Le verticalizzazioni di jAPS 2.0 Entando:   la piattaforma documentale aDOC       Marco Ciarletti
La piattaforma documentale aDOCGestioni Elettroniche, in joint venture con AgileTec, harealizzato la piattaforma documenta...
La piattaforma documentale aDOCMa lobiettivo di aDOC è di raccogliere la sfida delladematerializzazione rivisitando in una...
La piattaforma documentale aDOCCentralità del documento significa:  avere nei fascicoli solo documenti, non elementi di  d...
La verticalizzazione di jAPS 2.0 entandoaDOC è stato realizzato come verticalizzazione di jAPS 2.0Entando.jAPS 2.0 Entando...
aDOCIl risultato è un’applicazione semplice da utilizzare,intuitiva per l’utilizzatore finale, pienamente aderente allenor...
AccessibilitàSelezione della  tipologia di    accesso
AccessibilitàNavigazione con presentation   standard
AccessibilitàNavigazioneaccessibile
AccessibilitàCSS disabilitatiper simulazione  lettura con Screen reader
Accessibilità Caratteriingranditi
AccessibilitàRedistribuzione   funzioni afronte riduzione     finestra
Il web 2.0L’accesso da mobile
Il web 2.0Le notifiche dieventi su SocialNetwork
Architettura della soluzione•La base del sistema è la piattaforma jAPS 2.0 Entando,che comprende numerose funzionalità, co...
Architettura della soluzione   Amministratore   Amministratore              Amministratore                               A...
Le integrazioniL’architettura modulare ed “aperta” di aDOC favorisceanche l’integrazione con applicazioni che trattano opr...
Le integrazioni: Shoot & ProofUn esempio può provenire da soluzioni come quella diInformation Photo Evidence Management, c...
Le integrazioni: Shoot & ProofGrazie all’integrazione con aDOC sarà poi possibilegestire l’evidenza digitale così ottenuta...
Le integrazioni: Shoot & ProofLa soluzione si presta ad innumerevoli applicazioni ovesia richiesto una semplicità e rapidi...
Le integrazioni: Shoot & Proof Principali caratteristiche di Shoot & Proof:q Acquisizione immediata in formato elettronico...
Le integrazioni: Shoot & ProofL’architettura di integrazione:
Le integrazioni: Shoot & ProofI vantaggi dell’integrazione:q Possibilità di protocollare automaticamente le fotografie in ...
I vantaggi della verticalizzazioneInterfaccia utente accessibileUnico punto di accesso verso informazioni, dati edapplicaz...
Il risultato…•   Affidabilità e competenza di dominio: progetto, realizzazione e gestione dei servizi da parte di un team ...
Siamo anche su MEPA
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La piattaforma documentale aDOC

1,967 views
1,812 views

Published on

aDOC è un nuovo sistema di gestione documentale, interamente open source, nativamente integrato con funzioni di protocollo informatico, workflow e conservazione sostitutiva.

Published in: Technology, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,967
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
26
Actions
Shares
0
Downloads
20
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La piattaforma documentale aDOC

  1. 1. Le verticalizzazioni di jAPS 2.0 Entando: la piattaforma documentale aDOC Marco Ciarletti
  2. 2. La piattaforma documentale aDOCGestioni Elettroniche, in joint venture con AgileTec, harealizzato la piattaforma documentale aDOC, che era stataannunciata in CONFSL 2010 a Cagliari ed è stata poipresentata recentemente a FORUMPA 2011.aDOC è una soluzione Open Source di gestionedocumentale, completamente aderente alle normativesulla dematerializzazione (protocollo informatico, PEC,firma elettronica, ecc..) e sullaccessibilità (legge Stanca).
  3. 3. La piattaforma documentale aDOCMa lobiettivo di aDOC è di raccogliere la sfida delladematerializzazione rivisitando in una inedita modalitàuser-friendly i dettami normativi, trasformandoli in punti diforza di un approccio che vede il documento al centrodell’interesse di chiunque, a qualsiasi titolo, sia coinvoltonei processi amministrativi ed aziendali.
  4. 4. La piattaforma documentale aDOCCentralità del documento significa: avere nei fascicoli solo documenti, non elementi di diverso ordine come i “protocolli”. aDOC gestisce nativamente il documento, mostrando all’utente documentale i dati di protocollazione come suoi allegati. poter gestire qualunque oggetto elettronico (foto, filmati, mappe, ecc..) che in diversi contesti di utilizzo venga considerato come documento
  5. 5. La verticalizzazione di jAPS 2.0 entandoaDOC è stato realizzato come verticalizzazione di jAPS 2.0Entando.jAPS 2.0 Entando è stato infatti utilizzato come piattaformaapplicativa per lo sviluppo di aDOC, che non ne richiamasoltanto i servizi, ma lo integra, rendendo proprie,“ereditando”, le sue features innovative.
  6. 6. aDOCIl risultato è un’applicazione semplice da utilizzare,intuitiva per l’utilizzatore finale, pienamente aderente allenormative su dematerializzazione ed accessibilità e giàproiettata verso il web 2.0 con features quali l’accesso damobile e le notifiche di eventi su Social Network.
  7. 7. AccessibilitàSelezione della tipologia di accesso
  8. 8. AccessibilitàNavigazione con presentation standard
  9. 9. AccessibilitàNavigazioneaccessibile
  10. 10. AccessibilitàCSS disabilitatiper simulazione lettura con Screen reader
  11. 11. Accessibilità Caratteriingranditi
  12. 12. AccessibilitàRedistribuzione funzioni afronte riduzione finestra
  13. 13. Il web 2.0L’accesso da mobile
  14. 14. Il web 2.0Le notifiche dieventi su SocialNetwork
  15. 15. Architettura della soluzione•La base del sistema è la piattaforma jAPS 2.0 Entando,che comprende numerose funzionalità, componenti ebest practices consolidati.•La piattaforma tecnologica si basa su un architetturamodulare e orientata ai servizi, e consente quindi unaportabilità ed una scalabilità per gestire sistemi di ognidimensione•Il livello applicativo è organizzato in servizi cooperanti,rendendo l’architettura flessibile e modulare edagevolando gli interventi di manutenzione edevoluzione.
  16. 16. Architettura della soluzione Amministratore Amministratore Amministratore Amministratore Utenti AOO Utenti AOO Ente Ente AOO AOOApplicazione Ente Applicazione Ente Applicazione AOO Applicazione AOO Sistemi esterni Sistemi esterniPresentazione (GUI) Presentazione (GUI) Servizi scansione e stampa Controllo Controllo Servizi Logica applicativa Logica applicativa trasformazione formati Servizi infrastrutturali Workflow Servizi comuni Motori ricerca Funzioni Documentale Interoperabilità Configurazione e Registro IPA gestione sistema Funzioni Protocollo Archiviazione sostitutiva Integraz. e Casella PEC Integrazione e comunicazione comunicazione Accesso ai dati Accesso ai dati Archiviazione storica Persistenza Ente Persistenza Ente Persistenza AOO Persistenza AOO Archivio Ente Archivio AOO Documenti AOOProfili ammnistratori Profili autorizzativi Repository JSR283 /Applicazioni Struttura organizzativa Altri (Alfresco, ...)Configurazioni generali Titolario, fascicoli Persistenza e versiona- Protocollo, Workflow mento documenti
  17. 17. Le integrazioniL’architettura modulare ed “aperta” di aDOC favorisceanche l’integrazione con applicazioni che trattano oproducono oggetti digitali (foto, filmati, mappe, ecc..)che devono essere conservati, catalogati e messi inrelazione con altre istanze di tipo documentale.
  18. 18. Le integrazioni: Shoot & ProofUn esempio può provenire da soluzioni come quella diInformation Photo Evidence Management, che nasceper permettere di provare chi, cosa, dove e quando èstata fatta una foto. In questo modo è possibileattribuire un forte valore probatorio all’evidenzadigitale semplicemente aggiungendo alla fotoinformazioni riguardanti la georeferenziazione, la marcatemporale, il watermarking e l’integrità di tutti i dati.
  19. 19. Le integrazioni: Shoot & ProofGrazie all’integrazione con aDOC sarà poi possibilegestire l’evidenza digitale così ottenuta attraversol’indicizzazione, la condivisione e l’archiviazione, egarantendone la catena della custodia.
  20. 20. Le integrazioni: Shoot & ProofLa soluzione si presta ad innumerevoli applicazioni ovesia richiesto una semplicità e rapidità di utilizzo, edispositivi leggeri e di uso comune (smartphone otablet) sia per Aziende (Assicurazioni, Real Estate,Costruzioni, Manutenzione, Pulizia, Sicurezza, ecc..)che per PA (Forze dell’Ordine, Polizia Municipale,verifiche e rilievi catastali ed ambientali, ecc..).
  21. 21. Le integrazioni: Shoot & Proof Principali caratteristiche di Shoot & Proof:q Acquisizione immediata in formato elettronico dell’evidenza: Immagini, Video, Documenti;q Possibilità di acquisire direttamente la Documentazione in formato OCR;q Georeferenziazione, marcatura temporale, watermark e cifratura all’origine dell’evidenzaq Integrità nella catena della custodia;q Immediato valore probatorio;q Reporting da 3 a 6 volte più veloce;q Dal 25% – al 50% di incremento della produttività;q Riduzione dei costi in caso di contenzioso;
  22. 22. Le integrazioni: Shoot & ProofL’architettura di integrazione:
  23. 23. Le integrazioni: Shoot & ProofI vantaggi dell’integrazione:q Possibilità di protocollare automaticamente le fotografie in ingresso;q Classificazione e fascicolazione negli archivi documentali, insieme agli altri documenti inerenti la persona, l’oggetto, il luogo o l’evento fotografati;q Ricerche e reporting integrati di foto e documenti;q L’inserimento in archivio della foto (via protocollo o gestione documentale) può attivare procedure e procedimenti amministrativi;q I profili di abilitazione ed i permessi di visibilità gestiti dal sistema documentale garantiscono i corretti livelli di riservatezza e condivisione.
  24. 24. I vantaggi della verticalizzazioneInterfaccia utente accessibileUnico punto di accesso verso informazioni, dati edapplicazioniCaratterizzazione delle funzionalità in relazione alcontesto operativo di ogni utenteIntegrazione di servizi applicativi esterniGestione entità incorporata (Entità = struttura xml percomposizione di oggetti complessi)Utilizzato in progetti di grandi dimensioni (Min.Giustizia, Comune di Roma, Dip. Protezione Civile,ecc..)Possibilità di realizzare applicazioni web based su
  25. 25. Il risultato…• Affidabilità e competenza di dominio: progetto, realizzazione e gestione dei servizi da parte di un team di esperti• Innovazione: documentale nativo, non upgrade di protocollo. Gli utenti documentali vedono documenti, non protocolli, e nei fascicoli ci sono solo documenti. Il protocollo è sempre consultabile, ma è solo un evento• Accessibilità: completamente conforme alla legge Stanca, in ogni momento l’utente può scegliere l’interfaccia più intuitiva o quella accessibile, le funzioni sono le stesse• Flessibilità: alto livello di modellazione dei dati, che permette al Cliente di configurare la soluzione più aderente alle proprie necessità organizzative senza intervenire sul sw• Autonomia: l’assistenza può essere erogata nel tempo da fornitori diversi, o presa in carico direttamente dal Cliente• Durata: traguardo medio-lungo, permette di far lavorare soggetti diversi ad evoluzioni e personalizzazioni, evitando successivi investimenti sul prodotto ed adeguandolo nel tempo con implementazioni che lo mantengono aggiornato al contesto normativo e funzionale• Scalabilità: l’assetto modulare dell’architettura e la scelta di non gestire l’offerta in termini di costi per singolo utente e/o per documento registrato permettono nel tempo la libera diffusione del sistema in tutta l’organizzazione
  26. 26. Siamo anche su MEPA

×