Assessore interlandi decreto 43 marzo 2008 corregge refusi ed assurdita’ siculo padane del piano  aria sicilia (1)
Assessore interlandi decreto 43 marzo 2008 corregge refusi ed assurdita’ siculo padane del piano  aria sicilia (1)
Assessore interlandi decreto 43 marzo 2008 corregge refusi ed assurdita’ siculo padane del piano  aria sicilia (1)
Assessore interlandi decreto 43 marzo 2008 corregge refusi ed assurdita’ siculo padane del piano  aria sicilia (1)
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Assessore interlandi decreto 43 marzo 2008 corregge refusi ed assurdita’ siculo padane del piano aria sicilia (1)

102 views
89 views

Published on

IN DATA 30.11.90 le aree dei territori che comprendono i comuni di Siracusa, Floridia, Augusta, Melilli, Priolo,Solarino e Gela, Butera, Niscemi sono state dichiarate ad elevato rischio di crisi ambientale con delibera del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’art.7 della legge 349/86.
DECRETO LEGISLATIVO 31 MARZO 1998 N 112

L’art.72 sostituisce l’art.7 dell a legge 349 e delega alle regioni le competenze in campo di aree a rischio.
La Regione Siciliana ai sensi del D.L. 112 nel 2002 ha dichiarato area ad elevato rischio di crisi ambientale il Comprensorio del Mela.
UFFICIO SPECIALE PER LE AREE AD ELEVATO RISCHIO DI CRISI AMBIENTALE
Con Delibera di Giunta di Governo n° 306 del 29.06.2005 è stato istituito Ufficio Speciale per le aree ad elevato rischio di crisi ambientale presso l’Assessorato Regionale territorio e ambiente .
L’Ufficio è caratterizzato da una esclusiva, specifica ed autonoma incidenza nell’intero comparto, sia dal punto di vista tecnico che gestionale, organizzativo e finanziario.

ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE
World Health Organization - Regional Office for Europe
Regione Siciliana - Assessorato ambiente e territorio

CONVENZIONE
€ Regione Siciliana - Assessorato ambiente e territorio
€ Ufficio speciale per le aree ad elevato rischio di crisi ambientale
CUTGANA Centro Universitario per la Tutela e la Gestione degli Ambienti Naturali e degli Agroecosistemi

AGENDA 21
€ Processo strategico per incoraggiare e controllare lo sviluppo sostenibile .

L’Agenda XXI pone come elemento centrale per l’obiettivo di raggiungimento della sostenibilità il ruolo ed il coinvolgimento degli attori sociali e delle comunità locali ed in particolare al Capitolo 28 impegna le Autorità locali ad adottare un’Agenda 21 Locale, anche aprendo “un dialogo con i propri cittadini, con le associazioni locali e con le imprese private”.

BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI PROGRAMMI D ATTIVAZIONE E DI ATTUAZIONE DI AGENDE 21 LOCALI NELLE AREE AD ELEVATO RISCHIO DI CRISI AMBIENTALE
AGENDA 21
€ I soggetti che intendono avvalersi del sostegno di parte Regionale, tramite l’Ufficio Speciale “Aree ad elevato rischio di crisi ambientale”, per l’attivazione, l’attuazione e lo sviluppo de i processi di Agenda 21, debbono impegnarsi ad individuare apposite tematiche, da affrontare nell’ambito dei diversi tavoli di lavoro che si andranno a costituire, al fine di contribuire all’aggiornamento e/o predisposizione dei piani di risanamento ambientale delle aree a rischio, nell’ottica del perseguimento di uno sviluppo sostenibile delle aree stesse.

RISORSE DISPONIBILI
€ Le risorse disponibili per ciascuna area a rischio, per l'attuazione del presente provvedimento sono così ripartite:
€ € 512.000,00 per l’area del Comprensorio del Mela (Me)
€ € 896.000,00 per l’area di Augusta – Priolo (SR)
€ € 256.000,00 per l’area Gela (CL)

http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/04/anza-salvatore.html

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
102
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
68
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

×