Seed area

265 views
213 views

Published on

Lab13 - Seed Area

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
265
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Seed area

  1. 1. Lab13 - Seed Area A quick overview
  2. 2. “Life’s too short to build something nobody wants” (AshMaurya)
  3. 3. A quick overview Lab13 - Seed Area Viviamo in un epoca di grandissime opportunità per creare innovazione e nuovi servizi. Eppure la maggior parte dei nuovi business sembra fatalmente destinata al fallimento. Il motivo non risiede tanto nella difficoltà di raggiungere l’obiettivo di finalizzare il prodotto o il servizio, ma nel fatto di non individuare le reali necessità del nostro target e di costruire quindi un prodotto che non interessa a nessuno. I metodi di business tradizionale nelle epoche precedenti ci hanno insegnato che un buon piano, una solida strategia e un’approfondita ricerca di mercato ci avrebbero garantito un’alta probabilità di successo. La qualità del prodotto, la cura dei dettagli, la completezza del servizio, unita alla perseveranza avrebbero fatto il resto! Questa metodologia presuppone che la verifica delle IPOTESI formulate inizialmente nel piano generale sia effettuata una volta finito (e rifinito) il prodotto. Scoprire a lavori ultimati che il nostro target non condivide l’utilità dei servizi progettati su misura per lui potrebbe avere un conto molto salato! Perchè i progetti falliscono
  4. 4. “You are not the user. Neither is your boss” (Jessyca Frederick)
  5. 5. A quick overview Lab13 - Seed Area Abbiamo detto che la maggior parte dei nuovi business falliscono. Ma il fatto più interessante è che, di quelle start-up che hanno successo, due terzi dichiarano di aver cambiato radicalmente i loro piani lungo la strada. Quindi, ciò che separa le start-up di successo da quelle che falliscono non è necessariamente il fatto di aver iniziato con un migliore piano (o il piano A), ma piuttosto il fatto di aver trovato un piano che funziona prima di esaurire le risorse. Il nostro obiettivo è quello di fornire un metodo migliore, più veloce e senza sprechi per far crescere un servizio e creare un prodotto di successo. “Innovation requires a new approach. Traditional approaches to business don't work for innovative products.” (Eric Ries)
  6. 6. A quick overview Lab13 - Seed Area Se non abbiamo ancora verificato le ipotesi del nostro piano A, dobbiamo considerare la nostra startup come un insieme di esperimenti atti a confermare e validare i presupposti del nostro progetto. Secondo il metodo coniato da Eric Ries possiamo visualizzare questo processo a tre fasi in questo modo: Il ciclo di feedback APPRENDIMENTO Idee CREAZIONE Dati Prodotto MISURAZIONE
  7. 7. “Startups that succeed are those that manage to iterate enough times before running out of resources.” (Eric Ries)
  8. 8. A quick overview Lab13 - Seed Area Ci sono tre fasi ben distinte in un progetto startup: Prima di tutto: Dove siamo? Ho un problema che vale la pena di risolvere? Problem / Solution fit Problem / Market Fit Scale Ho costruito qualcosa che le persone vogliono? Come posso accelerare la crescita? Focus: Validare e Imparare Esperimenti: Svolte Focus: Crescere Esperimenti: Ottimizzazione
  9. 9. Roadmap Strumenti e metodi efficaci per il nostro percorso.
  10. 10. A quick overview Lab13 - Seed Area Uno strumento per sintetizzare il business model in un unico foglio e poterlo aggiornare con facilità. 01. Lean Canvas
  11. 11. Your business assumption can be wrong. Go out and speak with your customers.
  12. 12. A quick overview Lab13 - Seed Area Uno strumento di analisi qualitativa per imparare dai possibili customers e individuare gli early adopters. Solitamente le interviste sono di due tipologie con obiettivi specifici e conseguenti. 02. Customers interview Problem Interview Product risk: Che cosa si sta risolvendo? (Problemi) Come vengono classificati i primi tre problemi ipotizzati? Market risk: Chi è la concorrenza? (Alternative esistenti) Come risolvono questi problemi oggi i nostri customers? Customer risk: Chi sente il problema? (Segmenti di customers) Si tratta di un segmento di customers sufficientemente ampio? Solution Interview Product risk: Chi sente maggiormente il problema? (Early Adopter) Come fare a identificare gli Early Adopters? Market risk: Come si pensa di risolvere questi problemi? (Soluzione) Qual è il set di funzionalità minimo necessario per il lancio? Customer risk: Qual è il modello di prezzo? (Flussi di reddito) I Customers sono disposti a pagare per questa soluzione? Fino a che prezzo sono disposti ad accettare?

×