Ripartire si può e si deve - 1-14/16-28 Febbraio 2011 - Anno XLV - NN. 99-100-101-102

676 views
623 views

Published on

La maggioranza silenziosa - 150 anni di unita - Il coraggio di fare le riforme - Futuro in libertà - Berlusconi punta tutto sullo sviluppo - Il treno della ripresa - Occidentali ipocriti - Sulle rivolte che hanno scosso il mondo - Dalla crisi internazionale alle crisi regionali - Matrimonio finanziario tra tedeschi e americani - Piano per il lavoro dei giovani - L’inflazione batte la retribuzione - Alta moda, Alta Roma - Identità Golose, cucina d’autore

Published in: News & Politics, Travel
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
676
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ripartire si può e si deve - 1-14/16-28 Febbraio 2011 - Anno XLV - NN. 99-100-101-102

  1. 1. COPIA OMAGGIO In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romanina Abb. sostenitore da E 1000 - Abb. annuale E 500 - Abb. semestrale E 250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina per la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy — Fondato da Turchi — Poste Italiane SpA - Spedizione in abbonamento postale - 70% - dcb-Roma 1-15/16-28 Febbraio 2011 - Anno XLV - NN. 99-100-101-102 E 0,25 (Quindicinale) La maggioranza POLITICA ESTERI LA PIAZZA D’ITALIA silenziosa Futuro Occidentali in libertà ipocriti Per la vostra pubblicità telefonare allo 800.574.727 — a pagina 2 — — a pagina 5 — a cura di FRANZ TURCHI I n questi giorni siamo tutti attoniti, nel vedere quello che succede nel dibattito poli- tico. Da una parte e dall’altra si alzano urla alte in difesa di una tesi o dell’altra; certo è che a questo livello di scontro tra poteri dello stato (politica e magistratura), non si era mai arrivati! Detto questo, senza parlare dell’enorme danno che queste critiche e questi scontri hannowww.lapiazzaditalia.it a livello internazionale sulla credibilità dello Stato stesso e dell’ Italia tutta, esiste in Italia (penso sia la maggioranza) una quota di italiani che lavo- ra, che fatica per arrivare alla fine della giornata, che gioisce nello stare in famiglia e a di- fendere i propri pincipi, ma anche combatte tutti i giorni la propria battaglia con le diffi- coltà lavorative, della vita rea- le: una maggioranza silenziosa! (tra pochi giorni il 17 marzo ne sarà l’anniversario della mani- festazione a milano del ‘69). Giuseppe Mazzini: educazione, doveri verso l’umanità e doveri verso la Patria Questa maggioranza silenziosa nel fare e nel dare, ogni giorno assiste a questo scempio me- diatico delle nostra credibilità; ma è questa parte di Italia (po- polare e borghese) che fa cre- scere il nostro PIL, che paga le bollette, che tira il carretto con 150 anni di unità mille pesi e lacciuoli! Questa quota di popolazione G iuseppe Mazzini, il più lo- quace tra i grandi padri del- la nostra storia unitaria, scrisse Ovunque, dal nord al sud della penisola, da est a ovest, irradia- rono di una luce splendente e vi- "Dio v’ha fatto educabili. Voi dunque avete dovere d’educarvi per quanto è in voi, e diritto a "Libertà vera non esiste senza uguaglianza; e l’uguaglianza non può esistere fra chi non muove Dall’idea di Progresso così civi- camente concepito e dalla consi- derazione del senso dell’educa- non ne può più di vedere tut- va gli occhi di ogni italiano che che la società alla quale apparte- da una base, da un principio co- zione ne deriva la conoscenza per le divise e sparse anime ita- to ciò! Vuole risposte invece credeva nell’unità come prima nete non vi impedisca nella vo- mune, da una conoscenza uni- dei Doveri più importanti; i pri- liane che la Patria è una, indivi- concrete ai problemi del loro sibile; l’articolo 5 della Costitu- condizione della libertà persona- stra opera educatrice, v’aiuti in forme del dovere” (pag.108). mi tra tutti sono quelli verso futuro e delle famiglie (sia per zione fissa un principio storico le e ispirarono di alti valori i so- essa e vi supplisca quando i L’educazione mazziniana era l’Umanità. i giovani che per i meno gio- vani); vuole un fisco più vici- nobile e inattaccabile: la Repub- gni e il futuro di tanti giovani, ar- mezzi d’educazione vi manchi- pervasa da un principio fonda- Sbaglia chi limita i propri doveri no ai servizi che poi vengono blica, una e indivisibile. denti per l’età ma anche incanta- no” (pag.103). mentale e fondante: il Progresso; alla famiglia e alla Patria, perché erogati dai singoli comuni eo L’Unità d’Italia è cuore, è storia, ti da modelli degni di ogni coin- Senza educazione, affermava la sua idea era quella di uno sta- in questo modo si persegue solo enti locali; vuole più sicurezza è impegno, è legge. volgimento. Mazzini, l’animo non ha il cibo to che istruiva ogni cittadino al l’egoismo e si reca danno a se e piu infrastrutture; vuole più La consapevolezza e la cono- L’Italia chiamava a stringersi a per saziarsi e verrà meno la ca- perseguimento di questo obietti- stessi e agli altri. ricerca e piu affidabilità nelle scenza corrono indietro nella corte e sotto gli incalzanti ritmi pacità di discernere il bene dal vo, considerato una vera e pro- La natura propria dell’uomo co- strutture sanitarie (le code di storia a ricordare con ammirazio- risorgimentali gli uomini e le male. Ogni uomo senza educa- pria missione. Ogni cittadino ha manda altro di più vasto e com- un anno per una analisi sono ne quei valorosi che caddero donne si lasciarono infiammare zione ha “facoltà che dormono il dovere di migliorare, non solo piuto. L’uomo, argomenta Mazzi- inaccettabili); vuole una buro- senza vita su una terra, per una dalla storia, da un’unica “speme", assiderate” e infeconde. se stesso, ma anche di partecipa- ni, è una creatura ragionevole, crazia piu vicina e veloce alle terra che priva di unità non po- dall’ora che finalmente suonava: Intelligente e sottile è la distin- re dell’elevazione della mente e socievole e, per mezzo dell’asso- proprie domande e richieste; teva essere libera dal giogo stra- una sola vita, un attimo di vita, zione che egli fa tra istruzione ed del “core” dei propri fratelli. Segue a pagina 2 vuole soprattutto una politica un sacrificio che vale una vita. educazione: l’istruzione si indi- niero, non poteva crescere uo- più vicina alla realtà e meno Si dice ai posteri l’ardua senten- rizza alle facoltà intellettuali, mini indipendenti e fieri e non distaccata rispetto a quello za, allora guardiamo al nostro consiste nel leggere, nello scrive- che vede tutti i giorni. poteva attuare il disegno divino, Ricco, continuamente aggiornato: la missione più importante. più intimo passato per trovare re e nel parlare, quindi con essa Che aspettiamo ad esempio a parlare di tutto questo anche Ebri di forza, di speranza e con- l’orgoglio italiano, questo orgo- si somministrano i mezzi per arriva finalmente sul web il nuovo punto in Europa, dove il ministro vinzione, lottarono e si sacrifica- glio fatto di azione, di coraggio, praticare ciò che l’educazione in- di riferimento per i giovani e per un Tremonti richiama la nostra rono per la causa comune, pron- di fede, di lotta, di speranza, di segna È evidente che la prima attenzione ai conti? allora l’Eu- ti a immolare per sempre la nobili e alti ideali, di sacrificio, di non può sostituire la seconda, nuovo modo di fare politica in Italia grandezza delle loro gesta; lan- abnegazione, di fermezza, di però entrambe hanno bisogno ropa si faccia carico di una parte di questi costi, ad esem- pio riconoscendoci una mora- ciati verso il divino, compirono nessun compromesso, di discor- si infiammati e sentite parole, di l’una dell’altra, perché l’educa- zione senza istruzione manca di www.lapiazzaditalia.it la loro attualissima opera, innal- toria per 2/3 anni (tranne sicu- zando la loro vita al di là del pic- progetti, di fratellanza, di onore, una base importante, viceversa, Una Piazza di confronto aperta al rezza e ambiente) su le sue colo scorcio che l’esistenza offre di senso comune, di libertà, di l’istruzione da sola non è suffi- dibattito su tutti i temi dell’agenda normative, per ridare fiato alla generosamente ad ognuno. indipendenza, di umanità, di fie- ciente a formare un uomo nella competività delle nostre pic- Con sguardo dritto e animo rezza, di consapevolezza, di sua più propria completezza. politica e sociale per valorizzare nuove cole e medie aziende; noi po- tremmo rispondere con un umano si beffarono della loro li- amore e di amor proprio, di de- L’educazione invece, si indiriz- idee e nuovi contenuti mitatezza, lasciando a noi me- terminazione, di scelte difficili ed za alle facoltà morali e rende primo abbozzato piano di estreme, di passioni, di sconfitte l’uomo capace di praticare i rientro del capitale (e non de- schini posteri senso di inadegua- tezza di fronte a tanta nobiltà; e vittorie. suoi doveri, in quanto insegna gli interessi o del deficit cor- rente) del debito strutturale con coraggio e sensibilità guar- Mazzini scrisse la sua “bibbia", cosa sia il bene sociale. Per pubblico anche se tale piano darono in faccia la morte, la pri- “Dei Doveri dell’Uomo", illu- Mazzini questo tipo di insegna- fosse a 3040 anni. gione e la paura, sfidandole in strando un percorso ampio, fi- mento non poteva che venire Incominciamo a discutere del- uno scontro impari, consapevoli nalizzato all’unità d’Italia; esso dalla Nazione, perché senza la valorizzazione delle nostre della possibile sconfitta. prevedeva la costruzione di una un’educazione nazionale non terre (agricoltura) eo anche I Fratelli d’Italia si chiesero do- coscienza nazionale partendo può esistere alcuna nazione. Continua a pag. 2 ve fosse la vittoria e a volte dall’elemento più necessario, Essa deve essere comune a tut- senza riuscire a tracciare un l’educazione; in seguito il cer- ti i cittadini, di modo che la sentiero certo e sicuro, scelsero chio si sarebbe completato de- trattazione dei più importanti comunque quella meta che tan- stando in ogni uomo i propri principi, quali l’uguaglianza, i te strade avrebbe unito, trac- doveri: prima di tutto i doveri diritti e i doveri non siano la- ciando un percorso di incertez- verso l’Umanità e successiva- sciati al caso o all’arbitrio di chi ze, sangue e cadute. mente i doveri verso la Patria. sceglie l’educatore.
  2. 2. Pag. 2 1-15/16-28 febbraio 2011 LA PIAZZA D’ITALIA - INTERNI Giuseppe Mazzini: educazione, doveri verso l’umanità e doveri verso la Patria Dalla prima La maggioranza 150 anni di unità finché si adempia quel Progresso muova un passo avanti nell’edu- Senza Patria non esiste nome, gi, perché se così non fosse, se silenziosa della nostra storia e delleDalla prima cultura di queste, incentivan- che si giova dell’intelletto di tutti cazione, nel progresso e nella nessun voto, nessun diritto, ma quel Diritto non venisse rispetta- do il turismo e l’arte.ciazione che caratterizza inevita- e che di generazione in genera- morale, questo sarà un passo pri- esistono solo “soldati senza ban- to, si cancellerebbero le facoltà In poche parole ricollochia-bilmente la sua esistenza, capace zione conduce all’avvicinamento ma o poi fondamentale per tutta diera". Senza Patria regna solo caratterizzanti la natura dell’uo- moci nel dibatitto politico eddi un progresso privo di limiti. della verità e della Legge. l’Umanità. l’egoismo degli interessi e senza mo. Un solo privilegio è legitti- economico, riparlando di po-Questi sono i caratteri che costi- "Poco importa che voi possiate L’Umanità è un corpo solo e de- Patria non ci si può riscattare da mo, quello del genio quando si litica e di sviluppo, a quellatuiscono la natura umana, che la dirvi puri: quand’anche poteste, ve essere governato da una sola alcuna ingiusta condizione socia- mostra affratellato dalla virtù, classe politica moderata a cuicontraddistinguono dagli altri es- isolandovi, rimanervi tali, se ave- Legge; il suo primo articolo è le, non esiste tutela comune alla perché concesso da Dio e non il nostro Paese si è sempre ri-seri viventi e che va custodita e te a due passi la corruzione e Progresso, qui sulla terra; questo propria tutela ed è impensabile dagli uomini; qualsiasi altro deve volto nelle grandi crisi (politi- non cercate di combatterla, tradi- non può svilupparsi e l’anima migliorare senza sciogliere que- essere combattuto, altrimenti che e sociali), ad esempio nelnutrita come un seme da far frut- dopo guerra, portandoci ad-tare; questa è la Legge di vita da- te i vostri doveri. Poco importa non si può elevare se vige un’at- sto nodo nazionale. non c’è amor di Patria, ma solo dirittura tra le prime potenzeta all’Umanità. che adoriate nell’anima vostra la mosfera di contaminazione e di Lavorare per questo significa la- un agglomerato occasionale di mondiali.Far decadere, lasciar affievolire, Verità: se l’errore governa i vostri avvilimento. Per questo ognuno vorare per l’Umanità, concorrere uomini, che presto gli eventi di- Questo si può fare senza ur-o sopprimere anche solo in par- fratelli in un altro angolo di que- non deve mai scordare di com- al vantaggio comune e italiani sgregheranno. lare, senza agitarsi, ma con ilte una di queste facoltà, significa sta terra che ci è madre comune, piere i propri doveri, nell’interes- siano i segni “sotto i quali v’ordi- 150 anni e molti altri di Unità, fare!scendere al rango degli animali e e voi non desiderate e non ten- se generale, verso se stesso e nate a lavorare “ per essa. 150 anni e tanti più per onorare Sì, il produrre, il lavorare, ilviolare la legge della vita, la Leg- tate, per quanto le forze vostre verso il prossimo, perché ogni La Patria è per Mazzini, il segno la memoria di chi ha combattuto credere nella propria religio-ge di Dio. concedono, rovesciarlo, tradite i individuo, prima di essere citta- della missione che Dio ha dato per una missione tanto terrena ne e nei propri principi: esse-La vita è stata data, prosegue vostri doveri” (pag. 57). dino o padre, è un uomo. agli uomini da compiere nel- quanto divina, ma che basti un re quella maggioranza silen-Mazzini, per essere usata a bene- Ciò che importa è che la natura Da qui la linea di congiunzione l’Umanità; è una comunione di solo momento per suggerire di ziosa che molti di noi rappre-ficio dell’Umanità e ogni qualità umana fortificata dagli esempi, del disegno mazziniano arriva al- associati, di liberi e di uguali, or- preservare Progresso,dignità e sentano singolarmente eoindividuale deve essere volta al migliori costantemente e, ovun- la nostra Patria, “la Patria meglio ganizzati secondo un Diritto Uni- amor patrio. con le nostre famiglie.miglioramento del prossimo, af- que ciò avvenga, ovunque si definita d’Europa". forme che spezza caste e privile- Ilaria Parpaglioni La crescita in Italia stenta da 15 anni, troppa burocrazia e precarietà permanente che influenza si- gnificativamente la condizio- ne economica delle famiglie. Il coraggio di fare le riforme La priorità è la crescita, ma il mercato da solo non è in grado di garantirla, per cui l’intervento pubblico, in que- Per dare impulso alla crescita chiede però di valutare atten- un impulso decisivo e soste- sta direzione, è indispensabi-A sostenerlo è il Governa- tore della Banca d’ItaliaMario Draghi: i tassi di svilup- ci vogliono inoltre riforme più coraggiose. “Possiamo tamente i tempi e le modalità di una normalizzazione delle nuto alla ripresa. L’eccesso di burocrazia appesantisce la di- le. L’intervento deve tendere a creare le condizioni perpo si attestano oggi intorno guardare con ragionevole fi- condizioni monetarie, dei tas- namica imprenditoriale, il migliorare l’incontro tra do-all’1%. Per invertire la rotta ducia alla possibilità di si di interesse". precariato e l’elevata disoccu- manda e offerta di lavoro,bisogna eliminare la burocra- un’azione di riforma", rilevan- Il quadro delineato dal Go- pazione determinano contra- deve mirare allo snellimentozia. E sottolinea: “ai giovani si do che “l’Italia dispone di vernatore non è incoraggian- zione di redditi e costi socia- burocratico sgravando le im-chiede il minimo della mobi- grandi risorse, ha molte te. Trattasi di uno scenario li, a sostegno di questi pro- prese dei troppi adempimen-lità e il massimo della preca- aziende, una grande capacità molto realistico, che induce a blemi purtroppo ad oggi si ti che ne rallentano solamen-rietà". imprenditoriale, la sua gente pensare ad un vera e propria sono adottate misure labili, te la loro attività economica.La crescita in Italia stenta da è laboriosa e parsimoniosa". fase di stagnazione. Il prezzo che non hanno avuto una Il famoso motto “fare impre-15 anni, il Governatore insiste Ora, però si tratta di “liberare del petrolio dei paesi mem- connotazione riformista. sa in un giorno” dove è fini-inoltre su un messaggio che lo spirito degli imprenditori e bri dell’Opec è salito a Non si può non essere d’ac- to? In ogni Paese industrializ-si ripete in tutte le sue uscite degli individui da molti vin- 111,01 dollari al barile, rag- cordo con il Governatore zato ed avanzato iniziare unapubbliche: è la crescita la coli". giungendo il livello più alto che oltre ad aver fotografato attività economica è sempli-priorità delle priorità. In Ita- Inoltre, con la pressione fisca- dall’agosto 2008 con un au- perfettamente lo stato di sa- ce ed avviene rapidamente,lia, è la premessa. “A benefi- le che resta troppo elevata, crescita mondiale". mento record di 5,12 dollari lute dell’economia italiana, poi dipende dalle capacitàcio della crescita di tutta “superando di tre punti quel- Infine, il messaggio alla Bce, in un solo giorno. Per allen- ha anche giustamente sugge- dell’imprenditore di fare im-l’economia andrebbe un as- la media dell’area Euro", che deve agire tempestiva- tare le tensioni sui prezzi rito la ricetta per risolvere il presa. In Italia, viste le eleva-setto normativo ispirato, l’unica strada percorribile per mente sui tassi di interesse l’Arabia Saudita ha fatto sa- problema degli eccessi della te capacità ed attitudini im-pragmaticamente, all’efficien- ridurre il disavanzo è quella per prevenire l’inflazione. pere di essere pronta a incre- burocrazia, cioè occorre eli- prenditoriali esistenti, baste-za del sistema", sostiene in del contenimento della spesa Evidenziando che “le aspetta- mentare la propria produzio- minarla. A patire la crisi è so- rebbe eliminare questi adem-numero uno di Via Nazionale, pubblica corrente. Conteni- tive di inflazione nel medio ne giornaliera. prattutto il mercato del lavo- pimenti per accelerare il pro-evidenziando che “nonostan- mento che dovrà proseguire periodo rimangono ancorate” Il nostro Paese, che cresce ro anch’esso privo di una po- cesso di costituzione dellete i passi in avanti, l’Italia si anche oltre il 2012. e affermando che “l’emergere molto poco, non riesce ad litica riformista, e ingessato imprese e per sostenere nuo-segnala ancora in tutte le Draghi fotografa poi il merca- di tensioni inflazionistiche ri- uscire dalla crisi e a fornire in una struttura di precariato ve iniziative.classifiche internazionali per to del lavoro per i giovani ail’onerosità degli adempimenti quali viene chiesto il minimoburocratici, specie quelli ad- della mobilità e il massimodossati alle imprese". della precarietà, evidenzian- Il partito di Fini a meno di una settimana dal congresso fondativo già perde pezzi do che “è uno spreco di risor- se che avvilisce i giovani e in- LA PIAZZA D’ITALIA fondato da TURCHI Via E. Q. Visconti, 20 tacca gravemente l’efficienza del sistema produttivo". I sa- lari di ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, in ter- Futuro in libertà 00193 - Roma Luigi Turchi mini reali, sono fermi da oltre un decennio su livelli al di I l 14 dicembre dello scorso anno - il giorno in cui il Go- verno Berlusconi ottenne la fi- per vicinanza politica - nella scissione col Popolo della Li- bertà stanno lentamente ritor- motivazioni - più o meno vali- de - che stanno conducendo parlamentari e deputati europei sconi e con i quali furono origi- nariamente eletti, o a criticare anche aspramente le posizioni sotto di quelli degli anni Ot- Direttore ducia alla Camera dei Deputati nando sui propri passi o sono o a riavvicinarsi ai partiti della anti - berlusconiane che molti tanta, denuncia il numero Franz Turchi - pare sia divenuto l’8 settem- intenzionati a farlo. maggioranza, che attualmente dei “falchi” di Futuro e Libertà Co-Direttore uno di Via Nazionale. La re- Molteplici possono essere le sostengono il Governo Berlu- hanno col tempo assunto, ma bre politico di Gianfranco Fini. Lucio Vetrella cessione, “ha reso più diffici- Senza volere scomodare iniqui Direttore Responsabile le la situazione” e il tasso di paragoni storici, da quella data Proprietaria: Soc. EDITRICE EUROPEA s.r.l. disoccupazione giovanile in poi le raccogliticce truppe di Registrato al Tribunale di Roma “sfiora il 30%", ricorda inoltre avanguardisti finiani sembra si n. 9111 - 12 marzo 1963 Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. il Governatore. siano iniziate a sciogliere come Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma Preoccupa la crisi in Libia, neve al sole. Difatti, a poco me- www.lapiazzaditalia.it che, con le conseguenti ten- no di una settimana dalla cele- E-mail: info@lapiazzaditalia.it sioni sulle quotazioni del pe- brazione meneghina del con- Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anche trolio, comporta rischi per la gresso fondativo di Futuro e Li-non recensiti, non si restituiscono. Cod. ISSN 1722-120X crescita. Anche se “l’impatto bertà, del partito cioè che Stampa: POKER PRINT COLOR s.r.l. immediato di eventuali diffi- avrebbe dovuto scompaginare Via Cosimo Tornabuoni, 29 - 00166 Roma coltà di approvvigionamento l’orizzonte politico del centro FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI FEBBRAIO 2011 di fonti energetiche dall’Africa destra italiano e rinnovareGARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L’Editoregarantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbona- settentrionale può essere con- l’asfittica atmosfera della paludeti e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la can-cellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S. Carlo da Sezze, 1 - tenuto dall’ampia capacità parlamentare del Paese - secon-00178 Roma. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editoreverranno utilizzate al solo scopo di inviare copie del giornale(Legge 675/96 tutela dati personali). La responsabilità delle opi- inutilizzata negli altri paesi do le intenzioni del suo nobilenioni espresse negli articoli firmati è degli autori. produttori". Draghi avverte: padre fondatore Gianfranco Fi- ni - pare non rimangano altro “le drammatiche vicende a che le rodomontate di Bocchi- Per informazioni e abbonamenti cui stiamo assistendo posso- chiamare il numero verde: no. no indebolire gli investimenti A poco a poco infatti alcuni di nell’industria petrolifera in coloro che avevano seguito il quell’area, far rincarare l’ener- Presidente della Camera - per gia, con ripercussioni sulla calcolo, per amicizia e stima o
  3. 3. 1-15/16-28 febbraio 2011 Pag. 3 LA PIAZZA D’ITALIA - POLITICAMentre imperversa l’ennesima bufera giudiziaria il Governo vara le misure per il rilancio economico del Paese Berlusconi punta tutto sullo sviluppo euro, procedendo nel con- presentanza dei Comuni ita- La situazione è apparsa cosìS ilvio Berlusconi, è chiaro, è un osso durissimo da di-gerire per tutte le opposizio- tempo ad individuare, di concerto con le Regioni, le liani - e le proposte di Go- verno e maggioranza. grave che il Consiglio dei Ministri ha rapidamente di-ni, siano esse parlamentari o aree urbane degradate da ri- La dimostrazione di quanto chiarato lo stato di emergen-extra-parlamentari, di pseu- qualificare. Prevista infine sia grande la voglia del Go- za umanitaria e deciderà dido-destra o di sinistra pas- pure la riforma degli incenti- verno di approvare in fretta riaprire il CPT di Lampedusasando per il centro, togate o vi pubblici alle imprese at- il testo sul federalismo muni- e nel contempo il Ministromeno, e a conferma di quan- traverso la semplificazione cipale è evidenziata dal fatto degli Interni e quello deglito appena asserito sta rilan- delle norme e delle procedu- che già la prossima settimana Esteri, Frattini e Maroni,ciando l’offensiva politica del re necessarie per l’accesso a sarà presentato in Parlamen- hanno messo in allarme an-Governo attraverso l’appro- tali aiuti che in tal modo ri- to dal Ministro Bossi e alla che le strutture dell’Unionevazione di un pacchetto eco- sulteranno essere pure di Camera sarà addirittura posta Europea destinate al con-nomico che ha lo scopo di ri- più rapida ed efficiente ero- la fiducia per far approvare il trollo dell’area in questione,lanciare l’economia italiana. gazione. più velocemente possibile il il braccio di mare che siInsomma il Presidente del La speranza del Governo è provvedimento legislativo. In estende tra Tunisia, Malta edConsiglio ha deciso che la che attraverso questa scossa tal modo verranno anche ac- Egitto.prima mossa da compiere al il livello di crescita del Pro- colte le legittime richieste del Ed è appunto anche su que-fine di dare scacco matto ai dotto Interno Lordo naziona- Presidente della Repubblica, sta scottante tematica che ilpropri detrattori dovesse es- le cresca qualcosa in più ri- Giorgio Napolitano, il quale Governo di centro destra sisere quella di dare nuova lin- spetto al livello dell’1% stabi- aveva ritenuto irricevibile il gioca gran parte della pro-fa alla crescita economica del lito dai maggiori centri di ri- decreto del Governo appro- pria popolarità tra i cittadiniPaese uscita assai “depressa” cerca economica nazionale vato in fretta e furia nel Con- in quanto l’aumento consi-dalle turbolenze finanziarie ed internazionale: un bel se- siglio dei Ministri dopo la so- stente della presenza di im-degli ultimi due o tre anni. gnale che potrebbe essere stanziale bocciatura ricevuto migrati più o meno clande-I punti strategici di tale pia- un fattore trainante è certo dallo stesso in commissione stini nelle nostre città nonno sono l’erogazione di circa l’aumento del 5,4% su base parlamentare perché manca- può che far aumentare il ma-500 milioni di euro a vantag- annua fatto registrare dalla va appunto il passaggio alle lessere tra gli italiani anchegio delle imprese che inve- produzione industriale italia- due Camere. in un contesto economico distono in innovazione e ricer- na nel 2010 rispetto all’anno L’altro fronte caldo lungo il scarsa crescita: Berlusconica tecnologica e di altri 915 precedente, lontano dai livel- quale il Governo si sta celer- dovrà essere capace di farmilioni di contributi a favore li pre-crisi ma di sicuro un mente muovendo è quello ri- fronte a tali problemi con-dei distretti tecnologici e 100 dato inaspettato. guardante le preoccupazioni nessi all’afflusso di così tantimilioni di fondi europei per Oltre agli argomenti più per il notevole e repentino disperati anche costringendola “banda larga". Importan- strettamente legati ai proble- afflusso di immigrati irregola- e convincendo le autoritàtissima sarà poi la creazione mi economici e finanziari del ri in fuga dal Nord Africa che dell’UE a fare la propria par-per alcune zone del meridio- Paese, gli altri temi che rive- si sta verificando lungo le co- te e a non mettere la testane di aree a “burocrazia ze- stono un’importanza rilevan- sconi ha rassicurato Bossi ri- ricevuto le rassicurazioni del ste italiane. Infatti in conco- sotto la sabbia come di soli-ro” per facilitare la formazio- te all’interno dell’agenda po- guardo la prossima “riparten- caso da parte del Cavaliere il mitanza della caduta dei re- to fanno.ne di nuove imprese e la litica che la maggioranza sta za” di tale processo riforma- quale a sua volta è sembrato gimi semi-dittatoriali di Ben Ma mentre la maggioranza sifondazione della Banca del man mano affrontando sono tore proprio dalle Camere e d’accordo col leader leghista Alì e di Mubarak frotte di tu- appresta a trovare la soluzio-Sud che darà ulteriore slan- il federalismo e le problema- non più dalle commissioni riguardo la necessità di un nisini ed egiziani si stanno ri- ne a tali importanti problemicio alle piccole e medie im- tiche inerenti ai rivoluziona- parlamentari, per tal motivo riequilibrio della composi- versando in Italia a bordo di l’opposizione parlamentareprese delle regioni meridio- menti politici che stanno sarà necessario che la Lega zione di alcune importanti vere e proprie carrette del e non, invece di suggerirenali. Il Consiglio dei Ministri avendo luogo sulla sponda tenga un profilo più basso commissioni parlamentari mare in cerca di un futuro miglioramenti o prospettareha previsto pure un nuovo africana del Mediterraneo e nel dibattito politico italiano che dopo la fuoriuscita di migliore: in pochi giorni ol- soluzioni non trova meglioprovvedimento legislativo che di fatto già si stanno ri- per evitare strappi nella mag- Futuro e Libertà, dalla mag- tre tremila rifugiati sono da fare che scendere nelleper rimuovere gli ostacoli percuotendo in queste ore gioranza ma anzi tentando di gioranza politica che sostie- giunti sulle nostre spiagge piazze, con la sponda delleburocratici che fino ad oggi anche sull’Italia. rimpinguare a breve il nume- ne il Governo, sono pratica- soprattutto in Sicilia ed in se- solite toghe milanesi, e in-hanno frenato in parecchie Per quanto riguarda il fede- ro dei così detti “volenterosi” mente in mano alle opposi- guito trasferiti attraverso un veire folcloristicamente bar-regioni italiane l’approvazio- ralismo, dopo lo stop ricevu- al fine di far approvare nel zioni nonostante che dopo ponte aereo o con navi in dati di rosso, viola o rosane e l’attivazione del piano to alla “bicameralina parla- più breve tempo possibile i l’estenuante trattativa portata Centri di Accoglienza del re- contro il Presidente del Con-casa tenendo immobilizzati e mentare” dal decreto sul fe- provvedimenti cari al Sena- avanti dal Ministro Calderoli sto d’Italia visto che quello di siglio per storie che seppurequindi inutilizzati per l’eco- deralismo comunale grazie al tur. Insomma Bossi che chie- si era trovato un punto di so- Lampedusa - dove si è verifi- eventualmente provate ri-nomia - delle piccole impre- voto contrario del membro deva al Capo del Governo stanziale compromesso tra le cato l’afflusso maggiore - è guardano la sfera privata delse soprattutto - 70 miliardi di appartenente al FLI, Berlu- non solo di “galleggiare” ha richieste dell’Anci - in rap- oramai chiuso da tempo. Cavaliere.appunto, varie che possono es- Fini, il baricentro del nuovo in cui si trova rispetto alla posi- meri, sia quelli dei parlamenta- radicale Della Vedova, per sto- se diverse non hanno parteci-sere le ragioni di questa ondata soggetto politico verso posizio- zione assunta nei confronti del ri ancora fedeli al mandato avu- ria e formazione politica lonta- pato alla seduta.di riflusso, il risultato finale a ni più vicine a quelle dell’ultra Cavaliere, agli occhi del Paese e to dagli elettori, che quelli del- nissimo da quella di un Menia Uno addirittura, l’ex tesoriere dicui stanno portando è che FLi sinistra e a Di Pietro che a quel- del popolo di centro destra, ha le elezioni fin qui svolte dal- o di un Tremaglia. AN Pontone, si è apertamentepotrebbe ben presto scompari- le di una destra moderna. proposto al presidente del Con- l’epoca della sua elezione nel L’odore delle elezioni, secondo dissociato sbattendo la porta ere dal Parlamento italiano come La goccia che però ha fatto tra- siglio di dimettersi entrambi e 2008 a Presidente del Consiglio le intenzioni dell’ex Presidente annunciando una sua prossimagruppo politico indipendente. boccare il vaso, di bile, sono andare subito alle elezioni. ad oggi: Comuni, Province e di Alleanza Nazionale, avrebbe uscita dal FLI facendo in taleI primi a capire che l’avventura state le risultanze dell’assem- A parte il fatto che da uomo Regioni una volta governate dal potuto contribuire a rinsaldare eventualità mancare il numerofiniana - partita tra gli squilli di blea costituente di Futuro e Li- delle Istituzioni come Egli si centro sinistra sono sistematica- un movimento politico in verità minimo di iscritti per poter fartromba degli anti Berlusconiani bertà tenutosi sabato e domeni- considera - è pur sempre Presi- mente passati di mano alla coa- assai disgregato al proprio in- rimanere in vita il gruppo par-in servizio permanente effettivo ca scorsa a Milano. dente della Camera oltre che lizione PdL - Lega Nord. terno da scelte non condivise lamentare al Senato, con tuttodella sinistra italiana - non po- Tralasciando di commentare le deputato di lunghissimo corso - Quale è il significato della sfida da tutti. quello che ne consegue ovvia-tesse approdare a nulla di buo- solite accuse di nefandezze vo- dovrebbe sapere che è solo il lanciata da Fini al Premier? Il tentativo di Fini insomma mente non solo in termini poli-no per i partecipanti e per il mitate addosso a Berlusconi e Capo dello Stato per diritto co- L’unico, è che il Presidente del- aveva un unico scopo: impedi- tici ma anche economici. AllaPaese sono stati gli onorevoli agli ex “colonnelli” di AN rima- stituzionale che scioglie il Parla- la Camera ha provato un ultimo re l’appalesarsi, agli occhi degli Camera invece oltre a Barbare-Moffa, Siliquini, Catone e Poli- sti al loro posto nel PdL dai so- mento dopo essersi accertato disperato tentativo di raccoglie- italiani e dei mass media che lo schi, in aperto contrasto condori - poi confluiti tra i “Re- liti noti - Bocchino, Granata e che non c’è maggioranza politi- re intorno a se le sue litigiose sostengono, dello stato confu- tutti gli ex AN, l’onorevole Ros-sponsabili"- che già nel dicem- Briguglio, va da sé - la cosa che ca alternativa alla Camera ed al ed oramai sparute truppe attra- sionale di cui è preda Futuro e so è ritornato all’ovile - il Popo-bre scorso al momento di vota- subito è apparsa agli occhi a Senato e non perché il Presi- verso il miraggio di una ultima Libertà. Il risultato dell’arrocca- lo delle Libertà - dopo un collo-re la sfiducia al Presidente del tutti è stato l’ufficializzazione e dente di un piccolo partito imminente battaglia finale con- mento di Fini intorno a tali po- quio con Berlusconi, occasioneConsiglio si astennero o espres- l’istituzionalizzazione della po- creato attraverso la “procreazio- tro il Cavaliere. sizioni è stato l’inizio della di- questa che ha scatenato la fu-sero parere contrario rispetto ai sizione politica anti-Cav senza ne assistita” di UDC e sinistra Infatti oramai i suoi fedelissimi sgregazione dei gruppi parla- nesta ira di Fini che in una in-dettami imposti da Fini. se e senza ma, che il partito do- parlamentare, senza aver mai sembrano essere sopraffatti sia mentari di Futuro e Libertà. tervista rilasciata al Secolo haCol passare dei mesi poi, pare vrà a tutti i costi perseguire se- partecipato ad alcuna elezione, dalla lontananza dalle poltrone Al Senato il capogruppo Vie- ancora una volta esternato ilche il malcontento tra i fonda- guita dall’accantonamento di decide di sfidare il Cavaliere in un tempo acquisite, sia dalla spoli - strenuo oppositore di suo disprezzo per Berlusconitori del FLi sia aumentato a di- tutti coloro i quali si oppongo- un incontro stile OK Corral. Il difficoltà di molti deputati a ca- Bocchino, Briguglio e Granata - accusandolo di compravenditasmisura sia perché alcuni di lo- no, all’interno di Futuro e Liber- primo, ed unico, a doversi di- pire gli obiettivi politici, a breve si è prima dimesso facendosi di deputati.ro avevano abbandonato, ab- tà, questa linea tracciata dall’ mettere dovrebbe essere pro- e medio termine, di una politi- subito dopo, in segno di sfida Tuttavia nonostante gli strali ebagliati dalle proposte del Pre- “aratro” finiano e difesa dalle prio Fini, rispondendo ad un al- ca così vicina alle posizioni del col Presidente della Camera, le minacce del Presidente dellasidente della camera o per vero spade sguainate dei “falchi". to dovere morale - che in real- centro sinistra, oltre che dalle rieleggere dai propri colleghi, Camera, altri onorevoli - Urso,malcontento riguardo il funzio- L’assemblea tenutasi all’ombra tà sembra non appartenergli - critiche piovute dall’elettorato senza però riuscire a fermare in Baldassarri e Saia - starebberonamento del PdL, poltrone im- della Madonnina, alla faccia verso i parlamentari di PdL e una volta a lui fedele. Senza poi alcun modo l’emorragia di con- pensando di abbandonare ilportanti da Ministro- Ronchi - o della carica di rappresentante Lega che tre anni fa decisero di dimenticare la strenua opposi- sensi. Infatti al momento di vo- FLI: insomma da Futuro e Li-da sottosegretario - Urso e Me- delle Istituzioni che attualmente comune accordo di issarlo, zione di taluni - Viespoli e Urso tare la fiducia al decreto del bertà passerebbero tutti ad unnia- sia perché lentamente ma ricopre, ha eletto primo presi- malgrado loro come si è visto sopra tutti - che non sono d’ac- Governo, il Mille Proroghe, so- futuro in libertà uccidendo ininesorabilmente, il trio Bocchi- dente di FLI, Gianfranco Fini, il in seguito, al seggio più alto di cordo con un partito le cui re- lo quattro senatori su dieci si tal modo nella culla il partitono, Briguglio, Granata andava quale, allo scopo di cercare di Montecitorio. Inoltre in favore dini sono tenute saldamente in sono allineati alle direttive di Fi- caro a Fini.spostando, dietro dettatura di rimediare all’evidente difficoltà del Cavaliere parlano pure i nu- mano dall’ultra’ Bocchino o dal ni mentre altri cinque con scu- Giuliano Leo
  4. 4. Pag. 4 1-15/16-28 febbraio 2011 LA PIAZZA D’ITALIA - APPROFONDIMENTI La ripresa del Paese passa anche dalla ferrovia Il treno della ripresa nostro Paese, abbiamo assisti- po líautomobile, ma solo per Ad esempio, per il servizio diP er i pendolari italiani lían- no è di 13 mesi e mezzo.Non è una battuta, purtroppo, to a uníinversione di tenden- za. Si pensi soltanto agli inve- il 33% degli italiani contro il 67% della Francia, il 58% del- Trasporto Regionale, Trenitalia incassa 12,1 centesimi di euro ROBERTO TAZZIOLIma è la realtà fotografata dal stimenti effettuati per miglio- la Germania e il 53% del Re- per passeggero/km, dei quali Nato a Modena il 21 settembre 1954 e laureato in In-Censis per descrivere la vita rare la sicurezza sullíintera fer- gno Unito. 3,6 da biglietto o abbonamen- gegneria Civile ed Idraulica presso l’Università di Fi-dei lavoratori pendolari italia- roviaria o alla recente gara per Il ritardo rispetto agli altri pae- to e 8,5 dai contratti di servizio renze. Dal 1999 al 2002 è stato Amministratore Dele-ni, che impiegano in media 72 50 nuovi treni ad altissima ve- si europei è però anche la di- (pagati dalle Regioni). In gato di Alstom Transport Systems e membro del Con-minuti per gli spostamenti locità indetta da Trenitalia e mostrazione che si può e si Francia la cifra è di 19,1 cente- siglio del Consorzio Saturno per l’Alta Velocità Ferro-giornalieri di andata e ritorno, vinta dal consorzio Ansaldo- deve investire nel ìferroî. simi - rispettivamente 7,9 dalle viaria.pari a un mese e mezzo lavo- Breda / Bombardier, ma mol- A cominciare dal materiale ro- tariffe e 11,2 dai contributi; in Dal 2003 al 2005 ha assunto la carica di Presidenterativo per anno. to rimane da fare per il mate- tabile in circolazione. I nostri Germania di 21,8 centesimi, 8 del Consorzio Trevi.Bastano questi pochi dati per riale rotabile, soprattutto sul treni regionali, con uníetà me- da tariffa e 13,8 dai contributi Ricopre la carica di Presidente ed Amministratore De-far comprendere quanto il tra- fronte del trasporto regionale, dia di oltre 20 anni, non sono pubblici. Senza contare che in legato di Bombardier Transportation Italy dal 2003.sporto pubblico costituisca, per il quale mancano investi- più adeguati a garantire quegli questi Paesi Stato, Regioni enon da oggi, un freno allo svi- menti pubblici per l’ammoder- standard di comodità, affidabi- amministrazioni locali finan-luppo del nostro paese. namento del materiale rotabi- lità e puntualità necessari per ziano a parte l’acquisto deiSe si riducessero i tempi di le. Soprattutto se confrontato svolgere un servizio di qualità. nuovi mezzi.percorrenza da 72 minuti a 40 con i dati degli altri paesi. Per fare questo occorre però Sul reperimento di risorse fi-minuti, tagliando sulle ineffi- Il recente rapporto OPMUS rompere quel circolo vizioso nanziarie destinate allíacqui-cienze ed i ritardi dei treni, i dellíISFORT mostra infatti uníI- per il quale a basse tariffe sto di nuovo materiale rotabi-pendolari italiani risparmie- talia fanalino di coda nel tra- corrisponde un servizio sca- le, il Parlamento aveva trova-rebbero ogni anno 15 giorna- sporto su ferro, tra i paesi più dente; e a bassi investimenti, to una soluzione grazie adte che potrebbero essere de- importanti del Vecchio Conti- scarsa qualità del servizio. una proposta di legge chestinate o ad una maggior pro- nente, nonostante la quota di Di questo, tutti, politici e ope- prevedeva l’acquisto dei nuo-duttività od al miglioramento coloro che effettuano i propri ratori del settore, sono consa- vi treni con un apposito con-della qualità della vita. spostamenti - in treno, metro- pevoli e concordi; semmai il tributo di 300 milioni di euroMai come oggi, dunque, è im- politana o tram - sia aumenta- problema è capire come tro- l’anno per 15 anni, la cui co-portante porsi il problema di ta del 22% tra il 2005 e il 2009, vare le risorse finanziarie ne- pertura finanziaria era assicu-come migliorare la mobilità passando dal 27,6 al 33,6%. cessarie alla loro sostituzione. rata con l’incremento di unnel nostro paese e mai come I dati del Rapporto ISFORT in Bene, su questo punto occor- centesimo al litro dell’accisaoggi è necessario rispondervi tal senso non lasciano dubbi: re dire che non c’è paese al sui carburanti.potenziando e migliorando il la quota di italiani che si spo- mondo nel quale i servizi di Tale progetto di legge, appro-trasporto pubblico locale, a sta utilizzando le ìstrade ferra- trasporto pubblico locale si ri- vato all’unanimità dalla com-partire da quello ferroviario, teî è stata nel 2008 del 5,7% pagano solo con gli introiti di missione trasporti della Came-che costituisce, dopo líauto- contro il 10,1% della Francia, biglietti e abbonamenti. Ovun- ra nel maggio 2010, è stato poimobile, il mezzo di trasporto lí8,6% della Germania e bel al que stato e amministrazioni accantonato dopo un tira epiù diffuso tra i pendolari, sia- di sotto della media UE pari locali intervengono economi- molla con la Commissione Bi-no essi studenti o lavoratori al 7,3%. camente per rendere possibile lancio proprio sulle modalità(dati Censis). Il trasporto su rotaia sembra un servizio che ha ovviamente di copertura finanziaria.Certo, negli ultimi anni, nel essere il mezzo preferito do- un grande peso sociale. Oggi le Regioni, in virtù della manovra Tremonti, debbono affrontare un significativo ta- glio del 20% delle risorse de- stinate al trasporto collettivo su ferro. Ed a seguito di ciò stanno ridimensionando l’of- ferta dei servizi alla collettività od aumentando le tariffe. I NUMERI A tale proposito, l’Asstra, che DI BOMBARDIER TRANSPORTATION* è l’associazione nazionale del- le aziende di trasporto pubbli- co locale su gomma e su fer- • 10 miliardi di dollari il fatturato. ro, ha stimato che se si doves- • 27,1 miliardi il portafoglio ordini. se tagliare líofferta del 10% ciò produrrebbe 740mila clienti in • 100.000 i veicoli Bombardier circolanti nel meno al giorno, con ripercus- mondo. sioni negative sui bilanci delle aziende di trasporto e, dun- • 25% la quota di mercato. que, sui lavoratori. Come dire: • 95% la presenza dell’azienda nei consorzi meno clienti, dunque, meno europei per l’alta velocità. ricavi, meno occupazione. In realtà, una tale politica, ol- • 93% la percentuale di materiali riciclabili tre che miope e anacronistica, sui treni Bombardier. sarebbe dannosa per tutti: per chi i mezzi li utilizza e per chi • Fino al 50% di risparmio energetico con il i mezzi li costruisce o li gesti- pacchetto di prodotti ECO4 di Bombardier. sce. E per i costruttori di mate- riale rotabile, che patiscono la mancanza di una strategia in- dustriale che porti ad una ri- In Italia conversione del trasporto su gomma a quello su ferro e via • 800 le persone che lavorano tra Vado mare. Ligure (Savona) e Roma. Verrebbe da chiedersi, quindi, che senso ha una tale politica • 600 quelle impiegate nella produzione a quando paesi Europei come la Vado Ligure (Savona). Francia od emergenti come la Cina, líIndia, il Brasile, stanno • 400 milioni il fatturato in Italia. investendo copiosamente pro- • 1700 le locomotive prodotte a Vado Ligure prio nellíindustria del ferro. dal 1905. Certamente, treni belli, effi- cienti, che rispondano alla do- • 638 le locomotive elettriche E464 ordinate manda di mobilità si possono da Trenitalia per il trasporto regionale. fare, anche in Italia. Non la- sciamoci sfuggire quest’occa- • 50 i treni ad altissima velocità in consorzio sione! I “binari” stanno accre- con AnsaldoBreda, ordinati nel 2010 da scendo il proprio peso e il no- Trenitalia. stro Paese vanta nel settore ferroviario una tradizione e un • NB. il fatturato 2009 di Bombardier sapere secolari: la ripresa può Aerospace e Transportation è stato di 19,4 passare anche da qui, se lo mld. Di dollari. vogliamo. Ing. Roberto Tazzioli Presidente e Amministratore Delegato * Dati relativi all’esercizio fiscale 2009 Bombardier Transportation Italia

×