Your SlideShare is downloading. ×
Greenretailersx
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Greenretailersx

257

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
257
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Green Retailers ….Minaccia od Opportunità ?
  • 2. Cosa sta succedendo ?• La Sostenibilità è entrata negli obiettivi strategici delle grandi catene distributive internazionali• Walmart e altre grandi aziende di distribuzione stanno cambiando l’atteggiamento del mercato e dei fornitori a livello globale• I comportamenti che vengono richiesti alle aziende fornitrici sono: - Misurare gli impatti ambientali (con metodologie come il Life Cycle), - Agire per contenerli, collaborando anche con i progetti dei distributori, - Comunicare i miglioramenti in modo trasparente
  • 3. Cosa motiva le scelte dei distributori• Le richieste dei consumatori per prodotti più sostenibili• Le richieste dei fornitori, dei carrier logistici e delle utility• La valorizzazione del brand• La pressione delle regolamentazioni• Il comportamento dei competitors Fonte: Rsr Research , Luglio 2009
  • 4. Vendere prodotti più sostenibili Le iniziative di Walmart• Ricercare prodotti il cui impatto ambientale sia inferiore lungo l’intero ciclo di vita (dalla trasformazione delle materie prime al riciclaggio degli imballi)• Ricercare fornitori che possono e vogliono collaborare con la catena per avviare iniziative che riducono l’impatto ambientale ed in particolare l’emissione di Co2• Creare le condizioni per permettere ai clienti di WalMart di scegliere in modo consapevole (informato) , valutando anche le performance ambientali.
  • 5. Marks & Spencer: “Plan A”• Nel 2007 M&S lancia il suo piano per rendere più sostenibile la sua attività, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale entro 5 anni con 100 azioni concrete• Il progetto viene definito PLAN A per ricordare che non c’è una alternativa per il nostro ambiente (assente un piano B)• Nel 2010 il progetto è stato rilanciato. M&S si propone di diventare l’azienda di distribuzione più sostenibile al mondo entro il 2015 !
  • 6. Tesco: l’etichetta che quantifica il carbon footprint dei prodotti• Anche Tesco si sta impegnando a fondo per ridurre l’impatto ambientale delle sue attività• Ha coinvolto i fornitori in un progetto di etichetta del carbon footprint dei prodotti (l’etichetta è presente sul packaging dei prodotti)• Il progetto è iniziato nel 2008 in test ed oggi riguarda più di 100 prodotti• I consumatori vengono informati su come leggere ed interpretare l’etichetta
  • 7. Un caso ItalianoLa campagna Coop sulle Acque Minerali
  • 8. La Comunicazione Green: una esigenza di chiarezza• I consumatori chiedono di poteridentificare con chiarezza leaziende ed I prodotti “green”.• La Grande Distribuzione eOrganizzazioni indipendentiavviano iniziative per informare iconsumatori sulle performanceambientali• Le tante etichetteambientali, spesso pococonosciute, non rispondonobene a questa esigenza 8
  • 9. La comunicazione di marketing ai tempi della Green EconomyCompleta : prendere in considerazione tutti I diversiimpatti ambientali e/o nell’intero ciclo di vita del prodottoComprensibile: esprimere chiaramente l’intensità(quantitativa) dell’impatto ambientale per permettere diconfrontare fra loro prodotti diversiVerificabile: permettere ai soggetti interessati diindividuare la fonte dei dati e le modalità di elaborazioneAutorevole : acquisire la validazione di soggetti terzi , noncoinvolti nel business o nella realizzazione dellacomunicazioneTutte caratteristiche del Life Cycle Assesmente delle Dichiarazioni Ambientali di Prodotto 9
  • 10. Dichiarazioni Ambientali di Prodotto (EPD)• Cosa è : La Dichiarazione Ambientale di Prodotto (meglio nota come EPD) è un documento che descrive gli impatti ambientali legati alla produzione di una specifica quantità di prodotto• A cosa serve: La EPD è , uno strumento pensato per migliorare la comunicazione ambientale fra produttori da un lato (business to business), e distributori e consumatori dallaltro (business to consumers). Fornisce informazioni oggettive, confrontabili e credibili• Iter: E’ una Dichiarazione Volontaria , le cui regole di realizzazione vengono definite dalle stesse aziende che la utilizzano ma viene certificata da un Ente Terzo• Pubblicità: E’ possibile acquisire il marchio EPD rilasciato da Environdec (www.environdec .com) 10
  • 11. Cosa può fare Greenactions per aiutare le aziende ad affrontare questi cambiamenti ?• Supporto nella valutazione dei trend in atto per adeguare le strategie di prodotto, commerciali e di comunicazione• Supporto nell’utilizzo delle metodologie di Life Cycle per la misurazione degli impatti ambientali richiesti dalla distribuzione evoluta es : misurazione della quantità di CO2 emessa (carbon footprint) richiesta dal questionario di valutazione di Walmart• Supporto negli interventi di contenimento degli impatti ambientali lungo l’intera filiera o ciclo di vita es: interventi di eco-design per la riduzione dell’impatto ambientale degli imballi (meno materiale, più riciclabile)• Supporto per la comunicazione dei risultati ottenuti e nelle attività di green marketing REALIZZA LA DICHIARAZIONE AMBIENTALE DI PRODOTTO (EPD)
  • 12. Chi siamoGreenactions promuove la sostenibilità come valore di riferimento per le scelte operative delle Aziende , dei consumatori e delle Pubbliche Amministrazioni. Siamo in grado di accompagnare questa evoluzione mettendo a disposizione tutte le competenze necessarie di gestione di progetto, di valutazione degli impatti ambientali, di eco-design e di green marketing. La nostra peculiarità è quella di saper integrare le nuove competenze tecniche e metodologiche richieste dagli approcci sostenibili con una concreto orientamento al business, all’innovazione e alla comunicazione dei valori della sostenibilità.Contattaci per agire e cogliere le opportunità del cambiamentoMail: mario.iesari@greenactions.it ; phone : 3351302303

×