• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Rilanciare il business attraverso il web - CCIAA Macerata
 

Rilanciare il business attraverso il web - CCIAA Macerata

on

  • 148 views

Nell'ambito del progetto Distretti sul Web sono state organizzati degli incontri formativi. Le aziende coinvolte nel progetto sono state invitate a partecipare agli appuntamenti di Uniontrasporti sui ...

Nell'ambito del progetto Distretti sul Web sono state organizzati degli incontri formativi. Le aziende coinvolte nel progetto sono state invitate a partecipare agli appuntamenti di Uniontrasporti sui temi del digital marketing e del cloud compunting.

Statistics

Views

Total Views
148
Views on SlideShare
148
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Se andiamo ad analizzare l’andamento delle ricerche Made in Italy nei paesi oggetto dell’analisi, i paesi con maggior numero di ricerche sono Stati Uniti ed Europa, con la Francia in trend di crescita double digit (+12%). Il Brasile ha volumi di ricerche Made in Italy poco inferiori a quelli della Francia e con una crescita del 8% e’ senza dubbio un paese con forte interesse per i nostri prodotti. I paesi che crescono di piu’ sono Giappone (+30%), India (+20%), Emirati Arabi (+22%) e Russia (+17%). <br /> Il calo della Cina, lo vedremo successivamente, e’ principalmente legato ad un calo delle ricerche del Made in Italy afferenti il settore Auto, mentre rimangono in crescita gli altri comparti. <br /> (Nota interna x Carlo: su sito del Ministero dello Sviluppo economico a giugno 2012 parla di “significativa contrazione del nostro export in Cina e India, ca del 11% - i nostri dati lo ritrovano sulla Cina, mentre in India rimaniamo positivi). Dal sito del Ministero, dati Agosto 2012 (con analogo trend a luglio, -11% cina) “Sempre nei primi otto mesi di quest’anno i mercati più favorevoli, dove si sono ottenuti incrementi delle vendite italiane superiori alla media, sono stati: l’Africa settentrionale (+23%), i cosiddetti altri paesi africani (+12,9%), il Nord America (+17,5%), l’Oceania e altri territori (+15%) e i Paesi europei non aderenti all’Unione Europea (+11,5%). Di converso segnali di rallentamento si iniziano ad intravedere in Asia, dove in mercati emergenti, quali India e Cina, le merci italiane subiscono delle importanti contrazioni, pari, rispettivamente, al 10,1 e all’11,4 per cento”. <br /> per quanto riguarda il calo del Made in Italy, e&apos; essenzialmente legato al forte drop del settore Automotive (-23%), mentre le categorie sono tutte positive (es. Fashion e Turismo +4%). <br /> a livello Auto, il calo sembra legato soprattutto alle Ferrari (-23%): normale, visto che pesa circa il 50% del portafoglio ricerche auto. <br /> Hope this helps <br />   <br />
  • Se analizziamo le ricerche da mobile e il loro peso sul totale delle ricerche Made in Italy, UK, USA e Giappone sono i principali contributori alla crescita. Da notare che ci sono paesi come Giappone (62% ricerche da dispositivi mobile/totale), Emirati Arabi (45%ricerche da dispositivi mobile/totale) USA (25%) dove l’accesso da dispositivi mobili ha raggiunto % sul totale delle ricerche significativi, ed e’ in continua crescita. In Europa la Francia ha gia’ raggiunto il 16% di ricerche da dispositivi mobili e sia Germania che UK continuano con un trend di crescita a 3 digit (+136% e +105% rispettivamente). <br />
  • http://www.google.com/trends <br />

Rilanciare il business attraverso il web - CCIAA Macerata Rilanciare il business attraverso il web - CCIAA Macerata Presentation Transcript

  • Rilanciare il business tramite internet e information technology Macerata – 3 ottobre 2013
  • Obiettivi Contribuire a diffondere la cultura dell’innovazione Favorire la digitalizzazione delle imprese operanti nei distretti industriali Azioni Risultati attesi 20 Borse di studio di Google Diffusione della consapevolezza sulle opportunità fornite dal web Ragazzi selezionati da un concorso Distretti Italiani CCIAA ospitanti Coinvolgimento delle imprese e miglioramento della loro presenza online
  • Agenda – Digital Marketing 1 Google + per il miglioramento del posizionamento organico e a pagamento 2 Gli acquisti sono ROPO: research online, purchase offline - Google local page on maps 3 Facebook - trovare un nuovo luogo di conversazione online e come organizzare internamente questa attività
  • Avere un profilo su Google + migliore il posizionamento organico e a pagamento 5-10%
  • 1 A sinistra del tuo profilo personale fai clic sull’icona “Pagine” e poi seleziona l’opzione “crea una nuova pagina”. 2 Seleziona la categoria sulla sinistra che descriva al meglio il tipo della pagina che vuoi creare. Fai attenzione perchè la categoria non è modificabile successivamente. 3 Assicurati di selezionare “Attività locale” se hai un negozio oppure se la posizione è importante per la tua attività. 4 Rendi più interessante la tua pagina inserendo un motto o uno slogan e descrivi la tua attività in massimo dieci parole. 5 Aggiungi una foto profilo ed una foto della copertina La creazione di un pagina su Google + è un passaggio nescessario per riconoscere la tua azienda nelle mappe
  • Sta cambiando il modo in cui acquistiamo RO.PO = Research online, Purchase offline 73% degli utilizzatori europei di internet ha cercato info su un prodotto online prima di comprarlo in negozio 55% della popolazione dell'UE ha cambiato opinione su cosa comprare dopo una ricerca.
  • Aggiungi tutte le informazini sulla tua azienda Richiedi il PIN per il riconoscimento Verifica la pagina
  • La pagina Google Place Local sarà così visualizzata sulla destra con tutte le informazioni e le foto che hai inserito
  • 1 Crea una pagina aziendale e non un profilo 2 Creala partendo dal tuo profilo personale, ne sarai l’amministratore. Non preoccuparti, chi metterà un like sulla pagina non potrà visualizzare il tuo profilo personale 3 Inserisci tutte le informazioni sull’azienda, il sito, la collocazione geografica, la foto del profilo e della copertina 4 Dopo aver impostato la pagina, invita tutti i tuoi contatti, non solo quelli di FB ma anche le mail, inserisci il link in tutta la tua corrispondenza e diffondi! 5 Pianifica quali sono i contenuti che pubblicherai, alterna immagini, video, contenuti interessanti, prova a pubblicare in diversi orari della giornata, usa un tono informale, fai domande ed invita l’utente all’azione. Non essere autoreferenziale 6 Solo dopo aver popolato la tua pagina di contenuti ed iniziato un dialogo con i tuoi fans, puoi pensare a promuovere a pagamento la tua pagina con campagne targettizzate per ottenere un numeno maggiore di like o promuovere i tuoi post.
  • Agenda – Presenza on-line 1 L'importanza di un sito internet e gli obiettivi 2 Farsi trovare - Google Trends e Google Market finder scopri quali sono le parole più cercate sul web e rendi più visibile il tuo sito internet 3 Google Adwords – il posizionamento a pagamento
  • Come si comportano le PMI italiane? 53% delle PMI è presente online 4,4 Mil. di PMI 34% delle PMI ha un proprio sito web 13% ha un sito e-commerce Fonte: Report Eurisko 2013
  • Le PMI attive online crescono più in fretta e raggiungono una clientela più internazionale Fonte: Fattore Internet, variazione media del fatturato negli ultimi 3 anni (%).
  • Le PMI attive online raggiungono un mercato più internazionale Fonte: Fattore Internet, vendite internazionali
  • PER DEFINIRE LA STRATEGIA ONLINE MIGLIORE PER UN CLIENTE BISOGNA PARTIRE DAI SUOI “OBIETTIVI” Lead Generation Acquisisce informazioni strategiche sui consumatori e li utilizza per contattarli o li vende a partner esterni. Traffico e brand Promuove online il sito per ottenere maggiore traffico e visibilità online del brand Local Promozione online di un esercizio commerciale radicato su una o più sedi E-commerce Vende online beni fisici o servizi attraverso una piattaforma e-commerce abilitata agli acquisti
  • Made in Italy 2012: +1% 2007-11: +24% 2012: +17% 2007-11: +85% 2012: +12% 2007-11: +16% 2012: +30% 2007-11: +30% 2012: +5% 2007-11: +28% USA ed Europa sono i paesi con maggiore numero di ricerche “Made in Italy”. In crescita Significativa Giappone, Russia, India ed Emirati Arabi. 2012: +1% 2007-11: +21% 2012: +22% 2007-11: +31% 2012: +20% 2007-11: +106% 2012: +8% 2007-2011: +42% N. Ricerche (PC+dispositivi mobili) % Crescita Ricerche Made in Italy Source: Google Internal data, rifermento anno 2012; CAGR 2007-2011.
  • Made in Italy più cercato nel mondo Fashion +5% Food +16% Automotive +9% Food + 13% Turismo +21% Food +23% Fashion +19% Fashion +41% Fashion +1% Food +10% Automotive +10% Food +48% A livello paese, Automotive predomina nelle Americhe, Fashion in Europa, Turismo in Russia ed Emirati Arabi, con Food in forte crescita in 8 paesi su 10. Source: Google Internal data, rifermento anno 2012; CAGR 2007-2011. Automotive +19% Food +54% Turismo +27% Food +49% Top categorie più cercate e tassi di crescita Categoria con crescita piu’ alta
  • Google Trends analizza e calcola quante ricerche sono state effettuate rispetto ai termini di ricerca inseriti. E’ possibile visualizzare i dati relativamente a una sola property di Google, come le ricerche Web, le immagini, le news. http://www.google.com/trends
  • RISULTATI GOOGLE TRENDS: BRAND, STAGIONALITA’, MERCATI CHIAVE… I termini di ricerca Il grafico mostra il volume di ricerca, indicando l’interesse nel tempo su una scala da 0 a 100.
  • La mappa mostra il volume di una determinata ricerca nel mondo Una lista delle ricerche più eseguite
  • RISULTATI GLOBAL MARKET FINDER: Diventa Globale ora! Traduci automaticamente le parole chiave nella lingua del tuo cliente. Distribuzione geograficaAnalizzare dove il cliente sta cercando il vostro prodotto. Stima dei costiMassimizza il tuo budget per l’advertising confrontando I costi per le varie lingue e location. http://translate.google.com/globalmarketfinder
  • Seleziona il tuo paese e la tua lingua Scrivi la keyword Seleziona I mercati di tuo interesse
  • Analizza dove e come il tuo cliente ti sta cercando, ti sarà di aiuto per pianificare il budget per una campagna di posizionamento a pagamento
  • GOOGLE ADWORDS Posizione a pagamento Posizionamento organico Posizione a pagamento
  • GOOGLE ADWORDS Obiettivi: 1 Brand 2 Generare contatti 3 Generare vendite 4 Raccogliere dati Caratteristiche: - la più usata è quella sulla rete di ricerca - è un’asta - con un budget giornaliero - posizionamento di parole chiave - gruppi di annunci specifichi - meglio chiaro invito all’azione - una o più landing page pertinenti - meglio scegliere parole chiave di nicchia, non troppo generiche - i dati forniti permettono di quantificare i costi e rapportarli agli obiettivi raggiunti
  • Informazioni e contatti www.google.it/get/distrettisulweb www.mc.camcom.it www.fm.camcom.it Cristina Fabi fabi.distretto12@unimercatorum.it Tutor del progetto – Lorenza Natali lorenza.natali@mc.camcom.it