ASP.NET

865 views
787 views

Published on

Introduzione allo sviluppo di applicazioni web con il pattern mvc

Published in: Technology
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
865
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

ASP.NET

  1. 1. Sviluppo applicazioni web e linguaggio HTML LEZIONE 04ASP.NETGetting Started …
  2. 2. ASP.NET
  3. 3. Nel 2002/2003 Microsoft porta sul web l’esperienzadell’event-driven programming Nascono le WebForms
  4. 4. ma è un castello di carte costruito per rendere l’http “stateful” e mascherare il web da applicazione desktop Embrace HTTP and HTML—dont hide it (Chris Tavares)
  5. 5. Spinto dalla community,nel 2009 arrivaun aiuto dal passato … … tutto ebbe inizio nel lontano 1970 con Smalltalk.
  6. 6. Model
  7. 7. Contiene o rappresenta i dati applicativiModel
  8. 8. Renderizzaparte delmodellosulla UI Model
  9. 9. Processa le richiestedegli utenti compilandoil modello e scegliendola view da renderizzare Model
  10. 10. Event drivenprogramming vs MVC
  11. 11. and the winner is …
  12. 12. and the winner is … MVC
  13. 13. Separationofconcerns (SoC) … ogni cosa al suo posto.
  14. 14. No ViewStateNo PostbackNo Page life-cycle … lasciamo che get e post facciano il loro lavoro.
  15. 15. Maggiorcontrollo sulcodice generato … il web è HTML!
  16. 16. Testability … avanti con lo unit testing!
  17. 17. E’ Open Source! … posso modificare e compilare il sorgente!
  18. 18. More than this … … andiamo a vedere
  19. 19. La mia primaapplicazione MVC
  20. 20. Partiamo da una soluzione vuota
  21. 21. Aggiungiamo un progetto ASP.NET MVC 3
  22. 22. Struttura di una applicazione MVC
  23. 23. Model sStruttura di una applicazione MVC
  24. 24. sStruttura di una applicazione MVC
  25. 25. Controller sStruttura di una applicazione MVC
  26. 26. Risponderea una richiesta
  27. 27. Conventionoverconfiguration … se possiamo evitiamo il codice di plumbing.
  28. 28. /Home/About convention over configuration
  29. 29. /Home/About convention over configuration
  30. 30. /Home/About convention over configuration
  31. 31. Partiamodal model
  32. 32. Domain Model
  33. 33. Accessoai dati
  34. 34. Struttura del database relazionale
  35. 35. … Popoliamo il database con dati di test
  36. 36. La rappresentazione dei datinelle tabelle di un database èdiversa da quella negli oggettidi un dominio impedance mismatch
  37. 37. Allora utilizziamo un ORM( Object - Relation Mapper ) Definisce una mappatura tra database e dominio in modo da rendere “trasparente” la persistenza degli oggetti ad esempio Entity Framework
  38. 38. Building an MVC 3 Appwith Code First andEntity Framework 4.1by Julie Lerman
  39. 39. • Installare l’Entity Framework da NuGet• Creare una classe che erediti dal tipo DbContext• Impostare una proprietà DbSet<T> per ogni classe T della quale vogliamo la persistenza• Aggiungere nel web.config la stringa di connessione al database Come configurare l’Entity Framework
  40. 40. Conventionoverconfiguration … se possiamo evitiamo il codice di plumbing.
  41. 41. • E questo è il codice per accedere ai dati salvati nel database: Accedere ai dati del DbContext
  42. 42. continua …
  43. 43. CreditsLe immagini contenute in questa presentazionehanno licenza Creative CommonsSlide 3: http://www.flickr.com/photos/gato-gato-gato/4166319893/in/photostream/Slide 4: http://www.flickr.com/photos/gibbons/2294375187/in/photostream/Slide 10: http://www.flickr.com/photos/49379577@N00/2420070827/in/photostream/Slide 35: http://www.flickr.com/photos/ididj0emama/2276657116/in/photostream/
  44. 44. Thank You MANUEL SCAPOLAN website: www.manuelscapolan.it twitter: manuelscapolan e-mail: info@manuelscapolan.it

×