Ppt Serata 13-10-09

679 views
603 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
679
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ppt Serata 13-10-09

  1. 1. UN AUTOSTRADA NEL PARCO PINETA? Serata informativa per spiegare il progetto “Collegamento Autostradale Como- Varese-Lecco” nel PTR di Regione Lombardia Castelnuovo Bozzente – 13 ottobre 2009
  2. 2. Che cosa è il PTR Piano Territoriale Regionale Con la legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 la Regione Lombardia detta le nuove norme per il governo del territorio lombardo Gli articoli 19 e 20 esplicitano rispettivamente l’oggetto e i contenuti del PTR ed i suoi effetti, in termini giuridici FONTE: PTR Il documento di Piano
  3. 3. Il PTR costituisce “atto fondamentale di indirizzo, agli effetti territoriali, della programmazione di settore della Regione, nonché di orientamento della programmazione e pianificazione territoriale dei comuni e delle province”, con il quale la Regione “indica gli elementi essenziali del proprio assetto territoriale e definisce […] i criteri e gli indirizzi per la redazione degli atti di programmazione territoriale di province e comuni”.
  4. 4. Il PTR rappresenta il “quadro di riferimento per la valutazione di compatibilità degli atti di governo del territorio di comuni, province, comunità montane, enti gestori di parchi regionali e di ogni altro ente dotato di competenze in materia” (art. 20, comma 1, l.r. 12/2005); fornisce inoltre indirizzi per la programmazione regionale di settore.
  5. 5. DOVE SI TROVA IL RIFERIMENTO ALL’AUTOSTRADA CO-VA NEL PTR 1. Strumenti Operativi pg 15
  6. 6. 2. Nel documento di Piano Viene definita come “infrastruttura varia – in progetto” Il verde chiaro è la zona a parco naturale, indicata come area protetta tav. 3
  7. 7. DOVE SI PARLA DI TUTELA DEL PARCO PINETA 1. Nel documento di piano tav 2
  8. 8. Il processo integrato di PTR/VAS* • La Regione Lombardia, nella legge di governo del territorio, dispone la valutazione ambientale per il Piano Territoriale Regionale * VAS: Valutazione Ambientale Strategica FONTE: PTR Rapporto Ambientale - Sintesi non tecnica:
  9. 9. • La VAS si configura come un processo continuo che corre parallelamente all’intero ciclo di vita del piano o programma, dalla sua elaborazione fino alla fase di attuazione e gestione. • Essa ha l’obiettivo di “garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente e di contribuire all’integrazione di considerazioni ambientali all’atto dell’elaborazione e dell’adozione di piani e programmi […] che possono avere effetti significativi sull’ambiente”.
  10. 10. Essa è volta dunque a garantire e a valutare la sostenibilità dei piani e dei programmi, mirando ad integrare la dimensione ambientale al pari di quella economica, sociale e territoriale.
  11. 11. VAS: Il contesto ambientale lombardo • ARIA E FATTORI CLIMATICI – particolato (PM10) – prodotto dal traffico veicolare e dagli impianti di riscaldamento civile (criticità localizzata in aree urbane) – ozono (O3) – inquinante secondario derivante da precursori (in particolare NOx e COV) emessi da traffico veicolare, da attività che utilizzano solventi e da processi di combustione industriale (criticità localizzata anche in aree extraurbane) FONTE: PTR VAS pg 13
  12. 12. – ossidi di azoto e altre sostanze acidificanti – NOx (traffico, produzione di energia, combustione), NH3 (agricoltura, traffico, combustione), SOx (produzione di energia, combustione) – gas serra – emissioni di CH4, CO2 e N2O prodotte da traffico veicolare, riscaldamento civile, produzione di energia e processi di combustione → cambiamento climatico → aumento frequenza “eventi estremi” a livello locale e globale
  13. 13. • SUOLO: – consumo di suolo dovuto a urbanizzazione a scapito di aree agricole, in particolare nella fascia pedemontana → riduzione permeabilità, variazione della ricarica della falda e dei tempi di corrivazione, aumento del rischio idrogeologico • FLORA, FAUNA E BIODIVERSITÀ’ – patrimonio naturale a rischio e perdita della biodiversità, a causa della frammentazione degli habitat – elevata estensione del territorio sottoposto a regime di tutela (Sistema delle Aree Protette), non accompagnata da un’adeguata connessione ecologica tra le aree (rete ecologica regionale)
  14. 14. – scarso livello di tutela della naturalità diffusa del territorio lombardo • POPOLAZIONE E SALUTE UMANA – inquinamento atmosferico: tra i fattori di rischio più rilevanti → malattie respiratorie, allergie (bambini, anziani), mortalità (ca. 1.5% totale); costi esternalità (3-4% PIL annuo regionale)
  15. 15. VAS Il Sistema territoriale pedemontano • PUNTI DI FORZA – Presenza di parchi di particolare pregio e interesse naturalistico – Varietà di paesaggi di elevata attrazione per la residenza e il turismo • PUNTI DI DEBOLEZZA – Elevati livelli di inquinamento atmosferico ed acustico dovuti alla preferenza dell’uso del trasporto su gomma FONTE: PTR VAS pg21
  16. 16. – Polverizzazione insediativa, sprawl urbano e saldature dell’urbanizzato lungo le direttrici di traffico con conseguente perdita di valore paesaggistico – Elevata congestione da traffico veicolare su gomma – Vulnerabilità dovuta al forte consumo territoriale particolarmente intenso nella zona collinare che ha reso preziose le aree libere residue –… –… – Frammentazione delle aree di naturalità
  17. 17. • OPPORTUNITA’ – Valorizzazione turistica di aree di pregio naturalistico, paesaggistico e culturale creando una rete anche ai fini della promozione • MINACCE – Frammentazione di ecosistemi e aree di naturalità per l’attraversamento di nuove infrastrutture in assenza di una progettazione che tenga conto della necessità di mantenere e costruire la continuità della rete ecologica
  18. 18. – Eccessiva pressione antropica sull’ambiente e sul paesaggio potrebbe condurre alla distruzione di alcune risorse di importanza vitale (suolo, acqua, ecc.), oltre che alla perdita delle potenzialità di attrazione turistica di alcune aree di pregio – Eccessiva espansione dell’edificato e dello sprawl urbano per la localizzazione di grandi attrattrici di traffico con il rischio di portare il sistema al collasso, sia da un punto di vista ambientale che di mobilità
  19. 19. L’integrazione dell’ambiente nel PTR Il Rapporto ambientale richiama anche le modalità con cui l’ambiente è stato integrato all’interno del sistema degli obiettivi e delle linee d’azione di piano. L’intero lavoro trova riferimento nella definizione di un insieme di obiettivi di sostenibilità e protezione ambientale per il PTR, stabiliti a livello internazionale, europeo e nazionale e pertinenti al piano […]
  20. 20. I criteri ambientali per l’attuazione e la gestione del PTR Il PTR […] : si tratta, infatti, di un piano che vive nel tempo, si aggiorna e si perfeziona con cadenza annuale, tenendo conto degli esiti del monitoraggio e delle valutazioni che vengono operate in fase attuativa. I criteri per l’attuazione del PTR sono quindi orientati a far dialogare gli strumenti di pianificazione e di valutazione ai vari livelli, sviluppano linee di indirizzo e di azione per le pianificazioni alle diverse scale territoriali, evidenziano la necessità di condividere fra i soggetti coinvolti le responsabilità per l’attuazione e delineano il percorso attuativo del PTR. […] La tabella 10 sintetizza i principali criteri ambientali per l’attuazione del PTR, suddivisi per tematica di riferimento. FONTE: PTR VAS sintesi non tecnica pg 44
  21. 21. Tabella 10b Razionalizzazione delle infrastrutture di trasporto: • rispetto alle politiche infrastrutturali, considerare come prioritari il riequilibrio modale, il potenziamento del modo ferro e l’intermodalità di passeggeri e merci: • in relazione alla qualità dell’aria, alle emissioni di gas ad effetto serra e alla sicurezza stradale, considerare prioritario il contenimento del trasporto merci su gomma a favore dei mezzi meno inquinanti; • in merito alla realizzazione delle infrastrutture, valutarne attentamente il rapporto tra costi e benefici economici, sociali ed ambientali, internalizzando la variabile ambientale al pari delle altre due dimensioni. Effettuare inoltre una attenta valutazione della localizzazione dei tracciati e delle opere, prendendo in considerazione tracciati o opere alternativi Da: sintesi non tecnica VAS, pg 45
  22. 22. riflessioni e considerazioni di carattere generale per la fase di attuazione e gestione del PTR 1. Dal punto di vista ambientale assume rilevanza il ruolo del piano territoriale regionale e della relativa VAS. […] La compatibilità tuttavia non risulta di per sé sufficiente a garantire la sostenibilità delle scelte con ricadute sul territorio. Si ritiene necessario, infatti, compiere un passo ulteriore, tramite l’attivazione di un percorso di condivisione con il sistema degli Enti e dei soggetti attivi sul territorio lombardo, al fine di pervenire ad una articolazione di tale quadro di riferimento della sostenibilità a livello sovracomunale. FONTE : PTR VAS sintesi non tecnica, pg 52
  23. 23. 2. Un ulteriore argomento di estrema rilevanza che si propone ai futuri approfondimenti del processo di PTR/VAS è la sostenibilità dell’uso del suolo, mediante la definizione di criteri operativi per limitarne il consumo. L’ambiente agricolo o comunque non costruito, tradizionalmente inteso quale riserva di suolo per l’edificazione, va invece opportunamente preservato, anche per permettere di assolvere alle sue funzioni ecologiche
  24. 24. 4. è opportuno che l’individuazione di ulteriori poli di sviluppo regionale sia effettuata non solo sulla base di criteri di carattere socioeconomico e territoriale, ma tenendo anche conto delle esigenze connesse alla salvaguardia ed alla valorizzazione del paesaggio, dell’ambiente e della natura
  25. 25. DOVE SI E’ PARLATO DI QUESTA AUTOSTRADA IN PASSATO Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale definisce gli obiettivi generali di pianificazione territoriale di livello provinciale
  26. 26. FONTE PTCP – provincia di Como del 2006 TAV 1.
  27. 27. Il tracciato del collegamento autostradale
  28. 28. I comuni interessati dal tratto CO-VA Beregazzo con Figliaro, Binago, BulgaroGrasso,Cassina Rizzardi, Castelnuovo Bozzente. Grandate, Luisago, Lurate Caccivio, Olgiate Comasco , Vedano Olona, Villa Guardia FONTE: PTR Strumenti Operativi
  29. 29. Come fare le osservazioni • Scaricare dal sito www.ptr.regione.lombardia.it il modulo per le osservazioni • Inviare l’osservazione entro il 17 ottobre in duplice copia cartacea completa degli eventuali elaborati a: • Regione Lombardia - Giunta Regionale, DG Territorio e Urbanistica, Struttura Programmazione Territoriale Regionale -via Sassetti 32/2, 20124 Milano, indicando sulla busta la dicitura “Osservazione PTR”
  30. 30. oppure tramite il Protocollo federato presso le Sedi Territoriali Regionali. • inviare l’osservazione anche al seguente indirizzo e.mail: ptr@regione.lombardia.it. Non saranno prese in considerazione le osservazioni pervenute solo tramite posta elettronica
  31. 31. • Invia una mail agli assessori competenti: davide_boni@regione.lombardia.it raffaele_cattaneo@regione.lombardia.it
  32. 32. Cosa vogliamo proteggere?
  33. 33. www.legambientetradate.it

×