• Like
  • Save
Modulo 2 - Lezione 1
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Modulo 2 - Lezione 1

on

  • 2,559 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,559
Views on SlideShare
2,409
Embed Views
150

Actions

Likes
0
Downloads
83
Comments
0

2 Embeds 150

http://www.liceovolta.org 124
http://hackingrobot.com 26

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Modulo 2 - Lezione 1 Modulo 2 - Lezione 1 Presentation Transcript

    • Patente Europea di Informatica ECDL – Modulo 2 Lezione 1: ➢ Introduzione ➢ Primi passi col computer ➢ Guida in linea ➢ Il file system Anno 2011/2012 – Syllabus 5.0
    • Il Sistema Operativo (S.O. o, dallinglese, O.S.) gestisce lefunzioni generali del computer; tali attività possono esserepiù o meno percepibili dallutente, ma comunque essenzialiper il funzionamento della macchina.➢ Gestione dei processi➢ Gestione dei files (file system)➢ Esecuzione dei software applicativi➢ Programmi di diagnosi e correzione➢ Gestione delle periferiche di I/O➢ Definizione delle configurazioni hardware
    • Microsoft Windows➢ 3.x➢ 95 – 98 – ME (Millenium Edition)➢ NT – 2000➢ XP➢ Vista➢ 7Linux➢ Debian➢ SuSE➢ Ubuntu➢ ...
    • Solaris OS (Sun)➢ Solaris 8, 9, 10Macintosh OS (Apple)➢ Mac OS XAltri➢ UNIX➢ DOS➢ OS/2➢ ...
    • Generalmente, per avviare il computer è sufficientepremere il pulsante di accensione, che riporta un simboloanalogo a quello di tutte le apparecchiature elettroniche.Spesso tale tasto è affiancato dal pulsante per il reset delcomputer.Allaccensione viene avviato il BIOS, caricato da unappositamemoria di tipo ROM presente sulla scheda madre:➢ Inizializzazione dellhardware di base➢ Ricerca di ununità da cui effettuare il boot di sistema(Floppy Disk, Hard Disk, lettore CD, ecc.)➢ Passaggio del controllo al Boot Manager o direttamente alSistema Operativo
    • Il Boot Manager è un programma installato sul computer(spesso sullhard disk) che permette di scegliere qualesistema operativo avviare. Il controllo passa quindi al SO, checompie le operazioni di configurazione e si prepara al lavoro. Windows Vista Linux Ubuntu
    • Allavvio del Sistema Operativo, sesono previsti più profili utente(configurazioni gestite dal SO inmodo indipendente lunadallaltra, di modo che diversepersone possano accedere ognunacon i propri contenuti epreferenze) sarà mostrata laschermata di “log in” (o “logon”), dalla quale è possibilescegliere a quale profilo accedereinserendo una password.
    • Windows 3.1 Windows 95 Windows 98Windows 2000 Windows XP Windows Vista
    •  Icone Finestra Desktop Menu Start Barra delle Applicazioni Traybar
    • ➢ Desktop Una “scrivania” di lavoro virtuale.➢ Icone Immagini che “rappresentano” vari tipi di oggetti (ad es. Risorse del Computer, Documenti, files, applicazioni...).➢ Finestre Le applicazioni che stiamo usando.➢ Barra delle applicazioni Contiene il menu Start, la barra di Avvio Rapido, pulsanti che rappresentano le applicazioni aperte e la Traybar.
    • Linterfaccia grafica tipica di Windows prevede che gran partedelle operazioni possano essere svolte con un mouse. Da ora inavanti ci riferiremo alla configurazione di utilizzo predefinitadi Windows, ovvero luso del mouse con la mano destra(vedremo in seguito come sia possibile modificare questaimpostazione).Per “cliccare” si intende premere il tasto sinistro del mouseavendo preventivamente posizionato il puntatore sul punto osulloggetto desiderato. Questa operazione serve solitamente aselezionare oggetti; per deselezionare un oggetto, bastacliccare su uno spazio vuoto.Il “click destro” si utilizza per aprire menu contestuali chedanno accesso ad opzioni alternative.
    • ➢Aprire il menu Start (cliccando sul pulsante della barra delleapplicazioni, premendo il tasto “Windows” sulla tastiera o tramitela combinazione di tasti CTRL + ESC);Cliccare su:➢ Spegni computer (tasto rapido S): ●Standby: il sistema viene messo in modalità risparmio energetico ed è pronto per essere rimesso rapidamente in funzione per continuare a lavorare. ●Spegni: il sistema salva le configurazioni e si spegne. ●Riavvia: il sistema si spegne e riparte immediatamente dalla fase di boot, come se fosse stato riacceso. Disconnetti (tasto rapido D): ●Cambia utente: il sistema operativo “sospende” la sessione dellutente corrente e permette ad un altro di effettuare il login e lavorare sul proprio spazio, permettendo di tornare successivamente alla sessione originaria; ●Disconnetti: la sessione di lavoro viene chiusa, permettendo ad un altro utente di accedere.
    • Si dice che il sistema è bloccato quando non risponde agliinput che lutente fornisce, come ad esempio i comandi damouse o da tastiera. Prima di affermare che il sistema èbloccato, si possono fare alcune prove, come ad esempio:➢Premere il tasto “Windows”: se il sistema non è bloccato, compare ilmenu Start;➢Premere il tasto “Caps Lock” (“Bloc Maiusc” nelle tastiere italiane): se ilsistema non è bloccato, si accende sulla tastiera la spia corrispondente;➢Premere il tasto “Num Lock” (“Bloc Num” nelle tastiere italiane): se ilsistema non è bloccato, si accende sulla tastiera la spia corrispondente.Se il pc reagisce a questi stimoli, potrebbe trattarsi di un calodelle prestazioni del sistema, altrimenti è probabile che siabloccato.
    • Appurato che il sistema è completamente bloccato, ènecessario procedere ad un suo riavvio forzato:➢Tenere premuta per alcuni secondi la combinazione di tastiCTRL + ALT + CANC forza il computer a riavviarsi;➢Premere il tasto di reset che si trova sul case sospendemomentaneamente lalimentazione e riavvia la macchina.Si noti che queste non sono le procedure corrette per lospegnimento (o il riavvio) della macchina, e potrebberoportare a perdita di dati o instabilità del sistema.
    • In generale, si può dire che unapplicazione è bloccataquando non risponde agli input da parte dellutente.Visivamente, spesso è possibile riconoscere unapplicazionebloccata da alcuni elementi: ad esempio, la finestra puòdiventare in parte o completamente bianca o nera, liconadellapplicazione è sostituita da unicona di finestra standarddi Windows, alcuni pulsanti potrebbero scomparire (come ilpulsante Ingrandisci/Ripristina).
    • Se siamo di fronte ad unapplicazione bloccata, sipuò intervenire attraverso il Task Manager diWindows. Tale applicazione viene avviata con lapressione della combinazione di tasti CTRL + ALT +CANC o cliccando col tasto destro sulla barra delleapplicazioni e scegliendo “Task Manager”.Per chiudere unapplicazione bloccata (evidenziatadalla scritta “Non risponde” accanto al suo nome):➢Si fa clic sul nome dellapplicazione;➢Si preme “Termina Applicazione”;➢Si attende una finestra di conferma dello statodellapplicazione, alla quale rispondiamo “Terminaadesso”.Si noti che questa non è la procedura corretta perterminare unapplicazione: i progressi non sonosalvati e può verificarsi una perdita dei dati.
    • La Guida in Linea è uno strumento che permette ditrovare informazioni su tutti i componenti e le funzionidel sistema operativo usato, ordinate secondo varicriteri di ricerca.E possibile accedere alla Guida in Linea principalmentein due modi:➢ Menu Start – Guida in Linea e supporto tecnico;➢Premendo il tasto F1 (gran parte delle applicazioniWindows permettono di aprire la guida in linea tramitequesto pulsante).
    • E possibile scegliere tra tremodalità di ricerca:➢Per argomento (le voci sonoordinate secondo aree tematiche);➢Per indice (le voci sono dispostein ordine alfabetico);➢Tramite la funzione “Cerca”(“Impostazione opzioni diricerca” permette dipersonalizzare la ricerca)
    • Il “file system” è il modo in cui un sistemaoperativo gestisce la memorizzazione dei datisulle memorie di massa.Ogni singolo oggetto viene chiamato “file”e, nei SO che fanno uso di una GUI, ogni file èrappresentato da una icona, ovvero unapiccola immagine con la quale si puòinteragire.Dal momento che un computerconta, solitamente, decine di migliaia difile, questi sono organizzati in cartelle (o“directory”) allinterno dei dischi, secondo unastruttura gerarchica ad albero rovesciato.
    • Ogni file o cartella è caratterizzato da un nome che serve adistinguerlo dagli altri. I file, inoltre, hanno unestensione chesegue il nome del file, separata da un punto (immagine.bmp).Allinterno della stessa cartella non possono esistere due filecon lo stesso nome e la stessa estensione; due file con questecaratteristiche possono tuttavia trovarsi in due cartellediverse, anche se una è contenuta nellaltra.Ogni estensione è associata al programma che permette diaprire il tipo di file corrispondente (ad esempio, un file .docverrà assegnato ad un editor di testi). Graficamente, di solitoquesto si riflette in una diversa forma dellicona.
    • Ecco alcuni esempi di estensioni di file più comuni:➢ .exe: eseguibile, in pratica i programmi;➢ .com: file di comando, come quelli di MS DOS;➢ .bat: file che contengono righe di comando;➢ .wav, .mp3, .ogg, .wma: alcuni tipi di file audio;➢ .mpg, .avi, .wmv: alcuni tipi di file video;➢ .bmp, .jpg, .gif, .png, .tiff: alcuni tipi di file immagine;➢ .zip, .rar, .jar, .7z: alcuni archivi di file compressi;➢ .htm, .html, .php: pagine web;➢ .tmp: file temporanei;➢ .txt: file di testo non formattato;➢ .rtf: file di testo formattato;➢ .pdf: documento Adobe➢ .doc, .docx: file di testo Microsoft Word➢ .xls, .xlsx: foglio elettronico Microsoft Excel➢ .ppt, .pptx: presentazione Microsoft PowerPoint;➢ .mdb, .accdb: database Microsoft Access.
    • Le unità disco sono caratterizzate ognuna da una letteramaiuscola. Generalmente:➢ A: floppy disk➢ B: eventuale secondo floppy disk o altro lettore di memorieesterne➢ C: hard disk➢ D: lettore CD/DVD o masterizzatore➢ Altre lettere: ulteriori hard disk, lettori CD, memorieesterne...I file e le cartelle sono archiviati in uno di questi supporti.
    • I dati su cui lavoriamo sono conservati su appositi supporti fisici; ifile che comunemente utilizziamo (e che il sistema operativo cimostra come icone) sono archiviati su memorie di massa. Questogenere di supporti è caratterizzato, a tuttoggi, da una elevatacapacità di memoria, una buona velocità di accesso (anche se digran lunga più lenta rispetto alla memoria principale) e un costogeneralmente ridotto (per unità di memoria).Alcune memorie di massa hanno caratteristiche particolari, come adesempio la portabilità (CD, DVD, flash drive, ecc. permettono ditrasportare facilmente i dati tra due pc non connessi luno conlaltro) o la capacità di poter essere riscritti un numero illimitato divolte (possibilità non garantita, ad esempio, da CD-R e DVD-R).
    • Quando si opera con dati importanti, è buona pratica effettuareregolari backup dei file e delle cartelle di lavoro. Il backup è ilprocesso di copiatura dei file su un supporto rimovibile al fine diconservare una copia di sicurezza degli stessi. Tale supporto saràmantenuto in un luogo separato per avere accesso, in caso diperdita dei dati su cui si lavora, ad una loro versione relativamenterecente.La memorizzazione dei file può avvenire anche su unità di rete.Utilizzare unità di rete è vantaggioso principalmente per duemotivi:Maggiori possibilità di accesso: è possibile lavorare sui dati senzadoverli fisicamente portare con sé ed accedendo sempre allaversione più aggiornata;Maggiori possibilità di condivisione: se allunità di rete hannoaccesso più utenti, è facilitato il lavoro di gruppo di utenti sui file.
    • A causa del funzionamento fisico del computer e delle suememorie, che permettono di memorizzare i dati secondo due stati(0/1, presenza o assegna di segnale elettrico, ecc.), lunità base diinformazione è il bit, che appunto rappresenta uno dei due statidisponibili. I bit vengono raggruppati in sequenze da otto performare un byte, che permette di trasmettere informazioni piùcomplesse (256 diverse combinazioni).La dimensione dei file e il contenuto delle cartelle sono sempreindicati in byte e suoi multipli:➢1 KB (kilobyte) = 1.024 byte➢1 MB (megabyte) = 1.024 kilobyte➢1 GB (gigabyte) = 1.024 megabyte➢1 TB (terabyte) = 1.024 gigabyteIl numero 1024 (210) è dovuto alla natura binaria dellinformazione.
    • Esplora Risorse è presente nel menu Start – Programmi –Accessori. Permette di visualizzare, allo stesso tempo, ilcontenuto di una cartella (lato destro della finestra) e lastruttura gerarchica in cui essa è posizionata (lato sinistrodella finestra).E possibile gestire i file anche accedendo a Risorse delcomputer (sul desktop oppure dal menu Start), tuttaviaquesto metodo permette di visualizzare solo il contenuto dellasingola cartella.Dalla visualizzazione di una cartella si può passare allavisualizzazione di Esplora Risorse facendo click sul pulsanteCartelle della Barra degli strumenti.
    • Operazioni comuni è la visualizzazione standard di unaqualsiasi cartella di Windows. E caratterizzata dalla barra blusulla sinistra dalla quale è possibile accedere rapidamente avarie opzioni (tali opzioni cambiano a seconda del tipo dicartella in cui ci si trova, dal file che abbiamo selezionato, ecosì via).E possibile passare da questa visualizzazione a Esplora Risorsepremendo il pulsante Cartelle sulla Barra degli strumenti.Dal menu Strumenti – Opzioni cartella – Generale è possibiledisattivare questa visualizzazione tramite lopzione “Usacartelle di Windows” e riattivarla tramite “Mostra operazionicomuni nelle cartelle”.
    • Per aprire una cartella sono disponibili varie procedure:➢ Doppio click sullicona della cartella (lato destro dellafinestra) o click sullicona (lato sinistro della finestra, inEsplora Risorse);➢ Click destro sullicona della cartella e selezionare Apri(visualizza la cartella scelta) o Esplora (apre una nuovafinestra per visualizzare la cartella);➢ Selezionare la cartella e cliccare sul menu File – Esplora oFile - Apri.
    • Mentre si esplorano le cartelle, è possibile che si rendanecessario tornare sui propri passi. Nella barra degli strumentiesistono due pulsanti adatti a questo scopo: Indietro e LivelloSuperiore:➢Indietro riporta alla cartella che abbiamo visitato subitoprima di quella in cui ci troviamo, a cui non è nonnecessariamente collegata gerarchicamente;➢ Livello superiore conduce alla cartella gerarchicamentesuperiore a quella in cui ci troviamo, anche se non labbiamoancora visitata.