Ldb Eco Host_presentazione eco bio turismo

  • 305 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
305
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. SEMINARIO La certificazione ambientale applicata a servizi, prodotti turistici e fooding Relatore: Dott.ssa Angelica Vignola
  • 2. Ecobioturismo Promuove l’agricoltura biologica e tutela l’ambiente Valorizza il patrimonio storico artistico e culturale Promuove strutture ricettive a ridotto impatto ambientale
  • 3. ARCI Eco bio turismo ICEA ed ARCI uniti nella promozione del turismo sostenibile Con la tessera ARCI vai in vacanza nelle strutture certificate ICEA
  • 4. Natura sì Natura sì ed Icea eco bio turismo Carta fedeltà Natura sì e vacanza in struttura certificata ICEA Eco Bio Turismo
  • 5. Manuale Touring sul turismo responsabile e sostenibile: Cos’è e come si fa (a cura di AITR) La certificazione Icea Eco Bio Turismo ha un capitolo dedicato Il marchio Icea Eco Bio Turismo è segnalato tra i più importanti in Italia ed all’estero
  • 6. La passione certificata ICEA Vivere bio e fare vacanza bio La cultura enogastronomica ed i prodotti biologici
  • 7. AITR Associazione Italiana Turismo Responsabile Gli stakeholder del turismo responsabile e sostenibile ICEA è parte integrante di AITR (www.aitr.org, Associazione Italiana Turismo Responsabile), partecipa ad EARTH (www.earthnet.eu, Rete Europea del Turismo Responsabile).
  • 8. - Il turismo responsabile è un approccio al turismo nato alla fine degli anni ottanta e caratterizzato da una duplice preoccupazione per il luogo in cui ci si reca: L’ambiente (il turista responsabile infatti deve evitare di danneggiarlo) La popolazione locale (il turista responsabile deve avere un atteggiamento rispettoso della cultura locale e deve garantire anche il benessere della popolazione) L'espressione viene spesso utilizzata con riferimento al turismo nei paesi in via di sviluppo, dove si concentrano una parte essenziale del patrimonio ambientale del pianeta e spesso, popolazioni in difficoltà; pertanto, il concetto di ecoturismo si può mettere in relazione con quello di commercio equo e solidale, integrando le politiche di sviluppo sostenibile. Lo stesso concetto è applicabile anche per la difesa dei valori del territorio anche in paesi sviluppati per l'affermarsi di un concetto di turismo che non distrugga le risorse naturali
  • 9. Il World Tourism Organization (unwto.org) in una delle sue dichiarazioni più importanti, enunciava che “lo sviluppo del turismo sostenibile soddisfa i bisogni dei turisti e delle regioni ospitanti e allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro”. I passi fondamentali: - La Carta di Lanzarote del 1995 fissa in modo indelebile le tre regole auree sulle quali deve fondarsi lo sviluppo del turismo sostenibile: Le risorse ambientali devono essere protette e garantite Le comunità locali devono beneficiare di questo tipo di turismo, sia in termini di reddito, sia in termini di qualità della vita; ne deve essere rispettata l’autenticità socio-culturale I visitatori devono vivere un’esperienza integrata con la comunità ospitante, nel rispetto dei lavoratori, contribuendo a creare reddito e, in alcuni casi, ad alleviare la povertà.
  • 10. Il UNWTO, la Carta di Lanzarote e poi l’Agenda 21, contribuiscono ad ufficializzare il paradigma del turismo sostenibile e responsabile, fondato sui pilastri dell’equità sociale, economica e ambientale. Il Codice Mondiale di Etica del Turismo promosso dal UNWTO nel 1999 richiama inoltre a non sfruttare indiscriminatamente, in nome dello sviluppo e della produzione senza limiti e senza regole, le risorse non rinnovabili del nostro pianeta. Il 2002 è stato dichiarato "Anno Internazionale dell'Ecoturismo" dalle Nazioni Unite. L’assemblea di AITR del 9 ottobre del 2005 adotta una prima definizione italiana di turismo responsabile e dichiara che è tale solo il turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture.
  • 11. ICEA è partita da queste fonti di ispirazione ed ha coniugato, nello sviluppo della certificazione nel turismo l’altissima specializzazione in agricoltura biologica sia nelle aree food che non food. - - ICEA, nel turismo, promuove l’applicazione dei seguenti standard: Standard Eco Bio Turismo rivolto ad Agriturismi, B&B, Hotel e Campeggi Standard Bio Welness rivolto alle SPA o Stabilimenti Termali Standard Tourcert rivolto ai Tour Operator, Organizzatori di Viaggi Le strutture turistiche certificate da ICEA: Abbattono i consumi energetici, garantiscono la gestione razionale dell’acqua e si impegnano nella riduzione e nella raccolta differenziata dei rifiuti. Valorizzano il patrimonio storico, artistico e culturale. Promuovono la responsabilità come valore. Valorizzano l’alimentazione sana ed attenta alle tradizioni enogastronomiche.
  • 12. AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) nasce su iniziativa di soggetti del terzo settore nel 1998; opera per promuovere, qualificare, divulgare, aggiornare, tutelare, i contenuti culturali e le conseguenti azioni pratiche connessi alla dizione “turismo responsabile”. La “Carta d’identità per viaggi sostenibili” (1998) è il documento sottoscritto dagli aderenti ad AITR. Essa consta di una serie di raccomandazioni che hanno come destinatari i viaggiatori (individuali o di gruppo), gli organizzatori di viaggio (tour operator, agenzie, associazioni) e le comunità ospitanti. L’attenzione è posta sulla cura delle tre fasi dell’esperienza turistica: prima, durante e dopo il viaggio. “Bel Paese –Buon Turismo” è il titolo della Carta Italiana promossa da AITR, il primo codice etico mirato esplicitamente al turismo in Italia, ancorché ispirato a raccomandazioni e dichiarazioni internazionali. Ridurre gli aspetti negativi dell’impatto sociale, culturale e ambientale, è oggi il principio fondamentale del buon turismo, che intende salvare le destinazioni italiane da un modello consumistico, dannoso per il suo stesso futuro.
  • 13. Tourcert La responsabilità sociale nel turismo responsabile La certificazione dei tour operator Icea primo ente di ispezione in ITALIA
  • 14. Icea con AITR nella casa del Turismo convenzionale Icea presenta il circuito eco bio turismo Icea presenta con AITR l’accordo per la certificazione Tourcert
  • 15. Sei a casa! Festival del Turismo Responsabile Icea eco bio Turismo protagonista: Turismo certificato Tourcert, buone pratiche di turismo certificato ICEA, Slow Food day e visita al Parco della Chiusa a Casalecchio di Reno con la presentazione del Progetto Landemed IT.A.CA’ Contest, nuova edizione: dal 25/05 al 2/06/2013 a Bologna si terrà la nuova edizione del Festival dedicato al turismo responsabile
  • 16. Tre aziende certificate Icea Eco Bio Turismo in premio Cascina Caremma, Casina Murgecchia e Colle Regnano offrono un week end in premio in occasione di Itaca Contest 2012 ( premio internazionale di racconti, poesie, fumetto e fotografia con ispirazione il viaggio)
  • 17. Icea ed AITR lavorano insieme per la Carta Europea del Turismo sostenibile
  • 18. Icea Partner di Ecolnet Icea promuove la certificazione di qualità nel turismo
  • 19. Ecolnet è il progetto europeo dedicato interamente all'ecoturismo con l'obiettivo di creare, grazie alla cooperazione delle principali organizzazioni che operano nel settore, una rete in grado di favorire lo scambio di informazioni promuovendo lo sviluppo di uno standard europeo comune. l progetto, co-finanziato dalla Commissione Europea per i prossimi tre anni, oltre all'Italia vede la partecipazione di Grecia, Germania, Olanda, Romania, Estonia, Regno Unito, Spagna e Finlandia. Per l'Italia oltre al Cts (Centro Turistico Giovanile), che si occupera' nel nostro paese della realizzazione delle attivita' di progetto, vi e' la presenza di Imaginary, azienda partner dell'Innovation Network del Politecnico di Milano, che mettera' a punto gli strumenti informatici di auto-valutazione per le imprese eco-turistiche. Al progetto hanno aderito anche Wwf Italia, ICEA, Slow Tourism, Ecoworld Hotel,Agriturist, Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Arp e le Aree protette di rilevanza nazionale e regionale.