• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012
 

Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012

on

  • 574 views

Presentazione dell'Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012.

Presentazione dell'Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012.

Statistics

Views

Total Views
574
Views on SlideShare
574
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012 Ecomuseo delle Grigne, febbraio 2012 Presentation Transcript

    • Ecomuseo delle Grigne Valorizzare lo storico rapporto tra l’uomo e la montagna nel territorio delle Grigne con il coinvolgimento della comunità migliorando la qualità della vita sostenendo l’economia localeIolanda Pensa - io@pensa.it - Referente dell’Ecomuseo delle GrigneRiunione del comitato tecnico scientifico dell’Ecomuseo delle Grigne, Dervio, 18 febbraio 2012
    • MissioneL’obiettivo dell’Ecomuseo delle Grigne e ciò che caratterizza le sue attività Ecomuseo delle Grigne Valorizzare lo storico rapporto tra l’uomo e la montagna nel territorio delle Grigne con il coinvolgimento della comunità migliorando la qualità della vita sostenendo l’economia locale
    • Territorio dell’Ecomuseo delle GrigneIl territorio al centro dell’attenzione e delle attività dell’Ecomuseo delle Grigne Parco Regionale della Grigna Settentrionale, Cartografia Comune di Esino Lario Ecomuseo delle Grigne, 2008-2009.
    • Territorio dell’Ecomuseo delle GrigneIl territorio al centro dell’attenzione e delle attività dell’Ecomuseo delle Grigne Salottobuono, Rappresentazione e interpretazione del territorio di Esino Lario, 2009.
    • ComunitàChi fa parte dell’Ecomuseo delle Grigne Ecomuseo delle Grigne Comunità di Esino Lario
    • ComunitàChi fa parte dell’Ecomuseo delle Grigne Comune di Esino Lario (rappresentante legale) Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus (ente gestore) Gruppo Musicale San Vittore CAI Val d’Esino Museo delle Grigne Gruppo Alpini Esino Lario ANA Archivio Pietro Pensa Gruppo delle maestre di Esino Lario Biblioteca Civica Comunità Montana della Valsassina,Valvarrone,Val d’Esino e Riviera Parco Regionale della Grigna Settentrionale Ecomuseo delle Grigne Bar La Sosta Comunità di Esino Lario Gelateria Frutta e Verdura Albergo Centrale Gruppo Edelwiss Alimentari Bertarini Virginia Comitato “Presepe e Re Magi” El Hadji Mestour Mohammed Comitato “Come eravamo” Associazione Esino 2000 Onlus Panificio Pensa Pietro Associazione Soccorso Val d’Esino Alimentari Viglienghi Nadia Sezione Cacciatori di Esino Lario Ricevitoria Lotto Spini Lisa Nucleo Antincendio di Esino Lario Albergo La Montanina Impresa edile A.E.A.E.A Banca Popolare di Sondrio
    • ComunitàChi fa parte dell’Ecomuseo delle Grigne Comune di Esino Lario (rappresentante legale) Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus (ente gestore) Gruppo Musicale San Vittore CAI Val d’Esino Museo delle Grigne Gruppo Alpini Esino Lario ANA Archivio Pietro Pensa Gruppo delle maestre di Esino Lario Biblioteca Civica Comunità Montana della Valsassina,Valvarrone,Val d’Esino e Riviera Parco Regionale della Grigna Settentrionale Ecomuseo delle Grigne Bar La Sosta Comunità di Esino Lario Gelateria Frutta e Verdura Albergo Centrale Gruppo Edelwiss Alimentari Bertarini Virginia Comitato “Presepe e Re Magi” El Hadji Mestour Mohammed Comitato “Come eravamo” Associazione Esino 2000 Onlus Panificio Pensa Pietro Associazione Soccorso Val d’Esino Alimentari Viglienghi Nadia Sezione Cacciatori di Esino Lario Ricevitoria Lotto Spini Lisa Nucleo Antincendio di Esino Lario Albergo La Montanina Impresa edile A.E.A.E.A Banca Popolare di Sondrio
    • ComunitàChi fa parte dell’Ecomuseo delle Grigne Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus (ente gestore)Comune di Esino Lario (rappresentante legale) Gruppo Musicale San Vittore CAI Val d’Esino Museo delle Grigne Gruppo Alpini Esino Lario ANA Archivio Pietro Pensa Gruppo delle maestre di Esino Lario Biblioteca Civica Comunità Montana della Valsassina,Valvarrone,Val d’Esino e Riviera Parco Regionale della Grigna Settentrionale Ecomuseo delle Grigne Bar La Sosta Comunità di Esino Lario Gelateria Frutta e Verdura Albergo Centrale Gruppo Edelwiss Alimentari Bertarini Virginia Comitato “Presepe e Re Magi” El Hadji Mestour Mohammed Comitato “Come eravamo” Associazione Esino 2000 Onlus Panificio Pensa Pietro Associazione Soccorso Val d’Esino Alimentari Viglienghi Nadia Sezione Cacciatori di Esino Lario Ricevitoria Lotto Spini Lisa Nucleo Antincendio di Esino Lario Albergo La Montanina Impresa edile A.E.A.E.A Banca Popolare di Sondrio
    • ComunitàCon chi si relaziona l’Ecomuseo delle Grigne Rete degli Ecomusei della Lombardia Ecomuseo delle Grigne Comunità di Esino LarioRegione Lombardia - riconoscimento
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali Ecomuseo delle Grigne Referente dell’Ecomuseo delle Grigne Comune di Esino Lario Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus (ente gestore)Sindaco di Esino Lario (legale rappresentante)Referente per la cultura e l’ecomuseo del Comune di Esino Lario Presidente dell’associazione
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2012 Ecomuseo delle Grigne Iolanda Pensa Comune di Esino Lario Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus (ente gestore) Giovanni Dell’Era Elisa Dell’Era Carlo Maria Pensa
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Ecomuseo delle Grigne Referente dell’Ecomuseo delle GrigneSindaco di Esino Lario (legale rappresentante)Referente per la cultura e l’ecomuseo del Comune di Esino Lario Presidente dell’associazione
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2008 Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Riunione annuale delle associazioni e della comunità Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Network di esperti disponibili a collaborare Ecomuseo delle Grigne Cristina Perillo Costante Grassi Carlo Maria Pensa
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2009 Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Riunione annuale delle associazioni e della comunità Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Network di esperti disponibili a collaborare Ecomuseo delle Grigne Cristina Perillo Giovanni Dell’Era Elisa Dell’Era Carlo Maria Pensa
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2010 Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Riunione annuale delle associazioni e della comunità Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Network di esperti disponibili a collaborare Ecomuseo delle Grigne Cristina Perillo Giovanni Dell’Era Elisa Dell’Era Carlo Maria Pensa
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2011 Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Riunione annuale delle associazioni e della comunità Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Piercarlo Barindelli Network di esperti disponibili a collaborare Michele Bertarini Tecla Bertarini Carlo Borgia Cristina Perillo Nicola Nasazzi Elisa Dell’Era Iolanda Pensa Ecomuseo delle Grigne Iolanda Pensa Giovanni Dell’Era Elisa Dell’Era Carlo Maria Pensa
    • Organigramma dell’Ecomuseo delle GrigneChi fa cosa e come sono gestiti i processi decisionali 2012 Presidente della Rete degli Ecomusei della Lombardia Referente della Regione Lombardia Commissione Consultiva Riunione annuale delle associazioni e della comunità Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Comitato degli Esperti Piercarlo Barindelli Network di esperti disponibili a collaborare Michele Bertarini Tecla Bertarini Carlo Borgia Cristina Perillo Nicola Nasazzi Elisa Dell’Era Iolanda Pensa Ecomuseo delle Grigne Iolanda Pensa Giovanni Dell’Era Elisa Dell’Era Carlo Maria Pensa
    • Dicembre Novembre Riunione della Commissione Consultiva Riunione del Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Ottobre Settembre AgostoCronoprogramma dell’Ecomuseo delle Grigne Luglio Giugno Maggio Monitoraggio dell’Ecomuseo delle Grigne Programma triennale dell’Ecomuseo delle Grigne Aprile Marzo Riunione del Comitato Tecnico-Scientifico di Partecipazione Febbraio Gennaio
    • AttivitàCosa fa l’Ecomuseo delle Grigne 1. Gestione del centro di documentazione informazione e interpretazione 2. Potenziamento di Villa Clotilde come sede dell’Ecomuseo 3. Conservazione e valorizzazione di infrastrutture 4. Creazione di itinerari 5. Attività educative e formative 6. Coordinamento dell’offerta turisticaContribuiscono alla missione dell’Ecomuseo delle Grigne sia le attività prodotte direttamente dall’ecomuseosia le attività promosse e gestite in modo indipendente dalla sua comunità.
    • AttivitàCome vengono comunicate le attività dell’Ecomuseo delle Grigne 1.Villa Clotilde con Centro di documentazione e interpretazione 2. Calendario di attività a Esino Lario (Comune di Esino) 3. Itinerari 4. Servizi a misura di bambino a Esino Lario 5. Sito internet vetrina dell’Ecomuseo delle Grigne
    • Costi dell’Ecomuseo delle GrigneQuali sono le voci di spesa 1. Gestione e potenziamento della sede presso Villa Clotilde 2. Raccolta e archiviazione di documentazione 3. Produzione di interpretazioni del patrimonio 4. Conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio 5. Servizi a misura di bambino 6. Realizzazione di strumenti di comunicazione coordinata 7. Creazione di itinerari 8. Gestione e personale
    • Risorse dell’Ecomuseo delle GrigneCome fa l’ecomuseo a sostenere le sue attività e i suoi costi 1. Lavoro volontario delle associazioni e dei gruppi coinvolti 2.Volontariato delle singole persone 3. Sostegno delle aziende coinvolte 4. Comune di Esino Lario (infrastrutture) 5. Regione Lombardia (bandi per ecomusei) 6. Sinergia con progetti in corso 7. Fondo Pietro Pensa presso Fondazione della Provincia di Lecco 8. Altri bandi e finanziamenti
    • Per saperne di più
    • Alcune delle attività realizzate dall’Ecomuseo delle Grigne
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneLa sede di Villa Clotilde a misura di bambino Valeria Vernizzi, Villa Clotilde, 2010.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneLa sede di Villa Clotilde a misura di bambino Valeria Vernizzi, Il parco giochi di Villa Clotilde, 2010 e 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneLa sede di Villa Clotilde a misura di bambino Giovanni Grassi, Il parco giochi di Villa Clotilde ristrutturato e dedicato a Giovanni Maria Pensa, 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneStrumenti di comunicazione coordinataIl marchio dell’Ecomuseo delle Grigna segnala tutte le attività che contribuiscono alla sua missione: valorizzare lo storico rapporto tral’uomo e la montagna nel territorio delle Grigne.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneStrumenti di comunicazione coordinataTOI-Thinkg of Internet: Graphic Templates for DIY Leaflets, Antonio Scarponi, 2009-2012 per Vestire i paesaggi e Ecomuseo a misura di bambino.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneStrumenti di comunicazione coordinataTOI-Thinkg of Internet: Graphic Templates for DIY Leaflets, Antonio Scarponi, 2009-2012 per Vestire i paesaggi e Ecomuseo a misura di bambino.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneStrumenti di comunicazione coordinata A MISU IO RA AR L O DIESIN BAMBINO RCIZIO RON NO NOLINO ESE IBE MBI AN O E AB BA O P ST ’ LD U’ BI AQ UE MEN SCA CA M MISURA D I BA BINO M TooA Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino, 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneSinergia con eventi annuali che animano e coinvolgono la comunità del territorio Festa di S.Antonio Presepe vivente Programma di eventi estivi Ciclo di Festa di Come eravamo conferenze S.Giovanni Festa del Battello Festa del 15 Programma diFesta dei re magi dell’Amicizia agosto eventi invernaliGennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneSinergia con iniziative annuali che valorizzano e tutelano il territorio Apertura dell’ufficio turistico Gite del CAI Apertura Censimenti della Sfalcio degli Apertura Museo Apertura impianti da sci fauna incolti delle Grigne impianti da sciGennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneItinerari, audioguide e mappa di comunitàTOI - Things of Internet, Itinerari e audioguide geolocalizzati sulla mappa di comunità dell’ecomuseo delle Grigne, scaricabili e stampabili.Lo strumento è aperto al contributo della comunitò.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte ESINO E’ UN PAESE IN DISCESA IN A risto rant e SANTA MARIA te albergo CENTRALE Questi monti sono incontrate una contadina che sta raccogliendo nel suo campo la Patata Bianca di Esino. La signora vi spiega che AN PARTENZA an ricchissimi di fossili questa patata tipica viene utilizzata per cucinare i famosi o un gioco di società per Esino Lario NT tor ia DA ELI SFIDA:partecipano e rg ravioli di SantAntonio, la cui ricetta si tramanda in ogni MO ri s entrambe le squadre. Ogni A Villa Clotilde er bar LA RUOTA famiglia, con delle variazioni, e che si possono gustare in alb hi LIS lat SOSTA LA ria squadra fa 5 scarabocchi r tutti i ristoranti del paese. i giocatori della squadra leggono ge pizze ba distanziati, su un foglio. si rgo ristorante LA LUCCIOLA per 1 minuto lelenco degli ingredienti di una delle ricette albergo uno dei vostri giocatori pensa alcuni albe scambiano i fogli. gli dei ravioli. allo scadere del minuto, si copre la lista e i c oggetti indispensabili per una gita in abac scarabocchi dovranno essere giocatori devono elencare gli ingredienti a memoria. se ne bar LA montagna. Al via del cronometro, li deve incorporati in 5 disegni realistici ricordano più di 7 avanzano di 1; se ne ricordano più di 14 re disegnare uno alla volta e i compagni di squadra avanzano di 2; se li ricordano tutti, avanzano di 3. b ar t di animali o piante. la squadra che rio devono indovinare. avanzate di tante caselle gli ingredienti Esino CRES finisce prima avanza di 3 pe quanti sono gli oggetti indovinati in 15 secondi. ripieno: grana, pangrattato, pane secco, latte, prezzemolo, uova, noce moscata, amaretti, sale, pepe, salsiccia, carne, Es Su PS Laltra squadra fa da giudice aglio, burro, buccia di limone; pasta: patata di esino, ino CIA l ogni casella corrisponde ,2 Gree a (circa) 6 minuti di cammino farina, uova, sale. Iin CH per evitare il fer m 32 e pericolo di alberi isolati co llo z C 10 scin ne e pozze dacqua, corri ior sa prendi la corriera fino al 21 A segnavia 22 a ripararti alla 21 m e Ca mettino posteggio di Ortanella casa scout 11 sili A ,2 di Bigallo percorso forzato, da a Busagna Cascina 21 i Ca ncai fos lla ) qui girate per il 985 m Ro 7,5 de ese sci olo 81 sentiero dei boschi ricevi una lettera da tuo zio esinese emigrato in co Cin nte CAINALLO stora ne California nel 1934, e la traduci con il linguaggio Gio rra ( io ri piove dei segni ai tuoi amici che non parlano inglese. Laltra Mo rifug fate lautostop fino al posteggio squadra inventa una frase in senso compiuto e la sussurra nca co allorecchio di uno dei vostri giocatori. questo deve mimarla parola SFIDA: Bia rri per parola ai compagni di squadra, che devono indovinare la frase partecipa un 21 D ta hai dimenticato il cappello, era rappresentante la ta ino torni a Cainallo 37, llo esatta. se indovinano entro 1 minuto, avanzate di 1; altrimenti m per ogni squadra. i due Pa i Es 12 ina dovrete indovinare una nuova frase al prossimo turno. 5 giocatori contano insieme fate un pisolino, d Ca “mo-ra-ci-ne-se”. al “se!”, prendi per il passo di lo z lanciano un “arma” con le loro dita: non vi Cainallo e da lì vai in Big sasso (pugno chiuso), carta (mano Natre m svegliate Valsassina, stai fermo 2 giri io d’Am all aperta), forbice (solo dito indice e finchè non un giocatore a deviazione obbligata: Ca o 1253,8 fate un tre sa medio, a V). Si sconfigge lavversario e si 125 scelta della percorso vita 21 C Sc fa 1 punto secondo la regola: il sasso o e 3,8 a Esino la maggior parte dei squadra deve sei con un amico molto elencare nomi ou vince (spezza) le forbici; la forbice sc un m 1292 m eric ripetere il maggior e boschi è del Comune, cioè di sportivo che ti convince di animali t vince (taglia) la carta; la carta Bo m avet giato numero di volte a fare con lui le 15 acquatici (reali vince (avvolge) il sasso. Si Il co Redo man po tutti. SFIDA: partecipano a possibile senza tappe del percorso o mitologici o i hi in nda vuoi visitare entrambe le squadre, ogni impappinarsi lo vita Cascina fanno più partite, il osc trop la Grotta di squadra ha un foglio. tutti i nomi propri di giocatore che iB componenti delle squadre scioglilingua: pesci famosi) la de fontana ai Cainallo, Or 2,8 Piazzo totalizza 10 punti, u disegnano sul loro foglio 23 B "Quand a Crées el fai una 95 cui iniziale formi ro di Pet tan m vince la partita e po contemporaneamente il maggior pscioca, A le parole avanza di 3. ie 1404 m deviazione ste numero di alberi possibili. si ell Psciàach el nova a destra ggio nt E...... L...... di Ca m cronometra 1 minuto. La 1400 m a quaialzi ratosu psciof". può fare se , agr di ome un gro squadra che ha disegnato più 0 ai 2 albe due prove prima S...... A.... dete e 120 ti r un pnto Grotta po 1 di tta alberi, avanza di 2 tana della bella. itu stegg ar scenisit tta Ca 21 I...... R..... m sri a of avanzerà di tante rgo inall a v gro ris d caselle quante io 2 N.... I....... fon nd o mo la i prendete il sentiero 25 ra a ti sono le volte che la coltivazione a d nova, n risto O.... O...... di tan 3 verso la ghiacciaia di lle ha ripetuto lo sterzo del Faggio per Or 14 percorso Ca te i u hai finito lacqua, Moncodeno, descritto già da fon sce scioglilingua fare legna è una tecnica sta m o tan rant correttamente in 13 vita 4 tradizionale. si fanno torni alla fontana Leonardo, che dava ghiaccio un signore che abita 143 fer rn Or 4m più vicina vi fermate a fare a Como e Milano. già che ci ell 10 secondi. se si Piano di 12 qui vicino vi porta a crescere i polloni (i "figli" tu siete, dormite al rifugio e Cacciatori impappina restate 5 pun delle fotografie e a San Pietro 11 vedere degli alberi dellalbero, che crescono Bogani, e tornate indietro fermi. 10 coltivati ancora così. lo sulla ceppaia, la base del sei stanco, ti fermi 1 turno pan to poi decidete di suo stesso tronco) per 9 ora proseguire in domani. State fermi 2 turni 995 m 9 6 seguite nel bosco, e vi 8 7 ritrovate poi sul sentiero anni, poi si tagliano e si 23 141 mico direzione fontana di Orscellera, per 23 A 23 23B. ripartite da qui fanno ricrescere i 0m nuovi e riempire le costruire insieme, Cro ont il B ll’ami B polloni. borracce prima regalare il proprio lavoro B de 90 m Mo prendete il sentiero 16 M della salita ce us fino ad Abbadia e 21 per unimpresa aite ciz nc aB inizia collettiva. partecipano ode poi da lì, attraverso punto AR entrambe le squadre. la via francigena 71 a piovere io BOGANI llo ia ta d rifug no costruite tutti insieme con S scendete fino a panoramico torni a -g D Cainallo quello che avete a RIV Roma. non riuscite a hia cos San Pietro rifugio disposizione una piccola V tornare a S.Pietro e CAI cc riprendere il gioco Ca casa che stia in piedi. al ’ de ia Ca dell’Alpe Esino termine, entrambe le ia O finchè non fate un 4 ll’A secco. tirate una non vede squadre avanzano di 1 te 1122,3 m lpe 1135 m volta per ogni fontana dan paesi... turno. quando 21 farete 4, potrete Vian ti 1273,2 m ...ne’ sente il giocano entrambe le squadre. ritirare per fermi muovere. suono di altre la squadra arrivata su questa un turno del campane. la casella inizia con una parola C per dormire al ti viene una vescica sotto un piede, squadra avversaria che ha a che fare con esino rifugio. 23 trada le G stai fermo finchè non fai 4 pensa a 5 suoni lario che cominci con la dopo sarai così tira vento rign presenti in quel lettera A. un giocatore riposato che il tiro e momento nel luogo dellaltra squadra deve la S For successivo varrà in cui state ripetere la parola, e SFIDA ce doppio giocando. avete un aggiungerne unaltra sempre lla se state giocando minuto di tempo inerente a Esino, con la prima delle ore 12, il per indovinarli. per dA na i nomi delle guglie delle Grigne lettera B, e così via tutti i vento Tivano (che se stai giocando tra er SFIDA partecipano entrambe le squadre.la prima dare la risposta giocatori delle squadre, lp soffia da nord verso maggio e settembre, Li fo dovrete imitarli con alternati, devono completare e di nt squadra pensa a tre oggetti o animali, e ne disegna sud) ti spinge indietro prosegui lungo la via passo di an unicamente il contorno su un foglio. la seconda squadra la bocca senza lalfabeto ripetendo la catena di 2 caselle; se state romana fino ad Alpe di pe a deve indovinare gli oggetti corrispondenti alle sagome pronunciare il nome di parole. i giocatori che si giocando dopo le ore 12, Lierna per comprare Al Strecc di cosa li produce. dimenticano o sbagliano 1468 m nel minor tempo possibile (cronomentrato). poi si il vento Breva (che soffia del formaggio. ti fermi scambiano i ruoli. la squadra che avrà impiegato il se li lindovinate vengono via via eliminati. da sud verso nord) ti un turno minor numero di secondi per indovinare, avanza di 1 tutti e 5, avanzate vince chi resta per ultimo, e spinge avanti di 2 caselle la sua squadra avanza di 2 Come si gioca: Inizio del gioco Questo è un gioco da fare al ristorante tra il dolce e procurarsi dei fogli e delle penne. Si fa pari o dispari per decidere quale delle due squadre debba cominciare. Uno dei giocatori della squadra che vince, prende in mano le 4 monete, le scuote nel pugno e le tira sul tavolo. Ogni moneta il caffè, oppure bevendo una cioccolata calda o procurarsi 4 monete possibilmente uguali. ha una “testa” (la faccia con impressa un profilo, o un monumento) e una “croce” (la faccia con il numero). Quello che interessa a noi è la faccia con la “testa”. Il numero di “teste” uscite con il tiro, aspettando che finisca di piovere. Oppure è un gioco i giocatori si dividono in due squadre. rappresenta il numero di caselle di cui la pedina avanza. Per esempio, se escono tutte e 4 le monete con la “testa” rivolta verso lalto, la squadra avanza di 4 caselle. Se non ne esce nessuna, la squadra che potete prendere con voi e portare a passeggio Ogni squadra costruisce un segnaposto con una mollica di pane resta ferma fino al turno successivo. per le Grigne. Il percorso del gioco ricalca alcuni o un pezzo di carta o quello che trova. Le caselle su cui capitano le pedine possono contenere delle indicazioni, oppure no. Se la casella su cui si è capitati dopo aver tirato le monete contiene delle istruzioni, bisogna seguirle. Se non cè sentieri che partono da Esino Lario. Attenzione, il scritto niente, il turno passa alla squadra avversaria. gioco non sostituisce una carta dei sentieri (che Regole del gioco Può capitare di arrivare in caselle che richiedono delle SFIDE. potete trovare allinfo point a Villa Clotilde). È uno si parte da Villa Clotilde, a Esino Lario. Scopo del gioco è In quel caso devono partecipare entrambe le squadre e attenersi alle istruzioni scritte nella casella. Solo il vincitore della sfida potrà avanzare del numero di caselle indicato, partendo dalla posizione in strumento in più per grandi e piccoli, per scoprire il arrivare per primi al Monte Croce. Il percorso è libero, ci si cui si trovava alla dichiarazione di sfida. territorio e un po della sua storia giocando. può muovere in ogni direzione seguendo i 12 sentieri della Il gioco prosegue alternandosi nel lancio delle monete e muovendosi di casella in casella tra i sentieri della Grigna, fino ad arrivare al Monte Croce. Grigna qui rappresentati.2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013Opere d’arte commissionate e prodotte dall’Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus. Le opere d’arte contribuiscono alpatrimonio dell’Ecomuseo delle Grigne.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte Rossella Biscotti, Dai tempo al tempo, 2007.Video realizzato a partire dal Fondo Fotografico dell’Archivio Pietro Pensa.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte Warburghiana, Concerto sinottico n. 4, 2010, concerto e video per Vestire i paesaggi.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte Impossible Sites dans la rue, Simply in a Box, fotografia stenopeica, laboratorio e allestimento, 2009 e 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte Invernomuto, Culiarsi, performace e video installazione, 2011 per Vestire i paesaggi.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arteSalottobuono, Curve di livello e viabilità a Esino Lario; Mao Fusina laboratorio Il Gatto curioso, Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino 2010.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arteESINO E’ UN PAESE IN DISCESA IN A risto rant e SANTA MARIA e albergo CENTRALE Questi monti sono incontrate una contadina che sta raccogliendo nel suo campo la Patata Bianca di Esino. La signora vi spiega che AN PARTENZA nt ricchissimi di fossili questa patata tipica viene utilizzata per cucinare i famosi o NT ra SFIDA:partecipanoun gioco di società per Esino Lario DA ELI e rg to ravioli di SantAntonio, la cui ricetta si tramanda in ogni O ri s ria entrambe le squadre. Ogni A M Villa Clotilde e a bar LA RUOTA famiglia, con delle variazioni, e che si possono gustare in alb at hi LIS SOSTA LA el izzeri squadra fa 5 scarabocchi r tutti i ristoranti del paese. i giocatori della squadra leggono ba g distanziati, su un foglio. si p rgo ristorante LA LUCCIOLA per 1 minuto lelenco degli ingredienti di una delle ricette albergo uno dei vostri giocatori pensa alcuni albe scambiano i fogli. gli dei ravioli. allo scadere del minuto, si copre la lista e i c oggetti indispensabili per una gita in abac scarabocchi dovranno essere giocatori devono elencare gli ingredienti a memoria. se ne bar LA montagna. Al via del cronometro, li deve incorporati in 5 disegni realistici ricordano più di 7 avanzano di 1; se ne ricordano più di 14 re disegnare uno alla volta e i compagni di squadra avanzano di 2; se li ricordano tutti, avanzano di 3. b ar t di animali o piante. la squadra che rio devono indovinare. avanzate di tante caselle gli ingredienti ES finisce prima avanza di 3 pe quanti sono gli oggetti indovinati in 15 secondi. ripieno: grana, pangrattato, pane secco, latte, prezzemolo, CR uova, noce moscata, amaretti, sale, pepe, salsiccia, carne, Es Su PS Laltra squadra fa da giudice aglio, burro, buccia di limone; pasta: patata di esino, ino CIA el ogni casella corrisponde no farina, uova, sale. ,2 Gre a (circa) 6 minuti di cammino Esi Iin CH per evitare il fe m 32 e pericolo di alberi isolati co llo z C 10 scin rio ne e pozze dacqua, corri 22 sa prendi la corriera fino al re 21 A segnavia a ripararti alla 21 m Ca me ino posteggio di Ortanella casa scout 11 ssili A ,2 tti di Bigallo percorso forzato, da a Busagna Cascina 21 Ca nca a qui girate per il ell se) fo 985 m Ro 7,5 sci iol o d ine 81 e CAINALLO sentiero dei boschiricevi una lettera da tuo zio esinese emigrato in ioc a (C rant ne oCalifornia nel 1934, e la traduci con il linguaggio G rr risto e io Mo rifug piovdei segni ai tuoi amici che non parlano inglese. Laltra ca fate lautostop fino al posteggiosquadra inventa una frase in senso compiuto e la sussurra an coallorecchio di uno dei vostri giocatori. questo deve mimarla parola SFIDA: Bi rriper parola ai compagni di squadra, che devono indovinare la frase partecipa un 21 D ta o hai dimenticato il cappello, er rappresentante la ata sin torni a Cainallo 37 llo mesatta. se indovinano entro 1 minuto, avanzate di 1; altrimenti a per ogni squadra. i due P iE 12 ina dovrete indovinare una nuova frase al prossimo turno. ,5 giocatori contano insieme fate un pisolino, d Ca “mo-ra-ci-ne-se”. al “se!”, prendi per il passo di lo z lanciano un “arma” con le loro dita: non vi Cainallo e da lì vai in Bi sasso (pugno chiuso), carta (mano Natre m svegliate Valsassina, stai fermo 2 giri io d ga finchè nonun giocatore a deviazione obbligata: Ca llo aperta), forbice (solo dito indice e 1253,8 fate un tre medio, a V). Si sconfigge lavversario e si 12 ’Amscelta della percorso vita 21 C sa 53 Sc fa 1 punto secondo la regola: il sasso o e ,8 a Esino la maggior parte deisquadra deve sei con un amico molto elencare nomi ou vince (spezza) le forbici; la forbice sc un m 1292 m eric eripetere il maggior sportivo che ti convince di animali t vince (taglia) la carta; la carta Bo m avet giato boschi è del Comune, cioè dinumero di volte a fare con lui le 15 acquatici (reali vince (avvolge) il sasso. Si Il co Redo an o m p tutti. SFIDA: partecipano apossibile senza tappe del percorso o mitologici o i hi in nda p vuoi visitare entrambe le squadre, ogniimpappinarsi lo vita Cascina fanno più partite, il osc tro la Grotta di squadra ha un foglio. tutti i nomi propri di giocatore che iB ana componenti delle squadrescioglilingua: pesci famosi) la de font etuai Cainallo, Or 2,8 Piazzo totalizza 10 punti, disegnano sul loro foglio 23 B"Quand a Crées el di P fai una 95 cui iniziale formi ro ta vince la partita e po contemporaneamente il maggiorpscioca, A le parole ie 1404 m deviazione ne m avanza di 3. ste numero di alberi possibili. siPsciàach el nova a destra ggi lla nt E...... L...... di Ca m cronometra 1 minuto. La 1400 m o qu ialzi rato upsciof". può fare se , ag ti r un p to s e gr di omen un squadra che ha disegnato più 00 ai 2 et albedue prove prima S...... A.... nd tare di otta Grotta po 1 rit alberi, avanza di 2 a 12della bella. ste scevisi otta tan Ca 21 I...... R..... m sri a of uravanzerà di tante gg r in a d go r io a gr ismcaselle quante 2 N.... I....... fon and llo la i a, prendete il sentiero 25 ra a tisono le volte che O.... O...... la coltivazione a d anov n oO di tan verso la ghiacciaia di i 3 lle storha ripetuto lo 14 sterzo del Faggio per C ate i u Moncodeno, descritto già da percorso hai finito lacqua, rta fon scescioglilingua fare legna è una tecnica st rm o Leonardo, che dava ghiaccio 13 vita 4 fe rn torni alla fontana antecorrettamente in tradizionale. si fanno 143 ne un signore che abita Or10 secondi. se si 12 crescere i polloni (i "figli" 4m tu più vicina vi fermate a fare a Como e Milano. già che ci Piano di qui vicino vi porta a llaimpappina restate 5 dellalbero, che crescono pu delle fotografie e siete, dormite al rifugio San Pietro 11 vedere degli alberi Bogani, e tornate indietro pannto Cacciatorifermi. 10 coltivati ancora così. lo sulla ceppaia, la base del sei stanco, ti fermi 1 turno poi decidete di suo stesso tronco) per 9 ora proseguire in domani. State fermi 2 turni 995 m 9 6 seguite nel bosco, e vi 8 7 ritrovate poi sul sentiero anni, poi si tagliano e si 23 14 10 mi co direzione fontana di Orscellera, per 23 A 23 23B. ripartite da qui fanno ricrescere i nuovi te m riempire le costruire insieme, Cr on il B ll’ami borracce prima B polloni. regalare il proprio lavoro B de 90 m M ocprendete il sentiero 16 M della salita on us per unimpresa 21fino ad Abbadia e aite ciz e co aBpoi da lì, attraverso inizia collettiva. partecipano de punto AR io BOGANI entrambe le squadre. 71 a piovere llo iala via francigena ta d rifug no costruite tutti insieme con Sscendete fino a panoramico torni a -g D quello che avete a RIRoma. non riuscite a Cainallo hi cos San Pietro rifugio disposizione una piccola CAI V actornare a S.Pietro e Ca ci casa che stia in piedi. al VOriprendere il gioco ’d Esino aifinchè non fate un 4 Ca dell’Alpe ell termine, entrambe le a secco. tirate una ’A non vede squadre avanzano di 1 nte 1122,3 m lpe 1135 m volta per ogni fontana paesi... nda turno. quando 21 farete 4, potrete ti 1273,2 m Via ritirare per ...ne’ sente il giocano entrambe le squadre. fermi suono di altre la squadra arrivata su questa muovere. un turno del campane. la casella inizia con una parola C per dormire al ti viene una vescica sotto un piede, squadra avversaria che ha a che fare con esino rifugio. 23 da le G stai fermo finchè non fai 4 pensa a 5 suoni lario che cominci con la tra dopo sarai così tira vento rign presenti in quel lettera A. un giocatore riposato che il tiro e momento nel luogo dellaltra squadra deve la S Fo successivo varrà DA in cui state ripetere la parola, e SFI rc doppio giocando. avete un aggiungerne unaltra sempre else state giocando minuto di tempo inerente a Esino, con la laprima delle ore 12, il na per indovinarli. per lettera B, e così via tutti i d i nomi delle guglie delle Grigne er Alvento Tivano (che se stai giocando tra SFIDA partecipano entrambe le squadre.la prima dare la risposta giocatori delle squadre, Li pesoffia da nord verso maggio e settembre, fo squadra pensa a tre oggetti o animali, e ne disegna dovrete imitarli con alternati, devono completaresud) ti spinge indietro prosegui lungo la via di nt unicamente il contorno su un foglio. la seconda squadra la bocca senza lalfabeto ripetendo la catena romana fino ad Alpe di pe passo di andi 2 caselle; se state a pronunciare il nome di parole. i giocatori che sigiocando dopo le ore 12, Lierna per comprare Al Strecc deve indovinare gli oggetti corrispondenti alle sagome nel minor tempo possibile (cronomentrato). poi si di cosa li produce. dimenticano o sbaglianoil vento Breva (che soffia del formaggio. ti fermi 1468 m scambiano i ruoli. la squadra che avrà impiegato il se li lindovinate vengono via via eliminati.da sud verso nord) ti un turno minor numero di secondi per indovinare, avanza di 1 tutti e 5, avanzate vince chi resta per ultimo, espinge avanti di 2 caselle la sua squadra avanza di 2 Come si gioca: Inizio del giocoQuesto è un gioco da fare al ristorante tra il dolce e procurarsi dei fogli e delle penne. Si fa pari o dispari per decidere quale delle due squadre debba cominciare. Uno dei giocatori della squadra che vince, prende in mano le 4 monete, le scuote nel pugno e le tira sul tavolo. Ogni monetail caffè, oppure bevendo una cioccolata calda o procurarsi 4 monete possibilmente uguali. ha una “testa” (la faccia con impressa un profilo, o un monumento) e una “croce” (la faccia con il numero). Quello che interessa a noi è la faccia con la “testa”. Il numero di “teste” uscite con il tiro,aspettando che finisca di piovere. Oppure è un gioco i giocatori si dividono in due squadre. rappresenta il numero di caselle di cui la pedina avanza. Per esempio, se escono tutte e 4 le monete con la “testa” rivolta verso lalto, la squadra avanza di 4 caselle. Se non ne esce nessuna, la squadrache potete prendere con voi e portare a passeggio Ogni squadra costruisce un segnaposto con una mollica di pane resta ferma fino al turno successivo.per le Grigne. Il percorso del gioco ricalca alcuni o un pezzo di carta o quello che trova. Le caselle su cui capitano le pedine possono contenere delle indicazioni, oppure no. Se la casella su cui si è capitati dopo aver tirato le monete contiene delle istruzioni, bisogna seguirle. Se non cèsentieri che partono da Esino Lario. Attenzione, il scritto niente, il turno passa alla squadra avversaria.gioco non sostituisce una carta dei sentieri (che Regole del gioco Può capitare di arrivare in caselle che richiedono delle SFIDE.potete trovare allinfo point a Villa Clotilde). È uno si parte da Villa Clotilde, a Esino Lario. Scopo del gioco è In quel caso devono partecipare entrambe le squadre e attenersi alle istruzioni scritte nella casella. Solo il vincitore della sfida potrà avanzare del numero di caselle indicato, partendo dalla posizione in TooA Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Esino è un paese in discesa, Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino, Esino, 2010.strumento in più per grandi e piccoli, per scoprire ilterritorio e un po della sua storia giocando. arrivare per primi al Monte Croce. Il percorso è libero, ci si può muovere in ogni direzione seguendo i 12 sentieri della cui si trovava alla dichiarazione di sfida. Il gioco prosegue alternandosi nel lancio delle monete e muovendosi di casella in casella tra i sentieri della Grigna, fino ad arrivare al Monte Croce.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte TooA Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Pankine: Le panchine-raccontastorie, Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino, Esino, 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte TooA Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Pankine: Le panchine-raccontastorie, Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino, Esino, 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso la produzione di opere d’arte Berry Bickle, Immagini Pietro Pensa, Rockefeller Foundation Bellagio Center, July 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso ricerche, pubblicazioni e conferenze Collana editoriale Gli Statuti del Territorio Lecchese ideata da Michele Casanova e a cura di Catherine de Senarclens. La collana è promossadall’Archivio Pietro Pensa e dall’Associazione Amici del Museo delle Grigne e contribuisce alla documentazione dell’Ecomuseo delle Grigne.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneInterpretazione del territorio attraverso ricerche, pubblicazioni e conferenze Conferenza Vestire i paesaggi, Primaluna, 2010.
    • Attività dell’Ecomuseo delle Grigne 201100085 EDG004Interpretazione del territorio attraverso ricerche, pubblicazioni e conferenze Il bosco e la cavra sbàgiola 21.07.2011 Esino Lario, teatro Scuola materna 201100085 EDG004 "Il bosco e la cavra sbàgiola: folclore tradizione e antichi mestieri" è una conferenza organizzata a Esino Lario il 21 luglio, alle ore 21 per Vestire i paesaggi. Intervengono Marco Sampietro, "Il diavolo nella tradizione popolare valsassinese". Alessandro Merlini, "Cercando per boschi e per carte: riscoprendo i popoli e i mestieri a Primaluna, Taceno, Esino e Brivio". Francesca Cogni e Donatello De Mattia, "Giochi, filastrocche e leggende della Grigna". Modera Iolanda Pensa Quella del diavolo era, in passato, una presenza continua ed insidiosa. Non a caso, era proprio sulla sua persona che andavano a concentrarsi tutte quelle paure (malattia, fame, povertà, peste, guerra) che condizionavano il vivere e la mentalità di un tempo. Quella del diavolo, poi, era una paura sempre ed ovunque presente: dominava l’immaginario collettivo, teneva costantemente in ansia l’individuo, suggestionava e limitava l’azione individuale e sociale. (M. Sampietro) Parte essenziale nel dominio e comunione con la natura è stata la relazione con gli animali che hanno circondate le attività umane, in primo luogo supportandole ma in taluni casi frapponendosi anche in maniera violenta. Il risultato di questo Conferenza Vestire epos si i paesaggi, Esino Lario, 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneEducazione e formazione Associazione Aforisma, Giovanna Pensa e Barbara Testa, Raccontare con il corpo: Laboratorio di psicomotricità infantile, 2010.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneEducazione e formazione Impossible Sites dans la rue, Simply in a Box, fotografia stenopeica, laboratorio e allestimento, 2009 e 2011.
    • Attività dell’Ecomuseo delle Grigne Educazione e formazione passaggio del progetto “Il gatto curioso”. e la documentazione fotografica di ogni singolo in una mostra finale che prevede l’esposizione della Lombradia Settentrionale Val dEsino e Riviera Ecomusei Riconosciuti della Grigna Valsassina, Valvarrone, Esino Lario la manipolazione di pasta modellabile e inseriti Rete Parco Regionale Comunità Montana della Comune di di lavoro vengono resi tridimensionali attraverso I verbi individuati nella precedente sessione Tridimensionalizzazione dei verbi Con la partecipazione di Quinto incontro per documentare questo tipo di attività. E consigliabile l’uso di superfici inconsuete pioggia, ripararsi dal vento, comperare, leggere…). (conoscere gente, parlare, coprirsi in caso di Le azioni individuate si declinano attraverso i verbi Con il patrocinio di determinazione delle azioni da compiersi. Pietro Pensa Ultimo sopralluogo ai punti di interesse e Onlus Fondo Provincia di Lecco Quarto incontro Fondazione della Si individuano le “cose” naturali e artificiali. Con il contributo di terra/asfalto, fiori, piante… Individuazione punti di luminosità, vento, acqua, Grigne Onlus le superfici presenti nelle vie di comunicazione. delle Grigne del Museo delle Ecomuseo Associazione Amici della tecnica del frottage per documentare Analisi e documentazione delle ombre e utilizzo diversi luoghi di interesse. Capofila Determinazione delle ombre e loro bordatura nei Terzo incontroIl progetto “Il gatto curioso” è un percorso emozionale per Introduzione e presentazionebambini e insegnanti volto a individuare idee concrete da offrire Finalità: - Sviluppare capacità di ricerca,ai progettisti per ideare un sistema progettuale cittadino che progettazione e comunicazionerisponda a elementi informativi e dI orientamento territoriale. Obiettivi: - Individuare processi creativiL’idea che anche i bambini, attenti osservatori della realtà cosìcome i gatti, possano individuare principi teorici e sviluppi per il superamento di vincoli e difficoltàarchitettonici di un progetto, fonda le sue radici nella teoria che la - Aumentare la capacità espressiva con materialirealtà è colta e vissuta con occhi e bisogni diversi. non convenzionaliIn un mondo in cui i “grandi” decidono tutto, si propone un - Progettare e applicare un’espressione creativapercorso che tenga in forte considerazione i bisogni espressi dai di gruppobambini e le visioni che l’infanzia ha nella ricerca dellasoddisfazione di necessità reali. Progettazione e documentazione dell’itinerarioIl gatto curioso è un itinerario, unipotesi progettuale aperta dovegli adulti sono solo accompagnatori e mediatori tra contesti che Finalità: - Acquisire strumenti per la comunicazionenormalmente non sono in dialogo. Un percorso di visioni, delle emozionisuggestioni, emozioni ma anche di proposte progettuali, forme, Obiettivi: - Ampliare le proprie competenzedimensioni che tengano conto dei bisogni di tutti, dei grandi e dei di osservazionepiccoli, degli anziani e di coloro che sono diversamente abili, - Saper progettare a più livelli e accrescere l’attivitàdell’Uomo e della natura, degli animali e delle varie espressioni manualedella natura (luce, ombra, vento, pioggia…). Un itinerario da - Saper documentare le parti di un processoabitare, da fare proprio, per saper riconoscere il valore delle ideenella progettazione di spazi di comunità, nell’ottica dellapartecipazione attiva che si trasforma in rispetto del bene Esposizione e presentazione del lavoro svoltocomune. Il lavoro si svolge con materiali semplici dove il disegno Finalità: - Elaborare e applicare processiconcentra l’attenzione su tecniche espressive diverse e di comunicazioneinnovative a favore di nuovi processi creativi d’apprendimento. Il Obiettivi: - Progettare un percorsogatto curioso è stato ideato da Mao Fusina. di documentazione - Elaborare in gruppo un evento di documentazione Maurizio Fusina, Il gatto curioso, Esino Lario, 2010-2011
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneEducazione e formazione Gestire e consultare un fondo fotografico, Esino Lario, 2009 Gestire un archivio storico e di deposito, Lecco, 2010 Corso per la gestione di bed&breakfast, Esino Lario, 2010 Ideare progetti culturali e ambientali, Lecco, 2011 Gestire progetti in rete legati ai beni archivistici e librari, Lecco, 2012 (in corso di realizzazione)
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione Archivio Pietro Pensa Archivio Scuola di arazzi Archivio Associazione Amici Centro di documentazione del Museo delle Grigne Onlus informazione e interpretazione dell’Ecomuseo delle Grigne Documentazione prodotta dall’ecomuseo Archivi degli altri enti coinvolti Documentazione della comunità Biblioteca Civicadi Esino Lario Il Centro di documentazione informazione e interpretazione dell’Ecomuseo delle Grigne ha sede al primo piano di Villa Clotilde.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaL’Ecomuseo delle Grigne ha una licenza libera Creative Commons attribuzione condividi allo stesso modo che permette a tutti di utilizzaree modificare la sua documentazioni a scopo commerciale e non commerciale, citando la fonte e utilizzando poi la stessa licenza.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaLe procedure ideate e adottate dall’Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus e dall’Ecomuseo delle Grigne sono oggi utilizzate daaltre istituzioni e sono un caso studio nell’uso di Creative Commons.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaArchivio Pietro Pensa e Associazione Amici del Museo delle Grigne Onlus Premio Wikimedia Italia 2009 per il sapere libero.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaLa documentazione dell’Archivio Pietro Pensa che contribuisce alla documentazione dell’Ecomuseo delle Grigne è stata caricata sulla bancadati multimediale di Wikipedia in alta risoluzione e con la licenza Creative Commons attribuzione condividi allo stesso modo.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenza Documenti sulle dispute di confine dell’Archivio Pietro Pensa su Wikimedia Commons.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenza Pergamene dell’Archivio Pietro Pensa su Wikimedia Commons.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaPergamene 3, 15,Vendita di feudo, Milano, 1538 ottobre 15. Domenico Saulo, magistrato delle entrate ordinarie dello Stato di Milano, sumandato dell’imperatore Carlo V, vende a Nicola Oldani, procuratore di Francesco Sfondrati, il feudo di Bellagio, devoluto alla camera perl’estinzione del ramo maschile della casa Stanga. Archivio Pietro Pensa, Codice pergamenaceo mm. 160x220, ff. 14, copertina rigida in cuoio.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaArchivio Pietro Pensa, Pergamene 2, 14. Investitura ecclesiastica, Milano, 1745 maggio 28. Giovanni Battista Campagnoli, vicario generale delladiocesi di Milano, investe il chierico Giovanni Giorgio Anselmo Serponti della cappellania dei S.S. Francesco e Andrea, di iuspatronatoSerponti, eretta nella chiesa parrocchiale di Varenna, vacante per la morte del cappellano Alessandro Cassina. Perg. mm. 430x245, rr. 22,sigillo pendente.
    • Attività dell’Ecomuseo delle GrigneRaccolta e archiviazione di documentazione - accessibilità e trasparenzaArchivio Pietro Pensa, Pergamene 4, 36. Retrovendita, Teglio, sec. XV ex. (1491?) marzo 7. Giacomo Abbondio De Gattis vende a Giovanni,figlio del fu Andriolo Ghislanzoni e abitante in Carona, un terreno sito nel territorio di Teglio. Perg. mm. 225x300, rr. 57, cattivo stato.
    • Come sono state realizzate le attività dall’Ecomuseo delle GrigneL’Ecomuseo delle Grigne realizza le sue attività attraverso la collaborazione con le associazioni, i gruppi e glienti locali e con l’ideazione e implementazione di progetti.
    • ProgettoPartecipazione dell’Ecomuseo delle Grigne al progetto Vestire i paesaggi (2009-2012)Vestire i paesaggi valorizza i documenti archivistici attraverso la produzione di selezioni tematiche (kit archivistici su strade e vie dicomunicazione, folclore e mestieri e trasformazioni ambientali), opere d’arte, laboratori, conferenze e incontri di formazione.http://pietro.pensa.it/Vestire_i_paesaggi
    • ProgettoPartecipazione dell’Ecomuseo delle Grigne al progetto Vestire i paesaggi (2009-2012) Comuni coinvolti all’interno del progetto Vestire i paesaggi 2009-2012: Brivio, Esino Lario, Primaluna e Taceno.
    • ProgettoPartecipazione dell’Ecomuseo delle Grigne al progetto Vestire i paesaggi (2009-2012) 1. Comunicazione 2. Kit archivistici 3. Opere d’arte 4. Laboratori 5. Conferenze 6. Formazione 7. Gestione Le attività che produce il progetto Vestire i paesaggi a Brivio, Esino Lario, Primaluna e Taceno.
    • ProgettoPartecipazione dell’Ecomuseo delle Grigne al progetto Vestire i paesaggi (2009-2012) 1. Strade e vie di comunicazione: Storie e cammini di mercanti, viandanti e banditi, 2010 2. La cavra sbàgiola. Etnografia e folclore, 2011 3. Le trasformazioni ambientali e culturali attraverso paesaggi, parchi, archivi, biblioteche e musei, 2012 I temi intorno ai quali ruotano tutte le attività del progetto Vestire i paesaggi.
    • ProgettoEcomuseo delle Grigne a misura di bambino (2009-2010) A MISU A R IO R L A O DI ESIN BAMBINO
    • ProgettoParco giochi di Villa Clotilde come punto di partenza di itinerari a misura di bambino (2010-2011) IO A MIS L AR U R O A ESIN DI BAMBI NO
    • punto di partenza di itinerari a misura di bambino. Ristrutturazione del parco giochi di Villa Clotilde, dedicato a Giovanni Maria Pensa e valorizzato come spazio a misura di bambino e come Giovannimaria Pensa Parco giochi Esino Lario COM001 201100103 parco giochi Giovannimaria Pensa è uno spazio Giovannimaria Pensa (1934-2006), ingegnere,edicato alle famiglie ed è il punto di partenza imprenditore e fotografo. Fondatore nel 1960 diegli itinerari dellEcomuseo delle Grigne a ODE Officine di Esino Lario e co-fondatore nel isura di bambino. Il parco giochi è in via 1979 di ODL Officine di Lierna. Promotore delle ontefiori, una delle vie principali di Esino Lario, Funivie di Cainallo, è stato socio del Lions Clubd è situato allinterno del giardino di Villa Riviera del Lario e suo presidente nel 1976-1977. lotilde, a breve distanza dalla scuola Appassionato fotografo, ha illustrato Noi Gentelementare e materna e della nuova sede del del Lario (ed. Cairoli, Como, 1981), ha pubblicato useo delle Grigne. nel 1990 la raccolta Andare lungo lAdda (Edizioni NuoveParole, Como) e nel 2005 ha llinterno del parco sono state collocate delle realizzato le immagini di Corenno Plinio acine in sasso acquistate negli anni Settanta (pubblicazione del Comune di Dervio, Editore al sindaco Pietro Pensa per il Museo delle Bellavite). rigne. Le macine sono della seconda metà ellOttocento e provengono dal Mulin di Zinzon, Il parco giochi è stato realizzato negli anni ollocato sotto la strada per il Vai; su una è Novanta; nel 2011 è stato completamenteiportata la sigle GB1822. I mulini erano diffusi rinnovato grazie al contributo della famiglia di elle valli e macinavano grano, orzo, segale e Giovannimaria Pensa su un progetto ranoturco prodotti localmente; per funzionare dellEcomuseo delle Grigne e del Comune di tilizzavano la forza motrice dellacqua dei Esino Lario, con il co-finanziamento di Regione rrenti, scavando canalette anche nella roccia. Lombardia e la partecipazione di volontari. Esino Lario, 30 luglio 2011. Ristrutturazione del parco giochi di Villa Clotilde dedicato a Giovanni Maria Pensa Progetto
    • Contesto dell’Ecomuseo delle Grigne Museo delle Grigne Associazione Amici del Museo delle Grigne Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino Archivio Pietro Pensa Villa Clotilde centro culturale a Esino Lario Ristrutturazione parco giochi Riordino, catalogazione, regesti, restauri, selezioni tematiche Vestire i paesaggi Curve di livello Panchine Il gatto curioso raccontastorie Sito Internet pietro.pensa.it Simply in a Box Esino è un paese in discesa Ecomuseo delle Grigne Rossella Biscotti Invernomuto Warburghiana Valorizzazione del fondo fotografico1947 1998 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 Alcune delle iniziative promosse dall’Associazione Amici del Museo delle Grigne.
    • Cronologia dell’Ecomuseo delle GrigneCostituzione dell’Ecomuseo delle Grigne Riconoscimento dell’Ecomuseo delle Grigne da parte di Regione Lombardia Vestire i paesaggi Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino Ecomuseo delle Grigne a misura di bambino Riordino, catalogazione, regesti, restauri, selezioni tematiche Curve di livello Ristrutturazione del parco giochi Il gatto curioso Panchine raccontastorie Esino è un paese in discesa Simply in a Box2008 2009 2010 2011 2012 L’ecomuseo nasce nel 2008 per volontà del Comune di Esino Lario e su iniziativa dellAssociazione Amici del Museo delle Grigne Onlus.
    • Iolanda Pensa è critico darte, ricercatore e consulente. Fa parte del comitato direttivo della Fondazione lettera27 Onlus, èdirettore scientifico del progetto WikiAfrica/Share Your Knowledge e curatore in collaborazione con Roberto Casati del progettoMobile A2K: Resources, Interfaces and Contents for Urban Transformations. Laurea in storia dellarte medioevale presso lUniversitàCattolica di Milano e dottorato di ricerca in antropologia sociale ed etnografia e in governo e progettazione del territorio,allEHESS di Parigi in co-tutela con il Politecnico di Milano Dipartimento di Architettura e Urbanistica. È corrispondente per lAfricadella rivista "Domus", ha insegnato per quattro anni Economia dellArte alla NABA di Milano, ha collaborato con le riviste "FlashArt", "Africa e Mediterraneo", "Tema Celeste", "Nigrizia", "Artthrob" ed è stata consulente strategico delle organizzazioni doualartin Camerun e lAfrica Centre in Sudafrica. Fondatore e dirigente della Fondazione iStrike di Rotterdam 2005-2008), ha fatto partedel comitato tecnico di partecipazione del Sudafrica alla Biennale di architettura di Venezia (2006-2008), del comitato degli espertidi Kunstverein (2009-2011) e dei consulenti del Prince Claus Fund. Ha svolto a partire dal 1998 ricerche a Dakar, Il Cairo, Douala,Città del Capo, Minsk, Teheran, Siberia, Estremo Oriente Russo, Europa e Stati Uniti. Come volontario è referente dellEcomuseodelle Grigne e direttore artistico dellAssociazione Amici del Museo delle Grigne di Esino Lario. Iolanda Pensa, referente dell’Ecomuseo delle Grigne - io@pensa.it - http://io.pensa.it. 2012