Basi di psicologia generale lo sviluppo storico -2

1,804 views
1,559 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,804
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Basi di psicologia generale lo sviluppo storico -2

  1. 1. Rosa Angela Fabio - lezioni Psicologia GeneralePsicologia Generale Rosa Angela Fabio Parte 1 Lo sviluppo storico della psicologia
  2. 2. Rosa Angela Fabio - lezioni Dalla fisiologia alla psicologia: la Germania 1. FECHNER (1801-1887) 2. VON HELMHOLTZ (1821-1894) 3. WUNDT (1832-1920) 4. EBBINGHAUS (1850-1909)
  3. 3. Rosa Angela Fabio - lezioni La nascita della psicologia scientifica (Caramelli) • La psicologia si sviluppa in Germania sotto la spinta della ricerca fisiologica, con le ricerche della psicofisica • Fechner (1860): identità fra mente e corpo • La sensazione aumenta in funzione del logaritmo dell’intensità dello stimolo – Merito: la sensazione è studiabile attraverso qualcosa di materiale e positivo, non solo con l’introspezione come successione di stati di coscienza • Von Helmotz (1870) studia il concetto di inferenza inconscia: la percezione completa si ha solo dopo che le sensazioni sono state “interpretate” dai processi nervosi centrali.
  4. 4. Rosa Angela Fabio - lezioni • Wundt (1879) a Lipsia. 1° laboratorio di ricerca : i processi psichici dovevano essere studiati attraverso l’introspezione (sperimentatore e soggetto sperimentale coincidono); la psicologia doveva pervenire a una conoscenza scientifica delle esperienze coscienti elementari scomponendo la coscienza nei suoi elementi costitutivi elementari. • Atti riflessi, sensazioni, immagini, sentimenti, emozioni, atti volontari => sintesi creativa • Ogni osservatore però forniva dati differenti. Wundt 1832-1920
  5. 5. Rosa Angela Fabio - lezioni Applica l’uso del metodo sperimentale allo studio delle funzioni psichiche superiori: memoria. Misura la difficoltà del materiale da apprendere in base al numero di tentativi per apprenderlo. Usa sillabe prive di senso. Stabilisce la “curva dell’apprendimento”. Importante perché: 1. Contrasta Wundt e favorisce il nascere della scuola di Wǘrzburg. 2. Dimostra che la psicologia si può avvalere di statistica, matematica, fisiologia. Ebbinghaus 1850-1909 psicologia sperimentale psicologia empirica
  6. 6. Rosa Angela Fabio - lezioni • In questi anni sempre in Germania si contrappone l’impostazione empirica a quella sperimentale di Wundt. • Brentano propone di sostituire allo studio dell’esperienza di Wundt lo studio dell’atto di esperienza. • In ambito filosofico si svilupperà così la fenomenologia di Husserl, in quello psicologico la scuola di Wǘrzburg. • Sarà Kǘlpe (1896) che constatati i limiti della scuola del maestro Wundt, dà origine alla scuola di Wǘrzburg dove ci si propone di studiare il pensiero usando i protocolli verbali delle soluzioni date a problemi complessi. • Polemiche teoretiche fra le due scuole Brentano 1838-1917
  7. 7. Rosa Angela Fabio - lezioni • Würzburg ≠ Lipsia, per: 1. l’oggetto dell’indagine (non era più né la coscienza né la sensazione, ma i processi mentali superiori, cioè il pensiero e il ragionamento) 2. il metodo (messi in luce i limiti dell’introspezionismo; interesse per lo studio del comportamento); La tesi elaborata a Würzburg per cui l’organizzazione del pensiero si sviluppa in gran parte al di sotto del livello di coscienza costituì una conferma per le nascenti scuole psicoanalitiche e per la Gestalt
  8. 8. Rosa Angela Fabio - lezioni Dalla fisiologia alla psicologia: la Russia 1. PAVLOV (1846-1936) 2. VYGOTSKIJ (1896-1934)
  9. 9. Rosa Angela Fabio - lezioni Pavlov durante un intervento
  10. 10. Rosa Angela Fabio - lezioni Dalle scienze naturali alla psicologia: la Gran Bretagna 1. DARWIN (1809-1882) 3. SPEARMAN (1863-1945) (INTELLIGENZA G) 2. GALTON (1822-1911) (intelligenza, fiducia positivistica)
  11. 11. Rosa Angela Fabio - lezioni Dalla psicopatologia alla psicologia: la Francia 1. RIBOT (1839-1916) psicologia sperimentale: la patologia ci aiuta a capire) 3. BINET (1857-1911) Intelligenza, scala cronologica e mentale JANET (1859-1947) CATARSI PIAGET (1896-1980) Dagli anni 20 insegna a Parigi
  12. 12. Rosa Angela Fabio - lezioni Dall’eclettismo alla psicologia: gli Stati Uniti 1. JAMES (1842-1910) Coscienza: flusso continuo Abitudine: adattamento il sé, la psicologia sociale HALL (1844-1924) Ontogenesi e filogenesi •Fondatore e sostenitore dell’APA (1892)
  13. 13. Rosa Angela Fabio - lezioni Lo strutturalismo • la nascita dello strutturalismo è collegata a Wundt (1879)- primo laboratorio di psicologia • la sua formulazione più compiuta è di Titchener (1867-1927) • Punti essenziali – oggetto di studio: esperienza immediata, contenuti di coscienza – Coscienza: somma globale delle esperienze che in un certo momento sono presenti nell’individuo – metodo: introspezionismo per conoscere la “struttura” della coscienza stessa – Chimica mentale
  14. 14. Rosa Angela Fabio - lezioni Il funzionalismo • (James, 1901) • La mente come significato adattivo (funzione), non la natura, ma il come e il perché • Concezione olistica della mente caratterizzata da una successione ininterrotta di esperienze (flusso di coscienza). Apprendimento, pensiero, emozioni, motivazione. • Dewey (1859-1952) • Pubblica “Il concetto di arco riflesso in psicologia” in cui critica l’atomismo di Wundt: ogni azione complessa va compresa nella funzione che svolge • Thorndike (1874-1949) • Legge dell’”effetto” • Concezione connessionista: i processi psichici sono costituiti dalle connessioni, innate o acquisite, fra situazione e risposta.
  15. 15. Rosa Angela Fabio - lezioni La psicoanalisi • Metafore freudiane • 1.1 UNA MACCHINA CON TUTTI GLI INGRANAGGI A POSTO – Freud (1895) in “Progetto di una psicologia” presenta una immagine meccanicistica della psiche, con due elementi: strutturali e funzionali – STRUTTURA • 1. IMMAGINE MECCANICA : l’apparato mentale è impegnato in operazioni di spostamento, accumulo e scarica di un’energia psicologica quantificabile che circola nella mente in base a principi fisici. • 2. I PROCESSI PSICOLOGICI sono quantitativamente determinabili da particelle materiali identificabili →neuroni. • 3. I NEURONI (psichici) sono investiti di una quantità di energia che ne determina l’eccitazione (“Q”). • 4. I neuroni sono di 3 tipi: – PHI - sono eccitati dall’esterno – PSI - sono eccitati dall’interno o dai neuroni phi – OMEGA - producono le esperienze coscienti
  16. 16. Rosa Angela Fabio - lezioni • FUNZIONAMENTO – 1. PRINCIPIO DI INERZIA : I neuroni si liberano di “Q” per tenere basso o costante il livello di equilibrio, infatti: – un accumulo di Q= tensione – uno scarico di Q= piacere – 2. PROCESSO PRIMARIO: ha l’obiettivo di scaricare Q, ma il flusso di Q: – incontra resistenze (barriere nei punti di contatto fra i neuroni) – incontra facilitazioni (i punti di contatto diventano più permeabili) – 3. IL SISTEMA IMPARA DALL’ESPERIENZA e sviluppa una memoria grazie alla modificazione dei punti di contatto – 4. IO: gruppo particolare di neuroni che hanno una carica costante e danno stabilità al sottosistema, funzioni: – deviano i percorsi per prevenire la mente da esperienze spiacevoli – impediscano che l’eccitazione arrivi al punto di arrivo – comunque il processo primario emerge nel sonno
  17. 17. Rosa Angela Fabio - lezioni • TOPICHE – I TOPICA (1900) • conscio - ciò che è consapevole • preconscio - contenuti mentali non presenti ma facilmente rievocabili • inconscio - ciò che in condizioni mentali non è presente alla coscienza – II TOPICA (1920) • ES • IO • SUPER-IO – Visione simbolico-ermeneutica (interpretativa): • Il lavoro della mente è trovare un modo per spiegare i desideri della sfera inconscia e le istanze della realtà • esprimere bisogni ed esperienze ma tenere nascosti alla coscienza perché sarebbero angosciosi • “camuffa” i motivi delle condotte ma si manifestano attraverso espressioni simboliche: sogni, battute umoristiche, lapsus • Comprende la mente ricostruendone il significato di queste espressioni simboliche
  18. 18. Rosa Angela Fabio - lezioni Il comportamentismo • Watson (1878-1958) • Precursori: Pavlov, Thorndike • “La psicologia come la vede un comportamentista” (1913) • Associazione, no coscienza • metodo delle scienze naturali • oggetto: comportamento • influenza preponderante dell’ambiente
  19. 19. Rosa Angela Fabio - lezioni Il neocomportamentismo • Skinner (1904-1990) • Sia condizionamento operante (1938) • Esperimenti con skinner box • Bridgman (1882-1961) • Operazionismo • Tolman (1886-1959) • “mappa cognitiva”, aspettativa (1932) • Hull (1884-1952) • Teoria matematico-formale del comportamento (1943) • Diversi stimoli, una R • Uno stimolo, diverse R
  20. 20. Rosa Angela Fabio - lezioni La psicologia della forma – Precursori: kant, Brentano, la melodia di Von Ehrenfels • Wertheimer (1880-1943) • “movimento stroboscopico o movimento phi” (1912) • Koffka (1886-1941) • Teoria del campo • Isomorfismo • Kohler (1887-1967) • Psicologia del pensiero • L’intelligenza delle scimmie antropoidi (1960) • Wertheimer nell’opera postuma del 1945: differenza fra pensiero produttivo e riproduttivo ed insight • Lewin (1890-1947) • Psicologia sociale
  21. 21. Rosa Angela Fabio - lezioni La psicologia culturale • SCUOLA STORICO-CULTURALE • (Vygotskij, 1896-1934): la base biologica dei processi di crescita subisce una diversa organizzazione funzionale sotto la spinta di stimoli socio-culturali sia – a livello ontogenetico – a livello filogenetico (dall’animale all’uomo) – passaggio dal linguaggio al pensiero
  22. 22. Rosa Angela Fabio - lezioni • PSICOLOGIA CULTURALE • Bruner (1992): la cultura plasma la mente e la nostra concezione di noi stessi, la cultura è nella mente ((sono i sistemi simbolici che usiamo a costruire il mondo con cui ci si rappresenta la realtà) • la cultura fornisce dei modelli possibili di sviluppo attraverso l’azione condivisa (attore che entra in scena quando la commedia è già iniziata) • FORMAT = insieme di procedure comunicative che permettono al bambino di stabilire scambi intenzionali • FRAME = struttura ce ordina, dà significato e permette la memorizzazione dell’esperienza. • Lo scopo dell’istruzione secondo Bruner non è sviluppare performance ma la comprensione del mondo.
  23. 23. Rosa Angela Fabio - lezioni Il cognitivismo • Secondo il Cognitivismo (Broabdent, 1986; Norman, Miller, Galanter, Pribram, Neisser..) • mente umana = sistema di elaborazione delle informazioni, • trattamento dei simboli trasformati secondo regole inscritte nel sistema stesso. • 1. HUMAN INFORMATION PROCESSING • Il computer è la macchina di TURING (1912-1954) un dispositivo meccanico a stati finiti che da uno stato iniziale è capace di passare a stati successivi per mezzo dell’applicazione di regole di trasformazione • L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE nacque con il proposito di sfruttare le potenzialità della macchina di Turing. • Intelligenza artificiale e SIMULAZIONE DEL COMPORTAMENTO sono diversi: – I.A.: vuole che la macchina compia ciò che compie l’uomo, anche se in modo diverso – S.C.: costruisce modelli informatici che siano una ritrascrizione di ciò che succede nella mente • Evoluzione interna al paradigma HIP – modelli anni ‘60 = elaborazione rigidamente seriale delle informazioni, ad oleodotto – modelli anni ‘70 = “in parallelo”, capacità illimitata di elaborazione
  24. 24. Rosa Angela Fabio - lezioni • SCIENZA COGNITIVA (Bara, 1990; Gardner, 1990), scopo: stabilire come le conoscenze sono codificate dalla mente. – Livello di rappresentazione (isomorfismo) – corrispondenza fra elementi della rappresentazione e realtà – si devono avverare e rispondere a una finalità biologica • 2. PROBLEM SOLVING • Spazio del problema: – 1. Stato iniziale – 2. Stato finale da raggiungere – 3. Operatori da applicare – 4. vincoli • ALGORITMI= attivazione sistematica e esplorazione di tutte le possibili vie di soluzione che si aprono – assicurano la soluzione – sono antieconomici – non possono essere applicati se lo spazio problemico è molto esteso • EURISTICHE= procedura che contribuisce a ridurre il tempo medio di ricerca di una soluzione rispetto all’esplorazione di tutte le possibili alternative
  25. 25. Rosa Angela Fabio - lezioni Computer Science as Empirical Inquiry: Symbols and Search (1956) Herbert Simon Allen Newell

×