Alemanno

303 views

Published on

La comunicazione mediatica oggi non può prescindere dai contenuti multimediali. In questa ricerca un esempio di come l'analisi della comunicazione attraverso un video può diventare strumento per studi di immagine e di reputazione.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
303
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Alemanno

  1. 1. Analisi del video:“Sopralluogo notturno per verificare la prostituzione in strada” ISPO Click per Alemanno Milano, Luglio 2011 (Rif.2207v111)
  2. 2. Indice 2Obiettivi pag. 3Metodologia della ricerca 4Una premessa generale 5Fase I - Diffusione del video 5 Fase II - Tag Cloud 9 Fase III - Il sentiment del video tra gli internauti 14 Fase IV - Focus sulle diverse tipologie di siti 23 Glossario e elenco siti in cui è presente il video 32 ISPO fa parte dell’Assirm e aderisce al suo codice deontologico professionale
  3. 3. Metodologia della ricerca 3 Fase Quantitativa e Qualitativa• Il periodo del monitor è dall’11 luglio al 26 luglio 2011.FASE I: analisi quantitativa• Il web è stato monitorato e “scandagliato” attraverso un programma software specializzato, che inizialmente restituisce, con una copertura altissima rispetto all’universo web, tutti i link interessati in qualche modo dall’argomento oggetto di studio.• Tale elenco di link è stato elaborato quantitativamente per costruire alcuni indici sintetici che descrivano quanto si parla del tema in oggetto; dove se ne parla (social network, forum, blog); quando se ne parla; quali argomenti, legati al tema in oggetto, sono i più discussi.FASE II: analisi qualitativa• Dai link è stata effettuata un’analisi manuale testuale di tipo prettamente qualitativo.• Tale analisi, condotta da un ricercatore esperto in tecniche qualitative, ha consentito di studiare approfonditamente come si parla del tema in oggetto di studio. In questo senso, QualiWeb si è rivelato un efficace strumento in grado di mostrare e stabilire portata e viralità delle campagne istituzionale del video “Sopralluogo notturno per verificare la prostituzione in strada”.
  4. 4. Una premessa 4 Gli internauti: una popolazione molto critica• Quasi sempre la rappresentazione che emerge ascoltando la voce del web è un’immagine a tinte fosche: la rete risuona di voci scontente, accuse e lamentele.• Ciò risulta comprensibile a partire da quattro fattori: 1. In primo luogo, il web si caratterizza per il fatto che la maggior parte degli interventi riguardino persone tendenzialmente di sinistra o di centro, e molto meno di destra: la rete è infatti storicamente uno strumento connotato soprattutto in termini di nuove forme di resistenza, opposizione e partecipazione; 2. In seconda istanza, il web si rivela essere un “calderone di lamentele”, il luogo dove il cittadino comune si sfoga con altri utenti e racconta ciò che a suo parere non va o che va cambiato; 3. Inoltre, emerge con forza come nella rete siano veicolati soprattutto i pregiudizi correlati alle ideologie: come se, rispetto al confronto reale “faccia a faccia”, il web fosse meno capace di permettere al dialogo e alla riflessione di evolvere, di cambiare, di arricchirsi del confronto con l’altro; 4. Infine va sottolineato l’atteggiamento diffusamente critico di chi scrive sul web che determina intransigenza e atteggiamenti tranchant. Gli internauti, frequentemente grossolani nelle loro esternazioni sono spesso animati da passione sincera anche se non sempre troppo “civile”. Non stupisce, quindi, che l’atteggiamento e il sentiment rilevato sia, nella maggior parte dei casi, piuttosto critico, sia perché espresso da esponenti e simpatizzanti dei diversi partiti e movimenti di opposizione, sia perché spesso espressione del malcontento generico degli internauti.
  5. 5. 5Fase IDiffusione del video
  6. 6. DOVE se ne è parlato? Il video, dopo la sua pubblicazione, è stato incorporato su blog, siti di 6 quotidiani, diversi canali di video sharing e su Facebook* La viralità del video Video sharing Blog Quotidiani Facebook**il video è stato inserito numerose volte su Facebook, soprattutto linkandolo dai siti dei quotidiani online.L’analisi, per ragioni di privacy è stata fatta soltanto sul video incorporato nella pagina ufficiale del sindaco Alemanno
  7. 7. DOVE se ne è parlato? In particolare, quasi metà delle incorporazioni sono state effettuate su 7 blog e un terzo su siti di quotidiani I social media in cui è stato visualizzato Quotidiani 33% Blog Social Network 48% 4% Video Sharing 15%Valori percentuali
  8. 8. COME se ne è parlato? Com’è noto, sul web è maggioritario un atteggiamento critico da parte di chi scrive: questo si riflette anche sui commenti al video, molto più negativi che positivi. Poco meno di metà, 8 però, è costituita da interventi di analisi del fenomeno della prostituzione e proposta di soluzioni, oppure da commenti ironici Il sentiment dei commenti Negativo 46% Positivo 10% Neutro 44%Valori percentuali
  9. 9. 9Fase IITag Cloud
  10. 10. Tag Cloud 10
  11. 11. Dimensioni analitiche… 11 I contenuti dei post analizzati qualitativamente possono essere raggruppati secondo sei fondamentali dimensioni analitiche: I Città •Roma, Città, Cittadini • Festeggiare •Bene, Bravo, Finalmente • AccendereII Soddisfazione • Celebrare •Fatto, Fare • Partecipare • Divertirsi •Ipocrita, Inutile, Elettori, Voti, Votanti •Buffoni, ArcoreIII Critica •Maggiorenni, Consenzienti •Clienti, Affezionati, Milioni •Alemanno, SindacoIV Istituzioni •Partito, Politici, Pubblico, •Pubblica Festa •Polizia • Musica • Storia La descrizione • Ballo •Prostitute, Prostituzione, Meretrici, Zoccole • Gruppi musicaliV della •Strada, Strade, Stradali, Notte, Sesso prostituzione •Collasso, Crisi, Problema, Problemi, Degrado, Osceni, Decoro Il problema della
  12. 12. Di cosa si parla nei commenti? In particolare, i commenti riguardano la complessità del fenomeno 12 della prostituzione e l’opportunità o meno della presenza delle lucciole nelle strade Rilevanza delle dimensioni analitiche Il problema della 27 prostituzione La descrizione della 21 prostituzione Critica 18 Istituzioni 17 Città 10 Soddisfazione 7Valori percentuali
  13. 13. In sintesi 13Il video richiama l’attenzione della città e dei suoi cittadini sul problema della prostituzione e chiama in causa le istituzioni locali e nazionali.Il video genera una discreta discussione che, naturalmente, verte innanzitutto sulle prostitute che esercitano, nottetempo, nelle strade della capitale. La prostituzione appare però essere un fenomeno molto complesso: certamente le prostitute sono un problema per la città, perché la imbruttiscono e la degradano, ma esse non sono che la punta dell’iceberg. La prostituzione è un’attività con risvolti economici non indifferenti, che alimenta la criminalità e il traffico di donne e che, per questo, richiede un intervento massiccio della magistratura e della polizia.Non mancano commenti positivi al video del Sindaco, che viene considerato una presa di posizione concreta e non solo “a parole”, capace di porre, finalmente, la giusta attenzione sul fenomeno.Molti, però, i commenti negativi: per tanti questo video, infatti, non è altro che una trovata demagogica per i suoi elettori, che non alcun risvolto concreto.Si rilevano, infine, i commenti di alcuni presupposti clienti anche loro avversi alle parole di Alemanno: per loro la prostituzione, se fatta con donne maggiorenni e consenzienti, non è certo un problema.
  14. 14. 14Fase IIIIl sentiment degli internauti riguardo al video
  15. 15. I. Città 15 Cittadini romani• Il video che riporta il sopralluogo notturno del sindaco Alemanno per verificare la prostituzione in strada ha una buona viralità sul web. Infatti, come già emerso nell’analisi quantitativa, in 15 giorni è visionato da un numero considerevole di internauti.• La maggior parte degli internauti che partecipano alla discussione sul video sono, come era naturale aspettarselo, cittadini romani, che quindi conoscono la città e la vivono quotidianamente.• Gli internauti romani che commentano il video si possono efficacemente dividere in tre differenti “tipi”:  Gli ironici, che si soffermano solo sugli elementi più stridenti del video per motteggiarli, ma che non danno alcun giudizio di merito  “E, finalmente, il nostro power sindaco ieri notte, probabilmente ispirato dalla visione di Batman Forever o di Robocop, è saltato in sella della sua moto per combattere la prostituzione ed il crimine”.  I critici (la maggioranza degli internauti), che biasimano apertamente Alemanno e il video, che considerano il suo “ennesimo” fallimento come Sindaco  “Fa sempre bene distogliere lattenzione dai VERI problemi di Roma e puntare il dito contro qualche poveraccia buttata su un marciapiede”.  Gli entusiasti (una piccola minoranza, che si riunisce a scrivere soprattutto sul sito “Alemanno Sindaco”), che approvano l’azione del Sindaco e che lo sostengono  “Non ti fermare Gianni, ‘daje na’ sveiata’. Spero che i miei cari concittadini comprendano quanto tu stai cercando di fare per Roma, così tutti da sostenerti”.
  16. 16. 16 I problemi della città• Proprio perché sono soprattutto i romani a commentare il video, le discussioni, spesso, prendono solo il là dal problema della prostituzione, arrivando a parlare di altri problemi della città. Problemi che, per molti, sono più pressanti della prostituzione  “Posso capire coloro che vivono con le suddette signorine, i loro emuli maschili e i loro protettori sotto casa ma in un ottica cittadina credo che, rimanendo al tema della violenza/illegalità esistano problemi più urgenti”; “Io per fortuna NON vivo in quelle zone, per cui non subisco il problema di persona, ma è evidente che la prostituzione in strada porta con se tanti altri problemi di degrado e criminalità. Una giusta regolamentazione della situazione è necessaria ed inevitabile ma mi ribadisco che preferirei si affrontassero prima altri problemi”.• In particolare, i problemi più diffusi (e quindi più urgenti) della città sono:  Il buco nel bilancio  “Il Comune di Roma, non meno di quasi tutti i comuni d’Italia, non ha fatto altro, negli anni, che aumentare il debito”; “L’Ama è al collasso e non ci sono soldi”.  Il traffico e la viabilità  “Lotta al traffico ed alle cattive abitudini in strada compresa la pulizia”; “Rimessa a posto della viabilità buche, cartelli, strisce”; “Bisognerebbe fare una razionalizzazione dei trasporti: vanno bene i turisti, ma non tutti gli autobus mi devono portare al Colosseo!”.  Il potenziamento del welfare cittadino  “Rafforzamento di servizi essenziali al buon vivere della popolazione: asili, assistenza anziani”.  Il mantenimento della quiete  “Lotta a schiamazzi e altre forme di fastidio che indeboliscono la comune convivenza”.  L’abusivismo  “Lotta allabusivismo commerciale gladiatori, bar ambulanti e quantaltro”.
  17. 17. II. Commenti positivi al video 17 Alemanno: agisce per il bene della città, fa azioni concrete e non ha paura di fare sentire la propria voce• Chi commenta positivamente il video è più frequentemente un elettore di centro-destra che ha votato proprio Alemanno nelle scorse elezioni.• Per questo gruppo di internauti il video è letto molto positivamente:  Dimostra che il Sindaco agisce per il bene della sua città  “Finalmente un sindaco umano e che fa davvero tutto ciò che può per Roma… tieniamocelo stretto!”.  Che è capace di azioni concrete  “Bravo Gianni. Hai fatto quello che anch’io in alcune occasioni ti ho proposto: andare personalmente a verificare la situazione”; “Bravo ALEMANNO renditi conto in che situazione viviamo continua a girare è indaga sulle attività che non anno permessi ma continuano a dare fastidi pur essendo in difetto”; “Sono daccordo con il Sindaco. Viviamo in unITALIA dove le regole di vita sociale si sono invertite: chi sbaglia in maniera evidente e grave viene tutelato, mentre chi si "difende" in maniera concreta viene perseguito. Ad oggi solo risposte concrete e tangibili possono migliorare la situazione di ROMA e dellITALIA. Ci vuole il "polso duro". Poche chiacchiere e più fatti”.  Che non ha paura a fare sentire la propria voce a chi di dovere  “Fai bene a chiedere che vengano adottate dallo stato leggi ad hoc”.
  18. 18. III. Commenti negativi al video 18 Demagogia e ipocrisia• La grande maggioranza dei commenti al video, però, sono di critica e disapprovazione.  Molti internauti, infatti, valutano l’azione del Sindaco solo una trovata demagogica, che in realtà non avrà alcun risvolto concreto, fatta più per motivi di immagine che di reale affezione al problema  “Video con il sindaco in giro in moto? Questo è solo show. I FATTI??!”.  Non pochi internauti, inoltre, sottolineano l’ipocrisia di Alemanno, insigne esponente di un partito il cui leader è accusato di reati di aver frequentato prostitute  “Il capo del partito di cui fa parte Alemanno va a prostitute e vuole impedire ai cittadini comuni di fare lo stesso?”.  Nel web non mancano, infatti, rimandi volgari alle presunte vicissitudini di Silvio Berlusconi  “Per le zoccole che il nano ha nominato nei vari consigli invece tutto regolare. La minetti può stare tranquilla… può continuare a fare quello che fa ad arcore e in tutte le altre residenze di priapo”; “Ma le zoccole del prostatico d’arcore che fanno ?? hanno l’immunità parlamentare per strada non va bene? ma ad arcore si!!!!! ma fateci il piacere!!!! tacete!!!!!!”.
  19. 19. 19 I clienti delle prostitute• Infine, c’è da sottolineare un’ultimo aspetto legato ai commenti negativi. Nell’analisi emerge come anche alcuni clienti delle prostitute romane partecipano alla discussione per criticare Alemanno.• I toni usati sono abbastanza diversi:  Spesso rabbiosi, volti a ribadire come la prostituzione non sia un male in sé  “Che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico e/o atti osceni sotto la vista pubblica?”.  Addirittura alcuni addirittura “minacciano” i politici di togliere loro il voto qualora dichiarassero illegale la prostituzione  “Voglio sottolineare che i clienti delle meretrici in Italia sono ben undici milioni. Quindi, cari politici, in considerazione del fatto che nove milioni di votanti non sono pochi e che a fare la differenza sono proprio gli elettori indecisi, OCCHIO AI VOTI”.  Altri rivelano un disagio sociale profondo di quelle persone che ricorrono ai servigi delle prostitute perché non sono in grado di avere una relazione normale nella loro vita di tutti i giorni  “Sono di estrema destra ho votato per Alemanno ovviamente, tutto quello che stà facendo è ottimo, fai tutto per carità ma non mi toccare le prostitute, per me lunico sfogo ogni tanto sono quei 15 minuti di sesso con queste ragazze altrimenti scoppio”.
  20. 20. IV. Istituzioni 20 Assenza delle istituzioni• Le istituzioni vengono chiamate in causa dai romani soprattutto per lamentare la loro assenza.• Innanzitutto è proprio Alemanno ad essere preso di mira:  Certamente alcuni commenti reputano il video un esempio della perizia del Sindaco  “Finalmente un sindaco umano e che fa davvero tutto ciò che può per Roma… tieniamocelo stretto!”.  Ma la stragrande maggioranza degli internauti reputano tardivo e un po’ sensazionalista l’intervento del Sindaco  “Ti si è fatta sera adesso o avevi la moto rotta? Adesso ti accorgi delle prostitute sulle strade di roma??? Adesso ti accorgi che non cè polizia in strada??”.• Anche i politici come categoria non sono esenti da motteggi e battute  “Alle prostitute i politici danno solo le pacche al fondo schiena… altro che occuparsi del problema”.• Infine, le critiche più aspre sono rivolte nei confronti della polizia che è spesso rimproverata di non svolgere bene il proprio lavoro di pattugliamento delle strade  “Per due ore di giro intenso abbiamo visto soltanto due volanti della polizia e una pattuglia dei carabinieri [l’utente cita Alemanno ndr]. Probabilmente non sei passato dalle parti di una cornetteria qualsiasi dove trovi un presidio costante di almeno tre volanti con rispettivi agenti impegnati al bancone”; “Devono vigilare mentre stanno sempre dentro alle autovetture. Io non li ho visti mai fermare persone e chiedere documenti”; “Lui se ne è accorto solo ora, ma a Roma ormai da anni le forze dellordine è raro incontrarne in strada. Ad Acilia ed ostia antica capiterà 1 o 2 volte lanno di vedere una volante, lasciando le strade del quartiere in mano a spacciatori, zingari e teppaglia varia”.
  21. 21. V. Prostituzione: lucciole nelle strade 21 Volgarità e legalizzazione della prostituazione• Dato l’oggetto dell’analisi, naturalmente, la prostituzione e le prostitute sono citate più volte nel discorsi riguardanti il video.• Ed è facile immaginare come gli internauti, già tendenzialmente portati all’eloquio volgare, non si “lascino scappare” l’occasione di fare dell’ironia sul tema di Alemanno e le prostituzione  “Sapesse Alemanno quanti sopralluoghi notturni ho fatto per verificare le condizioni più che dalla prostituzione delle prostitute”; “Se vuole può fare un bel tour insieme a me: divertimento assicurato”.• Non manca inoltre la voce di coloro che approfittano del video per portare avanti l’idea della legalizzazione della prostituzione anche in Italia  “Se proprio volessero occuparsene senza demagogie sta cazzo di prostituzione potrebbero legalizzarla per far pagare le tasse anche alle zoccole!”; “Le più avanzate città europee hanno quartieri dedicati al sesso: Amsterdam ha il Zeedijk, Parigi ha Pigalle, Amburgo ha il distretto di St. Pauli, inoltre abbiamo Praga/Bruxelles/Lugano”.
  22. 22. VI. Prostituzione: un fenomeno complesso 22• La prostituzione, quindi, si configura certamente come un fenomeno molto complesso.• Sicuramente la prostituzione è un fattore che è riconosciuto dagli internauti come degradante per la città  “Sono osceni i viali della nostra città con tutte queste zoccole!”; “Il problema della prostituzione è arrivato ad un livello indecente e spesso si è costretti a fare lo slalom tra le signorine praticamente nude e i loro squallidi e tristi clienti, in un atmosfera di degrado totale”; “È una questione di decoro”.• Rispetto al tema della prostituzione, però, un buon numero di intrnauti ribadisce la teoria secondo la quale non siano le prostitute in sé il “vero problema”, quanto la criminalità organizzata che le sfrutta  “Quando ha detto "occorre una legge per la prostituzione" pensavo a qualcosa per proteggere le prostitute per strada... e invece: ronde anti-prostituzione. a quando la caccia alle streghe?”.• In questo senso, l’ipotesi del reato di prostituzione, che inoltre colpisce solo le meretrici e non i loro clienti, solleva aspre critiche nel web  “Finalmente, dopo aver riempito le carceri per reato di clandestinità, le si potranno intasare ancora per reati di meretrecio (solo la donna, non il consumatore finale)”.• A tal proposito, interessante riportare anche la risposta di una prostituta romana, che, sentitasi “chiamare in causa” non esita a rispondere al Sindaco: “Noi lavoriamo: noi non minacciamo nessuno e non chiediamo pizzo. Tu hai la coscienza pulita come me?”.
  23. 23. 23Fase IVFocus sulle diverse tipologie di siti
  24. 24. QUANTO sono attivi gli utenti dei siti di video sharing? 24 Gli interventi degli utenti nei siti di video sharing Visualizzazioni* Giudizi positivi Giudizi negativi Commenti • 6040 •6 • 32 • 31 Valori assoluti*Solo per i siti su cui sono disponibili
  25. 25. COME si parla del video sui siti di video sharing? Su Youtube e siti simili sono maggioritari gli interventi neutri, di analisi 25 del fenomeno o di ironia, che non esprimono quindi una valutazione positiva o negativa dell’operazione Il sentiment degli interventi sui siti di video sharing Negativo 34% Positivo 7% Neutro 59%Valori percentuali
  26. 26. DOVE viene visto il video inserito sui canali Youtube? Quasi tre quarti delle visualizzazioni dei video avvengono su blog e 26 quotidiani online. Il restante quarto direttamente su Youtube Luoghi di visualizzazione Blog/quotidiani 73 Dispositivo mobile 15 26% di visualizzazioni all’interno di Youtube Ricerca Youtube 11 Altro 1Valori percentuali
  27. 27. QUANTO sono attivi gli utenti di blog e quotidiani online? 27 Gli interventi degli utenti su blog e quotidiani online Visualizzazioni* Commenti • 2075 • 54*Solo per i siti su cui sono disponibili
  28. 28. COME si parla del video su blog e quotidiani online? Sui blog e sui quotidiani online oltre la metà degli interventi è di segno 28 negativo. Minoritari, in questi siti, i commenti positivi Il sentiment degli interventi su blog e quotidiani online Negativo 57% Positivo 6% Neutro 37%Valori percentuali
  29. 29. QUANTO sono attivi gli utenti? Rapportando gli interventi degli utenti alle visualizzazioni emerge come 29 gli utenti di blog e quotidiani siano stati più attivi dei visitatori dei siti di video sharing L’indice di attività Video sharing Blog/quotidiani*L’indice sintetico è stato costruito dividendo gli interventi degli utenti per il numero di visualizzazioni.
  30. 30. QUANTO sono attivi gli utenti di Facebook? 30 Gli interventi degli utenti su Facebook Likes Commenti • 31 • 16Valori assolutiNB! Su Facebook non sono state analizzate le pagine personali degli utenti in quanto protette da privacy
  31. 31. COME si parla del video su Facebook? Sulla pagina ufficiale del sindaco Alemanno su Facebook i commenti di 31 segno positivo e negativo sono quasi equivalenti, mentre restano maggioritari gli interventi neutri Il sentiment degli interventi su Facebook Negativo 25% Positivo Neutro 31% 44%Valori percentualiNB! Su Facebook non sono state analizzate le pagine personali degli utenti in quanto protette da privacy
  32. 32. 32Glossario eelenco siti in cui è presente il video
  33. 33. Glossario 33• Tag cloud  La tag cloud (“nuvola di etichette”) è una rappresentazione visiva delle parole chiave presenti in un documento di testo. Ciascuna parola ha una grandezza proporzionale al numero di volte in cui compare nel testo analizzato: nel caso specifico, la tag cloud è in grado di restituire in maniera intuitiva e di facile lettura il “peso” che le parole (e i concetti che esse sottendono) ricoprono nel discorso.• Post  è un messaggio testuale, con funzione di opinione o commento, inviato in uno spazio comune su Internet per essere pubblicato. Tali spazi possono essere newsgroup, forum (o board), blog, guestbook, shoutbox e qualunque altro tipo di strumento telematico (con esclusione delle chat e dei sistemi di messaggistica istantanea) che consenta a un utente generico di Internet di lasciare un proprio messaggio pubblico.• Social Web  Il termine Social Web è utilizzato per descrivere linsieme di piattaforme che consentono agli utenti di interagire e socializzare online attraverso tecnologie e strumenti quali i social media.• Blog  In informatica, e più propriamente nel gergo di internet, un blog è un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui lautore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale elettronico come immagini o video.• Forum  La parola forum è utilizzata in italiano per indicare linsieme delle sezioni di discussione in una piattaforma informatica, una singola sezione, oppure il software utilizzato per fornire questa struttura (detto anche "board"). Una comunità virtuale si sviluppa spesso intorno ai forum, nel quale scrivono utenti abituali con interessi comuni.
  34. 34. Glossario 34 Sito web che consente la condivisione di video. Di proprietà di Google Inc., è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Facebook.• Referral  il referral si verifica quando un utente fa click su un collegamento ipertestuale che lo indirizza a una nuova pagina di qualsiasi sito web. Il sito di origine è il referrer.• Canale YouTube  Spazio personale dove l’utente condivide le proprie informazioni e posta i video. Gli altri utenti possono diventare followers di questi canali. Facebook è un sito web di reti sociali, di proprietà della Facebook, Inc., ad accesso gratuito. È il secondo sito più visitato al mondo, preceduto solo da Google.
  35. 35. Indirizzi dei blog su cui è stato postato il video 35 http://www.alemanno.it http://www.romacapital / enews.com/ http://www.blitzquotidia badabing.splinder.com no.it/duepuntozero.alemanno. it http://www.nistro.com/ http://www.clandestino http://www.06blog.it/ web.com http://newsvideo- http://www.giornalettis fabio.blogspot.com/ mo.com http://www.freenewsonli http://www.t-mag.it/ ne.it/ http://www.romatoday.i t
  36. 36. Indirizzi dei quotidiani online su cui è stato postato il video 36 multimedia.quotidiano.n et http://www.lettera43.it http://www.tgcom.medi http://www.centronline.i aset.it/ t/http://www.agenparl.it/ http://www.qnm.it/ http://affaritaliani.libero http://tv.repubblica.it/ .it/ http://www.ilmessagger o.it/
  37. 37. Indirizzi dei siti di video sharing su cui è stato postato il video 37 http://www.youtube.co http://video.excite.it/ m/ http://mmedia.kataweb. it/
  38. 38. ISPO Ricerche s.r.l.Viale di Porta Vercellina 820123 MilanoT 02 48004104 | F 02 48008643ispoclick@ispo.it | www.ispo.it

×