Finanziamenti Comunitari

  • 3,400 views
Uploaded on

Finanziamenti Comunitari nella programmazione 2007 - 2013

Finanziamenti Comunitari nella programmazione 2007 - 2013

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,400
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
169
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. FINANZIAMENTI COMUNITARI 2007 - 2013 a cura di Ivano Franco Colombo PRAGMA SERVICE sas Pragma Service - www.pragmaservice.info 1
  • 2. ISTITUZIONI EUROPEE • Commissione Europea – composta dai Commissari, di cui 1 Presidente • Consiglio - Ministri degli Stati competenti per materia • Parlamento Europeo - composta dai Deputati • Corte di Giustizia - giudici • Corte dei Conti - membri Pragma Service - www.pragmaservice.info 2
  • 3. PRINCIPALI ORGANISMI COMUNITARI – composto dai Capi di Stato o • Consiglio Europeo Governo, Presidente Commissione Europea • Comitato delle Regioni e Comitato Economico e Sociale • La Banca Centrale Europea • La Banca Europea degli Investimenti • Il Fondo Europeo per gli Investimenti • Il Mediatore Europeo Pragma Service - www.pragmaservice.info 3
  • 4. DIRITTO PRINCIPALE (1) • Regolamenti atti giuridici che una volta approvati e pubblicati, valgono anche senza passare dal Parlamento nazionale degli Stati Membri. Per essere applicati i Regolamenti devono essere interpretati mediante norme locali di adattamento. Vengono impiegati per regolamentare aspetti dove la CE ha grande interessi: politica commerciale, agricoltura, concorrenza… Pragma Service - www.pragmaservice.info 4
  • 5. DIRITTO PRINCIPALE (2) • Direttive atti di armonizzazione per avvicinare le leggi dei vari paesi. Sono le cd leggi quadro. Lo stato membro ha un periodo di tempo a scadenza per legiferare, concordato con la CE. Se lo stato non la recepisce viene deferito alla corte di giustizia EU. L’Italia ha una legge (Pergola) che consente di legiferare tutti gli anni per recepire le direttive EU. Oggi le direttive sono sufficientemente dettagliate per essere immediatamente applicate Pragma Service - www.pragmaservice.info 5
  • 6. DIRITTO PRINCIPALE (3) • Decisioni atti emanati dalla CE nei confronti di uno Stato Membro, nel caso non sia rispettato il diritto fondamentale UE. Anche contro persone fisiche o imprese che violano diritto di concorrenza. Sono atti obbligatori e vincolanti Pragma Service - www.pragmaservice.info 6
  • 7. DIRITTO DERIVATO Pareri Raccomandazioni Comunicazioni (com) Dichiarazioni Programmi Proposte Inviti Pragma Service - www.pragmaservice.info 7
  • 8. I RAPPORTI DI COESIONE Art. 159 del Trattato: La Commissione valuta ogni tre anni lo stato di coesione e il contributo delle politiche. 1° rapporto 1996 Prepara Agenda 2000 2° rapporto 2001 Lancia il dibattito sulla politica di coesione dopo l’ampliamento 2004 Presenta le proposte per una 3° rapporto nuova politica di coesione 2007 Presenta la strategia per la crescita e 4° rapporto l’occupazione e la riforma della politica europea di coesione Pragma Service - www.pragmaservice.info 8
  • 9. POLITICA REGIONALE: finalità Secondo la Commissione Europea, L'Europa deve: • rinnovare le basi della sua competitività, • aumentare il suo potenziale di crescita e la sua produttività • rafforzare la coesione sociale, puntando principalmente sulla conoscenza, l'innovazione e la valorizzazione del capitale umano. Gli interventi si concentrano su un numero limitato di priorità che riflettono gli obiettivi di Lisbona (crescita, competitività e occupazione) Pragma Service - www.pragmaservice.info 9
  • 10. POLITICA REGIONALE: principi Il principio della Concentrazione degli interventi su obiettivi prioritari a portata territoriale e settoriale ben definita. Questo principio è teso ad ottimizzare ed a far convergere l’allocazione delle risorse verso le aree territoriali, ma anche sociali ed economiche più bisognose. Il principio della Programmazione, in base a questo le singole azioni devono collocarsi in un ambito d’intervento definito negli obiettivi e nelle modalità tecniche e finanziarie necessarie per il loro conseguimento. Il principio dell’Addizionalità, in base al quale l’azione comunitaria deve essere di affiancamento e non di sostituzione alle politiche nazionali. Si chiarisce così il ruolo addizionale dei fondi strutturali, la cui erogazione viene subordinata solo ad un intervento pubblico nazionale Il principio del Partenariato, che comporta di operare secondo un metodo di concertazione tra i diversi soggetti coinvolti nell’esecuzione dei programmi: CE, SM, autorità regionali, locali, urbane e le altre autorità pubbliche competenti, le parti economiche e sociali, attori sociali. Il principio della Complementarietà, per cui le azioni comunitarie devono essere concepite a complemento, ad integrazione di corrispondenti azioni nazionali. Devono inoltre essere coerenti con I documenti di programmazione europei e nazionali. Secondo il principio della Sussidiarietà gli organi della Comunità, pur nel rispetto della sovranità nazionale, sono giustificati ad intervenire in materie su cui gli Stati membri non riescono a realizzare autonomamente determinati obiettivi di livello europeo, così come espressi nel trattato. Pragma Service - www.pragmaservice.info 10
  • 11. POLITICA REGIONALE: Linee Guida 2 promuovere la conoscenza e l’innovazione a favore della crescita Il ritardo dell’Europa in termini di innovazione • Migliorare e aumentare gli investimenti nell’RST • Promuovere l’ innovazione e l’imprenditoria • Rendere accessibile a tutti la società dell'informazione • Migliorare l’ accesso ai finanziamenti Pragma Service - www.pragmaservice.info 11
  • 12. POLITICA REGIONALE: Linee Guida 1 Rendere l’Europa e le regioni più attraenti per gli investimenti e l’attività delle imprese • Potenziare le infrastrutture di trasporto • Rafforzare le sinergie tra tutela dell’ambiente e crescita • Ridurre l’uso intensivo delle fonti energetiche tradizionali Pragma Service - www.pragmaservice.info 12
  • 13. POLITICA REGIONALE: Linee Guida 3 Nuovi e migliori posti di lavoro • Far sì che un maggior numero di persone arrivi e rimanga sul mercato del lavoro e modernizzare i sistemi di protezione sociale • Migliorare l’adattabilità dei lavoratori e delle imprese e rendere più flessibile il mercato del lavoro • Aumentare gli investimenti nel capitale umano migliorando l’istruzione e le competenze • Capacità amministrativa • Mantenere in buona salute la popolazione attiva prevenire i rischi sanitari Pragma Service - www.pragmaservice.info 13
  • 14. POLITICA REGIONALE 2007-2013: obiettivi • I nuovi obiettivi: – Obiettivo Convergenza (FESR, FSE, Fondo di coesione) (ex obiettivo 1): 78,5% del totale delle risorse e Occupazione (FESR, – Competitività regionale FSE) (ex obiettivo 2 e 3): 17,2% dl totale delle risorse – Cooperazione territoriale (FESR) europea (ex Interreg): 3,94% del totale delle risorse Pragma Service - www.pragmaservice.info 14
  • 15. PROGRAMMAZIONE: procedura • Costituzione del Gruppo di Contatto Stato-Regioni (GdC) • Definizione della visione strategica • Redazione dei Documenti Strategici Regionali nel quale vengano descritte e motivate le priorità • Confronto strategico GdC-Regioni • Approvazione del CIPE • Stesura del QSN e valutazione della CE anche dei Programmi Operativi Pragma Service - www.pragmaservice.info 15
  • 16. Regole La Commissione ha i predisposto nuove regole per facilitare l’accesso alle sovvenzioni comunitarie, soprattutto da parte di PMI e ONG Pragma Service - www.pragmaservice.info 16
  • 17. Copertura complessiva I nuovi stanziamenti previsti nel bilancio della Commissione Europea corrispondono a 975 miliardi di euro su un periodo di sette anni Pragma Service - www.pragmaservice.info 17
  • 18. LA SOVVENZIONE (1) I regolamenti comunitari sono adottati dalle istituzioni UE per attuare una politica comunitaria Essi utilizzano lo strumento finanziario della sovvenzione (grant) Le sovvenzioni sono “contributi finanziari” diretti a carico del bilancio, accordati a titolo di liberalità Pragma Service - www.pragmaservice.info 18
  • 19. LA SOVVENZIONE (2) Le sovvenzioni possono finanziare: • Un’azione destinata a promuovere la realizzazione di un obiettivo che si iscrive nel quadro di una politica dell’UE • Oppure il funzionamento di un organismo che persegue uno scopo di interesse generale europeo o un obiettivo che si iscrive nel quadro di una politica dell’UE” (Art. 108 Reg. 1605/2002) Pragma Service - www.pragmaservice.info 19
  • 20. LA SOVVENZIONE (3) La sovvenzione consiste in un co-finanziamento Raramente la sovvenzione copre il 100% dei costi relativi al progetto Le procedure collegate all’aggiudicazione, regolazione e pagamento delle sovvenzioni sono disciplinate dal Titolo V del: • Regolamento 1605/2002 che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee • Regolamento 2342/2002 recante modalità d’esecuzione del regolamento 1605/2002 Pragma Service - www.pragmaservice.info 20
  • 21. STRUMENTI FINANZIARI(1) DIRETTI INDIRETTI Il versamento e la Il versamento e la gestione dei fondi gestione dei fondi sono attuati sono attuati direttamente indirettamente dalle istituzioni da Stati membri, comunitarie o da Ministeri, Regioni, un’Agenzia da Province. esse delegata Tali enti stanziano risorse finanziarie aggiuntive. Pragma Service - www.pragmaservice.info 21
  • 22. FONDI STRUTTURALI il principale strumento di solidarietà dell’UE per contribuire ad eliminare gli squilibri territoriali (Reg. CE 1260/99). Pragma Service - www.pragmaservice.info 22
  • 23. Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Ruolo del FESR ridurre gli squilibri strutturali e socioeconomici regionali nell’UE. Le priorità in materia di finanziamenti comprendono la ricerca, l'innovazione, lavoro, le questioni ambientali e la prevenzione dei rischi. Le infrastrutture conservano un ruolo importante, soprattutto nelle regioni in ritardo di sviluppo Ente di riferimento Ministero della attività produttive e Ministero dell’Economia e delle Finanze Assessorati Regionali Province Pragma Service - www.pragmaservice.info 23
  • 24. Fondo Sociale Europeo (FSE) Concentra le proprie attività in quattro settori di azione: l'aumento della capacità di adeguamento dei lavoratori e delle imprese; il miglioramento delle prospettive occupazionali e della partecipazione al mercato del lavoro ; il potenziamento dell'integrazione sociale; la promozione di partenariati per la riforma. Tali azioni si fondano su due dei tre nuovi obiettivi: "Convergenza" e "Competitività regionale e occupazione" Ente di riferimento Ministero Lavoro Assessorati Regionali Province Pragma Service - www.pragmaservice.info 24
  • 25. Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) Fondo per migliorare la competitività dei settori agricolo e forestale, l'ambiente e la gestione dello spazio rurale nonché la qualità della vita e la diversificazione delle attività nelle zone rurali. Il FEASR finanzia anche strategie di sviluppo locale e misure di assistenza tecnica (progetti di tipo Leader). Ente di riferimento Ministero delle Politiche Agricole Pragma Service - www.pragmaservice.info 25
  • 26. Fondo europeo per la pesca (FEP) un aiuto finanziario per agevolare l'applicazione dell'ultima riforma della politica comune della pesca (PCP) e sostenere le ristrutturazioni necessarie correlate all'evoluzione del settore Ente di riferimento Ministero delle Politiche Agricole Pragma Service - www.pragmaservice.info 26
  • 27. Fondo di Coesione Fornisce un contributo finanziario alla realizzazione di interventi nel settore dell'ambiente e in quello delle reti transeuropee di trasporto nei nuovi Stati membri nonché in Spagna, Grecia e Portogallo, paesi che sono sotto al 90% del reddito nazionale lordo (RNL) della media comunitaria. Pragma Service - www.pragmaservice.info 27
  • 28. Gruppo europeo di cooperazione transfrontaliera (GECT) È un nuovo strumento dotato di personalità giuridica: il GECT mira ad agevolare la cooperazione tra paesi confinanti, attuando azioni con o senza intervento finanziario della Comunità. Pragma Service - www.pragmaservice.info 28
  • 29. Elenco finanziamenti COMPETITIVITÀ PER LA CRESCITA E L’OCCUPAZIONE Programma Attività Stanziamento in mln di euro Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca e Sviluppo Tecnologico 54 547,47 Reti transeuropee (TEN) Trasporti 8 013,00 Reti transeuropee (TEN) Energia 155,00 Galileo radionavigazione via satellite 3 005,00 Marco Polo II prestazioni ambientali del sistema di trasporto merci 450,00 Apprendimento permanente Istruzione e formazione 6 970,00 Programma quadro per l’innovazione e la Innovazione e sviluppo 3 621,30 competitività Progress Programma per l’occupazione e la solidarietà sociale 743,25 Dogana 2008-2013 agevolazione del commercio legittimo; prevenzione 323,80 del commercio sleale e illegale Fiscalis cooperazione tra amministrazioni fiscali; lotta alle 156,90 frodi fiscali Hercules II tutela degli interessi finanziari dell’UE 98,53 a) Ignalina; b) Bohunice Smantellamento degli impianti nucleari 1 260,00 Pericles protezione dell’euro contro la contraffazione 7,00 monetaria Misure antinquinamento Pragma Service - www.pragmaservice.info 154,00 29 Erasmus Mundus 2 493,69
  • 30. Elenco finanziamenti COESIONE PER LA CRESCITA E L’OCCUPAZIONE Programma M€ Fondo europeo di sviluppo regionale 198 941,36 Fondo sociale europeo 78 716,37 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE NATURALI Spese relative al mercato e aiuti diretti 316 586,70 Sviluppo rurale 91 962,33 Politica comune della pesca e diritto del mare 2 411,60 Fondo europeo per la pesca 4 339,67 Life+ - strumento finanziario per l’ambiente 2 143,41 Pragma Service - www.pragmaservice.info 30
  • 31. Elenco finanziamenti LIBERTÀ, SICUREZZA E GIUSTIZIA Programma M€ Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei paesi terzi 825,00 Diritti fondamentali e cittadinanza 96,50 Giustizia penale 199,00 Prevenzione, preparazione e gestione delle conseguenze nella lotta al terrorismo 139,40 Prevenzione e lotta alla criminalità 605,60 Fondo europeo per i rifugiati 628,00 Fondo europeo per i rimpatri 676,00 Fondo per le frontiere esterne 1 820,00 Daphne - lotta contro la violenza 116,85 Giustizia civile 109,30 Informazione e prevenzione dell’uso della droga 21,35 Pragma Service - www.pragmaservice.info 31
  • 32. Elenco finanziamenti CITTADINANZA Programma M€ Strumento finanziario per la protezione civile 133,80 Salute pubblica 321,50 Tutela dei consumatori 156,80 Cultura 2007 400,00 Gioventù in azione 885,00 Media 2007 (sostegno al settore europeo degli audiovisivi) 754,95 Europa per i cittadini 215,00 Pragma Service - www.pragmaservice.info 32
  • 33. Elenco finanziamenti UNIONE EUROPEA PARTNER GLOBALE Programma M€ Strumento di preadesione (IPA) 11 468,00 Strumento per la cooperazione in materia di sicurezza nucleare 524,00 Assistenza macrofinanziaria 753,30 Politica estera e di sicurezza comune (PESC) 1 980,00 Riserva per le garanzie sui prestiti 1400,00 Strumento per la cooperazione con paesi e territori industrializzati 172,00 e con altri ad alto reddito (SPI) Strumento finanziario per la protezione civile 56,00 Strumento europeo di vicinato e partenariato (ENPI) 11 181,00 Strumento di cooperazione allo sviluppo (DCI) 16 897,00 Strumento europeo per la democrazia e i diritti umani (EIDHR) 1 104,00 Strumento per la stabilità 2 062,00 Aiuti umanitari 5 614,00 Riserva per gli aiuti di emergenza 1 744,00 Fondo di solidarietà dell’Unione europea 1 000,00 all’anno Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione 500,00 all’anno Pragma Service - www.pragmaservice.info 33
  • 34. PROGRAMMI COMUNITARI INVITI A PRESENTARE GARE D’APPALTO PROPOSTE Call for tender Call for proposal Presentazione del Presentazione di un’offerta di PROGETTO BENI, SERVIZI, LAVORI Offerta o “tender” Sovvenzione o “grant” Pragma Service - www.pragmaservice.info 34
  • 35. DIFFERENZE SOVVENZIONE- GARA Parametri Sovvenzione Gara Finalità Commissione Interesse diretto Preciso beneficiari interesse/azione della Commissione Obiettivo partecipante Mandato istituzionale Fine commerciale Valutazione Qualità Qualità + Prezzo (doppia busta) Modalità di Co-finanziamento 100% finanziamento Risorse umane In house Outsourcing Pubblicità GUUE serie C GUUE serie S (> (comunicazioni-info) 200mila pubblici) Pragma Service - www.pragmaservice.info 35
  • 36. PROGETTO “opera unica e di durata limitata rivolta a produrre un risultato specifico attraverso attività correlate che comportano un impiego di risorse ed un impiego di costi e che deve essere realizzata entro determinati limiti temporali”* * definizione Commissione Europea Pragma Service - www.pragmaservice.info 36
  • 37. DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO (1) • NORMATIVA DI RIFERIMENTO – Rappresenta la base giuridica su cui è fondato il bando (Regolamento, Decisione). – Può essere inoltre necessaria la conoscenza della legislazione settoriale comunitaria all’interno della quale la proposta si colloca • BANDO o INVITO A PRESENTARE PROPOSTE (Call for proposals) – Documento sintetico che raccoglie le informazioni essenziali in vista della presentazione della proposta Pragma Service - www.pragmaservice.info 37
  • 38. DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO (2) • GUIDA PER I PROPONENTI o PROGRAMMA DI LAVORO (Guidelines, Workprogramme, ecc.) – Descrive dettagliatamente tutti gli obiettivi da rispettare e delinea gli ambiti di intervento. Contiene le istruzioni specifiche per la definizione di una corretta proposta, nonché le spese ammissibili, la quota di cofinanziamento, ecc. • MODULISTICA (aplication form, budget sheet, allegati tecnici, presentazione soggetti partner, ecc) • DICHIARAZIONI UFFICIALI (es. Lettera di intenti, Lettera di richiesta del contributo, Dichiarazione sull’onore, Private/Public entity form, Financial Identification form) Pragma Service - www.pragmaservice.info 38
  • 39. GRAZIE PER L’ATTENZIONE Dott. Ivano Franco Colombo – PRAGMA SERVICE sas www.pragmaservice.info Pragma Service - www.pragmaservice.info 39