Your SlideShare is downloading. ×
0
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Metodo Studio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Metodo Studio

714

Published on

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
714
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
30
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. Si parte: lo studio al tempo delle LIM<br />
  2. Il metodo di studio<br />Un argomento Multidisciplinare (per noi “solo” una buona pratica)<br />
  3. Gli ingredienti dello studio non sono segreti<br />Propongo:<br /><ul><li> Attenzione
  4. Memoriae organizzazione
  5. Elaborazione ed esposizione</li></ul>(saltiamo tutta la teoria sui modelli teorici)<br />Cosa può fare la LIM per noi?<br />
  6. Attenzione<br />Molti studi a partire dalla II guerra Mondiale<br /> sugli uomini radar.<br />Studi sulle interferenze in compiti di attenzione.<br />Le immagini aumentano l’attenzione<br />Sapere che la propria prestazione è positiva aumenta i risultati<br />Essere interpellati dai superiori aumenta i risultati<br />Sostanze stimolanti (evitiamo…)<br />
  7. Attenzione e LIM<br />Con la LIM è possibile utilizzare i media.<br />Tutto il resto, però, va costruito<br />
  8. Memoria e Organizzazione<br />Insieme perché nella parte fisiologica del nostro lavoro l’organizzazione del materiale è funzionale alla memoria<br />Ps: memorizzare non è studiare.<br />
  9. Memoria e Scacchi<br />Esperimento W.G. Chase e H.A. Simon (1973)<br />Scacchiere con pezzi disposti a caso<br />Scacchiere con disposizioni prese da partite reali non famose<br />Con le posizioni casuali, i vari livelli di giocatori ottennero più o meno gli stessi risultati. <br />Gli scacchisti non hanno più memoria, ma una migliore gestione dei blocchi di informazione (chunk)<br />
  10. Chunking<br />
  11. I pacchetti di informazioni (Chunk)per funzionaredevono essere dispostiin schemi logici(le famose mappe)<br />
  12. Organizzazione e LIM<br />Condivisione dei materiali e<br />Delle strategie di<br />Organizzazione<br />
  13. Tulving, Smith ed altri, negli anni ’80: si ottengono “rievocazioni” migliori con il materiale imparato e rievocato nello stesso ambiente.<br />Se la LIM funziona per imparare, probabilmente, funziona anche per esporre.<br />
  14. Ora tocca a noi….Come facilitare: <br /><ul><li> Attenzione
  15. Memoriae organizzazione
  16. Elaborazione ed esposizione</li></li></ul><li>Partiamo<br />da un esempio attuale!<br />
  17. Esempio: i Greci<br />I Greci furono un popolo estremamente colto e progredito. Furono tra i primi, ad esempio, a cercare la spiegazione dei fenomeni naturali, senza affidarsi unicamente ai racconti mitologici. In Grecia nacquero dei personaggi molto importanti: i filosofi.<br />Tandem- Sussidiario di<br />prossima pubblicazione. Raffaello<br />Questo brano è stato tratto da un sussidiariodella scuola primaria.<br />Frasi costruite in modo da limitare le difficoltà di comprensione.<br />I concetti difficili distribuiti su più frasi. <br />Malgrado questi accorgimenti, però, lo studio di un brano di quarta elementare può presentare una serie di difficoltà per i bambini. Vediamone alcune<br />
  18. Mettere insieme contenuti vecchi e nuovi<br />(senza imparare a memoria)<br />Unica risorsa per gli studenti<br />Varie: sottolineatura, mappe,<br />lista, riassunti<br />i Greci furono tra i primi a cercare di superare la<br />spiegazione mitologica dei fenomeni naturali<br />+ discontinuità docenti<br />
  19. Su cosa possiamo lavorare<br />Sulle tecniche che si apprendono <br />Sulla relazione di insegnamento – apprendimento<br />Sulla prospettiva metacognitiva<br />
  20. Il metodo di studio….<br />E’ un insieme organico di abilitàe competenze diverse da utilizzarecontemporaneamente.<br />
  21. La responsabilitàdei docenti<br />Una questione di scelte.<br />Ad esempio sulla “profondità”.<br />CenozoicaMesozoicaPrecambrianoNeozoicaPaleozoica<br />__________ __________ __________ __________ _________<br />
  22. Obiettivi…<br />Dobbiamo favorire lo sviluppo di strategie per<br />Sintetizzare le info utili<br />Agganciarle a schemi già consolidati<br />Selezionare le informazioni<br />Restituire<br />(in vari modi)<br />
  23. Indispensabile: Modeling<br />
  24. Vediamo un esempio?<br />
  25. Riprendete il Modelinganche quando<br />partite con lavori “importanti”<br />
  26. Createcomunicazione<br />Per socializzare le soluzioni migliori<br />Il metodo si intuisce, difficilmente si impara.<br />
  27. Partiamo con un esempio (avanzato… per capire il punto di arrivo)<br />Dopo una attenta azione di modeling<br />A partire dalla terza<br />Per unità successive<br />
  28. 1 leggete la pagina di sussidiario INDIVIDUALMENTE<br />
  29. 1 leggete la pagina di sussidiario INDIVIDUALMENTE<br />Sottolineate (quelle che secondo voi sono) le parole chiave INDIVIDUALMENTE<br />
  30. 1 leggete la pagina di sussidiario INDIVIDUALMENTE<br />Sottolineate (quelle che secondo voi sono) le parole chiave INDIVIDUALMENTE<br />Contrattate le parole chiave in coppia<br />
  31. Ruolo della LIM<br />Riprodurre le pagine sottolineate dai diversi gruppi<br />Confrontare le diverse soluzioni proposte sulla stessa pagina.<br />Conservare e implementare le soluzioni<br />
  32. 1 leggete la pagina di sussidiario INDIVIDUALMENTE<br />Sottolineate (quelle che secondo voi sono) le parole chiave INDIVIDUALMENTE<br />Contrattate le parole chiave in coppia<br />Costruite la mappa concettuale in coppia.<br />
  33. 1 leggete la pagina di sussidiario INDIVIDUALMENTE<br />Sottolineate (quelle che secondo voi sono) le parole chiave INDIVIDUALMENTE<br />Contrattate le parole chiave in coppia<br />Costruite la mappa concettuale in coppia.<br />Contrattatela nel gruppo da 4<br />
  34. Considerazioni e conclusioni<br />Se ci sono….<br />

×