La Sacra Scuola del Marketing Non-Convenzionale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La Sacra Scuola del Marketing Non-Convenzionale

on

  • 30,261 views

I 10 principi fondamentali del Marketing Non-Convenzionale, scritti in questa forma da Alex Giordano e Mirko Pallera di NinjaMarketing.it

I 10 principi fondamentali del Marketing Non-Convenzionale, scritti in questa forma da Alex Giordano e Mirko Pallera di NinjaMarketing.it

Statistics

Views

Total Views
30,261
Views on SlideShare
28,703
Embed Views
1,558

Actions

Likes
92
Downloads
132
Comments
1

43 Embeds 1,558

http://www.d4bmarketing.it 576
http://www.ninjamarketing.it 202
http://www.mediastreet.it 194
http://www.slideshare.net 127
http://www.d4b.it 126
http://valoriprimilab.blogspot.com 80
http://affiliationrule.blogspot.it 50
http://no-cost-marketing.tumblr.com 39
http://scriverebene.blogspot.com 21
http://www.mediabeta.com 19
http://valoriprimilab.blogspot.it 15
http://iednextmarketers.blogspot.com 12
http://chiaveastella.blogspot.com 11
http://iednextmarketers.blogspot.it 10
http://scriverebene.blogspot.it 10
http://affiliationrule.blogspot.com.br 9
http://affiliationrule.blogspot.fr 6
http://www.abcmarketing.it 6
http://marketingealtro.blogspot.com 5
http://affiliationrule.blogspot.com 5
http://comunicati.wordpress.com 4
http://slidearena.blogspot.com 4
http://ninjamarketing.it 3
http://blog.debiase.com 3
http://health.medicbd.com 2
http://creative-pixel.it.gg 2
http://publicspeaking2008.blogspot.com 1
http://cloud.feedly.com 1
http://affiliationrule.blogspot.in 1
http://www.affiliationrule.blogspot.it 1
http://s3.amazonaws.com 1
http://affiliationrule.blogspot.de 1
http://affiliationrule.blogspot.ru 1
http://www.blogger.com 1
http://www.iednextmarketers.blogspot.com 1
http://www.linkedin.com 1
http://chiaveastella.blogspot.it 1
http://www.newsgator.com 1
http://wildfire.gigya.com 1
http://www.lmodules.com 1
http://static.slidesharecdn.com 1
http://www.alessiocarciofi.com 1
http://www.slideee.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La Sacra Scuola del Marketing Non-Convenzionale La Sacra Scuola del Marketing Non-Convenzionale Presentation Transcript

  • La Sacra Scuola del Marketing “Non-Convenzionale” 10 principi fondamentali
  • NinjaMarketing Concept
    • Perché i Ninja?
    • NINJA VS. SAMURAI
    • UTILIZZAVANO TECNICHE SEGRETE e ARMI NON-CONVENZIONALI
    • PROFONDA CONOSCENZA DELLA NATURA e DEL TERRITORIO
  • Le Tecniche: qualche definizione…
  • Il word-of-mouth
    • Il passaparola è la trasmissione di informazioni, considerazioni, opinioni su un prodotto o su un brand che avviene da persona a persona in modo informale.
    • Word-of-mouse : tipicamente considerata una forma di comunicazione verbale, il passaparola è oggi potenziato dal web (blog, forum e email, IM, social media, ecc…).
  • Passaparola Vs Pubblicità
    • Solitamente le persone sono più propense a fidarsi di una comunicazione che avviene attraverso il passaparola rispetto a forme di persuasione più tradizionali, come la pubblicità classica o azioni di marketing convenzionali
    • Forte credibilità derivata dall’alto valore percepito della fonte , ritenuta attendibile non avendo un interesse diretto alla vendita.
  • L’effetto “Buzz”
    • Un’operazione di word-of-mouth ben riuscita genera l’effetto buzz (ronzio), una forma altamente intensa ed interattiva di passaparola.
  • Viral Marketing
    • Il marketing virale è finalizzato alla realizzazione di prodotti, servizi o comunicazioni commerciali che abbiano in sé la propensione a diffondersi spontaneamente fra le persone come virus.
    • Il marketing virale:
    • 1) Progetta il Viral-DNA del prodotto/servizio/comunicazione
    • 2) Identifica le persone potenzialmente interessate ad esso
    • 3) Lo inserisce nei network sociali di riferimento ( seeding )
    • 4) Ne agevola la diffusione incoraggiandone la condivisione e le conversazioni su di esso. con altre persone
  • Guerrilla
    • Deriva il proprio approccio dal termine militare "guerrilla”: guerra condotta con mezzi non-convenzionali da truppe irregolari , che possono contare su poche risorse contro un nemico preponderante
    • Nel Marketing: l’organizzazione di attività dal forte impatto creativo che sorprendano il pubblico
    • Le tecniche di "guerrilla marketing" utilizzano strumenti diversi da quelli tradizionali (spesso attesi, scontati e costosi), mettendo in campo azioni non-convenzionali per ottenere il massimo risultato con il minimo di risorse impiegate.
  • 1
  • 1. Dal Brand DNA al Viral DNA Progetta la natura virale del tuo brand, prima di ogni cosa.
  • Il prodotto (o la comunicazione) è “straordinario”? Il PRODOTTO IDEALE è quello che non ha bisogno di pubblicità!!!
  • Brand Building vs Momentum
  • Un brand sempre in movimento *La quantità di moto , detta anche impulso o semplicemente “ momento” misura la capacità di un corpo di modificare il movimento di altri corpi con cui interagisce dinamicamente Momentum=massa x velocità
    • Idee come moneta
    • Le idee trovano il medium
    • Idea Obsolescence
    • Conversazioni
    • Sorpresa
    • Tutto è branding
    • Investimenti come moneta
    • Il medium determina l’idea
    • Idea Extension
    • Pubblicità
    • Ripetizione
    • Branding e retail
    BRAND MOMENTUM* (nuove regole) BRAND BUILDING (vecchie regole)
  • Quale deve essere il ruolo del “Buzz” all’interno del Media Mix?
  • Dal “Buzz” come parte del Media Mix…
  • Al “Buzz” come DNA di tutte le attività di mktg!
  • Che risultati si aspettano i clienti?
  • Viralità=esponenzialità?
    • re
  • La “reattività” alle azioni è indice di viralità! Reattività agli stimoli: Blogosfera relation Seeding Ufficio Stampa Advertising
  • 2
  • 2. Dai Target alle Persone Non ci sono target da colpire, ma persone con cui risuonare.
  • I mercati sono conversazioni
    • Il Cluetrain Manifesto ci ha insegnato che:
    • I mercati sono conversazioni
    • 2. I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici
    • 3. Le conversazioni tra esseri umani si svolgono con voce umana .
  • Dalla “guerra” alla “collaborazione”
    • Il linguaggio del marketing
    • finora si è basato su
    • terminologie militari
    • La “cooperazione online” va
    • oltre i due classici pilastri
    • dell’economia: l’azienda produttrice
    • e il mercato di consumatori.
    • Es: Linux, Wikipedia, le recensioni
    • di Amazon, YouTube
    • media)
  • 3
  • 3. Dagli Stili di Vita ai Momenti di Vita Esci dall’ufficio ed entra nelle tribù e nei loro momenti di vita.
  • Come segmentare il target?
  • I “momenti di vita”
    • In alcuni momenti della nostra vita diventiamo un medesimo target che condivide uno “spazio sociale”, un ambiente.
    • Gli “spazi sociali” possono essere fisici o virtuali (Internet).
    • Lo “spazio sociale” è caratterizzato da due dimensioni: il luogo e il momento (situazione).
  • I “momenti di vita”
    • Ogni “spazio sociale” è caratterizzato da determinati:
      • codici simbolici
      • regole sociali
      • e particolari “ attitudini al consumo ”.
    • Approccio etnografico/analisi qualitative per:
      • capire il “senso” che le persone attribuiscono all’azione
      • identificare i potenziali touchpoints (reali e virtuali) fra pubblico e brand.
  • 4
  • 4. Dalla Brand Awareness alla Brand Affinity Non puoi piacere a tutti. Scegli e alimenta le tue affinità.
  • Il valore della comunicazione
  • Innovatori che “influenzano”
    • Al contrario della pubblicità classica, il marketing non-convenzionale punta a comunicare ad una nicchia di innovatori/influenzatori .
    • Innovatori ed adottatori precoci sono persone disposte a diffondere idee e novità , anche rispetto a nuovi prodotti e servizi.
    • Le persone che compongono la maggioranza precoce e tardiva prestano ascolto a questi “influencers”.
  • Non-convenzionale vs Tradizionale
    • Il Marketing Non-Convenzionale punta a coinvolgere alcuni INFLUENZATORI/UNTORI . Sono loro che diffonderanno la comunicazione agli altri!!!
  • Qual è il vantaggio di un approccio non-convenzionale?
  • Il flusso “convenzionale”
  • Il flusso “non-convenzionale”
  • 5
  • 5. Dall’ Advertising all’ Advertainment Non cercare di persuadere, ma diverti e stimola la conversazione.
  • Advertising Vs Advertainment
    • Il marketing non-convenzionale non punta a “persuadere”, bensì ad “intrattenere”.
    • Per questo spesso la strategia si basa sulla creazione di un “cavallo di troia” del messaggio pubblicitario.
    • In questo modo la comunicazione riesce a catturare l’attenzione del target, divertendolo e coinvolgendolo in una relazione, che poi permetterà al brand di veicolare il messaggio pubblicitario.
    • L’advertainment stimola il passaparola!
  • 6
  • 6. Dalla Brand Image alla Brand Reputation Non costruirti un’immagine, conquistati una buona reputazione.
  • Una definizione di brand
    • “ Una marca è costituita dall’ insieme dei discorsi tenuti su di essa dalla totalità dei soggetti (individuali e collettivi) coinvolti nella sua generazione”
    • (A. Semprini)
  • 7
  • 7. Dal Media Planning al Media Hunting Cambia il tuo media planner con un "cool hunter" della comunicazione.
  • Il Media Hunter
    • E’ un “ cool hunter” della comunicazione
    • Sempre connesso con i blog di tutto il mondo
    • Non ragiona per formati standard ma crea i formati
    • Non conosce solo le grandi concessionarie ma scopre ogni giorno nuovi mini-media
    • Non lo spaventa realizzare progetti complessi e trova i partner adatti
    • Sa cogliere le “occasioni” al volo! (non solo quelle di prezzo).
  • 8
  • 8. Dal Broadcasting al Narrowcasting Non ci sono solo i mezzi di massa, pensa a quanto è lunga la coda.
  • La lunga coda: mass-media vs. mini-media
  • Internet ha modificato i meccanismi di distribuzione
    • Il nostro intrattenimento non è più legato al mondo fisico, è diventato virtuale
    • In un mercato basato sulla “Lunga Coda” ciascuno può avere un pubblico
    • La “Lunga Coda” permette una fioritura di generi, stili, media differenti che si rivolgono a nicchie di pubblico, piccole, ma molto dense (e non affollate da messaggi pubblicitari!).
  • Uno strumento di analisi dei Trend (e delle neo-tribù)…
  • La mappa “Radar Trend” having being emotion techno
  • La mappa “Radar Trend”
    • E’ una mappa di tipo cognitivo, un sistema planare senza direzionalità  logica del cespuglio.
    • Le polarità della mappa:
      • Essere : la spiritualità, i valori dell’anima, la trasparenza e la semplicità volontaria.
      • Emozione : i valori dell’autenticità e dei sentimenti esibiti con coraggio, un’area carica di valori caldi e passionali.
      • Avere : i valori del possesso e dell’identità attraverso l’esibizione.
      • Tecnologia : l’irruzione dell'innovazione tecnologica e scientifica come valori guida del cambiamento.
  • 9
  • 9. Dal Market Position al Sense Providing Non cercare un posizionamento sul mercato, ma il tuo senso nella società.
  • Il Caso Camper
    • Antonio Fluxà ha fondato l’azienda di scarpe nel 1877 sull’isola di Mallorca
    • Suo nipote Lorenzo ha intrapreso un percorso di modernizzazione durante gli anni ‘70
    • Camper significa “contadino” in catalano, e le sue origini sono fermamente radicato nella Spagna rurale
    • Camper è ancora un’azienda famigliare che è diventata un “global” brand
    • Nel 2004, Camper ha venduto 3 milioni di paia di scarpe, con revenue per oltre 180 millioni di dollari.
  • Camper’s Way Camper non segue le mode ed è orgogliosa di essere guidata dall’amore per il design. Il direttore creativo Shubhankar Ray ha creato uno stile non-convenzionale che si basa sul concetto di: “ THE WALKING SOCIETY” (TWS)
  • L’orgoglio delle tradizioni
  • Camper’s Way NIKE Just do it - Ci fa credere che siamo tutti atleti, o almeno frequentatori assidui della palestra, che amano mettere alla prova la propria resistenza fisica, superare i propri limiti e sudare. CAMPER Walk don’t Run - Camper ci invita a riflettere sull’ambiente che ci circonda, su ciò che mangiamo e sulle scarpe che indossiamo.
  • La filosofia di Camper
    • “ Mettendo in mostra il MEDITERRANEO e i suoi caratteri più veri possiamo rafforzare l’origine geografica di Camper, l’autenticità del suo retaggio e la sua vera identità. È importante per Camper restare fedele alle proprie radici e alla propria indole, per differenziare il brand e proporre un’alternativa al modello di globalizzazione e consumo di matrice anglo-americana, per il quale tutti sono sexy e cool, e devono aspirare a qualcosa.”
    • Shubhankar Ray
    Autore del libro: The dis-ease of consumption – Capitalism is a thief
  • I claim di Camper
    • “ Walk … don’t run!”
    • “ A little better, never perfect”
    • “ Followers, not clients”
    • “ NO los compres, si NO los necessitas”
    Martì Guixé www.guixe.com
  • 10
  • 10. Dal Fare Comunicazione all' Essere la Comunicazione! Quello a cui devi sempre aspirare è la coerenza dall'inizio alla fine.
  • Il Caso Chevrolet
    • Nel marzo 2006 Chevrolet GM lancia una campagna user generated per promuovere il SUV Tahoe
    • Viene indetto il contest “ Build your own commercial” nell’ambito dello show televisivo “The Apprentice”
    • I clienti sono stati invitati a realizzare dei video partendo da una serie di clip e di colonne sonore da scegliere sul sito del Suv Tahoe ( www.chevrolet.com/tahoe ) e da arricchire con pay-off ideati liberamente.
  • I Risultati
    • La campagna è durata quattro settimane:
    • - ha raccolto 30000 iscrizioni
    • - coinvolto 5 milioni di persone
    • - alimentato un dibattito sull’eco-compatibilità dei SUV
    • Di fatto tutti i video realizzati per la campagna che circolano su YouTube e Google Video imputano al SUV Tahoe la responsabilità del riscaldamento del globo.
  • La risposta Chevrolet
    • Chevrolet ha affermato di aspettarsi anche una risposta negativa da parte dei consumatori…
    • “ Per un brand la cosa migliore è andare SEMPRE al cuore del dibattito, piuttosto che restarne ai margini”
    • (Direttore Marketing Tahoe)
    • È fondamentale “assumere una posizione trasparente, aprendosi al dibattito con i propri clienti”
    • (Ed Peper, Direttore Generale Chevy GM)
  • Dice il saggio…
      • “ Una cattiva reputazione si diffonderà ovunque, ma una buona reputazione andrà ancora più lontano”
    • (Nichiren, monaco buddista)
  • Alex Giordano e Mirko Pallera NinjaMarketing - la via del marketing non-convenzionale [email_address] Questo materiale è pubblicato con licenza “Creative Commons” ( www. creativecommons.org) . S iamo contenti se questo materiale viene liberamente diffuso, lo siamo ancora di più se ne citate anche la fonte. Credits: mandala by nowikonik.com