Amministrative 2011 e il rilancio del centrodestra - 1-15/16-31 Maggio 2011 - Anno XLV - NN. 111 - 112

729 views

Published on

Il rilancio - Amministrative 2011 e il rilancio del centrodestra - L’incognita di Milano e Napoli - Elezioni amministrative in Italia e in UE - Obama 2.0 - Tornare alla crescita - 160 miliardi - Il ruolo strategico della BCE - Terremoto al FMI - L’opportunità di un referendum - L’integrazione europea - Il decreto per lo sviluppo senza spesa pubblica - The tree of life - The next three days – Scozia

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
729
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
81
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Amministrative 2011 e il rilancio del centrodestra - 1-15/16-31 Maggio 2011 - Anno XLV - NN. 111 - 112

  1. 1. COPIA OMAGGIO In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romanina Abb. sostenitore da E 1000 - Abb. annuale E 500 - Abb. semestrale E 250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina per la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy — Fondato da Turchi — Poste Italiane SpA - Spedizione in abbonamento postale - 70% - dcb-Roma 1-15/16-31 Maggio 2011 - Anno XLV - NN. 111-112 E 0,25 (Quindicinale) Il rilancio ECONOMIA APPROFONDIMENTI L’opportunità LA PIAZZA D’ITALIA Tornare di un alla crescita Per la vostra pubblicità referendum telefonare allo 800.574.727 — a pagina 4 — — a pagina 6 — a cura di FRANZ TURCHI S crivo poche righe di idee per il rilancio dell’Azione Governativa e Politica; tutto ciò proviene dalla passione e dalla voglia di fare poli- tica che ognuno di noi vuole espri- mere, a prescindere dalla propria storia politica o esperienza lavorati- va. Credo infatti che dobbiamo ri- lanciare la proposta a quella parte di elettorato moderato, cattolico, li- berale che sin dai tempi del ‘94 ci ha seguito e con noi combattuto per affermare quei valori che da sempre in azzurro abbiamo portato avanti. Non per questo non dobbiamo es- sere critici anche con chi di noi hawww.lapiazzaditalia.it alzato troppo, esasperatamente i toni della polemica contro tutto e tutti, forse anche senza malizia, ma comunque danneggiando il pro- getto del PDL che andava sin dal- l’inizio in altra direzione e cioè verso il mondo moderato. Sono convinto che parlando di nuovo con la nostra lingua, che sono i nostri valori a partire dal Dio, Patria e Famiglia di antica me- moria, al rispetto delle istituzioni, alla difesa della nostra italianità co- me della nostra storia e delle no- stre consuetudini, vogliamo da una parte parlare al cuore delle persone ma dall’altra essere prag- matici nella soluzione dei proble- mi della gente, nel solco di quella rivoluzione liberale che da sempre Non sottovalutare la sconfitta e non sopravvalutare la vittoria abbiamo sognato. Infatti incomin- ciare a riparlare di economia delle Amministrative 2011 famiglie, o delle piccole imprese, è fondamentale per risolvere il pro- blema della disoccupazione dei giovani come anche dei meno gio- vani, o del problema della terza e il rilancio del centrodestra settimana del mese. Le soluzioni possono essere porta- te avanti o dal governo o dal par- tito, ma con questi semplici e umi- li obbiettivi. Lo possiamo fare di nuovo tutti in- sieme portando avanti, ad esempio, la semplificazione burocratica, quella fiscale come la “No Tax area” fino a 20mila euro, o il paga- T urno elettorale ammini- strativo sostanzialmente negativo per il centrodestra tattica di Di Pietro di far cor- rere in solitaria il proprio can- didato anche senza cercare si è spinto ovviamente il “su- per partes” presidente della Camera, Gianfranco Fini, il la Madonnina è stata ottenuta con un candidato espressione della sinistra radicale mentre cine al movimento di Grillo che ulteriormente assottiglia- no il bacino elettorale del mento dell’IVA al pagamento della fattura o meglio ancora l’apertura quello appena trascorso e che l’accordo con il centrosinistra quale tra gli squilli di tromba a Napoli il vero vincitore è partito di Bersani. non di mille cantieri ma di pochi ha visto la conquista da parte al primo turno elettorale. ha annunciato la morte del stato Di Pietro, il concorrente Il terzo polo invece, come in (vedi le grandi opere), mettendo della sinistra e dei dipietristi Tra le città capoluogo di pro- Berlusconismo evidentemen- ufficiale del PD al primo tur- Parlamento, è pressoché inin- ovviamente risorse sul tavolo, euro- pee e non, che poco andrebbero a rispettivamente delle munici- vincia da segnalare il risultato te dimentico della percentua- no è stato capace di racimola- fluente e la decisone presa di modificare la situazione strutturale palità di Milano e Napoli oltre ottenuto dal PD a Cagliari le da prefisso telefonico otte- re la miseria del 20% dei voti non schierarsi né con PdL – dei nostri conti; come anche chie- che di centri di secondaria con il Democratico Zedda nuta dalla sua creatura, Futu- totali. Inoltre in tutta Italia Lega né con il centrosinistra dere la moratoria nelle normative Europee (tranne quelle sulla sicu- importanza sparsi un po’ qua che è riuscito a prevalere sul ro e Libertà, alle prime elezio- sembrano crescere le percen- ha ancora di più acuito l’inu- rezza). Senza dimenticare di parlare e là lungo tutto lo stivale. candidato del centrodestra, ni a cui ha preso parte. tuali dei votanti di Sinistra e tilità di tale cartello politico di ambiente, di sicurezza, di diritti mentre anche a Trieste le sini- Il Presidente del Consiglio dal Libertà e delle liste civiche vi- Segue a pagina 2 civili, della politica estera che tanto Le sfide più importanti erano ci ha visto vincenti in tante occasio- ovviamente quelle che si so- stre con Cosolini sono riusci- canto suo oltre ad ammettere ni anche drammatiche a livello in- no disputate nel capoluogo te a conquistare l’amministra- l’incontrovertibile sconfitta ot- ternazionale. Essere quindi di nuo- vo centrali e propositivi, senza sta- lombardo e all’ombra del Ve- zione comunale sconfiggen- tenuta dalla propria maggio- Ricco, continuamente aggiornato: re ad ascoltare rivendicazioni di suvio. do il “pidiellino” Antonione ranza a Milano e Napoli, ha arriva finalmente sul web il nuovo punto parte o di gruppi o peggio di cor- A Milano dopo lustri di domi- con il 57% dei voti totali. No- aggiunto che ben presto riu- renti che poco possono risolvere i vara è passata di mano grazie nirà coalizione e partito per di riferimento per i giovani e per un nio incontrastato dei candida- problemi del paese; riparlare di sa- nità, strade, infrastrutture, sociale, ti di centrodestra, Letizia Mo- alla vittoria di Ballare (Demo- fare il punto della situazione nuovo modo di fare politica in Italia cultura, ricerca, turismo, immigra- zione e dei successi riportati nei confronti della criminalità. ratti - per di più sindaco uscente - è stata clamorosa- cratici) ottenuta con circa il 53% dei suffragi totali. mettendo sul tavolo nuove ri- forme per il rilancio dell’eco- www.lapiazzaditalia.it Noi ci opponiamo a chi non vuole continuare a combattere o vede mente quanto sonoramente Per quanto riguarda il voto nomia e il suo rinnovato im- Una Piazza di confronto aperta al sconfitta dal Giuliano Pisapia delle amministrazioni provin- pegno per strutturare meglio tutto negativo, come la sinistra fa rappresentante della sinistra ciali i candidati del centrode- il Popolo della libertà nel dibattito su tutti i temi dell’agenda ormai da generazioni dai tempi di Paietta o dei sindacati. radicale ma appoggiato pure stra tengono Vercelli e strap- Paese. politica e sociale per valorizzare nuove Dobbiamo rilanciare l’azione gover- nativa e di partito nel quale abbia- dai Democratici ottenendo il pano al PD la guida della In ultima analisi né PdL, né idee e nuovi contenuti mo sempre creduto, anche critican- 55 % dei voti scrutinati: già al provincia di Reggio Calabria, Partito Democratico e Terzo do, ma passando per un cambia- primo turno il candidato del- mentre le sinistre si riconfer- Polo possono essere del tutto mento di partito o di azione gover- mano alla testa dell’ammini- soddisfatti dell’esito di questo nativa con un ringiovanimento dei la sinistra unita aveva sfiorato primi livelli di questo paese a parti- la vittoria raggiungendo il strazione provinciale di Man- turno elettorale. re dall’economia e dalle istituzioni 48% delle preferenze totali. tova e levano di mano quelle Il centro destra perché non è Con questo spirito e con questa voglia di fare e credere ho scritto La città di Napoli invece ha di Pavia e Macerata all’asse riuscito a confermare Milano queste poche righe forse incom- visto l’ancor più clamoroso PdL – Lega Nord. e altre amministrazioni in suo plete di temi e di argomenti, ma si- prevalere dell’eurodeputato Tali risultati hanno logica- possesso anche se il proprio curamente piene di sentimento e di passione. dell’Italia dei Valori ed ex ma- mente portato nuova linfa al- elettorato non sembra rifluire gistrato De Magistris che è le dichiarazioni bellicose de- verso altri partiti politici ma riuscito a raccogliere il 65% gli avversari del Cavaliere che piuttosto si volge all’astensio- dei suffragi dei napoletani di- quasi all’unisono - Bersani, nismo. stanziando nettamente il can- Franceschini, Di Pietro, Ven- Il Partito Democratico ha po- didato del centrodestra Lettie- dola - hanno chiesto le dimis- co da rallegrarsi poiché la vit- ri. Ha avuto quindi ragione la sioni del Suo Governo; oltre toria di Pisapia all’ombra del-
  2. 2. Pag. 2 1-15/16-31 maggio 2011 LA PIAZZA D’ITALIA - POLITICA spesa corrente e del deficit Non sottovalutare la sconfitta e non sopravvalutare la vittoria statale, e attraverso una mag- giore azione di radicamento Amministrative 2011 del PdL nelle realtà locali at- traverso congressi , tessera- menti, rinnovamento della classe dirigenziale locale che e il rilancio del centrodestra potrebbe passare pure attra- verso il cambiamento dell’at- tuale legge elettorale, che di fatto dà alle segreterie dei partiti uno strapotere oramai Dalla prima cui da qualche tempo si tro- spesso lo costringe nelle di- tà, del Nord Italia soprattut- tazione della lista provinciale inaccettabile per sperare in va incagliata l’azione del Go- verse realtà geografiche ad to, che al contrario, soffro- in occasione delle elezioni una maggiore partecipazione restando invariata la strategia verno Berlusconi preso più essere succube delle scelte no della mancanza di una amministrative regionali del- dei simpatizzanti alla vita po- politica pianificata da Casini, ad aumentare la maggioranza sbagliate che potentati loca- leadership locale sufficien- lo scorso anno, sta causando litica e soprattutto nega loro Fini e Rutelli. numerica parlamentare a se- li, cristallizzatisi negli anni, temente forte per contrasta- uno scollamento tra le diver- la scelta diretta dei propri Negli ambienti politici di guito dell’emorragia provo- impongono all’intera coali- re lo strapotere, in termini se anime del partito romano candidati. centrodestra, invece, si discu- cata dalla fuoriuscita del zione di centrodestra. L’ulti- di radicamento sul territo- e tra il PdL stesso e la Gover- Le dimissioni di Bondi (ne terà sui motivi che hanno gruppo dei Finiani che a por- mo esempio in ordine di rio, di progettualità e spes- natrice Polverini pur sempre seguiranno altri?) da coordi- portato alla traumatica scon- tare a compimento i progetti tempo è stato quello della sore politico degli uomini amica di vecchia data del natore nazionale del Popolo fitta nella città simbolo del di riforma solamente abboz- decisione, rivelatasi alla fine che compongono la classe presidente della Camera della Libertà e l’ipotesi fatta “Berlusconismo” e alle pro- zati nei primi due anni di errata e contestata fin dal- dirigente del partito della Gianfranco Fini. circolare nelle ultime ore di blematicità riscontrate in pa- Governo. l’inizio da parecchie compo- Lega Nord. Soluzioni a tutte queste pro- nominare Alfano coordina- recchie realtà locali italiane, Il secondo elemento di ri- nenti del PdL campano, del Purtroppo tale mancanza blematicità potrebbero esse- tore unico nazionale del ma da una prima analisi si schio per la stabilità della candidato alla corsa a sinda- sembra poter impossessarsi re rappresentate da una ulte- partito possono essere con- può facilmente dedurre che maggioranza è dato dallo co di Napoli e fortemente pure di importanti zone del riore accelerazione dell’azio- siderate forse una prima ma molto hanno pesato sul risul- scarso radicamento che il voluta dal “cacicco” Cosenti- centro – vedi il Lazio – dove ne di Governo soprattutto necessaria scossa capace di tato elettorale due distinti fat- partito più grande d’Italia è no. la debolezza e la litigiosità nel campo delle riforme fi- rimettere in carreggiata il tori. costretto tuttora a soffrire ad In senso diametralmente del PdL romano, la cui prima scali ed economiche, sempre PdL. Il primo è costituito dalle og- oltre tre anni dalla propria opposto a questa situazione avvisaglia si era avuta al mo- nel rispetto dei rigidi para- gettive difficoltà politiche in fondazione e che molto ci sono i casi di molte real- mento della mancata presen- metri di contenimento della Giuliano Leo Maggioranza e centrosinistra all’ultimo sprint per aggiudicarsi le amministrazioni delle due metropoli L’incognita di Milano e NapoliR isultati altalenanti quelli che sono usciti fuori do-po il primo turno delle ele- a qualche ora dall’inizio de- gli spogli delle elezioni am- ministrative quando già si partenopei, solo la punta dell’iceberg. Nel resto del Paese c’è stata rinnovamento degli organi di autogoverno e una mag- giore organizzazione localezioni amministrative dello profilavano le vittorie dei la significativa vittoria al pri- rispetto alla situazione at-scorso 15 e 16 maggio che candidati della coalizione di mo turno del Candidato del tuale.non consentono al momento centro sinistra a Bologna e Popolo della Libertà - Gio- Da segnalare inoltre lo scar-di decretare un vincitore po- Torino, oltre che il ballottag- vanni Di Giorgi - a Latina, so “appeal” in termini di at-litico certo al di la delle so- gio a Milano, ha dichiarato storico bastione della destra trazione di voti del così det-lite dichiarazioni di rito che sicuro che oramai l’asse PdL italiana, mentre a Cagliari è to “Terzo Polo” che solo atutti i contendenti effettuano – Lega era sconfitto al Nord testa a testa tra il rappresen- Napoli sfiora il 10% dei con-il giorno dopo: sicuro è che e che i risultati segnalavano tante del centro-sinistra Zed- sensi mentre nel resto delall’interno di tutte le forma- un inversione di tendenza da - 45% dei voti scrutinati - Paese si è stabilizzato intor-zioni scese in campo si pos- anche in campo nazionale e quello del popolo della Li- no al 6-7% dei voti, segnosono scorgere luci ed ombre spingendosi oltre afferman- bertà, Fantola fermatosi al che quando i nuovi partitiche debbono in ogni caso do che anche a Milano nei 47,4%. A Trieste invece è in nascono solamente da ma-far riflettere i rappresentanti ballottaggi si sarebbe vinto netto vantaggio il candidato novre di Palazzo o da spo-di entrambi gli schieramenti. facilmente. Certo è che i ri- del Partito Democratico stamenti che nulla hanno aI dati numerici, oltre che sultati scaturiti dalle urne al Consolini che ha ottenuto il che vedere con le reali esi-quelli politici, sembrano momento non sono univoci. 40% dei consensi contro il genze dei cittadini essi ven-contenere in se tutte le diffi- A Torino i cittadini hanno 27 % guadagnato dall’espo- gono sonoramente bocciaticoltà di interpretazione che confermato la storica appar- storicamente “rossa” perden- ce è stata certificata - dopo nente del centro-destra An- dall’elettorato. Addiritturacaratterizzano il momento tenenza alla sinistra della do però una buona fetta di la conquista del centro de- tonione ex presidente del Futuro e Libertà - la forma-politico italiano. città eleggendo sindaco l’ex consensi. stra del Governo Regionale Consiglio regionale della re- zione politica creata dal nul-Il segretario nazionale del segretario del Partito Demo- A Milano invece, e qui c’è lo scorso anno - la definitiva gione Friuli. la dal Presidente della Ca-partito Democratico Bersani cratico Piero Fassino che ha stato lo stop inatteso del caduta del modello Bassoli- Al tirar delle somme i due mera Fini - in media ha rac- conquistato la fascia tricolo- centro-destra, il sindaco no e del fantomatico rinasci- grandi blocchi di centro de- colto il 2-3-% dei voti, segno re grazie al 56 % dei suffra- uscente Letizia Moratti con il mento napoletano. Infatti il stra e centro sinistra sem- che l’allontanarsi dell’ex gi totali ottenuti rispetto al 41 % dei suffragi non è riu- candidato del Popolo della brano avere al momento un presidente di alleanza Na- LA PIAZZA D’ITALIA 28% dei voti avuti dal candi- scita ad ottenere la confer- Libertà, Gianni Lettieri, è po’ il fiato corto perché an- zionale dalla tradizione poli- fondato da TURCHI dato del centrodestra Cop- ma al primo turno poiché il riuscito ad ottenere il 38 % che laddove si affermano, tica della destra non ha pa- Via E. Q. Visconti, 20 pola: vittoria senza storia al suo contendente alla carica dei voti e se la vedrà al bal- seppur di misura rispetto gato in termini di voti otte- 00193 - Roma primo turno quindi, anche di primo cittadino, Giuliano lottaggio di domenica e lu- agli anni scorsi, perdono nuti. Luigi Turchi se il predecessore di Fassi- Pisapia, è riuscito a guada- nedì prossimi non con il consensi nei confronti di In ultima analisi i partiti di Direttore no, Chiamparino, cinque an- gnare il 48 % dei consensi concorrente ufficiale desi- piccole formazioni politiche centro destra oltre che a Franz Turchi ni fa aveva ottenuto la ricon- dei cittadini meneghini co- gnato dalle primarie del Par- anche di carattere locale o rimboccarsi le maniche in Co-Direttore ferma per il suo secondo stringendola quindi ad un tito Democratico, l’ex prefet- di pura espressione di pro- questi ultimi scampoli di Lucio Vetrella mandato con circa il 66% di pericolosissimo ballottaggio to Morcone, ma con l’aspi- testa: il partito Democratico campagna elettorale do- Direttore Responsabile tutti i votanti, quindi circa i prossimi 29 e 30 maggio. rante sindaco dell’Italia dei nei confronti delle liste 5 vranno dimostrarsi agli oc- Proprietaria: Soc. EDITRICE EUROPEA s.r.l. dieci punti percentuali in Tale risultato costringerà tut- Valori, l’euro deputato ed ex stelle di Grillo, Sinistra e Li- chi degli elettori più uniti Registrato al Tribunale di Roma n. 9111 - 12 marzo 1963 più di quelli ottenuti adesso to lo stato maggiore di PdL e magistrato Luigi De Magi- bertà o l’Italia dei Valori, il ed amalgamati di quanto Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma da Fassino. Lega a correre in “soccorso” stris, che ha guadagnato ol- Popolo delle Libertà rispet- fatto fin d’ora, sia per vince- La conferma per i candidati alla Moratti perché una tre il 27% dei consensi con- to alla Lega o liste create da re i ballottaggi amministrati- www.lapiazzaditalia.it del Partito Democratico si è sconfitta della coalizione di tro il 18% appena, ottenuto alcuni Governatori regiona- vi, sia in seguito per accele- E-mail: info@lapiazzaditalia.it avuta pure a Bologna dove centrodestra porterà ed ine- appunto dal candidato uffi- li - ad es. Città Nuove con rare il cammino delle rifor- Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anchenon recensiti, non si restituiscono. Cod. ISSN 1722-120X Virginio Merola con poco vitabili contraccolpi all’inter- ciale del centro-sinistra par- madrina di prestigio la Pol- me messe fino adesso in Stampa: POKER PRINT COLOR s.r.l. più del 50% dei suffragi ha no dell’intera maggioranza tenopeo. verini presidente del Lazio - programma. Via Cosimo Tornabuoni, 29 - 00166 Roma superato l’avversario di cen- politica che sostiene il Go- Ricordiamo solo per com- che più che attirare consen- Siamo certi che una vittoria FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI MAGGIO 2011 tro destra Bernardini ferma- verno di Berlusconi e visto pletezza d’informazione che si al di fuori del classico ba- netta a Milano e Napoli po-GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L’Editoregarantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbona- tosi al 30% anche se poco le bordate scaricate dal Car- cinque anni fa Rosetta Jervo- cino di voti del centro-de- trà dare ulteriore spinta edti e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la can-cellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S. Carlo da Sezze, 1 - meno di due anni fa il di- roccio in queste settimane di lino aveva ottenuto il “bis” stra al momento creano so- impulso non solo all’asse00178 Roma. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editoreverranno utilizzate al solo scopo di inviare copie del giornale missionario Del Bono - tra- campagna elettorale riguar- con il 57% dei votanti totali lo disorientamento tra gli PdL - Lega in vista degli im-(Legge 675/96 tutela dati personali). La responsabilità delle opi-nioni espresse negli articoli firmati è degli autori. volto da uno scandalo - ave- do l’eventuale spostamento e questo in parte riesce a far elettori. portanti appuntamenti che va ottenuto, sempre al pri- di alcuni ministeri da Roma rendere l’idea di quanto ab- L’unico rimedio a questo attendono nei prossimi mesi mo turno, il successo su Al- al Nord, il Cavaliere dovrà bia sperperato il PD campa- lento dissanguamento in il Governo, ma anche al par- Per informazioni e abbonamenti chiamare il numero verde: fredo Cazzola con più del sudare le fatidiche sette ca- no in termini di credibilità in termini di consensi dei par- tito di maggioranza relativa 60% dei voti totali: anche micie per sedare i malumori questi ultimi anni di mala titi maggiori, che provoca a impegnato a darsi finalmen- qui come all’ombra della sorti tra le fila dei propri so- amministrazione comunale tutti i livelli amministrativi te una propria stabile fisio- Mole il centro-sinistra ricon- stenitori. di cui i cumuli di rifiuti so- del Paese scarsa stabilità, nomia organizzativa ai verti- quista la guida della città, All’ombra del Vesuvio inve- no, purtroppo per i cittadini potrebbe essere un radicale ci e in periferia.
  3. 3. 1-15/16-31 maggio 2011 Pag. 3 LA PIAZZA D’ITALIA - ESTERI Differenze tra le consultazioni in Italia e nel resto d’Europa Elezioni amministrative in Italia e in UEL e amministrative, che a prescindere dal risultatodei ballottaggi, hanno sancito sposte, evidentemente latita- no nel nostro paese. In Italia e in Europa, le ele- polto sotto l’illusione di un intenso ma breve sviluppo – ancorato al boom edilizio – tica spettacolo Nicolas Sarko- zy, era consapevole del fatto che sarebbe stata dura, maun preoccupante arretramen- zioni locali sono de facto sta emergendo in tutta la sua non poteva immaginare peg-to del centrodestra nelle pro- comparabili alle “mid term forza. Le elezioni municipali e giore prologo alla lunga corsaprie roccaforti del nord – Mi- elections” americane, perché regionali in Spagna hanno verso le presidenziali dell’an-lano in primis – sono un cam- sono il metro della popolarità fatto registrare un record di no prossimo. E l’UMP è anda-panello d’allarme non trascu- dei vari soggetti politici e de- voti bianchi o nulli, due op- to letteralmente ko al secon-rabile in grado di scuotere le gli stessi leader. Il fattore lo- zioni di cui si è discusso mol- do turno delle elezioni pro-certezze del premier Silvio cale è senza dubbio impor- to prima del voto nel quadro vinciali di fine marzo. ComeBerlusconi e di andare a inci- tante, ma quando sono i lea- delle mobilitazioni e proteste valutare infatti “locali”, elezio-dere in maniera sostanziale der nazionali a scendere in organizzate dagli “Indigna- ni cui partecipa “Napoleone”?sui futuri orientamenti del go- campo in prima persona, la dos” di Movimento 15-M per Sarkozy s’è svegliato tardi. Laverno e sulle dinamiche di competizione locale finisce chiedere cambiamenti sociali ruggente politica estera nelcoalizione. La Lega, sempre al per avere per forza di cose e politici. quadrante libico, l’aggressivoguado, sbraita e non intende echi nazionali. Zapatero ha riconosciuto la shopping compulsivo diaffondare con tutta la barca e Un fatto incontestabile è sconfitta elettorale e il mo- aziende italiane potrebberoha già chiesto il conto al Ca- emerso dalla tornata elettora- mento difficile. non bastare. Pen farà sudare ogni sfidante, in Francia e Spagna, la Can-valiere. La richiesta di decen- le che ha via via coinvolto i Non solo. Il Premier spagno- In Francia, come altrove, gli in barba alla conventio ad ex- celliera si è complimentatatrare alcuni ministeri, se lì per grandi paesi europei: chi è al lo si è poi congratulato con i appuntamenti elettorali sono cludendum che da sempre coi vincitori.lì può apparire la solita bou- governo del paese ha dovuto vincitori, quali che fossero i sempre determinanti, perché penalizza il suo partito. Del resto, come detto, si trat-tade del Carroccio, descrive incassare sonore sconfitte in loro partiti di appartenenza: in grado di influenzare oltre Anche Angela Merkel si lecca ta delle basi - sconosciute (obene l’insofferenza del più fe- ambito locale, segno che il “Abbiamo vinto molte volte al consenso futuro, le politi- le ferite. Anche lei, come i taciute) in Italia - del proces-dele degli alleati di Silvio. carattere amministrativo delle ed abbiamo saputo vincere. che (estere e interne) di bre- suoi colleghi Sarkozy, Berlu- so democratico.Il tentativo di dipingere il ri- varie consultazioni è molto Sappiamo anche perdere”. ve-medio periodo. sconi e Zapatero, non fa spal- Detto ciò, quel che pare evi-sultato delle amministrative relativo. Parole sagge. Una prassi per Risultati deludenti sfasciano lucce pensando: si tratta di dente è che in tutti i paesi lecome un qualcosa di pretta- In soldoni: ci si pronuncia in nulla scontata, visto le dichia- coalizioni e abbattono gover- elezioni locali. consultazioni non nazionalimente locale, risultato di di- periferia, ma si guarda al cen- razioni che seguono ad ogni ni. Elezioni chiamano altre Come gli altri guarda al futuro hanno echi decisivi che trava-namiche territoriali non è rea- tro. tornata elettorale in Italia, da elezioni. con preoccupazione e va alla licano il locale e si ripercuo-listico, non del tutto. Il Partito socialista di Zapate- una parte e dall’altra. Il rico- Per di più, la situazione fran- ricerca di rimedi che possano tono sulle attività del governoTredici milioni chiamati alle ro ha subito una dura sconfit- noscimento della vittoria del- cese offre ulteriori assonanze se non invertire i consensi, nazionale.urne costituiscono un test ta alle elezioni comunali e re- l’avversario politico, qualun- con quella italiana, presen- quantomeno lenire l’emorra- Tuttavia ciò che è notevol-probante, cui bisognerà ov- gionali, accusando un distac- que esso sia, ha il merito fon- tando un panorama simile. gia di voti. La disfatta è stata mente diverso è la forma conviare attraverso una politica co di ben dieci punti dal Par- damentale di unire, malgrado I socialisti (assimilabili al PD) storica. In Baden-Wuerttem- cui vengono accolti determi-più incisiva, più fattiva al net- tito Popolare di Rajoy le differenze, di legittimare guidati da Martine Aubry han- berg, la più ricca regione del nati verdetti (accettazioneto delle polemiche e degli (27,79% delle preferenze, l’altro a governare. no vinto e, sulla base dei ri- Paese, la Cdu del Cancelliere della sconfitta e conseguentescontri verbali che da troppo contro il 37,53%):il peggiore Un’ovvietà, verrebbe da dire, sultati locali delle correnti, af- è stata estromessa dal potere legittimazione dell’avversariotempo affollano l’agenda po- risultato alle amministrative ma che alle nostre latitudini è filano le armi per le elezioni conservato a Stoccarda inin- a governare).litica nazionale. Per il sempli- dalla fine della dittatura fran- un’illustre sconosciuta. primarie dalle quali uscirà il terrottamente negli ultimi 58 La forma in politica è sostan-ce fatto che polemica e scon- chista. Fra gli altri partiti, Iz- Malgrado la debacle, Zapate- campione che affronterà la anni. I Verdi, che oltre a rad- za. Essa produce fatti, prov-tro costituiscono il terreno quierda Unida è terzo con il ro ha assicurato – al pari di destra nel 2012. O l’estrema doppiare i loro voti e raggiun- vedimenti buoni per sé e perideale per chi si trova all’op- 6,31%. Berlusconi - che “non ci sa- destra. II Front National (un gere il 25% dei consensi, sono il paese.posizione, non certo per chi In Spagna, troppo presto pre- ranno elezioni anticipate per po’ la nostra Lega) si è con- addirittura riusciti nella storica In mancanza di essa c’è sologoverna. so a modello dalla sinistra ita- via delle riforme imprescindi- fermato un protagonista im- impresa di superare il partito lo scontro in grado di nonDa chi governa, il cittadino si liana, il clima si sta surriscal- bili per la ripresa economica”. prescindibile. Ago della bilan- socialdemocratico. produrre altro che il nulla.attende risposte. E queste ri- dando. Lo scontro sociale, se- In Francia, l’autore della poli- cia come Umberto Bossi, Le Ciononostante, proprio come Francesco di Rosa Il Presidente fa un altro discorso al mondo ma la realtà è lontana instabilità nella regione. Que- sta intenzione si concretizze- rebbe nella richiesta di rico- Obama 2.0 noscere Israele, in questo momento inopportuna vista la difficile formazione di un governo di unità nazionale tra Fatah e Hamas dopo l’accor-A quasi due anni dal discor- so che fece al Cairo, ilPresidente Obama, dalla sede discutibile: l’Arabia Saudita. Sarebbe stato opportuno giu- dicare in maniera più forte la Sembra che Obama abbia di- menticato quanto accaduto negli ultimi anni oppure ab- do di pacificazione. Ciò però potrebbe indebolire il Presi- dente dell’ANP.del dipartimento di Stato, ha Siria, viste le decine di vittime bia deciso di tirare i remi in In maniera curiosa, poi, Oba-pronunciato un nuovo discor- di queste ultime ore; le san- barca e di lasciare a qualcun ma ha chiamato Israele lo Sta-so rivolto alla stessa parte del zioni personali al Presidente altro il peso della questione. to ebraico, facendo, forse in-globo. Assad sono poca cosa ma, fi- Prima cosa, sottolineata anche volontariamente, un regalo al-Il momento è assai complica- no a poco tempo fa, per gli dal premier israeliano, impe- l’alleato che richiede da sem-to e l’amministrazione ameri- USA il Presidente Siriano era gni ufficiali del 2004 hanno pre il riconoscimento di Statocana ha sentito la necessità di un riformista quindi meglio sancito l’impossibilità di ritor- degli ebrei per eliminare allapronunciarsi per far sentire la glissare. nare ai confini del 1967 per- base l’altrimenti irrisolvibilepropria voce a tutte le parti in Giusto sottolineare l’ipocrisia ché sarebbero per Israele in- problema dei profughi palesti-causa in modo più o meno iraniana nel fomentare le ri- difendibili. La Cisgiordania nesi, confinati da quaranta an-diretto. volte all’esterno reprimendo stringerebbe una parte nel ter- ni nei campi dai loro stessi fra-Obama sente molto il peso nel sangue quelle interne, le ritorio israeliano in maniera telli che si guardano bene dal-della speranza che una parte prime di questa primavera troppo pericolosa e, viste le l’integrarli, in nome della cau-del mondo ha riposto in lui e, araba. continue dichiarazioni della sa e della fratellanza, per poisoprattutto, sente molto il pe- che di fronte alla mancanza Per chiarire basta citare il Mi- L’interesse del discorso, poi, dirigenza di Hamas in favore utilizzarli come nuove armiso di una politica estera priva di sostanza, ancora una volta, nistro degli esteri turco che fa viene portato sul conflitto della lotta armata come unica per creare disordini e tensionidi risultati. sono stati usati, in modo un dei distinguo molto chiari al- israelo-palestinse. Obama l’ha soluzione al conflitto, la cosa mandandoli a violare i confiniNon era la sede per celebrare po’ troppo ardito, concetti lontanando il confronto tra la lasciato alla fine e quanto ha non è fattibile. in massa e per farli uccidere,l’uccisione del nemico pub- astratti più da guru che da Turchia e il post-rivoluzione espresso denota una certa Altra questione è quella di alimentando quello che ormaiblico numero uno Osama Bin Presidente degli Statu Uniti. nelle aree limitrofe mettendo confusione o, peggio ancora, Gerusalemme: secondo quan- è la normalità: il caos.Laden perché le masse del Le sfaccettature degli argo- in guardia sulla vicinanza dei disarmo di fronte ad una si- to detto da Obama ritornando Al discorso di Obama hannomondo arabo hanno digerito menti trattati erano molte e moti ai Fratelli Mussulmani. tuazione che non è riuscito a alla situazione del 1967, la cit- fatto eco in molti, tutti lo han-l’evento in modo poco omo- non tutte considerate nel mo- Suona strano quindi sentire risolvere, anzi. tà antica dovrebbe tornare no appoggiato, tranne le par-geneo, ha però detto che le do giusto. l’accostamento di Obama dei Il Presidente ha bacchettato sotto l’influenza araba, Muro ti in causa. Sono stati sessan-rivolte nei Paesi oppressi Il Presidente ha fatto sua la valori fondanti degli USA a Israele, ha espresso la sua vi- del Pianto compreso. Inaccet- ta minuti di parole che hannohanno fatto in pochi mesi voglia di democrazia che sta quelli della masse arabe in sione di uno Stato palestinese tabile per Israele. nascosto un imbarazzo edquello che il terrorismo non alimentando i moti in Africa e fermento. sui confini del 1967 ed ha poi Con questa dichiarazione il un’impotenza che ormai èha fatto in anni. Ci sarebbe da in Medio Oriente, confonden- Questa parte del discorso è dato un contentino al Paese Presidente Obama cerca, for- cronica. Servono poche paro-aggiungere che anche le sue do anche la suddetta voglia stato un eccessivo atto di alleato sottolineando l’impor- se, di prendere tempo per le e fatti concreti e bisognamanovre nello scacchiere con l’esigenza di giustizia che piaggeria che vuole, si, pren- tanza della sua sicurezza. scoraggiare l’intenzione di anche ricordare che da sem-mondiale hanno fatto molto in quei contesti può assume- dere le distanze dalle dittatu- Questa visione è stata stron- Abu Mazen di ottenere la pro- pre la diplomazia non parlameno in confronto. re significati assai diversi ri- re in favore della volontà del cata da Israele, da Hamas e clamazione unilaterale alle alle masse, agisce su di esseIl momento, si diceva, è mol- spetto a quello che noi inten- popolo ma che non menzio- accolto con moderato favore Nazioni Unite dello Stato pa- in modo silenzioso.to importante ed è per questo diamo. na l’alleato più prezioso e più dall’ANP. lestinese che porterebbe alta Gabriele Polgar
  4. 4. Pag. 4 1-15/16-31 maggio 2011 LA PIAZZA D’ITALIA - ECONOMIA Serve una manovra tempestiva che possa far crescere il Paese, avanti con la riforma del sistema di istruzione Tornare alla crescitaI l Governatore della Banca d’Italia Mario Draghi scegliedi chiudere le sue ultime con- compensando il minor gettito con ulteriori recuperi di eva- sione fiscale. avanti con la riforme del si- stema di istruzione, già in parte avviata, con l’obiettivo di riduzione della spesa e cre- scita. In Italia però c’è un al- larme che riguarda la crescita re che gioca un ruolo fonda- mentale nella efficacia dei ri- sultati economici cioè il fatto- zare le risorse per massimiz- zare i risultati mediante un la- voro sinergico, coordinato edsiderazioni finali, che rappre- Sempre secondo il Governa- di innalzare i livelli di appren- spaventosa del debito pubbli- re tempo, infatti, parla di “ma- incisivo.sentano anche un bilancio dei tore di Bankitalia bisogna poi dimento, che sono tra i più co. È vero che tagliando la novra tempestiva”. Il proble- Quello italiano non è un decli-cinque anni e mezzo trascorsi “riequilibrare la flessibilità del bassi nel mondo occidentale spesa l’indebitamento do- ma risiede proprio qui: biso- no ineluttabile, ma affinchèalla guida di Via Nazionale, mercato del lavoro” per mi- anche a parità di spesa per vrebbe scendere, ma è altret- gna intervenire nella direzione non lo divenga occorre unacon le stesse parole che aveva gliorare le aspirazioni di vita studente. Infine, l’Italia è in- tanto vero che per ridimen- indicata da Draghi ma con im- manovra tempestiva di aggiu-utilizzato nella sua prima rela- dei giovani. Ci sono poi le re- dietro nella dotazione di in- sionare questa massa debito- mediatezza altrimenti il ritorno stamento. La recessione hazione, quella del 2006: “Tor- tribuzioni reali dei lavoratori consegnato all’Italia un contonare alla crescita”. E sottoli- dipendenti che “sono rimaste salatissimo, costa circa 140 mi-nea: “Se la produttività rista- pressoché ferme nel decen- liardi di euro, se a questi si ag-gna, la nostra economia non nio”. Quanto alla scarsa par- giungono gli oneri del debitocresce”.Già nel primo inter- tecipazione al femminile al pubblico, il mezzo milione divento pubblico da Governato- mercato del lavoro è un fatto- disoccupati del 2010, il calore della Banca d’Italia, nel re cruciale di debolezza del dei redditi, la contrazione deimarzo del 2006, notava come sistema. “Oggi, rileva Draghi, consumi, un’aspettativa di vital’economia italiana apparisse il 60% dei laureati è formato poso rassicurante ed incerta,insabbiata, ma i suoi ritardi da giovani donne: conseguo- la crisi dell’euro, si comprendestrutturali non andavano inte- no il titolo in minor tempo bene come i germi del dise-si quali segni di un declino dei loro colleghi maschi, con quilibrio siano presenti e vita-ineluttabile: potevano essere risultati in media migliori, li. In più le recenti elezioniaffrontati, dandone conto con sempre meno nelle tradizio- amministrative hanno messochiarezza, anche quando le nali discipline umanistiche”. in discussione la rappresen-soluzioni fossero avverse agli Eppure in Italia l’occupazione tanza di centro destra che dainteressi immediati di seg- femminile, sottolinea, è ferma qualche anno era stata la gui-menti della società. Secondo il al 46% della popolazione in da di molti enti locali, ed ave-Governatore, oggi bisogna in età da lavoro, venti punti me- va la sua massima espressioneprimo luogo ricondurre il bi- no di quella maschile, e più nell’attuale Presidente dellancio pubblico a elemento di bassa che in quasi tutti i pae- Consiglio, Silvio Berlusconi.stabilità e di propulsione del- si europei soprattutto nelle Oggi il quadro politico è ulte-la crescita economica, portan- posizioni più elevate e per le riormente mutato, e nuove sfi-dolo senza indugi al pareggio, donne con figli; le retribuzio- de attendono la maggioranzaprocedendo a una ricomposi- ni sono, a parità di istruzione parlamentare in termini di uni-zione della spesa a vantaggio ed esperienza, inferiori del tà e coesione.della crescita, riducendo 10% a quelle maschili. Il tem- Un’economia per ripartire hal’onere fiscale che grava sui po di cura della casa e della frastrutture rispetto agli altri ria la spesa dovrebbe rimane- alla crescita diventa utopìa. La bisogno di un disegno strate-tanti lavoratori e imprenditori famiglia a carico delle donne principali paesi europei, pur re congelata per almeno 10 direzione giusta è quella delle gico chiaro e supportato daonesti. Per tale ragione serve resta in Italia molto maggiore con una spesa pubblica che anni e ciò in termini pratici riforme, questo Governo si ga- una maggioranza solida eduna manovra tempestiva, che negli altri paesi: aiutereb- dagli anni Ottanta del 2008 è ed operativi è davvero impos- rantirà la sua sopravvivenza se unita, queste ultime due pro-strutturale, credibile agli occhi bero maggiori servizi e una stata maggiore in rapporto al sibile ed impensabile perché riuscirà a fare le riforme ma babilmente potrebbero esseredegli investitori internazionali, organizzazione del lavoro Pil. Ci vuole anche più con- significherebbe non moder- senza indugio. determinanti nei prossimi me-orientata alla crescita limitan- volti a conseguire una miglio- correnza nei servizi di pubbli- nizzare il Paese. Un’economia quanto tempo si per la politica economicado gli effetti sul quadro ma- re conciliazione tra vita e la- ca utilità. La sintesi del monito del Go- deve attendere per essere si- del Governo. Si auspica checroeconomico, ed in questa voro, una riduzione dei disin- Mario Draghi è in sintonia vernatore di Bankitalia è mol- stemata? Quanto tempo deve possano essere determinantidirezione andrebbero ridotte centivi impliciti nel regime fi- con il Presidente della Repub- to spietata, cioè oltre ad indi- subìre l’inerzia dei politici? La in senso positivo e per il be-in misura significativa le ali- scale”. blica che già da qualche tem- care la strada da seguire, o maggioranza parlamentare se ne del Paese.quote, elevate sui redditi dei Per tornare alla crescita, so- po ha fondato il concetto del- meglio le priorità da affronta- c’è e se anche risicata develavoratori e delle imprese, stiene Draghi, bisogna andare la ripresa sulla combinazione re, pone l’accento su un fatto- dare il meglio, deve ottimiz- Avanzino Capponi sta di recente avviato dal go- ne alle condizioni da rispetta- La crisi costerà tanto e senza il taglio delle tasse verno, in vista di una riforma re per consentire allo strumen- complessiva del sistema impo- to di essere utilizzabile anche 160 miliardi sitivo”, sottolinea la Corte dei negli anni a venire”. In pro- Conti che evidenzia inoltre spettiva, secondo la magistra- l’opportunità di legare la rifor- tura contabile, gli effetti finan- ma all’attuazione del federali- ziari del contrasto fiscale, “po- smo fiscale. In questo quadro, tranno continuare ad essereL a Corte dei Conti nel Rap- porto 2011 sul coordina-mento della finanza pubblica vincoli europei, ed in partico- lare della nuova regola secon- do la quale i Paesi che regi- secondo la magistratura conta- bile, si potranno “certamente verificare anche gli spazi di determinanti nella misura in cui si riuscirà a trovare il ne- cessario equilibrio tra azionestima il costo della crisi ad una strano un rapporto debito manovra per un incisivo pro- repressiva e induzione dellacifra impressionante calcolan- pubblico e Pil superiore al cesso di ridimensionamento di tax compliance”.do una perdita permanente 60% dovranno ridurre lo scar- esenzioni e agevolazioni, fina- In termini molto semplici, tradel Pil di 140 miliardi a fine to fra il dato effettivo e questo lizzato all’ampliamento delle il costo enorme della crisi e2010 che salirà a 160 nel 2013 valore soglia di un ventesimo basi imponibili”. quello del debito pubblico,La grande recessione del all’anno, che per l’Italia corri- Sono stati “significativi” i risul- l’Italia ha sostenuto un costo2008-2009 porterà una perdita sponde al 3% l’anno, pari a tati conseguiti attraverso gli complessivo pari a circa 186permanente del Pil a fine 2010 circa 46 miliardi. Nel rapporto, strumenti di contenimento miliardi al 2010. Il vero pro-di 140 miliardi che è prevista le simulazioni evidenziano co- della spesa. Cui però è asso- blema è la copertura di que-crescere a 160 miliardi nel me un’ipotizzata continuazio- ciata la “principale distorsio- sto costo complessivo, a fron-2013. Le stime sono contenute ne di tassi di crescita “molto ne”di una evoluzione “non bi- te di un debito che continua anel Rapporto 2011 della Corte continuare a farlo” è quanto nanza che ha innescato la cri- modesti”, il rispetto dei vinco- lanciata, con la concentrazio- crescere, la disoccupazionedei Conti sul coordinamento afferma sempre Tremonti. si finanziaria. “Le banche han- li Ue richieda un aggiustamen- ne dei tagli alla spesa in conto che continua a crescere, il Pildella finanza pubblica. Per ri- “Nono è bastato tenere stabile no battuto una moneta fuori to di dimensioni paragonabili capitale”. E si evidenzia un che è sostanzialmente stazio-spettare i vincoli UE l’Italia do- il bilancio, ma abbiamo salva- controllo, i derivati, che sono a quello realizzato nella prima “andamento sostanzialmente nario attestandosi su tassi divrà ridurre il debito di circa 46 guardato anche i bilanci delle già arrivati a livelli pre-crisi, parte degli anni ‘90 per l’in- invariato della spesa per inte- crescita molto modesti. Glimiliardi l’anno. il fenomeno famiglie, la coesione sociale e quindi le cause della crisi so- gresso nella moneta unica”. ressi”. Il vistoso rallentamento impulsi alla copertura da doveevasivo in Italia ha raggiunto mantenuto aperto il canale del no ancora presenti, con una Tuttavia, a differenza di allora, della crescita della spesa cor- arriveranno? Se a questi ag-un livello di punta nel panora- finanziamento alle imprese. massa impressionante di fi- sottolinea la Corte dei Conti, rente primaria, con un incre- giungiamo la crisi dell’euro lema europeo. Molto è stato possibile anche nanza che può causare nuova- “gli elevati valori di saldo pri- mento nel 2010 dell’1,3%, prospettive di tenuta dell’ItaliaSecondo il Ministro dell’Eco- grazie alle banche che non mente una crisi. Quei fattori mario andrebbero conservati mentre le spese in conto capi- sono davvero preoccupanti.nomia Giulio Tremonti, “le hanno richiesto risorse pubbli- che l’hanno causata sono an- nel lungo periodo rendendo tale si riducono di oltre il 18%. In termini reali la crisi ancoracause della crisi sono ancora che”, osserva il Ministro. C’è cora tutti lì”. Di solito il Mini- permanente l’aggiustamento C’èpoi il fenomeno evasivo esiste, ci accompagnerà pur-presenti. Pesante impatto del- da sottolineare comunque che stro eccede in ottimismo ma sui livelli della spesa, oltre che che in Italia ha raggiunto “un troppo per almeno un paio dila crisi sul lavoro: mezzo mi- i bilanci delle famiglie non so- se questa è davvero la sua vi- impraticabile qualsiasi riduzio- livello di punta nel panorama anni. La vera soluzione chelione di occupati in meno nel no stati affatto stabili, anzi si sione c’è da preoccuparsi sul ne della pressione fiscale, con europeo”, con l’eccezione del- potrà alleggerire la crisi è da-biennio 2009-2010, le donne sono peggiorati notevolmente serio. la conseguente obbligata ri- la Grecia e della Spagna. Nel ta dal riassorbimento dellasono state retribuite il 20% in a causa della perdita del posto Come preoccupanti sono le nuncia a esercitare per questa rapporto si sottolineano gli forza lavoro e dall’aumentomeno e licenziate per gravi- di lavoro, infatti mezzo milio- stime della Corte dei Conti sul via un’azione di stimolo sul- “importanti risultati conseguiti della occupazione, solo indanza. Nessuna paralisi, l’Italia ne di persone sono diventate costo della crisi. La magistratu- l’economia”. e l’opportunità di continuare a questo modo ci potrà esserecresce più del previsto”. Sui disoccupate. ra contabile sottolinea come È necessario “accelerare e rafforzare l’azione di contra- un impulso decisivo alla cre-conti pubblici “abbiamo tenu- Tremonti ribadisce la necessità vada tenuto conto delle impli- completare il percorso di rico- sto”, ma allo stesso tempo va scita delle famiglie e quindito e abbiamo tutte le basi per di vigilare sull’eccesso di fi- cazioni dell’inasprimento dei gnizione, riflessione e propo- prestata “particolare attenzio- del Paese.

×