La bibbia al rogo - citazioni d'autore per una periodizzazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

La bibbia al rogo - citazioni d'autore per una periodizzazione

on

  • 859 views

 

Statistics

Views

Total Views
859
Views on SlideShare
837
Embed Views
22

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 22

http://www.ivasicomunicanti.net 22

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

La bibbia al rogo - citazioni d'autore per una periodizzazione La bibbia al rogo - citazioni d'autore per una periodizzazione Presentation Transcript

  • La Bibbia al rogoCitazioni d’autore per una periodizzazione Chiara Tuoni liberamente tratto da Gigliola Fragnito “La Bibbia al rogo – La censura ecclesiastica e i volgarizzamenti della Scrittura (1471-1605)”
  •  “Per conoscere la vera identità di Cristo, occorre che i cristiani, soprattutto nel corso di questo anno [1997: “Anno della Bibbia”], tornino con rinnovato interesse alla Bibbia, sia per mezzo della sacra liturgia ricca di parole divine, sia mediante la pia lettura, sia per mezzo delle iniziative adatte a tale scopo e di altri sussidi” “Tertio millennio adveniente”. Preparazione del Giubileo dell’Anno 2000. Lettera apostolica di Giovanni Paolo II, Milano, Paoline, 1996, p. 41 Rimosso perché giudicato fonte di eresia, il Libro finirà coll’essere assimilato, nell’immaginario collettivo, agli scritti degli eretici in compagnia dei quali verrà arso, avvolgendo di sinistri bagliori il tramonto del Cinquecento e l’alba del nuovo secolo
  • La Riforma e le traduzioni della Bibbia  “La dottrina sacra non è “Tutti universalmente senza alcuna subietto da mettere in differentia de maschio o de femina mani dil vulgo et di o de età a tale celestiale et utilissime persone idiote, massime vivande” sappiando che la heresia Nicolò Malerbi, 1471, Epistola a Laurentio lutherana è pullulata epremessa alla sua Bibbia, rivolgendosi ai lettori cresciuta in Alemagna solo per questa via”  “Chi vuole imparare deve nunzio Aleandro, riferendosi leggere…e meditare le divine alle letture sulla Sacra Scrittura Scritture e queste ogni persona tenute a Venezia nel 1532 ancorché rozza e ignorante le dal domenicano fra’ Zaccheria poteva leggere, cioè scrutare e da Fivizzano meditare” Domenica da Paradiso, mistica domenicana  [Non a tutti era dato di processata e poi assolta nel 1519 mettere] “il piè troppo addentro nel pelago della “Il contadino, il fabbro, il muratore, Scrittura” le prostitute e i mezzani e perfino il Jacopo Passavanti, turco…[possano leggere la Bibbia domenicano nella propria lingua materna]” Erasmo da Rotterdam, 1522, prefazione alla Paraphrasis in Evangelium Matthei View slide
  • Concilio di Trento (1545 - 1563) Indice paolino (1559) e Indice tridentino (1564) “Biblia omnia vulgari idiomate, Germanico, Gallico, Hispanico, Italico, Anglico sive Flandrico, etc. conscripta nullatenus vel imprimi vel legi vel teneri possint absque licentia sacri Officii S. Ro. Inquisitionis”  “Cum experimento manifestum sit, si sacra Biblia vulgari lingua passim sine discrimine Appendice dell’Index del 1559, Paolo IV + Sant’Uffizio permittantur…a Catholicis auctoribus versorum, lectionem in vulgari lingua eis concedere possint, quos intellexerint ex huiusmodi lectione non damnum, sed fidei, atque pietatis augmentum capere posse…” Regola IV dell’Index del 1564, Pio IV + Concilio di Trento View slide
  • Censura tra 1564 e 1583 “…ut Christifideles intelligant quos libros toto legere possint, & a quibus abstinere debeant…omnes & quascumque obscuritates, &  “Ci potrebbon trovare molti libri che difficultates in ipso Indice,… & in habbiam condotti per vigor del ultimo posterum emergentes declarare, indice fatto dal Santissimo Concilio di aperire, & definire, libros Trento, i quali…sariano prohibiti, che haereticorum, aut suspectorum, aut quello sarebbe la fine della rovina quoquomodo improbatorum nostra e delle buone lettere scriptorum expurgare…quae ancora...Della qual paura entrata nelle videbuntur addere, mutare, supplere, persone studiose d’ogni professione, è & emendare” nato che non vende più libro nessuno”bolla Ut pestiferarum opinionum, 13 settembre 1572, memoriale dei librai fiorentini indirizzato a Lelio Torelli, segretario di Francesco I in cui Gregorio XIII formalizza la Congregazione dell’Indice  “Zurai non legger mai più” ciabattino Domenico di Spilimbergo, cui erano stati sottratti e stracciati i suoi unici tre libri -Orlando Furioso, Decameron e un Nuovo Testamento- Dagli atti dei processi inquisitoriali, 1574
  • L’Indice clementino (1596) [Clemente VIII] “non ha cardinale di cui si fida interamente salvo i nipoti” Cardinale Francesco Toledo, uomo di fiducia del pontefice, dopo la sua morte (1596) “Tutto vuol sapere, tutto leggere e tutto ordinare” Ritratto dei Clemente VIII dell’oratore veneziano Giovanni Dolfin Per quanto riguardava le versioni della Sacra Scrittura, sconfessando le scelte dei colleghi dell’Indice, il Sant’Ufficio ribadiva con tono perentorio nell’aggiunta Observatio circa quartam regulam che ordinari ed inquisitori locali non potevano autorizzarne la lettura
  • Dopo clementino e sua applicazione “…che si possa conforme alla Regola  “…quod in regionibus ubi impune 4ª dell’Indice, permettere gl’Evangeli, haeretici versantur cum Catholicis e salmi volgari, che hanno….parafrasi permittatur Sacra Biblia in eorum cattolica del Panigarola, Remigio, e vulgari lingua, procurando quod simili…” fidelem et catholicam habeant Estratto della lettera di Agostino Valier versionem” all’inquisitore veneziano, 1597 Decisione approvata dall’Indice nel 1604 Solo per l’Italia, che pure era stata inclusa al Concilio di Trento, con la Germania e la Polonia, tra i paesi che avevano una lunga consuetudine di lettura delle traduzioni, non valse il criterio della tradizione
  • Sequestro volgarizzamenti biblici  “…hora per vigore del detto nuovo Indice si leveranno tutte [le Bibbie] et si abbrugeranno” Vicario episcopale di Nocera Umbra  “[il territorio di Asti era stato] al cardinale Agostino Valier, espurgato di molti libri non solo 17 dicembre 1596 prohibiti per l’Indice nuovo, ma anco per l’antico…che mai si è fatta una così  “…il levar le Biblie volgari alle donne esatta diligenza in visitarlo, come al et gli Evangelii dello anno le confonde presente” et quasi si risolvono a non lo poter lettera al cardinale Dezza credere” dell’inquisitore di Asti, 1597 lettera a Bartolomeo Concini di Alessandro Strozzi, responsabile dell’Indice, 1559 “…che molte volte in un volume sono ligati diversi libri tanto dell’istesso, quanto de diversi altri auttori [e a mettere] in essa lista il nome proprio dell’auttore, dove & di che anno sia stampato…” editto dell’inquisitore di Asti, 20 ottobre 1596
  • Distruzione del libro sacro  “publice simul in die festivo post missarum solemnia ante fores Ecclesiae Maioris per actum Notarii assistente clero et populo sint comburendi ita ut nihil ex illis remaneat”  “Sunt enim multi libri prohibiti, qui non sunt haereticorum, ut istruzioni della Congregazione dell’Indice Biblia in lingua vulgari, opera al visitatore Antonelli quorundam quae in Indice habentur” “S’abbruggiano in questo luogo e in quest’hora tutti i presenti libri Francesco Toledo, Instructio Sacerdotum proibiti…o per l’autore, o per la in libros octo distincta, 1621 materia, o per la stampa, o per essere in altro modo aspersi d’errori” abituale annuncio dato sul sagrato della chiesa“clara et intelligibili voce omnibus bene audientibus”