COPIA OMAGGIO                                                                                                             ...
Pag. 2                                                                                                                    ...
1-15/16-31 dicembre 2009                                                                                                  ...
Pag. 4                                                                                                                    ...
1-15/16-31 dicembre 2009                                                                                                  ...
1-15/16-31 dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69 - 70 - Basta!
1-15/16-31 dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69 - 70 - Basta!
1-15/16-31 dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69 - 70 - Basta!
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

1-15/16-31 dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69 - 70 - Basta!

745

Published on

Basta! - Una nuova speranza - Milano a mano “armata” - Viola di rabbia - Internet e l’assurdità delle limitazioni - Istigazione alla violenza e internet - Finanziaria 2010: 8,9 miliardi di Euro - Capitali all’estero: rimpatrio e regolarizzazione - L’accesso al credito: un’impresa per le imprese - Debito pubblico: a ottobre il record - Quando il sangue degli altri fa chic - Il senso di un Nobel - Action plan - Discussione intorno alle ideologie - Sulla strada del Prosecco - Intervista a Gianluca Bisol

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
745
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

1-15/16-31 dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69 - 70 - Basta!

  1. 1. COPIA OMAGGIO In caso di mancato recapito restituire a Poste Roma Romanina Abb. sostenitore da E 1000 - Abb. annuale E 500 - Abb. semestrale E 250 - Num. arr. doppio prezzo di copertina per la restituzione al mittente previo addebito - TAXE PERCUE tass. riscoss Roma-Italy La Piazza d’Italia — Fondato da Turchi — Poste Italiane SpA - Spedizione in abbonamento postale - D. L. 353/2003 (conv. in L27/02/2004 num. 46) art. 1 - Dcb-Roma 1-15/16-31 Dicembre 2009 - Anno XLV - NN. 69-70 e 0,25 (Quindicinale) Una nuova attualità ECONOMia La Piazza d’Italia Istigazione Finanziaria speranza alla violenza — a pagina 3— 2010 — a pagina 4 — Per la vostra pubblicità telefonare allo 800.574.727 di fRANz tuRchI Che vita ha questo Paese che continua a combattersi www.lapiazzaditalia.it in questo modo tra parti contrapposte. Bisogna dare una nuova speranza ai nostri giovani, al Paese Basta! in generale e alle famiglie che qualcosa si può fare e si deve fare. Il problema non sono solo le riforme istituzionali (bene come al solito ha fatto Napolitano a interve- nire) ma lavorare insieme La deriva della politica e le conseguenze opposizione e maggioranza Uno squilibrato ha colpito incontrollato di questa perso- dell’opposizione è contro il lea- solidarietà e condanna hanno esasperato dalla stessa vittima su un percorso di contrap- il Presidente del Consiglio nalizzazione della lotta politica. der del partito di Governo. E’ intasato i mezzi di comunica- dell’aggressione. posizione ma al contempo Berlusconi. Un gesto folle, E’ di pochi giorni fa, ad esem- questo l’unico mezzo che avete zione. Questo è quello che ci meri- di rispetto, oppure avve- il risultato di un’esacerbante pio, il NO B(erlusconi) Day per poter far parlare di voi? Su tutti spicca, come spesso tiamo. Un manipolatore che clima di tensione che da tutte o la dichiarazione, l’ultima in nessun altro argomento riesce accade, quello del padrone con un cinismo fuori da ogni nimenti drammatici come le parti in gioco non ci viene ordine di tempo, del leader a fare breccia, secondo voi, nel dell’Italia dei Valori Di Pietro decenza elemosina notorietà e quelli contro il Presidente risparmiato. del’UDC Casini che vuole cre- cervello misero e ignorante che dopo la scontata condan- qualche manciata di voti sem- del Consiglio si potranno Non è stato un attivista ma are un polo anti-Berlusconi, dell’elettorato italiano? na della violenza giustifica il Segue a pagina 2 un folle, il frutto spontaneo ed non anti-PDL perché la lotta Immediatamente i messaggi di tipo di gesto con un clima ripetere. Tutto questo lo dobbiamo scongiurare ma lo possia- mo fare solo, come disse mio nonno insieme a mio Milano a mano “armata” padre dalle colonne del Dalle aggressioni politiche e giudiziarie a quelle fisiche: Berlusconi sempre piu’ nel mirino Secolo d’Italia, molti anni fa, rappacificando gli ita- E’ evidente che nemmeno il re avanti. te a scalfire la considerazio- del Primo Ministro sembrava del cordone sanitario da innal- clima pre-natalizio che già da Si è passato in successione, ne in cui gli italiani tenevano produrre modifiche apprezza- zare intorno a Berlusconi a liani e chi soprattutto li qualche giorno si è instaura- pur di infangare il nome di Berlusconi - il bel risultato bili sulle intenzioni politiche tutti i costi, al fine di portare rappresenta. to in tutto il Paese riesce ad Berlusconi e costringerlo se delle elezioni amministrative del Cavaliere, i propugnatori addolcire e svelenire l’ecces- non alla resa politica almeno ed europee del PdL ne sono Segue a pagina 2 Criminalizzando tutto quello che il governo fa sivamente infuocata atmosfe- alle dimissioni dal Governo, state una tangibile dimostra- ra che si respira, oramai da ad utilizzare torbide accuse zione - né tantomeno a far Ricco, continuamente aggiornato: arriva final- non è un’opposizione e qualche mese a questa parte, di essere un molestatore di vacillare la compattezza della mente sul web il nuovo punto non porta da nessuna parte tra i rappresentanti dei partiti fanciulle appena maggiorenni, maggioranza di centro-destra, di riferimento per i giovani e per un nuovo modo se non ad eventi violenti politici italiani. oppure di utilizzare le proprie ecco che è dovuto intervenire L’aggressione fisica subita da residenze private alla stregua senza indugi il “soccorso rosso” di fare politica in Italia che abbiamo già visto. Ma forse oltre alla buona Silvio Berlusconi domenica scorsa, dopo il comizio tenuto di bordelli. In seguito si è cercato di rovi- rappresentato da gran parte del sistema giudiziario italiano www.lapiazzaditalia.it politica, al buon senso a piazza del Duomo a Milano stare nella stessa vita familiare per cercare di fermare l’azione Una Piazza di confronto aperta al in occasione dell’apertura del del Cavaliere per cercare di politica Governo. comune, al rispetto delle tesseramento del PdL, non è indebolirlo pure negli affet- Repentinamente allora giunge dibattito su tutti i temi dell’agenda istituzioni e alla passione altro che il risultato finale di ti più cari anche se poi lo la sentenza “monstre” con cui politica e sociale per valorizzare nuove per la cosa pubblica, credo una vergognosa campagna di sfruttamento di tale “filone” il Tribunale Civile di Milano idee e nuovi contenuti che una parte della clas- odio che le opposizioni parla- è sembrato impoverirsi all’im- ha condannato la Fininvest se dirigente politica e non mentari e non, attuano con- provviso allorquando il fiume dopo oltre 15 anni dagli tro la persona del capo del di fango riversato fino ad allo- avvenimenti in questione, la solo, dovrà essere rinnova- Governo italiano legittima- ra sul Capo del Governo ha finanziaria di proprietà della ta con i giovani. mente eletto, oramai da mesi travolto coloro i quali avevano famiglia Berlusconi a pagare Buon Natale e Buon Anno se non anni. mosso per primi tale mecca- oltre 750 milioni di euro al Campagna che punta se non nismo, dopo la scoperta del finanziere Carlo De Benedetti Nuovo. a sovvertire i risultati prodotti “trans-gate” in cui è stato coin- - proprietario di Repubblica dalle urne almeno ad intimi- volto il Governatore DS del e l’Espresso - per il così detto dire politicamente con metodi Lazio Marrazzo: per la serie “Lodo Mondadori”. mafiosi e terroristici la maggio- chi dal buco della serratura Dato che però nemmeno ranza politica di centro-destra ferisce… l’eventuale - poiché anco- al fine di bloccare le seppur Visto poi che attraverso la cre- ra altri due gradi di giusti- timide riforme che l’asse PdL- azione di falsi scandali non si zia dovranno pronunciarsi a Lega hanno in animo di porta- riusciva neppure minimamen- riguardo - “ferita” alle tasche
  2. 2. Pag. 2 1-15/16-31 dicembre 2009 La Piazza d’Italia - Interni La deriva della politica e le conseguenze Dalle aggressioni politiche e giudiziarie a quelle fisiche Dalla Prima Basta! Ora si vedrà chi veramente Milano a mano “armata” pre sull’onda dell’anti berlu- tiene a questo Paese ed al suo sconismo forte dell’assenza dal futuro, chi vorrà abbassare i Dalla Prima tivo, amplificato da certa carta milanesi che avevano tentato naca il canto “fuori dal coro” parlamento della sinistra radi- stampata e dalle solite tra- di disturbare il comizio del di Di Pietro e del Presidente toni, chi vorrà dimenticare que- di nuovo al Governo il centro cale e del regalo che Veltroni gli sto evento affrontando le reali smissioni - di modificare con Cavaliere dopo essersi intru- del Partito Democratico Rosy sinistra sconfitto dagli eletto- una “scossa” il democratico folati tra la folla che assiepa- Bindi. ha fatto alle elezioni del 2008 necessità di un popolo in cerca ri italiani, sono stati costret- acconsentendo ad un strana di una identità completa e delle andamento della vita politica va domenica scorsa Piazza del L’ex PM di “Mani Pulite” ti prima a fare carta straccia italiana. Duomo a Milano. sosteneva che Berlusconi attra- alleanza, poi tradita dal buon sue Istituzioni. del così detto “lodo Alfano” Tonino. Retorica e banalità, si è vero, Ma che l’aria che si respirava Infine come ribadito all’inizio verso il suo menefreghismo ed attraverso il pronunciamento fosse diventata particolarmen- dell’articolo si è avuta l’aggres- i suoi comportamenti istiga- L’odio e la contestazione perso- ma lo spettacolo a cui dobbia- del “Collegio Sacerdotale” - te pesante si era capito già sione, ad opera sì di uno squi- va alla violenza - dopo che nale stanno violentando l’ani- mo assistere ogni giorno con la Corte Costituzionale - che dalle violenze occorse lo scor- librato, da 10 anni in cura, ma lo stesso segretario dell’Italia mo di un popolo da molti anni macchiette che fanno a turno protegge la Carta fondamenta- so 12 dicembre in occasione che il clima di odio e tensione dei Valori qualche giorno fa ormai poco incline a comporta- davanti alle telecamere, il sar- le della Repubblica. della commemorazione per i verso Berlusconi ha contribui- aveva “pronosticato” un clima menti passionali che sono più casmo, le bassezze non possono degli stereotipi da campo di Non contenti, e certi di dare 40 anni dell’attentato di piazza to ad armare e che ha gettato da scontri di piazza in cui essere giustificati da divergenze calcio e suo contesto, ma che, finalmente il colpo che avreb- Fontana a Milano, allorquan- nella costernazione e la preoc- ci sarebbe potuta scappare politiche e dalla passione dei come dimostra l’azione di oggi, be annichilito definitivamente do decine di anarchici ed estre- cupazione tutto il Paese. l’azione violenta - mentre l’ex contendenti. Ripartiamo dal può alimentare menti malate l’avversario, le “toghe rosse” misti di sinistra si erano scon- A proposito: siamo sicuri Ministro della Sanità aveva rispetto. che possono compiere gesti che spadroneggiano a Firenze trati con le forze dell’ordine che gli addetti alla sicurezza invitato Berlusconi, a poche Rimpiango le tribune politi- potenzialmente pericolosissimi che che vedevo da bambino, , Palermo e Caltanissetta cercando di impedire non solo che avrebbero dovuto garan- ore dall’aggressione subita, a finanche per la stabilità della quando capivo poco o nulla calavano l’asso nascosto nella i previsti discorsi delle autorità tire l’incolumità del Primo non far la parte della vitti- nostra democrazia. di quello che veniva detto ma manica - o meglio nelle patrie istituzionali, ma riuscendo a Ministro abbiano espletato ma… Quello che oggi abbiamo visto dove il decoro e la rispettabilità galere - utilizzando le dichia- ostacolare pure gli interventi il loro compito in maniera Parole sintomatiche dello deve essere il punto finale di un venivano trasmessi anche a chi razioni di un pentito (?) di dei parenti delle vittime. impeccabile? stato politico comatoso in cui clima che in questo Paese da non era nella condizione di mafia Gaspare Spatuzza - per La stessa grave aggressione fisi- Tra le tante dimostrazioni versa il più grande partito di troppo tempo viene trascinato comprendere tutto il resto. “mascariare” Berlusconi e ca subita da Berlusconi era di affetto ricevute a caldo da opposizione in Italia - quello con l’intento di immobilizzare Un senso delle istituzioni, degli dell’Utri accusati, da questo stata preceduta dalle invetti- Berlusconi da tutto il mondo Democratico - che rappresen- ed ingarbugliare tutto. ideali e delle responsabilità, pluri-assassino, di essere stati ve e dalle violente proteste di politico ed istituzionale italiano tano pure bene la subalterni- Le schermaglie, gli attacchi, le quelli che vedevo, che non si i mandanti occulti degli atten- alcuni aderenti ai centri sociali segnaliamo per dovere di cro- tà totale a cui si sono votati dissociazioni e le delegittima- sposano affatto con le esterna- tati di mafia che investirono la i moderati di centro-sinistra zioni devono lasciare il giusto zioni e le azioni di molti dei Penisola nei primi anni novan- rispetto all’Italia dei Valori e spazio alla politica vera, quella nostri attuali rappresentanti. ta. Le successive rivelazioni del alle frange della sinistra estre- che gli uomini al servizio dello Ridateci l’orgoglio di essere boss Graviano, che smentiva- ma. Stato dovrebbero portare avanti parte di questa democrazia, no categoricamente il teore- Arrivati a questo punto di non sottomessi al loro dovere di forse siete ancora in tempo. ma “Spatuzza”, afflosciavano ritorno, auspichiamo che - tutti servi della democrazia e non Mettetevi al lavoro. come un soufflé mal riuscito indiscriminatamente - per una padroni di essa. Gabriele Polgar anche questo ennesimo tenta- volta ascoltino il monito del Presidente Napolitano riguar- do la necessità di abbassare Viola di rabbia i toni della dialettica politi- ca, e - aggiungiamo noi - si inizi per davvero a rispettare tutte le figure istituzionali del Dopo il popolo arancione che dell’ultima ora, nobel da stra- né il tam tam degli organi d’in- nostro Paese, inclusa l’unica qualche inverno orsono infiam- pazzo come Dario Fo, Grillini formazione schierati a sinistra, eletta dai cittadini: il Capo del mò il popolo ucraino che lotta- in libera uscita, cattocomuni- né internet e né l’organizza- Governo. va per il raggiungimento della smi del Partito Democratico, zione di partito dell’Italia dei democrazia negatagli dal dispo- partiti residuali della sinistra Valori - ancora lontana anni tismo filo russo del governo radicale,scampoli di ecologisti, luce in fatto di qualità e radi- lare in piazza agli ordini di Di registrano - in questi ultimi 18 ci assegnavano recentemente allora in carica a Kiev, è nato in popolo della “rete” e qualche camento sul territorio rispetto Pietro. mesi - gli importanti arresti di alla coalizione di maggioranza Italia un movimento “colorato” sindacalista in libera uscita, a quella delle strutture prima Per Leone della Lega invece 17 dei 30 più pericolosi latitanti - 38% al Popolo delle Libertà che secondo i progetti di chi pronti tutti quanti a godersi il citate - a creare una “massa Di Pietro ordina e Bersani in italiani, ricordiamo in più che lo e oltre il 10% alla Lega Nord - l’ha creato - Di Pietro soprat- sabato romano organizzato con critica” importante per il rag- silenzio esegue. stesso numero uno della mafia sono la testimonianza più tangi- tutto - dovrà costringere alle i soldi di chissà chi… giungimento, in termini di Più caustico, come suo solito, siciliana, Provenzano, era stato bile della bontà dell’operato del dimissioni il governo del Primo Ma quali risultati si prometteva partecipazione popolare, delle il leader della Destra, Storace, arrestato la settimana dopo le Governo Berlusconi agli occhi Ministro Berlusconi. di raggiungere - come l’hanno cifre a cui solitamente ci hanno il quale fa notare che tra i elezioni del 2006 che portarono dei cittadini italiani. Ed ecco allora riunirsi per que- definita gli organizzatori stessi abituato manifestazioni dello manifestanti in piazza man- per l’ultima volta Prodi alla vit- Purtroppo per Di Pietro ed i sto ennesimo ponte festivo da ed i partecipanti - la prima stesso genere di quella organiz- cava il solo pentito Spatuzza, toria ma ancora con Berlusconi suoi accoliti - anzi manutengoli fine settimana prolungato i soli- manifestazione italiana di auto zata da Tonino. ma che crediamo ben presto in carica e con Pisanu mini- - neppure l’ultimo scopo che si ti noti. convocati in rete attraverso Anche il secondo fine, quello a causa delle sue dichiarazioni stro degli interni. Intanto pro- prefiggeva di raggiungere con Di Pietristi della prima e Blog e Facebook ? di far dimettere il Capo del contro il Primo ministro verrà prio ieri nelle stesse ore che si la manifestazione di sabato 5 Ovviamente il primo scopo era Governo legittimamente eletto ricompensato, magari con un manifestava a Roma venivano dicembre è stato minimamen- quello di raggruppare il mag- tramite questa estemporanea congruo sconto di pena per i arrestati in due distinte ope- te avvicinato: compattare tutta gior numero di persone in piaz- “marcetta su Roma” ovviamen- suoi servigi dati che gli permet- razioni delle forze dell’ordine l’opposizione - intorno alla sua za San Giovanni, di protestare te non è stato neppure sfiorato La Piazza d’Italia e costringere alle dimissioni il di striscio: anzi di fronte alle terà alla prossima occasione di due pericolosissimi latitanti: i guida - per fare una battaglia fondato da TURCHI partecipare ad un nuovo “No mafiosi Nicchi, astro emergente estrema e continua al Cavaliere. Via E. Q. Visconti, 20 liberticida Berlusconi, risveglia- accuse con la bava alla bocca B Day”. di “cosa nostra” e Fidanzati uno L’unico ricompattamento che 00193 - Roma re le coscienze democratiche che i dimostranti esibivano a Riguardo il terzo obbiettivo che degli ultimi grandi vecchi delle c’è stato in piazza è stato quello degli italiani ed indebolire in tal gran voce in piazza, i rappresen- Di Pietro sperava di raggiun- cosche mafiose che con il suo avvenuto tra il suo movimento luigi turchi modo il Governo del Cavaliere tanti politici del centro-destra si Direttore gere, quello cioè del risveglio clan si era da tempo stabilito ed i partiti della sinistra radicale ed infine compattare intorno sono disposti compatti a difesa degli italiani di fronte al “son- nel Nord Italia. che hanno contribuito a portare Franz Turchi alla figura dell’ex PM di “Mani del Primo Ministro e del suo nifero” sparso dal Governo del Sempre nello stesso giorno in truppe in piazza - altro che auto- Co-Direttore Pulite” tutti partiti delle oppo- Governo come da settimane Cavaliere in termini di abbassa- cui a Roma si sfilava, Berlusconi convocati via mail o Facebook!! sizioni, dal PD a Rifondazione oramai non accadeva: vedi il Lucio Vetrella Comunista. caso della querelle sul “fuori mento della guardia nella lotta inaugurava gli ultimi tratti della - per tentare un estremo tenta- Direttore Responsabile alla criminalità organizzata o di ferrovia super veloce Milano - tivo di rientrare nel giro della Purtroppo per loro - e per for- onda”di Fini su Berlusconi. capacità di gestire la crisi econo- Torino - Salerno che collegherà politica che conta, quello delle Proprietaria: Soc. EDITRICE EUROPEA s.r.l. tuna degli Italiani - nessuno Ed ecco allora il Finiano mica nel Paese, il Governo e gli la Campania - e quindi parte Poltrone insomma, dopo che Registrato al Tribunale di Roma n. 9111 - 12 marzo 1963 di questi obiettivi è stato rag- Bocchino, tuonare contro le italiani hanno dimostrato quali del Sud - al settentrione in poco con il voto, gli italiani li avevano Concessionaria esclusiva per la vendita: S.E.E. s.r.l. Via S. Carlo da Sezze, 1 - 00178 Roma giunto. opposizioni - definite la vera sono le loro azioni reali e quali meno di 5 ore, in attesa di irrimediabilmente cacciati dal www.lapiazzaditalia.it In primo luogo il numero dei anomalia del Paese a causa della le loro opinioni in merito. completare l’intera tratta - già Parlamento. E-mail: info@lapiazzaditalia.it manifestanti è stato di molto loro inconsistenza - le quali non L’Italia nel III trimestre del a buon punto - fino a Reggio Neppure il riavvicinamento tra Manoscritti e foto anche non pubblicati, e libri anche non inferiore al milione sbandie- hanno nulla di meglio da fare 2009 è uno dei Paesi dell’Ocse Calabria. PD ed IdV c’è stato. recensiti, non si restituiscono. Cod. ISSN 1722-120X rato dal segretario e padrone - e proporre agli italiani - che che cresce di più in termini di Contemporaneamente a tutto Infatti la partecipazione della Stampa: DEL GROSSO s.r.l. Via Tiburtina, 912 - 00156 Roma dell’Italia dei Valori: la prefet- scendere in piazza per palesa- Prodotto interno Lordo, più ciò, altre 84 alloggi in legno, sola Bindi - presidente del PD FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI DICEMBRE 2009 tura infatti ha stabilito in circa re l’unico punto del loro pro- di Germania, Regno Unito e costruiti dalla Regione autono- - ha solo causato una frattura GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli novantamila persone il numero gramma politico: l’odio verso Spagna, segno questo che la ma del Trentino alto Adige, interna ai democratici già dila- abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a S.E.E. s.r.l. - Via S. Carlo da Sezze, 1 reale di coloro i quali hanno Berlusconi. crisi non è certo passata ma venivano assegnate agli abitanti niati da una sanguinosa faida - 00178 Roma. Le informazioni custodite nell’archivio dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di inviare copie del giornale (Legge partecipato al corteo di pro- Per Capezzone - portavoce del almeno si inizia ad intravedere di Onna: ulteriore dimostrazio- interna e il malumore degli ex 675/96 tutela dati personali). La responsabilità delle opinioni espresse negli articoli firmati è degli autori. testa “dipietrista”. Ben lonta- PdL - la “piazzata”contro il un barlume di ripresa, merito ne questa dell’abilità e velocità popolari guidati da Marini e ni quindi dalla moltitudine di Cavaliere produrrà come unico questo delle politiche intraprese con cui il Governo di centro- Carra, adesso sì, seriamente ten- simpatizzanti che solitamente effetto concreto quello di por- da Tremonti. destra ha saputo affrontare - a tati di raggiungere Rutelli fuori Per informazioni e abbonamenti riescono a radunare gli orga- tare nuovi consensi al centro Per quello che concerne la lotta dispetto dei gufi dell’opposizio- dal PD in attesa che si costi- chiamare il numero verde: nizzatori del PdL, dei Sindacati destra poiché in questo modo alla mafia, oltre all’inasprimento ne - la tragedia abruzzese. tuisca il grande centro tanto 800574727 Confederali o - fino a qualche sarà più evidente la differenza del 41 bis attuato dal Ministro Del resto l’indice di gradimento vagheggiato da Casini. anno fa - l’Unione, o L’Ulivo. tra un Governo che fa e un siciliano Angelino Alfano, si che alcuni istituti demoscopi- Giuliano Leo Segno questo che non è bastato opposizione capace solo di stril-
  3. 3. 1-15/16-31 dicembre 2009 Pag. 3 La Piazza d’Italia - Attualità Le intenzioni a caldo non lasciano ben sperare Internet e l’assurdità delle limitazioni Dopo lo shock suscitato nità. Un concetto elemetare molti esemplari di questa tribù cato su un blog, quindi senza cacia di una legislazione che, hanno oppure è il caso di fare dall’aggressione al Presidente che dovrebbe far riflettere si ritrovassero insieme nello un editore non ha le stesse per il contesto in cui andreb- un passo indietro, rassegnar- del Consiglio, a caldo, ma coloro che avrebbero il potere stesso posto, in momenti simi- implicazioni di un articolo be ad agire, dovrebbe avere si e lasciare spazio al buon anche dopo, molti autorevoli di imporre regole restrittive ad li e noi potessimo osservarne i pubblicato su un giornale, una natura dinamica impos- senso del popolo imponendo rappresentanti del Governo si un mezzo che con il telefono comportamenti e le abitudini? idem per quanto riguarda un sibile da attuare oltre a richie- un’autoregolamentazione e, sono espressi con toni alta- ha molto in comune, in que- I social network, Facebook su social network sempre che la dere una preparazione ed un laddove non vi fosse, interve- lenanti sulla pericolosità che sto caso. tutti, permettono a chi vuole giurisprudenza non equipari aggiornamento del legislatore nire con tempismo tramite la internet può innescare con L’eco che viene generato da controllare di farlo agevolem- i fornitori di spazio e servizi che fino a questo momento magistratura. un utilizzo spregiudicato delle quanto scritto online è deci- te, una limitazione non fareb- agli editori. Eventualità con- non ci sono stati. In tutto questo comunque potenzialità che offre. samente elevato ma di per be altro che sparpagliare in un cettualmente assurda ma mai Un esempio della suddetta due cose positive ci saranno: la La prima idea, e condivisa dai se non deve portare a crimi- infinito spazio idee ed azioni. dire mai. accessibilità è una notizia di prima è che l’autoregolamen- più, è stata la lmitazione del nalizzare l’unico mezzo vera- Dovrebbero rifettere bene i L’ex garante per la Privacy ieri: Al qaeda intercetta le tazione rende il contesto in cui “mostro” creato dal Web 2.0. mente libero che il mondo ha nostri legislatori perché una Rodotà ha giustamente asse- trasmissioni dei droni USA la si applica spesso migliore, Il Web 2.0 è la naturale evo- attualmente per comunicare legge, per altro sicuramente rito che ciò che è non è legale in Pakistan e Afghanistan con la seconda è che, per quanto luzione della rete che, con un (i disordini in Iran da dove inefficace, porterebbe solo fuori dalla rete è non lo è un software da 26 dollari. detto, i nostri politici dovran- inarrestabile supporto tecno- ci arrivano? non di certo da ulteriori difficoltà nel moni- nella rete, leggi dunque ci Detto questo o i nostri politi- no gioco forza immergersi nel logico di giorno in giorno più canali tradizionali). torare certe aree del pensiero sono per evitare che istiga- ci sono a conoscenza di segre- Web 2.0. Sarebbe ora. accessibile, si interfaccia alle Tra le cose che il Web 2.0 ci ha sociale che potrebbero diven- zioni e apologie illegali possa- ti tecnologici che altri non Gabriele Polgar nostre vite con sempre più dato ci sono i Social Network, tare qualosa di pericoloso. no essere perpetrate, semplicità e diffusione. una specie di evoluzione dei Ci sono anche altri aspetti serve solo dare le giu- Dai commenti che spesso forum (che rimangono), che che fanno della limitazione ste risorse agli organi si sono letti in questi gior- permettono un coordinamen- paventata in questi giorni di controllo ed alla ni appare prima di tutto una to dei pensieri tra coloro che li un’idea inadeguata: la prima Polizia Postale, nella conoscenza piuttosto elemen- frequentano. è la differenza che c’è tra una fattispecie. tare del mezzo da limitare da E’ ovvio che questo possa pubblicazione di un’opinione Internet è inarresta- parte di chi avrebbe intenzione generare apprensione in chi su un blog, un giornale, un bile lo dimostrano i di farlo, nel caso del Presidente non comprende quanto peri- social network o una mailing fallimenti censori di del Senato Schifani, poi, ci si coloso ma anche controllabi- list. La nostra Costituzione Iran e Cina su tutti. potrebbe spingere oltre. le possa essere un fenomeno fa delle differenze tra una Non dimentichiamo Sul Corriere della Sera del genere. Più precisamente comunicazione pubblica e la poi che l’accessibilità Severgnini ha scritto che se se noi fossimo degli scienzia- corrispondenza (es. mailing ad un tecnologia di qualcuno insulta o istiga via ti che devono studiare una list) ed anche il potere di livello sempre mag- telefono a nessuno verrebbe in tribù diffidente, quindi senza intervento per controllarne i giore, fino a qualche mente di limitare l’uso dello la possibilità di avvicinarla, contenuti cambia profonda- tempo fa impensabile, stesso per proteggere la comu- non avremmo dei vantaggi se mente. Un pensiero pubbli- non favorirebbe l’effi- Istigazione alla violenza e internet Non condivido le tue idee, ma mi a precedere quella che è la Carta dei a cosa!? al pubblico rivolto ad una pluralità lersi delle norme di garanzia previ- soprattutto qualora siano utilizzati batterò fino alla morte affinché tu principi di un sistema sociale tutto Il sistema penale italiano, nella parte indeterminata di soggetti ovvero per ste dall’ordinamento in riferimento strumenti a così ampia diffusione possa esprimerle. si complica. Il processo dovrebbe, brevemente e superficialmente sopra mezzo della stampa o altro mezzo di all’attività giornalistica in senso lato. come la Rete ed i relativi forum di (Voltaire) infatti, essere inverso: dai principi ai richiamata, prevede come delitto propaganda. A quanto detto si aggiunga che il discussione. sistemi normativi specifici. l’istigazione a delinquere, istigazione La Corte di Cassazione ha recen- sistema normativo prevede, affian- Il confine, poi, tra manifestazione Art. 21 Cost.: “Tutti hanno diritto Ecco perché lo sforzo di coloro i che per essere penalmente rilevante temente stabilito, poiché i forum cato al concetto di istigazione, l’at- del proprio pensiero e istigazione od di manifestare liberamente il proprio quali quelle fattispecie devono appli- deve essere effettuata pubblicamen- costituiscono una semplice area di tività di apologia, apologia che si apologia di delitti è sottile, così come pensiero con la parola, lo scritto carle è stato arduo nel reinterpre- te. discussione dove qualsiasi utente, sostanzia non in una manifestazio- spesso accade in ordine agli elementi e ogni altro mezzo di diffusione”. tarle alla luce dei principi enunciati Con questa si sanziona la propala- seppur registrandosi, è libero di ne di pensiero pura e semplice ma oggettivi e sintomatici delle singole (1948) dall’Assemblea Costituente. zione di propositi aventi ad oggetto esprimere il proprio pensiero, che in una manifestazione che per le fattispecie incriminatrici. Invero, arduo sì ma non impossibile comportamenti rientranti in specifi- non per questo gli stessi restino sue modalità integri un compor- Il conflitto si sostanzia sempre, Articolo 414 c.p.: “Chiunque pub- dato il valore oggettivo dell’ope- che previsioni delittuose, effettuate sottoposti alle regole ed agli obbli- tamento concretamente idoneo a sfrondato delle singole circostanze blicamente istiga a commettere uno rato del 1930, tanto è vero che in maniera tale da poter indurre altri ghi cui è soggetta la stampa (Cass., provocare la commissione di delitti. concrete, in un conflitto di interessi o più reati è punito, per il solo fatto così è rimasto, tranne qualche Tale comportamento deve, costituzionali al cui bilanciamento è dell’istigazione […]. modifica non sempre (rectius quindi, manifestare una forza rimesso l’esito della valutazione. quasi mai) all’altezza dell’ori- di suggestione e di persua- Se, quindi, può considerarsi pacifico Alla pena stabilita nel numero 1 ginale, fino ai nostri giorni. sione tali da poter stimolare che il messaggio originario inserito (ndr istigazione a commettere delit- In questo si inserisce l’ogget- nel pubblico la commissione mediante la creazione di un grup- ti) soggiace anche chi pubblicamen- to centrale di questa concisa, di altri delitti del genere di po di discussione generalmente non te fa l’apologia di uno o più delitti”. superficiale e rozza chiacchie- quello oggetto dell’apologia assuma quei caratteri, è necessario (1930) rata scritta: il tema del pensie- o dell’istigazione (per appro- allo stesso tempo considerare come ro, delle sue espressioni e le fondimenti si vedano Corte essendo il bacino di utenza tanto Art. 115 c.p.: “[…]qualora due o possibili conseguenze penal- Cost., sent. 70/65; Cass., ampio gli effetti che con questo si più persone si accordino allo scopo mente rilevanti. 160642/83). innescano sono quasi mai prevedi- di commettere un reato, e questo Il tutto sulla scorta di quanto Le fattispecie richiamate bili e controllabili. non sia commesso, nessuna di esse avvenuto pochi giorni orsono hanno la finalità di protegge- Il limite deve sostanziarsi anche con è punibile per il solo fatto dell’ac- in relazione al ferimento del re i beni ed i valori essenziali riferimento alle finalità che si perse- cordo. […] Le stesse disposizioni si Presidente del Consiglio per ad una pacifica convivenza guono non potendo però prescinde- applicano nel caso di istigazione a mano, pare, di una persona associata e ad un ordinato re dalle oggettive modalità con cui si commettere un reato, se l’istigazione psicolabile. funzionamento del sistema estrinseca il messaggio. è stata accolta, ma il reato non è Ciò che qui interessa non è il democratico. Le libertà sono una conquista della stato commesso”. (1930) gesto in sé ma le ripercussioni In quest’ottica si comprende società civile moderna che se male che dallo stesso sono nate con quanto espresso dalla giu- utilizzate portano necessariamente Tra il principio costituzionale e le particolare a quanto accaduto risprudenza costituzionale ad effetti boomerang tali da farne fattispecie incriminatrici del codi- sull’ormai famosissimo cen- secondo la quale la norma di conseguire, solitamente, una reazio- ce penale intercorrono poco meno tro globale di discussione: cui all’art. 414 c.p. non limiti ne contraria sì ma spesso non ugua- di venti anni. Il codice Rocco, dal Facebook. in alcun modo la critica della le, anzi, di impatto esponenziale. nome dell’allora Guardasigilli, pur Alla violenza fisica è seguita, infatti, alla commissione di fatti analoghi. 105353/09). Da ciò ne consegue legislazione e della giurisprudenza, né Come spesso accade non è lo stru- essendo un sistema normativo nato quella scritta, attraverso la creazione Sostanzialmente si intende prevenire la legittimità astratta della censura l’attività propagandistica dei singoli, mento a dover essere stigmatizzato in un clima non propriamente di gruppi di elogio del gesto offensi- il pericolo di adesione ad eventuali in ordine a quanto espresso negli partiti, movimenti, gruppi diretta quanto l’uso improprio, impruden- democratico, aveva già in sé, quan- vo nei confronti del premier, gruppi programmi criminosi. stessi. a promuovere la deletio di qualsia- te, imperito o negligente che di esso tomeno a livello di ratio normativa, che hanno toccato anche le decine Come anticipato non è sufficiente Il principio porta con sé, come sem- si norma incriminatrice, anche nel si faccia. spunti che sarebbero poi stati tra- di migliaia di sostenitori. una mera istigazione “privata”, per la pre, risvolti negativi e risvolti positivi momento in cui essa venga applicata Condotte eccezionali sono di per sé sformati in principi nell’evoluzione Da ciò è ulteriormente conseguito quale si applicherebbe l’art. 115 c.p. a seconda dell’angolo di visuale. E’ in concreto. tali da lacerare il tessuto di copertura sociale prima ancora che legislativa. il tam tam sulla necessità di una suindicato, ma solo quella effettuata chiaro che un forum non è sottopo- D’altronde, in mancanza di control- dato da un diritto inviolabile ed a Certo è che l’impronta era comun- censura allo spirito libero che aleggia pubblicamente. Secondo il disposto sto agli adempimenti ed agli obbli- li preventivi è chiaro come ciascuno cui conseguono misure repressive que un’impronta statista. in Rete ed un ping-pong di respon- dell’art. 266 c.p., agli effetti della ghi conseguenti che sono peculiari debba rispondere, nel più ampio che generalmente vanno a restringe- Quando poi un sistema normativo, sabilità morale o indiretta che dir si legge penale deve intendersi quella per gli organi di stampa, dall’altro senso di assunzione di responsa- re sostanzialmente l’originario ambi- peraltro di indubbia fattura, si trova voglia sul gesto: chi ha dato causa avvenuta in luogo pubblico o aperto lato non può allo stesso tempo avva- bilità, delle proprie esternazioni to di quella copertura stessa.
  4. 4. Pag. 4 1-15/16-31 dicembre 2009 La Piazza d’Italia - Economia Una manovra che non finanzia la crescita Finanziaria 2010: 8,9 miliardi di Euro Esce la finanziaria 2010. Una legato a problemi di cassa to per le PMI è un fattore ps nel bilancio dello Stato. lo per sostenere l’economia. Governo delle manovre deci- manovra da 8,9 miliardi di e competenza dello scudo determinante per crescere, Le entrate stimante per il Quindi, bocciata anche l’in- sive, importanti, che potes- euro, quasi un miliardo in fiscale, che copre momen- per svilupparsi, ma in un prossimo anno sono stimate tenzione del Governo di uti- sero fornire una accelerazio- più rispetto alle stime. Sono taneamente il mancato get- contesto di contrazione della appunto in 4,1 miliardi di lizzare le risorse Tfr deposi- ne al processo di crescita del stati riformulati l’articolo 2 tito. La sanatoria, infatti, domanda e quindi dei con- euro. tate all’Inps per coprire circa sistema economico; la verità è e 3 da parte del relatore che chiudendo i termini il 15 sumi, come si può pensare Dura la dichiarazione di un terzo della manovra. che non si capisce bene quale ha presentato un maxiemen- dicembre 2009 non consen- che un’impresa possa dall’og- Epifani alla finanziaria: Dalla lettura degli interven- motivi possano aver indotto damento. Viene confermato tirebbe di utilizzare il gettito gi al domani ritornare ad “poche le risorse per la cre- ti in finanziaria, non si può il Ministro dell’Economia a il pacchetto welfare, il patto sul 2010. Ma grazie alla pro- investire? La finanziaria non scita”. essere molto soddisfatti, ci si redigere un piano finanziario sulla salute e la distribuzio- roga per il pagamento degli ha inglobato nella manovra Non è sicuramente una attendeva una manovra più così scarsamente incisivo. Lo ne dello scudo fiscale. C’è acconti sarà possibile, con interventi concreti a favo- finanziaria per la crescita, un incisiva che sostenesse la cre- scenario suggerisce tutt’altro, anche il codice per le auto- la restituzione da parte dei re delle imprese ancora in esame obiettivo al provve- scita in modo deciso, inve- impone misure struttura- nomie, insieme al ddl che contribuenti del versamen- difficoltà. Ecco quello che dimento rileva in tutta evi- ce, una serie di interventi li che possano rilanciare il istituisce la Banca del Sud e to, utilizzare le risorse per le ancora manca nel dna dei denza l’inconsistenza delle che seppur armonizzati non Paese nell’ottica del valore e il dl che taglia del 20% l’ac- voci indicate dallo scudo. policy makers, una cultura misure previste ai fini di un porteranno ad alcuna cresci- della ricchezza. Siamo sempre conto Irpef di novembre. Per le imprese, invece, arri- dell’intervento pubblico che rilancio serio dell’economia ta futura. Questa assenza di ai soliti compitini svolti ma Il patto salute prevede un va il credito d’imposta per sia rispondete a quelle che del Paese nel suo complesso. misure non determinerà altro destinati a rimanere sui file incremento di 584 milioni le regioni che investono sono le vere esigenze delle Epifani aggiunge che met- che la necessità di ulteriori parlamentari piuttosto che nel per il 2010 e 419 milioni per in ricerca e innovazione. categorie produttive, fonti di tere il Tfr a spesa corrente interventi nel corso del prossi- meccanismo dell’economia il 2011 rispetto alle somme Rispetto al fondo inizial- occupazione e di ricchezza. non serve, ma bisogna usar- mo anno. Eppure questo era il nazionale. di finanziamento determina- mente stabilito per il pros- Buona la misura che riduce te in precedenza. Nel 2012 simo anno, di 650 milioni la contribuzione dello Stato l’incremento è del 2,8% sul di euro, vengono aggiunti a favore degli enti locali, che totale dell’anno precedente. altri 200 milioni portando il porterà, di conseguenza, alla Complessivamente nel 2010 totale per il prossimo anno a riduzione del 20% del nume- le regioni avranno 106,2 850 milioni. ro dei consiglieri comunali. mld, 108,6 mld nel 2011 e Come si può agevolmente Il risparmio complessivo per 111,6 mld nel 2012. Per le notare, la finanziaria al capi- il prossimo anno è stimato regioni in rosso è previsto un tolo imprese non prevede in 48 milioni. Allo stesso incremento dell’addizionale nulla di concreto. tempo, però, i comuni pos- Irpef (+0,3%), e dell’Irap E’ evidente lo stanziamento sono avere un po’ di ossigeno (+0,15%) e l’utilizzo dei di un ammontare maggiore mediante i rimborsi Ici, dopo fondi Fas. per quelle imprese che inve- l’abolizione dell’imposta per Il decreto legge contiene la stono in ricerca ed innova- le prime case, per un totale di riduzione del 20% dell’ac- zione ma non tutte, oggi, 916 milioni in due anni (156 conto Irpef di novembre. La si trovano nella condizione milioni residui del 2008 e norma sposta parte del paga- economica di poter investi- 760 milioni per il 2009). mento degli acconti dell’im- re. Una finanziaria più inci- Anche nel 2010 il fondo del posta sui redditi a prossimo siva e maggiormente realista Tfr che non viene destinato anno in sede di conguaglio. avrebbe tenuto conto di que- alla previdenza complemen- L’intervento, consente, inol- ste condizioni. tare, continuerà ad essere tre, di superare l’ostacolo Il ritorno all’investimen- versato da parte dell’In- Due strumenti per eliminare l’illegalità della detenzione all’estero di attività finanziarie e patrimoniali Capitali all’estero: rimpatrio e regolarizzazione Detenere attività finanziarie un reddito, andando quindi in particolare le previsioni e Islanda, o, ancora, per i scudo fiscale, benché abbiano Ue, in Norvegia e Islanda, e patrimoniali all’estero in in secondo piano l’aspetto dell’art. 56 del Trattato della Paesi dell’OCSE con i quali violato le disposizioni relative o in Paesi extra Ue collabo- modo illegale significa non dell’essere potenzialmente in Comunità Europea. È per sussista la condizione appena alla compilazione del quadro rativi nel senso su precisato. aver adempiuto agli obbli- grado di produrlo; invece, a questo che l’Agenzia delle tracciata. RW: coloro che hanno costi- Fermo restando che i van- ghi imposti dalla normativa decorrere dal 2009, tutte le Entrate, con la Circolare Per fruire della emersione, tuito disponibilità estere a taggi di fondo che si conse- in materia di monitoraggio attività estere, finanziare o 43/E, ritiene che la disposi- il co. 6 dell’art. 13-bis pone partire dal 1° gennaio 2009; guono dalla regolarizzazione fiscale, compilazione del qua- no, dovranno essere indicate zione sia da applicare diver- quelle che sono le condizio- coloro che, detenendo atti- non sono dissimili da quelli dro RW, principalmente con nel predetto modello, indi- samente, nel senso che: il ni temporali. Innanzitutto, vità estere al 31 dicembre che derivano dal rimpatrio, riferimento alle sue Sezioni II pendentemente dal fatto che rimpatrio, essendo la forma l’operazione di emersione 2008, le hanno rimpatriate diversi sono i motivi per cui e III, ovvero anche la mancata esse producano o meno red- più ampia di emersione, è può interessare esclusivamen- prima del 15 settembre 2009 il Legislatore pare diffidare di dichiarazione di effettuazione diti imponibili in Italia. ammesso per le attività dete- te attività finanziarie e patri- o le rimpatriano dopo il 15 questo istituto. Ad esempio, di trasporti al seguito, indi- Forse, per i contribuenti, sarà nute sia in Paesi Ue sia in moniali costituite e comun- dicembre 2009. La norma il fatto che le attività finan- pendentemente dal fatto che maggiore lo sforzo dichia- Paesi extra Ue; la regolarizza- que esistenti all’estero prima si esprime così allo scopo di ziarie, restando all’estero sono i redditi derivanti dalle attivi- rativo ma, così facendo, i zione, invece, è ammessa solo del 31 dicembre 2008. Il evitare che si possa procedere molto meno monitorabili da tà estere siano stati dichiarati, rischi di errore praticamente per i beni detenuti in Paesi rimpatrio o la regolarizzazio- ad un utilizzo distorto dello parte dell’Amministrazio- fatto questo comunque piut- si azzerano, e con la mancata Ue, ovvero in Paesi apparte- ne devono avvenire a partire scudo, come ad esempio il ne Finanziaria, e quindi il tosto improbabile. compilazione sarà dovuta solo nenti allo See, ma con i quali dal 15 settembre e non oltre lavaggio di attività derivanti rischio che i redditi da esse Va osservato come, l’Agen- a dimenticanza, o alla precisa vi sia un effettivo scambio di il 15 dicembre 2009. Quindi da redditi sottratti a imposi- derivanti non siano dichiarati zia delle Entrate, con la volontà di non rispettarlo, informazioni, ed attualmente alla luce di tali previsioni, zione italiana che, affrancate ma, soprattutto, non siano Circolare 43/E/2009, abbia con quanto ne consegue sotto ciò vale solo per la Norvegia non potranno fruire dello mediante l’emersione, gene- intercettati, in definitiva non offerto un contributo di il profilo sanzionatorio. rano appunto scudo a favo- si attenua un gran che. maggiore chiarezza a propo- Se le attività sono detenute re del contribuente, peraltro Raggiungere l’obiettivo della sito degli obblighi di compi- in Paesi Ue o appartenenti senza avere mai effettiva- massima emersione dei reddi- lazione del quadro RW, tra allo spazio economico euro- mente rappresentato attività ti derivanti da attività finan- l’altro modificando il proprio peo, è possibile farle emerge- estere. ziarie e patrimoniali detenute orientamento, ciò comunque re sia mediante rimpatrio sia Il rimpatrio consiste nel far all’estero senza essere stati con effetto a decorrere dal mediante regolarizzazione. arrivare in Italia delle attivi- dichiarati, potrebbe essere 2009, e quindi in pratica Diversamente, se le attivi- tà esistenti all’estero, questo raggiunta attraverso l’utilizzo fissando uno spartiacque al tà sono localizzate in Paesi può avvenire mediante inter- dei due strumenti sopra elen- 31 dicembre 2008, afferman- al di fuori dell’Ue, l’unica mediari residenti che, nella cati. Come ogni strumento, do in sintesi che fino al 31 possibilità di emersione è il stragrande maggioranza dei questi hanno dei vantaggi e dicembre 2008, le attività rimpatrio. casi, saranno banche italiane. degli svantaggi, si auspica che non patrimoniali erano sog- Questa scelta normativa La regolarizzazione è, invece, l’efficacia complessiva della gette all’obbligo di indica- è apparsa immediatamen- la modalità alternativa per misura relativa allo scudo zione nel quadro RW solo se te disallineata rispetto alle far emergere le attività, ma, fiscale possa contribuire a effettivamente produttive di regole comunitarie, violando solo quelle collocate in Paesi risanare l’illegalità prodotta.
  5. 5. 1-15/16-31 dicembre 2009 Pag. 5 La Piazza d’Italia - Economia 21° Rapporto Italia 2009 Eurispes L’accesso al credito: un’impresa per le imprese Liquidare o risanare? Questo infatti, ha lasciato il passo al questa crisi finanziaria, così, ne di uscire dalla crisi. fia dell’accesso al credito e più bassa di società indebita- è il problema per migliaia di valore reddituale e immateriale usciranno imprese rafforzate e Il rischio della crisi, dunque, delle difficoltà che incontrano te (26,9%), a fronte di una imprese italiane. dei beni che la compongono. migliorate “geneticamente”. può risiedere proprio nell’ina- le pmi ad ottenere i prestiti. scarsa solidità finanziaria per La crisi finanziaria contingen- Il legislatore del 2006 ha final- Eppure, molto spesso il vero deguato supporto finanziario Nella fase attuale, le piccole le imprese della Valle d’Aosta te ha posto all’attenzione di mente modificato la legge fal- problema, pur esistendo mer- che le banche oggi non sono imprese si trovano, tuttavia, a (43,9%), in questo senso la chi si occupa di crisi d’impre- limentare ed ha abbandona- cato e prodotto, è l’esistenza più disposte a concedere alle fronteggiare un punto critico più sofferente tra le regioni sa e in particolare di proce- to la visione del fallimento della finanza che deve suppor- imprese. D’altronde, la crisi di forte rilievo, quello del cre- italiane. Tuttavia l’utile risulta dure concorsuali il dilemma come condizione sanzionatoria tare il ciclo produttivo dell’im- finanziaria ha colpito le stesse dito. La questione degli aiuti in crescita, con una media sulla convenienza a risanare dell’imprenditore, spostando il presa. Si sa che molte aziende banche, la scarsità di liquidità e del sistema dei prestiti a nazionale del 74,4% delle o liquidare. C’è da dire che proprio focus dall’imprendi- italiane soffrono di una sotto- del sistema finanziario trascina sostegno delle Pmi costituisce società che possono vantare il nostro legislatore del ’42 tore all’impresa. In realtà la capitalizzazione congenita. In inesorabilmente tutto il merca- infatti l’anello debole di una buoni margini di profitto. ha imperniato il diritto falli- spinta alla continuità aziendale tempi di crisi, con previsio- to imprenditoriale. catena che rischia di essere Come spiegare, allora, l’alto mentare e la nozione di insol- prevale su di ogni altra alter- ne di significative contrazioni Se da un lato è giustificato danneggiata, nonostante le tasso di indebitamento? È evi- venza sull’imprenditore e sulla nativa. Le aziende tutte ope- dei ricavi e, dunque, dei cash l’allarme delle banche a non potenzialità di crescita: troppo dente come il capitale delle necessaria “selezione naturale” rano per sopravvivere, la stessa flow aziendali, anche le azien- concedere più tutto il faci- spesso, infatti, queste imprese imprese di piccole e medie che il mercato richiedeva per prospettiva di sviluppo può de con ingenti fonti finan- le credito prima erogato alle incontrano difficoltà ad otte- dimensioni, di solito ricon- tutte le imprese incapaci di essere vista come condizione di ziarie interne possono trovarsi imprese anche meno virtuose, nere finanziamenti, oltre ad ducibile al c.d. “capitale di stare al passo. L’imprenditore sopravvivenza e anche quando in difficoltà. Occorre dunque oggi occorre che gli istitu- ostacoli di tipo burocratico e famiglia”, non rappresenti un insolvente doveva essere espul- in assenza di autosufficienza programmare il fabbisogno ti siano consci della respon- amministrativo, che penaliz- elemento di sostegno suffi- so perché aveva commesso economico-patrimoniale talu- finanziario e necessariamente sabilità che hanno. Certo la zano fortemente la loro com- ciente a rilanciare sul mercato bancarotta. Chi era corretto e ni sistemi assistiti sopravvivo- fare ricorso a nuova finanza. fiducia deve essere data solo a petitività: in un sistema dove le diverse società, considerata virtuoso andava avanti “natu- no, emerge che la forza di Ecco che il sistema bancario chi si impegna in processi di la concorrenza soffre di gravi la maggiore scarsità, rispetto ralmente”, perché le contrat- continuità è talmente forte da deve svolgere il proprio ruolo ristrutturazione e rilancio che mancanze, gli elevati costi per al passato, di questo tipo di tazioni commerciali non per- prevalere su altre prospettive fondamentale e non sottrarsi siano fattibili, programmati e l’acquisto di servizi affrontati risorsa interna. mettevano di avere impren- e ciò anche in presenza di alle necessità e richieste di chi soprattutto realistici. dalle piccole e medie imprese Si tratta comunque di uno ditori che non rispettassero le patologie croniche. La specie dimostra di avere quei caratteri Il 21° Rapporto Italia 2009 non aiutano a rinnovare l’as- scenario che sta gradualmen- regole del commercio: pagare che andrà avanti è quella delle genetici che gli permetteranno Eurispes scatta una fotogra- setto economico e finanziario. te mutando perché la crisi i debiti prima di tutto. Da sole imprese flessibili: quelle I segnali diffusi, soprattutto finanziaria in corso e la morsa qui la necessità di realizzare che supereranno la crisi sono per le realtà imprenditoriali del credito che stringe le Pmi liquidità dalla vendita dei beni quelle che hanno “appreso” minori, sono di una notevole costringono a rivedere gli del debitore insolvente, per la caratteri ereditari di dinamici- restrizione del credito: l’attua- assets per il futuro. A fronte successiva ripartizione a favore tà e adattamento al mercato. le situazione di forte instabilità di una crisi finanziaria globa- dei creditori. Le imprese si moltiplicano ad infatti ha costretto le banche le, la ripresa economica italia- La crisi e il concetto di insol- un ritmo smisurato in tempi ad una prudenza eccessiva. La na potrebbe ripartire proprio venza non sono cambiati anche di mercato florido grazie alle morsa del credito crea non dalle piccole realtà imprendi- dopo quasi settanta anni. facili condizioni di crescita, ma pochi timori, come dimostra- toriali, elemento indispensa- Tuttavia l’esigenza di dissolve- allo stesso tempo molte sono to anche dai dati relativi al bile di sviluppo considerate re le imprese inadempienti con destinate a perire quando le 2007, da cui si evince che a pieno titolo il principale la liquidazione atomistica dei condizioni di favore vengo- oltre un terzo (il 36,5%) delle motore dell’economia, non loro beni è certamente venuta no meno. Chi sopravvive è in Pmi abbia debiti superiori al solo in Italia. Questa ripresa meno perché il mercato e le grado di decifrare le cause della patrimonio. Si desume come dipenderà anche dal sistema imprese sono cambiate. Il valo- crisi e adattarsi rapidamente la regione più virtuosa sia bancario. re patrimoniale dell’impresa, alla evoluzione necessaria. Da il Lazio, con la percentuale Avanzino Capponi E’ quanto emerge dal bollettino statistico di Bankitalia Debito pubblico: a ottobre il record Il debito nel decimo mese do sull’attuazione di riforme cifra spaventosa di 1.943,784 ria che lo Stato dovrà assolu- garantire un livello di con- do di mettere le famiglie in dell’anno ha raggiunto 1.801 strutturali che consentano miliardi nell’ottobre 2010. tamente provvedere a sgon- sumo tale da alimentare una condizioni di poter lavorare miliardi di euro contro i al Paese di ripartire al più Ma non è solo la finanza fiare. L’elevato indebitamen- domanda di mercato, non o meglio di poter trovare 1.786 miliardi di settembre. presto. Inico dato positivo è pubblica a registrare trend to influenza direttamente la c’è modo per far ripartire una occupazione con mag- Le entrate tributarie si sono l’aumento delle entrate tribu- negativi e ad incidere pesa- crescita del Paese, per cui al l’economia da qui ai prossimi gior rapidità laddove ci fosse attestate a 28,4 miliardi con- tarie che invertono anch’esse nemente sulle prospettive di fine di poter impedire che 6 mesi. stato un licenziamento. tro i 20,1 miliardi di set- il trend recente. Le prospet- sviluppo del Paese, le diffi- questa possa essere ostacola- Sono necessarie le riforme Insomma, politiche dei red- tembre. Secondo i dati di tive, se la situazione rimarrà coltà economiche si fanno ta, occorrono misure rivolte strutturali che forniscano diti, dei consumi e rifor- Bankitalia, nell’ultimo bol- tale, non sono incoraggianti sentire sempre di più anche all’alleggerimento della pres- uno stimolo forte e deciso al me strutturali sono le azioni lettino statistico, si tratta di sebbene i dati Eurostat sulla sugli italiani. Tanto che nel sione fiscale sui lavoratori e sistema economico, i bonus prioritare che un Governo un’inversione di tendenza, produzione industriale segni- terzo trimestre sono salite sulle imprese. alleggeriscono la pressione dovrebbe intraprendere quan- le entrate tributarie infatti, no una minima inversione ancora le famiglie insoffe- Le entrate tributarie hanno della spesa per le famiglie do la situazione finanziaria dallo scorso giugno risulta- di tendenza per l’Italia che renza per il pagamento del registrato un incremento e ma non generano margini passiva dello Stato è negativa vano sempre in calo. L’Italia tarda ad arrivare nel contesto mutuo per la casa. Secondo questo tradotto in termi- per poter consumare altri e allarmante. La sinergia fra continua ad avere in valore europeo. L’unica soluzione i dati di Bankitalia contenuti ni monetari vuol dire che beni. E’ chiaro allora come le suddette politiche implica assoluto (ossia non in rela- possibile che faccia da volano nel rapporto dedicato al com- nelle casse dello Stato c’è ora il reddito giochi un ruolo riforme strutturali che hanno zione al Pil, su cui viene cal- economico, conclude la nota, parto immobiliare il flusso di maggiore liquidità. Se da un fondamentale nella spinta ai bisogno di interventi legisla- colato il rispetto al parametro resta quella di una riduzione nuove sofferenze rettificate lato queste contribuiscono a consumi e sia l’unico ele- tivi largamente condivisi o di di Maastricht) uno dei debiti dell’imposizione fiscale sui in rapporto alla consisten- riequilibrare i conti pubblici mento sul quale si deve inter- una maggioranza parlamen- più alti al mondo. La crescita redditi da lavoro e sulle pen- za dei prestiti ha raggiunto in particolare ad attenuare il venire con urgenza, cercan- tare fortememente coesa. del debito su base mensile è sioni, per riuscire a dare un quota 1,5% per le famiglie disavanzo, dall’altro occorre stata di 14,7 miliardi di euro, pò di fiato ai consumi delle consumatrici, a fronte dello far ripartire i consumi delle ed è imputabile, secondo il famiglie. 0,9% dello stesso periodo nel famiglie altrimenti il Pil non Bollettino, per la maggior Con il debito pubblico a que- 2008. avrà possibilità di riprender- parte alle amministrazioni sti livelli, ogni italiano conta L’andamento deriva dal si. pubbliche, come Regioni, un debito di ben 30.000 generale peggioramento della L’unico macroaggregato che Province e Comuni. euro, o se si preferisce di ben qualità del credito innesca- in questa fase può stimola- Con un debito così alto le 85.7651 euro per ognuna tosi a metà del 2008 con re la crescita è rappresentato possibilità di un rilancio della delle famiglie italiane. l’aggravarsi della crisi econo- appunto dal consumo, ma spesa pubblica che possa aiu- E’ questa la stima dell’Adu- mica. Risulta evidente come se si considerano le politiche tare il processo di sviluppo sbef in merito agli ultimi dati dallo scenario appena descrit- adottate dal Governo negli risultano molto difficili. La di Bankitalia. Il problema è to l’economia del Paese non ultimi mesi e la finanziaria tendenza in corso, purtrop- che il debito pubblico è desti- può sperare nel breve di poter del 2010 si nota come non po è in costante rialzo dal nato a crescere ancora, secon- ritornare a crescere, questa ci sia traccia di strumenti dicembre 2008 e confer- do le proiezioni dell’Adusbef triste prospettiva è supporta- a sostegno dei redditi. Se i ma la necessità che le forze di altri 142 miliardi nei pros- ta da dati reali che mostrano redditi non sono capienti, politiche trovino un accor- simi 12 mesi, attestandosi alla una chiara passività finanzia- cioè non sono sufficienti a

×