2 fisio lezione_4_pedagogia

362 views
284 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
362
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2 fisio lezione_4_pedagogia

  1. 1. LE COMPETENZE
  2. 2. Il termine competenza deriva dal latino CUM(ANDARE, DIRIGERSI VERSO) e PETERE (CHIEDERE, SOLLECITARE) Capacità di colui che è in grado di conoscere e di applicare una tecnica ad una situazione problematica DEFINIZIONEDEFINIZIONE
  3. 3. Flessibilità di adattarsi in un ambito, muovendosi con perizia e impegno verso la soluzione di un problema, dimostrando un comportamento di responsabilità nell’assumere le decisioni che permettono di uscire dalla difficoltà
  4. 4. Scaturisce da un insieme di abilità, skills, capacità, comportamenti, atteggiamenti che si acquisiscono gradualmente attraverso un percorso formativo tecnico professionale, sociale, attitudine lavorativa in team, capacità di prendere iniziative ed essere disponibili ad affrontare i rischi.
  5. 5. DEFINIZIONE DI COMPETENZEDEFINIZIONE DI COMPETENZE L LE COMPETENZE SONO L’INSIEME DI ABILITA’/CONOSCENZE TENICO/SPECIALISTICHE CAPACITA’ E QUALITA ‘ PERSONALI CHE SONO RICHIESTE DALLA PROFESSIONE O DAL RUOLO CHE LA PERSONA ESERCITA NELL’ENTE/AZIENDA CHE DEVONO ESSERE ESPRESSE PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI FISSATI
  6. 6. McClelland (1973) e Boyatzis (1982) sono gli autori a cui si deve la nuova concezione di gestione delle risorse umane basata sulle competenze. Nella loro visione la centralità è del soggetto piuttosto che dell'oggetto (job). Quindi l'attore principale è l'individuo che possiede ed utilizza un sistema di competenze caratterizzato da conoscenze e capacità, motivazioni e valori e immagine di sé che gli consentono di esprimere comportamenti professionali competenti PRESUPPOSTI TEORICI
  7. 7. Guy Le Boterf ritiene la competenza “Un insieme, riconosciuto e provato, delle rappresentazioni, conoscenze, capacità e comportamenti mobilizzati e combinati in maniera pertinente in un contesto dato”. Rappresentazioni, conoscenze, capacità e comportamenti possono essere riassunti col termine risorse, portandoci ad affermare che la competenza è una qualità specifica del soggetto: quella di saper combinare diverse risorse, per gestire o affrontare in maniera efficace delle situazioni, in un contesto dato. (Le Boterf, G., 1990, De la compétence: Essai sur un attracteur étrange, Les Ed. de l’Organisation)
  8. 8. Battistelli (1995) puntualizza quanto la competenza professionale sia il risultato di una complessa dinamica articolazione di conoscenze, abilità,atteggiamenti,immagini di sé, motivazioni e caratteristiche di personalità che permette all'individuo di comprendere le richieste e mettere in atto comportamenti professionali adeguati per rispondere alle esigenze lavorative nel contesto organizzativo.
  9. 9. La competenza è l’uso abituale e giudizioso della comunicazione, delle conoscenze, delle abilità tecniche del raggiungimento clinico, delle emozioni, dei valori e della riflessione nella pratica quotidiana a beneficio del singolo individuo o della comunità ( R. B. Dilts, T. Epstein Apprendimento dinamico,Ed Astrolabio, 2002)
  10. 10. Caratteristica intrinseca : tratto costitutivo della persona, la competenza viene rappresentata come un elemento stabile dell’individuo che consente di prevedere le prestazioni nelle diverse situazioni di lavoro Casualmente collegata : la competenza è causa o è fondamento di comportamenti e di risultati ottenuti Misurata in base ad un criterio prestabilito: Secondo criteri di misura dei risultati definiti
  11. 11. Lyle M. SPENCER e Signe M. SPENCER (2003), affermano che le competenze sono legate causalmente alla performance o risultato e che un comportamento senza intenzione non è una competenza
  12. 12. • Le motivazioni, che rappresentano gli schemi mentali e le spinte interiori ad agire; • I tratti, che sono delle caratteristiche individuali che possono generare una personale disposizione ad agire in un certo modo sulla base di determinate sollecitazioni. • L’immagine di sé, insieme di valori, atteggiamenti valutazioni di sé,del proprio ruolo (es. la fiducia in se stessi). • La conoscenza di discipline o argomenti specifici • Le skill, l’insieme di abilità cognitive necessarie per eseguire determinati compiti intellettivi o fisici. Modello di Spencer e Spencer ( cit in Del Bono 2003)
  13. 13. Immagine di sé (visioneImmagine di sé (visione personale:personale: atteggiamenti e valori)atteggiamenti e valori) TrattiTratti MotivazioniMotivazioni SkillSkill ConoscenzeConoscenze VisibileVisibile più facilepiù facile dada svilupparesviluppare NascostoNascosto più difficilepiù difficile dada svilupparesviluppare Le competenze profonde e di superficieLe competenze profonde e di superficie Spencer e SpencerSpencer e Spencer
  14. 14. “La competenza professionale è una caratteristica intrinseca di una persona…un motivo, tratto, abilità, aspetto dell’immagine di sé o ruolo sociale, o corpo di conoscenze che una persona usa causalmente collegata a una performance efficace superiore in una mansione o situazione che è misurata in base ad un criterio prestabilito” Boyatzis, The Competent Manager: a model for effective performance: New York, John Wiley & Sons 1982
  15. 15. QUALI SAPERI CHE IL MONDO DEL LAVORO MI CHIEDE Sapere ( contenuti e fondamenti scientifici Saper fare (tecniche,procedure, abilità strumentali) Saper essere (atteggiamenti, comportamenti) Saper divenire ( formazione continua ed auto- fomazione)
  16. 16. LE COMPETENZE SONO COMPORTAMENTI OSSERVABILI derivanti da CONOSCENZE TEORICHE COMPETENZE SPECIALISTICHE CAPACITA’ ORIENTAMENTI ATTEGGIAMENTI E E SI TRADUCONO IN RISULTATI
  17. 17. La competenza professionale : insieme di attributi connessi al posto di lavoro Questo approccio tende a considerare la competenza professionale da un punto di osservazione tecnico e organizzativo. La competenza professionale è rappresentata come l’insieme delle skills definite e formalizzate dall’analisi dei processi produttivi e delle posizioni di lavoro.
  18. 18. L’approccio propone una identità tra: COMPITI RICHIESTI e REQUISITI DEL PROFESSIONISTA Skills la competenza è riconducibile a ciò che il soggetto fa o dovrebbe fare, concretamente nelle situazioni di lavoro
  19. 19. 1-La competenza professionale come attributo delle persone Questo approccio valorizza la dimensione soggettiva della competenza. In esso viene valorizzato non tanto quello che la persona fa in un determinato contesto, quanto quello che sa o potrebbe fare
  20. 20. 2-La competenza professionale è intesa come esito di un investimento personale sostenuto dall’ ESPERIENZE PERSONALi Che si connota come POTENZIALITA’ Disponibili all’interno della propria organizzazione Ed esportabile in contesti diversi dalla propria organizzazione e dall’attuale posizione lavorativa
  21. 21. 3-La competenza professionale come esperienza personale e costruzione collettiva Questo approccio di tipo interazionista considera le risorse e le caratteristiche della persona oltre a considerare quelle relative all’organizzazione
  22. 22. La competenza professionale è qui definita come risultato dei processi psicologici e sociali specifici che caratterizzano l’interazione La competenza si traduce nella capacità generale di interpretare contesti, nell’abilità di definire percorsi di risoluzione dei problemi posti dal lavoro, nella capacità di tradurre in atto e di comunicare agli altri attori organizzativi le proprie conoscenze, esplicite e tacite, e le personali immagini del lavoro. SOGGETTO ORGANIZZAZIONE
  23. 23. 4-La competenza professionale come partecipazione ad una comunità di pratiche professionali Quest’ ultimo approccio analizza la competenza come partecipazione ad una comunità di pratiche professionali. E’ un prospettiva che si propone di superare una visione individualistica della competenza professionale
  24. 24. LA COMPETENZALA COMPETENZA PROFESSIONALE E’ UNPROFESSIONALE E’ UN INSIEME DI ...INSIEME DI ...
  25. 25. CapacitàCapacità cognitivecognitive Abilità nelleAbilità nelle relazionirelazioni AutogestioneAutogestione - uso dei concetti- uso dei concetti (pensiero(pensiero concettuale)concettuale) - pensieropensiero analitico/sistemicoanalitico/sistemico - riconoscimento diriconoscimento di schemischemi - analisi quantitativaanalisi quantitativa - uso della tecnologiauso della tecnologia - comunicazionecomunicazione scrittascritta Fonte: Boyatzis, 2000Fonte: Boyatzis, 2000 - empatiaempatia - obiettività socialeobiettività sociale (sensibilità culturale)(sensibilità culturale) - influenza sugli altriinfluenza sugli altri - costruzione dicostruzione di legamilegami - gestione di conflittigestione di conflitti - leadership e lavoroleadership e lavoro di gruppodi gruppo - sviluppo degli altrisviluppo degli altri - comunicazionecomunicazione oraleorale - orientamento alorientamento al risultatorisultato - pianificazionepianificazione - spirito di iniziativaspirito di iniziativa - attenzione aiattenzione ai dettaglidettagli - autocontrolloautocontrollo - flessibilitàflessibilità - fiducia in séfiducia in sé stessi/autostimastessi/autostima
  26. 26. C COMPETENZA CAPACITA’ IL TUTTO 1 . CAPACITA’/ Trasversali 2 . CONOSCENZE 3 . ESPERIENZE FINALIZZATE UNA PARTE CARATTERISTICA INTRINSECA
  27. 27. LE CAPACITA’ Le capacità trasversali sono l’insieme dei comportamenti operati all’interno dell’organizzazione, capacità di mettere in atto comportamenti al di là della professionalità specifica Possono essere classificate in: GESTIONALI - OPERATIVE ED INNOVATIVE RELAZIONALI INTELLETTUALI
  28. 28. Le capacità trasversali sono definite in tal modo perché sono comportamenti riferiti alla persona e sono quindi trasferibili da lavoro a lavoro o da ambito personale ad ambito professionale. In letteratura è descritto un numero rilevante di capacità professionali (oltre la quarantina) che ogni autore tende a classificare in modo personale. La capacità trasversale è un comportamento organizzativo consapevole e la sua espressione è favorita dall’avere la caratteristica/atteggiamento personale corrispondente. Es. la disponibilità ai rapporti interpersonali che può essere richiesta all’interno di un ruolo di front-office al pubblico e che significa comprendere i bisogni e gli atteggiamenti degli altri ed interagirvi efficacemente (e questo sempre e nei confronti di tutti) è sostenuta dalla predisposizione all’altro, dall’attenzione, dalla pazienza e dal rispetto. Se le qualità umane mancano la capacità è più difficile da sostenere. Per questa ragione le capacità professionali si imparano solo parzialmente ma più spesso si allenano.
  29. 29. LE CAPACITA’ LE CAPACITA’ GESTIONALI OPERATIVE SONO: •Programmazione del proprio lavoro •Organizzazione del proprio lavoro •Controllo operativo •Iniziativa •Determinazione •Programmazione •Organizzazione •Decisione controllo •Orientamento al risultato •Assunzione del rischio
  30. 30. LE CAPACITA’ LE CAPACITA’ RELAZIONALI SONO •Relazione interpersonale •Lavoro di gruppo •Gestione del gruppo •Leadership
  31. 31. LE CAPACITA’ LE CAPACITA’’INTELLETTUALI SONO: •Capacità di analisi •Capacità di sintesi •Soluzione problemi complessi •Interpretazione dei dati •Stesura di relazioni e rapporti •Capacità di scrittura
  32. 32. CARATTERISTICHE PERSONALI Sono i “tratti”, le caratteristiche a e la propensione, fisica,mentale, innata e frutto dell’educazione, a reagire in un determinato modo in una certa situazione Alcuni esempi: •Creativo •Collaborativo •Positivo •Pratico
  33. 33. Le caratteristiche chiamate anche Saper essere cioè quelle caratteristiche personali, psicologiche, caratteriali e socio-culturali tali da consentire prestazioni efficaci (capacità di scegliere, di decidere, di assumersi la responsabilità, di agire, di rischiare. Di sapersi organizzare e orientare. Empatia, flessibilità. Rispettare, farsi rispettare, comunicare, collaborare, accettare, rifiutare. Volontà, tenacia, perseveranza, coraggio, fiducia in se stessi. Autonomia. Apertura, estroversione, creatività, dinamicità, iniziativa. Personalità, carattere, immagine, stile ecc.)
  34. 34. LE CONOSCENZE RAPPRESENTANO IL “SAPERE “ DI UNA PERSONA E POSSONO ESSERE : GENERALI cultura personale, studi, interessi PROFESSIONALI riferiti alle informazioni possedute in un certo campo relative a temi, fatti, aspetti specialistici e tecnici AZIENDALI relativi a saperi procedurali, di organizzazione, di gestione, di processo produttivo
  35. 35. LE COMPETENZE TECNICO-SPECIALISTICHE COMPETENZE SPECIFICHE: Vengono acquisite in ambiti specialistici e fanno riferimento a determinate aree disciplinari; sono connesse ad un contenuto lavorativo e si identificano in mestieri ed ambiti professionali
  36. 36. Si può insegnare ad un tacchino ad arrampicarsi su un albero, ma è molto più semplice assumere uno scoiattolo.
  37. 37. ll collegamento causale Le competenze contengono sempre un’intenzione, che è la forza della motivazione o del tratto che dà origine ad un’azione (comportamento), in vista di un risultato. Un comportamento senza intenzione non definisce una competenza

×