Tra il mito del leader perfetto e le assimetrie da gestire

  • 203 views
Uploaded on

Presentazione di Morag McGill sul tema del leader perfetto presentata durante il Workshop ISTUD "Riflessioni sul tema della leadership nel mondo delle imprese" del 28 febbraio 2013

Presentazione di Morag McGill sul tema del leader perfetto presentata durante il Workshop ISTUD "Riflessioni sul tema della leadership nel mondo delle imprese" del 28 febbraio 2013

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
203
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. TRA IL “MITO” DEL LEADER PERFETTO E LE ASIMMETRIE DA GESTIREwww.fondazioneistud.it Morag McGill
  • 2. PERFEZIONE da “PERFICERE”PERFEZIONE = “THE END”
  • 3. LEADERSHIP = DIVENIRE
  • 4. TRE ASSUNTILA LEADERSHIP E’ SITUAZIONALENON ESISTE LA PERFEZIONEOGNI AREA DI FORZA IMPLICA UN’AREADI DEBOLEZZA 6
  • 5. LEADERSHIP NELLE IMPRESE: COSA VOGLIAMO?SENSO ISPIRAZIONE (qualcuno da) SEGUIRE 7
  • 6. LO SUARDO DELLEADER…….. 8
  • 7. …”DOVREBBE”:guardare OLTRE/AVANTIessere “GLOBALE”cogliere IL TEAMcogliere L’INDIVIUDO 9
  • 8. LE SFIDE DEINOSTRI TEMPI 10
  • 9. LE SFIDE PERMANENTI LE PERSONE 12
  • 10. “negli ultimi cinquant’anni, gli studiosi di leadership hanno condotto più di mille studi per cercare di determinare una volta per tutte, gli stili, le qualità e i tratti caratteriali dei grandi leader. Nessuno di questi studi ha prodotto un chiaro profilo del leader ideale. Bill George 13
  • 11. “ IL LEADER IDEALELUNGIMIRANTE ANCORATO ALLA REALTA’FERMO FLESSIBILE 14
  • 12. “NON SI PUO’ DIVENTARE LEADER CERCANDO DI IMITARE QUALUN ALTRO 15
  • 13. …..e allora?
  • 14. VPOKOccorre un modelloaspirazionale per leFUNZIONI della leaderSHIP
  • 15. LE FUNZIONI DELLA LEADERSHIP IN 4 “E” 18
  • 16. LE FUNZIONI DELLA LEADERSHIP “Dare “il Nord” ; dare un senso: chi siamo, dove andiamo e perché? ; ispirare; suscitare adesione ad una visione e ad un’identità comuni ; motivareRiconoscere e incoraggiare il Far accadere le cose ;potenziale; coltivare il talento; facilitare l’azione; decidere; dare feedback; facilitare lo attivare reti formali ed sviluppo; crescere altri informali: delegare; semplificare; “creare conseguenze” “Esserci” come persona ; costruire fiducia e relazioni; rendersi disponibile a ricevere; ascoltare: le persone, l’organizzazione, il mercato 19
  • 17. …..e poi?
  • 18. …..Come essereautentico ….e nellostesso tempo efficace?
  • 19. VPOKCONOSCI I TUOI VALORI 
  • 20. CONOSCI EVALORIZZARE LE TUE QUALITA’ E ATTITUDINI
  • 21. 24
  • 22. …..e il “resto”?
  • 23. IGNORAREACQUISIRE “QB” DELEGARE
  • 24. LA LEADERSHIP “LAOGGI E’ SEMPRE PIU’ SOCIAL 27
  • 25. …..ma se le aree diforza contengonopotenziali aree di debolezza?
  • 26. 29
  • 27. COME COLTIVARE LAPERSONALITA’… EVITANDO IL “CULTO” DELLA PERSONALITA’ ?? 30
  • 28. I “CORE QUADRANTS” Daniel OfmanQUALITA’ AUTENTICA TRAPPOLA eccesso RIFLESSIVO IMMOBILE di una cosa buona qualità opposta qualità opposta eccesso IPERATTIVO DINAMICO di una cosa buona ALLERGIA SFIDA 31
  • 29. I “CORE QUADRANTS” Daniel Ofman eccesso QUALITA’ TRAPPOLAAUTENTICA di una cosa buona qualita’ qualità opposta opposta eccessoALLERGIA SFIDA di una cosa buona 32
  • 30. I “CORE QUADRANTS” Daniel OfmanQUALITA’ AUTENTICA TRAPPOLA eccesso DETERMINATO INSISTENTE di una cosa buona qualità opposta qualità opposta eccesso PASSIVO PAZIENTE di una cosa buona ALLERGIA SFIDA 33
  • 31. I “CORE QUADRANTS” Daniel OfmanQUALITA’ AUTENTICA TRAPPOLA eccesso ACCURATO PIGNOLO di una cosa buona qualità opposta qualità opposta eccessoAPPROSSIMATIVO ACCOMODANTE di una cosa buona ALLERGIA SFIDA 34
  • 32. LA TRAPPOLALA “TRAPPOLA” E’ LA “DISTORSIONE” DELLAQUALITA’…E’ QUELLA DI CUI GLI ALTRI CI “ACCUSANO ”QUANDO CI DICONO “NON ESSERE COSI’….”X” 35
  • 33. L’ALLERGIAL’ALLERGIA SVELA LA NOSTRA VULNERABILITA’RISCHIAMO DI REAGIRE ALLA NOSTRA “ALLERGIA”….INNESCANDO LA NOSTRA “TRAPPOLA”L’ALLERGIA NON E’ DA CONFONDERE CON LA SFIDA 36
  • 34. Le qualità autentiche nelle interazionicon gli altriL’”Allergia” di una persona è la “Trappola” dell’altra Allergia / Trappola 37
  • 35. L’”Allergia” di una persona è la “Trappola” dell’altra RIFLESSIVO IMMOBILE DINAMICO IPERATTIVO DINAMICO PIGRO RILASSATO 38
  • 36. …e la “Qualità” di una persona è la Sfida dell’altra RIFLESSIVO PIGRO DINAMICO IPERATTIVO DINAMICO PIGRO RILASSATO 39
  • 37. 40