J U L I A N I U L I A N O – M A R Z O 2 0 1 3ANALISI DEI MERCATIINTERNAZIONALITDM Group S.r.l.
SETTORE DI PRODUZIONE• La TDM s.r.l. produce, nei suoi stabilimenti di Asti,dispositivi Point Of Sales (registratori di ca...
I MERCATI• Oltre al territorio italiano, servito da diversi anni conuna buona quota di mercato, la TDM s.r.l. mira adespan...
OBIETTIVIGli obiettivi della TDM s.r.l. sono:• Vendite: Istituire un punto vendita in ognuno dei mercati scelti epredispo...
ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA• Può essere utile ottenere informazioni sulle caratteristichedel mercato da associazioni di cate...
PAESI BASSIFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Amsterdam, Rotterdam, Utre...
PAESI BASSIScheda PaeseDimensione delmercato:111.000 punti vendita sono stati contati nel 2006 e traquesti 80.000 si sono ...
PAESI BASSIScheda PaeseAmbientepolitico:Il governo dei Paesi Bassi è composto da tre istituzioniprincipali: il Monarca, il...
BELGIOFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Bruxelles, Anversa, Gand, Charl...
BELGIOScheda PaeseDimensione delmercato:E’ in corso una diminuzione del numero di puntivendita, iniziata oltre trenta anni...
BELGIOScheda PaeseAmbiente socio-culturale:Il Belgio è diviso in tre comunità amministrative che riflettonole tre lingue u...
LUSSEMBURGOFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Bruxelles, Anversa, Gand, ...
LUSSEMBURGOScheda PaeseDimensione delmercato:Le tre componenti principali del commercio per ilLussemburgo sono le automobi...
LUSSEMBURGOScheda PaeseAmbiente socio-culturale:Il Lussemburgo detiene la percentuale più alta di stranieri inrelazione al...
PRIORITÀ DEI MERCATIMERCATO ATTRATTIVITA’ ACCESSIBILITA’Dimensioni ecaratteristiche del mercatoBarriere all’entrata ecapac...
PRIORITÀ DEI MERCATIMERCATO TIPOLOGIA NOTE1° INTERESSEPAESI BASSI Mercato ad alta priorità Opportuno esserepresenti per co...
GRAZIE PER L’ATTENZIONEJulian Iulianoiulianojulian@gmail.comwww.julianiuliano.tk
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Analisi dei mercati

245 views

Published on

Aprile 2013

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
245
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Analisi dei mercati

  1. 1. J U L I A N I U L I A N O – M A R Z O 2 0 1 3ANALISI DEI MERCATIINTERNAZIONALITDM Group S.r.l.
  2. 2. SETTORE DI PRODUZIONE• La TDM s.r.l. produce, nei suoi stabilimenti di Asti,dispositivi Point Of Sales (registratori di cassa avanzati)destinati alla GDO.• Il registratore di cassa TDM è una cassa automaticamunita di dispositivi meccanici ed elettronici percalcolare le transazioni di vendita mediante la lettura diun codice a barre a norma EAN (European ArticleNumber) presente sui prodotti.• Il registratore di cassa TDM permette una gestioneottimale degli stock informando costantemente sulladisponibilità dei prodotti in magazzino.
  3. 3. I MERCATI• Oltre al territorio italiano, servito da diversi anni conuna buona quota di mercato, la TDM s.r.l. mira adespandere il proprio commercio nel mondo.• I Paesi coinvolti dallo standard EAN (EuropeanArticle Number) sono ormai più di 100 in tutto ilmondo.• Tra questi prendiamo in considerazione alcunimercati esaminandone l’Attrattività el’Accessibilità: Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo
  4. 4. OBIETTIVIGli obiettivi della TDM s.r.l. sono:• Vendite: Istituire un punto vendita in ognuno dei mercati scelti epredisporre di una forza di vendita sul territorio.Obiettivi secondari: Sondare il mercato estero in cerca di distributori localiinteressati a commercializzare il nostro prodotto nel nuovomercato; Ricercare Aziende Multinazionali già presenti in quelmercato interessate ad acquistare il nostro prodotto perrivenderlo a marchio proprio (conto terzi);• Acquisti: Analisi dei costi delle materie prime e dei fornitori nei mercatiscelti per acquisti a prezzi competitivi.
  5. 5. ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA• Può essere utile ottenere informazioni sulle caratteristichedel mercato da associazioni di categoria, ad esempio:• Indicod-Ecr è un’associazione di categoria, italiana esenza scopo di lucro, che si occupa della diffusionedegli standard adottati a livello mondiale e cheraggruppa aziende industriali operanti nel settore deibeni di largo consumo.• Essa rappresenta in Italia Ean International, lorganismointernazionale che coordina la diffusione e la correttaimplementazione dello standard EAN/UCC in più di 100paesi (fonte).
  6. 6. PAESI BASSIFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Amsterdam, Rotterdam, Utrecht, L’AiaTotale abitanti: 16.634.068 ab. (2012) (61º Stato per popolazione)Densità: 403 ab./km²EconomiaValuta EuroPIL 704.034 milioni di $ (2011) (20º Stato per PIL)PIL pro capite 42.023 $ (2011) (10º Stato per PIL pro capite)PoliticaForma di governo Monarchia costituzionale
  7. 7. PAESI BASSIScheda PaeseDimensione delmercato:111.000 punti vendita sono stati contati nel 2006 e traquesti 80.000 si sono occupati di vendita al dettagliocome attività principale e circa 31.000 se ne sonooccupati come attività secondaria. [fonte]Tasso di crescitadel mercato:Negli ultimi anni si è notata una notevole crescita delnumero di negozi/supermercati, hanno inveceregistrato un forte calo i piccoli supermercati e negozi“di quartiere” che sono praticamente scomparsi.[fonte]Country Moody’s S&P Fitch Budget balanceas % of GDPDebt as % ofGDPNetherlands Aaa AAA AAA -4,1 68,2Fontee: Moodys; Standard & Poors; Fitch; IM; Economist Intelligence Unit 26 Febbraio 2013
  8. 8. PAESI BASSIScheda PaeseAmbientepolitico:Il governo dei Paesi Bassi è composto da tre istituzioniprincipali: il Monarca, il Consiglio dei ministri, e il Parlamento.La monarchia è in vigore dai primi anni dell’800. [fonte]Ambiente socio-culturale:L’80.7% degli abitanti è originario dei Paesi Bassi, il 5%proviene dall’UE, Indonesiani 2.4%, Turchi 2.2%, Marocchini2%. Il 41% della popolazione ha tra i 25 e i 54 anni. [fonte]Pressioneconcorrenziale:La pressione concorrenziale è alta in quanto sono presentidiversi produttori/distributori con un’alta presenza neimercati europei (es. Scansource, NCR, Datalogic, SystemRetail, etc.). Questi competitor possono rivelarsi interessanticome distributori o per la vendita conto terzi.Costi: I costi di distribuzione/trasporto sono limitati in quanto non visono dazi alle frontiere interne tra gli Stati membri dell’UE[fonte] e la distanza tra Italia e Paesi Bassi non è eccessiva.
  9. 9. BELGIOFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Bruxelles, Anversa, Gand, CharleroiTotale abitanti: 10.712.066 ab. (2012) (76º Stato per popolazione)Densità: 342 ab./km²EconomiaValuta EuroPIL 413.281 milioni di $ (2011) (30º Stato per PIL)PIL pro capite 37.781 $ (2011) (19º Stato per PIL pro capite)PoliticaForma di governo Monarchia parlamentare federale
  10. 10. BELGIOScheda PaeseDimensione delmercato:E’ in corso una diminuzione del numero di puntivendita, iniziata oltre trenta anni fa. Nel 2008 il Belgiocontava 8.675 punti vendita, di cui 3.760 alimentari.Nel 1970 ve ne erano 35.000. [fonte]Tasso di crescitadel mercato:Da notare che il territorio belga è ampiamentecoperto, ha quindi saturato quella che è definita “lacapacità produttiva” della grande distribuzione. [fonte]Ambientepolitico:Il regno del Belgio è una monarchia parlamentare sindal 1790.Country Moody’s S&P Fitch Budgetbalance as% of GDPDebt as % ofGDPBelgium Aa3 AA AA -3,0 99,0Fonte: Moodys; Standard & Poors; Fitch; IM; Economist Intelligence Unit 26 Febbraio 2013
  11. 11. BELGIOScheda PaeseAmbiente socio-culturale:Il Belgio è diviso in tre comunità amministrative che riflettonole tre lingue ufficiali: olandese, francese e tedesco.Abitudini deiconsumatori:Sempre più consumatori fanno la spesa presso negozi divicinanza o supermercati di dimensioni piuttosto ridotte.Aumenta il numero di consumatori che fa la spesa ognigiorno: si preferisce non perdere tempo in un punto venditatroppo grande. [fonte]Tuttavia la maggior parte delle persone si rivolge alla GDOalla ricerca di una grande varietà di prodotti freschi e peressere serviti da personale accogliente e competente.Pressioneconcorrenziale:La pressione concorrenziale è alta, come nel resto d’Europa.Interessante la possibilità di entrare nel mercato tramitedistributori già presenti in loco.Costi: I costi di distribuzione/trasporto sono limitati in quanto vige lanormativa comunitaria europea e la distanza tra Italia eBelgio non è eccessiva.
  12. 12. LUSSEMBURGOFonte: CIA World Factbook. Consultato in data 28-3-2013.PopolazioneCittà principali: Bruxelles, Anversa, Gand, CharleroiTotale abitanti: 507.448 ab. (2012) (164º Stato per popolazione)Densità: 197 ab./km²EconomiaValuta EuroPIL 54.950 milioni di $ (2010) (92º Stato per PIL)PIL pro capite 80.559 $ (2011) (2º Stato per PIL pro capite)PoliticaForma di governo Monarchia costituzionale
  13. 13. LUSSEMBURGOScheda PaeseDimensione delmercato:Le tre componenti principali del commercio per ilLussemburgo sono le automobili, il commercio all’ingrossoed il commercio al dettaglio. [fonte]Tasso di crescitadel mercato:L’Italia è il 5° paese fornitore per il Lussemburgo. Il 2010 èstato un anno di uscita dalla crisi e di ripresa per ilcommercio tra Italia e Lussemburgo. [fonte]Ambientepolitico:Il Lussemburgo ha una monarchia costituzionale con unatradizione antichissima ed è oggi uno dei Paesi più stabili epiù ricchi del mondo, potendo contare sulla solidità deisettori bancario e finanziario e sullafflusso di considerevoliinvestimenti esteri.Country Moody’s S&P Fitch Budgetbalance as% of GDPDebt as % ofGDPLuxemburg Aaa AAA AAA -1,1 21,7Sources: Moodys; Standard & Poors; Fitch; IM; Economist Intelligence Unit26th February 2013
  14. 14. LUSSEMBURGOScheda PaeseAmbiente socio-culturale:Il Lussemburgo detiene la percentuale più alta di stranieri inrelazione al totale della popolazione e questa percentualesta costantemente crescendo.Inoltre la stabilità economico–sociale e la posizionegeografica hanno attirato gli investimenti stranieri e favoritola nascita di numerosi impianti di produzione esteri nelterritorio. [fonte]Abitudini deiconsumatori:ll successo di quest’ambiente deriva dal fattoremultilinguistico e multiculturale che permette unacomunicazione fluida con molti investitori e da quello delsegreto bancario, ossia l’obbligo di mantenere segreti irapporti intercorsi tra una banca e i suoi clienti. [fonte]Costi: I vantaggi comparativi del Lussemburgo in materia d’attivitàfinanziarie risiedono principalmente nel basso livello dellesue tasse e nel carattere evolutivo del suo quadro legislativoe regolamentare. [fonte]
  15. 15. PRIORITÀ DEI MERCATIMERCATO ATTRATTIVITA’ ACCESSIBILITA’Dimensioni ecaratteristiche del mercatoBarriere all’entrata ecapacità di adattamentoPAESI BASSI+ +BELGIO- +-LUSSEMBURGO+- +LEGGENDA+Alta+-Media-Bassa
  16. 16. PRIORITÀ DEI MERCATIMERCATO TIPOLOGIA NOTE1° INTERESSEPAESI BASSI Mercato ad alta priorità Opportuno esserepresenti per cogliereopportunità di business2° INTERESSELUSSEMBURGO Mercato strategico Opportuno uninvestimento maggiore3° INTERESSEBELGIO Mercato marginale Tenuto inconsiderazione nelcaso di un eccessodi risorse
  17. 17. GRAZIE PER L’ATTENZIONEJulian Iulianoiulianojulian@gmail.comwww.julianiuliano.tk

×