Tolomeo 1 finanzaonline 22 02 09 moncada su tolomeo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Tolomeo 1 finanzaonline 22 02 09 moncada su tolomeo

on

  • 130 views

http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/01/revamping-italcementi-indagini-da-due.html

http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/01/revamping-italcementi-indagini-da-due.html

Statistics

Views

Total Views
130
Views on SlideShare
130
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Tolomeo 1 finanzaonline 22 02 09 moncada su tolomeo Tolomeo 1 finanzaonline 22 02 09 moncada su tolomeo Document Transcript

  • http://www.finanzaonline.com/forum/small-cap/989051-post-unico-energie-rinnovabili-fotovoltaico-eolico- biomasse-biodiesel-idroelettrico-14.html Eolico/ Moncada denuncia: In Sicilia funzionari soci di progettisti Concessioni sono bloccate, favorita la speculazione "Ci sono funzionari della Regione Siciliana, che sono in società con progettisti, che fuori dall'ufficio, hanno cercato di venderci progetti di parchi eolici. Ma sono cose che posso riferire solo in Procura...". Lo la denuncia arriva da Salvatore Moncada, amministratore del Gruppo 'Moncada Energy', che proprio oggi deposita alla procura di Palemo un esposto sulla vicenda ed invia copia della stesso alla Commissione Antimafia e al Presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo. "In una logica imprenditoriale - dice ad Apcom - come posso avere speranza di veder approvati i progetti se ho la concorrenza illegale...". Moncada nei giorni scorsi, dopo il clamore provocato dall'operazione antimafia 'Eolo' che ha rivelato rapporti fra mafiosi, politici e imprenditori nel settore dell'energia eolica nel trapanese, aveva preannunciato un esposto "sulle anomalie nella gestione delle autorizzazioni". "Le grosse società che producono energia elettrica - spiega Moncada - devono dimostrare di produrre una certa percentuale di energia rinnovabile. L'energia rinnovabile più consistente, in Italia, viene prodotta con l'eolico, soprattutto nelle regioni del sud: Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata e Campania. In Sardegna - spiega - l'ex governatore Soru ha bloccato tutto" Il gruppo Moncada Energy, con una potenza installata di 105,3 Mw, rappresenta l'unica società siciliana di grandi dimensioni ad operare a livello nazionale ed internazionale nei settori dell'eolico, del fotovoltaico, delle biomasse e della geotermia. Di recente ha sottoscritto in Albania un accordo internazionale per la realizzazione del più grande parco eolico d'Europa. "A fine marzo il progetto sarà totalmente approvato - annuncia - e inizieremo a lavorare entro giugno- luglio". In Sicilia, però, sembra che le cose per il Gruppo non 'girino' per il verso giusto. "Da tre anni, da quando c'è lui, - attacca Moncada - pur non essendoci disposizioni normative, il dirigente dell'assessorato Territorio e Ambiente, dottor Pietro Tolomeo (adesso è stato nominato Dirigente al Dipartimento Foreste ndr), ha di fatto bloccato il rilascio delle autorizzazioni. Non le rilascia nemmeno in ossequio alle ordinanza, in sede di legittimità, emesse dal Tar: noi - afferma - ne abbiamo 6 ma lui non le rispetta". Poi Moncada sottolinea che a causa di questo blocco nel rilascio "le autorizzazioni hanno preso valore in maniera spropositata. Moltissimi progetti da 80mila euro a Mw sono passati a 800mila euro a Mw: 10 volte di più. Chi è agevolato? Chi faceva speculazioni nel settore". Secondo Moncada, "il 60% delle autorizzazioni rilasciate sono state concesse ad un gruppo di speculatori". Per l'imprenditore i vertici amministrativi competenti avrebbero tenuto un atteggiamento "schizofrenico. Ad altri, sulla base della decisione del Tar, sono state rilasciate le autorizzazione, a noi no". Salvatore Moncada sostiene che questo atteggiamento "ha comportato che le aziende serie, come la mia, pur avendo sei ordinanze del Tar, sono dovute andare a comprare un parco. Ciò - sostiene - ha comportato che quello che mi sarebbe costato un milione di euro, mi è costato, invece, 22 milioni. L'inerzia della Pubblica amministrazione ha fatto si che i prezzi lievitassero - è convinto Moncada - e il mercato andasse verso gli speculatori".
  • "Avevo presentato un progetto - racconta - lo stesso giorno di un altro, che è oggi oggetto di accertamento dell'autorità giudiziaria: il mio giace al Territorio e Ambiente, mentre quello è stato rilasciato. Alla fine - prosegue - si pensa male, si pensa che si è fatto un sistema per favorire alcuni progetti e limitarne altri per far lievitare il guadagno..." Secondo l'amministratore di 'Moncada Energy' non è solo un problema relativo all'eolico. "Anche sulle concessioni demaniali, le biomasse, e tutto quanto fa capo a quella Direzione". Salvatore Moncada, segnala inoltre che "l'ufficio Via (Valutazione di impatto ambientale) è stato smantellato con i funzionari trasferiti e che materialmente sono rimasti solo i precari che sono facilmente ricattabili con il rinnovo del contratto; c'era una pagina web su cui si vedeva lo stato dell'arte dei progetti, ora non viene più aggiornata". "Alla magistratura - prosegue - chiedo di verificare, in merito alla cessione dei parchi eolici, se le imprese subappaltatrici che li hanno realizzati sono sempre le stesse. In questo caso sarebbe uno scenario già visto negli anni Novanta". "Chi opera correttamente - ribadisce - non può rimanere coinvolto in queste porcherie". Per l'amministratore del Gruppo Moncada "non è vero che i parchi eolici non funzionano. Sono finanziati dal sistema bancario, non dalla Ue. Se non dessero redditività nessuna banca li finanzierebbe. Uno fallisce se non li fa funzionare. I nostri parchi eolici nell'agrigentino - sottolinea - sono considerati da Terna, i più interessanti d'Italia". Secondo Moncada, infine,"la Regione siciliana ha fatto il grande errore di non programmare" e il rischio è che per il solare "fra un anno" accada quanto è successo per l'eolico. Fonte : APCOM