Attivare percorsi di  Didattica Metacognitiva Claudia Valentini per il Progetto Scuola BUS Aosta 21 Ottobre 2002
Didattica Metacognitiva   <ul><li>La didattica metacognitiva  </li></ul><ul><li>è un approccio didattico  </li></ul><ul><l...
Metacognizione Claudia Valentini 2002   Insieme di attività psichiche  che presiedono  al funzionamento cognitivo (Cornold...
Metacognizione   Claudia Valentini 2002 processi cognitivi di base   metacognizione controllo dei processi Chi apprende
Punti di forza dell’approccio metacognitivo <ul><li>Flessibilità  </li></ul><ul><li>Autonomia  </li></ul><ul><li>Obiettivi...
Attivare la  Didattica Metacognitiva   <ul><li>L’insegnante  </li></ul><ul><li>che opera con un approccio metacognitivo  <...
Conoscenza metacognitiva <ul><li>  Insieme di processi che presiedono ai processi cognitivi durante la loro esecuzione </l...
Processi  Metacognitivi di Controllo   <ul><li>Insieme di conoscenze riguardo al funzionamento cognitivo </li></ul><ul><li...
Attivare abilità   trasversali Claudia Valentini 2002 metaconoscenza conoscenza procedurale dichiarativa saper fare sapere...
Attivare abilità   trasversali   <ul><li>Esiste una correlazione positiva fra livello metacognitivo e prestazioni cognitiv...
Attivare abilità   trasversali   Autoregolare <ul><li>  fissare obiettivi  osservare il processo </li></ul><ul><li>  racco...
Insegnamento di strategie <ul><li>Arricchire l’insieme delle strategie a disposizione dello studente </li></ul><ul><li>Pro...
Regole <ul><li>spiegazione dettagliata  </li></ul><ul><li>esempio concreto </li></ul><ul><li>osservazioni e commenti </li>...
Strategie di comprensione del testo <ul><li>Schema di conoscenza  </li></ul><ul><li>Scorrere il testo richiamando conoscen...
Strategie per ricordare <ul><li>Utilizzare le figure come sussidio mnemonico  </li></ul><ul><li>Riassunto </li></ul><ul><l...
Discussione come strategia <ul><li>Attività che genera esperienza metacognitiva </li></ul><ul><li>Domanda dell’insegnante ...
Mappe Claudia Valentini 2002
Problem solving <ul><li>approccio didattico teso a sviluppare, sul piano psicologico, comportamentale ed operativo, l'abil...
Portfolio <ul><li>raccolta di prodotti o relazioni di performances  </li></ul><ul><li>scelte al fine di rendere visibile i...
Motivazione <ul><li>  Prodotto di una serie di processi cognitivi </li></ul><ul><li>Applicazione di strategie </li></ul><u...
Motivazione <ul><li>VANTAGGI </li></ul><ul><li>individuazione obiettivi </li></ul><ul><li>valutazione probabilità di succe...
Microlaboratorio :  autoanalisi   <ul><li>Finalità:  riflessione e focalizzazione </li></ul><ul><li>Modalità:  lavoro indi...
Adottare strategie  di Didattica Metacognitiva <ul><li>non significa soltanto sperimentare  </li></ul><ul><li>nuove tecnic...
L’insegnante metacognitivo   <ul><li>Essere  ( o diventare )  un insegnante metacognitivo  </li></ul><ul><li>è una caratte...
L’insegnante metacognitivo   <ul><li>Quali sono le caratteristiche di un insegnante che voglia dichiararsi &quot;metacogni...
Conoscenze <ul><li>Conoscere la propria materia, per poterla mediare agli allievi  </li></ul><ul><li>Conoscere le altre ma...
Conoscenze <ul><li>Conoscere elementi di docimologia: saper valutare vuol dire saper progettare  </li></ul><ul><li>Conosce...
Abilità   <ul><li>L'insegnante metacognitivo è un insegnante: </li></ul><ul><li>riflessivo  </li></ul><ul><li>osservatore ...
Competenze <ul><li>Saper motivare all'apprendimento  </li></ul><ul><li>Saper valorizzare le abilità, rinforzare l'autostim...
L’insegnante metacognitivo   <ul><li>Ma soprattutto avere, come i nostri allievi, la curiosità di scoprire sempre nuovi sa...
Ricerca Azione   <ul><li>La  Ricerca – Azione   </li></ul><ul><li>è una forma di ricerca  </li></ul><ul><li>svolta dagli i...
Definire la Ricerca-Azione <ul><li>Ricerca collettiva, autoriflessiva,  </li></ul><ul><li>intrapresa dai partecipanti in s...
Ricerca-Azione perché… <ul><li>L’obiettivo è quello di  </li></ul><ul><li>migliorare ed innovare </li></ul><ul><li>i proce...
Ricerca-Azione: caratteristiche <ul><li>La Ricerca-Azione si realizza attraverso: </li></ul><ul><li>la ricerca partecipant...
Ricerca-Azione: parole chiave <ul><li>Progetto  Problema  </li></ul><ul><li>Partecipazione  Azione  Attività </li></ul><ul...
Area di Progetto <ul><li>Essere in  Ricerca – Azione  </li></ul><ul><li>significa  </li></ul><ul><li>focalizzare la nostra...
Ciclo di  Ricerca Azione   <ul><li>Area di progetto </li></ul><ul><li>Indagine </li></ul><ul><li>Analisi  Analisi e valuta...
Fasi in  Ricerca Azione   <ul><li>Ricerca </li></ul><ul><li>Definizione dell’area/problema </li></ul><ul><li>Determinazion...
<ul><li>non è un metodo di raccolta dati in sé stesso </li></ul><ul><li>quanto piuttosto  </li></ul><ul><li>una modalità d...
Tecniche di raccolta dati <ul><li>Diario / diario di bordo / memo analitici </li></ul><ul><li>Profilo / report </li></ul><...
Laboratorio :  Esperimenti in Ricerca Azione   <ul><li>Finalità:   creare e condividere ipotesi di lavoro </li></ul><ul><l...
Claudia Valentini 2002 www.pavonerisorse.it/meta/ [email_address]
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Attivare percorsi di Didattica Metacognitiva

7,414

Published on

Aosta Progetto ScuolaBUS (benessere uguale salute) Sovrintendenza agli Stuid della Valle d'Aosta 2002

Published in: Education
0 Comments
6 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
7,414
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
6
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Attivare percorsi di Didattica Metacognitiva

  1. 1. Attivare percorsi di Didattica Metacognitiva Claudia Valentini per il Progetto Scuola BUS Aosta 21 Ottobre 2002
  2. 2. Didattica Metacognitiva <ul><li>La didattica metacognitiva </li></ul><ul><li>è un approccio didattico </li></ul><ul><li>che utilizza </li></ul><ul><li>deliberatamente e sistematicamente </li></ul><ul><li>concetti e metodologie </li></ul><ul><li>mutuati dagli studi sulla </li></ul><ul><li>metacognizione </li></ul>Claudia Valentini 2002
  3. 3. Metacognizione Claudia Valentini 2002   Insieme di attività psichiche che presiedono al funzionamento cognitivo (Cornoldi, Metacognizione ed apprendimento 1995)
  4. 4. Metacognizione Claudia Valentini 2002 processi cognitivi di base   metacognizione controllo dei processi Chi apprende
  5. 5. Punti di forza dell’approccio metacognitivo <ul><li>Flessibilità </li></ul><ul><li>Autonomia  </li></ul><ul><li>Obiettività analisi  </li></ul><ul><li>Pensiero orientato funzionalmente  </li></ul><ul><li>Valorizzazione delle risorse degli allievi  </li></ul><ul><li>Atmosfera della classe </li></ul>Claudia Valentini 2002
  6. 6. Attivare la Didattica Metacognitiva <ul><li>L’insegnante </li></ul><ul><li>che opera con un approccio metacognitivo </li></ul><ul><li>interviene a quattro livelli diversi: </li></ul><ul><li>1. Conoscenze sul funzionamento cognitivo </li></ul><ul><li>2. Autoconsapevolezza </li></ul><ul><li>3. Autoregolazione </li></ul><ul><li>4 . Variabili psicologiche sottostanti </li></ul>Claudia Valentini 2002
  7. 7. Conoscenza metacognitiva <ul><li>  Insieme di processi che presiedono ai processi cognitivi durante la loro esecuzione </li></ul><ul><li>  Viene acquisita attraverso </li></ul><ul><li> processi </li></ul><ul><li>Noi stessi esperienze </li></ul><ul><li> prodotti </li></ul><ul><li>adulti </li></ul><ul><li>   Ambiente culturale pari </li></ul>Claudia Valentini 2002
  8. 8. Processi Metacognitivi di Controllo <ul><li>Insieme di conoscenze riguardo al funzionamento cognitivo </li></ul><ul><li>Rendersi conto </li></ul><ul><li>Essere in grado di predire la prestazione </li></ul><ul><li>Pianificare </li></ul><ul><li>L’individuo controlla (monitors) e regola i compiti cognitivi (fra cui la conoscenza) </li></ul><ul><li>Flavell 1981 </li></ul>Claudia Valentini 2002
  9. 9. Attivare abilità trasversali Claudia Valentini 2002 metaconoscenza conoscenza procedurale dichiarativa saper fare sapere saper essere saper imparare                          
  10. 10. Attivare abilità trasversali <ul><li>Esiste una correlazione positiva fra livello metacognitivo e prestazioni cognitive </li></ul><ul><li>  Metamemoria (caratteristiche mnestiche del materiale, natura del ricordo, soggetto & strategie) </li></ul><ul><li>  Atteggiamento metacognitivo (uso + propensione + stile attributivo) </li></ul><ul><li>  Autocontrollo (socialmente mediato - linguaggio) </li></ul><ul><li>  Processi di previsione (acquisizione- mantenimento- recupero informazioni </li></ul>Claudia Valentini 2002
  11. 11. Attivare abilità trasversali Autoregolare <ul><li>  fissare obiettivi osservare il processo </li></ul><ul><li>  raccogliere dati per confronto </li></ul><ul><li>  valutare </li></ul><ul><li>  + - </li></ul><ul><li>continuare modificare </li></ul>Claudia Valentini 2002
  12. 12. Insegnamento di strategie <ul><li>Arricchire l’insieme delle strategie a disposizione dello studente </li></ul><ul><li>Promuovere la conoscenza dei principi che ne stanno alla base e delle situazioni in cui sono utili (conoscenza condizionale) </li></ul><ul><li>  Promuovere un atteggiamento metacognitivo di riflessione sulle caratteristiche del materiale, del compito e della situazione al fine di scegliere la strategia ottimale </li></ul><ul><li>  Promuovere un uso controllato di strategie </li></ul>Claudia Valentini 2002
  13. 13. Regole <ul><li>spiegazione dettagliata </li></ul><ul><li>esempio concreto </li></ul><ul><li>osservazioni e commenti </li></ul><ul><li>controllo sull’apprendimento </li></ul><ul><li>rinforzare l’uso adeguato </li></ul><ul><li>automonitoraggio </li></ul><ul><li>confronto di strategie </li></ul><ul><li>generalizzazione </li></ul><ul><li>transfer </li></ul>Claudia Valentini 2002
  14. 14. Strategie di comprensione del testo <ul><li>Schema di conoscenza </li></ul><ul><li>Scorrere il testo richiamando conoscenze precedenti e facendo previsioni </li></ul><ul><li>Dividere il testo in modo ottimale </li></ul><ul><li>Fare ipotesi e verificarle sul testo </li></ul><ul><li>Fare previsioni sulla base delle info date dal testo </li></ul><ul><li>Individuare le parti importanti </li></ul><ul><li>Porsi domande e verificare la comprensione </li></ul><ul><li>Comprendere le figure ed integrarle col testo </li></ul>Claudia Valentini 2002
  15. 15. Strategie per ricordare <ul><li>Utilizzare le figure come sussidio mnemonico </li></ul><ul><li>Riassunto </li></ul><ul><li>Copia e cancella </li></ul><ul><li>Con parole chiave </li></ul><ul><li>Personale </li></ul><ul><li>Costruzione di schemi (tabelle, diagrammi cronologici e logici) </li></ul><ul><li>Formazione di immagini mentali dei termini concreti </li></ul><ul><li>Concretizzazione di concetti astratti e formazione di immagini mentali </li></ul>Claudia Valentini 2002
  16. 16. Discussione come strategia <ul><li>Attività che genera esperienza metacognitiva </li></ul><ul><li>Domanda dell’insegnante per stimolare la riflessione </li></ul><ul><li>Risposta degli alunni </li></ul><ul><li>Replica dell’insegnante </li></ul><ul><li>Replica dei compagni </li></ul><ul><li>Domande degli alunni ad insegnante e compagni </li></ul><ul><li>Insegnante continua a fare domande </li></ul>Claudia Valentini 2002
  17. 17. Mappe Claudia Valentini 2002
  18. 18. Problem solving <ul><li>approccio didattico teso a sviluppare, sul piano psicologico, comportamentale ed operativo, l'abilità di soluzione di problemi scoperta e dominio di situazioni problematiche in generale, al fine di sviluppare le potenzialità euristiche le abilità di valutazione e di giudizio obiettivo </li></ul><ul><li>problem solving, in ottica interdisciplinare, vuol dire uso corretto dell'abilità di classificazione di situazioni problematiche e capacità di risolvere problemi-tipo analoghi </li></ul><ul><li>problem solving + metodo della ricerca e della scoperta = approcci che possono essere applicati nelle diverse aree didattiche </li></ul>Claudia Valentini 2002
  19. 19. Portfolio <ul><li>raccolta di prodotti o relazioni di performances </li></ul><ul><li>scelte al fine di rendere visibile il percorso metacognitivo effettuato </li></ul><ul><li>L'allievo viene stimolato a raccogliere quanti più dati possibili, auto-valutando i propri documenti e situandoli in un continuum di apprendimenti. </li></ul><ul><li>permette di rendere evidente il percorso svolto, di avviare i bambini alla scelta dei dati rilevanti , di osservare individualmente i diversi percorsi, nonché di avere una visone diacronica delle attività svolte. </li></ul><ul><li>si presta a successive riflessioni, che possono essere proposte come questionario, volto ad elicitare le strategie di scelta e di autovalutazione. </li></ul>Claudia Valentini 2002
  20. 20. Motivazione <ul><li>  Prodotto di una serie di processi cognitivi </li></ul><ul><li>Applicazione di strategie </li></ul><ul><li>  scopo </li></ul><ul><li>rappresentazione mentale situazione </li></ul><ul><li> vantaggi </li></ul><ul><li>soggetto ambiente </li></ul><ul><li>  abilità + attribuzione + comprensione compito </li></ul>Claudia Valentini 2002
  21. 21. Motivazione <ul><li>VANTAGGI </li></ul><ul><li>individuazione obiettivi </li></ul><ul><li>valutazione probabilità di successo </li></ul><ul><li>flessibilità allocazione risorse </li></ul><ul><li>efficace stile attributivo </li></ul><ul><li>valutazione azione/risultato </li></ul><ul><li>perseveranza </li></ul>Claudia Valentini 2002 <ul><li>PROBLEMI </li></ul><ul><li>comportamenti oppositivi </li></ul><ul><li>difficoltà cognitive </li></ul><ul><li>inadeguatezza compito </li></ul>
  22. 22. Microlaboratorio : autoanalisi <ul><li>Finalità: riflessione e focalizzazione </li></ul><ul><li>Modalità: lavoro individuale </li></ul><ul><li>Attività: usa lo schema presentato per riflettere e annotare </li></ul><ul><li>Metodo: brainstorming </li></ul><ul><li>Tempo: 15’ </li></ul>Claudia Valentini 2002
  23. 23. Adottare strategie di Didattica Metacognitiva <ul><li>non significa soltanto sperimentare </li></ul><ul><li>nuove tecniche didattiche, </li></ul><ul><li>significa piuttosto mettere in questione, ogni giorno, </li></ul><ul><li>la propria professionalità , allo scopo di migliorarla </li></ul><ul><li>e renderla sempre più adeguata </li></ul><ul><li>alle sempre più difficili domande </li></ul><ul><li>che i nostri allievi ci pongono. </li></ul>Claudia Valentini 2002
  24. 24. L’insegnante metacognitivo <ul><li>Essere ( o diventare ) un insegnante metacognitivo </li></ul><ul><li>è una caratteristica ( evoluzione ) </li></ul><ul><li>di ogni professionista che operi </li></ul><ul><li>nel campo impegnativo, e al contempo gratificante, </li></ul><ul><li>della formazione della personalità </li></ul><ul><li>delle nuove generazioni . </li></ul>Claudia Valentini 2002
  25. 25. L’insegnante metacognitivo <ul><li>Quali sono le caratteristiche di un insegnante che voglia dichiararsi &quot;metacognitivo&quot;? </li></ul><ul><li>Conoscenze </li></ul><ul><li>Abilità </li></ul><ul><li>Competenze </li></ul>Claudia Valentini 2002
  26. 26. Conoscenze <ul><li>Conoscere la propria materia, per poterla mediare agli allievi </li></ul><ul><li>Conoscere le altre materie, per poter ricercare i collegamenti necessari all'unitarietà del sapere </li></ul><ul><li>Conoscere le teorie dell'apprendimento per poterle mettere in pratica </li></ul><ul><li>Conoscere metodi di sperimentazione per attualizzare, nella pratica, le teorie </li></ul>Claudia Valentini 2002
  27. 27. Conoscenze <ul><li>Conoscere elementi di docimologia: saper valutare vuol dire saper progettare </li></ul><ul><li>Conoscere la didattica dell'errore, per saper valorizzare le differenze e saper risolvere problemi </li></ul><ul><li>Conoscere modalità di esplorazione e comprensione del contesto, per agire significativamente su di esso </li></ul><ul><li>Conoscere se stesso, per potenziare le proprie abilità: relazionali, cognitive, didattiche, … </li></ul>Claudia Valentini 2002
  28. 28. Abilità <ul><li>L'insegnante metacognitivo è un insegnante: </li></ul><ul><li>riflessivo </li></ul><ul><li>osservatore </li></ul><ul><li>empatico </li></ul><ul><li>autorevole </li></ul><ul><li>organizzato </li></ul>Claudia Valentini 2002 <ul><li>che sa mettersi in relazione </li></ul><ul><li>che sa mettersi in discussione </li></ul><ul><li>che sa porsi come modello positivo </li></ul><ul><li>che sa ispirare l'attività degli allievi </li></ul>
  29. 29. Competenze <ul><li>Saper motivare all'apprendimento </li></ul><ul><li>Saper valorizzare le abilità, rinforzare l'autostima </li></ul><ul><li>Saper progettare percorsi significativi di apprendimento </li></ul><ul><li>Saper mediare contenuti e strategie </li></ul><ul><li>Saper facilitare l'apprendimento </li></ul><ul><li>Saper essere un modello di autonomia </li></ul><ul><li>Sapersi accorgere dei problemi </li></ul><ul><li>Sapersi sorprendere della scoperta </li></ul>Claudia Valentini 2002
  30. 30. L’insegnante metacognitivo <ul><li>Ma soprattutto avere, come i nostri allievi, la curiosità di scoprire sempre nuovi saperi, diventare padroni della propria cultura e voler comprendere l'altrui, conoscersi e amare la conoscenza. </li></ul>Claudia Valentini 2002
  31. 31. Ricerca Azione <ul><li>La Ricerca – Azione </li></ul><ul><li>è una forma di ricerca </li></ul><ul><li>svolta dagli insegnanti </li></ul><ul><li>in classe e negli ambienti educativi in genere </li></ul><ul><li>Gli insegnanti conducono progetti di </li></ul><ul><li>Ricerca – Azione </li></ul><ul><li>al fine di accrescere la propria consapevolezza di ciò che effettivamente accade </li></ul><ul><li>in classe e nel processo di insegnamento/apprendimento . </li></ul>Claudia Valentini 2002
  32. 32. Definire la Ricerca-Azione <ul><li>Ricerca collettiva, autoriflessiva, </li></ul><ul><li>intrapresa dai partecipanti in situazioni sociali al fine di migliorare </li></ul><ul><li>la razionalità e l’adeguatezza delle loro pratiche sociali o educative, </li></ul><ul><li>come pure </li></ul><ul><li>la comprensione di quelle situazioni </li></ul><ul><li>in cui si inseriscono le varie attività. </li></ul>Kemmins, S. & Taggert, R. (1990), The Action Research Planner , Greelong: Deakin University Press (p. 5) Claudia Valentini 2002
  33. 33. Ricerca-Azione perché… <ul><li>L’obiettivo è quello di </li></ul><ul><li>migliorare ed innovare </li></ul><ul><li>i processi di insegnamento/apprendimento </li></ul><ul><li>E </li></ul><ul><li>di potenziare le nostre abilità di </li></ul><ul><li>facilitatori dell’apprendimento </li></ul>Claudia Valentini 2002
  34. 34. Ricerca-Azione: caratteristiche <ul><li>La Ricerca-Azione si realizza attraverso: </li></ul><ul><li>la ricerca partecipante </li></ul><ul><li>la collaborazione degli attori </li></ul><ul><li>il problem solving cooperativo </li></ul><ul><li>La Ricerca-Azione può essere finalizzata verso: </li></ul><ul><li>la valorizzazione delle professionalità </li></ul><ul><li>la democratizzazione della conoscenza </li></ul>Claudia Valentini 2002
  35. 35. Ricerca-Azione: parole chiave <ul><li>Progetto Problema </li></ul><ul><li>Partecipazione Azione Attività </li></ul><ul><li>Indagine Ricerca </li></ul><ul><li>Analisi Autoriflessione Triangolazione Valutazione </li></ul><ul><li>Collaborazione Cooperazione Confronto </li></ul><ul><li>Contesto Applicabilità </li></ul><ul><li>Flessibilità </li></ul>Claudia Valentini 2002
  36. 36. Area di Progetto <ul><li>Essere in Ricerca – Azione </li></ul><ul><li>significa </li></ul><ul><li>focalizzare la nostra attenzione </li></ul><ul><li>su una particolare area </li></ul><ul><li>della nostra attività di insegnamento </li></ul><ul><li>Si potrebbe iniziare </li></ul><ul><li>da un problema (problem) </li></ul><ul><li>da un’area d’interesse (puzzle) </li></ul><ul><li>da uno spunto di studio ed approfondimento, … </li></ul>Claudia Valentini 2002
  37. 37. Ciclo di Ricerca Azione <ul><li>Area di progetto </li></ul><ul><li>Indagine </li></ul><ul><li>Analisi Analisi e valutazione </li></ul><ul><li>Ipotesi di azione Monitoraggio </li></ul>Claudia Valentini 2002
  38. 38. Fasi in Ricerca Azione <ul><li>Ricerca </li></ul><ul><li>Definizione dell’area/problema </li></ul><ul><li>Determinazione metodi raccolta dati </li></ul><ul><li>Analisi dati </li></ul><ul><li>Ipotesi di azione </li></ul><ul><li>Azione </li></ul><ul><li>Definizione dell’azione </li></ul><ul><li>Sviluppo del piano </li></ul><ul><li>Attuazione </li></ul><ul><li>Osservazione </li></ul><ul><li>Riflessione </li></ul>Claudia Valentini 2002 Trombetta C. (1988) Ricerca-azione e psicologia dell’educazione , Roma: Armando (p.35) Feedback
  39. 39. <ul><li>non è un metodo di raccolta dati in sé stesso </li></ul><ul><li>quanto piuttosto </li></ul><ul><li>una modalità di collegamento dei dati raccolti </li></ul><ul><li>per avere più punti di vista </li></ul><ul><li>per stabilire relazioni </li></ul><ul><li>di comparazione / contrasto </li></ul>Triangolazione Claudia Valentini 2002 John Elliott CARE, UEA
  40. 40. Tecniche di raccolta dati <ul><li>Diario / diario di bordo / memo analitici </li></ul><ul><li>Profilo / report </li></ul><ul><li>Documentazione / progettazioni </li></ul><ul><li>Foto / Audio / Video </li></ul><ul><li>Osservazione (partecipe, osservatore esterno) </li></ul><ul><li>Intervista </li></ul><ul><li>Questionari (strutturati, semistrutturati, aperti) </li></ul><ul><li>… </li></ul>Claudia Valentini 2002 John Elliott CARE, UEA
  41. 41. Laboratorio : Esperimenti in Ricerca Azione <ul><li>Finalità: creare e condividere ipotesi di lavoro </li></ul><ul><li>Modalità: lavoro di gruppo </li></ul><ul><li>Attività: usare gli stimoli offerti e gli schemi per </li></ul><ul><li>s cegli ere un p roblem / puzzle </li></ul><ul><li>analizza r lo </li></ul><ul><li>estrapolan r e un ’ipotesi operativ a </li></ul><ul><li>schematizzare un progetto di Ricerca-Azione </li></ul><ul><li>Metodo: lavoro cooperativo </li></ul><ul><li>Tempo: 60’ </li></ul>Claudia Valentini 2002
  42. 42. Claudia Valentini 2002 www.pavonerisorse.it/meta/ [email_address]

×