P.o.l.e.n.a. - P.d.C. per la Provincia della Spezia

948 views
865 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
948
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
44
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

P.o.l.e.n.a. - P.d.C. per la Provincia della Spezia

  1. 1. Piano di Comunicazioneper apertura URP Energetico-Ambientale Provincia della Spezia Progetto P.O.L.E.N.A. Chiara Tuoni Master in Comunicazione Ambientale Università di Pisa a.a. 2007-2008
  2. 2. Progetto - obiettivi• Studio del Piano Energetico-Ambientale provinciale - PEA 2008 - e della normativa vigente: relazione sintetico-operativa messi in luce gli obiettivi dell’URP• Stato dell’arte: raccolta documentazione e materiale preesistente; interconnessione degli uffici coinvolti e individuazione dei referenti -responsabili e partners• Piano di Comunicazione – studio - best practice extraprovinciali e intraprovinciali; analisi dello scenario - obiettivi strategici e obiettivi operativi - target: persone e stakeholder, enti e strutture - azioni: eventi e incontri; promozione - comunicazione interna / esterna - pianificazione priorità e tempistica - fattibilità con analisi di criticità e alternative - realizzazione: budget e sponsor - predisposizione di una verifica con indicatori quantitativi (out put), qualitativi (out take) e d’impatto (out come); customer satisfaction e analisi delle tendenze• Piano di Comunicazione – messa in opera P.O.L.E.N.A.~Fiera e Festival di Etica Natural-Ambientale
  3. 3. Studio del PEA 2008Da uno studio approfondito -revisione e riedizione- del PianoEnergetico-Ambientale della provincia della Spezia si evince:1. L’importanza di costituire una rete Provincia – Comuni2. La proposta concreta di creare un’Agenzia Energetico-Ambientale Provinciale come collettore/connettore di tale rete3. I riferimenti e il potenziale d’intervento per la Provincia della Spezia, ossia i temi e la materia all’ordine del giorno nelle politiche ambientali di cui l’Agenzia dovrà occuparsi4. Un primo delineamento della sua struttura in base a: - spazi, orari, personale impiegato - back office: politiche e funzioni; recepimento e divulgazione normativa - front office: informazioni e modulistica; selezione link internet point In particolare
  4. 4. >PEA 2008: 1. rete Provincia - Comuni(…) la rete costituirà uno strumento operativo in grado da un lato di costituire un osservatorio e una verifica sui processi di pianificazione delle attività e dall’altro fornire ai Comuni una possibilità di scambio confronto e conoscenza dei progetti in atto o in fase di avvio presso le singole amministrazioni. La rete, una volta strutturata e resa operativa per il territorio, potrà contribuire anche ai processi di formazione e supporto tecnico agli sportelli da creare nelle scuole.Di particolare importanza, come già sottolineato, è la comunicazione verso l’utenza e il rapporto attivo tra le istituzioni e la cittadinanza, grazie a opportuni strumenti (formazione, informazione, sportello, osservatorio).Fin d’ora, per i motivi di seguito indicati, si propone per il 2009 la creazione di un’Agenzia Energetica Ambientale gestita dalla rete Provincia – Comuni.Tanto per un esempio, converrà realizzare nella piazza attigua all’edificio della Provincia -e in ciascuno dei Comuni- cartelli luminosi che informino tutta la cittadinanza sui progressi dei lavori e le distanze dagli obiettivi: quante le azioni e quanti gli interventi avviati, quanto il risparmio energetico previsto per i diversi settori impegnati e complessivi, come avanzano i lavori, quali i risultati dei monitoraggi(…)
  5. 5. >PEA 2008: 1.-2. dalla rete all’Agenzia(1)(…) Secondo la metodologia dei Piani di Azione annuali, in successione, un anno dopo l’altro, si prevede nel 2009 la trasformazione dell’impegno Provincia – Comuni per la costituzione della Rete in impegno per la costituzione dell’Agenzia.Proposto il seguente percorso in collaborazione con la rete dei Comuni, le associazioni di professionisti locali, il settore industriale e commerciale locale: – per il finanziamento dell’Agenzia, che si prevede venga avviata nel 2009, si propone un primo finanziamento da parte delle banche locali, per un impegno minimo di personale (un Senior - uno Junior - una segreteria, con il costo annuale di circa 120.000 euro). – i finanziamenti successivi dipenderanno dai risultati economici degli interventi per cui si decideranno aumenti di personale a seguito dei primi risultati positivi (segue)
  6. 6. >PEA 2008: 1.-2. dalla rete all’Agenzia(2) (…)La creazione dell’Agenzia della rete nel 2009 può considerarsi in successione con l’attività prevista all’Azione n. 1 nel 2008. I componenti dell’Agenzia stabiliranno rapporti continui di collaborazione con tecnici (Responsabili Energia per ogni Comune) delegati dai rispettivi Sindaci, in condizioni tali da non impedire le loro ordinarie mansioni. Ciò significa che non si propone un totale out- sourcing delle competenze interne verso l’Agenzia, ma piuttosto che ogni Comune si riorganizzi, tenendo conto dell’apporto dell’Agenzia e della possibilità che il tecnico interno sviluppi rapporti continui con l’Agenzia stessa. In termini concreti, l’Agenzia provvederà a raccogliere dati in modo omogeneo per ciascuno dei 32 Comuni e provvederà a registrare e seguire, per ciascuno dei Comuni, tutte le decisioni e i progressi; il criterio della riorganizzazione del Comune tenendo conto dell’apporto dell’Agenzia permette che questa sia snella e il suo costo sopportabile a fronte delle nuove attività, con i relativi margini, a favore dei Comuni, per i costi energetici di gestione(…)
  7. 7. >PEA 2008: 2. Agenzia Energetico-Ambientale(…)In questo quadro è emersa l’opportunità, tra l’altro, della creazione di un’Agenzia Energetico- Ambientale gestita dalla rete Provincia – Comuni.Le attività che saranno compiute nel primo anno:• risultati e vantaggi,• ostacoli e difficoltà emerse,• messa in evidenza e soluzione dei problemi di finanziamento,• soluzione dei problemi di passaggio dalle abitazioni individuali (appartamenti) a quelle accorpate (edificio, quartiere),• presa considerazione dei problemi di comunicazione e di adesione sia da parte degli operatori industriali e finanziari che da parte dell’utenza,• acquisizione esperienza in merito alla certificazione e al monitoraggio,• intervento nelle scuole nel suo ruolo plurivalente (efficienza e qualità sismica della scuola stessa, laboratorio di quartiere, sportello, punto di informazione e confronto).È confermata inoltre la necessità e possibilità di un suo ruolo attivo nei confronti dei comuni, della popolazione e degli operatori interessati, indispensabile a livello territoriale per svolgere le due funzioni seguenti:- informazione dalla provincia verso il territorio circa gli impegni del Protocollo di Kyoto e successivi- impulso di promozione della risposta (bottom-up) in termini di progetto energetico - territoriale e riduzione delle emissioni di gas serra, in modo da contribuire allimpegno regionale e nazionale(…)
  8. 8. >PEA 2008: 3. temi e materia dell’Agenzia(…)La Provincia provvede inoltre a costituire e attrezzare, nei propri uffici, una sede di coordinamento delle attività della rete in grado di far fronte anche alle altre attività che saranno qui specificate successivamente per ogni azione.Temi:• strategie ottimali per la riduzione dei gas serra;• elaborazione del Piano Energetico Ambientale Regionale;• priorità alle fonti rinnovabili, all’innovazione tecnologica, alla razionalizzazione della produzione elettrica e dei consumi energetici, con particolare riguardo al settore civile, anche attraverso l’introduzione della Certificazione Energetica;• raccordo dei diversi settori di programmazione ai fini della sostenibilità complessiva;• valorizzazione del ruolo delle politiche di sostegno dell’innovazione tecnologica;• promozione nel settore produttivo dell’eco-efficienza e della cooperazione internazionaleMateria:fonti rinnovabili: eolico, fotovoltaico, biomasse, solare termico per acqua sanitaria(…)
  9. 9. >PEA 2008: 4. delineamento dell’Agenzia(1)Spazi: (…)Queste attività necessitano della costituzione di una sede attrezzata nella Provincia, di coordinamento delle attività della rete Provincia - Comuni, con personale in grado di svolgere la funzione di supervisione, che dovrà far parte delle responsabilità di gestione centrali a livello di Provincia, quindi esercitate a partire dalla creazione di un centro di coordinamento, costituendo una stanza ad hoc presso la sede della Provincia.Orari: disponibile per due mezze giornate alla settimana.Personale impiegato: lo sportello è composto di due figure di diverso livello di competenza tecnica: la figura junior (architetto/ingegnere/geometra) risponde via mail giornalmente alle domande tecniche che non presentano particolare difficoltà e seleziona le domande più complesse (anche di ordine fiscale-burocratico) alle quali provvede il tecnico senior (architetto/ingegnere/geometra), il quale si tiene in collegamento con lo sportello nazionale di ENEA. Il tecnico senior è responsabile di un’organizzazione dei dati (database) complessivi che affluiscono allo sportello, raggruppandoli, in base a un format a cura di Issi, per tipologie di edifici e di utenti, consumi, costi(…)
  10. 10. >PEA 2008: 4. delineamento dell’Agenzia(2)Back office: politiche e funzioni(…)In altri termini, a livello nazionale e regionale si approvano leggi e programmi, ma le Province e i Comuni non si sentono in molti casi impegnati nei processi attuativi e nelle necessarie attività integrative; ci si riferisce ad attività di promozione e coordinamento a partire dalla conoscenza e dal monitoraggio continuo dei processi reali, tra cui qualità e quantità degli interventi, effetti energetici e ambientali, costi.In generale, la Provincia si interesserà, come si diceva, di aspetti di coordinamento, integrazione, finanziamento, comunicazione, fattibilità complessiva e garanzia agli utenti.Si richiedono campagne di comunicazione, informazioni via mail, attivazione di sportelli centralizzati nella Provincia, attività di informazione rivolte agli utenti (e agli studenti) nei progetti di ristrutturazione delle scuole, e altre forme che conseguano l’obiettivo del passaggio dalla sensibilizzazione ai comportamenti strutturati(…)
  11. 11. >PEA 2008: 4. delineamento dell’Agenzia(3)Back office: recepimento e divulgazione normativa• (…)considerando nello stesso tempo i benefici di legge e quelli qui previsti grazie all’iniziativa provinciale e comunale, si ritiene di disporre ormai di una risposta sufficiente, grazie anche a un’adeguata campagna di informazione, alla domanda sul perché aumenterebbe la domanda di ristrutturazioni(edilizie)• la Provincia creerà un archivio di dati di consumi e spese, sulla base di informazioni fornite dall’utente, relative tipicamente ai tre anni precedenti e ai tre anni successivi all’esecuzione dei lavori (di ristrutturazione e certificazione energetica degli edifici)• la Provincia provvede a un corso di formazione, per imprese e professionisti, in grado di qualificare i loro interventi, dando luogo a un albo di operatori qualificati; l’albo permette alla Provincia di consigliare questi operatori ai proprietari di appartamenti e alle banche / ESCO• avvio in particolare dell’intervento (di ristrutturazione) nelle scuole e con gli sportelli• in particolare è indispensabile la creazione di un sistema di raccolta in ogni Provincia e Comune dei dati delle vendite dei grossisti di combustibili, carburanti e consumi elettrici per verificare se i miglioramenti delle efficienze fanno diminuire i consumi di fossili complessivi, privati e pubblici(…)
  12. 12. >PEA 2008: 4. delineamento dell’Agenzia(4)Front office: informazioni e modulistica• (…)Piano Energetico-Ambientale Provinciale e dei Comuni• Tra le informazioni che potranno essere richieste allo sportello, una particolare importanza rivestono gli impegni di certificazione energetica e gli altri documenti di qualificazione energetica.L’aumento della domanda (di ristrutturazione) potrà essere ottenuto grazie a diversi fattori:• culturali e vantaggiosi valorizzati da una forte campagna di sensibilizzazione in grado di fornire all’utenza elementi concreti e verificabili;• di convenienza fiscale grazie alla riduzione sulle tasse del 55% dell’importo speso per la ristrutturazione energetica;• di convenienza economica, in quanto gli interventi incrementali -per le impostazioni a pieno edificio e a frazioni di quartiere (package)- puntano a una riduzione del 30% sui prezzi di mercato;• d’informazione e conoscenza: facilitazione finanziaria FTT (Finanziamento Tramite Terzi), incentivi sociali di origine provinciale, garanzie di qualità, monitoraggi, qualificazione energetica e architettonica con conseguente valorizzazione dell’immobile (introduzione di targhe di qualità etc.);• connessione con l’iniziativa GPP sulle scuole(…)
  13. 13. >PEA 2008: 4. delineamento dell’Agenzia(5)Front office: selezione link internet point(…)In tal senso occorre attivare uno sportello informativo per gli abitanti della provincia operante in stretto collegamento con l’ENEA http://www.enea.itBanche finanziamenti e incentivi:• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=bkother• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=bcc&id=111• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=incmap• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=incs&Istituzioni enti e associazioni:• http://www.autorita.energia.it/index.htm• http://www.enea.it/link_utili.html• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=links&pg=1Articoli e approfondimenti:• http://www.archibio.com/list.php?p=882&tpl=list_cat• http://www.rinnovabili.it/conto-energia• http://www.rinnovabili.it• http://www.azzeroco2.it/calcolatore• http://www.lifegate.it/energiarinnovabile/sezione.php?id_sezione=58&id_menu=37
  14. 14. Studio della normativa vigente(1)Back office:• DIR PCM 11/10/94Direttiva sui principi per listituzione e il funzionamento degli URP• L 150/2000Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle PA• DIR 7/02/02Direttiva sulle attività di comunicazione delle PA
  15. 15. Studio della normativa vigente(2)Front office:• Decreto Legislativo 29 dicembre 2003, n. 387"Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dellenergia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricità"• Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192"Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nelledilizia"• Decreto Legislativo 29 dicembre 2006, n. 311"Disposizioni correttive e integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico nelledilizia"• Decreto Interministeriale del 19/02/2007"Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dellarticolo 7 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387"• Legge Regionale 29/05/2007, n. 22 Regione Liguria"Norme in materia di energia"
  16. 16. Studio della normativa vigente(3)Link utiliriferimento:• http://www.autorita.energia.it/docs/riferimenti/riferim_normativi.htm• http://www.camera.it/cost_reg_funz/662/documentotesto.aspenergia e ambiente:• http://www.ambientediritto.it• http://www.sviluppoeconomico.gov.it/aree/servizi.php?id_area=4&sezione=aree&tema_dir=tema2• http://www.tuttoambiente.it/lex/index.html• http://87.241.41.49/index.php?id_sezione=3• http://www.ecosportelloenergia.org/amministrazioni/normativa.html• http://www.ecquologia.it/cms/content/category/5/49/34• http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=docs&tp=NMURP:• http://www.urp.it/RicercaNormativa.jsp• http://www.compubblica.it/index.html?id=1&sezione=3&pagweb=comunicazione.html• http://www.comunicazioni.it/normativa• http://www.urpinsieme.it
  17. 17. Piano di Comunicazione - studio
  18. 18. Best practice – URP extraprovinciali • RENAEL – REte Nazionale delle Agenzie Energetiche Locali http://www.renael.net/ITA/home.aspx • Provincia di Ferrara – sportello Ecoidea http://www.provincia.fe.it/ecoidea • Legambiente – Ecosportello per i Comuni http://www.ecosportello.org/index.php • Legambiente Milano e altri – EcosportelloEnergia http://www.ecosportelloenergia.org/index.html • Unioncamere – progetto Er Energie Rinnovabili http://www.energierinnovabili.org• Autorità per l’energia elettrica e il gas – Energia Semplice-la Finestra del consumatore http://www.autorita.energia.it/energia_semplice/index.htm
  19. 19. Best practice – progetti extraprovinciali • Provincia di Biella – progetto C.Ambie.R.E.Sti http://www.cambierestibiellese.it/on-line/Home.html • Comune di Torraca (SA) – prima “led city” al mondo http://www.comuneditorraca.it/start.html • UPI – Unione delle Province d’Italia – Ambiente e Territorio http://www.upinet.it/upinet/contr_list.bfr • Forum PA – Territorio http://territorio.forumpa.it/rubrica/34780/ambiente-e-sviluppo • Legambiente per le Energie Rinnovabili – best practices http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=best
  20. 20. Best practice – media&meeting extraprovinciali • Guida alla Toscana Etica http://www.toscanaetica.it • Premio Toscana ecoefficiente 2007-2008 vedi 25.6.2008 - Bollettino ufficiale della Regione Toscana - n. 26 http://www.solarenews.it/it/index.php?option=com_content&task=view&id=566&Itemid=58 • Convegno Internazionale Life 2020 – 13/14.06.2008 Pisa, Parco di Migliarino S. Rossore http://www.life2020.it• Giornata di studio “Le tecnologie per il recupero di energia da rifiuti a confronto” LEAP – Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza e Politecnico di Milano http://www.leap.polimi.it
  21. 21. Best practice – expo e festival extraprovinciali • Milano – Festival Internazionale dell’Ambiente http://festivaldellambiente.com • Brescia – AmbiEnt Festival d’Arte e Cultura dell’Ambiente con progetto Re-lighting nel centro storico http://www.ambientfestival.it • Genova – Energethica Salone dell’Energia Rinnovabile e Sostenibile http://www.energethica.it/index_fiera_it.htm • Arenzano (GE) – FIDRA Festival Internazionale Del Reportage Ambientale http://www.fidra.org • Firenze - Terra Futura Mostra-Convegno Internazionale http://www.terrafutura.it • Rispescia (GR) – FestAmbiente Festival Internazionale di Ecologia e Solidarietà http://www.festambiente.it • Calvi (Corsica) – Le Festival du Vent Festival Eco-Cittadino http://www.lefestivalduvent.com
  22. 22. Best practice – meeting intraprovinciali• Seminario Isole Minori“Le isole del tesoro…il tesoro delle isole”– 20/23.09.2007 sull’Isola Palmaria• Formazione per lo sviluppo sostenibile“Buone prassi nella Programmazione FSE 200-2006”– 19.06.2008 a Brugnato• Convegno di Archeologia Industriale“Le mille e una fabbrica”– 26.06.2008 a Santa Teresa di Lerici
  23. 23. Best practice – progetti intraprovinciali Varese Ligure• Primo Comune in Europa che ha ottenuto la certificazione ambientale ISO- 14001, rilasciata dal Rina e la registrazione EMAS da parte del Comitato Ecolabel-Ecoaudit• Centrale Eolica http://www.fonti-rinnovabili.it/index.php?c=1best&id=95• Per l’impegno ambientale Varese Ligure ha ricevuto il premio come "migliore comunità rurale della UE ad aver attuato progetti a favore dellenergia rinnovabile" nellambito della conferenza europea sullEnergia Rinnovabile, tenutasi a Berlino nel gennaio 2004, e il primo premio di “Comune 100% rinnovabile” di Legambiente nel 2007.• È denominata “Valle del biologico” per la pratica di agricoltura biologica fino a divenire la quasi totalità della produzione locale.• È tra i 10 finalisti del concorso "I BEI PAESI: i villaggi dove è bello vivere" promosso dalla rivista Airone per premiare i borghi più solidali e in armonia con lambiente
  24. 24. Best practice – progetti intraprovinciali• Gruppo Acam nuovo impianto “Waste to energy” per la trasformazione dei rifiuti in Cdr e produzione di energia in località Saliceti, Vezzano Ligure (SP) http://www.acamspa.com/acamambiente_cdr.asp• Isola Palmaria abbattimento dello Scheletrone e recupero ambientale dell’area previsto per la primavera 2009 da La Nazione - La Spezia, martedì 8 luglio 2008
  25. 25. Best practice – eventi intraprovinciali • Aria Festival – Festival Internazionale di Spettacolo per Luoghi Pubblici alla Spezia e nell’Isola Palmaria http://www.ariafestival.it prevede performance itineranti nella natura • Genius Loci – Mostra d’Arte Ambientale Itinerante nell’Isola Palmaria http://www.geniusloci2008.org prevede un percorso itinerante tra natura e opere d’arte • programmi estivi dei Comuni di Castelnuovo Magra, Riccò del Golfo, Parco di Montemarcello-Magraprevisti percorsi-escursioni artistico/naturalistico-gastronomici alla scoperta del territorio • Festival della Mente – Festival Europeo dedicato alla Creatività a Sarzana http://www.festivaldellamente.it prevede per quest’edizione ben 3 interventi a tema ambientale e 3 conclusioni di serata con lettura di Darwin
  26. 26. Analisi dello scenario• manca la considerazione dell’ambiente a livello provinciale, a fronte delle forti realtà locali che sembrano camminare da sole• l’ambiente è vissuto per lo più come scoperta delle risorse del proprio territorio sia a livello storico-naturalistico che a livello enogastronomico• gli eventi artistico-naturalistici già presenti nel territorio non riescono a svincolarsi dal servizio al turista per integrarsi invece con il cittadino della provincia in tutta la sua “biodiversità”. Restano quindi pura attrazione estiva non potendo oltrepassare neanche i confini locali
  27. 27. Analisi dello scenario - in sintesi • richiesta crescente su scala mondialedi tematiche eco-ambientali -dall’informazione alla consapevolezza fino all’impegno responsabile- e delle buone pratiche connesse • necessità di sensibilizzazione dei cittadini della provincia alle azioni energetiche previste dal Piano Energetico-Ambientale • risposta dei cittadini?
  28. 28. Obiettivo aperturaURP Energetico-Ambientale nella Provincia della Spezia entro il 2009
  29. 29. Obiettivi strategici• condurre un’analisi del territorio per colmare l’eventuale gap cognitivo esistente tra i cittadini e la tematica energetico-ambientale • elaborare un Piano di Comunicazione per riattivare le relazioni cittadini – Provincia valorizzandone i servizi offerti• implementare azioni per la partecipazione di tutti i cittadini alla messa in opera e al raggiungimento degli obiettivi del PEA 2008
  30. 30. Obiettivi strategici - in sintesi1. individuare l’eventuale gap cognitivo 2. • creando nuove interazioni tra Provincia e cittadini piano di • superando il gap con proposte concrete e comunicazione ampiamente partecipate
  31. 31. Obiettivi strategici - in sintesi
  32. 32. Obiettivi operativi1. per individuare l’eventuale gap cognitivo: sondaggioDa compilare e riportare all’URP Energetico-Ambientale• in tutti gli eventi dei Comuni e della Provincia; in tutti i luoghi pubblici e nei principali supermercati• presso uscite scuole secondarie e con aiuto insegnanti per le primarie – consegnando il modulo ai bambini per farlo compilare ai genitori e riconsegnarlo a scuola• allegato alle bollette previo accordo con Acam e principali gestori operanti nella provincia
  33. 33. Obiettivi operativi2. per creare nuove interazioni tra Provincia e cittadini: reti integrate• sito internet interattivo -info e modulistica- con calcolo consumo energetico, eco-efficienza e produzione CO₂ personale  possibilità di preventivare impianti per produzione energie rinnovabili, ristrutturazione edilizia e acquisto di elettrodomestici/macchinari/veicoli eco-efficienti con agevolazioni finanziarie e calcolo del risparmio ottenibile• URP Energetico-Ambientale Energy Point• numero dedicato, info-mail e gestione reclami come servizi garantiti attivi e funzionanti
  34. 34. Obiettivi operativi3. per superare il gap con proposte concrete: incentivi e impegniImplementare partnership con banche / ESCO: - Mutui per agriturismi/alberghi con info su opportunità installazione energie rinnovabili, ristrutturazione ed eco- efficienza a costi agevolati con incentivi e premi promozione turistica tramite i canali della Provincia - Finanziamenti per edifici pubblici e storici pionieri di best practice e ritorno d’immagine - Contributi per privati/imprese/commercianti con agevolazioni finanziarie e servizi dedicati
  35. 35. Obiettivi operativi3. per superare il gap con proposte partecipate: Azioni • persone • canali / • strutture • eventi linguaggi • incontri • interna / esterna Target Promozione
  36. 36. Target Persone Strutture Target trasversale  Target trasversale  • Turistiche e commercialil’intenzione è di coinvolgere • Aziende del settore e nontutti i cittadini iniziando daibambini, per investire nel loro • Fondazioni, Associazioni,futuro, arrivando agli adulti Cooperative e Club -in tutti i loro ruoli, professioni • Enti / spazi pubblici (dale strati sociali- fino agli Comune alla Scuolaanziani, che lasciano al mondo all’Ospedale fino alla Chiesa)la propria saggezza ed • Privati (dall’amministratore alesperienza valorizzando costruttore edile fino allal’eredità ambientale ritrovata singola abitazione di proprietà)
  37. 37. Azioni Eventi Incontri P.O.L.E.N.A. ~ Fiera e Festival di Etica Natural-Ambientale• URP-EnergyPoint : inaugurazione • Conferenze tecniche per i al pubblico cittadini e per gli addetti ai lavori con serate di presentazione• Festivalinterventi itineranti di (attuabili in occasione del esperti nel settore/esponenti di bilancio comunale) spicco a livello nazionale e internazionale sulle tematiche di • Educazione ambientale nelle etica natural-ambientale scuole di vario grado per sensibilizzazione alle tematiche• Fiera di Etica Natural-Ambientale energetico-ambientali• SoleNotti notti bianche • Ciclo incontri per aziende• EnerGiRa! gioco per i piccoli agricole e industrie su• ECOncorso per le scuole opportunità energie rinnovabili,• Altre idee di riqualificazione ristrutturazione ed eco-efficienza
  38. 38. Promozione • Comunicati stampa su incentivi/iniziative per i comuni (SP) ling. specialisticoInterna • Giornalino della Provincia come house organ con sezione eco-energia • PdC integrato / tabelle di Gantt per sfruttare i canali presenti sul territorio URP • Educazione ambientale per le scuole  linguaggio didattico-scientificoEnergy Point • Gazebo agli eventi locali con gadgets e brochure  ling. info-commerciale • Spot tv e redazionali per l’inaugurazione e poi per assicurare continuità diEsterna comunicazione /promozione dell’EnergyPoint nelle pubblicazioni della Provincia e nei principali massmedia locali ling. marketing-giornalistico
  39. 39. Pianificazione Priorità Tempistica• Apertura URPEnergy Point • Entro il 2009 (mese?)• Inizio corsi di formazione e creazione rete Provincia – Comuni per raggiungimento obiettivi PEA 2008• Inizio lavori in Provincia e nei singoli Comuni come da PEA 2008• Educazione ambientale nelle scuole e bando di partecipazione ECOncorso• P.O.L.E.N.A.~Fiera e Festival di Etica Natural- Ambientale: organizzazione e messa in opera• Inaugurazione Energy Point al pubblico
  40. 40. Fattibilità Criticità Alternative• Apertura EnergyPoint • EnergyPoint : si può correggere il tiro durante l’apertura• Periodo di P.O.L.E.N.A. monitorando costantemente le possibile interferenza di richieste dei cittadini e delegando P.O.L.E.N.A. con altre fiere via via più mansioni all’Agenzia tanto da renderla essenziale regionali e con eventi • P.O.L.E.N.A.: previo studio comunali/provinciali; vantaggi accurato si stabilisce un periodo e e svantaggi d’inaugurazione quindi una data. Si preventiva poi durante il periodo estivo un biglietto d’ingresso sia per la Fiera che per il Festival. Si chiede risposta di cittadini/pubblico poi ad esperti/espositori di ai servizi dell’EnergyPoint e autopromuoversi in quanto prova all’evento n.0 di P.O.L.E.N.A. n.0 ancora da verificare
  41. 41. Realizzazione Budget Sponsor• a cura della Provincia previa ricerca delle sovvenzioni possibili per un evento di tale portata e attento alle tematiche all’O.d.G. a livello comunitario e mondiale
  42. 42. Referenti Responsabili Partners• progetto EnergyPoint: • Acam / Enel• Agenzia EnergyPoint:• progetto P.O.L.E.N.A.: Fiera: Festival:• Immagine e Comunicazione integrata EnergyPoint/ P.O.L.E.N.A.:
  43. 43. Verifica Out put - EnergyPoint e Out take - P.O.L.E.N.A. P.O.L.E.N.A.EnergyPoint: • Forum/blog con possibilità di postare• Stima brochure distribuite e visite commenti sul sito della Provincia – monitorate da numerino all’URP sezione dedicata all’EnergyPoint• Richieste d’info/intervento • Form con idee e proposte dei telefoniche o via mail partecipanti alla Fiera e al Festival al momento dell’adesioneP.O.L.E.N.A.: • Form con i loro commenti sull’evento• Biglietti venduti all’ingresso della una volta avviatosi alla conclusione Fiera e del Festival• Richieste di adesione standisti e • Form ai ragazzi sull’ECOncorso e partecipazione esperti/addetti ai sull’educazione ambientale nelle lavori scuole secondarie e primarie
  44. 44. Verifica Out come - P.O.L.E.N.A. Customer satisfaction - EnergyPoint• Rassegna stampa dai principali • Form su sito Provincia – sezione quotidiani/periodici/siti/blog dedicata all’EnergyPoint della Spezia e provincia • Form negli uffici dell’EnergyPoint• Interviste ai cittadini - con da riconsegnare compilato commenti a caldo e a freddo- da • Possibilità di esprimere anche in parte delle principali emittenti e forma anonima suggerimenti e media locali reclami grazie a cassette• Rassegna stampa sul posizionate all’ingresso regionale/nazionale
  45. 45. Verifica Analisi tendenze• Rassegna stampa aggiornata delle principali testate nazionali e locali e dei siti/televisioni inter-nazionali con particolare attenzione alle tematiche energetico-ambientali• Recepimento normativa europea e conoscenza delle principali conferenze e meeting inter-nazionali• Tag cloud (vedi Report PEA 2008) o “nuvola di etichette” associata al PEA 2008 online: in quanto user generated content permette di monitorare quali siano le tematiche energetico-ambientali più cliccate dagli utenti
  46. 46. P.O.L.E.N.A.Fiera e Festival di Etica Natural-Ambientale brainstorming
  47. 47. …CI SI RIFERISCE AD AMBIENTE, CLIMA, ENERGIA, RIFIUTI, CONSUMI MATERIALI, TERRITORIO, DEMATERIALIZZAZIONE DELLO SVILUPPO.IN DUE PAROLE, SI PROPONE DI RIVEDERE E NELLO STESSO TEMPO VALORIZZARE LE INDICAZIONI DEI VARI AUTORI ESPERTI DELLA CITTÀ RIPORTATE IN PRECEDENZA, ALLA LUCE DELLA NUOVA IMPORTANZA DI TEMI TRASVERSALI COME L’ENERGIA, L’AMBIENTE, IL TERRITORIO, LA SOSTENIBILITÀ DELLO SVILUPPO… tratto dal PEA 2008 lo spunto
  48. 48. P.O.L.E.N.A. -tutto maiuscolo e puntato- è un omaggio alle polene che tantohanno difeso e solcato i mari accompagnando i naviganti, e di cui si tieneuna cospicua collezione al Museo Tecnico Navale della Spezia.Ma non solo. L’acronimo P.O.L.E.N.A. è composto da:- la sigla fissa E.N.A. che sta per (Fiera/Festival)di Etica Natural-Ambientale- uno slogan mobile P.O.L. da variare a seconda della tipologia pubblicitaria,che comunque contiene sempre una domanda, così come previsto da tuttele discipline filosofiche, compresa l’Etica Ambientale, e che ben si addice aquesto periodo di questioni ambientali spesso generanti dubbi. Ad esempio:P.O.L.E.N.A. Pianura O Litorale? Fiera/Festival di Etica Natural-Ambientalee così con altri slogan che riporto qui di seguito: il titolo
  49. 49. Pecora O Lana? Parentesi O Link?Pecore O Lupi? Poesia O Libertà?Polli O Lepri? Presente O Leggenda?Popoli O Lande? Pagina O Libro?Paladini O Leader? Parole O Lettere?Proibito O Lecito? Pensare O Leggere?Pace O Lealtà? Pesante O Leggero?Paesi O Località? Passione O Lamento?Paesaggi O Landscapes? Panteismo O Liberismo?Pane O Lavoro? eccetera eccetera…Palafitte O Loculi?Pietre O Lapidi? gli slogan
  50. 50. Fiera:http://www.energethica.it/index_fiera_it.htmFestival:http://www.lefestivalduvent.com l’ispirazione
  51. 51. P.O.L.E.N.A. è una Fiera /Festival di Etica Natural-Ambientale, fissa ogni anno a SpeziaExpocome Fiera, itinerante come Festival con interventi di esponenti di spicco/esperti delsettore presenti per diverse serate nei vari comuni della provincia della SpeziaP.O.L.E.N.A. dev’essere integrato agli eventi di best practice preesistenti nella provincia e atutte le altre manifestazioni folkloristiche locali; deve inoltre coinvolgere e connettere sia isingoli Comuni sia la Provincia in tutti i suoi AssessoratiP.O.L.E.N.A. è quindi evento collettore-connettore di tutte le realtà territoriali dellaprovincia della Spezia, per sensibilizzarle sulle tematiche etico-ambientali e valorizzarne lesingole risorse in una nuova visione comune unificante, senza la quale difficilmente sipossono raggiungere gli obiettivi PEA 2008 P.O.L.E.N.A. a livello regionale e nazionale ha il potenziale di diventare eventocaratterizzante e connotante La Spezia come provincia attenta alla filosofia -vedi Festivaldella Mente di Sarzana- anche nelle sue declinazioni ambientali oggi più che mai all’O.d.G. P.O.L.E.N.A. -analizzando il periodo migliore- può richiamare innumerevoli visitatori, tracui i pendolari non più domiciliati in provincia o i villeggianti, forti di una ritrovata identitàlocale e partecipi di un evento di portata nazionale il punto
  52. 52. Eventi e IncontriINAUGURAZIONE• Energy Point con aperitivo energeticoINCONTRIP.O.L.E.N.A. ~ Festival di Etica Natural-Ambientalecontemporaneamente:• Conferenze tecniche con serate di presentazione per cittadini/addetti• Ciclo d’incontri su energie rinnovabili per agricoltori/industriee inoltre:• distribuzione gratuita di riviste ambientali e gadgets in regalo a tutti i visitatori
  53. 53. SpeziaExpoP.O.L.E.N.A. ~ Fiera di Etica Natural-Ambientale• spazio espositivo per le aziende che trattano energie alternative, dagli impianti alla ricerca ai servizi• stand con prodotti ecologici ed ecocompatibili• punti di ristoro biologico con prodotti localie inoltre:• SoleNotti notte bianca con apertura non stop dei negozi…SORPRESA! Illumina il tuo shopping notturno con torce a energia solare/led in dotazione al gazebo
  54. 54. …e non soloper i più piccoli• EnerGiRa! gioca alla ruota rispondendo alle domande sull’ambiente e sull’energia e vinci tanti eco-premiper i più grandi• Premiazione finale dell’ECOncorso per le scuole dell’obbligo con assegnazione dei premi• Inaugurazione delle mostre itineranti per l’esposizione dei lavori premiati
  55. 55. Altre ideeRiqualificazione socio-ambientale:• Spazi verdi a carico dei Comuni e della Provincia da dare in gestione ai pensionati• Orti-Giardini nelle scuole per i bambinicreazione -con esperti insieme ai “neocontadini”- di una Piramide Alimentare della Spezia con tutti i prodotti tipici, da distribuire poi nei luoghi pubblici per info e prevenzione su alimentazione sana ed equilibrata e sulle risorse nutrizionali locali
  56. 56. Altre ideeRiqualificazione urbanistico-ambientale:• Abbattimento dello Scheletrone alla Palmaria• Illuminazione pubblica eco-efficiente dalla città della Spezia via via in tutti i Comuni della provinciaideazione e realizzazionedi un’opera pubblica ad alto valore ambientale (EcoArt) e di utilità sociale a dimostrazione dell’impegno preso dalla provincia della Spezia riguardo al tema energetico-ambientalevedi ad esempio: http://www.solarcollector.ca/index.php
  57. 57. Altre ideeL’impegno:Durante il P.O.L.E.N.A. un’autorità locale concorda un impegno eco-civico da portare a compimento entro un anno con l’aiuto di tutti i cittadiniL’impegno può essere:• univoco per tutta la provincia• diverso in ogni comune• duplice - provinciale e comunaleL’appuntamento è per il P.O.L.E.N.A. successivo in cui si comunicano i risultati raggiunti e si stabilisce un nuovo impegno per il nuovo anno
  58. 58. Tutte le foto e i testi di questa presentazione sono di Chiara Tuoni, compresa l’idea originale dellaFiera/Festival P.O.L.E.N.A. per la Provincia della Spezia

×