Non c'è crescita senza occupazione - 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 - Anno XLVI - NN. 127/128-129/130-131/132
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Non c'è crescita senza occupazione - 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 - Anno XLVI - NN. 127/128-129/130-131/132

on

  • 759 views

Non c’è crescita senza occupazione - L’uscita dalla recessione - I tartassati - L’antipolitica di Monti - Storie di dimissioni dal mondo – Siria - La dissoluzione dei risparmi - C’era una ...

Non c’è crescita senza occupazione - L’uscita dalla recessione - I tartassati - L’antipolitica di Monti - Storie di dimissioni dal mondo – Siria - La dissoluzione dei risparmi - C’era una volta la riforma del lavoro... - L’euro comprime la ricchezza degli italiani - Prova di maturità dell’UE a 25 con il fiscal compact - Democrazia e sistema internazionale - Responsabilità dei giudici - Roero, tracce di nobiltà - Quando il cibo è fashion

Statistics

Views

Total Views
759
Views on SlideShare
587
Embed Views
172

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

1 Embed 172

http://www.lapiazzaditalia.it 172

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Non c'è crescita senza occupazione - 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 - Anno XLVI - NN. 127/128-129/130-131/132 Non c'è crescita senza occupazione - 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 - Anno XLVI - NN. 127/128-129/130-131/132 Document Transcript

    • COPIA OMAGGIO In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romanina Abb. sostenitore da € 1000 - Abb. annuale € 500 - Abb. semestrale € 250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina per la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy E E E — Fondato da Turchi — Poste Italiane SpA - Spedizione in abbonamento postale - 70% - dcb-Roma 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 - Anno XLVI - NN. 127/128-129/130-131/132 € 0,25 (Quindicinale) L’uscita ESTERI Storie ECONOMIA C’era una volta dalla di dimissioni la riforma Per la vostra pubblicità recessione dal mondo — a pagina 3 — del lavoro — a pagina 4 — telefonate allo 800.574.727 a cura di Franz Turchi D elle teorie sull’uscita dalla re- cessione ne ho sentite tante e molte meritevoli di considera- zione; espongo una tesi che do- vrebbe essere supportata dai go- verni, anche se può sembrare forse rivoluzionaria. Credo, infatti, che si uscirà dalla crisi mondiale se: 1) La Cina che quest’anno sta per la prima volta perdendo puntiwww.lapiazzaditalia.it percentuali di PIL (o meglio non cresce più dai 10 punti del PIL an- nuali a 4 punti del PIL annuali, dal 2007 ad oggi) dovrà aprirsi a un modello USA in termini finanzia- ri, bancari, assicurativi, ammini- strativi e industriali, per far ripren- dere la crescita che in questi anni ha avuto. 2) L’Europa invece dovrà a mio avviso non adottare una politica uguale per tutti, ma un model- lo flessibile a seconda degli stati che sono in crisi (in parte lo sta già facendo); rispettando consue- La riforma del mercato del lavoro non spende un intervento per abbattere le barriere in entrata e quindi il tasso di disoccupazione tudini, storia e religioni, diver- Non c’è crescita senza occupazione se per singolo stato e singola re- gione nello stato. Solo in questo caso, come fece il piano Marshall, sostenendo le economie ma non imponendo politiche economi- che standard per tutti, si riuscirà ad intervenire efficacemente in un mix di politica fiscale e mone- taria (vedi la BCE con le relative È vero che la speranza è l’ul- tima a morire ma quando si vuole gettare fumo sulle co- sto è il percorso che la nostra economica purtroppo ha segui- to negli ultimi 15 anni. Il proble- moderno, all’avanguardia della giustizia sociale e civile. In Ita- lia persiste il solito problema di rebbero facendo cadere ogni singolo pezzo dei principi del- la carta costituzionale e smon- pazionale. Si fa fatica a credere che un tecnico come il Profes- sor Mario Monti possa non ave- iniezioni di liquidità) e quindi nel scienze degli aspiranti lavora- ma oltre ad essere strutturale è controllare i controllori, finché tando una coscienza collettiva re questa consapevolezza, ma giro di una cura triennale, uscire tori italiani un minimo di rea- anche temporale, in quanto 15 questo meccanismo di vigilan- che fino ad ora sta ancora so- si fa ancor più fatica a credere dalla crisi; fondamentalmente ta- lismo e di dignità istituzionale anni di crescita prossima allo za non riuscirà a garantire cor- stenendo il Paese. Accanto alla come se questa l’avesse secon- gliando debito pubblico e distri- dovrebbe venire in soccorso zero, le cui fluttuazioni sono rettezza e trasparenza in tutti debacle economica e finanzia- do quali principi e criteri pos- buendo risorse nel privato e nei alla speranza stessa anche per state più negative che positi- i rapporti, dalle più alte cari- ria l’Italia si potrebbe trovare sa supportare la riforma del Mi- bilanci delle famiglie. evitare di alimentarla inutil- ve, come si fa a sperare nel bre- che dello Stato fino alle ultime, in una situazione sociale e civi- nistro del Welfare Fornero che 3) Per quello che riguarda gli mente ed insensatamente. ve periodo in una ripresa eco- l’input istituzionale impronta- le peggio di quella greca. non spende una parola ed una USA dovranno avere il vero e Questa potrebbe essere la sin- nomica? Quando si rimette in to sul buon esempio non potrà Senza alcun ideologismo stori- misura per i disoccupati e per proprio miracolo economico tesi spietata e cinica insita nella moto un’economia dopo 15 mai essere lanciato. co, ma con un forte spirito na- creare le condizioni di nuove con la nuova amministrazione; sostanza e nello spirito della ri- anni di stagnazione/recessione? Ovviamente, ciò non giustifi- zionalista, è inutile ancora cre- opportunità di lavoro. È inu- infatti, a mio avviso dovranno forma Fornero. E quando può riportare un’eco- ca il malcostume imperante in dere nella partitocrazia delle tile anche seguire il dibattito cambiare modello o meglio ac- Va detto innanzitutto che con- nomia che ogni giorno registra Italia, secondo il quale il com- chiacchiere, e quindi, non c’è politico-parlamentare perché cettare almeno in parte quello tinuare a sperare in una ripre- livelli record di debito pubblico, portamento di alcuni individui alcuna ragionevole teoria eco- questa riforma del mercato del Europeo. Mi spiego meglio, dare sa dell’economia nazionale in elevati tassi di mortalità delle sarebbe giustificato proprio nomica che possa sostenere lavoro manca di sostanza e di più soldi nel sociale, togliere il debito pubblico (soprattutto nel- situazioni di elevata disoccu- piccole e medie imprese, ridu- dall’assenza del buon esempio e giustificare scientificamen- obiettivi coerenti con le vere la difesa), e investire sul privato e pazione e precarizzazione non zioni considerevoli di risparmi e proveniente dall’alto, e quin- te una crescita del PIL in pre- problematiche del mondo del nelle infrastrutture come nell’in- è più possibile. L’intervento un enorme disagio familiare? La di, se i politici si comportano senza di una crescita disoccu- lavoro. dustria. Soprattutto con la quota strutturale che avrebbe, inve- natura strutturale delle riforme in un certo modo figurati se delle risorse che potrebbe esse- ce, fornito questa possibilità e non può prescindere da questa io non posso fare anche peg- re spostata dalla difesa al setto- questa speranza sarebbe dovu- contestualizzazione e non può gio. Le regole del buon costu- Ricco, continuamente aggiornato: re privato. Infatti, al contempo di ta provenire dalla riforma del arenarsi nella disputa del dibat- me debbono imperare sempre dovrà adottare non più una po- mercato del lavoro adottata dal tito politico-istituzionale e delle nelle coscienze degli individui arriva finalmente sul web il nuovo punto litica unilaterale ma multilaterale Governo Monti, ma anche sta- parti sociali. Si deve intervenire per garantire il rispetto di una di riferimento per i giovani e per un a livello internazionale (ristrut- volta è stata sprecata l’occasio- cercando di sistemare il disagio convivenza civile e sociale. nuovo modo di fare politica in Italia turando o rifondando l’ONU), ne. Ciò che non fa ben sperare suindicato, migliorando le con- Il nostro Paese, dunque, o me- come già è stato fatto in passa- to, si potranno liberare risorse è appunto la crescita impetuo- sa del tasso di disoccupazione, dizioni economico-sociali delle famiglie, cercando di agevola- glio le nostre istituzioni e i no- stri parlamentari negli ultimi www.lapiazzaditalia.it enormi per far ripartire quell’in- che negli ultimi anni hai visto re il credito al consumo, dando anni oltre al segnale di un ti- dustria americana che oggi inve- Una Piazza di confronto aperta al polverizzare sul mercato qua- respiro alle piccole e medie im- mida eventuale politica volta al ce sta sparendo. si un milione di posti di lavo- prese in termini di fiscalità. riequilibrio dei conti pubblici, dibattito su tutti i temi dell’agenda Cosa voglio dire con questi temi ro con una crescita media del L’esempio più importate come non ha saputo stimolare la cre- nei tre contenuti? Solo che biso- politica e sociale per valorizzare nuove Pil dello 0,5%. Questa crescita, il buon padre di famiglia deve scita in alcun modo. Ma è mai gna tornare all’origine delle eco- appunto, del prodotto inter- comunque arrivare dalle istitu- possibile che nessuno degli ac- idee e nuovi contenuti nomie tradizionali (chiaramente no lordo è la più precisa rispo- zioni, ma l’ultimo scandalo fi- cademici del Governo Monti con le evoluzioni sia del merca- to che tecnologiche) che queste sta che poteva dare l’economia nanziario che ha colpito la fa- si renda conto come la disoc- economie avevano sia per l’Eu- alle problematiche struttura- migli Bossi intacca ancor di più cupazione in generale ma so- ropa, che per l’Asia come per gli li del mondo del lavoro e so- l’immagine dei partiti e delle prattutto quella giovanile stia USA. prattutto alla sua incapacità di istituzioni. Un Paese che anco- lievitando a dismisura, si vuo- Penso che tutto quanto creerà assorbire forza lavoro. A fron- ra non è in grado di eliminare il le cioè sfuggire da ogni forma scontento e stupore, ma penso te di una tasso di disoccupazio- finanziamento pubblico ai par- di controllo come è accaduto che alla fine sarà la cura (doloro- ne crescente, infatti, l’econo- titi, di ridurre i vitalizi, di elimi- per il debito pubblico? Se ciò si sa) ma vincente. mia non può che decrescere, e nare i senatori a vita, di rende- verificasse, ci sarebbe una sot- mediamente si aggirerà intor- re la giustizia più equa basata tile ma devastante differenza, no allo zero che in termini re- sul principio delle certezza del- che l’economia collasserebbe, ali significa stagnazione ed ini- la pena, di eliminare i privile- in quando raggiungendo una zio di recessione. gi dei parlamentari si sotto for- posizione di squilibrio totale Quella recessione in cui ci tro- ma retributiva che diplomatica, nel mercato del lavoro le fami- viamo esattamente oggi, e que- non può considerarsi un Paese glie con i loro risparmi crolle-
    • Pag. 2 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 L A P IAZZA D ’I TALIA - P OLITICAV ista l’ancor grave situazio- ne economico-finanziariadel nostro Paese: differenziale La politica italiana alle prese con i soliti vizi e le sue poche virtù presidente della Regione Emi- lia e con le mazzette ricevu- te a quanto pare dall’ex asses- I tartassatitra titoli di Stato italiani e quel- sore regionale alla sanità dellali tedeschi solidamente al di Puglia nonché senatore del PDsopra dei 350 punti, disoccu- Tedesco, caso che si è allargatopazione in aumento, tasse al- inaspettatamente pure al Go-le stelle, stretta pensionistica vernatore Vendola accusato ae PIL in picchiata, ci saremmo ti che impauriti lo sostengono, Ma al netto delle dinamiche fi- inesistenti azioni di crescita le case di Scajola, della Sanità vario titolo di assunzioni faciliaspettatati, anzi augurati, che sta mettendo definitivamente nanziarie ed economiche che dell’economia reale evidente- lombarda, dagli infiniti proces- in un ospedale e di illecito fa-la politica italiana ponesse in una pietra- questa si veramen- investono l’area euro una sola mente c’è poco da stare allegri si farsa al Cavaliere, dalle collu- voritismo per la costruzione diessere tutte quelle azioni ne- te tombale - sullo sviluppo del osservazione di carattere poli- per il futuro. sioni di Cosentino e dalla “cat- un ospedale di proprietà dellacessarie a superare di slancio Paese attraverso l’ulteriore tas- tico-scaramantico, ci si faccia A rendere ancora di più criti- tiva stampa” goduta in questi Curia pugliese.lo stato di crisi. sazione dei cittadini stremati da passare il brutto neologismo, ca la congiuntura italiana, ed anni per essere stati all’ombra Ed in tutto questo trambustoMa al tirar delle somme al- gabelle e tributi. ci sentiamo di poter fare. è questo che dispera ancora di Berlusconi. nessuno all’interno del sistemameno fino ad oggi - speriamo A chi e a che cosa serve dis- Tutti i nostri pseudo-tecnici di più i cittadini, c’è il fatto che La Lega ex partito di Governo e dei partiti politici o delle isti-sinceramente che in un futu- sanguare gli italiani per salvare che si sono succeduti al timo- quasi tutta la classe politica no- di lotta è alle prese con un ter- tuzioni - escluso il Presidentero prossimo tali nostre affer- questa Unione Economica Eu- ne del Paese negli ultimi 20 an- strana pare abbia abdicato al remoto interno che ne incrine- Napolitano per quel che gli èmazioni possano essere scon- ropea, sbagliata non in quanto ni - da Amato e Prodi passan- proprio compito di guidare e rà per sempre la credibilità se possibile fare e dire - è stato ca-fessate dai fatti - a parte i voti tale ma per la direzione che gli do per Ciampi - con la scusa gestire le fasi calde della storia non dell’intero movimento al- pace al momento di dare unaparlamentari inerenti l’appro- euro burocrati di ogni stato e di tirarci fuori dalle secche fi- della Nazione. meno di tutta la propria classe svolta netta seppur di facciata.vazione dell’ultima manovra fi- l’insipienza di gran parte del- nanziarie a causa dell’incapaci- A destra come a sinistra la si- dirigente: adesso è facile per Riforma del lavoro e del siste-nanziaria di aggiustamento dei la classe politica continentale tà della classe politica a trova- tuazione è drammatica anche i Maroni di turno affibbiare ai ma fiscale al palo per i soli ve-conti o qualche altro decreto hanno voluto dare ad essa al re soluzioni o dell’ inidoneità perché da mesi ormai gli scan- nemici interni la responsabilità ti incrociati di parti sociali edlegge urgente poco ha fatto la momento della suo sviluppo? a resistere ai diktat di governi dali si rincorrono dall’una e di tutte le malefatte che magi- imprenditori, le seppur micro-classe dirigente di tutti i parti- Ad oggi tali sacrifici, che qua- ed economie estere più solide, dall’altra parte senza soluzione strati ed inquirenti imputano a scopiche liberalizzazioni fer-ti italiani, tecnici compresi, per si tutti stiamo indistintamente sono stati solo dei notai, dei di discontinuità lasciando basi- Bossi e al “cerchio magico”. Il mate dai piccoli interessi didimostrare ai cittadini di meri- sostenendo, sembrano solo in sacerdoti seguaci dell’attua- ti spettatori gli italiani alle pre- “Senatur” doveva sapere men- bottega, poteri forti intoccabi-tare il posto di spicco che at- piccola parte essere utili alla te- le fallimentare assetto econo- se da soli con la crisi e le tasse. tre l’ex Ministro degli Interni li, commissioni tecniche - an-tualmente tutti essi - a livello nuta dei nostri conti e della no- mico e politico del continen- Popolo delle Libertà incapa- poteva non sapere: una formu- cora loro - incapaci di stabilireinternazionale,nazionale o lo- stra economia, visto oltretutto te. Monti non fa eccezione ai ce di crescere ed uscire dal la spesso usata durante tan- una seppur minima diminuzio-cale- occupano. che i crolli verticali della Bor- suoi illustri(Sic!) predecesso- proprio bozzolo larvale in cui gentopoli per fare fuori politi- ne degli stipendi dei parlamen-Il Governo tecnico sembra na- sa milanese non si sono affat- ri essendo Lui stesso cresciu- da troppo tempo è rinchiuso camente avversari interni o di tari e delle spese generali dellavigare a vista e dai risultati fin to arrestati e che il disastroso to professionalmente ed acca- sembra non trovare la “retta opposti schieramenti. politica nazionale e locale, par-qui ottenuti a livello economi- stato degli indici macroecono- demicamente tra quel ristretto via” senza le felici illuminazio- Stessa atmosfera che del re- titi rapaci e dirigenti voraci checo e politico possiamo tranquil- mici del Paese continua ad ag- ambito di euro burocrati ed al- ni del suo creatore ed ideatore sto si respira nel centro sinistra sembrano pensare solo ad ar-lamente affermare che poteva- gravarsi ulteriormente: ai più ta finanza internazionale che in Berlusconi. I pochi che nel PdL con gli ex Margherita travol- raffare tutto il possibile finchémo pure tenerci un esecutivo pare che essi siano vantaggiosi grossa parte è causa della piega potevano distinguersi per ca- ti dallo scandalo Lusi - anche si è ancora in tempo prima deleletto democraticamente dagli solo al mantenimento del pre- negativa che sta assumendo la pacità e proposte politiche- Al- qui, qualcuno poteva sapere e crollo finale.Italiani. Mentre Tremonti cerca- dominio economico tedesco situazione. fano, Frattini, Alemanno ecc. - a qualcun altro era permesso Bisogna fare in fretta poichéva inutilmente di risanare l’eco- sul continente al fine di evita- Se anche il presidente Napo- sono stati oscurati-almeno per di fare il pesce in barile - e con globalizzazione e crisi econo-nomia italiana attraverso conti- re gravi crisi come quella greca litano si prende la briga di il momento- dalle tattiche dila- i Democratici alle prese con mica non aspettano coloronui e deleteri condoni tombali, che potrebbero essere delete- bacchettare l’esecutivo per torie dei signori delle tessere o le indagini giudiziarie inerenti che sono incapaci a prendereMonti, forte solo dell’aritmeti- rie per l’intero assetto finanzia- l’eccessivo aumento della tas- dall’ostracismo di cacicchi lo- i fondi regionali incassati dal- le decisioni giuste al momen-ca e della debolezza dei parti- rio europeo. sazione sui cittadini e per le cali oppure dagli scandali del- la cooperativa del fratello del to giusto. Dall’estremo oriente continua l’incessante opera di martellamento e distruzione dei partiti politici italiani L’antipolitica di MontiD iciamolo pure, nessuno avrebbe mai scommes-so un euro sulla la capacità nieri sembrano accogliere sin dal primo momento al suono di fanfare e con squilli di trom- Il Popolo delle Libertà è alle pre- se con una devastante forma di amnesia collettiva dei suoi prin- re in quanto tutti i sondaggi de- moscopici di questi mesi dan- no una potenziale alleanza condell’ineffabile professor Mon- ba, a ben vedere probabilmen- cipali esponenti i quali orfani Di Pietro e la sinistra estrema -ti di riuscire nel triplice risulta- te non porteranno ai cambia- per il momento del parafulmi- sponsorizzata questa soprattut-to, all’indomani dell’incarico di menti positivi tanto auspicati. ne Silvio Berlusconi non sem- to dalla CGIL - vincente alle ele-guidare il Paese ricevuto dalle Intendiamoci non che noi ci brano avere le capacità né di zioni politiche del 2013. Ciò chemani di Napolitano, di far qua- si debba per forza comporta- produrre proposte risolutive al appare certo è che tale ammuc-drare i conti dello Stato, di ras- re come dei “bastian contrari” Governo né tantomeno di farle chiata sarebbe solo numerica-serenare gli animi dell’agone o che saremmo stati contenti approvare e digerire a Monti. A mente preponderante poichépolitico e contemporaneamen- della perenne atmosfera conflit- questo punto solo l’eventuale e in termini di proposta politicate distruggere giorno dopo tuale insita nel dialogo politico sempre più probabile sconfitta la leggerezza del PD subalternogiorno la credibilità del siste- italiano oppure dell’eventuale alle prossime elezioni ammini- ai suoi eventuali alleati è palesema politico italiano destrut- caduta dell’economia italiana a non certamente disinteressata- trata in vigore della famigerata strative di maggio in numerosi soprattutto per la debolezza in-turandolo senza che i partiti causa del fallimento del gover- mente- hanno colpevolmente e IMU che colpirà come già det- comuni italiani - sempre se non terna dei Democratici alle pre-abbozzassero alcuna contro- no Monti, ma per forza di cose scientemente fatto passare nel- to la casa attraverso un aumen- intervengano al momento im- se con le eterne lotte tra bande.mossa. Ad essere sinceri tut- si devono evidenziare tutti que- la pubblica opinione italiana. to degli estimi catastali anche ponderabili nuovi fattori - potrà Detto che pure la Lega è mal-ti e tre i risultati di cui sopra, gli aspetti dell’attuale situazione I sacrifici a cui saremo sottopo- del 60% rispetto ai valori attua- costituire una scossa definiti- messa a causa dei guai giudizia-che la stragrande maggioranza che appaiono deleteri. sti in termini di aumento del- li e della preannunciata crescita va ad un partito tenuto insieme ri di Bossi e di parte della clas-dei mass-media italiani e stra- Punto primo. Il tanto sbandiera- la stretta fiscale oberante sul dal 21% al 23% dell’IVA. Infine solo dal “collante Cavaliere”e se dirigente del partito padano, to risanamento economico dei risparmio degli italiani, o nel ri- da rilevare che le tanto attese mai del tutto decollato al centro si capisce come Monti abbia conti pubblici è solo di carattere dimensionamento di tutto il si- riforme del mondo del lavoro e soprattutto in periferia. A que- vita facile nel costringere i sog- emergenziale e meramente arit- stema pensionistico ed assisten- sembrano anche esse di faccia- sto punto Berlusconi è l’unico getti politici che “obtorto col- LA PIAZZA D’ITALIA metico. La diminuzione del de- ziale in effetti vanno incontro ta dal momento che si è prefe- che nel centrodestra ha la capa- lo” sostengono il suo Governo fondato da TURCHI bito italiano ha il solo merito - solamente al bisogno dei nostri rito fare della presunta riforma cità e ancora la forza per cerca- ad allinearsi alle proprie diret- Via E. Q. Visconti, 20 00193 - Roma importantissimo per carità - di partners europei di evitare le già all’articolo 18 dello statuto dei re di ricucire vecchie alleanze - tive anche alzando la voce nei aver evitato momentaneamen- citate e temibilissime tempeste lavoratori la panacea - presunta con la Lega e soprattutto l’UDC loro confronti e bacchettando- Luigi Turchi te che l’Euro fosse investito da monetarie. Sacrifici che, pur vo- anche essa - di tutti i problemi - da troppo tempo strappate li come scolaretti ai primi giorni Direttore una tempesta speculativa di più lendo dare torto ai toni da guer- del sistema. Essa però oltre che per colpa di interessi particola- di scuola come è accaduto du- Franz Turchi ampie proporzioni rispetto a ra civile usati dai legisti e da Di a una mera azione di marketing ri o localistici non troppo atten- rante il recente viaggio in estre- Co-Direttore quella scaturita dalla crisi eco- Pietro, vanno nell’unica direzio- politico tesa ad evidenziare da ti al quadro politico generale. mo oriente allorquando le risse Lucio Vetrella nomica irlandese prima, greca ne di impoverire il ceto medio un lato l’ennesima necessaria Casini sembra avere fiato cor- politiche inerenti le modifiche Direttore Responsabile poi. In effetti l’economia italia- attaccando soprattutto il bene azione del Governo Monti nei to in quanto si sta accorgendo all’articolo 18 sembravano vo- Proprietaria: na resta sempre nell’occhio del rifugio per antonomasia la pro- riguardi di un annoso problema che i transfughi finiani di Futu- ler riattizzare il fuoco sopito tra Società Cooperativa Editrice Europea Srl ciclone e le decisioni prese ne- prietà abitativa. La contempora- assurto nell’immaginario collet- ro e Libertà in termini numeri- i parlamentari italiani. Registrato al Tribunale di Roma gli ultimi mesi sembrano so- nea stretta pensionistica ha poi tivo alla funzione di un totem ci di voti poco gli porteranno Se la balsamica atmosfera elet- n. 9111 - 12 marzo 1963Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. stanzialmente soltanto dei pal- ulteriormente aggravato il qua- intoccabile ma che in termini in dote e che un eventuale ri- torale - amministrative loca- Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma liativi non assolutamente in dro micro economico che di per numerici ha sempre interessa- compattamento delle sinistre li a maggio, politiche nella www.lapiazzaditalia.it grado di innescare il circolo vir- sé era già da anni non propria- to un’infima quantità di lavora- estreme con il Partito Demo- tarda primavera del 2013 - riu-E-mail: info@lapiazzaditalia.it tuoso della crescita dei consumi mente esaltante. tori ed imprese ha costituito di cratico dovuto alla forza co- scirà a scuotere i partiti italia- Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anche e della produttività nel nostro Occupazione giovanile in calo fatto solo l’ennesima beatifica- strittiva della Cgil lo costringe- ni dall’inedia e dalla paura innon recensiti, non si restituiscono. Cod. ISSN 1722-120X Paese. L’esempio più lampante di oltre un milione di unità ne- zione della provvidenziale ope- rebbe ad un angolo in quanto cui sono piombati allo scopo Stampa: POKER PRINT COLOR s.r.l. è il permanere costante dello gli ultimi tre anni, mercato del ra pacificatrice di Monti tra i ris- la costituzione di un cartello di riformulare alleanze e pro- Via Cosimo Tornabuoni, 29 - 00166 Roma spread tra i Bund tedeschi e i ti- lavoro asfittico, aumento a mar- sosi partiti e parti sociali. elettorale dei centristi con PD grammi politici forse potremo toli di Stato italiani ad un livello zo dell’utilizzo della cassa inte- Qui arriviamo al punto secon- e la sinistra radicale non è ben evitare la riedizione del con- FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI SETTEMBRE 2011GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L’Editore costantemente superiore ai 300 grazione di oltre il 21%, con- do che è strettamente legato al visto dagli elettori di Pierfer- sociativismo a cui stiamo assi-garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbo-nati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la punti, cosa questa che avveniva sumi in calo dell’1% nei primi terzo problema: il preteso ri- dinando per questo Egli spe- stendo in questi mesi e si po-cancellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S. Carlo da Sezze, 1 -00178 Roma. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editore anche quando Berlusconi era mesi del 2012 rispetto all’inizio stabilimento di un atmosfera ra che nel 2013 anche grazie al trebbe avere la speranza diverranno utilizzate al solo scopo di inviare copie del giornale(Legge 675/96 tutela dati personali). La responsabilità delle opi- ancora al Governo a dimostra- dello scorso anno, potere di ac- dialogante e meno belligeran- cambiamento della legge elet- portare in discussione e a com-nioni espresse negli articoli firmati è degli autori. zione che la sfiducia dei merca- quisto delle famiglie diminui- te tra i partiti e la distruzione torale si sia costretti per con- pimento le vere riforme che ti era nei confronti soprattutto to nel 2011 dello 0,5% rispetto “programmatica” degli stessi. giunture politiche ed econo- urgono al paese quello dello del sistema Italia - economico, all’anno precedente, propen- La verità che sempre più va ad miche ad una riedizione della Statuto dei lavoratori, del siste- Per informazioni e abbonamenti chiamare il numero verde: politico, e sociale- non “ad per- sione al risparmio attestatosi al appalesarsi è che attualmente triplice - spuria - alleanza PdL- ma Giudiziario e di quello fi- sonam” verso il Cavaliere, con- 12% il più basso dal ‘95 ad oggi, tutti i partiti sono nella loro fase UdC-Partito Democratico che scale oltre che della struttura vinzione che per lunghi mesi il tutto in attesa che il caro car- di debolezza più acuta dall’epoca sostiene attualmente Monti. istituzionale del Paese magari quasi tutti i mass media italiani buranti finalmente cessi e del- di tangentopoli per questo appa- Il centro sinistra è quello che passando per una nuova costi- e parecchi di quelli occidentali- la stangata estiva dovuta all’en- iono tra di loro meno agguerriti. appare in una posizione miglio- tuente ed il presidenzialismo.
    • 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 Pag. 3 L A P IAZZA D ’I TALIA - E STERI Nel mondo il ricorso alle dimissioni non rappresenta un “Carneade” Storie di dimissioni dal mondoA nzi, il disimpegno è consi- derato la via maestra per ri-farsi una verginità, difendendoil proprio nome e l’onore delleistituzioni a seconda della cari-ca ricoperta.Il range dei comportamentisconvenienti che conduconoalle dimissioni (più o meno vo-lontarie) dei personaggi pub-blici è piuttosto vasto, rispettoai nostri standard.I media nei mesi scorsi ne han-no riportati parecchi, suscitan-do più o meno scalpore e diver-timento tra la gente comune.Sta di fatto che lo scalpore di-vertito con la quale siamo so-liti commentare tali notizienon proviene certo dalla no-stra superiorità, bensì dalle no-stre ormai ataviche e cristalliz-zate cattive abitudini. Abitudinitalmente radicate che persinol’opinione pubblica vi si mo-stra assuefatta e rassegnata. Congresso americano. Sul sito ro perdono”. Ma torniamo nel La Sahlin protestò la sua inno- ro pubblico di quattro film su va istruendo un processo perAltrove, invece la spinta ver- di gossip Gawker è apparsa la Vecchio Continente dove co- cenza, assicurando che spes- un canale pay-per-view, due presunti casi di corruzione cheso il disimpegno per chi sba- notizia che Lee avrebbe intrat- munque il decoro non manca. so era stata indotta in errore dei quali porno. coinvolgevano alcuni esponen-glia proviene proprio dall’opi- tenuto una corrispondenza via perché la tessera di servizio e Inutile dire che la laburista si ti del Partito popolare, avversa-nione pubblica che in caso di e-mail con una trentenne in- Affair Toblerone. la sua personale erano esteti- sia dimessa e alla tornata elet- ri politici di Bermejo. Inoltre,comportamenti sconvenienti contrata nel forum “women camente quasi identiche. Ma torale successiva, ricandidan- lo stesso cacciava in Andalusia– determinati dal senso comu- seeking men” del sito Craigli- Le popolazioni scandinave quando si seppe che la Sahlin dosi non venne rieletta. Nel senza licenza. Out.ne e dal buon gusto – preten- st. Dopo una manciata di ore brillano per inflessibilità e ri- nel 1992 aveva assunto una ta- 2004 il laburista David Blun-de l’uscita di scena con tanto di sono arrivate puntuali le di- gore nei confronti delle pic- ta in nero e nel 1993 non ave- kett, che è non vedente dal- Chiudiamo con dellescuse, innescando in tal modo missioni. Avrebbe perso ogni cole sbandate dei propri poli- va pagato il canone tv, la Sahlin la nascita e ha un’effervescen- dimissioni con epilogoun circolo virtuoso, che culmi- credibilità se fosse rimasto al tici. Una delle personalità più fu costretta a dimettersi sia da te vita sentimentale, fatta di tragico (la connessionena nella morale pubblica. proprio posto e minato l’ono- colpite è stata la leader dei so- vicepremier e che da deputata. amanti e figli dalla paterni- tuttavia è nolto incerta).Ripercorriamo insieme qual- rabilità dei suoi colleghi e del cialdemocratici svedesi, Mo- Si difese e pur avendo avuto la tà contesa, dovette dimetter-che caso. partito. Impossibile per lui fare na Sahlin. Nel 1995 scoppiò il meglio facendo cadere le im- si da Home secretary davan- Nello stesso anno infatti è tocca-Circa un anno fa, il ministro altrimenti. meglio noto come “Toblerone putazioni su di lei a livello poli- ti all’accusa di aver cercato di to al ministro delle Finanze giap-della Difesa tedesco, Karl-The- Tra l’altro il deputato avrebbe affair”, chiamato così dalla oc- tico non si riprese più. dare una spintarella alle prati- ponese Nakagawa farsi da parte.odore zu Guttenberg, si dimi- usato il suo vero nome, soste- chiuta e implacabile stampa che del permesso di soggiorno Una settimana prima, durantese per l’accusa - notare l’accusa nendo però di essere un lobbi- svedese perché due confezio- La reputazione, ormai, della babysitter filippina assun- una conferenza stampa in occa-non la condanna - di aver co- sta divorziato taroccando an- ni del celebre cioccolato sviz- se l’era giocata. ta dalla sua ex amante. sione del G8 di Roma, il politicopiato la tesi per il dottorato. che l’età. zero apparivano nella lista di Ma il nord Europa non ha il mo- nipponico era apparso assente.Dichiarazioni, quelle di Gut- Tratte le dovute conclusioni, acquisti fatti impropriamente Senz’altro più celebre il ca- nopolio delle dimissioni. Un po’ Visibilmente alticcio, Nakagawatenberg assai contrite: Lee, sua sponte, ha dichiarato: dall’allora vicepremier svedese so della Home secretary (mi- a sorpresa, in Spagna, all’inizio si era rivolto con voce impastata“È il passo più doloroso della “Mi dispiace per il danno che con la carta di credito riserva- nistro dell’Interno) inglese, la del 2009, lasciò il suo incarico ai giornalisti. Lui negò la sborniamia vita”, affermò il 39enne ex le mie azioni hanno causato al- ta alle spese di servizio. Oltre ai laburista Jaqui Smith, accusa- il ministro della Giustizia, il so- facendo riferimento a un paio diastro nascente della Csu pub- la mia famiglia, al mio staff e ai dolciumi, la Sahlin aveva com- ta nel 2009 di aver fatto alcu- cialista Mariano Fernández Ber- sorsi di vino a pranzo e imputan-blicamente. miei elettori. Mi scuso profon- prato pannolini, sigarette e al- ne irregolarità. Ma la cosa che mejo, perseguitato da El Mundo do la sua scarsa forma al jet-lag.E ancora: “Non ce la faccio più, damente e sinceramente con tri prodotti. Il totale delle spe- più stuzzicò i giornali inglesi e per aver partecipato a una bat- Ma non ci furono santi e il mini-ho raggiunto i limiti della sop- tutti loro. Ho fatto gravi erro- se irregolari ammontava a più di cui si parlò inisistentemen- tuta di caccia in compagnia del stro si dimise.portazione”, si sfogò il baro- ri e prometto di impegnarmi il di 50mila corone (circa 6mila te come solo in Inghilterra san- supergiudice Baltasar Garzón,ne Guttenberg asottolineare la più possibile per ottenere il lo- euro). no fare, fu l’acquisto con dena- che proprio in quel periodo sta- Che dire...Onore a tutti loro.campagna che ne chiedeva in-cessantemente le dimissioni.Circa un anno dopo - semprein Germania - è stata la volta L’impotenza volontaria dei grandi del mondo di fronte ad un mediocre dittatoredel presidente della Repubbli- Siriaca Wulff, che si è si è dimessoper un’accusa di interesse pri-vato in ufficio. Un finanziamen-to a tasso agevolato da un im-prenditore amico e qualchenotte di vacanza pagata da al-tri gli sono costati la poltrona. V iolato ancora una volta il cessate il fuoco imposto da Onu e Lega araba in Siria, to inizio troppo tardi, andan- dosi a collocare in momento sfavorevole: Usa bloccati, IranA parte le dichiarazioni di fac- è scattato il piano B. Dopo es- più aggressivo che mai, Franciaciata legate alla propria ono- ser stata bombardata la città di e Gran Bretagna esauste dallorabilità e innocenza che ten- Homs, simbolo della ribellio- sforzo libico, Russia e Cina pre-terà di difendere nelle sedi ne contro il regime, si è deci- giudizialmente contrarie. Così,giudiziarie, ecco il capolavoro, so intervenire sul campo con i il percorso democratico che al-la dichiarazione che ogni rap- famosi osservatori, guidati dal cuni auspicavano sarebbe pro-presentante politico dovrebbe colonnello marocchino Ahmad prio l’extrema ratio, nel caso infare e che incarna più che mai Himmish che fungeranno da cui il dittatore siriano dovesseil senso dello stato e della re- difensori della tregua e saran- trovarsi alle strette e temeresponsabilità istituzionale: no garanti dell’ordine reclama- per la propria vita.“Un presidente ha bisogno del- to dalla comunità internazio-la fiducia non solamente di una nale. L’uccisione di 32 persone, Just in case.parte, ma di tutti i cittadini. Gli vittime secondo gli attivisti an-sviluppi delle ultime settimane ti-regime delle forze governa- Nonostante l’intervento de-hanno fatto vedere che la fidu- tive, ha reso inderogabile tale gli osservatori, va sottolinea-cia nei miei confronti è grave- misura. L’accumulo di sconten- to che sino a quando esisteva-mente compromessa, per que- to in Siria - ancorché cavalcato no i due blocchi, l’Onu potevasto ho deciso di dimettermi e incoraggiato - è talmente alto intervenire nei conflitti regio-per risolvere quanto prima la che la rivoluzione nasce da epi- nali molto più facilmente. Og-situazione”. sodi secondari, come l’ambu- ta proprio su questo. tere ad ogni costo. Ma al con- cane e per Obama presentar- gi, le difficoltà sono aumentateChe la forma sia sostanziale in lante che si è dato fuoco in Tu- Intanto, al Palazzo di Vetro si trario di Gheddafi non è isola- si all’appuntamento con l’el- per via del mondo multipolare,democrazia lo testimonia la so- nisia. Il passo successivo è che continua a trattare per trovare to. Anzi, è protetto dall’attuale metto e la mimetica sarebbe a dove tutti i soggetti tendono alerzia con cui si è mobilitata la i ribelli trovino una strada ver- una soluzione alla crisi. nemico pubblico numero uno: dir poco sconveniente. Si po- far valere le proprie volontà. Simacchina istituzionale tedesca so la democrazia che invocano Un crisi iscrivibile al filone de- Ahmadinejad. Un patrono, il trebbe passare la palla a Israe- può giungere ad una mediazio-capitanata da Angela Merkel (che non avrebbe come ovvio nominato “primavera araba” leader iraniano, da prendere le, certo, ma in questo modo la ne, ma senza che sia basata suche per risolvere la grana ha an- nulla o quasi nulla a che vedere e all’effetto domino che ha con le molle visto che andar- forza dissuasiva si ridurrebbe e accordi determinanti fra le par-nullato la propria visita in Italia. con le omonime di stampo oc- comportato, ma che - al con- lo a sfrugugliare potrebbe in- non di poco. ti. E la stessa Lega Araba, più vi-Varchiamo l’Atlantico e trasfe- cidentale). Ma la domanda è: trario di altri contesti - non ha nescare una serie di reazioni a Forte di tutti questi fattori, che cina per definizione ai proble-riamoci negli Usa. Due parole come sconfiggere in condizio- trovato congiunture favorevo- catena di difficile contenimen- in pratica relegano in un cul de mi del Medio Oriente, riesce asu Chris Lee, poco noto depu- ni di assoluta inferiorità un re- li. Non ha trovato caccia fran- to. E il focolaio, estendendosi, sac le forze avverse, Al Assad venirne a capo.tato repubblicano newyorche- gime che attaccare dall’esterno cesi a spianare la strada ai ri- finirebbe inevitabilmente per tiene duro e non si preoccupa L’Onu è frammenatata trase, cui dedichiamo qualche ri- sarebbe un’impresa e che gode belli come in Libia, né militari coinvolgere altri pezzi da no- più di tanto se il mantenimen- Unione Europea, Cina e Statiga di più se non altro per la del sostegno - non solo politi- pronti a gestire la transizione vanta, Russia e Cina in primis to del proprio potere compor- Uniti e trovare un accordo pie-peculiarità della sua vicenda. co - di Teheran? che persuadessero Mubarak a per definizione non certo alle- ta il massacro degli oppositori. no per organizzare una missio-Quarantasei anni, sposato con Il potere logorerà nel vero sen- “telare”. ati degli Stati Uniti. Anzi, il gioco vale la candela e il ne umanitaria sembra piutto-un figlio, aveva appena inizia- so della parola nella fattispecie Al Assad - come Gheddafi - è Inoltre, a fine anno sono in tempo lavora per lui. La ribel- sto arduo alla luce anche deito il suo secondo mandato al chi non ce l’ha e Al Assad pun- intenzionato a difendere il po- agenda le presidenziali ameri- lione probabilmente ha avu- fallimenti del passato.
    • Pag. 4 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 L A P IAZZA D ’I TALIA - E CONOMIA Un fattore che molto spesso è stato utilizzato per giustificare la teoria della solidità del sistema finanziario in Italia potrebbe rivelarsi addirittura fatale per il sistema economico nazionale nel suo complesso La dissoluzione dei risparmiC’ è una possibilità mol- to plausibile che il pro-sciugamento dei risparmi pos- delle famiglie italiane, signifi- ca, purtroppo, prendere atto di una dura realtà, e vuol dire una riduzione sostanziale del- le tariffe, del prezzo del carbu- rante e della pressione fiscale.sa determinare il crollo del anche aggiungere nell’agenda L’incidenza delle accise ha fattosistema economico naziona- dell’esecutivo misure idonee lievitare il prezzo del carburan-le. Una eventualità purtroppo ad impedire il crollo del siste- te rendendo insostenibile lanon considerata quasi da nes- ma economico nazionale. pratica di alcune attività lavo-suno in Parlamento, ma che Una misura potrebbe essere rative, come gli agenti di com-ogni giorno viene conferma- quella di far ripartire l’occu- mercio, i procacciatori d’affari,ta da alcuni dati allarmanti sul pazione soprattutto giovanile, gli imprenditori in generale fi-risparmio delle famiglie italia- quella di investire sui giovani no alle famiglie stesse che ac-ne i quali stanno subendo una formandoli, specializzandoli, compagnano ogni giorno i figlilenta ma notevole contrazione. preparandoli al mondo del la- a scuola.A pensare che in Europa, tut- voro nel migliore dei modi ri- La sommatoria di questi rin-ta la credibilità del nostro siste- ducendo i tempi di attesa sul cari appesantisce i bilanci fa-ma finanziario poggiava pro- fronte dell’entrata nel merca- miliari e incide negativamenteprio sulla solidità che i risparmi to del lavoro. Un’altra misura sul loro comportamento eco-delle famiglie potevano creare potrebbe essere quella di age- nomico e finanziario. Ci sononei bilanci degli istituti di cre- volare iniziative imprendito- troppe cose che non vannodito, ora, invece, proprio que- riali in termini di concessio- in Italia, e ci sono troppe per-sta stampella contabile rischia ni creditizie, in modo tale da sone che non se ne occupa-di far mancare il suo sostegno poter aumentare l’opportuni- no, per questo si rischia di fara tutto il sistema creditizio per- que rileva un livello allarmante te ai consumi ed ai risparmi no negativamente alla crescita tà di produrre ricchezza e di crollare un sistema ancora fra-ché il monte risparmi si sta ap- di propensione al risparmio, è delle famiglie, ai profitti del- dell’economia nazionale. Visto assumere lavoratori. Un’altra gile ma pronto ad essere aiuta-punto gradualmente dissol- evidente, in termini reali, inve- le imprese, tutte componenti che il sistema economico italia- misura ancora potrebbe es- to. Se qualcuno pensa di volervendo. ce, la crisi che stanno attraver- che influenzano e determina- no si fonda principalmente sul- sere quella di creare maggio- approfittare del finanziamentoSecondo l’Istat, nel 2011, la sando le famiglie italiane che no il livello del reddito nazio- le dinamiche espansionistiche re competitività per le nostre pubblico dei partiti per arric-propensione al risparmio delle versano sempre più in con- nale. Va da sé allora che se la dei lavoratori e delle impre- imprese, i prezzi dei beni e chire la propria famiglia, anco-famiglie si è attestata al 12%, il dizioni di povertà relativa e disoccupazione aumenta, le se, e visto che queste stanno dei servizi sono troppo eleva- ra una volta la classe dirigentevalore più basso dal 1995, con per tale ragione si vedono co- famiglie riducono la loro pro- subendo un drastico ridimen- ti per essere acquistati secon- e/o quella partitica in generaleuna diminuzione di 0,7 pun- strette a dover attingere ai lo- pensione al risparmio per cer- sionamento non ci vuole mol- do le quantità che il mercato si sta rivelando decisiva per ilti percentuali rispetto all’anno ro risparmi per far fronte alle care di finanziare i consumi in to a comprendere che i fonda- riesce ad allocare, in tal mo- tracollo dell’Italia.precedente. Nel quarto trime- necessità imposte dalla loro modo tale da garantirsi un mi- mentali del mercato nazionale do non si riesce a soddisfare Inutile andare in Europa astre del 2011 essa è stata pari sopravvivenza. nimo di sopravvivenza su base rischiano di minacciare seria- l’offerta delle imprese deter- chiedere credibilità quando inal 12,1% in aumento dello 0,3% Oltre al crollo dei risparmi oc- mensile. In termini aggregati, mente il sistema inteso nel suo minando giacenze indeside- casa nostra la stessa viene siste-rispetto al trimestre preceden- corre registrare anche il calo questo comportamento provo- complesso. rate. Le tre misure suindicate maticamente affondata e mes-te e dell’1,1% rispetto a quello dei profitti per questa ragione ca una contrazione complessi- Questa è la minaccia più se- hanno tutte lo stesso obietti- sa in discussione, e non si trat-corrispondente del 2010. anche le piccole e medie im- va dei consumi e dei risparmi ria che sta correndo l’Italia, vo, quello di far ripartire i con- ta di questo o di quel partito,Tenuto conto dell’inflazione, prese incontrano notevoli dif- fino a determinare un notevo- non pare però sia stata presa sumi, gli investimenti median- del governo politico o di quel-pertanto, il potere d’acquisto ficoltà durante il loro percorso le rallentamento della cresci- in considerazione né dai po- te la leva dell’allargamento dei lo tecnico, ma di un sistemadelle famiglie nel 2011 è di- di vita. Bisogna rilevare la stret- ta del prodotto interno lordo. litici né dalle istituzioni, tutti margini dei profitti e di far au- generale a livello parlamentareminuito dello 0,5%. Da questi ta connessione che esiste tra Lo stesso dicasi per le impre- e tutte, invece, cercano di al- mentare la propensione ai ri- ed istituzionale che andrebbedati potrebbe sembrare che lo imprese e lavoratori e soprat- se, le quali trovandosi in una leggerire le prospettive me- sparmi. del tutto smantellato, perchéscorso anno l’andamento del- tutto tra le componenti macro- situazione di bassa profittabi- diante stime e/o previsioni al- Questi effetti da soli, purtrop- prima di creare sviluppo e cre-la propensione al risparmio sia economiche che scaturiscono lità non possono adottare po- quanto lontane dalla realtà e po, non sono sufficienti ad in- scita occorre creare una classestato più o meno stazionario. dalle dinamiche dei loro com- litiche volte all’investimento e francamente troppo ottimisti- nescare una buona ripresa dirigente seria, onesta, moral-Fermo restando che il valo- portamenti. A tal proposito si all’espansione aziendale, in tal che. Oggi, considerare l’even- dell’economia, occorre altre- mente nazionalista e dignitosa-re del 12% suindicato comun- fa riferimento essenzialmen- modo anche loro contribuisco- tuale dissoluzione dei risparmi sì procedere nella direzione di mente italiana. Le imprese italiane fuggono all’estero e quelle straniere disincentivate ad investire in Italia C’era una volta la riforma del lavoro...T anto attesa e tanto inutile at- tenderla perché la riformadel mercato del lavoro che il Par- sta affossando l’economia del- le famiglie. Per dover di cronaca bisogna aggiungere a questo al- c’è da dire che l’obiettivo lo ha raggiunto in pieno. Come si fa a riformare un mercato senzalamento si appresta a votare non tri elementi negativi che stanno intervenire sulle componen-è una riforma ma cristallizza la asfissiando il tessuto economico ti che caratterizzano l’anda-precarietà come status e condi- delle famiglie, cioè l’elevata pres- mento del mercato stesso, cioèzione sociale della nuova epoca sione fiscale, l’insopportabile co- salari e profitti e senza con-contemporanea. Questa catego- sto del danaro, l’impennata inso- temperare le esigenze delleria di lavoratori ancora una vol- stenibile delle materie prime ed imprese con quelle dei lavora-ta sarà beffata dagli accademi- il conseguente rincaro dei prez- tori per cercare di riequilibrareci dell’esecutivo presieduto dal zi del carburante e dell’energia quella che gli economisti chia-professor Mario Monti. Se si con- elettrica. mano domanda ed offerta.sidera il provvedimento dal ver- Il decreto legge che avrebbe do- Ad un determinato livello disante della flessibilità in entrata vuto riformare il mercato del la- salario deve corrispondere unle speranze di creare nuovi po- voro rafforza l’ipotesi di una non determinato livello di profittosti di lavoro diventano davvero riforma. Nonostante l’ampia di- affinché la domanda e l’offer-vane anche in presenza di una screzionalità in uscita di cui an- ta di mercato possano contem-eventuale ripresa economica, dranno a beneficiare le impre- perare le esigenze di imprese eper essere più realisti tale ripresa se in materia di licenziamenti, di lavoratori. Il problema italia-non avverrà non prima dell’ini- cioè potranno licenziare quan- no è che ad un determinato li-zio del 2013 per cui gli effetti del- do vorranno, il nodo strutturale vello di profitto non esiste piùla riforma fisiologicamente privi non è stato sciolto in entrata. Si- biamo fatto troppo poco”. cioè l’impresa si trova in una si- elevato tasso di disoccupazione. un corrispondente livello didi ogni intrinseco beneficio, an- curamente l’articolo 18 non rap- La verità è che secondo una ra- tuazione produttiva e commer- Un altro problema che scatu- salario oltre ad non sussisteredranno a sommarsi a quelli tem- presenterà un tradimento come gionevole e logica osservazio- ciale molto negativa, l’offerta e risce da questa mancata rifor- una corrispondenza moneta-porali di una recessione tecnica afferma il Ministro del Welfare ne scientifica, questo provve- cioè i lavoratori hanno poche ma del mercato del lavoro è ria adeguata al costo delle vi-che durerà per tutto il 2012. Tale Fornero, “è una cosa ovvia che dimento non riforma nulla. Si probabilità di trovare una occu- il disincentivo che le impre- ta non esiste proprio una corri-situazione in termini economici nel caso di manifesta insussi- ribadisce il fatto che gli interven- pazione nel breve periodo. Co- se straniere hanno ad investi- spondente offerta di lavoro piùnon significa altro che ulteriore stenza di un motivo economico ti avrebbero dovuto concentrarsi sa può fare un esecutivo in que- re in Italia e l’incentivo,invece, tecnicamente un corrispon-aggravio della condizione socia- il giudice può reintegrare”. Il ti- sul versante dell’entrata pur ap- sto punto preciso del problema? che quelle italiane hanno ad dente livello di occupazionele dei lavoratori e quindi delle fa- tolare del Welfare quindi eviden- prezzando la bontà della misura Può incentivare le imprese ad as- abbandonare il Paese. Gli in- che giustifichi un certo livellomiglie soprattutto monoreddito. zia: “ non abbiamo fatto la rifor- in uscita relativa al licenziamen- sumere snellendo la pressione fi- vestimenti sottratti all’econo- di profitti. È chiaro ed eviden-Il problema vero del mercato del ma che volevano molti, in due to discrezionale dell’impresa fer- scale, ciò però in questa partico- mia nazionale non possono te che anche post riforma For-lavoro risiede proprio nella ri- articoli, il primo è che esiste un mo restando ovviamente il pre- lare congiuntura economica non che traumatizzare l’andamento nero il mercato del lavoro nonmozione degli ostacoli e/o delle contratto unico e il secondo è supposto che le imprese hanno è possibile visto i sacrifici in ter- economico del Paese, e se da raggiungerà posizioni di equili-barriere in entrata. Il provvedi- che le imprese possono licenzia- interesse ad assumere e non a mini di bilancio che l’Europa ha un lato per far ripartire l’Italia brio o quantomeno non tende-mento in esame non contempla re quando vogliono”. Il Governo licenziare per cui se licenziano chiesto all’Italia visto il suo eleva- occorrono misure che stimoli- rà all’equilibrio.alcuna misura idonea all’elimina- di articoli ne ha fatti 72 perché la hanno serie ed oggettive diffi- to indebitamento pubblico al fi- no la crescita dall’altro questa Un’altra occasione mancata,zione delle suindicate barriere società è complessa e si cerca di coltà economiche a proseguire ne di riequilibrare i conti. Ed è riforma mette in atto una se- eppure questa volta la riformaper cui mantiene inalterato l’im- valorizzare ogni tipo di contrat- la propria attività. È chiaro che naturale, dunque, che la misura rie di meccanismi che rallen- è stata presentata da un poolpianto del mercato attuale im- to eliminando la flessibilità catti- il nodo cruciale è rappresenta- relativa alla riduzione della pres- teranno la ripresa economica di tecnici, di accademici che dipedendo la formazione di nuovi va, quella malata. Riferendosi alle to dalle opportunità in entrata sione fiscale non sarà applicabile fino ad aggravarla. Se il Mini- scienza economica dovrebbe-posti di lavoro, che consentireb- pressioni di imprese e sindacati, che potrebbe offrire il mercato nel breve periodo. Ciò significa stro del Welfare voleva riforma- ro intendersi.be l’abbattimento del tasso di di- osserva: “uno mi dice che abbia- del lavoro. In tempi come que- che il riordino dei conti pubbli- re il mercato del lavoro per ar- L’Italia ha perso un altro stimo-soccupazione che da troppi anni mo fatto troppo, l’altro che ab- sti, dove chi domanda lavoro e ci è finanziato e sostenuto da un restare la crescita economica lo alla crescita.
    • 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 Pag. 5 L A P IAZZA D ’I TALIA - E CONOMIAIl 20% degli italiani è al di sotto della soglia dei 15 mila euro di reddito e questo non fa ben sperare in un futuro di crescita e di sviluppoL’euro comprime la ricchezza degli italianiÈ anche colpa dell’euro se fi- no ad oggi la forza lavoro inItalia ha prodotto una ricchez- l’apertura di attività imprendi- toriali e soprattutto che faci- litino l’ingresso dei giovani eza o meglio un reddito troppo quindi il tanto sospirato ricam-scarso, infatti, dai dati del dipar- bio generazionale.timento delle Finanze del Mi- Il problema vero però e que-nistero dell’Economia, si rileva sta è una certezza matemati-che il reddito medio degli italia- ca è rappresentato dalla va-ni è pari a € 19.250 lordi, in ter- luta. Fin quando l’euro nonmini percentuali il 20% è al di decomprime il costo della vitasotto della soglia dei 15 mila eu- e quindi non si adegua al po-ro, solo l’1% dichiara redditi su- tere d’acquisto delle famiglie laperiori a 100 mila euro. spinta alla crescita ed allo svi-È evidente che questa situazio- luppo non potrà mai realizzar-ne reddituale è coerente con si anche includendo le riformetutto il quadro macroeconomi- strutturali. Cosa può fare allo-co e microeconomico naziona- ra il Governo di fronte a questole. Si farebbe benissimo però problema valutario? Purtroppodi questa coerenza. Il proble- nulla. È un processo di aggiu-ma è che gli italiani produco- stamento automatico che do-no una ricchezza derivante dal- vrebbe derivare dall’equilibriola forza lavoro non superiore a dei mercati.quella ante ingresso euro. In al- Se da questi non arriva nessuntri termini i famosi e benedetti segnale l’intervento pubbli-trenta milioni delle vecchie lire co non potrà apportare alcunrappresentano oggi purtroppo contributo positivo. Questoi 15 mila euro dichiarati dai la- purtroppo non viene detto evoratori italiani in un esercizio, non viene esternato dagli ad-con una differenza che i vecchi potere d’acquisto degli italiani sviluppo, visto che la maggio- riordino dei conti pubblici. La da di quella che appare e sono detti ai lavoro in modo palesetrenta milioni di lire costituiva- e l’economia nel suo comples- ranza degli italiani cioè il re- verità è che non bisogna più il- tangibili le difficoltà economi- ed esplicito ed il vero proble-no una vera ricchezza media so. È un dato di fatto che fin stante 95% vive con un reddito ludersi sulla possibilità che l’Ita- che delle famiglie e dei giovani, ma dell’economia delle fami-per le famiglie italiane in rap- quando questo aggiustamento sotto i 35 mila euro. lia possa crescere a breve, visto soprattutto i giovani sono pur- glie italiane. La spesa pro ca-porto al costo della vita ed al- non verrà realizzato appieno Gli imprenditore rappresenta- che tutto il 2012 il nostro Pae- troppo i destinatari di questa re- pite delle famiglie diminuiscela sua qualità, oggi con 15 mi- l’economia del lavoro e la cre- no la nuova categoria a basso se attraverserà una dura reces- cessione colpiti duramente dal- perché aumentano i prezzi deila euro ossia il controvalore scita economica non potran- reddito e questa identificazio- sione tecnica, che fin da ora ci la impossibilità di trovare una beni e diminuisce il lavoro e“prodiano” non è sufficiente no riequilibrarsi e non avran- ne è un’altra rappresentazione deve rendere consapevoli che occupazione, e dalla perdita del quindi i redditi. Come fanno aneppure a coprire un anno di no speranza di produrre quei negativa della realtà produttiva il periodo successivo alla reces- posto di lavoro. ripartire i consumi se i redditimutuo e di spesa per beni di meccanismi stimolanti tesi a ed economica del nostro paese. sione cioè l’anno 2013 se tutto Gli ammortizzatori sociali pos- non riprendono a crescere? Eprima necessità. In sostanza, far ripartire il reddito dei lavo- Non è pensabile che il 95% del vabene dovrebbe essere investi- sono rappresentare uno stru- come fanno i redditi a cresce-non è tanto scarsa in sé la pro- ratori e lo sviluppo del Paese. tessuto imprenditoriale costitu- to dagli effetti positivi che fin da mento utile per sopperire alle re se non si diminuisce la disoc-duzione di reddito nell’arco di C’è da sottolineare che i da- isca una forza debole della no- subito dovrebbero prevedersi difficoltà economiche dei di- cupazione? Ecco perché l’inter-un anno ma è la compressione ti del dipartimento delle Fi- stra economia. Fino ad ora tut- nelle manovre del 2012. soccupati ma temporaneamen- vento pubblico è necessario sulesercitata dalla forza dell’euro nanze del Ministero dell’Eco- ti gli interventi governativi sono Questa consapevolezza pare te, perché una volta terminati piano della disoccupazione, loche purtroppo sgonfia la capa- nomia confermano purtroppo stati finalizzati al riequilibrio dei che ancora non abbia toccato gli effetti benefici degli stessi i Stato deve muovere la forza la-cità reddituale dei lavoratori. che il riequilibrio di cui sopra conti pubblici, alla costruzione la coscienza dei tecnici del Go- disoccupati si ritrovano punto voro nella direzione di una oc-Tale compressione, in termini ancora non si è realizzato, an- di una nuova credibilità euro- verno Monti in quanto non si e a capo cioè senza possibilità cupazione ad ampio raggio, fin-tecnici, deriva dal cambio lira- zi il ceto medio è praticamente pea ed internazionale ma anco- varano provvedimenti tesi a far di entrare nel mondo del lavo- ché la platea dei disoccupatieuro imposto in sede europea scomparso,i poveri diventano ra nulla è stato fatto per far ri- uscire l’Italia dall’ennesima re- ro e immersi in un sistema eco- tenderà sempre più a diminu-alla compagine italiana per en- sempre più poveri ed i ricchi partire la nostra economia. Gli cessione, e se siamo ritornati nomico depresso e compres- ire le possibilità di far ripartiretrare nella moneta unica e so- consolidano sempre di più la interventi a sostegno del merca- in recessione vuol dire che fi- so. Quali sono le soluzioni a la crescita diventeranno sem-no più di dieci anni che la no- loro ricchezza. to del lavoro, dei beni e dei ser- no ad ora i provvedimenti adot- tutti questi problemi? Come al pre meno fino ad azzerarsi estra economia non riesce ad È chiaro che in una economia vizi, non trovano alcuna collo- tati non hanno prodotto alcun solito si allude ad un pacchet- questo risultato oggi è più cheinnescare quel processo di ag- come quella italiana dove i ric- cazione nel piano di crescita e risultato se non quello di ridare to di provvedimenti che rifor- mai realizzabile vista la energicagiustamento e di adeguamento chi rappresentano il 5% della sviluppo del Governo Monti. un po’ di credibilità all’Italia sul mi strutturalmente il mercato compressione che l’euro eser-dei salari al costo della vita che popolazione non possono da Mettere in moto l’economia è piano europeo ed internaziona- del lavoro, snellendo i processi cita sul costo della vita di tutti osta paurosamente affossando il soli finanziare la crescita e lo una priorità al pari di quella del le. In verità la crisi è più profon- burocratici che regolamentano meglio di quasi tutti.Rafforzata la disciplina di bilancio UE con la firma del patto anche se è arrivato il no della Gran Bretagna e della Repubblica Ceca Prova di maturità dell’UE a 25 con il fiscal compactI 25 Paesi Ue, tutti ad ecce- zione di Gran Bretagna eRepubblica Ceca, hanno uffi- no adottato il trattato lo abbia- no trasposto in leggi naziona- li. Se ciò non avverrà secondo ropeo sull’austerity mediante referendum è l’Irlanda. Con la firma del nuovo Patto mento della ratifica e ora voi tutti dovrete convincere i vo- stri Parlamenti ed elettori che in primo luogo perché testi- moniano la ferrea volontà de- gli Stati membri di dare una ri- un processo di crescita e di svi- luppo, per Mario Monti i tempi son maturi per questa secon-cialmente firmato il Patto di i modi ed i tempi prestabiliti a di bilancio si chiude una prima questo Trattato è un passo im- sposta decisiva e definitiva alla da fase.bilancio che rafforza la disci- livello comunitario, uno Stato fase della risposta europea al- portante per riportare l’euro in crisi economica, in secondo La parte più difficile da com-plina fiscale. I capi di Stato e può essere deferito alla Corte la crisi, una risposta basata su modo duraturo in acque tran- luogo perché imprimono una piere è questa, in quanto ladi Governo, dopo un discor- dagli altri incorrere in una san- regole, rigore e impegni reci- quille”, ha poi aggiunto in Pre- importante accelerazione isti- stretta sul credito, l’oppressio-so introduttivo dei presiden- zione pari allo 0,1% del Pil. proci tra gli Stati. Ciò che oc- sidente Ue, dicendosi “molto tuzionale al processo di code- ne fiscale, l’elevato tasso di di-ti di Commissione e Consiglio Il deficit pubblico dovrà esse- corre realizzare ora è l’Euro- fiducioso” nel successo da par- cisione mantenendo equilibri soccupazione è inconciliabileUe, hanno messo la loro fir- re mantenuto al di sotto del 3% pa dell’integrazione economia te dei leader dei 25. Il Testo en- prima del vertice non proprio ed incompatibile con qualsia-ma, in ordine alfabetico, in cal- del Pil, come previsto dal Patto e della crescita, cioè un forte trerà in vigore solo quando 12 solidi. Dunque, si può affer- si processo di crescita, e moltoce al nuovo trattato. Per l’Italia di stabilità e crescita, e in caso impegno politico e finanziario paesi dell’eurozona lo avranno mare che l’Europa in questa realisticamente i tempi ancoraha firmato ovviamente Mario contrario scatteranno sanzio- per la crescita sfruttando tutto ratificato. Con il fiscal compact occasione ha dimostrato tut- non sono maturi per crescereMonti. Con la firma del fiscal ni semi-automatiche. C’è da di- il potenziale del Trattato di Li- verrà rafforzata anche la fiducia ta la sua compattezza, è un e non lo saranno finché l’Ita-compact cioè la riedizione del re che la firma del Patto è stata sbona. tra gli Stati membri, cosa che è buon segnale che fa ben spe- lia non avrà raggiunto il pareg-Patto di stabilità e crescita si è fortemente voluta dalla Germa- Il Patto “aiuterà a prevenire il ugualmente importante da un rare per il prosieguo ma non gio di bilancio. Semmai, ora sichiuso praticamente il primo nia per evitare di incorrere nel ripetersi della crisi del debito punto di vista politico, ed in ra- deve illudere che ciò sia davve- deve programmare la crescitavertice UE. rischio cumulativo dei debiti so- sovrano” ha sottolineato Van gione di una maggior coesione ro sufficiente per ammorbidi- ma non bisogna illudersi sul-I punti principali di questo Pat- vrani e che i Paesi con maggior Rompuy, riconfermato del re- politica ed istituzionale. re la leadership franco-tedesca la realizzabilità immediata del-to sono tutti contenuti nei 16 equilibrio di bilancio avrebbe- sto all’unanimità nella sua cari- Le nuove disposizioni di bilan- all’interno dell’Unione. L’Italia la stessa, la quale non ha tem-articoli del trattato. L’impe- ro dovuto accollarsi il disequi- ca per altri due anni e mezzo. cio rappresentano una svol- ha fatto bene la sua parte di- pi immediati neppure quandogno ad avere bilanci pubblici librio degli altri. Questa firma, “Dopo la firma, viene il mo- ta del processo comunitario, mostrando che quando c’è da i bilanci pubblici sono in equi-in equilibrio, il deficit struttu- “è una pietra miliare nella storia stringere i denti il Paese reagi- librio, perché il processo dirale non deve superare lo 0,5% dell’Unione Europea”, ha com- sce, purtroppo si tratta di una crescita è qualcosa che devedel Pil e, per i Paesi il cui de- mentato Angela Merkel. reazione governativa e non so- essere prima pianificato poibito è inferiore al 60% del Pil, Il Presidente della BCE Mario ciale a causa delle misure di concretamente realizzato, at-l’1%. Ogni Stato garantisce Draghi ha affermato di acco- austerity previste appunto dal tualmente manca ancora la fa-correzioni automatiche quan- gliere con favore l’adozione del Governo Monti. La collettività se della pianificazione.do non raggiunge gli obiettivi Fiscal Compact e rappresenta dovrà ancora una volta soppor- Il Governo italiano comun-di bilancio concordati ed è ob- il primo passo verso un’unio- tare il maggior peso di queste que, ha rafforzato la credibili-bligato ad agire con scadenze ne fiscale e che certamente misure, e ancora non riesce a tà del nostro Paese, si attendo-determinate. La nuova regola rafforzerà la fiducia nella zona reagire dal punto di vista pro- no riforme vere per abbatteredeve essere inserita nella legi- dell’euro e siamo anche soddi- duttivo. D’altronde, non è mol- il tasso di disoccupazione eslazione nazionale, preferibil- sfatti dell’applicazione del Fon- to semplice coniugare il rigore per far ripartire gli investimen-mente in norme a carattere co- do Esm entro il mesi di luglio con la crescita, la fase del risa- ti pubblici e privati in modo dastituzionale. di quest’anno”. namento potrebbe esser ormai modernizzare l’infrastrutturaLa Corte europea di giustizia L’unico Stato che voterà il fiscal alle spalle c’è, invece, anco- dell’economia italiana nel suoverificherà che i paesi che han- compact, il nuovo trattato eu- ra da incanalare l’economia in complesso.
    • Pag. 6 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 L A P IAZZA D ’I TALIA - C ULTURA Norberto Bobbio Democrazia e sistema internazionale ti si pone l’esigenza che un quell’accordo hanno sotto- la nazione è sottoposta. elemento terzo vigili sui con- scritto; ma di fatto, i conflit- In un universo in cui l’incer- traenti; questo soggetto di- ti vengono ancora risolti con tezza, la paura e il pericolo venta attivo nello stato ago- lo stato di guerra e di attacco. di un’eventuale aggressione nistico perché interviene Egli, seguendo ovviamente la spadroneggiano, la condotta direttamente nelle risoluzio- lezione di Hobbes e Locke, che uno stato sentirà di fare ni di eventuali scontri come individua nella paura recipro- propria è garantire la propria un giudice super partes cui i ca quell’elemento d’instabi- sopravvivenza, proprio come contendenti delegano le de- lità che convince l’uomo ad accade nello stato di natura cisioni e si impegnano a sot- uscire dallo stato di natura; hobbesiano. tomettere la propria volontà. ma paradossalmente, è fuori In un contesto del genere, Afferma Bobbio, con l’entrata discussione quanto oggi il so- la massima di ogni paese si in scena del giudice, si passa spetto e l’incertezza spadro- tradurrà nella difesa dei pro- dallo stato polemico ad un ul- neggino nella politica inter- pri interessi vitali, per i quali teriore grado, cioè si approda nazionale e quanto entrambi a questo punto, nella insicu- allo stato pacifico. vengano calati con decisio- rezza diffusa, ogni fine giusti- Lo stato pacifico è quello sta- ne tra il vivere quotidiano dei ficherà ogni mezzo e la liber- to che nasce dal pactum su- cittadini. tà dei cittadini potrà essere biectionis, in base al quale le Inoltre, il problema non di- sacrificata in virtù di questa parti si sottomettono ad un minuisce se lo stato di natu- congiuntura di casi particola- potere in comune. ra sussiste tra poche nazioni: ri e generali. Affinché si possa però parla- se queste poche sono coloro Tali condizionamenti si an- re di democrazia è necessario che detengono “la maggior dranno dunque a riflette- che s’includano nella pratica forza e sono irriducibili al po- re nell’attuazione della poli- politica almeno due condi- tere di un terzo superiore, tica estera perché uno stato zioni fondamentali: “a) che il la loro relazione finisce per in questo contesto non po- potere sovrano, da chiunque dominare il sistema nel suo trà mantenere gli stessi impe- esercitato anche dagli stes- complesso e favorisce all’in- gni che per lo più dovrebbe ri- si contraenti, non si estenda terno dell’ambito di potere spettare nella politica interna. sopra tutte le libertà e i pote- di ciascuno, rapporti dispoti- Eccoci dunque alla proble- ri che gli individui o i gruppi ci” (“Ibidem” pag. 209). matica più grande: la visibilità hanno nello stato di natura, e Sia l’anarchia tra eguali, sia il del potere attraverso la pub- quindi rispetti quelle libertà e dispotismo tra diseguali, in- blicità degli atti di governo. quei poteri che vengono con- ceppano il processo di de- “Solo quando l’atto è pubbli- siderati, per questo loro ca- mocratizzazione del sistema. co” afferma Bobbio, “i cittadi- rattere di inattaccabilità, di- Bobbio prosegue la sua anali- ni sono in grado di giudicarloA utonomia od eterono- mia? Scelte indipenden-ti o volontà determinate da greto (poi smentito dall’inte- ressata) tra la Merkel, Sarkozy, Monti e il premier spagnolo pazione popolare nelle deci- sioni più importanti, decisioni poi però, che vanno ad incide- ritti naturali e in quanto tali né sopprimibili né restringi- bili; b) che vengano stabilite si affermando che si è venuto via via a realizzare un sistema di potere eccezionale accanto e quindi di esercitare nei suoi riguardi una delle prerogati- ve fondamentali del cittadi-motivi esteriori, esterni? di sabotare Hollande, prossi- re significativamente sulla vita regole per le decisioni col- a quello riconosciuto da ogni no democratico”, ossia il con-Un’Europa democratica o mo candidato alle presidenzia- quotidiana dei popoli. lettive, vincolanti per tutta la costituzione in cui le decisio- trollo dei governanti.un’Europa di potenti élites? li francesi, principalmente per- Norberto Bobbio (Torino 18 comunità, tali che esse siano ni collettive vengono assunte Se si pensa al fatto che noiDapprima, giusto qualcu- ché ha affermato la sua volontà Ottobre 1909 – 09 Gennaio prese con la massima parteci- da organi predisposti attraver- oggi abbiamo in Italia un go-no aveva l’impressione che di riconsiderare il recente fiscal 2004), uno dei maggiori in- pazione e il massimo consen- so procedure stabilite: il nuo- verno che non è stato elet-l’Unione dei 27 non fosse compact. tellettuali del nostro tempo, so dei contraenti medesimi”, vo ordinamento prevede che to, che gode in Parlamentoesattamente quella favola di Viene deciso un piano econo- filosofo, storico e politolo- se non all’unanimità, almeno gran parte delle decisioni ge- dell’appoggio senza se e sen-nobili intenti raccontata in TV mico europeo di incredibile go italiano, in “Futuro della dalla maggiornaza ( “Il futuro nerali vengano prese diretta- za ma dei tre partiti naziona-dai politici, dai giornali e da importanza con risvolti prati- Democrazia” (Torino, 1984) della democrazia” pag. 204). mente da gruppi interessa- li più grandi e se si consideraogni istituzione, ma ora con ci in ogni paese e l’unica na- apre un’approfondita rifles- Al contrario, il patto autocrati- ti attraverso accordi fondati la difficile situazione europeala crisi, quella polvere magica zione che sottopone a refe- sione sul rapporto tra la de- co si ha quando il potere so- esclusivamente sul riconosci- nella quale ci siamo trovatisoffiata negli occhi degli uo- rendum questa via è l’Irlanda. mocrazia e i sistemi interna- vrano viene istituito senza li- mento del potere reciproco. calati come cittadini, è diffi-mini per far apparire l’UE co- A riguardo, il dibattito pubbli- zionali, argomento questo di miti o con degli auto-limiti e le “Si può parlare di un doppio cile che una significativa in-me il sogno più bello, non ha co in Italia non si è assoluta- indubbia attualità che non decisioni, collettivamente vin- sistema internazionale, com- quietudine non rapisca le no-più il suo effetto totalizzante. mente animato, ma del resto può non essere qui ricordato. colanti, vengono prese soltan- posto di due ordinamenti ide- stra attenzione democratica.La magia sembra piano piano con un tecnico orgogliosa- I punti di partenza della rifles- to da un gruppo di potere ri- almente incompatibili fra loro, Il principio della visibilità èsvanire nel nulla. mente europeista al potere e sione sono diversi e tra questi stretto senza la partecipazione ma praticamente coesisten- un valore che contrasta laMolto semplicemente: le isti- con uno spirito di solidarietà c’è la connessione tra demo- e senza il consenso dei desti- ti, che si conoscono ma non tendenza naturale del pote-tuzioni europee così conce- nazionale in nome della crisi, crazia e sistema internaziona- natari delle scelte attuate. si riconoscono, non si ignora- re, il quale preferisce per lapite non sono democratiche. così tanto diffuso che a tratti è le, ovvero i limiti che uno sta- Quanto questo discorso sia no ma agiscono l’uno indipen- maggiore, di non dichiarareÈ più che evidente che man- quasi soffocante, è abbastanza to democratico subisce al suo pertinente con il sistema eu- dentemente dall’altro” (“ibi- le proprie intenzioni; biso-ca, come già affermato in al- difficile immaginare la promo- interno a causa delle relazio- ropeo e con i vari patti d’ac- dem” pag. 211). gna dunque contrastare il po-tre sedi, un’opinione pubbli- zione di una discussione pub- ni internazionali e dell’even- ciaio stretti tra i diversi leader Ora, la riflessione che apre il tere nella sua natura imper-ca europea che abbia potere blica su questo argomento. tuale presenza nella comuni- nazionali si nota da sé; inol- filosofo è la seguente: qual’è scrutabile.e mezzi incisivi per opporsi ai Quindi, che le ragioni e i me- tà di paesi non democratici. tre, si può condividere con la conseguenza di questo sta- Il parlamentarismo ha già ildiktat calati dall’alto, manca todi del fiscal compact passi- In che senso e perché, si do- l’autore la constatazione di to di cose sull’ordine inter- suo grande deficit nella dele-un Parlamento (unico organo no pure senza esame critico. manda Bobbio, l’attuale so- quanto lo stato di natura per- no degli stati democratici; è ga della propria volontà cheeletto dai cittadini) con effet- Infine, ultimo episodio caduto cietà internazionale non può manga ancora all’interno di possibile per un paese esse- ogni cittadino consegna altivo spirito decisionale ed è nel dimenticatoio della stam- dirsi democratica? una delle organizzazioni in- re pienamente democratico proprio rappresentante e og-assente, almeno in Italia, una pa e delle istituzioni è la nuo- Il punto di partenza è lo stato ternazionali per eccellenza, in un sistema internazionale gi, ci si trova addirittura ol-reale discussione critica alla va candidatura della Serbia di natura, che, rileva il filoso- come le Nazioni Unite (or- siffatto? tre questa realtà, sia in Italiacostruzione di istituzioni più all’UE, che determinerà valan- fo, è ancora in parte sussistente gano citato da Bobbio stes- Per rispondere a questa do- che in Europa: dunque sareb-eque e partecipate. ghe di investimenti e di denari nelle relazioni estere delle na- so), visto che il patto di non manda bisogna soffermarsi be bene ricordarsi che non èÈ strano come chi manifesti e però, chissà se in cambio, Ta- zioni, tra loro in perenne po- aggressione dovrebbe va- su quali siano i condiziona- con l’imposizione che si creainsofferenza o sollevi pole- dic ha dovuto scegliere di iso- tenziale stato di guerra, a di- lere per tutti i membri che menti esterni a cui una singo- uno spirito europeo.miche a riguardo venga im- lare via via i serbi del nord del spetto di tutti i patti di nonmediatamente indicato come Kosovo per il volere della co- aggressione che implicitamen-antieuropeista ed ostraciz- munità internazionale. te o meno si fanno al fine di farzato, come se fosse esclu- A vedere i fatti, pare si abbia- nascere uno stato di pace, sesa ogni possibilità, ma anche no a livello nazionale, leaders non perpetua, almeno stabile.ogni volontà di costituire un non eletti che decidono le Successivamente all’atto diconcerto di stati possibilmen- politiche da adottare sulla ba- non aggressione, il secondote migliore di quello che at- se di imposizioni transnazio- patto positivo per mezzo deltualmente si sta facendo. nali che non vengono vota- quale si costituisce una socie-Negli ultimi anni si è presa te seriamente all’interno dei tà civile è quello per cui i pae-coscienza di casi molto parti- singoli Stati (vedi l’Italia che si contraenti si accordano percolari: il Parlamento Europeo ha un governo di tecnici non stabilire regole in vista di unaha solo “potere” consultivo eletti e che gode, per forza di soluzione pacifica dei conflit-sulla politica di sicurezza e di- cose, del 90% della maggio- ti futuri.fesa comune (PSDC o politica ranza in parlamento) e una Questo stadio segna il pas-estera europea) e sulle scelte politica europea di poten- saggio dallo stato polemicoeconomiche; dunque di fatto ti ugualmente non rappre- allo stato agonistico ( Julienai cittadini europei vengono sentativa nel senso più stret- Freund): cioè, da una situa-imposte decisioni importan- to del termine, che tira i fili zione caratteristica dello sta-tissime che pochi non eletti del teatrino e che legifera sul- to di natura in cui i conflittivogliono perseguire. le sorti di milioni di cittadini. vengono risolti con il trion-Si è vietato alla Grecia di fare un Forse a ragione, si può affer- fo del diritto del più forte, sireferendum che avrebbe avu- mare che c’è un deficit diffu- passa ad una fase in cui l’usoto un forte impatto ed avreb- so di democrazia. della forza viene escluso e ibe dato una scossa a quei po- La questione ha il suo fulcro soggetti risolvono i problemiteri forti che stanno decidendo nel fatto che si sta costituen- mediante negoziati e com-la vita economica di milioni di do un potere quasi oligarchi- promessi.persone; ultimamente si è par- co sovra-nazionale dove non è Ma affinché gli accordi e le ri-lato di un possibile accordo se- previsto spazio per la parteci- soluzioni non vengano viola-
    • 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 Pag. 7 L A P IAZZA D ’I TALIA - C ULTURA L’Italia dei tanti casi dibattuti Responsabilità dei giudiciA lexis de Tocqueville (1805-1859), filosofo, po-litico e storico francese, de- nella pratica; egli afferma che presso un popolo libero (co- me quello americano), ogni qualcuno, di fronte a que- sto dato di fatto imposto, di fronte a questa moda tanto indica in “La Democrazia in cittadino ha il diritto di accu- voga oggi nel nostro paese,America” (opera pubblicata sare i funzionari pubblici da- possa dire: “ma come faccio ain due parti, 1835 e 1840) dei vanti ai giudici e che tutti i fidarmi io di una persona checapitoli alle leggi americane e giudici hanno il diritto di con- continua ad amministrare laal potere giudiziario. dannare i funzionari pubblici. cosa pubblica quando maga-Quest’ultimo in Italia, è un te- “Tanto la cosa mi sembra na- ri, è sospettata di concorsoma fortemente dibattuto e di turale” (Ibidem, pag. 105) esterno in associazione ma-grande attualità vista la pros- prosegue il filosofo, perché fiosa o di corruzione o con-sima riforma sulla giustizia e non è un privilegio permet- cussione o di furto o di P2,visto il tanto ormai famoso tere ai tribunali di punire gli P3, P4? Dov’è la trasparenzaemendamento Pini; per cui, agenti del potere quando vio- della politica? Dov’è la pub-perché non accennare alle ri- lano la legge; “al contrario, blicità degli atti? Dov’è l’ideaflessioni del noto pensatore sarebbe togliere loro un dirit- fondamentale, base di ogniper introdurre una discussio- to naturale proibirglielo” (ibi- democrazia secondo la qua-ne su questo argomento. dem, pag. 105). le il politico ha la responsa-Tocqueville afferma che ne- Gli americani rendendo tut- bilità e il dovere di essere ungli Stati Uniti, tutti, eccetto ti i funzionari responsabili di modello per i propri concit-poche categorie di persone, fronte ai tribunali non han- tadini?concorrono alla formazione no affatto indebolito la forza Si può dedurre molto mode-del potere giudiziario; perciò del governo, anzi hanno ac- stamente che queste necessi-coloro che vogliono opporsi cresciuto il rispetto dovuto tà di civiltà non sembrino im-in qualche modo alle leggi so- ai governanti, perché ovvia- perare nella nostra Italiettano ridotti o a cercare di cam- mente questi si preoccupano perché gli accusati sono co-biare apertamente l’opinione di sfuggire alle critiche. modamente seduti a decide-della nazione o a calpestare la Secoli fa, questa era la nor- re anche per chi di nulla è so-sua volontà. malità; anche oggi dovreb- spettato e allora tra i comuniMa per gli americani questa be essere così visto che uno mortali, l’Olimpo disinibitoattitudine non vale perché stato di diritto è quello stato della politica appare una ge-“Negli Stati Uniti ognuno tro- che al di sopra di ogni potere stione ad uso e profitto priva-va un certo interesse perso- pone il rispetto per la legge. to del potere.nale a che tutti obbediscano Questa asserzione è dunque Se poi, finalmente accadealle leggi; poiché colui che di fatto, il punto di partenza che la magistratura fa que-oggi non fa parte della mag- per ogni stato che vuole con- sto suo famoso percorso ec-gioranza potrà forse essere siderarsi civile e moderno. co arrivare la prescrizione, ladomani nelle sue file e il ri- Ma a noi piace che l’Italia quale ovviamente, trattando-spetto che oggi egli professa viaggi sempre sul filo dei ca- si del nostro paese, presen-per le volontà del legislatore si particolari, del resto come ta anch’essa le sue curioseavrà presto occasione di esi- si dice, è l’eccezione che con- ma anche gravi peculiarità ri-gerlo per sé” (“La Democra- ferma la regola e indubbia- spetto agli altri paesi. In più, la giungla è istituzionalizzata. to Pini, non chiede una re- dei conti tra due gruppi chezia in America”, pag. 247). mente di eccezioni nel no- è in voga da anni far passare In un contesto siffatto si può sponsabilità diretta del giudi- dovrebbero prima risolvereInfatti per quanto le regole stro paese ce ne sono molte. questa per innocenza dell’in- dunque per caso non sospet- ce, ma vuole solo che la legge altri problemi interni più im-possano essere considerate Ad esempio, lo scontro tra dagato; così politici auto pro- tare che anche tra la nostra italiana preveda che il cittadi- portanti, affinché davvero ilspiacevoli, ogni cittadino di politica e magistratura lo è ed clamatisi innocenti per pre- magistratura non viga una ca- no possa chiedere allo Stato buon senso comune e l’inte-qualsiasi strato sociale, vi si è semplice analizzare perché scrizione restano nelle stanze sta in cui l’applicazione della il risarcimento anche quando resse diffuso trionfino.sottomette non solo perché esso esiste. dei bottoni a governare la Res legge non sia l’unico pensie- la sentenza definitiva sia frut- Ma poi sembra abbastan-le considera opera e risulta- Molto banalmente ma fatto Publica. ro predominante? to di errata interpretazione za evidente che se un giudi-to di una maggioranza ma an- grave è che da Nord a Sud, Altra eccezione nel nostro Si, si può, semplicemen- delle norme giuridiche eu- ce sa di poter essere chiama-che perché le sente sue pro- passando per il centro (e in paese, carica di peso sociale te perché di fatto, per quan- ropee, di fronte ad una vio- to in causa una volta perchéprie. questo l’Italia sembra davve- è rappresentata dal comparto to generale possa sembrare, lazione manifesta del diritto ha dato ragione ad uno, unaA quei tempi dunque, non si ro unita e omogenea) ci so- delle caste. il nostro paese a livello am- vigente o in caso di una valu- seconda volta perché ha da-scorgeva una “folla numero- no politici indagati per cor- Esse rappresentano una for- ministrativo e politico non è tazione dei fatti e delle prove to torto all’altro, egli alla lun-sa e sempre turbolenta” che ruzione che occupano posti za sociale: l’India si sta mol- sano, da una parte vi è il so- operata nell’ultimo grado di ga preferirà essere clemen-considerava la legge come un dove si gestisce il potere, do- to molto lentamente affran- spetto concreto che molti giudizio; dunque l’UE chie- te e compiacente. Se si trattanemico naturale e che getta- ve si amministra la vita dei cit- cando ed ammodernizzando che governano non siano de- de diritto di risarcimento allo poi di essere citati da imperiva su di essa solo sguardi so- tadini. Altra notevole anoma- da questo punto di vista attra- gni politici e degne persone Stato, non al magistrato. economici e da interessi capi-spettosi e timorosi. lia è che i sospettati di reato verso un sostenuto sviluppo e dall’altra c’è il sospetto rea- La parte che invece difende tali è naturale che il magistra-Per Tocqueville infatti, tre co- non si dimettono perché di- economico e in Italia invece le che ogni ordine in Italia ha l’emendamento afferma che to non sarà tranquillo nel suose in particolare concorrono cono sia giusto attendere il abbiamo una società organiz- il suo tornaconto, la sua inat- è ora che i magistrati paghino lavoro e l’odor di ricatto ser-più di tutte alla conservazio- “responso”della magistratu- zata in compartimenti stagni. taccabilità, il suo nepotismo, quando vengono trascinati in peggerà nell’aria. La giustiziane della repubblica democra- ra. Ma l’Italietta è l’Italietta Ci sono dei gruppi di intocca- il suo clientelismo, la sua po- processo persone che alla fi- non può funzionare così.tica americana e l’ultima di e di certo essa non gode di bili a partire ad esempio dal liticizzazione, le sue correnti ne, dopo anni e anni, risultano Si può e si deve agire diret-queste è la stessa costituzio- un’ammirevole velocità nel ti- mondo stesso del giornali- e le sue porte blindate. non c’entrare niente con i fat- tamente nei confronti dellone del potere giudiziario, poi- rar fuori la verità dei fatti. Co- smo: nei decreti di Monti, per Dunque, è normale che in ti di reato. In più, questa par- Stato, si può pensare a mo-ché i tribunali così come so- sì in attesa, come tanto è in dirne una, l’ordine dei gior- una nazione come la nostra, te, in particolare denuncia una dalità di giudizi più duri perno stati concepiti, hanno la uso dire, che “la magistratura nalisti neanche è stato nomi- non trasparente nella gestio- volontà delle toghe di mietere le toghe rispetto a quelle chefunzione di correggere gli er- faccia il suo percorso”, il cit- nato eppure si sa quanto sia ne dell’amministrazione, gli vittime tra una supposta par- sono ora previste dalle com-rori della democrazia. tadino che vota e che lavora oppresso questo ambito; la scontri si acuiscano e di fron- te politica non gradita ad esse; missioni disciplinari del CSM,Nel capitolo “Altri poteri ac- deve tenersi in Parlamento, riconsiderazione delle par- te a magistrati che indagano di qui la necessità di arginare ma no citarle direttamente,cordati ai giudici americani”, nei Consigli regionali, nel- tite iva ovviamente riguarda funzionari pubblici si arrivi il loro potere attraverso la re- perché in fondo le proble-egli fa un discorso molto in- le Giunte comunali persone tutti ma non coloro che fan- ad invocare la responsabilità sponsabilità civile. matiche che non fanno cam-teressante, forse scontato di che si sospetta abbiano vio- no parte degli ordini e così lo civile dei giudici. Ora la domanda è questa: si minare la giustizia nella ma-sicuro nella teoria, ma non lato la legge. È scontato che sfruttamento è regolarizzato, Ma è seriamente questo il desidera che la giustizia fun- niera più efficiente possibile problema principale? Questa zioni? Certamente si. sono altre ed è abbastanza in- è la soluzione ai tanti contra- Dunque, può questo emen- crescioso che si spacci la re- sti di cui si è stati spettatori damento far migliorare il fun- sponsabilità civile del giudice costretti e un tantino schifati? zionamento del potere giudi- per il problema più impellen- L’emendamento Pini è quel- ziario? te da risolvere. lo che vuole l’introduzione Per i cittadini e non per i po- In questa questione può aver di tale responsabilità; chi lo litici, i problemi più gravi del- ragione chi pensa che l’Italia boccia afferma che esso po- la giustizia sono la lunghezza sia un malato grave nei cen- trebbe rendere il sistema eccessiva dei processi, i costi tri nevralgici del suo siste- giudiziario italiano ingestibi- esorbitanti per andare fino in ma amministrativo e politi- le perché si verrebbe a cre- fondo alla verità, la mancan- co e quindi intende curarla are un intreccio paradossale za di personale adeguato per iniziando da un risanamento tra l’esercizio della funzione velocizzare le pratiche, l’ec- morale e culturale. giudiziaria e la difesa perso- cessiva burocratizzazione e Il problema dunque non sta nale del giudice chiamato a la prescrizione stessa, che co- solo in questo emendamen- rispondere in prima persona sì com’è posta in Italia, non to tanto dibattuto, poiché per un’eventuale azione risar- permette effettivamente di esso è solo il frutto di un’abi- citoria. Inoltre potrebbe ac- valutare se un pubblico fun- tudine ad una gestione spic- cadere che attraverso l’eser- zionario è colpevole o meno. ciola della cosa pubblica che cizio immediato e diretto Dunque, si potrebbe afferma- guarda solo ai propri inte- dell’azione nei confronti del re che questa tanto acclama- ressi, ma sta nel fatto che magistrato si possa costrin- ta responsabilità dei giudici, paradossalmente, la classe gere il giudice non gradito nell’atto pratico, nella stessa politica per cambiare le co- all’astensione e quindi si pos- attuazione della legge, non se o qualcosa, dovrebbe pri- sa indirettamente sceglierne risolve nulla di concreto nel ma cambiare essa stessa; so- uno più gradito. miglioramento del funziona- lo in seguito si potrà tornare L’Europa, afferma la linea che mento delle cose. L’emenda- a credere alla serietà di ogni si oppone all’emendamen- mento appare più una resa intervento.
    • Pag. 8 1-15/16-31 Febbraio-Marzo-Aprile 2012 L A P IAZZA D ’I TALIA - C ULTURA Roero, tracce di nobiltà le centro internazionale di for- mazione e di ricerca mentre ad Alba troviamo la scuola enolo- gica e il corso di laurea in Viti- coltura ed Enologia. Ma il vino non deve far dimen- ticare il prezioso comparto tartufigeno locale e la sua vo- cazione. A celebrarne le pecu- liarità è la famosa fiera inter- nazionale del tartufo bianco d’Alba, che si svolge tra otto- bre e novembre di ogni anno. Ma il tartufo per essere immes- so sul mercato deve essere pri- ma trovato, cosa non facile. Co- sì gli amanti dei gustosi tartufi e dell’avventura possono fa- re un’esperienza emozionale a Piobesi d’Alba, partecipando alla ricerca simulata del tartufo seguendo un cercatore com- petente, accompagnato dal suo cane, che condurrà i tu- risti nel bosco, alla ricerca del prezioso fungo ipogeo. Inol- tre, ad Alba vi è il Centro Na- zionale Studi Tartufo un istitu- to specializzato nella ricerca e nella divulgazione della cultura tartuficola, incidendo in que- sto modo sullo sviluppo del tu- rismo enogastronomico locale. Il Roero è uno scrigno prezio- so contenente tracce di aristo- crazia che si possono ritrovareS econdo l’Istat, nel 2011, la Tra castelli e torri, tra frut-teti e boschi si estende il terri- tivano gustosi frutti e ortag- gi come le fragole, le pesche, le pere, le castagne, gli aspa- molto diffuso nella provincia cunese. Il colore è giallo pa- glierino. Ha un profumo deli- poso durante i lavori in vigna. Questi edifici sono disseminati lungo il paesaggio viticolo del ca del vino italiano attraverso la selezione e la conservazione dei migliori vini della penisola tra castelli e torri, tra nobiltà piemontesi e cultivar d’uva imperiale, tra preziosi tartufitorio di Roero. Un’area collina- ragi...prodotti tipici del ter- cato, fresco e richiama i frutti Roero, tanto da renderlo tipi- nostrana. A valorizzare anco- e succulenti frutti, tra cultu-re a nord est della provincia di ritorio. Una voce saliente del selvatici e d’erba con probabi- co. A Pollenzo è sita, dal 2001, ra di più il territorio c’è anche ra locale e quanto ancora diCuneo che prende il suo nome bilancio della zona è il com- li sentori di legno. La denomi- la Banca mondiale del vino ove l’Università di Scienze gastro- inesplorato può emozionare ildall’omonima nobiltà astigiana. parto vinicolo. Infatti, tra le nazione Roero Arneis è riser- è custodita la memoria stori- nomiche con sede a Brà, qua- viandante.Il fiume Tanaro, affluente del dolci colline roerine, che si vata al vino bianco ottenutoPò, rappresenta una sorta di alternano a zone pianeggian- esclusivamente dalle uve Ar-linea naturale di confine, uno ti, si coltivano viti dalle quali neis.spartiacque che divide le vicine si producono dei vini pregia- Anche il territorio del Roero,Langhe dall’area roerina; esso ti. Ordinariamente, quando si come qualsiasi altro, vive mi-è anche in parte una demarca- cita il Piemonte, in particola- nacciato dall’azione antropiz-zione che permette di distin- re la zona cuneese, vien da sé zante dell’uomo. Per tentare diguere i due territori tanto da menzionare per antonomasia frenare il fenomeno la divulga-sottolinearne le diversità geo- il vitigno Nebbiolo, dal qua- zione della cultura che carat-logiche e paesaggistiche. le si ricavano vini prestigio- terizza l’area sembra essere laL’Ecomuseo delle Rocche del si come il Barolo e il Barbare- chiave di volta. Così, a sottoli-Roero, orientato a valorizzare sco. È interessante ricordare neare l’importanza della cultu-le bellezze del territorio, riuni- come l’etimologia del termi- ra enoica della zona nel territo-sce a sé otto comuni sorti sul- ne nebbiolo (secondo Gio- rio roerino, sono sorte diversela faglia delle Rocche che cor- vanni Battista Croce, orefice istituzioni dirette alla sua diffu-rispondono ad un fenomeno e gioielliere milanese che si sione. L’Enoteca Regionale delgeologico millenario di ero- cimentò anche in altri campi, Roero ha avviato uno proget-sione. La principale attività di quali l’enologia, nel suo trat- to per la tutela e valorizzazionequesto ecomuseo è quella di tato del ‘600 “Dell’eccellenza dei ciabòt, ossia delle casupo-creare una serie di percorsi e e diversità dei vini che sulla le di architettura rurale costru-sentieri che raccontano le pe- Montagna di Torino si fanno, ire dai contadini piemontesiculiarità più interessanti. Nei e del loro modo di farli) deri- volte sia ricoverare gli attrezzicomuni delle Rocche si posso- vi dalla parola “nobil”, vale a che a fungere da luoghi di ri-no osservare profonde voragi- dire “nobile”, sottolineando-ni che possono raggiungere ne la caratteristica aristocra- Quando il cibo è fashionanche dislivelli di centinaia di tica intrinseca dell’uva stessa.metri. Qui l’ecosistema è mol- Il Nebbiolo (cultivar a baccato delicato. Microclimi diversi rossa) è allevato nelle vignecoabitano in poche centinaia delle colline cuneesi assiemedi metri di altitudine. È affasci- ad altri pregiati vitigni comenante vedere come pini e ro-verelle (particolari querce), ti-pici di una vegetazione secca, l’Arneis, ma anche il Barbe- ra, il Bonarda, il Favorita e il Birbet. Nel territorio roerino L’ arte contemporanea si esprime in direzioni diver- se, a volte è in grado di crea- network Facebook, l’artista scrive che si tratta de: “L’im- magine tra realtà e non-real-crescono in cima alle creste, quando si pronuncia il termi- re connubi impensati, curiosi e tà” della vita. Sospesa tra duementre nel fondo dei burroni ne Nebbiolo si pensa imme- creativi, volti all’originalità della mondi, quello della moda el’acqua stagnante crea habitat diatamente al vino Roero ros- propria arte. quello degli alimenti, quelloumidi e rigogliosi. so che si presenta al palato dei Yeoniu Sung è una giovane arti- dell’indossabilità e quello del-La zona del Roero è costel- degustatori come un vino più sta coreana che ha ideato il “ci- la nutrizione. Sposabili forselata da fortezze medioeva- vivace rispetto ai suoi cugini bo indossabile”, wearable foods solo in modo forzato, ma cheli che caratterizzano il paesag- Barolo e Barbaresco. A ren- ossia una serie di abiti prodotti rendono l’immagine di un ci-gio. Tra stili architettonici di derlo meno severo concorro- con l’utilizzo di verdura e frutta. clo temporale, che seppur ac-gran pregio e arredi origina- no due elementi fondamenta- Quindi ha dato il via nel suo ate- ceso nei suoi colori, nelle sueli di notevole fattura, si trova- li: il primo è la leggerezza del lier a pomodori, ravanelli, me- forme diviene sempre limitato,no elementi peculiari che con- territorio roerino rispetto a lanzane, banane, cipolla, cavo- nel tempo e nel suo uso. Nontraddistinguono la storia locale quello langhese, l’altro carat- lo rosso, e altri ortaggi e frutta a caso Yeoniu Sung si esprimee sue genti. Il castello di Monti- tere si annida nella base am- che nelle sue creazioni diventa- in questo modo: “Creo il miocello d’Alba è una delle costru- pelografica che è costituita no vestiti che simulano merlet- mondo della realtà, generan-zioni medievali meglio conser- sia da uve Nebbiolo (da 95 a ti, sete, velluti e broccati. do una serie completamentevate della zona, mentre quello 98%) che uve Arneis (cultivar Il lato curioso è proprio la ca- diversa di immagini che con-di Govone, edificato nel Set- a bacca bianca). Tali condizio- ratteristica di questi oggetti, traddicono la nozione con-tecento su un antico maniero ni rendendo il gusto e il carat- frutta e verdura, che sono di venzionale di cibo e vestiti”.medievale, gode oggi del tito- tere del vino meno rigoroso. per sé deperibili e certamen- Il lato introspettivo porta a ri-lo di “patrimonio dell’umanità” Al bicchiere del degustatore te non indossabili. Sung è riu- flettere sulla decomposizioneattribuito dall’Unesco. si mostra di color rubino con scita a rendere funzionale alla e naturale deperibilità dei ve-Dalle sommità delle colline profumi che richiamano i frut- moda, grazie alla sua immagi- getali che a loro volta sembradella zona, si possono osser- ti rossi come il lampone, ma nazione e fantasia, il cibo. esser l’occasione per tratteg-vare pioppi, salici, querce, ca- anche la pesca e la viola; esso Va da sé che questi insoliti as- giare la vita dell’uomo, la suastagni che costituiscono, as- accompagna bene il pasto ed semblaggi non sono più con- fragile esistenza che è destina-sieme ad altre varietà di alberi, è delizioso se si sposa con la siderabili prodotti alimentari ta a spegnersi. Ma la fotografia,la flora locale. Qui, nel Roero, fonduta, ma anche con paste, in senso stretto e, giocoforza, medium per questo importan-dove le aree boschive lascia- risotti e carni non troppo pe- non saranno mai oggetti di te, permette il fermo immagi-no il passo a distese di vigne- santi. Il Roero non è solo terra moda, ma oltre ad essere visi- ne, permette la testimonianzati e frutteti, l’agricoltura è un di uve rosse; si produce anche vamente abiti affascinanti crea- dell’esistenza delle cose, dellecomparto economico locale un elegante vino bianco l’Ar- no un simbolismo molto forte. loro bellezze e dei loro splen-molto importante. Qui si col- neis, da uve omonime, vitigno Dal suo spazio web su social dori.