Sip
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Sip

on

  • 619 views

La ricerca realizzata da ISPO in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria, ha indagato le opinioni e gli atteggiamenti dei pediatri italiani verso le pratiche e le abitudini delle mamme ...

La ricerca realizzata da ISPO in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria, ha indagato le opinioni e gli atteggiamenti dei pediatri italiani verso le pratiche e le abitudini delle mamme straniere nell’allattamento al seno.


Più in particolare gli obiettivi di indagine sono stati:

Le opinioni dei pediatri sull’allattamento al seno in generale;
Le mamme straniere che allattano al seno: abitudini, atteggiamenti e pratiche;
Le difficoltà che interferiscono nella relazione tra mamme straniere e pediatri italiani;
Allattamento al seno: best practices per supportare le mamme straniere.

Per la realizzazione dello studio è stato coinvolto un campione di pediatri associati SIP, su scala nazionale, rappresentativo per tipologia (ospedalieri, di famiglia, universitari e liberi professionisti) e per area territoriale.

Statistics

Views

Total Views
619
Views on SlideShare
619
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Sip Presentation Transcript

  • 1. Pediatri, allattamento al seno e mamme straniere Rapporto di ricerca quali-quantitativo Padova, 27 Novembre 2009
  • 2. Obiettivi e metodologia della ricerca 2• La ricerca qui presentata, realizzata da ISPO in collaborazione con la Società Italiana di Pediatria, ha indagato le opinioni e gli atteggiamenti dei pediatri italiani verso le pratiche e le abitudini delle mamme straniere nell’allattamento al seno.• Più in particolare gli obiettivi di indagine sono stati:  Le opinioni dei pediatri sull’allattamento al seno in generale;  Le mamme straniere che allattano al seno: abitudini, atteggiamenti e pratiche;  Le difficoltà che interferiscono nella relazione tra mamme straniere e pediatri italiani;  Allattamento al seno: best practices per supportare le mamme straniere.• Per la realizzazione dello studio è stato coinvolto un campione di pediatri associati SIP, su scala nazionale, rappresentativo per tipologia (ospedalieri, di famiglia, universitari e liberi professionisti) e per area territoriale.• Al campione è stato somministrato, per via telematica (con metodo CAWI: Computer Assisted Web Interview) un questionario strutturato. Sono stati così raccolti, in tutto, 669 questionari completi. I dati sono stati elaborati con un pacchetto informatico statistico ad hoc (SPSS).• Qui di seguito i principali risultati.
  • 3. 3 3 Capitolo ILe opinioni dei pediatri sull’allattamento al seno in generale
  • 4. I pediatri sono convinti che l’allattamento al seno sia un’esperienza unica per le mamme. Per sostenerlo credono inoltre che sia 4 fondamentale il ruolo dell’ospedale e il sostegno del partner e della famiglia Molto/abbastanza daccordo Non so Poco/per nulla daccordo Allattare il proprio bambino al seno è un’esperienza unica 99 1 che ogni donna dovrebbe vivere Riguardo all’allattamento al seno, tutto si gioca nei primi giorni in ospedale: se l’assistenza di ostetriche e 86 14 neonatologi non è adeguata difficilmente la mamma continuerà ad allattare Il lavoro di sostegno dei pediatri all’allattamento al senorisulta inutile se la mamma non è adeguatamente sostenuta 78 22anche dal padre del bambino e dalle persone a lei più vicineValori percentuali - Base casi: 669TESTO DELLA DOMANDA: “Parliamo di allattamento al seno. Alcuni intervistati prima di lei hanno espressoalcune opinioni che riportiamo qui di seguito. Per ciascuna di esse ci dica, per favore quanto lei si trovad’accordo; voto da 1 a 5, dove 1. per nulla; 2. poco; 3. abbastanza; 4. molto; 5. non so”.
  • 5. Disapprovano invece il latte formulato come valida alternativa al latte naturale, che lo svezzamento sia possibile già dal quarto mese, che le 5 mamme non seguano le indicazioni dei pediatri e infine che l’allattamento sia da interrompere se fonte di stress per la mamma Molto/abbastanza daccordo Non so Poco/per nulla daccordoSe allattare al seno diventa per la mamma fonte di stress e di senso di inadeguatezza, allora è sicuramente meglio 42 58 interrompere, anche se il bimbo è ancora molto piccolo Spesso le mamme fanno di testa loro, e scelgono il latte formulato da dare al loro bambino da sole, senza seguire 31 1 68 le indicazioni del pediatra L’allattamento esclusivo è fondamentale nei primi mesi di vita del bambino, ma già a partire dal quarto mese 19 81 consiglio di iniziare con i primi passi dello svezzamento Anche quando lallattamento al seno è ottimale, il latte 6 94 formulato può rappresentare una buona soluzioneValori percentuali - Base casi: 669TESTO DELLA DOMANDA: “Parliamo di allattamento al seno. Alcuni intervistati prima di lei hanno espressoalcune opinioni che riportiamo qui di seguito. Per ciascuna di esse ci dica, per favore quanto lei si trovad’accordo; voto da 1 a 5, dove 1. per nulla; 2. poco; 3. abbastanza; 4. molto; 5. non so”.
  • 6. I pediatri si dividono sostanzialmente in entusiasti, coloro cioè che lo sostengono in tutti i suoi aspetti, e in tiepidi, vale a dire pediatri che 6 sostengono fortemente l’allattamento al seno pur prendendone talvolta le distanze. Pochissimi gli indifferenti L’atteggiamento dei pediatri nei confronti dell’allattamento: una sintesi Soprattutto i pediatri: universitari nella fascia d’età tra i 55-64 anni che svolgono la professione da più di 20 anni Entusiasti 60 Soprattutto i pediatri: nella fascia d’età tra i 35-44 anni Tiepidi 38 che svolgono la professione da meno di 20 anni Che risiedono nel Nord Ovest Indifferenti 2Valori percentuali - Base casi: 669
  • 7. I pediatri inoltre ritengono di avere un ruolo fondamentale nel sostegno delle 7 mamme con difficoltà ad allattare al seno Molto daccordo Abbastanza daccordo Non so Poco daccordo Per nulla daccordo 1 1 6 16 41 Soprattutto pediatri di 52 famiglia 84 83 36 Soprattutto 41 pediatri universitari 19 11 4 2 3 I pediatri hanno un ruolo Per molte mamme non riuscire ad È difficile, per un pediatra, trovare il Sostenere le mamme alle prese fondamentale nel sostenere le allattare al seno è un’esperienza tempo per sostenere con le difficoltà dell’allattamento al mamme alle prese con le difficoltà difficile e dolorosa adeguatamente una mamma alle seno non è compito dei pediatri di dell’allattamento al seno prese con le difficoltà base dell’allattamento al senoValori percentuali - Base casi: 669TESTO DELLA DOMANDA: “Abbiamo raccolto alcune opinioni sul sostegno alle mamme alle prese con ledifficoltà dell’allattamento al seno. Per ciascuna di esse indichi gentilmente se lei si sente molto, abbastanza,poco o per nulla d’accordo ; voto da 1 a 5, dove 1. per nulla; 2. poco; 3. abbastanza; 4. molto; 5. non so”.
  • 8. La stragrande maggioranza dei pediatri si sente fortemente coinvolto nella questione dell’allattamento al seno e nell’aiuto e sostegno delle mamme che 8 si preparano ad affrontarlo Opinioni sul ruolo dei pediatri nel sostegno alle mamme in difficoltà: una sintesi Fortemente coinvolti 95 Non coinvolti 5Valori percentuali - Base casi: 669
  • 9. 9 9 Capitolo IILe mamme straniere che allattano al seno: abitudini, atteggiamenti e pratiche
  • 10. Il posizionamento delle mamme straniere rispetto alle italiane: 10 una sintesi Informazione Durata allattamento LEGENDA Musulmane ‘Fare di testaCentro e Sud Africa propria’ senza il parere del pediatra Orientali Est Europa Sudamericane Italiane
  • 11. Le mamme, italiane e non, e l’allattamento al seno: una mappa delle 11 distanze e vicinanze Decidono latte formulato senza pediatra Interrompono Orientali Scarsa l’allattamento Relazione attenzione senza pediatra ‘debole’ con ilall’allattamento Interrompono pediatra Meno prima frequentemente l’allattamento aiuto al pediatra Est - Europee Informazioni Interrompono Sudamericane sull’allattamento allattamento Musulmane presso il pediatra causa lavoro Informazioni complete Alta attenzionesull’allattamento all’allattamento Allattano più a Italiane lungo Più Africane frequentemente Più preparate aiuto al pediatra sull’allattamento
  • 12. 12 12 Capitolo IIILe difficoltà che interferiscono nella relazione tra mamme straniere e pediatri italiani
  • 13. Le difficoltà che interferiscono nella relazione tra mamme straniere e pediatri italiani: 13 principali evidenzeLe difficoltà nella relazione mamma straniera – pediatra prese in considerazione in questo studio sono state le seguenti: difficoltà lavorative difficoltà relazionali difficoltà linguistiche Indice di percezione di difficoltà difficoltà abitative dei pediatri difficoltà del nucleo familiare difficoltà culturali
  • 14. Un pediatra su due percepisce un elevato grado di difficoltà 14 nella relazione con le mamme straniere Il livello di difficoltà percepito dai pediatri nella relazione con le mamme straniere: un indice sintetico Soprattutto i pediatri: -del Centro (55%) -Universitari (65%) Alto 50 Medio 35 Soprattutto i pediatri: - Di famiglia (27%) Basso 15Valori percentuali - Base casi: 669
  • 15. I pediatri che percepiscono un elevato grado di difficoltà nella relazione con le mamme straniere crescono al crescere dell’età 15 Il livello di difficoltà percepito dai pediatri in base all’età 64 49 48 Fino a 44 anni 55-64 anni Oltre 64 anni Valori percentuali - Base casi: 669In base alle frequenze di “livello alto”
  • 16. Le difficoltà nella relazione mamma – pediatra: una sintesi 16 Difficoltà lavorative 83 Difficoltà relazionali 82Difficoltà linguistiche 78 Condizioni abitative 68 Difficoltà culturali 67 Nucleo familiare 45Valori percentuali - Base casi: 669In ordine decrescente in base alle frequenze “Molto/abbastanza disturbante”
  • 17. Di seguito una sintesi delle etnie che i pediatri ritengono maggiormente coinvolte da queste difficoltà. Il grafico è stato ottenuto selezionando per ciascuna delle 6 difficoltà consideratesolo i pediatri che hanno risposto “molto/abbastanza disturbante” e incrociando questo dato 17 con l’etnia indicata come maggiormente interessata dal fenomeno Le etnie più problematiche in termini di relazione con il pediatra (5 o 6 difficoltà indicate) Orientali (cinesi, 82 filippine...) Musulmane/di Paesi 72 arabi e Nord Africa del Centro e Sud Africa 40 dell’Est Europa 29 Sudamericane 11 Valori percentuali - Base casi: 669 La somma è maggiore di 100 perché si tratta di risposte multiple
  • 18. 18 18 Capitolo IVAllattamento al seno: best practices per supportare le mamme straniere
  • 19. I pediatri Sip ritengono che per sostenere l’allattamento al seno delle mamme straniere sia innanzitutto necessario coinvolgere 19 mediatori culturali e mettere in atto corsi ad hoc per queste mamme Efficacia delle iniziative per sostenere l’allattamento al seno Molto efficace Abbastanza efficace Mediatori culturali presenti nei consultori, negli ospedali e negli studi 61 31 pediatriciCorsi pre parto in grado di accogliere (linguisticamente e culturalmente) 49 42 anche le mamme straniere Maggiore sinergia fra pediatri e sanità locale 44 45 Corsi di formazione e aggiornamento che consentano ai pediatri diavvicinarsi con competenza alla cultura, alla storia, alle attese di queste 36 47 donne Implementazione di servizi specifici, magari a domicilio, di sostegno 43 40 all’allattamento e di monitoraggio periodico Più attenzione e fondi da parte del Governo e delle istituzioni 36 39 Incontri pubblici di sensibilizzazione all’allattamento al seno che coinvolgano tutta la famiglia, quindi anche i padri e i nonni dei bambini 24 37 stranieri Valori percentuali - Base casi: 669 TESTO DELLA DOMANDA: “Qui di seguito trova un elenco di iniziative e progetti che alcuni pediatri ci hanno indicato come particolarmente efficaci al fine di sostenere nell’allattamento al seno le mamme di nazionalità non italiane. Per ciascuna iniziativa indichi gentilmente quanto lei la riterrebbe efficace, nel suo territorio, per sostenere le mamme straniere nell’allattamento al seno (1. molto efficace; 2. abbastanza efficace; 3. poco efficace; 4. per niente efficace; 5. non so) ”.
  • 20. Le azioni socio-sanitarie e di formazione appaiono essere molto efficaci nel sostenere l’allattamento al seno, meno quelle istituzionali 20 (addirittura un 5% le considera assolutamente inadatte allo scopo) Iniziative per sostenere l’allattamento al seno: una sintesi Non efficace Poco Efficace Molto efficace Soprattutto i pediatri: 87 Soprattutto i pediatri: ospedalieri universitari sotto i 34 anni sotto i 34 anni che risiedono nel Nord-Est che risiedono al Sud 52 43 12 5 1 Azioni socio-sanitarie e di formazione Azioni istituzionali -Corsi pre parto in grado di accogliere anche le mamme straniere -Maggiore sinergia tra pediatri e sanità locale con associazioni culturali, territoriali, asili nido in progetti di sostegno all’allattamento al seno -Mediatori culturali presenti nei consultori, negli ospedali e negli studi pediatrici -Incontri pubblici di sensibilizzazione all’allattamento al seno che coinvolgano tutta la -Corsi di formazione e aggiornamento che consentano ai pediatri di avvicinarsi con famiglia, quindi anche i padri e i nonni dei bambini stranieri competenza alla cultura, alla storia, alle attese di queste donne -Più attenzione e fondi da parte del Governo e delle istituzioni -Implementazione di servizi specifici, magari a domicilio, di sostegno all’allattamento e monitoraggio periodicoValori percentuali - Base casi: 669
  • 21. Le iniziative che, per conoscenza o partecipazione diretta, sono considerate dai pediatri Sip più efficaci nel sostenere la pratica dell’allattamento al 21 seno delle mamme straniere, sono i corsi pre parto, i progetti messi in atto dalle strutture sanitarie e le iniziative promosse da enti locali e associazioni Iniziative conosciute e a cui hanno partecipato i pediatri Sip Co rsi preparto 12 P ro getti vari (o spedali, co nsulto ri, nidi) 9 Iniziative pro mo sse da enti lo cali e asso ciazio ni 7 Co rsi di pro mo zio ne allallattamento al seno 7 Co rsi di aggio rnamento per o perato ri sanitari 6 Co invo lgimento di un mediato re culturale 5 Gruppi di mamme e auto aiuto 3 A zio ni di info rmazio ne e sensibilizzazio ne 2 A ltro 5 No n so /no n rico rdo 24Valori percentuali - Base casi: 669NB. il complemento a 100 è dato dai“non ho partecipato ad alcuna iniziativa” e dai “non indica” TESTO DELLA DOMANDA:Quale tra le iniziative che lei conosce - per avervi partecipato direttamente o anche solo per sentito dire - ritiene sia stata la più efficace nel sostenere la pratica dell’allattamento al seno le mamme straniere?
  • 22. Il campione intervistato 22 V. Ass. V. % V. Ass. V. %GENERE ANZIANITA’ DI SERVIZIO-Maschi 309 46 -1-10 anni 219 33-Femmine 360 54 -11-20 anni 181 27 -21-30 anni 182 27CLASSI DI ETÀ -oltre 30 anni 86 13-fino a34 anni 102 15-35-44 anni 157 23 PARTECIPAZIONE A CORSI DI FORMAZIONE-45-54 anni 237 36 -No 238 36-55-64 anni 147 22 -Sì 431 64-oltre i 64 anni 26 4 ULTIMA PARTECIPAZIONE A CORSIAREA GEOGRAFICA DI FORMAZIONE-Nord Ovest 162 24 -Prima del 2007 164 38-Nord Est 101 15 -Tra il 2007 e il 2009 246 57-Centro 141 22 -Non ricordo 21 5-Sue e Isole 263 39TIPOLOGIA PEDIATRI-Di famiglia 159 24-Ospedaliero 398 59-Universitario 104 16-Libero professionista 7 1
  • 23. 23 Nota informativa (in ottemperanza al regolamento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP del 9/12/2003)Soggetto realizzatore: ISPO Ricerche S.r.l.Committente - Acquirente: SIP – Società Italiana PediatriaTipo e oggetto dell’indagine: Studio sui pediatri associati SIPMetodo di raccolta delle informazioni: C.A.W.I. (Computer Assisted Web Interview)Universo di riferimento: pediatri associati SIPCampione: campione di pediatri associati SIP, rappresentativo dell’universo di riferimento per tipologia e macroarea territorialeEstensione territoriale: nazionaleConsistenza numerica del campione: 669 casiRispondenti: informazione allegata ai risultati dell’indagine (cfr. % non sa)Elaborazione dati: SPSSMargine di approssimazione: 3,8%Date di rilevazione: 5/22 ottobre 2009 Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione: www.agcom.it. In caso di pubblicazione è obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. Ispo non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza.
  • 24. ISPO Ricerche s.r.l.Viale di Porta Vercellina 820123 MilanoT 02 48004104 | F 02 48008643ispoclick@ispo.it | www.ispo.it