Your SlideShare is downloading. ×
0
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Patronati
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Patronati

359

Published on

La ricerca ha voluto indagare la notorietà, l’utilizzo, il ruolo sociale e la soddisfazione per i servizi offerti dal patronato sul web.

La ricerca ha voluto indagare la notorietà, l’utilizzo, il ruolo sociale e la soddisfazione per i servizi offerti dal patronato sul web.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
359
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Patronati: quale ruolo per l’Italia?Cosa ne pensano gli internauti e i media on line Parlamentino CNEL Roma, 15 novembre 2011
  • 2. Obiettivi 2 La ricerca ha voluto indagare la notorietà,l’utilizzo, il ruolo sociale e la soddisfazione per i servizi offerti dal patronato sul web. Qui di seguito viene riportato un estratto dei principali risultati.
  • 3. Indagine 3 I Una ricerca si è rivolta agli Internauti e ai Media On Line che M hanno utilizzato la rete internet (web) sui temi del Patronato da metà giugno a fine settembre  219 postINTERNAUTI e MEDIA ON LINEPer approfondimenti metodologici si rimanda ai singoli rapporti
  • 4. Nel web dei patronati si parla in modo “neutro” 4 COME se ne parla? (nel web)• L’indice medio di gradimento identifica la positività o negatività delle opinioni degli internauti rispetto ai patronati.• L’indice è un prezioso strumento per rispondere alla domanda: “come si parla” in rete dei patronati?.• E, come mostra il grafico a fianco, in rete dei patronati si parla in modo perlopiù “neutro”. Legenda• In particolare, ciò significa che: Verde - Commenti positivi: contenuti che riportano valutazioni e giudizi di valore positivi sui • Nelle fonti media si danno notizie e comunicati che parlano patronati o sui loro servizi. dei patronati, senza giudizi di merito su di essi; Rosso – Commenti negativi: contenuti che riportano valutazioni e giudizi di valore negativi sui • Nelle fonti utenti, gli internauti chiedono e fanno domande patronati o sui loro servizi. su cosa possono ottenere o meno utilizzando un patronato. Giallo - Commenti neutri: Non vi sono, quindi, giudizi o affermazioni di valore, ma solo contenuti in cui non sono valutazioni e giudizi di valore sui patronati. È opportuno sottolineare che sono stati richieste di chiarimento o di aiuto. considerati sempre neutri i comunicati stampa diretta emanazione dei patronati. In questo caso, infatti, si ritiene che queste notizie, in quanto emanazione ufficiale dei patronati, non siano “normali” opinioni.
  • 5. Gli articoli riportati dai media sono soprattutto sui comunicati dei patronati e sull’attività del patronato estero. Gli utenti discutono maggiormente di burocrazia, maternità e immagine 5 generale del patronato. Le pensioni accomunano, invece, le due categorie. DI COSA si è parlato? (nel web) 26 Comunicati 22 Pensioni 19 12 Estero 5 8 Burocrazia 17* 7 Immigrati * soprattutto in termini di aiuto nello svolgere le pratiche burocratiche, 6 minoritariamente inteso come file e code Invalidità 9 6 MediaIndennità/welfare aggiuntivo 5 4 Disoccupazione 8 Utenti 4 Infortuni 2 Immagine generale 17 2 Malattia 1 1 Assegni familiari 5 Contratto di lavoro 2 Maternità 12 Valori percentuali - Base casi: 135 post (media) – 84 post (utenti)
  • 6. Quasi metà dei post delle fonti media riguarda l’immagine del patronato. Il 7% si riferisce a 6 problematiche relative all’immigrazione DI COSA si è parlato? (nel web) % di post che riportano Mappa semantica degli argomenti riportati dai media almeno un elemento dell’area semantica 2% 22% Immagine Pensioni generale 1% Assegni Comunicati familiari 23% Burocrazia* 48% 8% 26% 4% Patronato estero Infortuni 2% 6% Malattia Invalidità 22% 12% Disoccupazione 7% Indennità / 4% Welfare aggiuntivo Immigrati 6%* soprattutto in termini di aiuto nello svolgere le pratiche burocratiche Valori percentuali - Base casi: 135 post (media)
  • 7. Gli utenti intervengono sul web per discutere soprattutto di temi legati al patronato in generale 7 (burocrazia e immagine) e a pensioni e maternità DI COSA si è parlato? (nel web)% di post che riportano Mappa semantica degli argomenti affrontati dagli utenti almeno un elemento dell’area semantica 19% 17% Pensioni Immagine generale 5% Assegni Contratti 38% di lavoro 2% familiari 39% Burocrazia* Patronato Maternità 12%17% estero 5% 1% Malattia 8% Invalidità 23% Disoccupazione 9% Indennità / Welfare aggiuntivo * soprattutto in termini di aiuto nello svolgere le 5%pratiche burocratiche, minoritariamente inteso come file e code Valori percentuali - Base casi: – 84 post (utenti)
  • 8. Sintesi dell’analisi qualitativa e semantica nel web (I) 8I patronati in generale nel web1. Il patronato per il web è innanzitutto un luogo fisico, una sede. Esso è un punto di riferimento soprattutto per la sfera dell’assistenza previdenziale e per i cittadini italiani residenti all’estero, dal web emerge una richiesta: quella di rafforzare la sua sfera d’azione  “Andate nei locali più frequentati del vostro paese (bar, cartoleria, patronato, scuole o in comune)”; “In realtà la soluzione più concreta e semplice è quella di affidarsi al proprio patronato di zona”.2. La tutela è un servizio previsto dai patronati, pilastro della sua offerta. Essa si esplica innanzitutto come tutela sociale, un supporto per le fasce più deboli, e legale, un aiuto nelle controversie  “I patronati si occupano di previdenza, richieste di aumento e pratiche di invalidità”.3. I servizi erogati dai patronati sono percepiti come servizi strettamente interrelati con il pubblico e i servizi pubblica utilità. Essi sono considerati essenziali e per questo da garantire. La “fine del servizio” o la sua erogazione intermittente da parte servizi della pubblica amministrazione si rivela, infatti, problematica e portatrice di molteplici disagi per la popolazione che tende per questo a rivolgersi appunto ai patronati  “Ti consiglio di rivolgerti ad un buon Patronato con documenti alla mano”; “Solo un Patronato (…) può darti una risposta precisa”.
  • 9. Sintesi dell’analisi qualitativa e semantica sul web (II) 9I target dei patronati sul web1. Sul web i lavoratori che si rivolgono ai patronati sono soprattutto i lavoratori dipendenti e quelli del settore pubblico. Le loro richieste attengono soprattutto alla sfera dei diritti, declinata spesso negli aspetti più normativi (commenti provenienti prevalentemente da utenti)  “Mi hanno offerto un contratto di assunzione (…). Quanto guadagnerò?”; “Il mio compagno è in cassa integrazione e vorrebbe fare 1 corso regionale, ma voleva sapere se la cassa integrazione viene interrotta se si ci iscrive”; “Gentilmente avrei bisogno di sapere se la legge sul LAVORO USURANTE è operativa”.2. I patronati si dimostrano ascoltatori anche delle istanze dei disabili e promotori di specifici servizi a loro dedicati (commenti provenienti sia da utenti che da media)  “Ho visto al Patronato la guida ai permessi, ai congedi e ad altre agevolazioni, per l’assistenza e la cura delle persone disabili”; “Gli bloccano gli arretrati della pensione di invalidità e gli chiedono di rimborsare i soldi dell’accompagno ricevuto, ma Alessandro Castelli non ci sta. […] Castelli intanto si è affidato ad un patronato per seguire le seguire le vicende ma l’amarezza è tanta”.
  • 10. Sintesi dell’analisi qualitativa e semantica sul web (III) 103. Le sedi dei patronati sono un punto di riferimento anche sul tema pensioni. Anche online i patronati si rivelano importanti collettori di informazioni per i molti lavoratori che chiedono consigli e lumi su contributi e versamenti (commenti provenienti sia da utenti che da media)  “Buongiorno, quali sono le condizioni necessarie per andare in anticipo in pensione avendo problemi di salute e uninvalidità già accertata del 75%? Grazie”; “Pensioni: ritiro della quattordicesima del 2008. Errore dell’INPS. Presso i patronati la domanda di ricostituzione”.4. Le parole “straniero” e “immigrato” sottendono mondi semantici differenti, e per molti aspetti speculari. I patronati si dimostrano però capaci di riconoscere il bisogno di questi soggetti, al di là delle etichette (commenti provenienti solo da media)  “Riconosciuto dall’inps l’assegno di invalidità anche ad una cittadina non comunitaria senza carta di soggiorno, Assistita dal patronato Inca”; “I patronati denunciano il Decreto-Legge 23 giugno 2011 n. 89 sull’immigrazione”.5. La maternità in relazione ai patronati attiene alle dinamiche lavorative dei futuri genitori. In particolare, in relazione alle richieste e alle aspirazioni al part time (commenti provenienti prevalentemente da utenti).  “[Domanda] Ma voi sapete come si fa ad ottenere il part time? [Risposta] Se c’è qualche modulo, al patronato lo sanno”; “Ciao, tra qualche giorno diventerò papà,sono un lavoratore dipendente e vorrei sapere se mi spetta qualche giorno di permesso parentale o di paternità, visto che non dispongo più di ferie”; “Qualcuna di voi ha fatto domanda di maternità facoltativa allinps? quella retribuita al 30%? posso andare per esempio al patronato per farmi dare una mano?”.
  • 11. ISPO Ricerche s.r.l.Viale di Porta Vercellina 820123 MilanoT 02 48004104 | F 02 48008643ispoclick@ispo.it | www.ispo.it

×