Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
102
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. COLLEGIO INFERMIERI PROFESSIONALI ASSISTENTI SANITARIEVIGILATRICI DI INFANZIA Informazioni Infermieri PROVINCIA DI BELLUNO Newsletter della professione infermieristica e delle attività svolte dal Collegio IPASVI di Belluno Piazzale della Resistenza 3 32100 Belluno Numero 1 Data 13 settembre 2010 Codice Fiscale 80008700256 Editoriale Tel.: 043730466 Fax: 043730717 Con il progetto con la limitazione della professione negli ultimiE-mail:belluno@ipasvi.legalmail.it newsletter il Consiglio monodirezionalità, ma 10 anni; un modo dun- Orario di apertura al pubblico: Direttivo del Collegio I- con l’intento di rendere que anche per aprire unMartedì 9.00-12.00 14.00-16.00Giovedì 9.00-12.00 14.00-16.00 PASVI di Belluno vuole evidente il lavoro, gli sti- dibattito, per stimolare Venerdì 9.00-12.00 dare una risposta alle ri- moli, la volontà di cresci- idee, confronti... un pri- chieste di comunicazione ta professionale che si mo passo per un modo con il Collegio stesso e- trova all’interno del Col- diverso, anche per il spresse da molti colleghi. legio stesso. Consiglio, di interagireWWW.ipasvibelluno.it Il Collegio è una istituzio- Al tempo stesso la con i colleghi e di comu- ne dello Stato fondata allo newsletter vuole fornire nicare quel valore ag- scopo di assegnare ai pro- ad ogni numero uno giunto che l’ esperienza fessionisti la competenza spunto di riflessione su istituzionale ha portato in materia di tutela del argomenti di attualità in- nella nostra vita profes- cittadino e della professio- fermieristica, sulla con- sionale.Sommario: ne valorizzando, la com- gettura politico- Il Consiglio Direttivo plessità della Professione e professionale che tantoEditoriale 1 la capacità di autogoverno ha cambiato la nostra dei professionisti infermie-Che cos’è il Codi- 2 ri.ce Deontologico Tuttavia il Collegio è mol- to di più ed il lavoro chePEC e CEC-PAC 3le differenze! viene svolto al suo interno è misconosciuto dai più.Il Collegio ... 4 Da qui nasce la volontà di aprire un canale di comu- nicazione più “informale”, più veloce, più capillare,
  • 2. Pagina 2 Agorà Informazioni InfermieriChe cos’è il Codice Deontologico dell’ambito sociale e culturale di cui esso stesso esercita la Manifesto dei valori appartenenza. Il Codice Deonto- propria pratica professionale che i professionisti logico è una sorta di manifesto e qualvolta entri in conflitto dei valori che i professionisti e- con sé stesso o con gli altri. eleggono a fondamento leggono a fondamento della prati- Dove con il concetto di della pratica ca professionale, il documento di “altri” si vuole intendere sia i identità che permette di capire e professionisti che operano professionale, di definire chi è l’ infermiere, in con l’ infermiere stesso che quali rapporti si pone con gli altri gli assistiti e la loro famiglia. il documento di identità professionisti, qual è il contesto In questa prospettiva, il Codi-L’ emanazione di un nuovo Codi- socio culturale in cui esercita. ce Deontologico si pone nonce Deontologico scaturisce da ( Masucci, 2009 ) tanto come prescrittore diuna riflessione che i professionisti Le norme deontologiche conte- comportamenti ma come gui-elaborano sul significato del pro- nute ed esplicitate nei diversi da per la realizzazione di un’prio agire professionale alla luce articoli che compongono il Codi- autentica coscienza ( non solodelle recenti innovazioni sia in ce Deontologico esprimono in tecnica ma anche etica )ambito legislativo che contestual- realtà regole relative all’impegno nell’ambito di quella profes-mente alla mutazione dell’ambito della professione per il benessere sione che ciascun infermieresociale e culturale di appartenen- sociale, questione d’ interesse ha scelto come porzione dellaza. Il Codice Deontologico è una pubblico, e , considerata la natura propria esistenza. ( Spagnolo,sorta di manifesto dei valori che i dei valori e degli interessi coin- 2009 )professionisti eleggono a fonda- volti, regole e principi riguardanti Il Codice Deontologicomento della pratica professionale, la relazione dell’ infermiere con la dell’infermiere testimoniail documento di identità che per- persona assistita, finalizzati a gui- dunque un profondo cambia-mette di capire e di definire chi è dare i comportamenti nella prati- mento della concezione stessal’ infermiere, in quali rapporti si ca. Queste norme regolanti la della deontologia che, ancora-pone con gli altri professionisti, pratica professionale sono stret- ta etimologicamente al signifi-qual è il contesto socio culturale tamente connesse con aspetti cato ( dal greco ) di “ discor-in cui esercita. ( Masucci, 2009 ) filosofici, sociali e legali che sono so dei doveri” , diventa ora ilLe norme deontologiche contenu- in continuo divenire, consideran- discorso della responsabilità,te ed esplicitate nei diversi articoli do la società odierna come plura- laddove , e non potrebbe es-che compongono il Codice Deon- lista e multietnica in continuo sere altrimenti ,tologico L’ emanazione di un scambio ed interazione con l’ “responsabilità” corrispondenuovo Codice Deontologico sca- ambiente circostante. a impegno professionaleturisce da una riflessione che i Gli articoli costituiscono tuttavia nell’interesse di salute dellaprofessionisti elaborano sul signifi- una guida entro cui il professioni- persona.cato del proprio agire professio- sta infermiere deve sapersi collo- Alessandra Turrinnale alla luce delle recenti innova- care, non dicono cosa sia giustozioni sia in ambito legislativo che o sbagliato, bensì lo aiutano nellacontestualmente alla mutazione presa di decisioni nel momento in
  • 3. Agorà Informazioni Infermieri Pagina 3PEC e CEC-PAC le differenze! elettronica certificata, 28/01/2009, il quale pre- gratuita per il cittadino, vede che per i Professio- che però permette di co- nisti iscritti ad albi ed municare esclusivamente elenchi istituiti con legge PEC: una con la pubblica ammini- dello Stato, hanno strazione, e non può esse- l’obbligo di dotarsi di vera eCon PEC si indica la Po- re utilizzata per comuni- PEC dal 29 novembre propriasta Elettronica Certifica- cazioni tra aziende, pro- 2009 e che taleta "commerciale", quella fessionisti o tra cittadini. l’indirizzo PEC va comu- "raccomandache si acquista per uso Quest’ultima e stata pre- nicato all’Ordine di ap- ta conpersonale o aziendale e sentata il 26 aprile scorso partenenza.che permette di comuni- dal Ministro Brunetta ed Allo stato attuale però la ricevuta dicare con qualsiasi indiriz- ha ottenuto un elevato CEC-PAC ancora non ritorno" viazo pec. È un sistema di riscontro mediatico che può dialogare con latrasporto di documenti però ha creato confusio- PEC, e quindi i cittadini mail coninformatici che fornisce ne. È stato fatto un erro- dotati di CEC-PAC po-un riscontro certo, con neo utilizzo del termine trebbero temporanea- valenzavalenza legale, PEC (Posta Elettronica mente non essere in gra- legale.dell’avvenuta consegna Certificata), al posto del do di comunicare con ladel messaggio al destina- più opportuno CEC-PAC. PEC di un Ente. In attesa Allo statotario. Una vera e propria La casella di CEC-PAC, del completamento del attuale però"raccomandata con rice- quindi, può integrare una processo di connessionevuta di ritorno" via mail. casella PEC, ma non sosti- tra i due circuiti da parte la CEC-PACAi fini della legge, il mes- tuirla in quanto garantisce del Ministero conviene non puòsaggio si considera con- un canale di comunicazio- utilizzare quindi la PECsegnato al destinatario ne chiuso ed esclusivo tra “tradizionale”. dialogare conquando è accessibile nel- Pubblica Amministrazione Per ulteriori informazioni la PECla sua casella di posta(art. e cittadino e non sono sulla normativa vigente,48 del decreto legislativo previste comunicazioni al potete visitare la sezione7 marzo 2005, n. 82). di fuori di tale canale. È dedicata alla Posta Elet-Può essere acquistata da bene sottolineare, inoltre, tronica Certificata deluno dei Gestori attual- che la CEC-PAC non è sito del DigitPA.mente autorizzati da sufficiente al fine di rispet- Denis De Marchi”DigitPA” (ex CNIPA). tare lobbligo di dotarsi diL a C E C - P A C una casella PEC introdot-(Comunicazione Elettro- to per società, professio-nica Certificata tra la nisti e Pubbliche Ammini-Pubblica Amministrazio- strazioni dal Decreto Leg-ne e il Cittadino), invece ge 185/08, convertito nel-è una modalità di posta l a L e g ge n. 2 d e l
  • 4. Pagina 4 Agorà Informazioni InfermieriIl Collegio ...Il Collegio IPASVI è un ente di diritto pubblico non economico, istituito e regolamentato da appositeleggi. Rappresenta lalbo professionale di: Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici dInfan-zia.Linsieme dei collegi provinciali costituisce la Federazione Nazionale Collegi IPASVI.Il Collegio è lorganismo che tutela e disciplina la professionalità degli iscritti ma anche i cittadini cheusufruiscono delle prestazioni per la salvaguardia della salute, la prevenzione, la cura, la riabilitazione.Il Collegio contrasta labusivismo professionale, vigila sul rispetto del Codice deontologico, favorisce lacrescita culturale degli iscritti, garantisce linformazione, offre servizi di supporto per un corretto eser-cizio professionale, esercita il potere tariffario. Gli organi del collegio sono: l’Assemblea degli Iscritti, ilConsiglio Direttivo e il Collegio dei Revisore dei Conti.LAssemblea degli iscritti si riunisce in sede ordinaria allinizio ogni anno. Per la validità dellassem-blea occorre lintervento di almeno un quarto degli iscritti. Si calcolano come partecipanti gli iscritti iquali abbiano delegato uno degli iscritti presenti. La delega viene messa in calce allavviso di convocazio-ne. Nessun iscritto può essere investito di più di due deleghe. Quando non si raggiunge il numero legaleper la validità dellassemblea, viene tenuta, almeno un giorno dopo la prima, una seduta di seconda con-vocazione, che è valida qualunque sia il numero degli intervenuti, purché non inferiore a quello dei com-ponenti il Consiglio. Nella seduta dellAssemblea ordinaria viene illustrato e messo allapprovazione ilBilancio Preventivo e Consuntivo delle attività del Collegio stesso. Lassembla degli iscritti può esserconvocata in seduta straordinaria ogni qualvolta che il Presidente o il Consiglio lo reputino necessario,oppure su richiesta sottoscritta di almeno un sesto degli iscritti nellalbo.Lassemblea degli iscritti elettiva si tiene ogni tre anni per il rinnovo del consiglio direttivo.Il Consiglio Direttivo è l’organo collegiale eletto dagli iscritti all’albo. La legge affida le seguenti attri-buzioni: compilare e tenere lalbo del collegio e pubblicarlo allinizio del nuovo anno, vigilare sulla con-servazione del decoro e dellindipendenza del collegio, designare i rappresentanti del collegio pressocommissioni, enti e organizzazioni provinciali o comunali, promuovere e favorire tutte le iniziative inte-se a facilitare il progresso culturale degli iscritti, dare il proprio concorso alle autorità locali nello studioe nellattuazione dei provvedimenti che interessano il collegio, esercitare il potere disciplinare nei con-fronti degli iscritti che esercitano la libera professione, interporsi, qualora richiesto, nelle controversietra iscritti o iscritti e persona o enti per ragioni di spese, di oneri o altre questioni inerenti lesercizioprofessionale.Il Collegio dei Revisori dei Conti è costituito da tre membri, ha come compito principale il control-lo del bilancio preventivo, la regolarità degli atti che comportano spese, lesattezza del bilancio consunti-vo e la corrispondenza con le scritture contabili.