Ldb S.P.A. 04-06-2014 comis - exarc e musei open-air

235 views
196 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
235
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
108
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ldb S.P.A. 04-06-2014 comis - exarc e musei open-air

  1. 1. I musei archeologici all’aperto in Europa e in Italia Lara Comis MA Experimental Archaeology University of Exeter (UK) 1
  2. 2. SCHEMA • Introduzione: che cosa si intende per Museo Archeologico all’Aperto • Verso una definizione; problematiche • Breve cenno alla storia del fenomeno • Esempi europei e italiani • Conclusione: potenzialità 2
  3. 3. Un “nuovo” Museo 3
  4. 4. Un “nuovo” Museo 4
  5. 5. Esempio: Fidene (RM) 5
  6. 6. il Genius Loci 6
  7. 7. Come definire i Musei archeologici all’aperto? • EXARC, dal 2001: network internazionale • Progetti europei: LiveArch (2006-09); Open Arch • Guida ai Musei Archeologici all’Aperto in Europa (2009); PhD Paardekooper. • Public Archaeology 7
  8. 8. Definizione Exarc (2008) Un Museo Archeologico all’Aperto è un’ istituzione no-profit permanente con ricostruzioni architettoniche tridimensionali all’aperto basate principalmente su fonti archeologiche. Contiene collezioni di risorse di cultura immateriale e fornisce un’interpretazione di come le persone vivevano ed agivano nel passato; questo viene realizzato tramite valide procedure scientifiche con fini di educazione, studio e divertimento dei suoi visitatori. 8
  9. 9. Problemi: Archeologia Sperimentale? • Il fine dell’archeologia sperimentale è la RICERCA, non la ricostruzione. • L’archeologia sperimentale serve principalmente l’archeologia • Abuso del termine archeologia sperimentale in Educazione e Turismo • Frattura con il mondo accademico 9
  10. 10. “Construct” vs “ricostruzione” Reynolds 1998 10
  11. 11. Le origini del fenomeno L’Histoire de l’habitation, realizzata ai piedi della Tour Eiffel nel 1889 11
  12. 12. Le origini del fenomeno • Unteruhldingen (DE, Lago di Costanza), 1922 •Biskupin (PL), 1936 12
  13. 13. Gli anni sessanta • Butser (UK) 13
  14. 14. Gli anni sessanta •Lejre (DK) 14
  15. 15. Alcuni esempi europei • Bajuwarenhof (DE) 15
  16. 16. • Aubechies (BE) Alcuni esempi europei 16
  17. 17. • Marle (FR) Alcuni esempi europei 17
  18. 18. Guedelon (FR) Un caso particolare 18
  19. 19. Guedelon (FR) Un caso particolare 19
  20. 20. Esempi italiani • Senales (BZ) 20
  21. 21. • Senales (BZ) Allestimento interno Esempi italiani 21
  22. 22. • Senales (BZ) Area all’aperto Esempi italiani 22
  23. 23. • Montale (MO) Esempi italiani 23
  24. 24. • Montale (MO) Esempi italiani 24
  25. 25. Esempi italiani • Montale (MO) 25
  26. 26. Conclusione • Modalità attiva di interazione con il passato • Comunicazione dinamica con: • Ricerca • Educazione • Turismo • L’archeologia diventa VALORE CULTURALE AGGIUNTO 26
  27. 27. Grazie! Immagini: cortesia EXARC Dr Roeland Paardekooper 27
  28. 28. LARA COMIS MA EXPERIMENTAL ARCHAEOLOGY ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE COME STRUMENTO DI RICERCA V Convegno Nazionale Giovani Archeologi Archeologi in progress: Il cantiere dell’archeologia di domani Catania, Monastero dei Benedettini, 23-26 maggio 2013 1
  29. 29. • Introduzione • Che cosa si intende per “archeologia sperimentale” • la visione accademica del problema: definizioni correnti di “archeologia sperimentale” • Un esempio pratico di Archeologia Sperimentale • Archeologia Sperimentale e Musei Archeologici all’Aperto (AOAMs) • Conclusioni struttura 2
  30. 30. Introduzione • Laurea VO in Conservazione dei Beni Culturali, Università della Tuscia, Viterbo. Archeologia Medievale. • Master of Arts presso l’University of Exeter, UK in Experimental Archaeology. • Membro ufficiale di EXARC. • Libera professione nel campo della tutela archeologica e dell’educazione. SENZA IMPIEGO. • Ricercatrice indipendente nei temi dell’archeologia sperimentale. 3
  31. 31. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 4
  32. 32. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 5
  33. 33. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 6
  34. 34. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 7
  35. 35. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 8
  36. 36. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? 9
  37. 37. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? • Repliche di manufatti archeologici • Re-enactment o living history (rievocazione storica) • Attività esperienziali, dimostrazioni di tecnologia antica • Simulazione di processi produttivi • Didattica • Performances, eventi spettacolari 10
  38. 38. Cos’e’ l’archeologia sperimentale? L’etichetta «archeologia sperimentale» EDUCAZIONE RICERCA TURISMO 11
  39. 39. • Outram, A.K. 2008. • Shimada I., 2005 • Hurcombe, L. 2004 • Mathieu J.R. 2002 (ed.) • e molti altri! Ricerca accademica e A. Sperimentale 12
  40. 40. L’esperimento • formulazione di un’ipotesi • progettazione dell’esperimento a seconda delle variabili prese in considerazione • esecuzione e documentazione dell’esperimento • falsificazione o validazione dell’ipotesi • comunicazione della procedura e dei risultati alla comunità scientifica TEORIA DELLA FALSIFICAZIONE (POPPER) IL PROTOCOLLO SPERIMENTALE 13
  41. 41. L’esperimento • Perchè? Scopo primario: migliorare l’interpretazione del dato archeologico. Sviluppare un’ipotesi interpretativa del dato. • Come? Testare le ipotesi attraverso l’esperimento. La caratteristica principale dell’archeologia sperimentale è il tentativo di replicare fenomeni del passato per ottenere una maggiore comprensione degli stessi. ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE 14
  42. 42. L’esperimento • Esperimenti pilota, o “Actualistic” experiments (Outram 2008), sono i più imitativi perchè servono a valutare le variabili e a stabilire un protocollo sperimentale. Sono funzionali alla progettazione degli esperimenti veri e propri (“di seconda generazione”). • Gli esperimenti di seconda generazione devono seguire il protocollo che ne assicura la ripetibilità e permette la valutazione statistica dei risultati. ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE 15
  43. 43. L’esperimento • Tutti gli esperimenti (sia di prima che di seconda generazione) devono essere accuratamente documentati. L’intera procedura deve essere condivisa con la comunità scientifica e non può essere modificata nel corso dell’esperimento. E’ SOLO NEL RISPETTO DI QUESTE CARATTERISTICHE CHE SI PUO’ PARLARE DI ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE COME STRUMENTO DI RICERCA ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE 16
  44. 44. 17
  45. 45. 18
  46. 46. PARMA Un esempio pratico 19 Il rinvenimento di Favaletto, San Secondo, Parma IL MATERIALE
  47. 47. IL PROBLEMA Nasce dall’osservazione di alcune caratteristiche del materiale: le tracce sul fondo Fondo “a conchiglia” “Stacco a cordicella” Un esempio pratico 20
  48. 48. 21
  49. 49. A. Moschetti “Della Ceramica Graffita Padovana dal secolo XIV al XVIII” in Padova I (1931) 22
  50. 50. 1. Può lo “stacco a cordicella” essere considerato come un indicatore dell’area di produzione? Un esempio pratico 23
  51. 51. 2. Può essere considerato come un indicatore di una specifica tecnica produttiva? Un esempio pratico 24
  52. 52. Distinzione tra contesto della scoperta e contesto della giustificazione: Le ipotesi vanno testate. POPPER Un esempio pratico 25
  53. 53. Assunto primario: “nonostante la complessità del materiale, è spesso possibile ricostruire il processo di manifattura di un vaso sulla base delle tracce presenti sul corpo ceramico […] con l’assistenza di una persona pratica dell’arte del vasaio” Van As 1984, 138. L’ESPERIMENTO Un esempio pratico 26
  54. 54. 27
  55. 55. Prima fase • Imitazione • Analisi e scarto delle variabili Un esempio pratico 28
  56. 56. 1. Modalità gestuale 2. Strumento utilizzato 3. Stato del tornio Statico In movimento veloce lento Un esempio pratico: LE VARIABILI 29
  57. 57. Un esempio pratico: LE VARIABILI 30
  58. 58. Spago vegetale singolo Spago vegetale attorcigliato Filo di rame singolo Filo metallico attorcigliato Un esempio pratico: LE VARIABILI 31
  59. 59. • Esperimenti a tornio fermo Seconda fase Un esempio pratico: gli esperimenti 32
  60. 60. 33
  61. 61. Esperimenti a tornio in movimento Kati Vamos Un esempio pratico: gli esperimenti 34
  62. 62. Esperimento G Un esempio pratico: gli esperimenti 35
  63. 63. Un esempio pratico: gli esperimenti 36
  64. 64. 37
  65. 65. 38
  66. 66. “Stacco a cordicella” 1. Stacco da tornio in movimento 2.Tramite filo metallico attorcigliato 3.Con movimento parallelo o più probabilmente diagonale Un esempio pratico: I risultati 39
  67. 67. Esiste un errore: quello che ci consente di creare una nuova ipotesi, migliore della prima. (FALSIFICAZIONE) Un esempio pratico: falsificazione 40
  68. 68. Il fondo è concavo Un esempio pratico: la falsificazione 41
  69. 69. Esisteva una tecnica che permetteva di effettuare uno stacco a cordicella in concomitanza alla concavità del fondo? •Estendere la ricerca per capire statisticamente la ricorrenza della caratteristica in oggetto •Progettare ed effettuare una nuova serie di esperimenti Un esempio pratico: NUOVA IPOTESI 42
  70. 70. AOAMS e Archeologia Sperimentale 43
  71. 71. Prospettive • Acquisire il metodo; definire terminologia condivisa. • Curare la divulgazione al pubblico • Definire il ruolo degli esperimenti attualistici nel museo archeologico all’aperto. • Valutare il contributo dell’archeologia sperimentale nel patrimonio intangibile. ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE NEI MUSEI ARCHEOLOGICI ALL’APERTO 44
  72. 72. CONCLUSIONI Siccome gli esseri umani posseggono tratti quali la coscienza, la volontà, e la capacità di riflettere, non possono essere trattati come rocce o conigli. (Gibbon) 45
  73. 73. 46 CONCLUSIONI
  74. 74. Grazie! 47
  75. 75. BIBLIOGRAFIA Comis L. 2009 “Experimental archaeology. Methodology and new perspectives in Archaeological Open Air Museums” (LIVEArch conference, Százhalombatta, Hungary 2008), in EuroREA 6-2010. Comis L. 2004, Archeologia sperimentale come strumento di ricerca. L’asportazione dei vasi dal tornio e lo “stacco a cordicella”. Il caso delle ciotole rinascimentali di Favaletto (PR)” in PADUSA XL, 2004 pp 229-243. Hurcombe, L. 2004‘Experimental Archaeology’ in Renfrew, C. and Bahn, P. Archaeology: The Key Concepts London: Routledge, pp 110-115 Mathieu J.R. 2002 (ed.), Experimental Archaeology. Replicating past objects, behaviours and processes. BAR International Series 1035, Oxford; Archaeopress. Outram, A.K. 2008 Introduction to experimental archaeology, “World Archaeology” 40,: 1,1-6. Shimada I., 2005 Experimental Archaeology, In H. D. G. Maschner & C. Chippindale (ed.) Handbook of Archaeological methods Volume 1, Altamira Press. pp 603-642 Van As A. 1984, Reconstructing the potter’s craft, in Van Der Leeuw S.E e Pritchard A.C. (a cura di) The many dimensions of pottery. Ceramics in Archaeology and Anthropology, Amsterdam, pp. 129-65. 48
  76. 76. What is EXARC What are AOAMs 1
  77. 77. 2 EXARC is worldwide 2
  78. 78. Archaeological Open-Air Museums Experimental Archaeology Ancient Technology Interpretation Four Legs 3
  79. 79. EXARC AOAM Members 4
  80. 80. DR ROELAND PAARDEKOOPER EXARC DIRECTOR 5
  81. 81. 6 UK centre, farm, park, village Germany museum, park France prehistosites, parcs archéologiques, archéosites Denmark historiske værksteder Sweden fornbyar, forntidsbyar, arkeologiske friluftsmuseer the Netherlands centrum, museum, erf, boerderij, kamp CHARACTERISING
  82. 82. 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 1900 1910 1920 1930 1940 1950 1960 1970 1980 1990 2000 2010 Founding dates of archaeological open-air museums HISTORY IN THEMES 7
  83. 83. HISTORY IN THEMES 8
  84. 84. HISTORY IN THEMES 9
  85. 85. 10 HISTORY IN THEMES
  86. 86. WHERE TO FIND? “ A (house)reconstruction is no experiment ” 11 HISTORY IN THEMES
  87. 87. HISTORY IN THEMES 12
  88. 88. EXPERIMENTAL ARCHAEOLOGY = LONG BREATH HISTORY IN THEMES 13
  89. 89. 14 HISTORY IN THEMES
  90. 90. HISTORY IN THEMES 15
  91. 91. HISTORY IN THEMES 16
  92. 92. VERIFICATION OF SCRIPTS ENCOURAGE QUESTIONING USING COMPETENT PEOPLE HISTORY IN THEMES 17
  93. 93. INTERACTION WITH PUBLIC 18
  94. 94. INTERACTION WITH PUBLIC 19
  95. 95. TRADITIONAL MUSEUMS 1 COLLECTING 2 CONSERVING 3 PRESENTING AOAM 1 EDUCATION 2 PRESENTATION 3 EXPERIMENT 4 COMMERCE 5 LIVE INTERPRETATION WHAT ARE AOAMs? 20
  96. 96. EXARC RESOURCES 21
  97. 97. The EXARC Journal 22
  98. 98. 23 The EXARC WEBSITE
  99. 99. EU Experience 24
  100. 100. 25 PR STRATEGY
  101. 101. Venues 26 www.openarchaeology.info
  102. 102. 27 Social Media 27
  103. 103. 28 Links with other organisations 28
  104. 104. THE DARK SIDE 29
  105. 105. 3. LACK OF INTELLECTUAL DEVELOPMENT 2. SPEAK THE LANGUAGE 1. ONE VALUE DOESN’T GUARANTEE THE OTHER CHALLENGES 6. NO STRUCTURE FOR CAREER DEVELOPMENT 5. LEARN FROM OTHER DISCIPLINES 4. EMPHASIS ON EFFECTIVE MANAGEMENT 30
  106. 106. 1. Birth • Planning, requirements • Materials, tools, skills 31 2. Life • Interior design / equipment • Indoor Climate • Usage • Repairs / changes 3. Death A HUT’S LIFE
  107. 107. 1. CHICKEN – EGG 2. RE-INVENTING THE WHEEL 3. RETURNING FROM EXPERIMENT TO ARCHAEOLOGY 4. EXTENSIVE VS INTENSIVE 5. COMMON LANGUAGE 6. OPEN ACCESS INFORMATION 32 Added Value to Science
  108. 108. 1. COMBINE CULTURAL HERITAGE WITH NATURAL HERITAGE / ENVIRONMENT 2. MAKE LINKS WITH THE AREA NEARBY AOAMs – SWOT 33
  109. 109. 1. SO DIFFERENT FROM ONE ANOTHER (BANDWITH) 2. LARGE DIFFERENCES BETWEEN STAFF 3. FREQUENT CHANGES IN STAFF 4. COMMUNICATION IS A PROBLEM 5. MODEL BASED ON CONTENTS OR “BUSINESS” 6. “FOUNDER SYNDROME” 7. NOT IN MASS TOURISM AREAS 8. LITTLE UNDERSTANDING OF THEIR VISITORS 9. RUNNING AND MAINTAINING AN AOAM IS VERY LABOUR INTENSIVE AOAMs – SWOT 34
  110. 110. 1. GROWING INTEREST IN CULTURAL AND NATURAL HERITAGE 2. GROWING WHISH FOR ACTIVE PARTICIPATION AOAMs – SWOT 35
  111. 111. 36 CONCLUSIONS

×