.
  • 13. Se i piani orbitali della Terra e della Luna coincidessero, ad ogni novilunio laLuna sarebbe esattamente interposta fra noi e il Sole, e ad ogni plenilunio laTerra si troverebbe esattamente fra Sole e Luna. Avremmo così� uneclisse diLuna ad ogni plenilunio, e uneclisse di Sole ad ogni novilunio !Invece lorbita lunare � inclinata di 5° 9 rispetto alleclittica , che interseca inuna retta detta linea dei nodi.Lallineamento fra Sole, Terra e Luna è quindi un fenomeno molto pi�raro: la Luna e il Sole devono trovarsi entrambi in prossimità� dei nodiaffinché i tre corpi si trovino in linea, come puoi vedere nella figura quisotto.