Ricerca licciardello identity and ingroup outroup relationships[1]
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Ricerca licciardello identity and ingroup outroup relationships[1]

on

  • 629 views

 

Statistics

Views

Total Views
629
Views on SlideShare
629
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
6
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Ricerca licciardello identity and ingroup outroup relationships[1] Ricerca licciardello identity and ingroup outroup relationships[1] Presentation Transcript

  • UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CATANIA Dipartimento di Processi Formativi Cattedra di Psicologia Sociale (Prof. Orazio Licciardello) Identity and ingroup/outgroup relationships Identità e relazioni ingroup outgroup An empirical study with immigrants from Maghreb living in south-eastern Sicily Daniela Damigella, Loretta Eterno, Orazio Licciardello XVII INFAD Internazional Congress Zamora (Spagna) 2010 21-24 April “Dificultades Sociales y Psicología Positiva de la vida”È una ricerca che dimostra che il singolo contatto non è sufficiente. Studio con immigrati magrebini residenti in sicilia Per Tajfel, l’identità è alla base del conflitto intergruppi ed è un fatto fisiologico . Tale conflitto diventa visibile con il meccanismo del bias intergruppi
  • Indice (I) Idicee (I)1.Sicilia e relazioni multiculturali2.Condizioni per un contatto positivo3.Metodo 3.1.Scopi 3.2.campione 3.3.Strumenti 3.4.Procedure4. Risultati- 4.1. relazioni ingroup/outgroup 4.2. Atteggiamento verso le leggi italiane e le istituzioni 4.3. Interventi funzionali all’integrazione e possibilità d’istituire un settling id’intervento nel territorio
  • Indice (I) Index (II)5. Risultati-Effetti delle correlazioni tra variabili- 5.1. Valutazione del Self 5.2. (Valutazione )Ingroup assessment 5.3. Outgroup assessment 5.4. Distanza tra Self attuale e ingroup6. Discussione7. Conclusione
  • Sicilia e relazioni multiculturaliIl contesto culturale siciliano è caratterizzato da una storia millenaria di relazionimulticulturali che hanno riguardato la vita dell‟isola e delle sue popolazioni. Esso è unarealtà complessa, risultato di ibridazioni, contaminazioni di identità che si sono(melting pot) mescolate per lungo tempo (Consolo & Cassano, 2000).La Sicilia, per molti anni, ha sperimentato una mobilità sociale che ha coinvolto i suoiabitanti.Per molti decenni, la Sicilia è stata un‟importante destinazione per immigrati che hannocercato di migliorare la loro qualità di vita.Nello specifico, nell‟area sud orientale dell‟isola il più grande gruppo di immigratiprovengono dal Maghreb, sono specialmente Tunisini, che lavorano in aziende o sonoproprietari di serre, quando il percorso d‟immigrazione nel territorio ha un esito positivo(Caritas, 2009).La convivenza tra persone con differenti retroterra culturali pone la questioneriguardante la qualità delle relazioni.E‟ la sfida dei nostri tempi che richiede un‟ effettiva gestione dei processi dicambiamento sociale e culturale e la negoziazione dei conflitti.
  • CondititCondizioni per gli effetti positivi del contatto (contatto riuscito)Allport (1954):• -parità di status;• -possibilità di conoscenza;• -cooperatione• -supporto istituzionaleRequisiti che sono difficilmente presenti nei normali contesti di vita quotidiana(Questo potrebbe sembrare esatto) Se l‟identità sociale è definita in termini diidentificazioni ingroup, condurrebbe a un fenomeno denominato intergroup bias(Tajfel, 1981).Nei contesti multiculturali sembrerebbe desiderabile contribuire alla creazione diprocessi reali d‟integrazione basati sul rinforzo delle reciproche appartenenze(Brown & Hewstone, 2005), ostacolando l’identificazione from leading toleveling and ingroup closing, o al contrario, disregard from becoming selfdenial (Taylor, 1992).
  • Finalità Lo scopo della presente ricerca consiste nelverificare le seguenti ipotesi :1). Il Contatto senza le condizioni descritte da Allport (1954) non è efficace nella riduzione del pregiudizio;2). Il Bias ingroup/outgroup (Tajfel, 1981) si verifica nel caso di identificazione ingroup e, dunque, il Self è strettamente correlato al valore assegnato al gruppo.3). La valutazione positiva dell‟ingroup, senza identificazione, produce una migliore qualità delle relazioni con l‟outgroup (Brown & Hewstone, 2005).
  • Campione Tot. N=158 immigrati provenienti da paesi del Nord Africa, che vivonoe lavorano nella Sicilia Sud Orientale.I I partecipanti(120 maschi and 38 femmine): -Età compresa tra 14 e 63 (M=33.58); - provengono soprattutto dalla Tunisia (73.4%); - hanno un livello medio di scolarità (scuola media 37.3% and junior high school 49.4 %); - la maggior parte sono musulmani (98.7%).
  • sStrumentiUn questionario composto da:-background questions (Licciardello, 1994), somministrate allo scopo di definire unprofilo delle caratteristiche socio/culturali dei partecipanti, utile per la costruzione dipossibili variabili di ricerca;-un gruppo di items (scala 1-7 con punto d‟indifferenza=4) allo scopo di misurare ilquadro rappresentazionale relativo alle relazioni ingroup/outgroup e il postooccupato dalla rappresentazione dell’immigrato.;-3 Differenziali Semantici (Di Nuovo & Licciardello, 1997) riguardanti lerappresentazioni riguardanti il Self Attuale (“Come io sono”), Outgroup (“I sicilianisono ...”) and Ingroup (“i miei connazionali sono ...”).
  • ProcedureeLe analisi dei dati è stata effettuata mediante il software di analisi statistica SPSS 15 for Windows, using MANOVA, Linear Regression Analysis and One test. a) È stato calcolato il valore medio di ciascun item; b) Relativamente al Differenziale Semantico, dopo la verifica di dell‟affidabilità interna con l‟indice alpha di Cronbach [“Sè attuale” (α=.835), “I siciliani” (Outgroup) (α=.892), “I connazionali” (Ingroup) (α=.877)], è stato possibile considerare ogni differenziale semantico come una scala Likert (con punteggio da 1 a 7 e punto d‟indifferenza=4), è stato calcolato il punteggio medio di ciascun paio di aggettivi polari. Inoltre sono state calcolate le Distanze Euclidee tra i differenziali Semantici considerati a coppia
  • Distanze EUCLIDEE: formulaPer calcolare le Distanze Euclidee abbiamo usato la seguente formula: e.g. for Actual Self and Ingroup: (ASi - INGi )2 AS=Actual Self, ING=Ingroup, i= ogni coppia di aggettivi polari in entrambi i Differenziali Semantici.
  • Relazioni ingroup/outgroupLe relazioni Ingroup sono in media caratterizzate da membership (appartenenza)(M=5.54) e in maniera moderata anche da solidarietà (M=4.51).Le relazioni outgroup (con I siciliani) non sembrerebbero particolarmente definite.Infatti le dimensioni:-superficialità (M=4.38, One Test: p=. 001), indifferenza (M= 4.36, One Test: p =. 009)and appartenenza (M=2.75, One Test: p <.001) hanno avuto punteggi negativi;-La scarsa considerazione per il rifiuto può essere interpretata in sensopositivo(M=2.68, One Test: p <.001).La rappresentazione degli atteggiamenti dei Siciliani nei confronti degli immigratisembrerebbero abbastanza incerte:-La scarsa solidarietà (M=3.63, One Test: p =. 007) e il punteggio, appena sopra ilpunto d‟indifferenza, attribuito a ipocrisia (M=4.31, One Test: p =. 027) sono negativi;-il basso valore assegnato al rifiuto (M=2.82, One Test: p<.001) e i punteggi,coincidenti con il punto d‟indifferenza, attribuiti alla superficialità (M=4.11),indifferenza(M=4.14), rispetto(M=4.23) and cordialità (M=4.19) sono positivi.
  • Atteggiamenti nei confronti della legge italiana e IstituzioniLeggi Italiane:-condividere e rispettare la Legge (M=5.64) ha prodotto un punteggio medio, and non-condivisione ma, ugualmente, rispetto (M=5.29) un medio/basso punteggio;-gli orientamenti negativi (violazione dovuta all’ignoranza, alla non partecipazione econseguente violazione, perchè sono considerate ingiuste e discriminatorie) sono stateampiamente rifiutate.Istituzioni (relazioni meno definite e più complesse):-sono approvate con punteggi positivi limitati: buono in generale(M=4.86);caratterizzate dalla richiesta di aiuto e supporto(M=4.39);-il medio-basso punteggio è in relazione al concetto che le istituzioni vengono vistecome negative per l’eccesso di obblighi(M=4.49);-coincide con il punto d‟indifferenza il punteggio riguardante l‟idea che esse sono(M=4.02). negative perchè le Istituzioni hanno atteggiamenti discriminatori neiconfronti degli immigrati
  • Interventi funzionali all’integrazione-Punteggi estremamente alti alla possibilità che La Legge che protegge meglio I dirittidegli immigrati(M=6.28);-punteggi medio-alti un maggiore coinvolgimento nella vità di comunità (M=5.71) emedio bassi punteggi alla possibilità processi educativi per una migliore comprensionedelle altre culture(M=5.23);-sono rifiutate le ipotesi che le Istituzioni stanno già operando positivamente(M=3.24) el„idea che l’integrazione è un irrealistico problema (M=2.62). Possibility of settling in the territoryLa possibilità di stanziamento (colonizzazione) in Sicilia è considerata improbabile:-approvata con medio alto punteggio l‟idea di un ritorno al loro paese al più presto seci saranno condizioni economiche, politiche, culturali e familiari anche se le condizionidi vita (in Sicilia) sono positive (M=5.96);-L‟idea di rimanere in Sicilia non è stata apprezzata, perchè anche se non è esattamenteil posto ideale per pianificare il nostro futuro c’è la possibilità di una migliore qualitàdi vità in confronto con le altre province italiane(M=4.25);-le opzioni relative alle condizioni economiche culturali favorevoli non giocano unimportante ruolo a questo riguardo (M=4.05 and M=3.76). É stata rifiutata l‟idea diritornare al loro paese perchè sono vittime d’intolleranza e razzismo(M=3.55).
  • Valutazione del Self Sembrerebbe produrre un effetto di chiusura ingroup e distanza dall‟outgroup Se è più alto il valore attribuito al Self attuale:a)-Più l’ Ingroup è considerato in termini di solidarietà(β = .241, t = 3.090, p =.002) and appartenenza (β =. 309, t = 4331, p <.001);-meno in termini di superficialità (β = -. 220, t = -2812, p = .006), distanza (β = -. 302, t =- 3941, p <.001) and rifiuto (β = -. 242, t = -3109, p = .002);b)-Meno le relazioni con l’outgroup sono considerate in termini di appartenenza (β= -. 249, t = -3202, p = .002);- In misura minore ai Siciliani sono attribuiti atteggiamenti all‟ Ingroup caratterizzatida affiliazione (β = -. 213, t = -2178, p = .007);c)-Minore era la considerazione sia delle relazioni dell‟ ingroup con le Istituzionibuone in generale(β = -. 196, t = -2489, p = .014) e l‟idea che le Istituzioni giàoperano positivamente (β =-. 226, t = -2884, p = .004);d)-più alta era la valutazione del fatto che l‟integrazione è un obiettivo irrealistico (β= -. 233, t = -2982, p = .003).
  • ValutaziValutazione dell’ Ingroup Sembrerebbe produrebbe effetti positivi sulle relazioni con l‟outgroup. Più alta è la valutazione dell‟ingroup:a)-In misura minore le relazioni con l’outgroup sono considerate in termini didistanza (β = -. 416, t = -5696, p <.001) and rifiuto (β = -. 504, t = -7273, p <.001);-In misura minore gli atteggiamenti dei Siciliani nei confronti dell‟ingroup sonoconsiderati caratterizzati dalla distanza (β = -. 383, t = -5165, p <.001) e rifiuto (β =-. 504, t = -7273, p <.001);b)-in misura maggiore mostrano nei confronti delle Leggi Italiane atteggiamentiaccettazione e rispetto (β = .162, t = 2045, p = .043) e in misura minore di nonaccettazione e conseguente violazione, perchè sono considerate ingiuste ediscriminatorie (β = -. 307, t = -4019, p <.001);-In misura minore il grado d‟accordo con l‟idea che le relazioni dell‟ingroup con leIstituzioni sono negative, perchè hanno atteggiamenti discriminatori nei confrontidegli immigrati (β = -. 218, t = -2775, p = .006)
  • ValutazioValutazione OutgroupSembrerebbe avere degli effetti sulle rappresentazioni delle Istituzioni, ingroup e relazioni con il territorio. Se è migliore la valutazione dell‟outgroup :a)-Più grande è l‟enfasi sul fatto che le Istituzioni dovrebbero avere un grandecoinvolgimento nella vita di comunità( β = .222, t = 2829, p = .005) e sul bisogno diavere più leggi per tutelare i diritti degli immigrati(β = .295, t = 3842, p <.001);b)-in misura minore sono considerate gli atteggiamenti dell‟outgroup nei confrontidell‟ingroup caratterizzato da diniego (β = -. 559, t = -8391, p <.001) and ipocrisia(β = -. 163, t = -2508, p = .041) e più da rispetto (β = .269, t = 3477, p = .001),amicalità (friendliness) (β = .161, t = 2033, p = .044) and ospitalità (β = .258, t =3331, p =. 001);c)-In misura minore sono d‟accordo con l‟idea di un ritorno il più presto possibilenel paese d’origine a causa dell’intolleranza e del razzismo dei quali sono spessovittime (β = -. 293, t = -3189, p <.001).
  • Distanza tra Self attuale e ingroup Sembrerebbe produrre effetti sulla qualità delle relazioni ingroup con l‟outgroup e con le Istituzioni .La maggiore distanza tra queste dimensioni sono correlate positive con l‟idea che : a)-le relazioni ingroup/outgroup sono caratterizzate da solidarietà (β = .317, t = 4159, p= .004) and appartenenza (β = .228, t = 2918, p <.001); b)-le relazioni ingroup con le Istitutioni sono buone in generale (β = .199, t = 2528, p = .012) e caratterizzate dalla richiesta di aiuto e supporto(β = .164, t = 2065, p = .041); c)-entrambi potrebbero essere utili per favorire una migliore comprensione di differenti culture attraverso processi educativi(β = .328, t = 4319, p <.001) e che le istituzioni operano già positivamente (β = .321, t = 4224, p <.001).
  • Discussione I risultati sembrerebbero confermare le nostre ipotesi.1. Il contatto senza le condizioni individuate da Allport (1954) non riduce ilpregiudizio: sebbene i soggetti del nostro campione si sono insediati in Sicilia perlungo tempo e hanno approfondito bene la lingua italiana, il contatto non sembramigliorare le relazioni ingroup.2. Ingroup/outgroup bias (Tajfel, 1981) si verifica in caso d‟identificazione conl‟ingroup: una valutazione positiva dell‟immagine di Sè è correlata con sia con unasostanziale identificazione l‟ingroup allo stesso livello con una valutazionedell‟outgroup caratterizzata in termini negativi e con l‟idea che l‟integrazione sia unaquestione irrealistica.3. Una stima positiva dell‟ingroup, senza identificatione, permette una migliorerappresentazione delle relazioni con l‟outgroup (Brown & Hewstone, 2005), diqueste stabiliscono a posteriori nei confronti dell‟ ingroup e degli atteggiamenti neiconfronti delle leggi italiani e istituzioni .Risultati simili sono ottenuti in caso di positiva valutazione dell‟outgroup
  • Conclusione- Il miglioramento delle relazioni con l‟ingroup è basato sul reciprocoriconoscimento, supportato dalla consapevolezza del significato e del valoredell‟appartenenza individuale (Brown & Hewstone, 2005).- La riduzione del pensiero basato sul pregiudizio è correlata a variabili psico-sociali e, in questo senso, il contatto può essere utile per creare una civileconvivenza quando il gruppo è apprezzato (almeno non sminuito)- Questa condizione (che interventi appropriati possono creare) puòevitare processi di non riconoscimento del fenomeno (Taylor, 1992) e può fareludere il rischio di una reazione che può portare alla chiusura nell’ingroup,concorrendo all’apertura e a una modalità di conoscenza dell’outgroup , nonpiù visto come “Altro” o il “nemico”’, ma come partner nella co-costruzione (ecomunque più complessa) integratione, civile e pacifico processo di convivenza.