STUDIO E RICERCA IN AMBIENTE DIGITALE                    Cagliari, 15-12-2010Il digitale nell’accesso al patrimonio librar...
Dott. Giampiero NOTARI         Vice presidente Biblioteca Italiana per i Ciechi                 "Regina Margherita" - Monz...
Il sintetizzatore vocale• Display braille (riproduce sul pc le lettere presenti sullo  schermo)• Fruibilità: il libro digi...
Biblioteca Italiana per i Ciechi di Monza  Le potenzialità del Libro digitale sono ampie; la Biblioteca  Italiana per i Ci...
Progetti di digitalizzazione di massa                         Relatrice:                   Dottoressa De Robbio           ...
Cronistoria della Digitalizzazione Bibliotecaria                 Situazione in AMERICA:Gli americani non hanno molta stori...
Digitalizzazione del patrimonio librario       2003 cambio di rotta: intervengono i privati• Dal 2003 abbiamo un cambio di...
Struttura del progetto GBS:                (Google Books Scanner...)  Struttura del progetto GBS:• Nascita il 14 dicembre ...
Struttura del progetto GBS:                (Google Books Scanner...)       Divisione nei due attuali programmi paralleli:•...
Struttura del progetto GBS:                (Google Books Scanner...)• nel 2004 viene presentata una Class Action contro Go...
Benefici dallaccordo                 Google – Editori - Autori                            I benefici• è un bene per autori...
Benefici dallaccordo                     Google - Editori• le biblioteche cooperanti ricevono copie digitali dei libri  fo...
La posizione dei Bibliotecari:                   due schieramenti  Dal fronte bibliotecario di sono creati due gli schiera...
Le biblioteche cooperanti nel GBSLe copie cartacee dei libri che Google ha digitalizzatoprovengono da biblioteche di tutto...
digitalizzare le biblioteche:1. Qualità dellinformazione di contenuto:pur essendo una parte relativamente piccola, libri e...
Alcuni rilievi di tipo giuridico ed economico:• Rapporti tra tutela del diritto dautore ed economia della  conoscenza• Rap...
Alcuni rilievi di tipo tecnico:• Qualità delle digitalizzazioni (poca attenzione per i  Metadati).  I METADATI: Contenuto ...
Obblighi che il GBS dovrà rispettare:• fornire entro cinque anni il servizio di free search, di public  access• fornire au...
Research corpusCostituzione di un corpo di ricerca dislocato in due centri(oltre a Google) scelti dalle biblioteche, ossia...
Progetto Europeana  Situazione in Europa.• Gli Editori e Autori europei sono rimasti fuori dallaccordo  con Google.• Dal 2...
Ministero Beni Culturali - Biblioteche e Archivi                   Dottoressa Ferrante•   Le attività e Progetti delle Bib...
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Convegno    il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Convegno il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10

1,046 views

Published on

Accessibilità testo digitale

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,046
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
272
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Convegno il digitale nell'accesso al patrimonio librario e documentale 15-12-10

  1. 1. STUDIO E RICERCA IN AMBIENTE DIGITALE Cagliari, 15-12-2010Il digitale nell’accesso al patrimonio librario e documentale: il superamento dei limiti di distanza, conservazione e restauro, deficit sensoriali. INCONTRO DI INFORMAZIONE Aula Magna Facoltà di Giurisprudenza - Via Nicolodi, 102 Cagliari, Mercoledì 15 dicembre 2010 Sintesi a cura di: Ivano Paolo Todde
  2. 2. Dott. Giampiero NOTARI Vice presidente Biblioteca Italiana per i Ciechi "Regina Margherita" - Monza Accessibilita al Testo Digitale “Il libro è uno strumento pensato da VEDENTI per altri VEDENTI” ....questo accentua i LIMITI relativi allutilizzo da parte dei NON VEDENTI.• Per i NON VEDENTI il libro deve essere non solo ACCESSIBILE ma anche FRUIBILE! Cosa si intende per libro ACCESSIBILE?• Viene utilizzato il SINTETIZZATORE VOCALE che in automatico legge le lettere.
  3. 3. Il sintetizzatore vocale• Display braille (riproduce sul pc le lettere presenti sullo schermo)• Fruibilità: il libro digitale deve essere letto attraverso questi due strumenti: Sintetizzatore Vocale e/o Display Braille. Es. le maiuscole possono essere leggibili col sintetizzatore e non col Display Braille. Alcune parti di testo potrebbero essere ASSOLUTAMENTE NON FRUIBILI da parte del non vedente, ad es. bisogna fare attenzione alla scelta del tipo di carattere.
  4. 4. Biblioteca Italiana per i Ciechi di Monza Le potenzialità del Libro digitale sono ampie; la Biblioteca Italiana per i Ciechi di Monza aveva intuito queste opportunità che erano a disposizione dei Non Vedenti e si accordò con lAssociazione degli Editori per favorire la Digitalizzazione dei testi. Oggi si è arrivati a una nuova convenzione per cui gli editori si sono impegnati a rispettare una LEGGE DEL 1941 in cui gli EDITORI SI IMPEGNAVANO a PREVEDERE ECCEZIONI PER PARTICOLARI CATEGORIE DI UTENTI.• LA LEGGE DI RIFERIMENTO ODIERNA E LA LEGGE STANCA.• LA BIBLIOTECA CIECHI HA IL COMPITO DI TRASCRIVERE I LIBRI RENDENDOLI FRUIBILI IN FORMATO DIGITALE.
  5. 5. Progetti di digitalizzazione di massa Relatrice: Dottoressa De Robbio Biblioteca Padova OBIETTIVO dei progetti sullaccessibilità allinformazione è far convergere testi scritti e testi digitali. Motivazione di fondo è il tentativo di integrare due mondi:• linformazione disponibile in rete• linformazione disponibile fuori dalla rete
  6. 6. Cronistoria della Digitalizzazione Bibliotecaria Situazione in AMERICA:Gli americani non hanno molta storia, ma tutto ciò chehanno viene digitalizzato. Si inizia con Opere di dominioPubbliche create mediante volontariato telematico.In America, tutto ciò che è stato pubblicato prima del1923 può essere digitalizzato.
  7. 7. Digitalizzazione del patrimonio librario 2003 cambio di rotta: intervengono i privati• Dal 2003 abbiamo un cambio di rotta: la digitalizzazione del patrimonio librario è diventata uno dei terreni di battaglia tra attori del mondo commerciale per via del massiccio intervento dei colossi del settore: Microsoft, Google, Yahoo, Amazon.• Progetto di scansione mondiale Google Book. Google nel giro di qualche anno si da lobiettivo di digitalizzare 30 - 40 milioni di testi, con lobiettivo di consentire ai ricercatori di cercare sul motore di ricerca i contenuti che poi rimandassero al titolo e collocazione del libro.
  8. 8. Struttura del progetto GBS: (Google Books Scanner...) Struttura del progetto GBS:• Nascita il 14 dicembre 2004• Scopo dichiarato: Scansione dei testi ai fini di INDICIZZAZIONE e RICERCA. Lidea è quella di rendere RINTRACCIABILI I LIBRI (titoli e contenuti) a livello mondiale.• In pochi anni sono digitalizzati almeno 30 milioni di volumi• Le Università spesso cedono agli editori i Diritti, per cui tante opere non sono disponibili.• Google decide di recuperare tutte le opere fuori dai vincoli commerciali.
  9. 9. Struttura del progetto GBS: (Google Books Scanner...) Divisione nei due attuali programmi paralleli:• il “Partner Program o Programma Editori “ che si occupa delle opere fornite direttamente dagli editori, i quali scelgono a priori se aderire o meno al progetto [opt-in] 30mila editori• il “Library Project o Programma Biblioteche” che ha curato la digitalizzazione di libri provenienti dalle più prestigiose biblioteche pubbliche e universitarie [opt-out]. 50 Biblioteche
  10. 10. Struttura del progetto GBS: (Google Books Scanner...)• nel 2004 viene presentata una Class Action contro Google perchè sta digitalizzando anche le opere di autori che non hanno espresso adesione (silenzio-assenso)• Dilemma negli USA: si fa la Class Action per stabilire se il Progetto GBS è Fair Use (progetto per un motore di ricerca testi oppure per una archiviazione anche di contenuti)?• GOOGLE a questo punto PROPONE AGLI EDITORI UN ACCORDO TRANSATIVO: 125 milioni di dollari per consentire di fare delle cose.
  11. 11. Benefici dallaccordo Google – Editori - Autori I benefici• è un bene per autori ed editori che intascano la maggior parte degli introiti provenienti dai servizi Google (63%!); il restante 37% va a Google.• la chiarezza fatta in materia di copyright - causata dalla vertenza legale - si ripercuote in maniera indiretta sullindustria editoriale standard che ne trae un beneficio, rivelandosi anche di grande utilità per dirimere il problema della gestione delle opere orfane, molte istituzioni potranno godere di condizioni vantaggiose per laccesso alle opere (gratuito per le biblioteche pubbliche e per una parte anche universitarie);
  12. 12. Benefici dallaccordo Google - Editori• le biblioteche cooperanti ricevono copie digitali dei libri forniti (sebbene il loro utilizzo sia sottoposto a limitazioni piuttosto rigide, proprio in virtù del fatto che le biblioteche non hanno titolarità alcuna nelle opere prodotte da altri);• i fruitori hanno a disposizione un motore di ricerca sempre più valido via via che la collezione di Google aumenta, con laccesso a milioni di libri gratuiti per le opere di pubblico dominio, e ad un prezzo molto conveniente per quanto riguarda quelle protette da copyright;• la possibilità di attingere al database di Google offre ai ricercatori lopportunità di svolgere studi automatizzati, contribuendo ad innovare la conoscenza in materia di algoritmi, linguaggio naturale, storia delleditoria e in molti altri settori.
  13. 13. La posizione dei Bibliotecari: due schieramenti Dal fronte bibliotecario di sono creati due gli schieramenti:• I conservatori. Sono i più numerosi, bibliotecari europei in particolare (effetto Europena?)• Gli innovativi.
  14. 14. Le biblioteche cooperanti nel GBSLe copie cartacee dei libri che Google ha digitalizzatoprovengono da biblioteche di tutto il mondo, legate aGoogle da particolari tipologie di contratto, che le rendeascrivibili a quattro tipologie differenti:1. Biblioteche aderenti in pieno2. Biblioteche contribuenti3. Biblioteche di pubblico dominio4. Altre Biblioteche
  15. 15. digitalizzare le biblioteche:1. Qualità dellinformazione di contenuto:pur essendo una parte relativamente piccola, libri e rivistecontengono molta parte dellinformazione autorevole, quella cheha più valore, e dunque che è più importante poter reperire.In teoria il contenuto di libri e riviste nasce per essere diffuso nelmodo più ampio possibile (anche se poi non è così a causa deinoti meccanismi sui diritti).2. Le dimensioni quantitative di questa fetta così preziosa dellanostra produzione informativa è una parte non troppo grande egestibilissima dai motori di ricerca.3. Importanza di far convergere leditoria su carta stampata -mercato economicamente importante - con le tecnologie digitali4. ......................................................................................
  16. 16. Alcuni rilievi di tipo giuridico ed economico:• Rapporti tra tutela del diritto dautore ed economia della conoscenza• Rapporti tra proprietà intellettuale e antitrust• La tutela della concorrenza (abuso posizione dominante)• Paura che le biblioteche divengano vulnerabili a speculazioni sul prezzo per assenza di concorrenza, scenario simile a quanto avvenuto con gli abbonamenti alla versione digitale delle riviste scientifiche. Le preoccupazioni espresse dai bibliotecari - in particolare dai contrari al progetto - toccano vari aspetti, ma quasi tutti collocabili attorno a due:• diritti (risposte dai giuristi)• mercato (risposte dagli economisti)
  17. 17. Alcuni rilievi di tipo tecnico:• Qualità delle digitalizzazioni (poca attenzione per i Metadati). I METADATI: Contenuto - Formato – Supporto sono tre piani distinti che convergono allinterno dellattività di digitalizzazione. Anche su Google i Metadati sono fatti male, perchè non è un lavoro che spetta a loro, non è un loro obiettivo.• Lassetto normativo delle opere orfane• The Twiligh Zone - Zona Crepuscolare
  18. 18. Obblighi che il GBS dovrà rispettare:• fornire entro cinque anni il servizio di free search, di public access• fornire ausili per utenti con disabilità visiva• fornire gratuitamente a biblioteche pubbliche e a istituti di educazione superiore no-profit un terminale PAS - Public Access Service (ma in rari casi il numero può aumentare), dal quale sarà possibile accedere allintero database istituzionale (stampa a pagamento)• abbonamenti istituzionali sull85% dei libri coperti da copyright fuori commercio digitalizzati finora (per enti e università)
  19. 19. Research corpusCostituzione di un corpo di ricerca dislocato in due centri(oltre a Google) scelti dalle biblioteche, ossia undatabase che conterrà linsieme di tutte le copie digitaliconnesse al Google Library Project. Avrà funzioni, oltreche di indicizzazione e ricerca, anche di analisilinguistica, di analisi computazionale sui testi, datamining per estrapolazioni testuali, applicazione ditecniche automatiche per estrarre informazioni percomprendere o per sviluppare relazioni tra o dentro i libri,ad esempio sviluppo di concordanze, collocazione deltesto estratto, estrapolazione di citazioni, classificazioneautomatica, estrazione dinsieme, strutturazione verbale,etc. Massa di contenuto utile per condurre ricerche esperimentazioni sul fronte della conservazione digitale.
  20. 20. Progetto Europeana Situazione in Europa.• Gli Editori e Autori europei sono rimasti fuori dallaccordo con Google.• Dal 2003 il 70/80% dei testi europei è soggetto a un qualche tipo di Diritto/Copyright. Sostanzialmente sono testi accessibili solo nei luoghi/biblioteche ove sono collocati.• Progetto Unesco Europeana - Open Librery. Europeana non è un motore di ricerca come Google bensì un PORTALE, che raccoglie opere già digitalizzate da altri; va firmata una liberatoria.
  21. 21. Ministero Beni Culturali - Biblioteche e Archivi Dottoressa Ferrante• Le attività e Progetti delle Biblioteche sono molto maggiori rispetto agli Archivi. La molla che ha smosso gli Archivi sono stati il PUBBLICO. Il ruolo degli Archivi si avvicina sempre più a quello delle Biblioteche.• Utenza. Non sono soltanto gli storici dun tempo super specializzati a rivolgersi agli Archivi, oggi vanno anche e sopratutto gli storici Locali; si ricercano sopratutto Fonti Notarili e relative al Territorio.• Professione Archivistica. Non solo conservatori ma Mediatori di Cultura, Professionisti della comunicazione e informazione.• Nuovi strumenti per la ricerca (non solo guide ed inventari) per RENDERE GLI STRUMENTI E CONTENUTI PIU ACCESSIBILI AL RICERCATORE.• CREAZIONE DI GRANDI REPOSITORY DIGITALI

×