I social networks

261 views

Published on

I social networks oggi sono la strada migliore per creare visibilità gratuita per la tua azienda, in particolar modo nel turismo sono fondamentali per condividere le esperienze.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
261
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

I social networks

  1. 1. Come promuovere l'azienda con i Social Network e…. Paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo paragrafo
  2. 2. Serve una strategia Obiettivi Piano di web marketing
  3. 3. FAN PAGE: curare aspetto e informazioni
  4. 4. Come “postare”
  5. 5. Facebook e Instragram La presenza su Instagram è diventata tanto importante quanto quella su altri social. Questo uno dei motivi che ha spinto Facebook ad acquistarlo! Instagram è un'applicazione gratuita che permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri e condividerle su numerosi servizi di social network, compresi Facebook, Foursquare, Tumblr, Flickr e Posterous. È compatibile con i sistemi operativi iOS e e Android. Grazie alla forza delle immagini Instagram oltrepassa ogni barriera culturale e linguistica. La comunicazione fotografica è molto più d’impatto ed emozionale di un post o di un tweet. Le foto stabiliscono un legame emotivo più profondo rispetto ad un semplice testo.. riescono a catturare l'attenzione di tutti i 5 sensi. Attraverso Instagram, un'azienda può rafforzare il proprio brand e il proprio posizionamento. Instagram è appetibile per i brand soprattutto dai settori moda, turismo, food, editoria e sport.
  6. 6. Ma cosa funziona su Facebook? Foto, Video, Link Domande (sono efficaci) Citazioni, anziché pubblicare un post testuale contenente la citazione emozionale di quell'esperto, di quell'autore, di quel guru del settore, trasforma le sue parole in un'immagine. Promuovere i propri contenuti se ci sono: video, grafici e infografiche ottengono i risultati migliori. Anche foto “dietro le quinte” dello staff. Socializziamo!! Le interazione come like, commenti e condivisioni hanno un valore diverso: in una scala di importanza abbiamo prima le condivisioni, poi i commenti e poi i like. Quindi se vogliamo aumentare la visibilità dei nostri post in realtà bastano pochi gesti. Quando un utente commenta un post, una foto o un link… Rispondiamo al Commento e clicchiamo Mi Piace sul commento (se è opportuno)
  7. 7. L’EDGE RANK
  8. 8. L’importanza di conoscere l’EDGE RANK L’Edge Rank è un algoritmo di Facebook che è in grado di stabilire a quali contenuti o post dare maggiore risalto o visibilità. L’edge rank tra una vostra pagina e ogni utente è unico ed è basato su 3 fattori: Affinità: Il primo fattore è ciò che chiamiamo affinità, dato dal numero complessivo di interazioni con un utente. Cioè se io e te stiamo interagendo molto, o se io interagisco spesso con la tua fan page, io vedrò più spesso i tuoi post. Se siamo amici e interagiamo spesso, io vedrò più spesso il contenuto postato sul tuo profilo. Se la condivisione con qualcuno è bassa, di conseguenza sarà minore l’affinità. Peso: Riguarda la tipologia del contenuto. Ad esempio le foto costituiscono una piccola parte di questo peso. Sia le foto che i video, i link, gli aggiornamenti di stato e sfortunatamente le app di terze parti sono considerati meno rilevanti di un contenuto di altro genere, come quello creato appositamente. Tempo: Quanto è recente il post? I post più vecchi sono mostrati meno frequentemente.
  9. 9. Le ultime modifiche su l’EDGE RANK Recentemente facebook ha modifica l'Edgerank introducendo Story Bumping e Last Actor. Le due novità principali riguardano la visualizzazione dei post vecchi che per distrazione o momentaneo disinteresse hai tralasciato ma che, secondo i parametri dell'Edgerank, rientrano nella tua sfera di interesse. Per realizzare questo obiettivo, aumentando così l'interazione tra gli utenti, sono stati introdotti due nuovi paramentri all'algoritmo dell'Edgerank che influiscono sulla visualizzazione dei post nel tuo News Feed: Story Bumping e Last Actor.
  10. 10. Le ultime modifiche su l’EDGE RANK Story Bumping Spesso può capitare che tra i circa 1.500 contenuti che in media ci troviamo davanti ogni volta che accediamo al nostro News Feed possa sfuggirci qualche post, video o link davvero importante. Per rimediare a questa distrazione Facebook ha introdotto lo Story Bumping che ad ogni nostro accesso alla piattaforma ci ripropone un contenuto "importante"indipendentemente dalla data della sua pubblicazione. L'importanza dei contenuti è calcolata in base alla interazione ottenuta (like, commenti) e al tuo interesse per contenuti di quel genere. Last Actor Facebook sceglie quale contenuto mostrarci con lo Story Bumping grazie al nuovo Last Actor . l'Edgerank monitora le nostre ultime 50 interazioni con i contenuti comparsi nel nostro News Feed e in base alle nostre attività sul social l'algoritmo sceglie quale contenuto mostrarci. Il nuovo algoritmo considera solo le “storie organiche”, non quelle sponsorizzate. I test hanno dimostrato che la percentuale delle storie lette è aumentata dal 57 al 70%. Facebook quindi spinge ancora per aumentare l'interazione tra gli utenti!
  11. 11. Come sfruttare l’EDGE RANK Per sfruttare al meglio le opportunità che arrivano dal Edgerank è utile capire come strutturare i post del nostro piano editoriale amplificandone la visibilità a nuovi utenti. A questo proposito, possiamo partire da queste 3 semplici regole [+ una] per scrivere un post perfetto: 1. Testo, limitandosi a massimo novanta caratteri, shortlink e call to action; 2. Targetizzazione per paese, età o lingua venendo incontro agli interessi del target; 3. Immagini, ingaggiano se impattanti cromaticamente e di risoluzione minima 300×300 pixel; Extra. Commenti, è bene rispondere per rilanciare la conversazione e stimolare nuove discussioni.
  12. 12. L’importanza di gestire i commenti negativi Case study: Patrizia Pepe
  13. 13. Quindi come comportarsi? Il segreto sta nella diplomazia e nella concreta comprensione che sui social media abbiamo un canale di comunicazione spalancato agli umori e alle reazioni delle persone, dove bisogna fare qualunque cosa per non compromettere le relazioni. Ecco 3 consigli su come comportarsi 1. sposta le conversazioni "critiche" in privato: aiuterai chi non è soddisfatto a non fomentare negatività di altri utenti sulla tua bacheca, ma soprattutto lo farai sentire psicologicamente "importante" e ascoltato; 2. fai sentire appagati i tuoi clienti soddisfatti: sii cordiale, amichevole, invitali a dialogare. Saranno ben propensi e si sentiranno in qualche modo chiamati in causa, protagonisti; 3. pensa sempre ai lettori che verranno, non a chi ti sta accusando in questo momento: probabilmente lui sarà un cliente perso, ma puoi ancora tutelare chi verrà in seguito.
  14. 14. Facebook Tre buoni motivi per prenderlo sul serio 1. La visibilità in Italia 2. Mobile 10 milioni di utenti hanno scaricato l’applicazione … Il 50% usa solo il mobile! 24 milioni di utenti 3. Raggiungere le persone per: 1. Zona geografica 2. Attività lavorativa 3. Interessi e relazioni 4. Stato sentimentale, ecc.
  15. 15. Case study
  16. 16. Case study
  17. 17. Facebook ADS e Post Sponsorizzati
  18. 18. Scegli una destinazione e cosa fare Sito o facebook? Cosa voglio ottenere? Aumentare i fan? Far conoscere una promozione? Fare una campagna mirata?
  19. 19. Scegli il tuo target
  20. 20. Ecco come ottieni più mi piace!
  21. 21. Sponsorizza i tuoi post 52.000 persone hanno visto questo post
  22. 22. ADS….trova l’annuncio giusto!
  23. 23. Cosa vedono gli utenti?
  24. 24. Analizza i dati

×