• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Sistema integrato reno samoggia
 

Sistema integrato reno samoggia

on

  • 1,535 views

L’assessore Paola Gazzolo, il Presidente del Gruppo PD in Regione Emilia-Romagna Marco Monari, la Consigliera Paola Marani hanno partecipato alla presentazione del rapporto “Fiume Reno e torrente ...

L’assessore Paola Gazzolo, il Presidente del Gruppo PD in Regione Emilia-Romagna Marco Monari, la Consigliera Paola Marani hanno partecipato alla presentazione del rapporto “Fiume Reno e torrente Samoggia, interventi strutturali per la riduzione del rischio idraulico. Stato di fatto e prossime fasi di attuazione degli interventi per la messa in sicurezza idraulica del territorio della pianura bolognese”, svoltasi presso la Casa della Cultura di Padulle di Sala Bolognese.

Il ppt presenta i materiali del rapporto.

Statistics

Views

Total Views
1,535
Views on SlideShare
1,414
Embed Views
121

Actions

Likes
0
Downloads
16
Comments
0

2 Embeds 121

http://www.gruppopdemiliaromagna.it 120
http://www.slashdocs.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Sistema integrato reno samoggia Sistema integrato reno samoggia Presentation Transcript

    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno FIUME RENO E TORRENTE SAMOGGIA INTERVENTI STRUTTURALI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO Sala Bolognese, 15 giugno 2011 Stato di fatto e prossime fasi di attuazione degli interventi per la messa in sicurezza idraulica del territorio della pianura bolognese
      • Il sistema idraulico Reno-Samoggia ha evidenziato spesso situazioni di crisi in caso di piene straordinarie, dando luogo a rotte ed allagamenti.
      • L’insufficiente dimensionamento delle sezioni arginate, rende inadeguati ampi tratti del sistema idraulico a fare fronte a piene significative, almeno riferibili a tempi di ritorno di 200 anni.
      • Il “ Piano Stralcio di Assetto idrogeologico per il Fiume Reno” ed il “ Piano Stralcio del Torrente Samoggia” , redatti dall’Autorità di Bacino del Reno, ed approvati dalla Giunta Regionale, individuano una serie di misure atte a mettere in sicurezza idraulica il territorio della pianura Bolognese.
      • Il piano si articola in una serie di interventi che consistono fondamentalmente in:
      • Sovralzi arginali
      • Casse di espansione
      • Contenimento della vegetazione in alveo
      PREMESSA Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Il sistema integrato di interventi nel bacino Reno-Samoggia cassa LE BUDRIE cassa BAGNETTO cassa BOSCHETTO cassa BONCONVENTO cassa BARLEDA cassa TREBBO rialzi Samoggia rialzi Samoggia Allargamento argini Lavino rialzi Reno
    • Cassa Bagnetto 17.0 milioni di m 3 stato attuale: 22% lavori in corso Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Cassa Boschetto e Bonconvento 6.5 milioni di m 3 Stato Bonc.: 40% Stato Bosch. 90% Già disp.: 4 Mmc Cassa Barleda 0.5 milioni di m 3 stato al 40% In avvio 2° lotto Cassa del Trebbo 4 / 6 milioni di m 3 In corso di progettazione Cassa Le Budrie 6.3 milioni di m 3 Stato attuale: 90% Entrata in funzione provvisoria: sett. 2011, con 6.3 Mmc Cassa P.te Rivabella 1.0 milioni di m 3 In fase di avvio lavori TORRENTE SAMOGGIA: FIUME RENO: complessivi da progetto PSAI: 7.3 milioni di m 3 complessivi da progetto PSAI: 25.8 milioni di m 3 Per un totale del sistema integrato Reno-Samoggia di circa 33 milioni di m 3 di invaso possibile. Sistema Reno-Samoggia Allargamento argini Lavino ultimato Rialzi Samoggia 1° lotto ultimato 2° lotto inizio lavori estate 2012 Sovralzo argini Reno (l.27 Km.) Da Trebbo a Dosso Stato: ultimato
      BAGNETTO BOSCHETTO BONCONVENTO BARLEDA TREBBO DI RENO LE BUDRIE PONTE RIVABELLA RIALZI SAMOGGIA
    • INTERVENTI STRUTTURALI PREVISTI DAL PIANO DI BACINO
      • Gli interventi previsti prevedono l’aumento delle sezioni di deflusso con sovralzi e allargamenti arginali, aumento della velocità di deflusso , con il contenimento della vegetazione e taglio dei colmi di piena, con il sistema di casse di espansione. Le casse di espansione assicureranno capacità di invaso complessiva di 33.1 Milioni di mc, di cui 6-7 M Milioni di mc sul torrente Samoggia e di oltre 25 Milioni di mc sul fiume Reno.
      • Lo stato di avanzamento dei lavori programmati è il seguente:
      • Bacino Torrente Samoggia
      • Cassa di espansione Le Budrie : 6.3 Milioni di mc sul torrente Samoggia. Entro l’anno saranno completate le opere elettromeccaniche per lo scarico di fondo, e la cassa potrà già essere utilizzata in tutta la sua capacità. Restano da progettare opere in alveo per l’ottimizzazione del funzionamento della cassa. Importo complessivo lavori: 12.5 Ml € (da eseguire 2.8 Ml €, in progettazione)
      • Sovralzi arginali t. Samoggia: l’intervento complessivo interessa il tratto dalla confluenza con il t. Lavino al ponte di Lorenzatico (4.7 Km). E’ stato già realizzato 1° lotto di 2 Km ed il 2° lotto di 2.7 Km verrà avviato nell’estate del 2012. I pagamenti degli espropri sono avvenuti il 6/6/2011. La durata complessiva dei lavori si prevede di 2 anni. Importo complessivo lavori: 6.5 Ml € (da eseguire 4.3 Ml €)
      • Casse di espansione Ponte Rivabella : 1.0 Milioni di mc sul torrente Lavino. I lavori sono iniziati in attività di cava, con lo scavo e la realizzazione di parte delle arginature. Entrata in funzione parziale (0.5 Ml mc) ipotizzabile per il 2016, con la realizzazione di una delle due casse. Importo complessivo lavori 4 Ml € (escluso l’acquisto aree e parte delle arginature a carico del cavatore)
      • Allargamento arginale t. Lavino a valle ferrovia BO-MI : I lavori consistono nell’allargamento di un tratto di 1.5 Km, con l’ampliamneto fino a 50 m dell’alveo del torrente. L’opera è completamente utilizzabile. Importo lavori 1.8 Ml €
      Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • INTERVENTI STRUTTURALI PREVISTI DAL PIANO DI BACINO
      • Fiume Reno
      • Sovralzi arginali da Torreverde (Castel Maggiore – Calderara di Reno) a Dosso (s. Agostino – FE): tratto di complessivi 27 Km. L’intervento è stato completato nel 2003 ed ha permesso di evitare l’esondazione nei comuni di Argelato, Sala Bolognese e San Giovanni in Persiceto durante la piena del dicembre 2008. Importo complessivo 9.2 Ml €
      • Cassa di espansione di Trebbo di Reno : oltre 4 Milioni di mc . E’ in corso la definizione di una procedura partecipata fra Regione, Provincia e Comuni, per la definizione della modalità per il reperimento dei fondi necessari all’esproprio ed alla realizzazione di parte delle opere necessarie.
      • Cassa di espansione Barleda : 0.5 Milioni di mc . Verrà realizzata come sistemazione finale di un’area di cava da completare, totalmente a carico del cavatore. Attualmente è in fase di progettazione la sistemazione finale a cassa.
      • Cassa di Bonconvento : 1.4 Milioni di mc; E’ in corso la coltivazione dell’area. E’ prevista la cessione delle aree e la realizzazione delle arginature da parte del cavatore. Resteranno da realizzare a carico della Regione le opere di presa e di rilascio (stimati 3.0 Ml €), non ancora finanziati.
      • Cassa di Boschetto: 5.4 Milioni di mc. Realizzata come ripristino di attività di cava, entrerà in funzione entro l’anno 2011, con un volume utile di ca. 4.0 Ml mc.
      • Bagnetto : 17 Milioni di mc . Sono stati completati gli espropri ad opera della Regione ed è stato approvato il progetto definivi primo stralcio. Sono in fase di affidamento i lavori del 1° stralcio esecutivo. Importo complessivo 47,2 Milioni di €. di cui già stanziati 14,8 Ml €, spesi 6,2 Ml €
      Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • INTERVENTI NON STRUTTURALI PREVISTI DAL PIANO DI BACINO Per l’incremento della velocità di deflusso delle piene, stante la ridotta sezione di ampi tratti dei corsi d’acqua d’interesse, nonché per la corretta sorveglianza ed intervento in emergenza sugli argini classificati di 2° categoria, sono programmati sfalci periodici. Parte degli interventi di sfalcio vengono eseguiti direttamente dal Consorzio della Bonifica Renana (che attualmente include il dissolto Consorzio Reno Palata), tramite finanziamento da parte della Regione (ca. 135.000 €/anno); parte vengono eseguiti direttamente dalla Regione. Per lo sfalcio dei tratti classificati di 2° categoria dei corsi d’acqua del bacino del Fiume Reno sono complessivamente necessari circa 1.25 Ml € /anno. Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Interventi strutturali per la riduzione del rischio idraulico
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Interventi strutturali per la riduzione del rischio idraulico
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno E’ stato attivato un progetto pilota sul fiume Reno nel tratto tra il ponte di Cento e il ponte di Bagno per diversi chilometri di alveo. INTERVENTI A COSTO ZERO Dando immediatamente attuazione alla Delibera di Giunta 469 dell’aprile 2011, sono state rilasciate autorizzazioni che prevedono interventi di manutenzione degli alvei e delle arginature mediante taglio selettivo della vegetazione “ a compensazione ” quindi interventi non onerosi. Tali interventi sono tutt’ora in corso e, vista l’urgenza delle manutenzioni, stanno procedendo anche se superata la stagione ideale per i tagli. Intervento analogo è in corso di valutazione al fine di ottimizzare le risorse anche nell’ambito del Progetto Esecutivo della cassa di Bagnetto Analoghi interventi di manutenzione in golena a costo zero, sono eseguiti da soggetti privati titolari di concessione appositamente rilasciate
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno AREA COMPLESSIVAMENTE OCCUPATA: 270 Ha circa AREA UTILE DI INVASO: Ha 250 circa VOLUME DI INVASO ALLO SFIORO: 12.5 MILIONI DI METRI CUBI VOLUME MASSIMO DI INVASO: 17.0 MILIONI DI METRI CUBI Cassa BAGNETTO Importo complessivo di progetto: €. 47.200.000
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
      • Progetto Definitivo 1° stralcio
      • progetto approvato
      • sono state già espropriate tutte le aree necessarie per la realizzazione delle opere ed i fabbricati dei cittadini residenti all’interno della futura cassa di espansione
      • spesi per espropri: €. 6.380.000 (circa)
      La progettazione esecutiva è in corso
      • 1° lotto esecutivo
        • Finanziamento €. 3.500.000 di cui:
          • € . 1.500.000 dall’accordo Ministero Ambiente/Regione Emilia-Romagna
          • € . 2.000.000 da finanziamento da ordinanza di Protezione Civile
        • approvazione e affidamento lavori: settembre 2011
        • completamento lavori 1° lotto esecutivo: circa due anni
      • Altri lotti esecutivi seguiranno a completamento del progetto definitivo 1° stralcio
      • Progetto Definitivo 2° stralcio
      • Finanziamento disponibile di €. 4.985.000 per indennità e opere
      • Approvazione entro la fine del 2012 con dichiarazione di pubblica utilità e attivazione delle ulteriori procedure espropriative da concludersi entro l’anno 2013
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Con il suddetto finanziamento è possibile l’installazione di 2 pompe idrauliche in aggiunta all’impianto idrovoro esistente. E’ così garantita l’immediata funzionalità del nuovo impianto idrovoro e quindi la possibilità di smaltire la portata necessaria per la messa in sicurezza del comprensorio di bonifica di Padulle e Sala Bolognese. Impianto Idrovoro “Il Conte” Il finanziamento previsto nell’accordo di programma MATTM di €.5.000.000, è stato suddiviso per due stralci esecutivi di cui uno di €. 1.500.000 afferente come sopra illustrato alla cassa di espansione “Bagnetto” ed uno di €.3.500.000, per uno stralcio funzionale alla messa in esercizio del nuovo impianto Idrovoro “Il Conte” del Consorzio della Bonifica Renana.
    • Nuovo impianto idrovoro “ Il Conte” installazione pompe ed opere elettromeccaniche – lotto parziale di completamento - opere civili già finanziate dalla Regione Emilia-Romagna legge 61/98 e legge 226/99 Impianto idrovoro Bagnetto (esistente) Nuovo Impianto idrovoro Il Conte Planimetria progetto complessivo delle opere - Cassa di espansione per la laminazione delle piene del Fiume Reno in località Bagnetto (Sala Bolognese e Castello d’Argile) – STB Reno
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Cassa del Trebbo Si è già avviato il percorso per la stipula di una accordo tra Regione ER, Provincia di Bologna, Comuni di Castel Maggiore e Calderara di Reno per la realizzazione della cassa di espansione attraverso un percorso partecipato ai sensi della L.R. 9 febbraio 2010, n. 3. L’accordo prevede la predisposizione da parte del STBReno, attraverso un gruppo di progetto misto, del progetto preliminare della cassa di espansione corredato dell’esecutivo delle opere di regolazione idraulica (sfioratore laterale, scarico di fondo, scarico di superficie) per il successivo appalto mediante procedura ad evidenza pubblica La L.R. n.3/2010 consente a tutte le persone, le associazioni e le imprese, singolarmente o collettivamente, con le forme previste dalla legge stessa, di partecipare alle scelte contenute negli atti progettuali e di attuazione di interventi previsti dalla pianificazione regionale
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
      • Rialzo argini Reno :
      • - rialzo argini dal Trebbo a Dosso (Fe)
      • Rialzo argini Samoggia:
      • - 1°lotto per 2 Km a valle della confluenza Lavino
      • Cassa di espansione Boschetto:
      • - entro l’anno possibilità di invasare 4.5 milioni di mc
      • Cassa delle Budrie :
      • - entro l’anno possibilità di invasare 6.3 milioni di mc
      • Interventi di taglio vegetazione per miglioramento del deflusso :
      • - finanziati gli interventi specifici per i prossimi tre anni
      • - attivati gli interventi a costo zero
      • Imminente stipula dell’accordo partecipato ai sensi della L.R. 3/2010 per la cassa del Trebbo .
      Interventi già attuati o di imminente attuazione per la riduzione del rischio idraulico nella “ bassa ” pianura bolognese:
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
      • A questo punto termina la presentazione dell’assessore Gazzolo che passa la parola ai tecnici per le presentazioni dei dettagli esecutivi dei lavori:
      • Guarnieri: casse Le Budrie e Sovralzo Samoggia
      • Rami: cassa di Bagnetto
      • ____: cassa del Trebbo
    • Realizzazione della cassa di espansione “Le Budrie" per la laminazione delle piene del Torrente Samoggia. Comune di San Giovanni in Persiceto Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Cassa di espansione “LE BUDRIE” Realizzazione: Servizio Tecnico Bacino Reno
    • LOTTI FUNZIONALI Lotto 1: Esproprio aree e realizzazione arginature: ultimato Lotto 2: Opera di presa: ultimato Lotto 3 Chiusura arginature, realizzazione scarico di fondo e sistemazione ambientale: ultimazione settembre 2011 Lotto 4 Opera di regolazione in alveo: in fase di progettazione esecutiva Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno LOTTO 2 LOTTO 4 LOTTO 3 LOTTO 1
    • LOTTO 1 Il lotto1 è consistito nell’espropriazione dell’area Orsi Mangelli, nella realizzazione delle indagini preliminari e nella realizzazione dell’arginatura perimetrale. Espropriazione aree Realizzazione arginature perimetrali Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • LOTTO 2 Il lotto 2 è consistito nella realizzazione dell’opera di presa della cassa. Uno sfioratore realizzato in gabbioni metallici riempiti con materiale lapideo che rivestono un tratto di argine ribassato, la cui geometria, in accordo con il progetto idrauliuco, consentirà di immettere l’acqua del Samoggia dentro alla cassa prima che l’onda di piena si propaghi a valle. Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • LOTTO 3 Il lotto 3 consiste nella realizzazione dell’opera di scarico della cassa. Prima dell’inizio di questi lavori dovrà essere già stata predisposta la chiusura del varco delle arginature attualmente presente. L’opera consentirà di svuotare la cassa dopo il passaggio dell’onda di piena. Chiusura varco argini perimetrali Opera di Scarico Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Ripristino della livelletta delle sommità arginali del t. Samoggia interessati dalla subsidenza Comuni di San Giovanni in Persiceto e Sala Bolognese Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Sovralzi arginali Samoggia Realizzazione: Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Le conoidi alluvionali allo sbocco delle valli appenniniche. Fra queste la conoide del Fiume Reno, su cui si sviluppa una parte rilevante della città di Bologna e della sua provincia, registra il preoccupante record di valori di subsidenza maggiori ai 3 cm all'anno negli ultimi decenni. CAUSE PRINCIPALI 1992 – 2000 .
    • Il presente progetto intende ripristinare le condizioni di sicurezza idraulica tali da garantire, con la complementarietà dell’azione di laminazione delle piene delle Casse di Espansione delle Budrie sul Samoggia (6.400.000 m 3 di invaso) e di Ponte Rivabella sul Lavino (1.000.000 m 3 di invaso), la sicurezza idraulica per piene monosecolari. Con il risezionamento in progetto è assicurato il transito delle piene con portate di circa 330-350 m 3 /sec ed è comunque garantito un franco di circa metri 1,00 rispetto alla quota delle nuove sommità arginali. Sovralzi argini Samoggia – 2° lotto già realizzato progettato
    • Il progetto prevede la realizzazione di rialzi e ringrossi. Data la ridotta sezione di flusso del torrente è necessario realizzare il sopralzo esclusivamente all’esterno della sagoma arginale. La risagomatura dell’alveo di magra permetterà di consolidare le situazioni più critiche generate da fenomeni erosivi locali. Il consolidamento dell’alveo di magra verrà effettuato mediante difese in pietrame. MODALITA’ TECNICHE esproprio
    • Realizzazione della cassa di espansione "Bagnetto" per la laminazione delle piene del Fiume Reno e del Torrente Samoggia. Comuni di Sala Bolognese, Castello d'Argile, San Giovanni in Persiceto Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Cassa “BAGNETTO” Realizzazione: Servizio Tecnico Bacino Reno
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Area compresa tra l’arginatura sinistra del Fiume Reno e quella destra del Torrente Samoggia alla confluenza tra i due corsi d’acqua nei comuni di Sala Bolognese e Castello d’Argile
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno PROGETTO DEFINITIVO – 1° stralcio argine e diaframma di delimitazione della cassa di espansione a sud (esclusa chiusura) ripristino dell’argine sinistro del fiume reno attualmente in froldo ringrosso, diaframmatura ed impermeabilizzazione dell’argine sinistro di reno dalla confluenza all’argine di chiusura della cassa argine e diaframma lato est a protezione degli impianti idrovori consorziali area di cava per il prelievo del materiale necessario alla realizzazione delle arginature Il 1° stralcio (già approvato) prevede le seguenti opere: tutte le aree necessarie per la realizzazione delle opere e tutti i fabbricati dei cittadini residenti all’interno della futura cassa di espansione sono state già espropriate
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno PROGETTO DEFINITIVO – 2° stralcio opere di presa per la tracimazione delle acque di piena all’interno della cassa e opere di scarico per il rapido svuotamento della cassa opere idrauliche sul canale delle acque basse per la chiusura definitiva della cassa lato sud e nord in prossimità degli impianti consorziali ringrosso, diaframmatura ed impermeabilizzazione dell’argine destro del torrente Samoggia dalla confluenza all’argine di chiusura della cassa argine e diaframma lato ovest a protezione degli impianti idrovori Il 2° stralcio (e ultimo) prevede: spostamento delle infrastrutture incompatibili quali linee elettriche
      • L’approvazione del 2° stralcio del progetto definitivo comporterà la dichiarazione di pubblica utilità e l’attivazione delle procedure espropriative residue e cioè:
      • Esproprio fascia parallela al piede dell’argine di Samoggia
      • Esproprio dei terreni interessati dall’argine cintura lato ovest e dalle opere di presa e scarico
      • Esproprio dei fabbricati dei cittadini non residenti
      • Indennità per danno patrimoniale delle aree poste ad ovest del canale della acque basse
      • Determinazione delle indennità per danni da sommersione da corrispondersi in seconda fase alla realizzazione delle opere di presa e scarico
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno ripristino dell’argine sinistro del fiume reno attualmente in froldo diaframmatura dell’argine sinistro di reno dalla confluenza all’argine di chiusura della cassa area di cava per il prelievo del materiale necessario alla realizzazione delle arginature Considerata l’entità dei lavori, Il 1° stralcio definitivo è stato diviso in lotti esecutivi funzionali . 1° LOTTO ESECUTIVO : opere idrauliche di consolidamento necessarie a prescindere dalla realizzazione della cassa di espansione, e opere propedeutiche alla realizzazione delle arginature (lotto da €. 3.500.000) LOTTI ESECUTIVI
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Ripristino dell’argine sinistro del fiume Reno attualmente in froldo ripristino dell’argine sinistro con apporto di gihaia di fiume e formazione di scogliera in massi risagomatura dell’argine destro sul nuovo profilo
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Diaframmatura dell’argine sinistro del fiume Reno Realizzazione di diaframma plastico l’ungo tutto l’argine fino a c.ca 12 mt. di profondità
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Sezioni Lito-stratigrafiche
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno AREA DI PRELIEVO MATERIALE Sezioni fossi e sistemazioni scarpate
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno AREA DI PRELIEVO MATERIALE Pozzetto di sollevamento e scarico
    • Direzione generale ambiente e difesa del suolo e della costa Servizio Tecnico Bacino Reno Pozzetto di sollevamento e scarico