Your SlideShare is downloading. ×
Convenzione piano aria sicilia 2007 incollato al capitolo 7 della pag 220 progetto presentato maggio 2008 dopo il decreto approvazione piano 2007 progetto arta cirias barbaro
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Convenzione piano aria sicilia 2007 incollato al capitolo 7 della pag 220 progetto presentato maggio 2008 dopo il decreto approvazione piano 2007 progetto arta cirias barbaro

4

Published on

ANZA’,TOLOMEO,BARBARO,PARMALIANA,SANSONE,GULLO,INTERLANDI,ITALCEMENTI,ZUCCARELLO,D’ANGELO,ANGELA BIANCHETTI, ELETTRODOTTO, ENEL, Erin Brockovich, Gianluca Rossellini, Giusy Pollino, induzione …

ANZA’,TOLOMEO,BARBARO,PARMALIANA,SANSONE,GULLO,INTERLANDI,ITALCEMENTI,ZUCCARELLO,D’ANGELO,ANGELA BIANCHETTI, ELETTRODOTTO, ENEL, Erin Brockovich, Gianluca Rossellini, Giusy Pollino, induzione magnetica, ITALCEMENTI, Luigi Maximilian Caligiuri, PACE DEL MELA, SACELIT, TRALICCI, TUMORI,BRUNO, CUTINO, ENEA,ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2009, BODY CENTER,ISOLA DELLE FEMMINE,LUCIDO MARIA STELLA, LOTTIZZAZIONE LA PALOMA, LUCIDO, MAFIA, PALAZZOTTO, POMIERO, PORTOBELLO, RISO, UFFICIO TECNICO COMUNALE,VOTO DI SCAMBIO,AIELLO MARIA,AIELLO PAOLO,BATTAGLIA ROSALIA,CARDINALE,CUTINO MARCELLO,GIUCASTRO,GUTTADAURO,LUCIDO SALVATORE,BOLOGNA, PAL_azzotto,PELOSO,CALTANISETTA,PORTOBELLO,Riso Napoleone,Riso Rosaria,ISOLA DELLE FEMMINE,REGGIO CLABRIA,SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE,MAFIA,INFILTRAZIONI MAFIOSE,COPACABANA,POMIERO,BRUNO
Roberto Cappelletti, LUCIDO ANTONINO RISO NAPOLEONE LUCIDO MARIA STELLA BODY CENTER ENEA CIMITERO DECADENZA AREA LOTTO 7 A DETERMINA DEL 3 SETTORE N.40, LUCIDO ANTONINO RISO NAPOLEONE LUCIDO MARIA STELLA BODY CENTER ENEA CIMITERO DECADENZA AREA LOTO 7 A DET DEL 1 SETT N.157
SENTENZA 864 2013,BRUNO FRANCESCO,BRUNO PIETRO,MOROSINI,STEFANO GALLINA,ENEA VINCENZO,ISOLA DELLE FEMMINE,SAN LORENZO 1,SAN LORENZO 2,LO BONO VINCENZO,RENAULT 18/TL,8 GIUGNO 1982,TAORMINA GIUSEPPE,ENEA PIETRO,ISOLA DELLE FEMMINE, FIAT 124 BIANCA,D’AGOSTINO BENEDETTO BENNY,MUTOLO,NAIMO,ONORATO,PROCEDIMENTO PENALE 4538 1993 R.G.N.R.,LO PICCOLO,RICCOBONO,MICALIZZI,BRUNO PIETRO,ADDIO PIZZO 5,COPACABANA,BADALAMENTI,VASSALLO GIUSEPPE,TROJA ANTONINO,BRUNO GIUSEPPE, SCALICI SALVATORE,COSTA CORSARA,AIELLO GIUSEPPE BENITO,ALIMENA GIUSEPPA,LO CICERO,POMIERO GIUSEPPE,LUCIDO,CATALDO,CARDINALE,B.B.P.,BRUNO GIOVANNI FACCIA MACCHIATA,D’AGOSTINO VINCENZO,CARDINALE GIUSEPPA,RICCOBONO CATERINA,UVA MARIA,IMPASTATO GIOVANNI,CONIGLIO MARIA CONCETTA

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
4
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. UNIVERSITÀ degli STUDI di PALERMO CIRIAS FACOLTA’ DI INGEGNERIA Centro Interdipartimentale di Ricerca in Ingegneria dell’Automazione e dei Sistemi Confrontare con cap. 7, § 7.1.3, pag. 220 del Piano ALLEGATO TECNICO Sistema di controllo della qualità dell’aria a scala urbana della regione Sicilia. Applicazione all’area Urbana di Palermo quale centro di grossa taglia. DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLE ATTIVITÀ L’attività di ricerca e supporto tecnico-scientifico del CIRIAS dell’Università degli Studi di Palermo per la implementazione di un sistema di controllo della qualità dell’aria a scala urbana della regione Sicilia sarà uniformata ai principi ed alle indicazioni tecniche e normative specifiche e terrà conto dei parametri acquisiti dalle reti di monitoraggio. Tali parametri saranno opportunamente elaborati e resi fruibili alla popolazione esposta in maniera sintetica. Importo previsto: EURO 166205 In particolare tale attività riguarderà a. costituzione di un osservatorio permanente per la misura, valutazione, previsione e controllo della qualità dell’aria atmosferica a scala urbana; b. valutazione della qualità dell’aria estesa ai territori urbani (a grande, media e piccola taglia), individuando le zone dove gli obiettivi di qualità dell’aria non sono rispettati; c. previsione dell’evoluzione degli episodi di inquinamento; d. analisi degli scenari a lungo termine (su larga scala) ed a breve termine (su scala limitata) e. previsione di adeguate procedure di autorizzazione, ispezione, monitoraggio, al fine di assicurare la migliore applicazione delle misure individuate. Per l’espletamento dei punti di cui sopra è prevista la costituzione di un osservatorio permanente per la misura, valutazione, previsione e controllo della qualità dell’aria atmosferica a scala urbana. La gestione del sistema integrato di monitoraggio e telecontrollo sarà affidata ad un gruppo di lavoro comprendente personale universitario e funzionari del Servizio 3 DTA dell’ARTA e di altri Assessorati territorialmente interessati per gli aspetti Rev.2 1 07 Febbraio 2008
  • 2. FACOLTA’ DI INGEGNERIA CIRIAS di loro competenza (ufficio speciale per le aree ad elevato rischio di crisi ambientale, urbanistica, sanità, agricoltura, industria, etc..). Attraverso metodi di modellazione, combinati con la meteorologia, gli inventari delle emissioni ed i sistemi di misurazione, il servizio consentirà di: eseguire con continuità una valutazione della qualità dell’aria estesa ai territori urbani (a grande, media e piccola taglia), individuando le zone dove gli obiettivi di qualità dell’aria non sono rispettati; prevedere l’evoluzione degli episodi di inquinamento; eseguire l’analisi degli scenari a lungo termine e su larga scala ed a breve termine su scala limitata. Preliminarmente alla costituzione dell’osservatorio dovranno essere espletate le seguenti attività: 1 Selezione ed acquisizione di modelli per le singole scale territoriali: mesoscala, scala urbana e strada canyon (in conformità con la normativa vigente in materia). 2 Analisi dell’inventario delle tipologie di emissione a scala urbana (sorgenti fisse e mobili) 3 Stima delle emissioni a scala urbana (sorgenti fisse e mobili) e costruzione di mappe tematiche relative ai principali parametri guida atmosferici). 4 Programmazione di campagne sperimentali finalizzate alla taratura e validazione dei modelli. 5 Individuazione dei parametri da monitorare per l’applicazione dei modelli. 6 Acquisizione e ricognizione dei dati ambientali (microclimatici e di qualità dell’aria) e territoriali esistenti finalizzati alla taratura e validazione dei modelli. Raccolta, analisi, normalizzazione ed organizzazione di dati provenienti da centraline di monitoraggio locali, da simulazioni di inquinamento da attività industriali e da traffico veicolare. 7 Individuazione di un format per la costruzione di una banca dati di input-output idoneo alle applicazioni delle singole componenti del sistema. 8 Creazione di un sistema di controllo della qualità dell’aria nelle aree Urbane. 9 Esecuzione e valutazione di casi studio. Per quanto concerne la qualità atmosferica saranno implementati indicatori significativi idonei al controllo degli standard di qualità. Saranno considerati ed applicati indicatori semplici Rev.2 2 07 Febbraio 2008
  • 3. FACOLTA’ DI INGEGNERIA CIRIAS diretti (per es. concentrazione dei principali inquinanti: SO2, NOx, CO, PM10, Pb, O3, ecc..;) e indicatori compositi quali per es. indici di stress a lungo termine utili per la pianificazione territoriale o a breve termine (per es. AQSI), indici di qualità legati all’impatto (per es. AQI, DAQx, ATMO, API, ecc..), indici di vulnerabilità ambientale legati alla tossicità dei costituenti atmosferici (per es. VI). La serie di dati territoriali e ambientali acquisiti, integrati dai valori desunti dall’applicazione di modelli di previsione, consentirà la costruzione di mappe di rischio o di qualità per il successivo confronto con gli standard di qualità normativi o igienico-sanitari. f. partecipazione e coinvolgimento delle parti sociali e del pubblico; Sarà realizzato il “Bollettino della qualità dell’aria in Sicilia”. Il Bollettino nascerà per informare giornalmente la popolazione (specie le fasce più sensibili) dello stato effettivo della qualità dell’aria e per prevedere le concentrazioni degli inquinanti per il giorno in corso, il giorno seguente e una tendenza per i giorni successivi. Il Bollettino sarà disponibile in internet (come primo metodo di diffusione) al sito www.arpa.sicilia.it e di arta.sicilia.it e realizzerà la previsione su zone della Sicilia, saranno tracciate le carte regionali ed indicati gli episodi di inquinamento in Sicilia (superamenti dei limiti di normativa). Nelle carte regionali saranno anche inseriti i ricettori sensibili al fine di valutare l’esposizione di tali ricettori e favorire l’attuazione dei provvedimenti finalizzati al contenimento del rischio sanitario delle fasce della popolazione più a rischio (aree ospedaliere, scolastiche, ….). Il Bollettino fornirà dati acquisiti dalle centraline di monitoraggio soggetti a post-elaborazione (dati storici ed attuali), dati derivati da modellazione (al fine di avere una distribuzione territoriale dei parametri o degli indici monitorati), dati sulle emissioni derivati dall’inventario e dal conseguente catasto delle emissioni (da infrastrutture dei trasporti, da impianti civili, da impianti industriali,…), informazioni sugli effetti sulla salute e normative di riferimento. Il Responsabile Scientifico Prof. Salvatore Barbaro Rev.2 3 07 Febbraio 2008

×