• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
754
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
13
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian AuthorsChiara Tuoni IV EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE 18/03/2010 "SPOLETO INCONTRA PROGETTI DI SUCCESSO" INDICE 1. L’IDEA IMPRENDITORIALE 1.1 Sintesi del progetto imprenditoriale 1.2 Settore di attività e forma giuridica
  • 2. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors 1.3 Il gruppo imprenditoriale 2. IL PRODOTTO/SERVIZIO 2.1 Breve descrizione dei prodotti/servizi 2.2 Elementi di innovazione 2.3 Possibili sviluppi del progetto 3. IL MERCATO 3.1 Introduzione, tendenze e contesto competitivo 3.2 I concorrenti 3.3 I fornitori 3.4 I partner 3.5 Il piano di comunicazione e distribuzione 4. LA STRUTTURA AZIENDALE 4.1 La sede dell’attività 4.2 La struttura organizzativa 5. GLI OBIETTIVI DI BREVE E MEDIO/LUNGO PERIODO  Vedi Presentazione 6. PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA DEL PROGETTO 7. L’ANALISI ECONOMICO/FINANZIARIA 7.1 Le previsioni di vendita 7.2 Il piano degli investimenti 7.3 I costi di esercizio 7.4 Prospetti di output  Si rimanda a un’analisi dettagliata 8. PRESENTAZIONE  Vedi CD allegato al ProgettoProgetto G.R.A.F.I.A.Gravitational Research AutographicFamous Italian AuthorsMUSEO / ARCHIVIO / TECNOGRAFICA / SHOP1. L’idea imprenditoriale 1.1 Sintesi del progetto imprenditorialeSono una turista straniera in viaggio in Italia, oppure sono una turista italiana che passa un finesettimana fuori casa. Se vado a Roma non posso non visitare i Musei Vaticani. Se vado a Firenze? GliUffizi. Se vado a Torino? Il Museo Egizio. Se vado in Umbria…cosa posso visitare? Certo, di bellezze cene sono disseminate per l’intera regione, manca tuttavia un Museo nuovo per l’Italia stessa:
  • 3. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors 1. che faccia da connettore tra tutte le realtà umbre –culturali, artigianali, commerciali- potenziandole con la sola differenziazione d’uso; 2. in grado di convogliare non solo i turisti già presenti in Umbria, ma anche quelli che hanno scelto l’Italia per il loro Tour; in grado altresì di raggiungerli in qualsiasi momento online, nella loro quotidianità; 3. che riunifichi l’immenso patrimonio letterario italiano raccogliendo i manoscritti autografi degli autori più famosi in Italia e all’estero e presentandoli con un allestimento innovativo, multimediale e interattivo.Un Museo che sia “come gli Uffizi per Firenze”. Vedremo in che modo più avanti. 1.2 Settore di attività e forma giuridicaSocietà multibusiness. 1.3 Il gruppo imprenditoriale G.R.A.F.I.A.: M U S E O G. R. A. F. I. A. KNOW-HOW 1. Il team G.R.A.F.I.A. avrà competenze specifiche per i ruoli previsti dall’organigramma, e sarà selezionato preferibilmente tra coloro che nel territorio umbro hanno risentito maggiormente della crisi economica e della relativa carenza di offerta/occupazione. 2. La distinzione tra Ufficio Stampa e Ufficio Comunicazione nell’ambito di un Museo è di fondamentale importanza: il primo si occuperà di Relazioni Esterne –altri musei, collezioni private, archivi- e Interne col territorio –enti, scuole, associazioni culturali-; mentre il secondo curerà i rapporti con i Media e il Web nonché il Marketing e la Comunicazione.
  • 4. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors3. La posizione da me occupata per competenze ed esperienze professionali è quella di Direttore Artistico, come da curriculum nel CD allegato.N.B.: i rettangoli in grassetto nell’organigramma –corrispondenti ad altrettanti business- sarannodettagliati al prossimo punto.
  • 5. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors2. Il prodotto/servizio 2.1 Breve descrizione dei prodotti/servizi PRODOTTO/SERVIZIO DESCRIZIONE CARATTERISTICHE BISOGNI SODDISFATTI DEI CLIENTI1. Museo G.R.A.F.I.A. collezione: manoscritti autografi dei più rinomati scrittori italiani, aperti alle - vedere riuniti in un’unica collezione i principali autori italiani pagine universalmente riconosciute come più significative, ma anche ad - visionare la loro scrittura originale, le correzioni, la grafia appunti, diari, riflessioni che hanno costruito le opere, i pensieri artistici e le e le pagine da cui è nata la letteratura italiana impronte storiche dei nostri autori. mostra: costituita da un nucleo permanente di manoscritti letterari di richiamo - “conoscere” un autore, andare lì per studiarlo dal vivo, e da esposizioni temporanee specifiche, in prestito da collezionisti/musei, incontrarlo anche su richiesta degli utenti/entità territoriali. - tornare per le nuove esposizioni/eventi, come dopo aver fatto visita a un parente lontano… allestimento: percorso tematico interattivo, coadiuvato da suggestioni di - “toccare con mano” le opere, sentirle vive, poterle curiosare videoarte e da incontri apparentemente casuali con oggetti individuali di uso - avere la sensazione di partecipare al processo creativo quotidiano che hanno gravitato intorno al microcosmo scrittura, coinvolgendo -contestualizzare l’autore e approfondirlo senza guida il visitatore/spettatore nella libera fruizione di approfondimenti multimediali didascalica, ma personalmente sull’opera/autore prescelti.
  • 6. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors2. Archivio digitale Collezione digitale di tutte le opere autografe degli scrittori italiani esposte - Perché fare una citazione quando posso regalare una frase G.R.A.F.I.A. nel Museo G.R.A.F.I.A., scaricabili previo pagamento come file multimediali autografa? corredati di libretto esplicativo dell’opera/autore. Alla collezione, cui si - Perché studiare su una fredda letteratura quando posso potranno aggiungere sempre nuove opere in collaborazione con i visualizzare l’opera e ricordarmi meglio l’immagine della pagina, provare le emozioni dell’autore mentre la scriveva? collezionisti/musei, si può accedere dal sito del Museo per partecipare - Perché devo rimettermi al parere dei critici e non posso anche all’attività di social networking/ customer satisfaction -blog, forum, invece vivere da protagonista la letteratura che ho sondaggi- a esso connessa. incontrato?3. TecnoG.R.A.F.I.A. Azienda specializzata nella stampa digitale di manoscritti autografi - - Fare un regalo originale, regalarsi un oggetto unico, come presenti nel Museo G.R.A.F.I.A.- su manufatti di alta qualità tipici del unico è l’autore che l’ha firmato, unica la sua grafia territorio umbro, per la creazione di una gadgettistica culturale in vendita - Non portare a casa solo l’alta qualità, ma anche l’alta nel G.R.A.F.I.A. Shop annesso al Museo, al dettaglio nei principali negozi cultura del made in Italy - Personalizzare un dono, col supporto e la frase prescelta umbri e online sul sito del Museo, con possibilità di customizzazione del tra mille combinazioni, per renderlo pieno di significato prodotto richiesto.4. Progetto Centro Gravitazionale di alta cultura italiana Sentirsi parte di un popolo -o avvicinarlo- partendo da ciò G.R.A.F.I.A. con “portabilità” del Museo orientato al visitatore che si ha di più caro2.2 Elementi di innovazioneLa ricaduta sul territorio umbro, per cui a livello amministrativo si pianifica da tempo una maggiore competitività territoriale, sarà molteplice, senza snaturarele peculiarità del territorio stesso, anzi, potenziandone le vocazioni:
  • 7. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian AuthorsMUSEO G.R.A.F.I.A.La riunione, l’originalità, la specializzazione ne fanno caratteristiche uniche nel panoramamuseale italiano, ormai abituato alla visibilità statica della sola opera d’arte, ma non certoalla fruibilità esperienziale dell’opera letteraria, all’interazione con essa, alla sua liberacontestualizzazione multimediale.ARCHIVIO DIGITALE G.R.A.F.I.A.Ognuno di noi ha studiato un testo letterario sui banchi di scuola. Ci piacerebbe vederlo questo testo,sentirlo con gli occhi, vedere che effetto ci fa? Tutto questo può diventare possibile, e se già siamo sicuridella nostra scelta, la possiamo regalare anche ai nostri amici, come fosse un brano scaricato da iTunes.TECNOG.R.A.F.I.A.Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha usato una citazione letteraria. Ognuno di noi ha compratoun gadget di una città/regione visitata. Nessuno si è portato mai a casa un gadget culturale, altaqualità certificata e alta cultura autografa insieme. Eppure tutti siamo da sempre alla ricerca di senso edi significato. La TecnoG.R.A.F.I.A., con la sua gadgettistica culturale, contribuirà allo sviluppomanifatturiero tipico del territorio e alla sua esportazione, con il solo spostamento della funzione d’usodell’oggetto stesso, da mero presente a strumento di comunicazione.il PROGETTO G.R.A.F.I.A.Se un museo si mette online è solo a fini informativi. È sempre mancato un progetto che coinvolga ilvisitatore per un tempo che vada oltre la visita stessa: raramente il museo entra nelle case, sul lavoro, neltempo del quotidiano. Con questo progetto vogliamo che il museo viva con noi, che un suo pezzetto –anostra scelta- possa essere a portata di mouse in qualsiasi momento della giornata.2.3 Possibili sviluppi del progettoIl Progetto G.R.A.F.I.A., in quanto Centro Gravitazionale, sarà per sua natura attento allo sviluppo dellaricerca e delle nuove tecnologie, per giungere a specializzarsi in 2 settori: museale e tecnologico. Inparticolare, l’attività museale –dopo l’iniziale start-up- acquisirà l’autonomia necessaria per investirenell’avvio dell’attività tecnologica, che sarà dettagliata in Presentazione. 3. Il mercato 3.1 Introduzione, tendenze e contesto competitivoPer quanto riguarda il Museo G.R.A.F.I.A., ci troviamo di fronte a un target trasversale –dalla gitascolastica al critico; dal turista straniero alla famiglia in gita fuori porta-che le analisi di settore del2009 danno in lieve calo rispetto all’anno precedente, probabilmente a causa della crisi economica. Ècomunque da evidenziare in questi ultimi anni la crescita esponenziale della comunicazione riguardante imusei, le mostre e gli eventi, alcuni addirittura imprescindibili dalla visita a una città o a una regione.Partendo però dal presupposto che il museo sia una realtà troppo statica –e quindi poco coinvolgente ediversiva- vado a comparare i dati sui musei con quelli del cinema, e scopro che nel 2009 c’è stato sì unlieve calo rispetto all’anno precedente, ma maggiori introiti: gli esperti sono concordi nell’attribuirli al3D, che prevede un aumento consistente del biglietto d’ingresso. Allora confronto i dati di internet enuove tecnologie, e vi riscontro una crescita confortante. Procedendo, trovo un +25% circa per quantoriguarda i parchi di divertimento.La mia analisi di trend è che quando si decide di svagarsi –in un periodo di forti pressioni socio-economiche ma di accessibilità tecnologica- si fa fino in fondo, preferendo quelle esperienze chepossano coinvolgere attivamente lo spettatore, rendendolo protagonista. In questa direzione va il MuseoG.R.A.F.I.A. che, a differenza della stantia casa-museo, interagisce col visitatore nell’esposizione, e con i
  • 8. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors suoi 3 business -Archivio digitale, Tecnografica e G.R.A.F.I.A. Shop- vuole portare il museo nelle nostre case, nelle nostre vite, nel nostro tempo digitale. 3.2 I concorrenti Note: preciso qui che dei Musei che vado a citare ho visitato recentemente il Museo dei Manoscritti Leopardiani di Visso e più di una decina d’anni fa il Dublin Writers Museum in Irlanda, e che dei restanti ho appreso informazioni solo da approfondite ricerche su web che hanno condotto a siti per lo più incompleti, eccetto Casa Leopardi. Resta però l’evidenza che nei musei italiani non ci sia l’intento di unificare la nostra identità letteraria, al contrario, si fa sempre più particolaristica rischiando di diventare sistema chiuso all’innovazione, autoreferenziale. I Parchi Letterari sembrerebbero aver compreso l’importanza di un’apertura, contando sul patrimonio naturale e paesaggistico italiano evocato dagli scrittori: ma senza un piano di comunicazione restano particolarismi regionali, miraggi di un’identità più vasta. ELEMENTI PUNTI PUNTIIMPRESA SEDE TARGET MKTG DISTINTIVI FORZA DEBOLEZZA Laboratori; La trasversalità CAOS Terni La struttura Mirato Trasversale residenza dell’offerta museum (TR) riqualificata giovani artistica espositiva Trasversale, Il bookshop con Notorietà La sezione M. Museo Dipendente Visso tendente riproduzioni poesie dei 6 idilli Diocesano; l’esiguità Manoscritti dal Parco dei (MC) famiglia Leopardi e il della sua dei manoscritti; Leopardiani Monti Sibillini mediobassa paesaggio collezione la perifericità La cantina, il Mirato Recanati Trasversale, La staticità aulica eCasa Leopardi bookshop, il intenditori, La storia (MC) medioalto inavvicinabile palazzo storico vacanzieri Museo Casa Il nesso Pescara L’artigianato di La non universalità di Gabriele Trasversale Didattico storico (PE) pregio, l’arredo dell’opera D’Annunzio politico Parchi Trasversale, Il paesaggio Dispersività e Italia ? L’evocare Letterari medioalto letterario frammentazioneDublin Writers Dublin Trasversale, Café-Book La marginalità della L’identità nazionale ? M. (IE) medioalto Shop sede 3.3 I fornitori Come per il team G.R.A.F.I.A., i fornitori saranno selezionati preferibilmente tra coloro che nel territorio umbro hanno risentito maggiormente della crisi economica e della relativa carenza di offerta/occupazione. Nella scelta dei supporti/materiali per i gadget di Tecno G.R.A.F.I.A., si riserveranno maggiori possibilità a chi propone eccellenze umbre come: ceramica, ferro battuto; tessile, cachemire, ricami, merletti. 3.4 I partner Conto in particolar modo sugli Enti e le Istituzioni locali per quanto riguarda i progetti didattici, sugli Enti e le Istituzioni nazionali per quanto riguarda la sponsorizzazione e la promozione. Confido di entrare a far parte del Sistema Museale Umbro –in co-marketing con i Musei più affini ai gadget culturali prodotti da Tecno G.R.A.F.I.A., come il Museo Tipografico e il Museo del Tessuto- con effetto trainante nell’arco di
  • 9. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authorstre anni. Sul lungo periodo poi, prevedendo l’implementazione dell’attività tecnologica nel progettoG.R.A.F.I.A., posso ipotizzare alleanze strategiche di co-sviluppo con Centri di Ricerca, Produttori diSoftware e Case Editrici. 3.5 Il piano di comunicazione e distribuzioneUn piano di comunicazione efficace non si può fare senza un budget e –fondamentale in questo caso-senza una location di riferimento, perciò preferisco non dettagliarlo. Al momento, posso soltantoannotare queste priorità: 4. la ricerca di uno slogan trasversale, che renda il concept innovativo del progetto, il suo essere multiforme: fisico e virtuale, territoriale e nazionale, espositivo e interattivo, culturale e commerciale, universale e particolare… 5. una pubblicità che tenga in considerazione gli ambienti reali in cui operano i target di riferimento, e quindi orientata –previa accurata valutazione- al web 6. una promozione che rigeneri il prodotto, con un calendario di eventi/incontri con i maggiori esponenti culturali/letterari italiani e mondiali in loco.4. La struttura aziendale 4.1 La sede dell’attivitàPer il riconoscimento artistico-culturale di Spoleto, promotrice del Festival dei Due Mondi, ho in mentequesta città o le sue immediate vicinanze come location ideale, e vorrei contribuire a una riqualificazioneurbana ponendo particolare attenzione alle aree dismesse e all’uso di energie rinnovabili, accedendo abandi o a sgravi fiscali come da regolamenti regionali. Qui spiego come intendo procederenell’individuarla. - Data l’importanza delle opere in essa contenute e tutta da verificare la fattibilità dei prestiti e dei lasciti delle stesse, ho la necessità di coinvolgere nel progetto in primis due persone: il Responsabile Relazioni Esterne dell’Ufficio Stampa, che contatti le principali realtà italiane –enti museali, collezionisti privati, archivi- per quantificare la disponibilità di materiale espositivo; l’Architetto, che –previa una stima delle opere e una verifica delle loro condizioni di conservazione- immagini la struttura più idonea all’esposizione. - Solo a questo punto posso contattare le Banche e gli Enti del territorio, per verificare la disponibilità di un fondo con le caratteristiche richieste dall’Architetto. È il momento del sopralluogo, e delle prime previsioni di spesa per la messa in funzione del fondo, atte a valutare eventuali ristrutturazioni/ riconversioni, ma soprattutto la maggiore convenienza dell’investimento per l’acquisto o per l’affitto del locale in questione. - Una volta individuato il fondo e stimato l’investimento, ci sarà da ottemperare la parte burocratica e da avviare un dialogo con le amministrazioni, per quanto riguarda l’eventuale apporto di modifiche al bene immobiliare in oggetto. Bisogna infatti considerare che, oltre al Museo, la società comprende altri 3 business, due dei quali –Archivio Digitale e G.R.A.F.I.A. Shop- realizzabili in due vani di piccola e media grandezza, il terzo –la Tecno G.R.A.F.I.A.- con la necessità dello spazio agibile per macchinari, produzione e distibuzione. - Il possibile sviluppo futuro del progetto richiederebbe inoltre che il terreno intorno all’immobile sia edificabile, per non dislocare l’attività tecnologica. 4.2 La struttura organizzativa vedi pg. 2 Il gruppo imprenditorialeEssendo Direttore Artistico, questo è il prospetto che porterò al mio Commercialista, da cui lui trarrà ilPiano del Personale:
  • 10. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors PERSONALE NUMERO CONTRATTO Di struttura 4 Full time Produttivo 22*+8** Responsabili da definire*Di cui: 2 Uff. Stampa, 2 Uff. Comunicazione, 4 Comitato Scientifico, 2 Uff. Commerciale, 2 Shop, 2Archivio, 2 Tecnografica, 2 Uff. Vendite, 4 Staff Tecnico.Quest’ultimo, in particolare, non comprende ancora la Vigilanza, che sarà da stabilirsi sulla base delnumero di sale. **Di cui: 2 Uff. Stampa, 2 Uff. Comunicazione, 1 Comitato Scientifico, 1 Tecnografica, 1Staff Tecnico, 1 Vigilanza.6. Punti di forza e di debolezza del progetto STRENGTHS WEAKNESSES Originalità, unicità nel panorama museale Apripista, rischio insensibilità finanziatori OPPORTUNITIES THREATS Tecnologia, comunicazione accessibile Crisi economica e livellamento culturale7. L’analisi economico/finanziaria 7.1 Le previsioni di venditaQui si richiedono delle stime che difficilmente sono in grado di prevedere.Posso trarre ricavi dalle seguenti tipologie di prodotto: Biglietto d’ingresso per esposizioni/eventi  Gadgettistica al dettaglio nei negozi Testi digitali e gadgettistica online  Gadgettistica nel G.R.A.F.I.A. ShopRicordo che la gadgettistica, sopra definita “culturale” è su supporti/materiali di alta qualità, quindi èda considerarsi prodotto di nicchia. Ovviamente i testi digitali scaricabili a pagamento e altri gadgetminori –ma sempre di qualità- saranno alla base della piramide di vendita, cui fare sempre riferimento.Per quanto riguarda il biglietto d’ingresso, posso confrontare il prezzo dei biglietti nei musei più affini altarget di G.R.A.F.I.A.: il CAOS di Terni per la novità nella regione, il Lu.C.C.A. di Lucca per lacomunicazione, le mostre di Studio Azzurro di Milano per l’allestimento. In particolare, per la mostra suDe André dell’anno scorso a Genova il biglietto intero era di 8 €, mentre per la stessa mostra a Romaera di 9 €.Vanno inoltre tenute presente le tavole ISTAT sugli ingressi/introiti dei musei per regione e per mese, alfine d’individuarne forze e debolezze non tanto nell’analisi dei competitor, quanto negli studi di settore. 7.2 Il piano degli investimenti La bozza di elenco dei beni strumentali materiali per la realizzazione del progetto G.R.A.F.I.A. nei suoi 3 business comprende: 2 fabbricati con terreno edificabile per parcheggio, carico e scarico ed eventuale ampliamento del progetto; impianti di riscaldamento e illuminazione preferibilmente alimentati da energie rinnovabili; macchinari per la stampa; attrezzature espositive, apposite teche, arredo di sala, videoproiettori e touchscreen; 2 automezzi per la distribuzione; mobili ufficio, computer professionali; sistema di allarmi, circuito di videosorveglianza… Un primo elenco dei beni immateriali comprende: marchio di G.R.A.F.I.A., spese notarili di costituzione società, software dedicato; sistemazione immobile ed eventuale riqualificazione…
  • 11. Progetto G.R.A.F.I.A. Gravitational Research Autographic Famous Italian Authors Per l’iniziale start-up va inoltre previsto l’investimento per: trasporto e recupero delle opere, creazione del sito e messa online; consulenze varie… 7.3 I costi di esercizio personale + costi fissi di struttura + costi fissi di produzione + costi variabiliAlcune voci: utenze, abbonamenti a internet/telefono e a riviste specialistiche di settore, impresa dipulizia, acquisto manufatti per gadget...